Il Blog delle Stelle
Stop ai furbetti in Parlamento: impronte digitali per chi vota in aula

Stop ai furbetti in Parlamento: impronte digitali per chi vota in aula

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 10:20
Dona
  • 45

di Mattia Fantinati

Ricordate quando la capogruppo di Forza Italia al Senato Anna Maria Bernini è stata pizzicata a votare per la sua vicina, Licia Ronzulli, durante la votazione segreta per la ratifica di due trattati internazionali? Un vergognoso caso di “pianista”, che votava al posto di un altro, senza averne diritto. La Bernini suonava la musica stonata e steccava. Proprio per questo, oggi lancio il mio appello ai presidenti Casellati e Fico per portare avanti una battaglia contro i “furbetti del Parlamento”. Quelli che, approfittando del fatto che la registrazione delle impronte digitali sia facoltativa e non obbligatoria, aggirano le regole e votano per gli altri. Come non è tollerabile che i soldi dei contribuenti vengano sprecati dai “furbetti del cartellino”, così dobbiamo assicurarci che anche i politici non imbroglino. Perchè i politici per primi devono dare l'esempio: prima di chiedere le impronte digitali ai dipendenti pubblici, dobbiamo pretendere che anche i politici diano i loro dati biometrici.

È importante, dunque, che abbiamo approvato il ddl Concretezza, un disegno legge che dice basta ai “furbetti del cartellino”, imponendo l'utilizzo di sistemi biometrici per valutare la presenza dei dipendenti pubblici. Ma sarebbe altrettanto importante che questi strumenti biometrici, già previsti alla Camera e al Senato, diventassero obbligatori per i parlamentari. Il problema non è solo tecnico, ma politico. Come possono fare gli interessi dei cittadini persone che violano le più elementari regole procedurali per falsificare il? Nel caso dei politici di Forza Italia, poi, si tratta di quei personaggi che ci prendono in giro perché per noi l'onestà sarebbe un valore. Che ci chiamano giustizialisti, perché chiediamo giustizia. Ma la verità è che loro si approfittano del loro ruolo per imbrogliare i cittadini. Io spero che i cittadini votino per politici puliti sempre di più, e che mandino in pensione i personaggi come la Bernini. Ma in attesa che questa rivoluzione si compia, è necessario implementare strumenti biometrici per mettere fuori gioco questi furbetti. Questo è il mio appello. Basta furbi. L'Italia ha bisogno di onestà.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

1 Nov 2018, 10:20 | Scrivi | Commenti (45) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 45


Commenti

 

Se io da lavoratore di azienda privata commettessi atti contrari alla policy aziendale verrei prima richiamato e poi , reiterando, probabilmente verrei licenziato. Poi dovrei fare domanda per la naspi, iscrivermi in un centro per la ricollocazione, aderire ad un corso interno (es. Lingua inglese) poi attendere pazientemente un eventuale, difficile, improbabile nuovo impiego e poi sperare che non finisca in fretta la disoccupazione oppure mettermi a lavorare in nero. Ecco, la signora in bianco della foto che timbra per altri commette un atto contrario alla policy aziendale dello stato e quindi è passibile di dover seguire l'iter sopra riepilogato e invece NO perché è superpotenza e supertutelata ed in più guadagna il suo stipendio semplicemente pigiando pulsanti. BASTA CASTA !

Marco S., Vimodrone Commentatore certificato 04.11.18 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Addio pianisti!!!.
Ridiamoci sù......
https://www.youtube.com/watch?v=3JN7X_5bo_Q

Alberto Benatti 03.11.18 18:32| 
 |
Rispondi al commento

A mio avviso quella delle impronte digitali è una soluzione un po' macchinosa e difficilmente applicabile a degli "onorevoli" per elezione. Proporrei invece la soluzione "Toninelli": un sensore che rilevi la presenza fisica del parlamentare nell'aula, così come dovrà avvenire per legge con i bambini seduti nelle auto.

biagio salvati SALVATI Commentatore certificato 03.11.18 13:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace ma non basta. Bisogna tagliare gli stipendi a tutti i parlamentari. Soprattutto bisogna tagliare gli stipendi ai consiglieri regionali. Poi bisogna tagliare le provincie . o si tagliano e aboliscono le regioni o le provincie. Ci sono troppi politici in giro. Troppe persone che vivono di politica.

Roberto Aita 02.11.18 06:44| 
 |
Rispondi al commento

Ah la Barnini, la pasionaria che non passa giorno senza rompere al Mov... Bell'elemento eh?

Biagio C. Commentatore certificato 01.11.18 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Constatazione amara: sarà difficile far diventare onesti un popolo per buona parte fatta da persone che pensano prevalentemente al proprio orticello anziché alla collettività.
Non si spiegherebbe come chi si batte contro il sacrosanto reddito di cittadinanza si batte anche per il mantenimento dei vitalizi.
Come non si spiegherebbe il fatto che il PD prende ora i voti delle classi privilegiate e non della povera gente.

paolob Ferrara Commentatore certificato 01.11.18 20:11| 
 |
Rispondi al commento

strumenti biometrici sicuramente, ma vanno sottratti soldi dallo stipendio ai parlamentari che fanno i pianisti in Parlamento.....
è arrivata l'ora che questa gente PAGHI.........
come del resto fanno tutti i cittadini normali....
vediamo di continuo in tv i timbratori seriali di cartellini, ripresi dalle telecamere, che ora, finalmente, vengono licenziati........
è arrivata l'ora di multare o sottrarre soldi a chi prende in giro i cittadini, e cosa sana, sarebbe MULTE ESEMPLARI, CON MIGLIAIA DI EURO SOTTRATTI DAL LORO STIPENDIO.......
vedi dopo queste multe come vanno a lavorare, sti ladri di mer....a......

fabio S., roma Commentatore certificato 01.11.18 19:15| 
 |
Rispondi al commento

cacciatela via

benedetto g., roma Commentatore certificato 01.11.18 18:50| 
 |
Rispondi al commento

e poi ce l'ha prendiamo con i dipendenti della P:A che timbrano agli altri,se poi c'e' chi da questo esempio, ma perche' per gli impiegati ce' la sospensione del servizio e per i parlamentari no!!

benedetto g., roma Commentatore certificato 01.11.18 18:48| 
 |
Rispondi al commento

La bernini, col suo famoso cognome e le sue continue figuracce insieme alla gemella di corte berlusconiana gelmini, DISONORA l'ITALIA, gli ITALIANI onesti e la memoria di uno dei più grandi personaggi della storia artistica italiana:
Gian Lorenzo BERNINI!
Oramai la banda berlusconi non ha più DIGNITA' ed ONORE!
La stessa mummia delinquente naturale, insieme ai suoi protetti taiani, renzi, brunetta, ecc.. è diventato l'emblema della corruzione e delle porcate politiche, sociali, economiche, familiari, ecc..che hanno portato l'italia alla perdizione ed al disfacimento generale a danno delle classi sociali più deboli!
Ma la sua fine e di tutto il codazzo mafioso e massone al seguito sta per disintegrarsi, forse insieme a tutta la sua arrogante ed incapace famiglia politica a delinquere!
Una prece!
Amen!

giuseppe r. Commentatore certificato 01.11.18 17:51| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordissimo l'Italia ha bisogno di onestà, ma non certo la finta onestà gridata dal PD.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 01.11.18 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Per chi timbra un cartellino al posto di un'altro o timbra e se ne va a fare i suoi comodi oggi nelle Pubblica Amministrazione è finalmente previsto l'intervento delle Magistratura e un possibile licenziamento...ma chi censurerà i censori?
A maggior ragione i parlamentari che per fare il loro lavoro percepiscono un stipendio assai maggiore del semplice impiegato statale non possono essere certo trattati con minor rigore e serietà. Avanti tutta con la dimostrazione pratica che per il M5S l'ONESTA' non è solo una parola del vocabolario....
Buon lavoro a tutti.

R0SANNA V., ROMA Commentatore certificato 01.11.18 16:43| 
 |
Rispondi al commento

i sistemi dei riconoscimenti facciali, nel parlamento italiano e' impossibile, perche' con lo stipendio parlamentare ed agevolazioni, convenzioni e facilitazioni sanitarie che prendono sono sempre dal chirurgo plastico !
Ma, mai dire mai, vedrete che troveranno le furbate per le impronte digitali obbligatorie ! Pur di aggrapparsi al potere dei privilegi !
PS Ricordate la legge facoltativa del test antidroga ? Sarebbe da renderlo obbligatorio e senza preavviso anche per l'alcool quando entrano in Parlamento e nelle commissioni a decidere e votare !
Con le poltrone elettriche (e decurtazione di 500 € alla volta) quando si addormentano !
La loro responsabilita' pubblica e' totale, non part time !

giuseppe n., Dozza Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 01.11.18 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Mattia

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 01.11.18 16:32| 
 |
Rispondi al commento

oltre alle impronte digitali da rendere ibligatorie..anche i gettoni di presenza per ogni parlamentare..niente cifre fisse mensili che favoriscono questo malaffare.....se ci sei guadagni oppure niente....sono soldi del popolo e siamo stanchi di essere presi in giro da queste persone!!!!

franca antonellis (francantonellis), ladispoli Commentatore certificato 01.11.18 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Sono equiparabili ai furbetti del cartellino. Quindi ben venga il riconoscimento tramite impronte digitali.

Mila Fozzi 01.11.18 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Ottima cosa!! E soprattutto ci vorrebbero delle sanzioni pecuniarie belle grosse, così vedi che prima di riprovaci a fare i "furbetti", ci pensano un po'!!!
E poi sta gentaglia c'ha anche la faccia di bronzo e si permette di criticare il Movimento??
Speriamo che alle prossime elezioni vengano tutti spazzati via dalla scena politica: hanno fatto troppi danni!!

Antonietta Barbini 01.11.18 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Mattia Fantinati, perché non li chiamiamo per quelo che realmente sono, "non imbrogliano, RUBANO",perciò sono ladri, perché procurano un ingiusto profitto al parlamentare assente, oltra a falsificare i risultati delle votazioni.

michele ruotolo, michele.ruotolo@gmail.com Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Quelli che vengono chiamati "i furbetti del parlamento" sono in realtà dei falsari perchè falsificano il voto di altri che non hanno votato seppur solo premendo un pulsante. Non si può banalizzarne la gravità. Anche chi ha ucciso a ravolverate ha, in pratica, solo premuto il grilletto di un'arma.

carlo p. 01.11.18 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma questa maniera truffaldina di operare va sanzionata. E pesantemente. È paragonabile alla truffa che se nn sbaglio rientra nel codice penale. Perché se la cavano sempre? Ma soprattutto anche queste donne che dovrebbero essere più serie dei maschi non si vergognano? Diamoci un taglio.

Marco S., Vimodrone Commentatore certificato 01.11.18 14:14| 
 |
Rispondi al commento

il sistema biometrico di rilevazione delle presenze dei parlamentari va pubblicizzato

e se possibile dire in Tv del xchè viene installato visto che negli anni passati i furbetti
hanno imperversato a loro piacimento

e mi raccomando tappare la bocca ad eventuali parlamentari che si alzassero in difesa della loro dignità

devono essere trattati come tutti gli altri cittadini e visto la disonestà di qualcuno credo che la mancanza di fiducia sia colpa di pochi ma pur sempre ONOREVOLI(sic!)

saluti ai monelli del blog

dino ., genova Commentatore certificato 01.11.18 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Sicuramente va bene, ma vorrei porre una domanda se possibile, ma le pensioni d'oro sono state abbassate.o siamo stati fregati ancora?

Manuela Albizzati, Laveno-mombello Commentatore certificato 01.11.18 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Esatto Mattia, un po' più di onestà e correttezza, e le cose cominciano ad andare meglio.

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 01.11.18 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Chi fa il "pianista" deve essere sanzionato con cifre interessanti, perchè questo vuol dire rubare ai cittadini, ben venga ogni possibile intervento contro questi ladri.

beppe z., Capoterra Commentatore certificato 01.11.18 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Non solo le impronte digitali, ma anche che vengano remunerati per quello che producono e la presenza effettiva in parlamento.

Roberto Maccione Commentatore certificato 01.11.18 13:17| 
 |
Rispondi al commento

D'ACCORDO, Fatelo !!!

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 01.11.18 13:12| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe opportuno si

sarebbe...

però non lo fate !!

PIO Z., Trento Commentatore certificato 01.11.18 13:08| 
 |
Rispondi al commento

E vaiiiìiiii!!!! Siete grandi!!! Vi ammiro tantissimo!!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 01.11.18 12:34| 
 |
Rispondi al commento

devono diventare obbligatori anche in parlamento,anzi,prima in parlamento dovevano diventare obbligatori!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si dovrebbe inserire anche l'obbligo di frequenza pena l'espulsione dal Parlamento ...... Chissà quanti cambi durante la legislatura !! Questi comportamenti oltre ad essere oltraggiosi nei confronti di chi li ha votati ( e con le liste chiuse ..... ) dovrebbero anche essere perseguibili penalmente come truffa ai danni dello Stato

Fabio Melandri 01.11.18 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Impossibile non condividere.

MA ALLA BERNINI, DOPO ESSERE STATA PIZZICATA COME UNA COMUNE IMBROGLIONA (?) HANNO DATO IL CASCO?

IL TITOLO RESTA ONOREVOLE O COME PER LO SPREAD È ORMAI UN TITOLO SPAZZATURA?

BELL'ESEMPIO COMPORTAMENTALE PER GLI ITALIANI.

Giuseppe belotti 01.11.18 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Tutto giusto ciò che scrivete e lo approvo in pieno , peroooò non dimentichiamo certe cazzate di cui ultimamente il movimento si sta facendo artefice , mi riferisco alla questione Alitalia che il Movimento vorrebbe di nuovo in mano allo Stato , non scordiamoci che ci è già costata ben 4 miliardi negli ultimi 4 anni e io e milioni d'Italiani siamo stufi di pagare gli stipendi di questi privilegiati in confronto ad altre compagnie aeree , poi dulcis in fundo le questioni Tav e Tap andavano affrontate e STUDIATE prima per bene e non usarle come promesse elettorali , qui rischiamo di fare le figure dei burattini ,specialmente noi che ci siamo dati da fare per far votare il Movimento . Mi auguro che Qualcuno si renda conto di certi errori e di certe retromarce come le pensioni d'oro e i vitalizi lasciati alla volontà dei politici regionali che non si faranno alcun scrupolo per tenerseli .

Italo Marrocu, Ortacesus Commentatore certificato 01.11.18 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma xchè chiamarli furbetti quando si tratta di furto

votando x l'assente il parlamentare è come se fosse presente ed in base alle presenze viene remunerato o no??

dino ., genova Commentatore certificato 01.11.18 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rendere consapevoli e informati gli elettori fino al giorno delle prossime elezioni...

rolando c. Commentatore certificato 01.11.18 11:40| 
 |
Rispondi al commento

C'è a chi l'onestà fa ribrezzo, costoro votano pd e forza itaglia.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 01.11.18 11:36| 
 |
Rispondi al commento

"Perchè i politici per primi devono dare l'esempio: prima di chiedere le impronte digitali ai dipendenti pubblici, dobbiamo pretendere che anche i politici diano i loro dati biometrici."

FINALMENTE!!!

Michele M. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 10:59| 
 |
Rispondi al commento

E' una vita che ogni cittadino chiede...onestà,onestà,onestà!
Ma se non ce l'hai dentro di te è inutile la non si compra.
Quindi se non la si può comprare costringeremo gli altri a diventare onesti!
L'assurdo che per essere onesti bisogna fare una legge!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Pienamente d'accordo con l'articolo, siamo arcistufi di questi furbetti; io li chiamerei somari.




Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori