Il Blog delle Stelle
Il successo di Libri in MoVimento

Il successo di Libri in MoVimento

Author di Giancarlo Cancelleri
Dona
  • 43

di Giancarlo Cancelleri

Si chiude oggi a Torino il Salone del Libro. Un appuntamento al quale noi abbiamo associato Libri in MoVimento, invitando tutti i cittadini a fare un banchetto nella propria città, in una via, in una piazza per portare l'idea della cultura del Salone del Libro fuori. Farlo diventare un evento nazionale, dove tutti davvero potessero partecipare.

Quando abbiamo lanciato questa iniziativa non ci aspettavamo però che davvero rispondeste in tantissimi, e leggo alcune città dove avete aderito: Pescara, Montesilvano, Atri, Policoro, Matera, Tito, Reggio Calabria, Ionadi, Scafati, Napoli, Torre del Greco, Novellara, Forlì, Reggio nell'Emilia, Arpino, Roma, Ladispoli, Aprilia, Ferentino, Cassino, Genova, Lecco, Milano, Rovagnate, Como, Varese, Orbassano, Torino, Sestu, Quartu Sant'Elena, Porto Torres, Misterbianco, Scordia, Agrigento, Ragusa, Mistretta, Castelvetrano, San Cataldo, Caltanissetta, Lucca, Montignoso, Scandicci, Grosseto, Marsciano, Martellago e tanti altri ancora si stanno attivando.

Allora come fare, volete fare un banchetto? Andate su Rousseau, compilate la scheda, mettete un'immagine, dite In quale città siete oltre che il giorno, l'orario, a via ed il luogo nel quale vi troveranno le persone che vogliono venire direttamente al vostro banchetto. Oppure più semplicemente se vi interessa solo partecipare portare due libri per riceverne uno in cambio.
Andate a guardare sempre sul Rousseau tutti gli eventi che ci sono e andate a guardare quello vicino casa vostra. Portate due libri e ne riceverete in cambio uno. Io andrò nel banchetto vicino casa mia, a Caltanissetta, e porterò due libri: uno di Piersanti Mattarella, che è stato presidente alla Regione Siciliana ucciso dalla mafia, sono i suoi discorsi qui all'assemblea regionale ed i suoi pensieri. Un uomo che per tanti siciliani come me è stato un faro. E l'altro è un libro al quale mi sono appassionato ultimamente che è di Adriano Olivetti: Democrazia senza partiti.

Entrambi li porto al banchetto, li lascio così chi vorrà poi li andrà a prendere e li farà suoi e li leggerà perché la cultura, le idee, le parole, si mettono in movimento con i nostri libri in movimento ed io invece ne prenderò un altro. Mi raccomando fatemi trovare qualcosa di divertente, qualcosa di sfizioso, qualcosa che insomma possa nutrire la mia mente. Ecco perché i libri nutrono la mente, i pensieri nutrono la mente e ci regalano progetti, positività, che poi diventano qualche cosa di davvero incredibile.

Fatevi una bella foto mentre che andate lì al banchetto, fatevi un video, raccontateci la vostra esperienza di Libri in MoVimento e poi la pubblicate sui social, su Facebook, su Twitter, su Instagram con l'hashtag #LibriInMoVimento ed io raccoglierò, insieme con Enrica Sabatini e tutta la squadra di Rousseau, tutte queste immagini, tutti questi video ed alla fine faremo un bel collage e vi regaleremo un video finale di questa bellissima iniziativa che vuole portare la cultura e la vuole fare diventare di tutti, per tutti e soprattutto in tutta Italia.

Infine, in tantissimi mi avete scritto chiedendomi che fine fanno i libri se rimangono nei banchetti alla fine della giornata. Li doniamo! Andate in una libreria comunale, andate in un centro diurno comunale, andate in una scuola pubblica, e regalate i libri rimasti. Spieghiamo alla persona che li riceve che sono donati in quel modo. Oppure un'idea anche più semplice: prendete quei pochi libri che vi saranno rimasti nel banchetto, prendere una penna e nella prima pagina scrivete che questo è un Libro in MoVimento, che non si vuole fermare, che deve andare a finire nelle mani di tanti ed invitate chi lo avrà nelle mani a ricambiare, a prendere un altro dei suoi libri a rilasciarlo dove l'ha trovato. Lo prendete e lo abbandonate su un muretto, su una panchina, su un qualunque luogo pubblico dove ci sia passaggio di persone ed io sono convinto che questo messaggio, senza simboli, senza loghi di partito, ma semplicemente sotto l'effige della cultura, del buon leggere, dei buoni libri, prenderà sempre di più piede. Noi abbiamo bisogno davvero di continuare a credere che un libro possa cambiarci la vita, lo ha fatto nella storia e continua a farlo ancora. Dobbiamo esserci anche noi, ciao!



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

14 Mag 2018, 10:24 | Scrivi | Commenti (43) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 43


Tags: cancelleri, libri in movimento, m5s, salone del libro, torino

Commenti

 

..OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problema.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it

Anna 17.05.18 19:47| 
 |
Rispondi al commento

A Castelfidardo abbiamo avuto talmente tanto successo che abbiamo deciso di riproporre l'iniziativa durante le nostre manifestazioni infrasettimanali o il sabato mattina. In alternativa, lasceremo una scaffalatura con i libri a disposizione nell'atrio comunale... la cultura NON fa paura!!


Giancarlo carissimo, veramente meritavi la Presidenza della nostra amata Sicilia. Con Te la nostra Isola avrebbe respirato aria di legalità. Invece i "delinquers" si sono coalizzati e ogni giorno sentiamo e leggiamo di arresti tra quelli che hanno vinto le elezioni con voti di dubbia provenienza. Il sig. Sgarbi con chi si è inciuciato? Con questi cialtroni della politica nostrana. Tieni duro Gianca e ne riparleremo alle prossime elezioni. Queste non saranno sicuramente molto lontane, perchè se i Magistrati ne arrestano quattro al giorno, si svuoterà presto Sala d'Ercole. Ciao Gianca!

Paolo Barone 14.05.18 18:56| 
 |
Rispondi al commento

...l'ultimo serio ostacolo alla rivoluzione politica del Paese, è proprio il Presidente della Repubblica, il quale pare sia intenzionato a difendere a spada tratta gli impegni presi con l'Europa e tendenti soprattutto a renderci i pezzenti dell'Impero Franco-Tedesco: potrà certo opporsi e "bocciare" tutte le leggi che egli possa ritenere come destabilizzanti per gli attuali squilibri (e non, "equilibri"), ma non potrà farlo per sempre, anzi, potrà farlo solo per poco....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.05.18 16:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero che con questo nuovo governo, vediamo rinascere una vera Repubblica, al posto di una MONARCHIA travestita da Repubblica. Basta con gli sprechi, e i parrucconi.

Luigi Moretto Commentatore certificato 14.05.18 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VINCENZO SPADAFORA FOR PRESIDENT !!!

RINALDO LAGOMARSINO 14.05.18 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Fine

La cosa tragicomica è che in questi giorni Trump ha annunciato l’uscita dall’accordo sul nucleare con l’Iran e nuove sanzioni a Teheran, perciò ora i paesi europei si scagliano contro gli Stati Uniti.
La Mogherini ha deplorato Trump e chi, un mese fa, accusava Salvini di antiamericanismo per le sue perplessità sul bombardamento in Siria, oggi attacca la Casa Bianca.
“Democratica”, il sito d’informazione del PD, titola: “Iran, l’UE compatta contro la mossa di Trump”. L’articolo recita: “Il solco tra Stati Uniti e il Vecchio Continente diventa sempre più profondo”, parlando poi di “inasprimento dei rapporti tra Usa e Ue, già debilitati dalla vicenda dei dazi”.
Significa che il PD e i governi europei sono diventati antiamericani? O siamo ai due pesi e due misure?
C’è infine il caso Putin. Salvini ha osato esprimersi per il dialogo con la Russia e contro le sanzioni che danneggiano la nostra economia. Non l’avesse mai fatto. Lo hanno massacrato. Eppure hanno detto le stesse cose anche Prodi, D’Alema e Berlusconi.
Sentite qua Romano Prodi: “Occorre togliere immediatamente le sanzioni alla Russia (…). Giochiamo d’anticipo, senza lasciare agli Stati Uniti un ruolo privilegiato nel rapporto con la Russia” (Il Fatto quotidiano, 23 gennaio 2017).
D’Alema poi definì le sanzioni “una misura sostanzialmente autolesionistica” e affermò che “il dialogo con la Russia è necessario” (La Stampa, 17 gennaio 2017).
Poi però demonizzano Salvini.
.
Antonio Socci

Patty Ghera 14.05.18 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2^ Parte

In realtà è bastato qualche giorno per capire che quella di Salvini era la posizione più ragionevole, infatti nessuno ha mai provato che il presidente siriano Assad abbia usato i gas (anzi tutto porta a dubitarne), inoltre bombardare non serviva a nulla e poteva addirittura innescare un conflitto più ampio. Era così sensata questa analisi che Trump stesso alla fine ha ridimensionato tutto a una piccola risposta simbolica.
Il presidente aveva annunciato settimane prima il ritiro dalla Siria e quell’oscuro evento era stato usato dal Deep State Usa (che gli è avverso) e da Gran Bretagna e Francia per cercare di costringerlo a restare sul campo.
Oltretutto quel rischioso bombardamento non era un’operazione della Nato (quindi non vincolava l’Italia), tanto è vero che prima se n’è dissociata la Germania, poi lo stesso governo Gentiloni – che al di là delle chiacchiere – non ha concesso le basi militari italiane.
In sostanza faceva gioco solo a Francia e Gran Bretagna che vogliono continuare a interferire in Siria, uno stato sovrano, per i loro interessi, infischiandosene delle sofferenze di quel popolo.
Dunque i fatti hanno dato ragione a Salvini, ma la fake news del Salvini antiamericano è stata lanciata e ancora ieri sui giornaloni si paventava l’Italia, con governo leghista, come “spina nel fianco dell’Alleanza Atlantica”.
La Lega di Salvini vuole forse sciogliere la Nato? Nient’affatto. Ma cosa importa, i giornaloni hanno da fabbricare il mostro antioccidentale.
Giornaloni che, nel corso degli anni, hanno tranquillamente sostenuto governi dov’era presente Rifondazione comunista che non risulta sia un’accesa sostenitrice della Nato.
Per esempio il governo D’Alema (1998-2000). Anche il secondo governo Prodi (2006-2008) aveva ministri, sottosegretari e viceministri comunisti addirittura agli Esteri, all’Interno e alla Giustizia.
E ora sarebbe un problema Salvini che ha sempre rivendicato e difeso la nostra identità occidentale?

Patty Ghera 14.05.18 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1^ Parte

LE FAKE NEWS CONTRO LA LEGA DIMOSTRANO CHE L’ESTABLISHMENT NON SOPPORTA CHI NON GLI SI PROSTRA AI PIEDI (COM’E’ SUCCESSO NEGLI USA A TRUMP)

E’ in corso la demonizzazione di Matteo Salvini. Tutto fa brodo per trasformarlo in una terribile minaccia per la civiltà, come un Gengis Khan redivivo. Perfino il giubbotto del leader leghista secondo “Repubblica” è inquietante e di destra.
Ieri poi Yascha Mounk, sulla prima pagina di “Repubblica”, per la possibile alleanza Lega-M5S ha pacatamente evocato il patto Hitler-Stalin. Un sobrio paragone storico. Manca solo che accostino Salvini a Jack lo Squartatore o a Vlad III principe di Valacchia (in arte Dracula).
Del resto i giornali demonizzano chiunque, in Europa o in America, osi vincere le libere elezioni democratiche senza dire “signorsì!” all’establishment. La cui “polizia del pensiero” da noi è l’intellighentia salottiera in genere proveniente dalla militanza marxista e rivoluzionaria.
Dopo aver osannato in gioventù regimi stomachevoli come quelli comunisti (senza mai aver fatto autocritica), oggi fa gli esami di affidabilità democratica e di civiltà agli altri.
Cosa è successo con Salvini? Il leader leghista, nell’arco di qualche mese, è stato messo sulla graticola prima perché è andato negli Usa a incontrare il “cattivo” Donald Trump e ad esprimergli la sua stima. Solo per questo è stato disprezzato come un servo di Trump ed esponente della terribile internazionale populista.
Poi, appena qualche settimana fa, è stato messo sulla graticola per la ragione opposta. E’ stato accusato di antiamericanismo per aver semplicemente criticato l’annuncio di un improvvisato bombardamento sulla Siria da parte di Usa ed europei.

Patty Ghera 14.05.18 14:16| 
 |
Rispondi al commento

occhio al ministero dell'economia e delle finanze sono 50 anni che siamo commissariati dalla banca d'italia e quindi dalla finanza internazionale da quel nome vedremo se si potra' tentare di cambiare davvero oppure no

lucia 14.05.18 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Appello ai Cittadini:
In questo momento chiudete le TV,non comprate i giornali ,stanno dicendo delle falsità(come al solito).
Ora più che mai il "sistema" ha una paura tremenda...il suo finire inesorabile.
I cittadini hanno deciso.... cambiamento,onestà e trasparenza!
E' una rivoluzione che la storia ricorderà!
Buttate nel cesso quello che è stato scritto dal 4 marzo 2018... sono tutte fake news!
IL cambiamento vuol dire... concepire la politica come servizio,non come un lavoro.
Cambiamento vuol dire fine della delega,ma partecipazione del cittadino alla res pubblica.
Cambiamento vuol dire che non starai più 30 anni in politica con pensioni e vitalizi da nababbi quando il popolo va a frugare nei cassonetti della spazzatura.
Cambiamento vuol dire che da domani vai a piedi e non in vetture blindate,da domani vuol dire che devi andare fra la gente e parlare con loro,ed a loro devi rendere conto del tuo operato.
Da domani spero ci sia un altro governo,gli altri li abbiamo già provati e ci hanno ridotto dove siamo.
Siiii...vogliamo cambiare!
Presidente lo ha sentito il boummm,vogliamo cambiare questo lo ha capito?

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.05.18 14:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
Al Tg della 7 "oggi al Quirinale la resa dei conti..." Ma siamo pazzi?
Che resa dei conti? Il Presidente della Repubblica, nel suo ruolo super partes, deve prendere atto se vi sia una maggioranza di governo. Punto.
Nel pieno rispetto della sovranità popolare che si è espressa il 4 marzo scorso. Noi vogliamo un governo di cambiamento che sani le ferite inferte all'Italia negli ultimi 30 anni. Altro che resa dei conti...dovrebbero render conto (agli Italiani) coloro che l'hanno portata allo sfacelo.
Il Governo che si profila potrebbe non piacere ai filo europeisti convinti: chissenefrega! Se cambiamento dev'essere deve partire da lì. Vomiteranno bordate di ogni genere e dovremo, volta per volta, adottare le adeguate contromisure ...ma il cambiamento dovrà per forza invertire la rotta seguita sin qui. Se ne facciano una ragione i liberisti, europeisti e lacchè vari.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.05.18 13:50| 
 |
Rispondi al commento

OT INTERNAZIONALE(speriamo)
Torino, Travaglio presenta 'B come Basta': "Un promemoria su Berlusconi. Continueranno a votarlo anche da morto"
^^^^ grande Trava... sei l'unico che dà notizie fresche con un pò di ironia!
Sei l'unico!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.05.18 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stiamo trascurando temi scottanti e importantissimi per parlare dei libri . Mezza popolazione non può permetterseli e l'altro mezzo non è aduso alla lettura , se poi condideriamo il livello generale dei nostri scrittori capiamo il disinteresse dei pochi che restano . Sposterei ora l'attenzione su un argomento molto interessante : il bidet ! Come fanno molti nordeuropei a farne senza ?

vincenzo di giorgio 14.05.18 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sul FQ:

ogni tanto capita che anche nelle istuazioni dove ci sono persone che fanno del loro meglio (ad es il m5s), c'e' qualosa da criticare. di solito, se non ci si diverte a sparare sulla croce rossa, si fa per aiutare aq migliorarsi. una snaa critica deve essere sempre ben accetta, apre gli occhi, toglie le malinconie balzane. l'amico critica, il nemico o lindiffernete se ne frega e non si va a mettere nelle beghe.

cosi', di una qualunque cosa si puo' parlare bene e avere un giudizio in generale positivo, ma nello stesso tempo esporre critiche.

naturalmente le critiche vanno valutate, spesso nascono da incomprensioni. vanno valutate pero' sempre e comunque.

carlo 14.05.18 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Giancarlo, meritavi LA PRESIDENZA della REGIONE!
Mi dispiace per i siciliani che, con la giunta in carica, devono continuare a subire e sopportare tutte le pocherie ed ingiustizie.
Solamente con un governo regionale a 5***** si poteva ancora salvare il salvabile!
Bisogna sperare che l'attuale giunta decada al più presto per poter dare ai cittadini una SECONDA POSSIBILITA'!

linus47 14.05.18 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se dicessero qualcosa sul contratto di governo non sarebbe male...

Mario 14.05.18 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Fate le riforme.


questo pomeriggio prima M5S e poi lega da matteralla.e avremo un governo del cambiamento.emozione!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 14.05.18 10:49| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori