Recuperare fosforo aiuta l’ambiente e la nostra economia

Recuperiamo fosforo per salvare l’ambiente e aiutare la nostra economia. Grazie a un emendamento del Movimento 5 Stelle nella scorsa legislatura è nata la Piattaforma Italiana del Fosforo grazie alla quale sarà possibile recuperare fosforo dai fanghi e dalle acque di depurazione civile e industriale. Ora un nuovo importante emendamento prevede di finanziare questa iniziativa con 200mila euro.

L’Italia potrà giocare un ruolo importante verso la sostenibilità in tutto il Mediterraneo con la sua piattaforma generando tra l’altro notevoli risparmi economici.

I VANTAGGI – Grazie alla “Piattaforma del Fosforo” possiamo recuperare questo prezioso minerale e risparmiare oltre 100 milioni di euro , non importando più dal Marocco 400mila tonnellate di fosforo. Potremmo ridurre il volume dei fanghi di depurazione e migliorarne la qualità.

PERCHE’ – Perché recuperare fosforo è importante?
Secondo gli studi di Steffen e altri 30 ricercatori internazionali pubblicato su Science nel 2015 il nostro Pianeta ha alcuni limiti che sono stati sovvertiti in maniera importante. A primeggiare sono il ciclo geochimico dell’azoto, la biodiversità e il ciclo geochimico del fosforo.

Seppur poco percepito, questo è un problema importantissimo, al pari di quello cruciale dei cambiamenti climatici. In Italia il limite che è stato più sovvertito è quello del fosforo (formula chimica P). A livello globale dal reticolo fluviale arrivano agli oceani 22 Tg (milioni di tonnellate) di fosforo, quando il limite è valutato in 11 Tg. Dai fertilizzanti ai suoli arrivano 14 Tg di fosforo, il limite sarebbe 6,2.

DANNI DA DISPERSIONE– Il fosforo è un minerale che serve per la nostra energia e per il movimento, è assunto tramite il cibo. Serve per molte altre cose, farmaci etc. Non è sintetizzabile chimicamente e viene quindi estratto da miniere sempre più profonde in maggioranza fuori dall’Unione Europea.
Il livello di impurità e il rischio di radioattività sta crescendo. Quando vengono superati i limiti è un pericoloso inquinante per le nostre acque, causa eutrofizzazione, scomparsa di ossigeno e vita. In Adriatico a causa del fosforo in eccesso stanno proliferando specie aliene come la “noce di mare” che si nutre di larve di pesce, mettendo a rischio l’ecosistema e il settore ittico.

Alberto Zolezzi, vice capogruppo Movimento 5 Stelle


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it