Europarlamentarie 2019: i risultati del primo turno

Oggi è stata una giornata di partecipazione per tutti gli iscritti al Movimento che si sono collegati a Rousseau. Il primo turno di voto per la selezione dei candidati alle future elezioni per il Parlamento Europeo si è concluso. I votanti sono stati 37256, che hanno espresso 106121 preferenze.
Un risultato reso possibile grazie al lavoro fatto sulla piattaforma Rousseau negli ultimi mesi che ha consentito di introdurre alcune importanti novità. Abbiamo, infatti, cominciato con anticipo il processo di selezione dei candidati che ha preso il via il 13 febbraio ed è durato oltre un mese e mezzo, e non più una sola settimana come in precedenza. Questo lungo periodo ci ha consentito di dedicare ampie finestre temporali a tutte le fasi del processo a partire dalla presentazione delle proposte di candidature. Tutti gli iscritti abilitati hanno infatti potuto sottoporre la propria candidatura attraverso la nuova funzione Open Candidature, uno strumento agile e completo che consentirà anche in futuro di presentare al meglio il proprio profilo, inserendo un numero rilevante di informazioni, oltre alla tradizionale presentazione, come cv, esperienze politiche precedenti, attivismo, ma anche titolo di studio, conoscenza inglese, partecipazione alle attività del MoVimento 5 Stelle e Rousseau, formazione, specifiche eccellenze e molto altro.

Gli iscritti, inoltre, per la prima volta hanno avuto tre giorni di tempo per visionare i profili prima dell’inizio della votazione, in modo da poter approfondire e verificare la correttezza delle informazioni inserite e poter inviare eventuali segnalazioni su imprecisioni e inesattezze.

Con il nuovo sistema meriti, infine, la selezione dei candidati è diventata più semplice, attraverso grafiche specifiche che consentono di individuare facilmente caratteristiche e qualità e di scegliere in modo più consapevole.
Oggi, inoltre, abbiamo utilizzato per la prima volta la nuova area voto. La funzione è stata totalmente rinnovata e potenziata, resa più veloce e più efficiente con un lavoro durato alcuni mesi al quale abbiamo destinato importanti risorse, consapevoli dell’importanza che questo momento riveste per la vita del Movimento e dei suoi iscritti.
I risultati sono stati depositati presso due notai. Nei prossimi giorni renderemo noti i nomi dei candidati che accederanno al secondo turno, che avverrà su base circoscrizionale e il dettaglio delle preferenze ricevute dagli altri candidati al voto. I risultati completi, con l’indicazione delle preferenze ricevute anche dai candidati più votati sarà pubblicato al termine del secondo turno, così da non influenzare il voto.

Siamo orgogliosi di questo ennesimo traguardo raggiunto da Rousseau e dal Movimento 5 Stelle che si conferma l’unica realtà politica italiana che offre agli iscritti la possibilità concreta di partecipare direttamente alla scelta dei candidati per gli appuntamenti elettorali. Chiunque in possesso dei requisiti richiesti ha avuto l’opportunità di candidarsi, in modo totalmente gratuito e autonomo, senza dover passare al vaglio di un ristretto gruppo di persone come avviene altrove. Si tratta di una modalità unica in Italia e probabilmente non solo in Italia, che deve renderci orgogliosi, insieme al fatto che solo noi del Movimento possiamo affermare senza paura di essere smentiti che tutti i nostri candidati sono incensurati. Tutti, infatti, per poter proporre la propria candidatura hanno dovuto obbligatoriamente presentare un recente certificato penale e dei carichi pendenti.

Oggi è stata un’altra importante occasione di attivismo e partecipazione, un altro passo verso la democrazia diretta, verso un nuovo modo di intendere non solo la politica ma anche il rapporto tra tutti noi e le istituzioni che ci rappresentano. E che ci vedranno sempre più protagonisti.


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it