Rousseau Open Academy apre ai ricercatori: studiamo insieme il nuovo sistema meriti

Di Enrica Sabatini, socia e responsabile ricerca e sviluppo dell’Associazione Rousseau. Enrica Sabatini ha un Ph.D. in Scienze ed una laurea specialistica con lode in Psicologia, è specializzata nell’analisi dei processi cognitivi, metacognitivi e comportamentali di individui e gruppi sociali impegnati nell’interazione con nuove tecnologie, è stata docente a contratto universitaria e in qualità di docente è stata invitata a parlare in diverse Università tra cui quella di San Paolo in Brasile e di Porto in Portogallo.


  • Di cosa si occupa la Rousseau Open Academy?

La Rousseau Open Academy rappresenta lo spazio attraverso il quale, dal 2018, ci occupiamo del tema della cittadinanza digitale e attiva e con la quale abbiamo costruito una rete importante di docenti, ricercatori ed esperti appassionati di movimenti digitali che in questi anni si sono interessati al modello Rousseau e lo hanno raccontato in tutto il mondo attraverso paper scientifici, libri o tesi di laurea o come avvenuto recentemente per il Digital Democracy Report 2021.

Dalla Academy di Rousseau è nato anche il progetto, partito il 27 gennaio e concluso il 17 aprile 2021, dedicato agli Ambasciatori della Partecipazione. A questo lungo percorso di formazione di oltre tre mesi hanno partecipato oltre 900 persone che hanno deciso di approfondire i temi della cittadinanza digitale e della partecipazione attiva.

Oggi abbiamo deciso di avviare una ulteriore fase della Rousseau Open Academy attivando uno spazio di collaborazione con esperti, docenti universitari, cultori della materia o dottorandi di ricerca che siano interessati – come noi e con noi – a rispondere a un obiettivo ambizioso che ci siamo posti: studiare un nuovo modello  di selezione della classe politica dal basso che sia in grado di far emergere competenze specifiche, esperienze, adesione ai principi e visione politica.

  • Perché abbiamo deciso di studiare un nuovo sistema meriti?

Il ricambio generazionale è una componente fondamentale di un’organizzazione innovativa e per questo risulta necessario un modello di selezione in grado di far emergere le persone che sappiano creare valore per la comunità e che possano al tempo stesso, rappresentare al meglio a tutti i livelli istituzionali, le istanze, i valori e il programma costruito insieme ai cittadini. 

Nato nel 2019 per la selezione dei candidati in vista delle elezioni europee, il sistema meriti ha avuto effetti importanti sulla scelta dei portavoce in Europarlamento e il gruppo del MoVimento 5 Stelle eletto in Europa è risultato essere, infatti, la lista con l’età media più bassa (pur raggiungendo una soglia pienamente adulta ossia 43 anni), la lista con il maggior numero di persone laureate (oltre il 90 per cento) e anche quella con il maggior ricambio generazionale proponendo il 70% di nuove persone elette.

Per questo, abbiamo deciso di mettere a disposizione di ricercatori ed esperti i risultati del percorso di progettazione dal basso del nuovo sistema meriti che stiamo portando avanti da luglio 2020 e che ha visto impegnati più di 400 progettisti in 23 tavoli di lavoro paralleli per diversi mesi.

Il percorso, composto da diverse fasi di lavoro e di ricerca,  si è posto l’obiettivo di stabilire con la stessa comunità i principi, i valori e le regole che saranno alla base del nuovo sistema meriti che andremo a implementare sulla piattaforma Rousseau. 

Vogliamo che la selezione dal basso si appoggi su metodi e principi non solo condivisi, ma anche promossi dai cittadini stessi. Per farlo abbiamo scelto un percorso articolato di co-progettazione e con fasi di formazione specifica per i partecipanti al Level Up Sistema Meriti.

  • Come è stato costruito il percorso del Level Up Sistema Meriti?

Il 15 gennaio 2021 tutti i partecipanti sono stati formati e suddivisi in 23 gruppi di lavoro e hanno lavorato, fino al 7 febbraio, in maniera parallela alla progettazione del nuovo sistema meriti. 

L’obiettivo di questa fase per ogni gruppo di lavoro è stato quello definire nuove modalità di valorizzazione delle attività, delle competenze e delle esperienze. I partecipanti hanno elaborato, infatti, attraverso una scheda progettuale creata ad hoc, tutti gli elementi necessari per la concreta implementazione su Rousseau della proposta del proprio gruppo di un nuovo sistema meriti.

Tra il 7 febbraio e il 20 febbraio sono state effettuate le valutazioni di fattibilità tecnica delle proposte presentate e nella giornata del 20 febbraio tutti i gruppi di lavoro si sono nuovamente riuniti in un incontro digitale attraverso il quale è stata avviata una fase di confronto e di dibattito tra i tavoli sulle proposte presentate. 

Tutti i partecipanti, suddivisi in 11 tavoli di lavoro, sono stati chiamati a rielaborare le proposte presentate nella prima fase, tenendo conto delle criticità tecniche segnalate e con l’obiettivo, quindi, di rendere implementabili le proposte stesse.

Successivamente a questa fase, i gruppi di lavoro hanno consegnato la revisione delle proposte di meriti e ciò ha consentito di definire il report finale contenente tutte le proposte costruite in modo collaborativo dagli oltre 400 partecipanti al percorso.

  • Cosa ci aspetta per il futuro?

Le nuove sfide che ci attendono e le esperienze vissute, ci pongono di fronte alla responsabilità di migliorare sempre di più i nostri strumenti e metodi di selezione e di partecipazione e vogliamo farlo attraverso un processo aperto e trasparente sia con i cittadini, che con i molti ricercatori, docenti universitari ed esperti che sono interessati, per aspetti diversi, al percorso che abbiamo realizzato. 

Uno di loro sarà Gianluca Sgueo, ricercatore associato presso la Brussels School of Governance. 

Con lui affronteremo il tema “Si può ‘giocare’ con le politiche pubbliche? Un viaggio nel game-design applicato ai processi partecipativi” nell’ultima tappa del percorso Level Up Sistema Meriti che si terrà il 23 aprile dalle ore 19:30 alle ore 21:00.


REGISTRATI QUI PER PARTECIPARE IL 23 APRILE ALL’EVENTO LEVEL UP – SISTEMA MERITI

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr