Decreto intercettazioni, supportiamo le forze dell’ordine nella lotta al crimine

Con il “decreto intercettazioni”, approvato ieri in via definitiva alla Camera, abbiamo potenziato uno strumento di indagine fondamentale.

Grazie al lavoro del Ministro Bonafede e al nostro impegno, la magistratura avrà a disposizione un mezzo ancora più efficiente per contrastare fenomeni come il terrorismo, la criminalità organizzata e – non meno importante – la corruzione. Ecco allora che, proprio per sostenere la lotta al malaffare, tra le novità principali del provvedimento c’è l’estensione dell’utilizzo dei captatori informatici, i cosiddetti “trojan”, anche nelle indagini per reati commessi da incaricati di pubblico servizio contro la pubblica amministrazione.

Per far fronte alla criminalità c’è bisogno di aggiornare il più possibile i mezzi a disposizione dello Stato, e con questo decreto abbiamo compiuto un significativo passo avanti in questa direzione. Il tutto, mi preme sottolinearlo, nel pieno rispetto della privacy degli italiani. Infatti, oltre a migliorare l’impiego di un dispositivo largamente già adoperato dagli inquirenti, ci siamo preoccupati di definirne meglio le regole per il suo utilizzo.

Giorno dopo giorno, con dedizione e coerenza, stiamo contribuendo a migliorare la giustizia nel nostro Paese.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr