La Base incontra Rousseau: i risultati della prima fase

Walt Disney diceva che possiamo immaginare, creare e costruire il luogo più meraviglioso della terra, ma ci vorranno sempre delle persone perché il sogno diventi realtà. Quello che si sta facendo con il tour digitale “La Base incontra Rousseau” è la conferma di ciò. Con oltre 500 attivisti da tutta Italia il 19 e 20 dicembre scorsi, durante le prime due tappe del tour in Lazio e Campania, abbiamo iniziato a gettare le basi per la realizzazione delle future sedi digitali tematiche e territoriali sulla piattaforma Rousseau.

Sedendosi a 65 tavoli di lavoro virtuali, gli attivisti hanno raccolto centinaia di idee utilizzando lo strumento dell’evidence planning che ha consentito di capire quali sono i limiti di una sede fisica che potrebbero essere superati con l’uso di una sede digitale, le opportunità innovative di una sede digitale, quali le priorità nella realizzazione di quest’ultima e quali strumenti già esistenti su Rousseau utilizzare e rafforzare. Inoltre, i partecipanti hanno avuto modo di confrontarsi anche sulle modalità più idonee alla gestione delle future sedi digitali.

Alla fase di brainstorming, è seguita tra il 13 e il 18 gennaio 2021 una fase di confronto tra tutti i partecipanti al tour. Gli attivisti hanno avuto la possibilità, infatti, di indicare quanto fossero d’accordo con tutte le idee emerse durante i tavoli di lavoro attraverso una nuova funzione sperimentale sviluppata appositamente per l’occasione sulla piattaforma Rousseau: IDEA.

Con IDEA è stato possibile quindi stilare una lista di obiettivi strategici da perseguire nella realizzazione delle sedi digitali che in futuro potranno integrarsi con le sedi fisiche. Grazie a 48788 pareri espressi dagli oltre 400 progettisti è emerso, tra le tante idee, che:

  1. Alcuni dei limiti più grandi di una sede fisica e che potrebbero essere superati da una sede digitale sono i costi di gestione, l’impossibilità di garantire costantemente la presenza di personale addetto, la natura esclusivamente territoriale della sede fisica.
  2. Le principali opportunità di una sede digitale sulla quale la maggior parte di partecipanti si è trovata d’accordo sono la possibilità di poter distribuire la conoscenza in modo immediato ed uniforme, rendendo accessibili atti e documenti mediante archivi digitali, rendere facilmente fruibili le assemblee e le attività anche a chi avrebbe difficoltà logistiche a raggiungere una sede fisica, la possibilità di condividere tematiche sovracomunali o sovraregionali garantendo quindi confronti più ampi e costruttivi.
  3. Nel costruire le sedi digitali sarà prioritario integrare delle sezioni tematiche specifiche e consultabili dove far confluire tutte le proposte degli attivisti/iscritti, dei mezzi per far comunicare meglio tra loro i gruppi locali, dei calendari digitali che sintetizzino gli appuntamenti delle varie sedi digitali.
  4. Inoltre, nel costruire le sedi digitali sarà prioritario integrare strumenti già esistenti come sistemi di videoconferenza, la funzione e-learning di Rousseau, strumenti di elaborazione collaborativa di documenti

Tutte le idee verranno raccolte e pubblicate in un report finale sul lavoro svolto durante il tour digitale “La Base incontra Rousseau” che racconterà nel dettaglio il percorso di progettazione.

Con questi obiettivi chiari nella mente, non rimane altro che lavorare per raggiungerli. 

Le prossime tappe saranno infatti fondamentali perché gli attivisti che parteciperanno andranno a definire le attività in base alle quali le sedi digitali saranno concretamente sviluppate su Rousseau e lo faranno proprio partendo dal lavoro che è emerso nelle precedenti tappe e dal confronto online su IDEA. Il tour rappresenta una staffetta e ogni tappa è una fase unica e fondamentale del processo di progettazione.

Invitiamo chiunque in futuro voglia ospitare una tappa del tour nel proprio territorio a partecipare ai tavoli di lavoro in modo tale da capire appieno come sono strutturati gli incontri e riproporre l’iniziativa ad altri attivisti che intendano costruire insieme le future sedi digitali territoriali e tematiche su Rousseau.

Le prossime fasi del percorso saranno ospitate da Abruzzo-Puglia e Emilia Romagna-Calabria il 23 e 24 gennaio insieme a Davide Casaleggio, Enrica Sabatini, Nicola Morra, Barbara Lezzi, Antonella Laricchia, Erika Alessandrini, Marco Piazza, Bianca Laura Granato e Rosa Silvana Abate e molti altri portavoce ed attivisti.

Partecipa anche tu!
– Registrati qui per la terza tappa!
– Registrati qui per la quarta tappa!


PARTECIPA ANCHE TU ALLE PROSSIME DUE TAPPE DEL TOUR LA BASE INCONTRA ROUSSEAU!
REGISTRATI QUI PER LA TAPPA DEL 23 GENNAIO E QUI PER LA TAPPA DEL 24 GENNAIO!

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr