#Ripartel’Italia, dalla tappa piemontese belle notizie per scuola e smart working

Sedici ospiti complessivi, tante domande dei cittadini da casa, decine di argomenti trattati, dagli aggiornamenti da governo e Parlamento alle questioni locali. La tappa piemontese del #Ripartel’Italia Tour, coordinata mirabilmente da Paola Taverna e Danilo Toninelli, ha ospitato un parterre davvero unico a dimostrazione di come il Piemonte sia molto bene rappresentato nelle nostre istituzioni, anche con ruoli di assoluto rilievo per gli esponenti del MoVimento 5 Stelle.

È nella tappa di ieri sono arrivate anche due anteprime, due buone notizie che le ministre Azzolina e Dadone hanno voluto riservare a noi prima di diffonderle altrove.

La ministra dell’Istruzione ha parlato del “kit studenti”, la rimodulazione di 236 milioni di fondi Pon che saranno utilizzati a settembre per l’acquisto di libri scolastici, device digitali e zaini per gli studenti meno abbienti. “Credo che questa iniziativa sia al massimo rispettosa dell’articolo 34 della Costituzione – ha detto Lucia Azzolina – perché tutti gli studenti devono avere la possibilità di raggiungere i più alti livelli dell’istruzione. In questo momento questa è una boccata d’ossigeno per le famiglie in difficoltà economica”.

La ministra Dadone ha invece ricordato che il Parlamento, grazie a un emendamento al decreto Rilancio della nostra capogruppo in commissione Affari Costituzionali, Vittoria Baldino, ha prorogato fino al 31 dicembre il lavoro agile per il 50% dei dipendenti della Pubblica amministrazione, ma non è tutto: “Per il futuro – ha detto la ministra nella diretta di ieri – punteremo sullo smart working anche nella pubblica amministrazione, con un piano organico a partire dal prossimo gennaio. Il Covid ci ha spinti a capire che il nostro settore, che sembrava l’ultimo per queste cose, può invece essere in prima fila. Da gennaio partirà il piano per capire come rivoluzionare il lavoro: si dovranno individuare le attività che si possono svolgere da remoto e al loro interno si potrà organizzare lo smart working per almeno il 60% dei dipendenti. Farà bene all’ambiente e farà rivivere le periferie. Durante l’emergenza Covid: i dipendenti hanno lavorato meglio”.

Laura Castelli, viceministra all’Economia, ha anticipato i temi del Consiglio dei Ministri che poi nella notte ha approvato il decreto Semplificazioni ma ha anche fatto un excursus sui provvedimenti che il governo ha finora varato, dal CuraItalia al dl Rilancio ancora in discussione in Parlamento.

Insomma, nulla sarà più come prima, come hanno sottolineato anche i quattro sindaci piemontesi presenti all’appuntamento. Chiara Appendino ha ricordato quanto siano stati celeri i tempi, nella città che amministra, per la distribuzione dei buoni pasto e degli altri benefit per chi era in difficoltà, ma anche gli altri tre Primi Cittadini, Marco Bongiovanni (San Mauro Torinese), Luca Salvai (Pinerolo) e Lorenzo Lucchini (Acqui Terme) hanno spiegato come hanno speso e stanno spendendo per i cittadini i soldi che il governo e il Parlamento stanno stanziando, a cominciare da quelli previsti dalla norma Fraccaro.

Tappa ricchissima di ospiti, ben 16 dicevamo. Tra questi il capogruppo alla Camera Davide Crippa che si è soffermato sulla norma che stanzia 600 milioni per abbassare le quote fisse delle bollette dei prossimi mesi per venire incontro alle piccole e medie imprese in difficoltà. La presidente della Commissione Lavoro al Senato, Susy Matrisciano, ha spiegato le enormi difficoltà di chi ha dovuto erogare la cassa integrazione. Una massa enorme di ore (due miliardi tra marzo e giugno che hanno mandato in tilt molti uffici)

Il presidente della Commissione Antimafia Nicola Morra ha messo in guardia tutti dalle possibili infiltrazioni della criminalità organizzata ora che riprendono a girare così tanti soldi pubblici. Ma gli strumenti per vigilare ci sono e la guardia sarà altissima.

Tutti gli altri interventi sono stati utilissimi per far capire meglio ai cittadini l’enorme lavoro che ognuno dei portavoce del MoVimento 5 Stelle sta svolgendo nelle rispettive competenze.

Dall’europarlamentare Tiziana Beghin, ai deputati Luca Carabetta e Celeste D’Arrando, dai senatori Alberto Aiello ed Elisa Pirro al capogruppo in consiglio regionale del Piemonte Sean Sacco.

Il tour virtuale #RipartelItalia si sposta ora in Sardegna per la prossima tappa in programma giovedì alle prossimo, 9 luglio, 20.30 con il consueto coordinamento di Paola Taverna e Danilo Toninelli.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr