Autostrade, il Governo lavori compatto per revocare le concessioni

Aspi, quelli del crollo del ponte di Genova, quelli che si sono macchiati delle 43 vittime del crollo del Ponte Morandi, quelli che non hanno neanche chiesto scusa quando è crollato il ponte di Genova, quelli lì, i Benetton. Sapete l’ultima?
Hanno dichiarato di volere la garanzia dello Stato per accedere ad un prestito. Loro.  Aspi vuole la garanzia dello Stato. E hanno pure aggiunto che se lo Stato non gliela concede, allora non fanno il piano degli investimenti. Sapete questo a me cosa sembra?

Ricatto! Questa è logica del ricatto. 

Vi dico quello che penso io e quello che pensa il MoVimento 5 Stelle. 

ABBIAMO PERSO TEMPO!

Mi rivolgo alle altre forze di maggioranza, mi rivolgo a Italia Viva, al Partito Democratico: stiamo perdendo tempo. Revochiamo le concessioni. Questa non è gente seria. Questa è gente che non ha nessuna intenzione di dialogare e farlo con buonsenso. Questi pensano di continuare a fare quello che vogliono e come più conviene a loro. 

Noi un piano ce l’abbiamo. Un piano serio, un piano chiaro. Commissariare direttamente Aspi con un commissario di Governo, sostituire Spea che era quella che taroccava i controlli sulle manutenzioni e sulla sicurezza (infatti poi crollavano viadotti e gallerie), e la sostituiamo con Anas, perché è un’azienda di Stato che invece i controlli li fa. 

Un piano che risponde a tutte le critiche mosse sulla revoca delle concessioni. I lavoratori? Lo stesso personale che in questo momento è sotto Aspi, verrebbe guidato direttamente dal commissario. Nessuno perde il lavoro. 

Quindi si procede a commissariare, e contemporaneamente si fa partire il bando di gara per dare le concessioni ad un nuovo concessionario. Il commissariamento è necessario, perché ci sono chiaramente dei tempi per il bando di gara e nel frattempo lo Stato non può stare ai ricatti di Aspi sbattuti sui giornali. 

Io non ci sto. Questa cosa va fatta immediatamente. 

Quindi, alle altre forze di maggioranza, lo ripeto al Partito Democratico, a Italia Viva, cosa stiamo aspettando? 

Di fronte a gente di questo tipo che continua ancora a ricattarci sui giornali. Nessuno può ricattare il Governo, nessuno può ricattare lo Stato, nessuno può ricattare i cittadini che lo Stato italiano rappresenta. 

Inoltre, come sicuramente avrete letto anche voi dalle dichiarazioni della Ministra Paola De Micheli, è completo il dossier in cui la De Micheli e Aspi hanno affondato una sorta di trattativa. Peccato che questo dossier non lo conosce nessuno, non lo conosce il MoVimento 5 Stelle, non lo conosce il Presidente Conte. Lo ha dichiarato lei sui giornali, per cui non sono delle mie supposizioni, leggo dai giornali i virgolettati, quindi le dichiarazioni della ministra. Ebbene, che lo tirasse fuori, cominciamo a vederlo, cominciamo a parlarne e a discuterne. Perché è inutile girarci intorno. Quando riusciremo a mettere in piedi questa discussione? Il tempo è scaduto, sapete perché? Perché quando il ponte di Genova sarà pronto e dovremo consegnarlo, a chi lo consegneremo?

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr