Sanità, basta liste d’attesa infinite. Ecco il piano atteso da 10 anni

Con l’approvazione del nuovo Piano per il governo delle liste d’attesa (PNGLA) prende il via un fondamentale percorso di avvicinamento della sanità pubblica verso i cittadini che si aspettava da lungo tempo. Il Piano mancava da 10 anni e non è stato mai monitorato e applicato. Questo ha compromesso l’intero sistema delle prestazioni e, nel tempo, consolidato le storture che sono sotto gli occhi di tutti.

È arrivato il momento di cambiare, creando un nuovo modello più efficiente e aggiornato.

Questo Governo ha messo a disposizione delle Regioni importanti risorse: 350 MILIONI per tagliare le liste d’attesa e dare più efficienza al sistema. CUP più digitali e la possibilità di rimuovere i direttori generali che non rispettano gli obiettivi prefissati.

Finalmente avremo regole più efficienti, più trasparenti, più facili, più semplici e con responsabilità certe, riportando cosi il diritto alla Salute e il cittadino al centro del sistema.

 

Cosa cambierà in concreto? Ecco tutte le novità che i cittadini devono sapere:

  • Se i tempi d’attesa per un esame medico superano i tempi previsti per legge, sarai indirizzato verso una struttura privata convenzionata SENZA COSTI AGGIUNTIVI.
  • I direttori generali delle Asl dovranno rispettare i tempi massimi d’attesa per le visite questo sarà fondamentale per la loro valutazione con conseguente possibilità di rimozione;
  • Ci sarà un osservatorio nazionale che monitorerà l’effettiva erogazione dei servizi e la reale applicazione al diritto alla salute;
  • Con il nuovo CUP potrai consultare in tempo reale anche da computer o smartphone tutte le prestazioni sia nel pubblico sia nel privato e modificare gli appuntamenti già fissati;
  • Risparmierai tempo prenotando solo la prima visita al CUP perché le successive le prenoterà direttamente il medico specialista.

Tutte le regioni dovranno adottare il piano entro 60 giorni. Come Ministro ho fatto la mia parte, ora tocca alle Regioni che hanno la competenza dell’organizzazione dei servizi ai cittadini.

Noi al Ministero vigileremo sull’attuazione, e sono certa che con l’impegno di tutti potremo mettere a disposizione dei cittadini, a prescindere dalla loro residenza, la sanità che si meritano e che la Costituzione garantisce e tutela.

Noi siamo il governo del cambiamento, #selodiciamolofacciamo. È iniziato il countdown!


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it