I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]

Il Blog delle Stelle
Autostrade: così una ricchezza pubblica è finita nelle tasche di alcuni privati. Intervista a Mario Giordano


Sul caso Autostrade, il BlogdelleStelle ha intervistato il giornalista e scrittore Mario Giordano, autore del libro "Avvoltoi" che già qualche mese fa aveva sollevato dubbi sulle concessioni.

Lo Stato italiano incassa il 2,4 per cento netto dei pedaggi autostradali, che peraltro sono in costante aumento e da tempo i più cari d'Europa. Come vengono utilizzati quei soldi di automobilisti e autotrasportatori?

La maggior parte dei ricavi al casello, come è noto, vanno a finanziare i guadagni delle società concessionarie (per la maggior parte gruppi privati). Non è un caso che i due principali concessionari (i Benetton e i Gavio) figurino regolarmente tra i Paperoni della Borsa e che stiano facendo, proprio in questi mesi, shopping di società all’estero. Semplificando, potremmo dire che i pedaggi (che ormai sono diventata una vera e proprio tassa occulta e salatissima a carico degli automobilisti) finiscono per finanziare l’espansione dei gruppi privati, le loro acquisizioni, oltre che l’arricchimento personale dei principali azionisti attraverso la distribuzione dei dividendi.

Chi deve stabilire se un concessionario come Autostrade per l'Italia, che fa acquisizioni all'estero e distribuisce dividendi molto elevati, gestisce in maniera corretta i soldi dei pedaggi e investe abbastanza per la manutenzione?

Spetta al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. E’ quest’ultimo, infatti, che gestisce le concessioni dello Stato. Ed è inspiegabile l’ostinazione con cui negli ultimi anni, sotto la gestione dei precedenti governi, il ministero delle Infrastrutture abbia autorizzato aumenti delle tariffe a volte davvero esorbitanti, a tutto vantaggio dei privati, e insieme il prolungamento delle concessioni, anche a fronte di investimenti, da parte dei concessionari, inferiori a quelli previsti dal piano economico e finanziario. Perché permettere di aumentare le tariffe e insieme prolungare la durata della concessione, se il concessionario non fa tutto quello che deve? In alcuni casi (si veda per esempio quello che è successo sulla Livorno-Civitavecchia) il ministero ha sfidato l’Europa, incappando in un deferimento alla Corte di giustizia per violazione del diritto Ue, pur di prolungare, ostinatamente, la concessione al gruppo dei Benetton...

Come si è arrivati ad affidare la gestione di questo monopolio a privati come le imprese dei Benetton? Che risultati ha prodotto questa scelta compiuta negli anni Novanta?

E’ stato nel 1999, all’epoca delle privatizzazioni, volute dal governo Prodi. Secondo alcuni esperti, per altro, la privatizzazione delle Autostrade (la “gallina delle uova d’oro”) fu fatta quando non erano più necessarie dismissioni frettolose per tappare le falle dei conti pubblici e a condizioni a tutti gli effetti assurde per lo Stato. A guidare le operazioni, come presidente dell’Iri, c’era il professor Gian Maria Gros Pietro, il quale poi, subito dopo la privatizzazione, è stato assoldato dai Benetton come presidente della loro società di gestione delle Autostrade. Il risultato complessivo di questa operazione è che lo Stato ha ceduto un proprio asset importante senza riuscire a strappare condizioni particolarmente vantaggiose per sé (si poteva imporre un prezzo più alto? O almeno canone più oneroso?) e nemmeno per gli utenti/automobilisti (si potevano imporre condizioni più stringenti per i concessionari? O almeno aumenti limitati?). Di fatto si è permesso che una ricchezza pubblica transitasse nelle tasche di alcuni privati.

Che giudizio dà di un sistema in cui i concessionari si arricchiscono con i soldi dei cittadini, gestendo un servizio regolato da un contratto secretato e finanziando giornali e politica che dovrebbero controllarne e regolarne l'operato?

Dico non da ora che è un sistema folle che va completamente scardinato. Spiace che ci siano volute decine e decine di vittime perché il Paese si accorgesse di questa assurda anomalia. Ma se vogliamo dare un senso alla tragedia, occorre che il sistema delle concessioni sia profondamente rivisto e modificato, in primo luogo per quanto riguarda i concessionari privati (Benetton, Gavio, Toto) ma anche per i concessionari pubblici (si veda il caso Autobrennero). Ovviamente, mentre si procede alla revisione totale del sistema, sarebbe importante fin da subito procedere con il blocco degli aumenti tariffari (che meraviglia se il prossimo Capodanno fosse il primo della storia “No Aumento Pedaggio”) e dei prolungamenti delle concessioni



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

19 Ago 2018, 10:20 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (256)


Avviato l'iter per la revoca della concessione ad Autostrade per l'Italia

  • 420

pontecrolge.jpg

di Giuseppe Conte

Ieri il Governo, tramite la competente Direzione del Ministero delle Infrastrutture, ha formalmente inoltrato a “Autostrade per l’Italia” la lettera di contestazione che avvia la procedura di caducazione della concessione.

 
(continua...)

18 Ago 2018, 10:13 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (420)

Autostrade, i Benetton e quei soldi mai investiti in manutenzione. Il libro di Mario Giordano diceva già tutto (ma nessuno ne parlò)

  • 327

avvolautost.jpg

fonte: Dagospia

IL CAPITOLO DEL LIBRO DI MARIO GIORDANO, ''AVVOLTOI'' DEDICATO ALLE AUTOSTRADE E AI BENETTON (CHE LA GRAN PARTE DEI QUOTIDIANI SI GUARDO' DAL CITARE QUANDO USCÌ IL LIBRO)

 
(continua...)

17 Ago 2018, 09:37 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (327)

Le ''stranezze'' del contratto di concessione di Autostrade per l'Italia

  • 423

autostrital.jpg

di Andrea Cioffi (Sottosegretario del Governo)


Che il contratto di concessione di Autostrade per l'Italia avesse delle "stranezze" lo avevamo già segnalato all'anac lo scorso anno. Dalle nostre stime valutavamo un extragettito non dovuto (pagato da chi viaggia in autostrada) pari a 2 miliardi di euro che aumentavano a 3,8 (oltre ad una buonuscita di 5,7) se fosse stata concessa la proroga che Delrio voleva dare fino al 2042.

 
(continua...)

16 Ago 2018, 13:52 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (423)

Genova: è ora di presentare il conto a chi ha truffato gli italiani

  • 396

4B3A2CBD-74A8-4547-8207-8398CD153289.jpeg

di Luigi Di Maio

Oggi sono a Genova con il ministro dei trasporti Danilo Toninelli e gli uomini che si occupano dei soccorsi e della sicurezza. Le responsabilità di questa tragedia si perdono negli anni.

 
(continua...)

15 Ago 2018, 13:33 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (396)

Chi ha colpe per la tragedia di Genova dovrà essere punito

  • 204

genovaponte.jpg

di Danilo Toninelli, Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture

Sono passate nemmeno 24 ore dalla tragedia che ha colpito Genova, e come tutti noi ho ancora negli occhi quelle terribili immagini del crollo del ponte Morandi. Oggi sarò tra le macerie macchiate di sangue e provo rabbia perché in un Paese civile non si può morire per un ponte che crolla. Lo voglio ribadire con ancora più forza: chi ha colpe per questa tragedia ingiustificabile dovrà essere punito.

 
(continua...)

15 Ago 2018, 09:05 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (204)

Ambiente: idee e cambiamento. Ecco il bilancio dei primi 60 giorni

  • 272

sergiocostaministro_m5s.jpg


di Sergio Costa, Ministro dell'Ambiente


Abbiamo disegnato idee, progettato e anche realizzato cambiamenti, ci siamo confrontati, ci siamo messi in discussione, affrontato già sfide importanti. Questo è il bilancio dei nostri primi 60 giorni di attività presso il ministero dell’Ambiente. Due mesi in cui abbiamo perfezionato la squadra, conosciuto il ministero dall'interno, parlato con centinaia di persone, e gettato le basi per il futuro con una serie di atti seri e importanti, perché l'ambiente e la tutela del Paese e di questo nostro pianeta Terra vengono prima di tutto. Ecco alcuni punti con cui possiamo sintetizzare questo incessante lavoro:

 
(continua...)

14 Ago 2018, 10:09 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (272)

Le fake news di Repubblica sulle pensioni d'oro. Aiutateci a ristabilire la verità

  • 180

dimafoglio.jpeg

di Luigi Di Maio

C'è qualche giornalista di Repubblica che ha paura di perdere la sua pensione d'oro? A leggere l'articolo pieno di falsità che è stato pubblicato oggi viene proprio da pensare di sì. Le notizie false però non fermeranno il nostro progetto di eliminare le sperequazioni e le ingiustizie e lo ribadisco: tra poco le pensioni d'oro senza i contributi versati saranno solo un ricordo. Ma intanto diffondete questo post per aiutarmi a smontare tutte le bufale dell'articolo e ristabilire la verità.

 
(continua...)

13 Ago 2018, 15:46 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (180)

Non credo a un attacco speculativo contro il governo

  • 83

dimaio675.jpg

Di seguito l'intervista di Luigi DI Maio al Corriere della Sera

"Non credo che avremo un attacco speculativo".

Ministro Luigi Di Maio, i mercati a fine agosto prenderanno di mira l’Italia, come prevede Giorgetti?



"Io non vedo il rischio concreto che questo governo sia attaccato, è più una speranza delle opposizioni. E se qualcuno vuole usare i mercati contro il governo, sappia che non siamo ricattabili. Non è l’estate del 2011 e a Palazzo Chigi non c’è Berlusconi, che rinunciò per le sue aziende".

 
(continua...)

13 Ago 2018, 10:46 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (83)

SPECIALE CETA: Il tribunale speciale: la legge non è uguale per tutti (parte 3)

  • 133

ceta.jpg

Pubblichiamo, a puntate, un approfondimento speciale dedicato al CETA, a cura del gruppo MoVimento 5 Stelle - EFDD in Parlamento Europeo

Il CETA contiene la clausola ICS (Investors Court System) che consente agli investitori canadesi nell'UE - e agli investitori UE in Canada - di citare in giudizio lo Stato davanti ad un tribunale speciale con lo scopo di ottenere il risarcimento dei danni dovuti ad una normativa che lede i loro interessi e i loro diritti. La Vallonia ed altri enti locali del Belgio hanno fatto sì che la clausola ICS, sebbene prevista dal trattato, di fatto non possa venire applicata in tutta l'UE fino ad un imprecisato futuro. L'ICS si discosta solo in alcuni dettagli dalla versione consueta della clausola, nota come ISDS (Investor State Dispute Settlement). Il CETA non precisa la scadenza entro la quale il CETA Joint Committee dovrà dare attuazione pratica a numerosi di questi dettagli. Attraverso il meccanismo ISDS, presenti in vari trattati commerciali, le società private sono riuscite ad ottenere risarcimenti enormi in seguito a provvedimenti pubblici relativi soprattutto a protezione della salute e dell'ambiente.

 
(continua...)

12 Ago 2018, 10:30 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (133)

La bufala del giovane tornato disoccupato per colpa del decreto Dignità

  • 166

fake.jpg

"Nei giorni scorsi i principali quotidiani nazionali hanno rilanciato la storia del "giovane che ha perso il lavoro per colpa del decreto dignità". Hanno preso uno dei milioni di tweet che vengono pubblicati ogni giorno su Twitter e, senza compiere nessuna verifica, lo hanno proclamato verità assoluta per puro scopo di propaganda. Repubblica: "Grazie Di Maio, sarò un disoccupato anche grazie a lei". E il tweet diventa un caso". Corriere: «Da settembre sarò disoccupato», il tweet del giovane torinese contro il decreto dignità divide il web. Il Giornale: Perde il lavoro e il suo tweet contro Di Maio diventa virale. La Stampa: Il precario che ha sfidato Di Maio: “Licenziato per il decreto dignità”. Tutti questi articoli per sostenere la stessa falsità, ossia che il decreto fa perdere posti di lavoro. Niente di più falso perchè il Decreto Dignità rende finalmente il lavoro più stabile. L'altro giorno si è scoperto che la storia del giovane era una bufala, una bufala megagalattica. Nessuno dei giornali citati si è premurato di fare un articolo per dire che avevano scritto solo delle falsità. Nessuno. Quindi forse c'è ancora qualcuno che ha creduto a questa ennesima fake news diffusa dalla propaganda del patto del nazareno. L'articolo che segue spiega tutto per filo e per segno. Condividetelo il più possibile per informare chi ha creduto alla fake news. E dateci una mano a difenderci dalle bufale dei giornali, abbiamo la Rete: usiamola per smascherare le notizie false e diffondere la verità. Non lasciamogliene passare più nemmeno una. Grazie." Luigi Di Maio

 
(continua...)

11 Ago 2018, 11:00 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (166)

Luigi Di Maio con i lavoratori davanti ai cancelli della Bekaert

  • 188

dimaiobekaert.jpg

di Luigi Di Maio

Oggi sono davanti ai cancelli della Bekaert, a Figline Valdarno in Toscana, per incontrare i lavoratori in presidio costante. La Bekaert è una delle troppe aziende che dopo aver preso i soldi dello stato ha deciso di chiudere, licenziare e andarsene. Non si possono utilizzare le persone solo quando conviene e poi lasciarli in mezzo a una strada.

 
(continua...)

10 Ago 2018, 10:30 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (188)

100.000 iscritti a Rousseau!

  • 110

100000grazie.jpg

di Davide Casaleggio

Oggi abbiamo raggiunto un risultato importante con Rousseau: 100.000 persone iscritte e certificate su Rousseau. E molte altre migliaia, hanno iniziato il loro processo di iscrizione e devono solo caricare il documento.

 
(continua...)

9 Ago 2018, 15:30 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (110)

Tutti i post del mese di Agosto 2018