Il PD ora ritiri la vergognosa proposta per il ritorno dei finanziamenti ai partiti

Il PD ha capito con colpevole ritardo che la loro proposta per aumentare gli stipendi ai parlamentari e reintrodurre i vitalizi che noi abbiamo abolito era un’indecenza assoluta, uno sfregio e un insulto a tutti gli italiani. Ieri ci hanno ascoltato e l’hanno ritirata. Bene, ora Zingaretti e Zanda dovrebbero fare altre tre cose.

1) Votare la nostra legge che taglia 345 parlamentari per un risparmio di 500 milioni di euro per le casse dello Stato.

2) Votare la nostra legge che taglia gli stipendi tra i più alti d’Europa a tutti i parlamentari italiani.

3) Ritirare anche l’altra indegna proposta del PD che vuole far tornare in vita il finanziamento pubblico ai partiti. Cioè questa.

Noi crediamo sia vergognoso solo pensare di prendere soldi dalle tasche degli italiani per rimpinguare le casse vuote del Nazareno. Il PD, sempre a nome del tesoriere di Zingaretti, vorrebbe creare un fondo da 90 milioni di euro di soldi dei cittadini e darli ai partiti. Zingaretti ora faccia ritirare anche questa assurda proposta che va contro la volontà degli italiani. Siamo sicuri che, dopo le figuracce tv che ha collezionato in questi giorni, seguirà i nostri consigli.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr