Il Daspo per i violenti della movida funziona

Di fronte alla violenza e all’inciviltà di chi mette in pericolo l’incolumità altrui l’unico atteggiamento possibile è quello della fermezza e della tolleranza zero.

Grazie al potenziamento del daspo urbano, voluto dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, chi si macchia di comportamenti violenti e di reati socialmente allarmanti non potrà più frequentare i locali della movida.

Ieri, il daspo anti-risse è stato applicato per la prima volta a Roma ai due ultrà che il 20 dicembre scorso hanno aggredito una troupe della Rai. Per effetto di questa norma non potranno avere accesso per due anni ad alcuni bar o pub.

Il Daspo anti-risse rappresenta una forma di protezione importantissima a tutela dei tantissimi giovani perbene, che si divertono in modo sano e rispettando le regole. Ragazzi senza nessuna colpa, la cui sicurezza, e a volte la cui vita stessa, viene messa in pericolo dagli inaccettabili comportamenti violenti di pochi incivili, spesso già denunciati alle forze dell’ordine.

 

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr