Il giornalismo spazzatura

Oggi il quotidiano La Repubblica in un articolo dal titolo “Ma Conte, Grillo e Fico stoppano il capo, non cambiare linea“, si è inventato dal nulla intere telefonate e ha sceneggiato dialoghi totalmente falsi e privi di fondamento.

Non ci sarebbe nulla di male se fosse un racconto pubblicato su Cioè e non venisse spacciato per articolo di giornale su uno dei principali quotidiani nazionali. Nonostante questo articolo sia stato subito smentito ufficialmente da Di Maio, Conte, Fico e Grillo, La Repubblica ha deciso comunque di pubblicare i virgolettati falsi anche online.

Scrivere e diffondere falsità per screditare una forza politica non è giornalismo, ma spazzatura. La Repubblica dovrebbe fare informazione e raccontare la verità, invece pubblica raccontini di fantasia e per di più scritti male.

Hanno pure avuto il coraggio di replicare dicendo: “Il contenuto riportato nell’articolo è frutto di verifiche fatte con fonti incrociate, dispiace dunque dover confermare il senso delle frasi e delle posizioni attribuite ai leader”.

Ma se Di Maio, Conte, Fico e Grillo hanno fatto sapere di non aver mai pronunciato quelle parole, da chi sarebbero state confermate? Quali sarebbero queste fonti incrociate? Cosa vuol dire che confermano il senso delle frasi ma non le frasi? Un modo carino per dire che se le sono inventate.

Cambiano i direttori, ma non il vizio.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr