Investigare, imparare, investire per far ripartire la sanità

Nella fase 2 dell’emergenza coronavirus si parla tanto delle “3 T”, e cioè testare, tracciare e trattare. Io vorrei lanciare le “3 I”: investigare, imparare e investire.

Queste “3 I” consentiranno di far ripartire il nostro Servizio sanitario nazionale, per migliorarlo attraverso l’esperienza vissuta. “La storia non la può fermare nessuno, non ha nascondigli. La storia non passa la mano”, lo ha scritto Francesco De Gregori nel bel brano la “Storia siamo noi”. E la storia del coronavirus, quello che abbiamo vissuto, oggi non ci consente più di dire che non dobbiamo fare qualcosa per la sanità del nostro Paese. Perché migliorare la nostra sanità significa migliorare la vita di ogni cittadino: solo se siamo sani e abbiamo accesso alle migliori cure, siamo in grado di produrre, di tornare a correre in termini di impegni, di attività.

Da ricercatore e medico le “3 I” devono diventare fondamentali: investigare, per capire cosa non è andato bene e cosa esattamente non ha funzionato. In latino investigare significa “seguire le tracce”, ricercare con cura, trovare ogni indizio che aiuti a scoprire ma soprattutto a conoscere. Senza la conoscenza di quanto è accaduto e come eravamo attrezzati ad affrontarlo, non abbiamo modo di migliorarci.

La seconda “I” è infatti imparare: Imparare serve a costruire il futuro, è la base per capire i segni di debolezza da rafforzare, su cosa serve puntare.
Ed ecco la terza “I”: investire, il terzo snodo cruciale. Investire significa anche formare, consentire l’acquisizione di informazioni, potenziare il nostro capitale umano. E di conseguenza adeguare le risorse, mettere a disposizione dei fondi.

Se noi, partendo da questa esperienza, non investighiamo, non impariamo e non investiamo, non potremo mai cambiare questo nostro Ssn e risolvere problemi latenti. L’errore non è mai del singolo, ma di sistema. Siamo rimasti indietro, accumulando ritardi e problemi. Le tre I sono l’occasione per la ripartenza della sanità del nostro Paese, della salute di tutti.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr