L’incredibile fake news sulla borsa di Virginia Raggi

di MoVimento 5 Stelle

È incredibile quanto si possa cadere in basso (rasentando il ridicolo) quando non si hanno argomenti per screditare il MoVimento 5 Stelle. La piddina Alessia Morani e il giornale del suo partito, La Repubblica dell’Inganno, hanno urlato allo scandalo per la borsa di Virginia Raggi da 10mila euro. È evidente che si tratta di un argomento di grande spessore sociale in un momento storico nel quale il Governo del Cambiamento sta finalmente facendo gli interessi dei cittadini dopo anni di mala politica e finta informazione. Ma andiamo con ordine.

In un post su Twitter la Morani afferma che l’unica ad avere la borsa firmata, in Campidoglio, sarebbe la nostra Virginia Raggi, allegando una foto del sindaco con una borsa nera in mano. Per la Morani si tratta di una Kelly 32 di Hermès da 9mila euro. Una fake news bella e buona ripresa dalla maggior parte della carta stampata, che prosegue imperterrita nella sua battaglia a colpi di falsità contro tutto il MoVimento 5 Stelle.

Il Messaggero titola “I social contro la Raggi e le borse radical chic: “.

Titolo ripreso dall’Huffington Post, dove addirittura “I social non perdonano a Virginia Raggi la borsa Kelly 32 di Hermès che costa migliaia di euro”.

E poi La Repubblica, che prosegue nella sua campagna di fake news quotidiane “Virginia Raggi e la polemica sulla borsa Hermès”.

Questi mentitori gridano allo scandalo, ma non si sono nemmeno degnati di accertarsi della veridicità di quello che dicono.Una fake news smentita in pieno dal marito di Virginia, Andrea Severini, che in un video su Facebook ha spiegato che la borsa in questione non è una Hermès, bensì una borsa di Maurizio Righini, artigiano di Piazza di Spagna a Roma e che il costo della borsa in questione si aggira intorno ai 100 euro.

Pur di screditare il MoVimento 5 Stelle si inventano di tutto!

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr