Europarlamentarie 2019: ecco i profili dei candidati

In vista delle parlamentarie europee che si terranno nei prossimi giorni, oggi rendiamo pubbliche le liste dei candidati. Si tratta di tutte quelle persone che hanno deciso di mettersi a disposizione del MoVimento 5 Stelle e dell’Italia in vista delle elezioni europee. Tra gli oltre 2600 candidati, tantissimi i profili d’eccellenza: medici, ingegneri, architetti, psicologi, astrofisici, professori universitari, imprenditori ed esperti. Una moltitudine di professionisti provenienti dai più svariati ambiti che oggi vuole contribuire con la propria esperienza e competenza al progetto del MoVimento 5 Stelle in Europa. Oltre il 70% dei candidati possiede una laurea, uno su sei il dottorato di ricerca e più di 1400 candidati vantano una conoscenza avanzata della lingua inglese scritta e parlata. Un candidato su due ha partecipato alle iniziative di formazione ufficiali  – come i Villaggi Rousseau o il tour degli Open Day – ed ha utilizzato la piattaforma e-learning per perfezionare le proprie competenze.

Con la pubblicazione delle liste, ogni iscritto avrà così il tempo necessario per visionare con attenzione i profili di tutti i candidati. È un modo per conoscerli meglio e per esprimere la preferenza con maggiore consapevolezza. Allo stesso tempo, questa fase sarà utile anche per effettuare controlli più capillari. Gli iscritti, infatti, potranno inviare eventuali segnalazioni nell’apposito form di Segnalazioni, visibile su Rousseau dopo aver fatto login.

Per queste parlamentarie europee, gli iscritti al MoVimento 5 Stelle potranno beneficiare di due grandi novità.

Il sistema dei meriti

Grazie al nuovo “sistema dei meriti”  gli iscritti potranno filtrare i candidati sulla base di ben nove elementi: dalla formazione alla partecipazione, dal curriculum alle eventuali eccellenze. Un metodo che permetterà di avere un quadro chiaro sui vari candidati in lista e di poterne approfondire la conoscenza sulla base di specifici criteri scelti.

Il nuovo sistema di voto

Al termine di questa prima fase di consultazione dei profili, le liste definitive saranno sottoposte al voto degli iscritti. E per la prima volta verrà impiegata una nuova AREA di voto. La modalità di voto sarà, infatti, differente rispetto alle precedenti. Non ci sarà un voto singolo per ogni preferenza espressa. Gli iscritti, infatti, potranno ora esprimere fino a cinque preferenze e – una volta selezionate – procedere con una singola azione di voto. Questa novità è stata introdotta per garantire agli iscritti un’esperienza di voto più efficiente, veloce e che gli consenta di poter visionare tutti i profili ed esprimere con maggiore facilità le preferenze a disposizione.

Al termine della prima sessione di voto su base regionale, i risultati verranno depositati presso due notai. Relativamente ai candidati che accederanno al secondo turno su base circoscrizionale, non verrà reso noto il numero di voti ricevuti per non influenzare la successiva consultazione. Tutte le preferenze ricevute verranno comunque rese pubbliche dopo il secondo turno.

E’ possibile consultare le liste dei candidati accedendo dall’area voto.


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it