Il Blog delle Stelle
Processo Aemilia, una sentenza storica

Processo Aemilia, una sentenza storica

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 10:22
Dona
  • 19

di Maria Edera Spadoni e Giulia Sarti

Con il pronunciamento della sentenza di primo grado si è fatta la storia: sono ben 125 le condanne per il più grande processo contro la ‘ndrangheta nel nord d’Italia.

E’ una sentenza di grande importanza non solo per la nostra Regione ma per tutto il Paese. E’ stato fatto un immenso lavoro: ora dobbiamo continuare la battaglia per cacciare le cosche dalla nostra terra. Le condanne di oggi sono un segnale fortissimo ma non dimentichiamo che siamo al primo passo. Il processo Aemilia ha inchiodato una sola cosca ‘ndranghestista: in questi anni, mentre si celebravano i due processi, uno con rito abbreviato e l'altro, quello odierno, con rito ordinario, abbiamo compreso maggiormente come le mafie nella nostra Regione e qui in particolare la cosca Grande Aracri, spadroneggiava in tutti i settori di rilevanza economica.

La 'ndrangheta è in grado di esercitare un controllo diretto sulle amministrazioni locali, sui dirigenti, sui politici del Partito democratico e di Forza Italia, su parte della stampa, addirittura su parte delle Forze dell'Ordine.

Ancora una volta un contributo fondamentale è venuto dai collaboratori di giustizia -Antonio Valerio e Giuseppe Giglio hanno permesso di capire dall'interno le dinamiche dei Grande Aracri e delle altre famiglie collegate- alla faccia di chi ancora oggi mette in dubbio l'impianto geniale voluto da uomini come Giovanni Falcone che permette di arrivare a colpire il cuore delle cosche proprio grazie a chi, avendo vissuto al loro interno, sceglie di collaborare con lo Stato per accedere a benefici penitenziari e trattamenti differenziati.

Per questo vogliamo inserire nel ddl anticorruzione clausole di non punibilità anche per i colletti bianchi che scelgono di collaborare e agenti sotto copertura che potranno intervenire anche per le ipotesi di reati contro la Pubblica amministrazione perché la corruzione oggi, rappresenta il nuovo metodo, il terreno più fertile per le cosche di accrescere il loro potere. Ogni singolo processo contro le mafie e le loro collusioni rappresenta un pezzo importante per ricostruire il “grande gioco del potere” fino a quando lo Stato sarà davvero in grado di prevenire e di spezzare ogni fenomeno mafioso e di illegalità.

Ringraziamo la Corte nella persona di Francesco Maria Caruso, Andrea Rat, Cristina Beretti, i pubblici ministeri Marco Mescolini e Beatrice Ronchi e il Pm antimafia Roberto Pennisi oggi alla Dna di Roma che seguì le indagini sin dall’inizio e tutti coloro che si sono spesi in questo processo dopo una vera e propria maratona giudiziaria che ha contato ben 195 udienze.

Un ringraziamento anche a quei coraggiosi giornalisti parte lesa in questo processo, pensiamo a Sabrina Pignedoli sempre presente durante il dibattito e a Gabriele Franzini, minacciati dalla cosca.

La ‘ndrangheta deve prender atto di non essere più la padrona del nostro territorio. Magistrati, Forze dell’Ordine, rappresentati delle Istituzioni e cittadini la vogliono debellare con forza. Se saremo decisivi per le ‘ndrine e per tutte le cosche non ci sarà più spazio.

Non possiamo perdonare coloro che con arroganza, ignoranza e sottovalutazione del fenomeno hanno permesso che la ‘ndrangheta si radicasse nella nostra terra. La sottovalutazione del fenomeno -durata per decenni a causa di una politica poco attenta che ha, fino a poco tempo fa, negato la presenza di un radicamento ‘ndranghetista- ha contribuito a far proliferare e ad ingrassare le mafie. Questo tempo è finito.

4 Nov 2018, 10:22 | Scrivi | Commenti (19) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 19


Commenti

 

xchè le mafie si son propagate al nord

uno dei motivi è stato il mandare al confino i boss

se li avessero lasciati a marcire su un isola con la facoltà di coltivarsi la terra e quindi procurarsi il cibo attraverso il lavoro... e quindi sudarsi la pagnotta forse non si sarebbe propagato questo cancro.

saluti ai monelli del blog

dino ., genova Commentatore certificato 05.11.18 09:48| 
 |
Rispondi al commento

La piovra ha molti tentacoli e anche parecchio lunghi e subdoli... non sarebbe strano se già fossero arrivati all'interno del movimento. Iniziamo a parlare degli anticorpi necessari? Non ho la soluzione ma volevo magari stimolare una discussione.

michele vesprini, porto sant'elpidio Commentatore certificato 05.11.18 09:35| 
 |
Rispondi al commento

La piovra ha esteso i suoi tentacoli ovunque, è giunta l'ora di tranciarli.

mzee.carlo 05.11.18 07:54| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del reddito di cittadinanza avanzo questa proposta: se non ci sono le coperture non si potrebbe abbassare a 500,00 euro e si avvicinerebbe alla pensioni sociali. Don Bosco diceva una frase che mi pare adatta: l'ottimo è nemico del bene!

salvatore maria antonio borrello 04.11.18 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Non era poco attenta la politica (ci hanno mangiato è assunte cariche di prestigio è tutto un giro). Me lo auguro di avere un Italia degna in tutti i sensi .

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 04.11.18 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Come mai nessun commento sui giornali? Chi sono i politici e i funzionari pubblici corrotti?.....

Ottavio S., Cadoneghe Commentatore certificato 04.11.18 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Del processo AEMILIA ne ho sentito parlare troppo poco dai media per non sospettare una qualche convenienza, dei vecchi partiti, a non sollevare polveroni sul radicamento della 'ndrangheta in Emilia-Romagna. E' stata l'esternazione urlante del calciatore Iaquinta, per i 19 anni di condanna inflitti a suo padre, che ha messo in evidenza un processo importantissimo, che stava passando sotto traccia.

Maria D., md3838060@gmail.com Commentatore certificato 04.11.18 18:52| 
 |
Rispondi al commento

A tutti gli indagati e parenti fino al 4 grado si deve fare una indagine Fiscale/Finanziaria a cura della Guardia di finanza per verificare se dichiarano i redditi e come cumulano la ricchezza. Vanno inseriti in un elenco e controllati a vita. Solo così si può sradicare questo cancro. E l'indagine va estesa anche agli amici politici e non. G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.11.18 16:09| 
 |
Rispondi al commento

io direi che dove ce tanta mafia ce anche tanta politica collusa perché' altrimenti tanto marciume non sarebbe sparso a macchia d'olio come di fatto e stato.

andrea a44, genova Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 04.11.18 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Salve, volevo comunicare al movimento 5 stelle che ho siempre votato per voi,ma l'ultima proposta che ho sentito,dove si vuole eliminare la possibilita' della prescrizione e dell'appello, mi rende veramente delusa, si vede che nessuno di voi e'stato perseguito a causa di personaggi politici, ed e'stato condannato 8n primo grado ad una sentenza maggiore di quella prevista, perche'faceva piacere all'amico politico del giudice. Soero che ritorniate sui vostri passi ,perche perderete il mio voto .saluti

Rossana Monaldi 04.11.18 14:59| 
 |
Rispondi al commento

L' Emilia, cuore dell'Italia, ringrazia tutti coloro che si spendono quotidianamente nella lotta contro le mafie, spesso rimettondoci anche personalmente.
Non abbassate mai la guardia ragazzi, è una lunga partita ancora tutta da giocare!!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 04.11.18 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Benny, i nomi dei giudici sono noti ed non esiste nasconderci, ' una vittoria delle persone per bene, ma e' solo una vittoria, che da il segnale ad un piu' ampio riscatto che lo Stato dovra' fare, togliere l' ossigeno e il "cordone ombelicale", con apparati della Pubblica Amministrazione e politicanti corrotti e corruttibili in ogni momento, che li ha resi forti, il denaro, solo il denaro, che le forze dell' ordine e magistratura dovranno spietatamente e scientificamente fare, , ed e' la chiave di volta, il sequestro di beni, senza, si arrenderanno uno per uno, le protezioni crolleranno, e sara' la loro tomba

angelo silvestri, ROMA Commentatore certificato 04.11.18 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Tutto ok. Ma perché esporre i nomi dei magistrati e dei giornalisti che hanno operato?

Benny 04.11.18 13:50| 
 |
Rispondi al commento

SI HANNO CONFISCATO TANTE " COSUCCE" MICA BRUSCOLINI ...PERO' LE ULTIME DAVANO PER " SPARITI" ALCUNI IMPUTATI SI SPERA PER POCO

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 04.11.18 13:41| 
 |
Rispondi al commento

La domanda che mi faccio. Come fa a prevalere il MALE dove c'e' lo STATO?

Roberto Maccione Commentatore certificato 04.11.18 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, Sgr o Sgnrà

Siete speciali ed onesto. Avete bisogno di finanziamento urgente per potere riprendere tutti i vostri affari che non si sono migliorare da anni, ma si a rifiutarvi un mutuo ipotecario a causa di un credito insufficiente. Possiamo aiutarli, avevamo aiutato molta persona affinché possano realizzare i loro progetti e perché non voi? Le nostre offerte di prestito sono comprese tra 5000 a 5.000.000 €. La durata di rimborso è di 1 a 35 anni con un tasso d'interesse da 2 al 5% in funzione dell'importo richiedere. Per ulteriori informazioni volete contattare la posta elettronica seguente: anna.pruvost81@gmail.com

Ecco il mio indirizzo whatsapp : +39 389 603 3116

Grazie per la vostra comprensione.

In attesa di leggerli.

Il nostro consulente è là per voi aiutate fino al conseguimento del vostro prestito.

anna.pruvost81@gmail.com 04.11.18 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Grazie.

Le battaglie che il M5S dovrà affrontare sono difficilissime perché ci andremo a scontrare con sistemi di malaffare collaudati e collusi da anni e anni, andremo a scardinare mondi che mai avrebbero pensato di essere meno che 'intoccabili'.

Quando la malavita entra con il suo cancro in tante Istituzioni governative e di Magistratura, quando il marcio è presente in troppi appalti dei lavori pubblici, quando la corruzione dilaga nei gangli statali e parastatali, allora SOLO UNA FORZA NUOVA, MAI CONTAMINATA , al di fuori degli impliciti e consueti accordi di tangenti, promozioni a posti di comando concordate politicamente e sindacalmente, può essere in grado di portarci, faticosamente e con grandi sacrifici a mio avviso, fuori dalla melma di questo terribile pantano nel quale siamo sprofondati.

Non facciamoci illusioni, non sarà affatto facile, questo tipo di marciume è contiguo a poteri fortissimi in Italia e fuori.

Dovremo rivendicare il diritto del Parlamento di fare le leggi che la Magistratura deve APPLICARE così come scritte e non soggette a stravolgenti interpretazioni.Dovremo, almeno inizialmente, adottare un rigore normativo assoluto che ci permetta di sopravvivere agli inevitabili attacchi che ci verranno da ogni parte.

Non potremo avere o dare tutto e subito..scordiamocelo,ma se avremo fiducia nella possibilità che la nostra Italia diventi un mondo migliore per noi e per i nostri figli noi, tutti insieme, ce la faremo.

Buon lavoro a tutti voi.


R0SANNA V., ROMA Commentatore certificato 04.11.18 12:03| 
 |
Rispondi al commento

i DELINQUENTI SONO CERTAMENTE COLPEVOLI.

MA NON SI RITENGA DEL TUTTO INNOCENTE,

CHI SI è GIRATO DALL'ALTRA PARTE QUANDO QUESTI DELINQUENTI HANNO AGITO CON I LORO METODI !!

BASTA MINIMIZZATORI !

BASTA SUPERFICIALI INTERESSATI !

BASTA CONNIVENZE DA FURBI !

SI DEVE FARE IN MODO CHE SIA ARRIVATO IL TEMPO DELL'ONESTà !!

SENZA ASTERISCHI PER NESSUNO !!!

PIO Z., Trento Commentatore certificato 04.11.18 11:51| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNA RIPULIRE L ITALIA DAI DISONESTI

giancarlo ricomini, marina di carrara toscana Commentatore certificato 04.11.18 11:37| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori