Grazie al MoVimento dal 1° luglio parte l’assegno unico e universale per le famiglie

Dal 1° luglio partirà l’assegno unico e universale: fino a 250 euro al mese, con una maggiorazione per le persone con disabilità, che saranno riconosciuti a tutte le famiglie dal settimo mese di gravidanza al 21esimo anno di età del figlio a carico.

Un aiuto concreto per tante mamme e papà, di cui beneficeranno anche i lavoratori autonomi e gli incapienti. Un tassello decisivo del grande progetto di riforma del welfare familiare lanciato dal MoVimento 5 Stelle, con l’obiettivo di riorganizzare i bonus esistenti in un solo e più consistente importo da spendere per affrontare tutte le spese legate alla crescita e all’educazione di bambini e ragazzi.

Già oggi, con il Reddito di Cittadinanza stiamo sostenendo più di 437mila famiglie con minori e altre 213mila in cui vivono persone con disabilità. Lo facciamo perché siamo convinti che il futuro dell’Italia passi da ogni singola famiglia e che sostenerle tutte sia un nostro preciso dovere.

Con l’assegno unico vogliamo anche lanciare un messaggio a tutti coloro che rinunciano a diventare genitori per paura di non riuscire a sostenere i costi: lo Stato è al vostro fianco.

Ecco perché ci siamo.

 

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr