La Base incontra Rousseau: ispiriamoci, guardando chi è stato più bravo di noi

Saggista sui temi dell’innovazione, Alessandro Cacciato da oltre venti anni lavora presso il sistema delle Camere di Commercio dove si occupa di promozione e formazione nel settore dell’impresa digitale. È relatore in numerosi convegni e workshop in Italia e all’estero sui temi dell’innovazione. Dal 2017 collabora in progetti di riattivazione urbana. È autore dei libri: “Il Sud Vola. Viaggio tra startup e giovani innovatori. E la pubblica amministrazione?” (2015 – Medinova Editore), “Il Petrolio? Meglio sotto terra” (2016 – Street Lib Editore), “La Sindrome del Gattopardo” (2021 – Rubbettino Editore).

Alessandro Cacciato è tra i relatori del tour digitale “La Base incontra Rousseau” che sta coinvolgendo migliaia di attivisti per progettare insieme le sedi digitali tematiche e territoriali richieste sulla piattaforma. Vi riproponiamo qui uno dei suoi interventi.

Il 24 aprile si terrà l’ultima tappa del tour. Registratevi QUI per partecipare.


Nel proporre attività innovative, spesso ci si sente rispondere: “No grazie, abbiamo sempre fatto così” o ancor peggio: “E’ impossibile, non si può fare”. È la classica risposta di chi vuole permanere nella propria area di comfort chiudendo la porta in faccia alla dinamicità del progresso.

Nel video che vi presentiamo abbiamo riflettuto su come poter uscire da questo cortocircuito per cominciare a progettare guardando ad un futuro sempre più incerto ma assolutamente stimolante. Una fase che spesso viene sottovalutata – tema più volte ripetuto nei miei precedenti articoli – è quella dell’ispirazione. Consiste nel ricercare, ed entrare in contatto, con persone che abbiano già dimostrato di sapere innovare, puntando l’attenzione non sul prodotto innovativo ma nella conoscenza del processo creativo. L’importanza di questo sapere consiste nell’individuare validi elementi che possano essere adattati per una miriade di altre fasi di progettazione, capaci di “sfidare” le problematiche territoriali del futuro.

Questa metodologia l’inquadriamo all’interno della cultura dell’innovazione, la quale – a mio modesto avviso – viene ancora troppo spesso sottovalutata, specie nei momenti dedicati alla organizzazione e formazione di coloro i quali si vogliono impegnare in azioni Politiche [da notare la “P” maiuscola].

Il 24 aprile si chiuderà la progettazione effettuata nei tavoli di lavoro del tour digitale “La Base Incontra Rousseau”, che hanno permesso a centinaia di attivisti di tutta Italia di poter individuare una serie consistente di elementi che andranno a costituire le sedi digitali territoriali e tematiche ovvero dei luoghi ideali per creare e realizzare progetti Politici, unendo finalmente l’analogico con il digitale.

Registratevi QUI per partecipare il 24 aprile alla tappa finale del tour e disegnare insieme le future sedi digitali.


Se vuoi sapere di più su Alessandro Cacciato guarda il suo profilo su Rousseau

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr