Il Blog delle Stelle
La prescrizione va fermata. Salva i corrotti e i mafiosi

La prescrizione va fermata. Salva i corrotti e i mafiosi

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 10:36
Dona
  • 65

di seguito l'intervista di Gianni Barbacetto del Fatto Quotidiano al magistrato Nino Di Matteo

di Gianni Barbacetto

La direzione è giusta, anche se si potrebbe fare meglio. Così il magistrato Nino Di Matteo commenta la proposta del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede di sospendere dopo la sentenza di primo grado il decorrere dei tempi che azzerano i processi per prescrizione. “Qualcuno, anche tra i magistrati, ha cambiato opinione. Io resto dell’idea che vada realizzata una seria riforma della prescrizione”.

Per quali motivi?

In Italia c’è la sostanziale impunità di molti reati che riguardano la pubblica amministrazione e la corruzione. La stragrande maggioranza di questi processi si conclude con la dichiarazione di intervenuta prescrizione. Questo è molto grave. Perché il fenomeno corruttivo s’intreccia con i reati delle organizzazioni criminali e dunque finisce per favorire le mafie. Poi perché così mortifichiamo le attese dei cittadini che si aspettano che la pubblica amministrazione sia condotta secondo i criteri stabiliti dalla Costituzione, cioè il buon andamento e l’imparzialità. Questa impunità crea una giustizia a due velocità, efficace e a volte addirittura spietata con i deboli, invece con armi completamente spuntate nei confronti dei delitti dei colletti bianchi.

Molti critici sostengono che la riforma va nella direzione “giustizialista” di imbarbarire il sistema giudiziario, tenendo i cittadini sotto processo per tempi irragionevoli.

Non condivido questa impostazione. L’istituto della prescrizione trova fondamento nel venir meno, con il passare del tempo, dell’interesse dello Stato a punire determinate condotte. E allora nel momento in cui lo Stato, con la richiesta di rinvio a giudizio, esercita l’azione penale dimostrando di non aver perso quell’interesse, il decorso della prescrizione dovrebbe bloccarsi per sempre.

Non c’è il rischio, così, di rallentare la giustizia e di finire per allungare i tempi dei processi?

Sono convinto del contrario. Anche perché verrebbe meno l’interesse di molti imputati a utilizzare tecniche processuali ostruzionistiche e dilatorie, proprio per puntare alla prescrizione. Il giusto principio della ragionevole durata del processo, poi, può essere garantito in altri modi. Una seria depenalizzazione di reati lievi e bagatellari. Un significativo rafforzamento delle risorse per la giustizia: più magistrati, più cancellieri, più personale per la giustizia. E uno snellimento di alcuni passaggi del rito accusatorio penale che appesantiscono inutilmente il dibattimento.

Anni fa, un avvocato al termine di un importante processo ha gridato tre volte davanti alle telecamere “Assolto! Assolto! Assolto!”. Invece Giulio Andreotti, sette volte presidente del Consiglio, era stato non assolto, ma prescritto. Quell’avvocato era Giulia Bongiorno e ora è al governo.

Al di là dell’espressione utilizzata allora da quell’avvocato, ancora oggi quella sentenza viene spacciata per una assoluzione completa, mentre invece furono dimostrati fatti di grave collusione tra Andreotti e Cosa nostra, fino al 1980: ma per quei fatti è intervenuta la prescrizione.

Se le cifre sono esatte, soltanto il 20 per cento dei processi si prescrive dopo il primo grado. La riforma proposta dunque non salverebbe l’80 per cento dei processi che si prescrivono in Italia.

Non dobbiamo ragionare soltanto in termini statistici. La recente storia giudiziaria ci insegna che molti politici e colletti bianchi sono stati salvati dalla prescrizione proprio in appello o in Cassazione. Io ritengo che la proposta di riforma vada nella direzione giusta. Ma poi ripeto: potrebbe diventare più incisiva bloccando la prescrizione al momento della richiesta di rinvio a giudizio. Quello che oggi più mi stupisce è la serie di perplessità avanzate da chi per anni ha condiviso le ragioni che sto esponendo e ora improvvisamente sembra aver cambiato idea. Negli ultimi anni, queste posizioni sono state espresse e condivise anche da molti magistrati, a volte pure rappresentanti della magistratura negli organi associativi. Sarebbe grave se il ripensamento di molti fosse in realtà frutto del non gradimento verso la forza politica che oggi propone la riforma. La mia non è una provocazione: io sono soltanto coerente con quello che ho sempre pensato e detto, in funzione di una lotta efficace al sistema mafioso e al sistema della corruzione. Se questa lotta finalmente acquistasse in futuro dignità di obiettivo primario della politica, dovremmo tutti esserne felici, a prescindere dal colore del governo.

6 Nov 2018, 10:36 | Scrivi | Commenti (65) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 65


Commenti

 

Non occorre attendere la riforma del processo penale!occorre soltanto aggiungere un secondo comma all’art.157 cod.pen.del seguente tenore letterale:”L’istituto della prescrizione non si applica ai seguenti reati:1...2...3...4...ecc.”Ci vuol molto a capirlo e metterlo in atto?Grazie per l’attenzione con preghiera di porgere i miei cordiali saluti al Ministro Guardasigilli.

Corrado Barbieri, Genova Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.11.18 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Se la prescrizione fosse, come pare, o come qualcuno dice, subordinata all'approvazione della revisione del sistema penale, da fare entro un anno, è chiaro il palese intento, di non farla attuare. Allora si tratta di una fregatura ai danni del M5S e di tutti i cittadini che aspettano che si ponga fine allo scandaloso sistema che i potenti si sono costruito, per sfuggire ai rigori della legge in seguito ai loro reati. Se cosi fosse meglio far saltare tutto che accettare una simile fregatura. Se al 1 gennaio 2020 la prescrizione non sarà spazzata via non ci sarà ragione di restare al Governo del paese. Io comunque mi sentirei sconfitto e umiliato e non rimarrei, dopo otto anni, un solo minuto in più a militare nel Movimento. Voglio ringraziare tra gli altri il giudice Davico e il dott. Di Matteo per la chiarezza dei loro interventi a riguardo. Grazie siete la speranza di una Italia migliore. W il M5S

Francesco A., Torino Commentatore certificato 10.11.18 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Inutile che FANNO GLI ANGIOLETTI è CHIARO A TUTTI che I PROCESSI di ALCUNI INDIVIDUI SONO STATI PROLUNGATI PER RAGGIUNGERE LA PRESCRIZIONE mica siamo scemi!!!
Aggiungerei anche, come si è detto tempo fa, di RETTIFICARE l'APPELLO in quanto in APPELLO la PENA NON AUMENTA ma DIMINUISCE o al MASSIMO RIMANE UGUALE ebbene L'APPELLO DOVREBBE avere anche la POSSIBILITA' DI AUMENTARE LA PENA in questo caso lo CHIEDEREBBERO SOLTANTO CHI E' CERTO DI DIMINUIRLA O CONFERMARLA E NON TUTTI COME ADESSO!
Anche in questo modo si RIDURREBBERO LE CAUSE!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.11.18 15:15| 
 |
Rispondi al commento

A Beppe con simpatia:
E' NECESSARIO avere il coraggio di dare da mangiare agli affamati e non di emarginati ancora più di quanto non lo siano gia:Dove andranno tutti quei migranti che Salvini vuole mettere fuori dai centri di accoglienza ai quali ha tagliato i finanziamenti anziché disporre i controlli adeguati allo scopo:fermiamo questo crimine aiutiamo chi ha bisogno di mangiare,d'un tetto per dormire la notte e di assistenza sanitaria:fermiamo scelte criminali
Con simpatia
Roberto

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 08.11.18 00:29| 
 |
Rispondi al commento

A Beppe con simpatia:
La Lega non mi piace e non mie mai piaciuta perchè sta portando avanti una politica che non è in linea con il sentimento degli italiani: gli italiani non sono razisti e non vogliono esserlo in nessun caso:la politica di Salvini contro gli emigrati e fondamentalmente sbagliata e fascista: il problema non è tagliare i finanziamenti alle fondazioni che operano per l' accoglienza il vero problema è il controllo della gestione dei fondi che non devono andare a fondazioni di copertura ma a fondazioni che assistono ralmente chi ha bisogno.Dove andranno a finire gli emigrati che si vedranno cacciare dai centri dello S P R A R andranno a dormire sotto i ponti e chi gli darà da mangire; stiamo facendo una politica criminale : il M 5 S deve dissociarsi dalla lega quanto prima o sara destinato a scomparire come il P D :
Non staTe tenendo fede agli ideali per i quali la popolazione vi ha votato , ne pagerete le conseguenze se non cambiate rotta, la lega non puo prevaricare e venire meno agli accordi del contratto occorre ristabilire gli equilibri o se necessario la rottura e la crisi di governo e nuove elezioni:
gli italiani del M 5 S sono delusi.
Con simpatia
Roberto

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 07.11.18 19:23| 
 |
Rispondi al commento

A Beppe con simpatia:
La Lega non mi piace e non mie mai piaciuta perche sta portando avanti una politica che non e in linea con il sentimento degli italiani: gli italiani non sono razisti e non vogliono esserlo in nessun caso:la politica di Salvini contro gli emigrati e fondamentalmente sbagliata e fascista: il problema non è tagliare i finanziamenti alle fondazioni che operano per l' accoglienza il vero problema è il controllo della gestione dei fondi che non devono andare a fondazioni di copertura ma a fondazioni che assistono ralmente chi ha bisogno.Dove andranno a finire gli emigrati che si vedrann caccire dai centri dello S P A R andranno a dormire sotto i ponti e chi gli dara da mangire; stiamo facendo una politica criminale : il M % S deve dissociarsi dalla lega quanto prima o sara destinato a scomparire come il P D :
Non stae tenendo fede agli ideali per i quali la popolazione vi ha votato , ne pagerete le conseguenze se non cambiate rotta, la lega non puo prevaricare e venire meno agli accordi del contratto occorre ristabilire gli equilibri o se necessari la rottura e la crisi di governo e nuove elezioni:
gli italiani del M 5 S sono delusi. Con simpatia
Roberto

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 07.11.18 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

segue.....
Uno di questi appare proprio il blocco della prescrizione però al momento della richiesta di rinvio a giudizio.
Un altro strumento potrebbe essere il risarcimento del danno riconosciuto dallo Stato nei confronti dei cittadini in tutti i casi di prescrizione dei reati.
D’altronde se è vero che, ai sensi dell’art.405 e seguenti del c.p.p., le indagini preliminari non possono superare i 18 mesi dalla data di iscrizione della notizia di reato nell’apposito registro e i 24 mesi soltanto in alcuni casi, appare evidente che una estensione dei suddetti termini, che di fatto impedisce la celebrazione dei processi e causa la prescrizione ancor prima di giungere alla fase dibattimentale, diventa la prova provata della responsabilità degli uffici inquirenti che di fatto si sottraggono all’esercizio della funzione loro attribuita dall’Ordinamento.
E non si può non essere d’accordo con quanto afferma il Magistrato Nino Di Matteo nell’intervista in parola secondo cui “l’istituto della prescrizione trova fondamento nel venir meno, con il passare del tempo, dell’interesse dello Stato a punire determinate condotte.”.
Ma uno Stato che difende l’Ordinamento che si è dato, non può perdere quell’interesse perché perderebbe di credibilità e perché si affermerebbe la legge del più forte. Sarebbe il vero e incontrastato successo dei “furbi e dei loro azzeccagarbugli” come paventa il Ministro Bonafede.
Con l’esercizio dell’azione penale mediante la richiesta di rinvio a giudizio, la prescrizione dovrebbe bloccarsi per sempre.

michele colucci 07.11.18 14:32| 
 |
Rispondi al commento

La prescrizione va affermata. Ma va fermato anche il colpo di spugna alle banche. La clausola sul nulla a pretendere in caso di accettazione del rimborso da parte del danneggiato Non può essere da noi accettata.
Trovare un percorso almeno per i piccoli investitori e non per i grossi azionisti.
Si potrebbe proporre che qualsiasi risorsa rilevata in bilancio dello Stato nei prossimi 5 anni venga assegnato una certa quota rateizzata per gli obbligazionisti avendo meno cura degli azionisti speculativi.

Efstathios Varvarigos Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 07.11.18 13:09| 
 |
Rispondi al commento

LA PRESCRIZIONE VA FERMATA: La prescrizione non solo salva i corrotti ed i delinquenti, ma evidentemente salva anche i leghisti !!!!! I quali leghisti cominciano a mostrare il loro vero volto, quello che hanno sempre avuto, quello della LEGALADRONA, di cui Bossi è e rimane Presidente, supremo faro di quella gentaglia. Gli stessi leghisti che da qualche settimana, evidentemente sicuri dei loro presunti risultati elettorali, stanno aggredendo ed insultando tutti i frequentatori del web che riescono ad individuare come "grillini". Attenti ai serpenti, compagneros. Hasta la victoria. Siempre!!!!

CARLO A., TARCENTO Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 07.11.18 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Mi raccomando: NON MOLLIAMO sulla prescrizione!

aldino c., Messina Commentatore certificato 07.11.18 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Salvini deve decidere dove stare, o con il vecchio sistemadel cav.. o con il nuovo corso....

non si arretra sulla giustizia.

mauriello 07.11.18 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,gli interventi sulla Costituzione originale del '48,mossi qvasi tutti da conflittualità fra poteri,hanno di fatto complicato le situazioni che,magari in buona fede,si pensava di migliorare.
Nel merito,le modifiche all'art.111C. introdotte da qvasi un ventennio hanno reso ancor più ingarbugliate le vicende giurisdizionali.
Ovvio che in siffatto garbuglio possano avvantaggiarsi i più scaltri piuttosto che i più sprovveduti.
Ben venga qvindi,nell'interesse collettivo,ogni iniziativa utile ad evitare elusioni talchè sia reso effettivo anche il più cogente ed integro contenuto dell'art.27C.
Saluti e cordialità dalla Romagna.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 07.11.18 10:27| 
 |
Rispondi al commento

“PRESCRIZIONE”, “ASSOLUZIONE”, “INNOCENZA”, “AFFERMAZIONE DI RESPONSABILITÀ”....

La prescrizione è un modo per sfuggire alla giustizia, e anche un modo per sfuggire ai ritardi della giustizia. Occorre ristabilire un giusto equilibrio ma non è facile.

Nozioni giuridiche ben precise e inequivoche cui corrispondono ancor più precisi ed inequivoci istituti di diritto sostanziale e processuale, oggi costantemente adulterate, e non sempre a caso.

Certo i reati legati alla corruzione dei colletti bianchi (Tangentopoli), associazione per delinquere, disastro ambientale e ecc...non possono rimanere impuniti.

L'IMPUNITA'E'UN PROBLEMA CHE TOCCA MIGLIAIA
DI PROCEDIMENTI PENALI OGNI ANNO

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 07.11.18 09:41| 
 |
Rispondi al commento

se la Lega di Salvini non vuole che la prescrizione si blocchi dopo la sentenza di I° grado,per il timore che i processi non finiscano mai, accetti allora che i tempi per essa vengano calcolati con l'inizio delle indagini,quando il reato viene scoperto e non quando era stato commesso.Così verrà accontentato e potrà dire al suo alleato, delinquente naturale pregiudicato, di aver rispettato gli accordi di coalizione

emanuele meli, catania Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.11.18 07:57| 
 |
Rispondi al commento

Non bisogna retrocedere di un mm sulla prescrizione, piuttosto salta il governo, i delinquenti non possono avere come scappatoia quella di tirare in lungo i processi per arrivare a prescrizione !!

Paolo 06.11.18 21:54| 
 |
Rispondi al commento

In tv e sulla stampa di parte continuano a ribadire che imprenditore del mattone nel mirino della giustizia fa outing e afferma che ha finanziato fondazioni e partiti vari con colori che vanno dall'ex rosso al verde e anche i brothers dello stivale. Gli ha elargito soldi con evidenza in bonifici resi pubblici. Però l'imprenditore dice che ha avvicinato anche personaggi collegati a 5S, solo avvicinato, senza elargizioni,al momento. Passa però il messaggio che per tutti ci sia stato obolo, anche per 5S. Quindi se bufala provvedete a smentire immediatamente perché diversamente sembra che anche per voi pecunia non olet.

Marco S., Vimodrone Commentatore certificato 06.11.18 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Prescrizione serve solo a salvare chi ha i soldi per fare ricorsi ed opposizioni finchè non scade il termine, i poveracci che non possono pagare un avvocato per anni, non ne usufruiscono.
Esempio eclatante : Berlusconi ha evaso 1 miliardo di euro, la Prescrizione gli ha abbonato 700 milioni, per gli altri 380 è stato condannato ad andare una volta alla settimana, per un anno, a raccontare barzellette ai vecchi con l'alzhaimer, invece un pensionato che ha rubato, per fame, una bistecca al supermercato, è stato condannato, per DIRETTISSIMA a 3 mesi di galera- Non li ha fatti perchè c'è l'indulto, ma questo dimostra che la Prescrizione è LA GIUSTIZIA SOLO PER I RICCHI.
Aboliamola tutta.
Roberto C.

ROBERTO C., VENEZIA Commentatore certificato 06.11.18 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Niente prescrizione.Anzi in galera ci devono andare pure gli ultra settantenni come Berlusconi.

Paolo.T Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.11.18 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Quello detto dal magistrato DI MATTEO NON viene menzionato da nessun verme di politico PD/DC/FI, giornalaio, tv e tutto il sistema mediatico asservito alle caste dei poteri occulti italiani e mondiali!
Guardare i TG ed i talk-show politici delle tv dei mafiosi e massoni (berlusconi, cairo, murdoch, le locali come telenorba di montrone, ecc..) è avere la esatta idea di come agiscono i branchi di SCIACALLI e IENE affamate che si avventano sulle prede e si azzuffano fra di loro per la preda migliore!
Vedere ancora i pomicino, casini, babbeo, santanchè, feltri, sgarbi, e tanti altri vermi giornalai e politicanti PD/DC/FI, supportati dai servi conduttori (la ienaridens floris, il fattodierba formigli, la bavosa merlino, la viscida panella, il furbetto giletti, ecc..) viene veramente il VOMITO!
Gente che, per avere un pò di visibilità, vende la propria dignità e si prestituiscono ai padroni mafiosi e massoni che vedono il loro potere frantumarsi per l'iniziativa di due grandi uomini: "BEPPEGRILLO e CASALEGGIO" che hanno dato vita alla più grande rivoluzione pacifica del popolo italiano contro la vecchia politica PD/DC/FI dei corrotti massoni toscani, dei delinquenti naturali di arcore, dei prodi, amato, casini, bindi, pomicino, bonino, ecc..!
Il M5* è l'ultima possibilità di poter ridare la DIGNITA'. la GIUSTIZIA e la DEMOCRAZIA all'italia ed al popolo italiano!
Forza M5*!

giuseppe r. Commentatore certificato 06.11.18 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Ma cosi' credete che risolveremo il funzionamento della giustizia?
tutti pensano cosi' facendo il colpevole non sfugge piu' alle responsabilita', ma non capisce che la vittima la parte lesa poi per avere giustizia potra' anche aspettare 40 50 anni per avere giustizia, tanto una volta accumulati milioni di processi fretta non ce ne e' piu' perche' non vanno in prescrizione. Intanto pero' la vittima paga fior fior soldi di parcelle ad avvocati senza mai sapere se otterra' una giustizia prima che passi a miglior vita! ora come funziona ora se un processo sta andando in prescrizione viene segnalato e si valuta su quale intervenire mentre se poi la giustizia coi suoi mezzi fa il suo corso non stupitevi se poi un processo ci mette anche 50 anni per vedere la fine! almeno che non vogliamo diventare il regno delle toghe dedicandogli le prossime 5 manovre per assumere giudici, pm , etc etc, e diventare il movimento dei manettari e delle manette!
Ragionate come si deve non e' questo il mondo di migliorare le cose, anzi cosi' si peggiorano!

prontiasalpare 06.11.18 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Molto bene, Dott. Nino Di Matteo: la prescrizione va bloccata al momento della richiesta di rinvio a giudizio.
Com’è ora, la prescrizione ha solo lo scopo di far sfuggire alla condanna i corrotti e i mafiosi.
Non si deve pensare solo agli interessi dei delinquenti, ma anche a quello delle vittime: a questi ultimi, pure se i processi durassero a lungo, senza la prescrizione rimane sempre la speranza di ricevere giustizia; mentre invece, CON LA DICHIARAZIONE DI INTERVENUTA PRESCRIZIONE, LA SPERANZA DI OTTENERE GIUSTIZIA VIENE ELIMINATA PER SEMPRE.

Santo Mazzotti, Remedello Commentatore certificato 06.11.18 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Sentivo uno di forza Italia contrarissimo che asseriva che nella pubblica amministrazione la prescrizione è 17 anni e che se lo stato non è in grado di dare una risposta in 17 anni allora va prescritta perché non si può restare sotto processo x così tanto.... Cioè analizzava il tutto dal punto di vista del colpevole. Ma quello che ha subito il danno cosa ne pensa? È felice di aver fatto causa,aspettato 17 anni e poi gli prescrivono tutto e deve pagare avvocato e tempo perso?

Andrea Gualtierotti 06.11.18 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Orgogliosa del M5S e del Magistrato Nino Di Matteo

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 06.11.18 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo. L'ho già scritto nel blog nei giorni scorsi. La prescrizione aiuta solo i delinquenti, i corrotti e i mafiosi. Salvini impedendola aiuta il suo amico berlusca e tutti i politici corrotti. Le persone oneste non hanno nulla da temere. Chiaramente ribadisco che bisogna agire con interventi legislativi affinché la giustizia abbia tempi decenti. W il m5s.


Ma sono solo io che ricordo il centrosinistra stracciarsi le vesti per anni su prescrizione, legittimo impedimento, riforma della giustizia,con tutti i media a seguito? La sospensione della prescrizione, la velocizzazione dei processi e la certezza della pena era allora cosa buona e giusta, perché l'antiberlusconismo, peraltro finto, era l' unico sistema acchiappa voti e quindi sostenere riforme che danneggiassero l'avversario politico era funzionale alla conquista del potere e non al bene del paese. Ora che Berlusconi, consumatore seriale di prescrizione, è un amico, sono tutti dalla stessa parte, finalmente un po di chiarezza, sarebbero disposti persino ad allearsi con la Lega, come auspicato dal rag. Claudio Ceresa (finalmente qualcuno rivela il sogno di tutti!)pur di fermare il M5S! Almeno su una cosa ci danno ragione, sono anni che diciamo PD= PDL, alla buon'ora! Salvini prendi nota : stare dalla stessa parte del PD porta sfiga, quindi non ostacolare la sospensione della prescrizione, altrimenti gli elettori potrebbero pensare che siete tutti uguali PD= PDL=Lega, prima o poi la gente si sveglia! Comunque vedere come negli anni il centrosinistra sia capace di dire e fare tutto ed il contrario di tutto è veramente uno spasso, e manco senza arrossire! Tanto il rosso non è più il loro colore!

Alessandrasofia M., Siena Commentatore certificato 06.11.18 17:34| 
 |
Rispondi al commento

..assolto assolto ..non solo " quell avvocato" ma pure il minzolini di mamma rai per " il delinquente naturale "

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.11.18 17:32| 
 |
Rispondi al commento

SIAMO ORGOGLIOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE, AVANTI TUTTA CONTRO QUESTI MALFATTORI CHE CI HANNO GOVERNATO PER ANNI E ANNI.

Maria C., Gubbio Commentatore certificato 06.11.18 16:50| 
 |
Rispondi al commento

...segue. Ora il M5S non deve arretrare nemmeno di un millimetro a costo di fare cadere il governo!!! BASTA BASTA BASTA!!!!
Se non vogliono fare una legge sacrosanta e fondamentale per il POPOLO ITALIANO ne risponderanno davanti al POPOLO ITALIANO!!!
Informati e studia LEGHISTA, smettila di urlare!!! RAGIONA e SVEGLIATI!!! Il nemico lo hai in casa tua!!!
Nicola

Nicola Pini Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.11.18 16:39| 
 |
Rispondi al commento

...segue. Perché se fai affari con la MAFIA, caro LEGHISTA, la MAFIA ti mangia!!! La MAFIA ti strangola e ti toglie tutto arricchendo solo se stessa e chi la aiuta a fare affari nelle varie AMMINISTRAZIONI LOCALI!!!
Se hai un bar e di fronte al te apre un altro bar della MAFIA (che investe in attività ‘pulite’ per riciclare il denaro sporco) non siamo più in un regime di libera concorrenza!!! Se tu fatturi la metà sono cazzi tuoi!!!
Alla MAFIA non interessa, lei può essere anche in perdita nell’attività di facciata, il guadagno lo ha ugualmente avendo investito capitali derivanti da attività criminali e avendoli con operazioni di questo tipo ripuliti.... Possono comprare, comprare, comprare, infine COMPRARTI perché non puoi competere e così MANGIARTI!!! Si mangiano la nostra economia, il nostro futuro, la nostra vita!!! CAPISCI LEGHISTA!!!
Dal bar, alla grande distribuzione, dalla Pmi alla grande industria!!! Sono ormai nel tessuto economico e investono, investono, investono (anche nei settori di innovazione, nei settori strategici per il futuro, hanno i capitali per farlo!!!).
Non è il povero negro il problema più grande, riesci a comprenderlo!!!
E ti dico di più caro elettore LEGHISTA, guarda cosa ha fatto la LEGA nelle infrastrutture del NORD, realizzate quasi sempre da imprese riconducibili alla MAFIA (anche grazie alla tecnica del subappalto)... Sai quanta MERDA è finita sotto terra in queste opere!?!?? Sotto le Autostrade, sotto gli Ospedali, sotto Expo..... e se l’incidenza delle morti per tumore è aumentata esponenzialmente nelle nostre amate regioni del Nord non è colpa dell’immigrato clandestino, dello spacciatore o del ladruncolo!!!
Non sai niente di chi amministra da trent’anni le tue REGIONI caro LEGHISTA!!! Vai avanti con i “TERUNI TERUNI!!! / NEGHER NEGHER!!!”... Questo vogliono che urli i tuoi idoli, il tuo caro Salvini!!!
E tu urli urli urli, lavori come un negro e urli contro i negri!!! Perfetto!!! Sei uno SCHIAVO modello!!!
...segue

Nicola Pini Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.11.18 16:38| 
 |
Rispondi al commento

La Lega è l’ultimo baluardo a protezione del sistema di corruzione politico-mafioso che ha ridotto l’Italia in questo stato.
L’elettore leghista pensa davvero che la sicurezza e la lotta all’immigrazione sono le cause di tutti i mali? Beata ignoranza!!!
Su immigrazione e sicurezza il M5S ha dimostrato di volere il cambiamento, eliminando il business che ruota intorno ai fenomeni migratori, non fermandosi a slogan propagandistici!!!
Salvini è perennemente sotto ricatto avendo le mani sporche (...la Lega è piena di scheletri nell’armadio, davvero pensate sia illibata!!! Hahahah!!! È forse uno dei partiti più collusi con la mafia!!! Basta vedere come la mafia è insediata da anni nelle regioni amministrate dalla Lega!!! Fanno affari insieme attraverso il voto di scambio, appalti, corruzione, fondazioni, massoneria!!!
Elettore della Lega svegliati!!!
Perché non riesci a guardare oltre al cancello di casa tua!!!
Ti prendono per il culo da trent’anni!!! (Prima erano i terroni, adesso i negri, i rom, ....) Basta!!!
Il succo, la polpa, la terra sotto i piedi sta nella corruzione!!! Sta nel rapporto tra la politica e la mafia (ndrangheta / mafia / camorra / ....).
Segue...
Guardate i dati economici sull’espansione delle Mafie nelle Regioni amministrate dalla Lega!!! Hanno ormai la metà dell’economia reale, attraverso il riciclaggio del denaro reinvestito in attività commerciali... Sai cosa vuole dire questo caro elettore leghista?!?
Che se sei costretto a chiudere un’attività, se non hai più il lavoro, se non hai più servizi decenti quando vai all’ospedale, se non riesci a pagare la mensa di tuo figlio, se le infrastrutture nelle regioni ricche del Nord fanno pena, se la Pianura Padana è la nuova terra dei fuochi, se l’inquinamento è la prima causa di morte perché la terra, l’acqua, l’aria sono state compromesse dal malaffare e dalla corruzione politico/imprenditoriale/massonico/mafiosa... LA COLPA È DI CHI HA AMMINISTRATO E GESTITO IL POTERE A LIVELLO TERRITORIALE!!! .segue

Nicola Pini Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.11.18 16:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La sospensione della prescizione come tampone all'impunibilità dei criminali (con o senza i colletti bianchi) e delle iniquità che azzerano il diritto a una giustizia che funzioni ..... Poi, a seguire, la rimozione delle cause che ingabbiano nel tempo i processi.

C'è una emrgenza impunibilità ? .....Si c'è da anni.
Allora tutti i metodi democratici sono leciti.

La lega la smetta di fare il cane da guardia dell'intrallazzo nazioanle !!!!!

Danyda bologna Commentatore certificato 06.11.18 16:18| 
 |
Rispondi al commento

orgoglioso del M5s e Nino Di Matteo

luca Tegoni, Parma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.11.18 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Guardando la TV o i giornali ( e uso di proposito il verbo guardare perché non li leggo per principio) mi viene sempre in mente la canzone "Pietre": sei bello e ti tirano le pietre, sei brutto e ti tirano le pietre, qualunque cosa fai, ovunque te ne vai tu sempre pietre in faccia prenderai.
Riassume perfettamente le opinioni sull'operato dei 5stelle. Per esempio, allungano la prescrizione non va bene, se la accorciarsero ancora peggio, non la toccano non mantengono le promesse. Qualsiasi cosa fanno non va bene perché la fanno loro. Tutti questi "sapienti" hanno già governato; come mai non hanno fatto tutte le buone cose che ora sembrano conoscere così bene? Io ritornerei volentieri in piazza per un bel vaffaday.

maria g. Commentatore certificato 06.11.18 15:23| 
 |
Rispondi al commento

“Politica è dire sempre «noi» e mai «io».”

Te la spiego meglio Matteo:

Politica è dire sempre “noi: Popolo” e mai “io: Andreotti, Cosentino, Cuffaro, Lombardo, Dell’Utri…ed altri delinquenti naturali.

“Dopo i 40 anni ciascuno è responsabile della faccia che ha. E anche delle cazzate che spara.”

“Politica è difendere il dissenso delle minoranze, perché le maggioranze si tutelano da sole.” Mentre “Antipolitica è annunciare le grandi riforme e non farne mai una, neanche piccola.”

Anche io non so se i politici di “processione” fanno così perché non vogliono cambiare, o non possono cambiare, o non sanno cambiare.
Ma tu, che sei in gamba Matteo, sai bene che è doveroso sfilarsi da quella processione se si vuole essere credibili, perché i cittadini che votano sono stufi e se non si cambia finalmente passo i tre motivi citati sopra mi paiono i tre motivi sufficienti per mandare tutti a casa; e stavolta per sempre.”

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 06.11.18 15:12| 
 |
Rispondi al commento

luca

per tentare di lesinare soldi da quanto mi era dovuto in seguito al licenziamento, l'azienda mi aveva denunciato per diffamazione (tre anni e mezzo dopo il licenziamento). Sono andato in più di uno studio legale penale e tutti mi dicevano che sarebbe arrivata la prescrizione, che a me non interessava. Presso gli avvocati, ormai da anni, questa è una "prassi consolidata". Dal 2011 ad oggi l'attore NON si è MAI presentato e pochi mesi fa il giudice ha ARCHIVIATO il caso.
Prendiamo il caso "compravendita parlamentari" tra Berlusconi e De Gregorio. Quest'ultimo aveva confessato e patteggiato la condanna. Ma Berlusconi è "prescritto" e sta ancora in giro a tirare i fili della marionetta Salvini....
Il danno non sta soltanto nella mancata condanna, ma nel fatto che l'autore del reato continui la propria azione di "delinquente naturale". Abbiamo messo la questione prescrizione nel contratto di governo? NON PERMETTIAMO ALLA LEGA di rimescolare le carte. La richiesta di processi più brevi è chiaramente "pretestuosa". Allora cancelliamo la prescrizione. I processi si accorceranno da soli perché nessuno avrà più interesse ad allungare. A SALVINI poniamo "pubblicamente" la domanda:"Stai col governo o stai con BELUSCONI e le MAFIE ?" Dalle mie parti si dice:"il parlare chiaro è fatto per gli amici"...!!!

luca C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.11.18 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ricordare al Ministro Salvini che una pena certa non è quella che può cadere in seguito a una prescrizione, troppi ricchi pagando fior di soldi hanno usufruito di questa enorme ingiustizia.

Tuttavia non ha senso eliminare la prescrizione senza fare immediatamente una norma che imponga alla Magistratura dei tempi improrogabili per la sentenza, se non si riesce ad avere in un periodo breve la sentenza di primo grado si passi immediatamente al secondo per rispettare i tempi richiesti dalla legge.

Immediatamente occorre indire concorsi in Magistratura che si concluda con l'assunzione di moltissimi giovani Magistrati che ci aiuteranno a applicare la legge sulla riduzione drastica dei tempi.

Attualmente la CASTA dei Magistrati, le toghe di tutti i colori, politicizzate nella migliore delle ipotesi (nella peggiore corrotti e corruttibili vedi mafia ecc...) non gradisce l'inserimento di nuovi giovani Magistrati ..(figuriamoci con assunzioni decise dal nostro Governo...) ma noi dobbiamo proseguire in giustizia ed efficienza.

Una cosa ESSENZIALE da riformare e semplificare è la procedura(civile e penale) che è talmente farraginosa, obsoleta, assurda nelle centinaia di norme e cavilli che consentono agli avvocati furbi e disonesti di far assolvere fior di mascalzoni (ma mica si sentono una mxxxx si sentono bravi!)

Buon lavoro a tutti voi

R0SANNA V., ROMA Commentatore certificato 06.11.18 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Un passo per volta, l'importante è andare nella giusta direzione, come ha detto Di Matteo.
Ricordiamoci che in Italia, quello della Giustizia, è un percorso "minato"!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 06.11.18 13:23| 
 |
Rispondi al commento

La PRESCRIZIONE È UNA GRANDE F U R B A T A, serve solo per non essere processati. Se i processi sono lunghissimi, allora si intervenga sulle modalità processuali, magari una stretta seria su tutti gli espedienti, che rinviano all'infinito un processo. ⭐⭐⭐⭐⭐

Antonio P., Mesagne - Brindisi Commentatore certificato 06.11.18 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

**La Prescrizione utile solo ai colpevoli?**
*Il Magistrato con la M maiuscola Nino Di Matteo è sempre coerente con sè stesso e la verità dei fatti. Afferma che la proposta del Ministro Bonafede è buona cosa, anche se potrebbe essere migliorata, nel senso che la prescrizione dovrebbe bloccarsi già a partire dal momento in cui viene contestata l'ipotesi di reato , sia di ordine penale per collusione criminal-mafiosa sia per delitti contro la P.A. Sappiamo che i maggiori reati contro il Patrimonio dello Stato vengono posti in essere nel contesto di Grandi Opere ed anche di minori, spesso dimenticate, note come Cattedrali nel Deserto, di cui il nostro Paese è disseminato. Chi non ha mai visto chilometri di strade e viadotti interrotti sul nulla, chi non ha mai visto scuole ed ospedali inutilizzati,perfettamente attrezzati edificati in lande desolate, chi non ha mai saputo di proprietà di pregio storico ed architettonico finite in mani "inconsapevoli"? Per le collusioni criminali la prescrizione va fermata dall'inizio del procedimento giudiziario in cui vengono individuati i colpevoli del reato. Idem per quanto attiene alla miriade di "Cattedrali" ed in tali casi i nomi sono sempre stati noti e disponibili. L'argomento prescrizione dunque non tratta di sopprimere tutele ai Cittadini, bensì ripristinare equità nei confronti degli Italiani tutti, di ripristinare un corretto concetto di Giustizia, che sia finalmente "Uguale per tutti". Sempre viva l'Italia!
Cincinnatus da Genova

Pietro Marini, GENOVA Commentatore certificato 06.11.18 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Vanno fatte due misure : bloccare la prescrizione , che per'altro non dovrebbe neanche esistere, e' necessario dopo una sentenza di primo grado, ma nel contempo occorre necessariamente velocizzare i processi per arrivare presto al primo grado e quindi agli altri gradi di giudizio, e questo toglierebbe l'alibi a chi vuole che la prescrizione
salvi i corrotti . Velocizzare una lumaca e' impossibile, quindi occorre cambiare animale.

Francesco De Rita 06.11.18 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo sul reset della prescrizione all'inizio di ogni grado di giudizio, tuttavia è necessario contestualmente rivedere al ribasso la durata della prescrizione in modo da riequilibrare il tutto.
Ritengo inalienabile il diritto di ognuno di noi ad avere un giusto processo ma in tempi brevi e quindi la prescrizione deve essere adeguata.

Roberto 06.11.18 12:28| 
 |
Rispondi al commento

luca

la prescrizione deve SPARIRE dall'ordinamento giuridico italiano !!! Essa NON tutela la parte lesa, MAI !!!.. Salvini ha lasciato la Isoardi ma è ancora innamorato di SILVIO il delinquente... Secondo me la parola dovrebbe passare agli italiani con un bel referendum abrogativo di tutte le norme sulla prescrizione. Essa è per natura incostituzionale !!

luca C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.11.18 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Il provvedimento M5S è sacrosanto, come giustamente argomenta il magistrato Di Matteo !!! È anche qualificante dell' azione di governo per il Movimento, e non c'è Lega che ci possiamo fermare !!! D'altronde non è la prima volta e non sarà nemmeno l'ultima che la Lega di Salvini si dimostra forza non di cambiamento ma di conservazione: in fondo è stata per anni al governo con Berlusconi e ha condiviso molte porcherie, a cominciare dai condoni edilizi e fiscali. Nel contrastare il nostro provvedimento forse confessa il sotterraneo ricatto che ancora esercita su Salvini per via della "coalizione di centrodestra" e per le numerose giunte di governo di regioni e comuni, soprattutto ne nord. Occhio, dunque...!!!!

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 06.11.18 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Il blocco della prescrizione va assolutamente introdotto per i condannati in I grado di giudizio.
Invece per gli assolti, a cui il PM fa appello, la prescrizione andrebbe mantenuta per evitare all'imputato già assolto in I grado di subire i ritardi della giustizia italiana.

fabio t. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.11.18 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Direi serva una riforma globale e accurata della Giustizia, servono processi brevi. Cominciamo con il coltivare bene tutto il campo, di modo che dia frutti sani

Enrica T. Commentatore certificato 06.11.18 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Il principio e' sacrosanto. Per la realizzazione i tecnici faranno la loro. Purche' non si operi in modo subdolo.

Roberto Maccione Commentatore certificato 06.11.18 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Un sogno irrealizzabile:
1° Dopo la condanna di primo grado, il deputato o senatore non può più partecipare alla vita pubblica;

2° Molti danni a causa delle piogge sono da imputare sia all'urbanesimo che al disinteresse di ripulire i fiumi e soprattutto all'abuso edilizio

3° Quest'ultimo va perseguito senza sosta,specialmente nei palazzi condominiali, ove si sono sviluppati in tutte le forme, invadendo pure le parti comuni. Ciò non avviene perché i sindaci temono diminuzioni di voti.
Roberto C.

Roberto Centracchio 06.11.18 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Forza, non mollate!

Tony V., Napoli Commentatore certificato 06.11.18 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Sul blocco della prescrizione non bisogna arretrare nemmeno di un centimetro. Ognuno difenda il loro simile, noi andiamo avanti.

Casimiro Bellone, Patti Commentatore certificato 06.11.18 11:46| 
 |
Rispondi al commento

SICURAMENTE bisogna metterci mano ..., però bisogna stare ATTENTI ...grazie

Corrado Tiralongo 06.11.18 11:45| 
 |
Rispondi al commento

avanti ragazzi rivoltate l italia

giancarlo ricomini, marina di carrara toscana Commentatore certificato 06.11.18 11:38| 
 |
Rispondi al commento

LA PRESCRIZIONE HA LO SCOPO DI RENDERE NON PERSEGUIBILI , DA PARTE DELLO STATO, ALCUNI ACCERTAMENTI DEI QUALI SI E' AVUTA NOTIZIA OLTRE UN CERTO TEMPO. PER ESEMPIO: UNA CARTELLA DI EQUITALIA PERVENUTA TRASCORSI I TERMINI DI 5 ANNI, OPPURE IL PAGAMENTO DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA (MULTA C.d.S , TASSA DI POSSESSO TV, BOLLO AUTO, ECC..) PER I REATI OVE LA PRESCRIZIONE E' PREVISTA NEI TERMINI DI 15 ANNI, ESSA , CON L'ATTUALE PROPOSTA DEL GOVERNO, CONSENTE DI INTERROMPERE LA PRESCRIZIONE NELL'ACCERTAMENTO DEL REATO NEL PRIMO GRADO DI GIUDIZIO (QUINDI NON CONSENTIREBBE DI ASSOLVERE , TRASCORSI I TERMINI, TRAMITE LA PRESCRIZIONE.
PER I REATI DI ELEVATA GRAVITA': TERRORISMO, STRAGE, MAFIA, SOSTANZIALMENTE NON BENEFICIANO DELLA PRESCRIZIONE.

luciano m., sassari Commentatore certificato 06.11.18 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma la colpa è anche dei magistrati o di alcuni forse partigiani,infatti abbiamo in Italia dei casi con disgrazie con svariati morti dopo 2 anni se non di più ancora non c'è il rinvio a giudizio,mentre per la appendino,in meno di un anno rinviata a giudizio forse talune volte sono i magistrati che fanno passare il tempo per salvare qualcuno?

Birimbi 06.11.18 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Chi è contrario al blocco della prescrizione, è in malafede. Certo, serve anche una riforma, seria, della giustizia, rendere i processi più rapidi, ma la prescrizione va tolta.

Alessandro L., Milano Commentatore certificato 06.11.18 11:02| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori