Cosa fare a casa? Ecco tante buone idee per sfruttare in modo utile queste giornate!

C’è un solo modo per limitare la diffusione del coronavirus. Stare in casa e limitare le uscite al minimo indispensabile, rispettando sempre le distanze di sicurezza anche all’aperto. È uno scenario surreale, certo, quello che ci ritroviamo a vivere, ma fortunatamente non di guerra. Quello che ci viene richiesto è un sacrificio tutto sommato sopportabile, soprattutto se rapportato a quello che i nostri nonni e bisnonni furono costretti a subire: una dittatura, la guerra, la fame e altre sofferenze immani. 

Niente panico dunque, come ci raccomanda anche il World Economic Forum: la nostra limitazione è più che sopportabile e, a ben rifletterci, può avere anche risvolti positivi. A seguire trovate elencate alcune idee su come passare il tempo tra le mura domestiche. Provateci e fateci sapere com’è andata.  

  • SOLI MA CONNESSI

Grazie alle nuove tecnologie siamo comunque interconnessi con amici, parenti e con il resto del mondo. Possiamo parlare, vederci, inviare e guardare immagini e video, ascoltare musica. Molte professioni contemplano la possibilità di lavorare, studiare e insegnare da casa e tantissimi lo stanno facendo con gli strumenti più svariati. La cosa, oltretutto, ha l’indubbio vantaggio di ridurre il traffico privato e di conseguenza l’inquinamento in città. Certo, non tutti i lavori e non sempre si possono svolgere da remoto, ma questa emergenza forse può aiutare il mondo del lavoro a riflettere proprio su questo punto: per tanto buone ragioni, quando ce ne sono i presupposti il cosiddetto “lavoro agile” è una via da percorrere. (Di seguito alcuni strumenti per “incontrare” virtualmente amici e parenti online, clicca per scoprire come utilizzarli: videochiamata Whatsapp, Google Hangouts, Skype)

  • GIOCHI E GINNASTICA FAI DA TE

Un’intera famiglia in un appartamento per tante ore rischia di trasformarsi in una faida: è importante scandire e gestire il tempo alternando dovere (il lavoro e i compiti dei figli) al piacere. Su quest’ultimo fronte c’è soltanto l’imbarazzo della scelta. È arrivato, ad esempio, il momento di rispolverare quei giochi di società usati mezza volta a Natale e poi messi sullo scaffale in alto, oppure di dedicarsi insieme a una sana attività fisica: in rete abbondano tutorial per esercizi e ginnastica senza attrezzi o con strumenti domestici riadattati, magari approfittando delle scale di casa o del giardino. (Basta cercare su Google “allenarsi a casa” e troverete diversi articoli e video) Un po’ di musica, tanta voglia di mettersi in gioco e magari prendersi un po’ in giro e siamo pronti a tenerci in forma!

  • TORNIAMO A SFOGLIARE LIBRI

Di grande aiuto può essere la lettura. Sfogliare un libro aiuta la mente a “evadere”, ma può rappresentare anche una preziosa occasione per studiare e approfondire, cosa sempre più difficile con i ritmi forsennati dell’oggi. In ogni caso, leggere fa passare piacevolmente il nostro tempo, ci arricchisce interiormente e ci fa crescere. Riappropriamoci di questo piacere.

  • IL GUSTO DI SCRIVERE

Chi è genitore o nonno può spendere il suo tempo in casa dedicandosi alla scrittura, anche in questo caso un’attività da riscoprire, non per forza con velleità da best seller. Ci si può cimentare nell’inventare una favola o un racconto per i figli o nipoti, lo si può fare per gradi, magari in maniera partecipata e condivisa, leggendo un pezzo insieme, in chat o al telefono, e prefigurando i capitoli successivi. Anche da soli, scrivere storie, ripercorrere con la penna o la tastiera di un computer quel particolare evento che si voleva da tanto tempo mettere nero su bianco, è appassionante e coinvolgente, così come lo è tenere un diario: questo potrebbe essere anche un esercizio catartico per tutta la famiglia, si raccontano gli accadimenti, le ansie e le piccole gioie di questi giorni, in modo che tra qualche tempo, passata l’emergenza, resti traccia di questo momento che in ogni caso resterà indelebile nella nostra memoria.  

  • IL RISVEGLIO DELLE ARTI

Le corse quotidiane spesso ci privano anche di dedicarci alla fruizione e alla creazione di ‘opere d’arte’. Da quanto tempo vogliamo vedere quel vecchio film o riascoltare quel cd acquistato e mai scartato? Che fine ha fatto quel panetto di creta o il cavalletto e la tavolozza? O ancora: quanto ci manca la possibilità di andare al museo o al teatro? Ebbene, chi rispetta i precetti di #IoRestoACasa avrà la possibilità di fare tutto questo e tanto altro. Recuperare vecchi film dalla rete, dipingere o scolpire, ascoltare musica e magari suonare: il risveglio di queste passioni vi aiuterà non solo a passare il tempo ma anche a stare decisamente meglio. 

  • TRA RIPARAZIONI E FORNELLI

Molte persone stanno approfittando della pausa forzata per mettere mano a quella tenda mai montata o per ritinteggiare quella stanza che aspetta da anni. Questo è il momento giusto per fare piccole riparazioni domestiche, curare il giardino, il terrazzo e renderli ancora più belli e più verdi. In questo caso c’è da fare una raccomandazione: cercate di fare lavori che non richiedano di affollare i negozi specializzati per comprare i materiali necessari! Più facile invece se, uscendo per fare la spesa con tutte le dovute precauzioni, approfittate per comprare farine, uova e tutto l’occorrente per cucinare piatti che impiegano un lungo tempo di preparazione.

  • AMBIENTE E ANIMALI

L’emergenza che stiamo vivendo ci ricorda quanto sia importante il rispetto dell’ambiente per garantire la nostra salute e quanto l’inquinamento aiuti la diffusione dei virus. Impieghiamo allora il nostro tempo per migliorare le nostre pratiche di sostenibilità domestiche: organizziamo meglio i bidoni della differenziata, riflettiamo su come ridurre i rifiuti, magari costruendoci una compostiera, installiamo riduttori di flusso e altri accorgimenti pe ril risparmio idrico e prendiamoci cura del nostro verde e dei nostri animali domestici (che, ricordiamo, non prendono e non trasmettono il virus). Se possibile, le nostre uscite brevi e per motivi indispensabili, facciamole a piedi, preferendo i negozi vicini. Con la solita raccomandazione: in questa fase dobbiamo stare a debita distanza, ma uniti nella solidarietà e nel rispetto dell’ambiente.

E TU COME STAI ORGANIZZANDO IL TUO TEMPO IN QUESTI GIORNI?

FACCELO SAPERE COMMENTANDO QUESTO ARTICOLO!

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr