Diritti nativi e diritti preesistenti

Penso che l’identità digitale sia definita da una serie di diritti, alcuni nativi che nascono cioè con il diffondersi e imporsi della rete altri invece che vengono in qualche modo trasformati e amplificati da parte della rete. Quest’ultimi si potrebbero definire come diritti preesistenti.
Credo che sia opportuno nella definizione dell’’identità digitale caratterizzare questa identità con una serie di diritti di accesso, esercizio e di impatto. Nello specifico questo insieme di diritti devono delimitare e definire le possibilità di accedere a qualcosa, di compiere azioni, ma, anche e soprattutto, di guardare agli impatti delle proprie azioni nei confronti dell’ecosistema circostante che può essere riferito a persone, ambiente o più in generale a un ecosistema complesso.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr