Una rivoluzione a Marino: così abbiamo trasformato i rifiuti in ricchezza

Le storie guerriere sono storie che ci insegnano come sia possibile, con forza e tenacia, cambiare realmente le cose. Storie che possono essere di ispirazione ed esempio.

Per oltre un anno abbiamo raccontato in questa rubrica le battaglie combattute sul territorio dai portavoce e attivisti del MoVimento 5 Stelle. Ora vogliamo farvi conoscere le storie guerriere portate avanti dai sindaci e dagli assessori del MoVimento che ogni giorno si impegnano per cambiare il volto delle città che amministrano e dare un nuovo futuro ai loro cittadini.


 

A cura di Carlo Colizza, sindaco del Comune di Marino, amministrato dal MoVimento 5 Stelle

Vi voglio raccontare una Storia Guerriera tutta a 5 Stelle che riguarda il nostro Comune di Marino.

• IL PROBLEMA

Quando siamo entrati in Amministrazione, nel 2016, ci siamo trovati in queste condizioni: 26 Km quadrati di territorio; 45.000 abitanti; un territorio particolare, non uniforme, con un centro storico medievale arroccato su una collina e altri grandi quartieri moderni in pianura; una raccolta stradale che fruttava il 21% di differenziata con un totale di rifiuti prodotti pari a 24.000 tonnellate.

• L’INIZIATIVA

Era una situazione insostenibile, abbiamo dato incarico a degli esperti di studiare una soluzione che andasse nella direzione del “porta a porta” e che, al contempo, tenesse conto delle peculiarità dell’intero territorio.

• IL RISULTATO

Alla fine di questo processo di studio abbiamo modificato radicalmente il servizio e in soli 16 mesi abbiamo completato l’estensione del “porta a porta” all’intero territorio comunale, ottenendo una percentuale di tutto rispetto superando ben il 70% in brevissimo tempo e avendo anche l’effetto di diminuire la produzione totale dei rifiuti che è passata a 18.000 tonnellate.

Altra notizia importante è che, pur cambiando servizio e modalità di svolgimento, siamo riusciti ad abbassare la tassa TARI dell’11%. Risultato unico se si considera da un lato la rapidità con cui è stato completato il processo di adattamento al nuovo sistema di raccolta, ma soprattutto che la nuova metodologia ha comportato un aumento di quello che è il carico monetario, generando l’aumento dell’occupazione e del bilancio sociale. Questo servizio, era ed è tuttora affidato alla nostra partecipata, la quale oltre ad utilizzare forme di lavoro interinale, ha dato vita e sta completando in questo periodo la selezione per l’assunzione a tempo indeterminato di ulteriori operatori, dedicati al servizio di raccolta dei rifiuti urbani.

I dati numerici pongono Marino tra i comuni più virtuosi del Lazio e d’Italia e ogni marinese ne dovrebbe esserne orgoglioso. Dobbiamo ulteriormente  impegnarci per ridurre quel 30% di indifferenziato e trasformare i rifiuti in risorse per tutti noi, per il pianeta e per l’ambiente.

In futuro usciranno fuori, sempre grazie al lavoro di programmazione, ulteriori iniziative che favoriranno il miglioramento complessivo del sistema rifiuti di Marino. Ovviamente sarà necessaria la massima cooperazione dei cittadini perché ogni progetto poggia sulla coscienza della comunità in quanto il protagonista è il singolo utente che produce rifiuti. Per questo è necessario modificare le abitudini di acquisto e differenziare correttamente in casa ciò che rimane di quello che compriamo. Abbiamo già dato prova di grande maturità reagendo in maniera eclatante a una inerzia che ci aveva caratterizzato in negativo negli anni passati rispetto ai Comuni limitrofi.

• COSA SERVE PER REPLICARE L’INIZIATIVA?

Il consiglio che mi sento di dare per attuare una buona pratica amministrativa è affidare a esperti lo studio della propria situazione e puntare a progetti che siano sostenibili a livello ambientale. Questo avrà l’effetto di poter generare anche meccanismi che evolvono verso la premialità del cittadino, creando beneficio a tutto il territorio, come nel nostro Comune che ha visto la trasformazione dal 21% al 70% della differenziazione dei rifiuti.

Conclusioni: Le sfide sono sempre percorribili ed è importante non mollare mai perchè quando è chiaro l’obiettivo e si lavora esclusivamente per l’interesse pubblico, il risultato è certo.


Ti è piaciuta questa Storia Guerriera? Clicca qui per scoprirne altre! 

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr