Altri 3 milioni di soldi pubblici a Radio Soros

Sono quelli per cui l’economia e il mercato funzionano da soli, per cui lo Stato non deve intervenire. In realtà sono liberisti solo con i problemi degli altri. E così Radio Radicale (o Radio Soros se preferite) incassa altri 3 milioni delle tasse degli italiani grazie a un regalo di tutti i partiti. Ovviamente il MoVimento 5 Stelle si sottrae a questo giochino: non ci sono regali da fare a radio private, mentre tante altre emittenti in tutta Italia tirano avanti da sole, a costo di sforzi e sacrifici.

I soldi pubblici per noi vanno impiegati per migliorare i servizi ai cittadini. Perché l’intervento dello Stato serve e forte. Ma per rafforzare il servizio sanitario, sostenere i ragazzi che tirano su famiglia nella giungla del precariato, per supportare le piccole imprese e proteggere i diritti e i salari soffocati dal liberismo sfrenato tanto caro a Soros & co. Non per lanciare salvagenti a chi loda il mercato a giorni alterni e poi chiede i soldi ai cittadini. Noi non saremo mai complici.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr