Il supporto concreto del governo agli imprenditori minacciati dalle mafie

Dopo 8 bombe che hanno fatto tremare i commercianti di Afragola e quella sulla soglia di una nota pizzeria del centro storico che ha scosso il cuore di Napoli, un governo contro la mafia non può e non deve stare a guardare.
Giù le mani dai commercianti onesti è il messaggio che lanciamo alla criminalità organizzata attraverso l’incontro con il Questore di Napoli e del Presidente della Commissione Antimafia con il Procuratore Melillo.

Ai commercianti e agli imprenditori che vengono minacciati diamo tutto il nostro supporto e vicinanza. Non certo con le parole, ma con i fatti. Nel Consiglio dei Ministri che ha lanciato le misure del Reddito di Cittadinanza e di quota 100 il Governo del Cambiamento ha infatti nominato il nuovo Commissario per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura. Il Commissario svolge attività di coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura sul territorio nazionale ai sensi della legge 23 febbraio 1999, n. 44 art. 19. Inoltre presiede il Comitato di solidarietà per le vittime dell’estorsione e dell’usura, istituito presso il ministero dell’interno, che ha il compito di esaminare e deliberare sulle istanze di accesso al Fondo di solidarietà.

Nel solo 2018 la commissione ha esaminato ben 2250 casi.

Sono stati erogati un totale di circa 13 milioni di euro tra elargizioni e mutui senza interessi.
Nel 2019 il fondo a disposizione è di 32 milioni di euro e si arricchisce di una parte ad utilizzo esclusivo per le vittime di racket, estorsione e usura fino a circa 70 milioni di euro in più derivanti da un quota dei premi delle assicurazioni auto.
A questo aggiungiamo l’azione del reparto prevenzione crimine coordinate dal Questore De Iesu e le 100 unità aggiuntive che arriveranno nella sola Napoli entro fine febbraio. Per non parlare delle agevolazioni fornite ai comuni per assumere nuove forze di polizia locale.

Insomma ci sono tutte le condizione per supportare chi denuncia.

Non dimenticate mai che in ogni prefettura è presente un referente che può fornire informazioni e sostegno per presentare la richiesta dei benefici economici dovuti ai danni del racket.
Si può anche presentare domanda on line grazie al servizio attivo tutti i giorni dalle ore 7,30 alle ore 22.
Creiamo una nuova stagione di collaborazione e speranza. Denunciamo chi vuole trarre profitto ingiustamente dal lavoro altrui. Ad assicurare la nostra sicurezza ci sono le forze dell’ordine alle quali stiamo garantendo il massimo possibile di uomini e mezzi. Fate rete tra di voi. Supportiamoci.

Con tutti questi elementi insieme possiamo fare dei grandi passi avanti verso la sicurezza. Ci sono persone perbene, lavoratori onesti, straordinari imprenditori che ogni giorno mettono in atto un’azione di resistenza contro chi semina disordine e terrore. Ed è per tutti coloro i quali resistono con coraggio, senza piegarsi alla logica mafiosa, che dobbiamo garantire giustizia e serenità. Per loro l’impegno a lavorare, in sinergia con le istituzioni centrali e locali, affinché scegliere lo Stato sia la scelta migliore da fare .
Cogliamo l’occasione per augurare buon lavoro al Prefetto, Annapaola Porzio per il nuovo incarico.


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it