Il Blog delle Stelle
Buone notizie per gli agricoltori siciliani: le nostre arance ora si possono esportare in Cina

Buone notizie per gli agricoltori siciliani: le nostre arance ora si possono esportare in Cina

Author di Luigi Di Maio
Dona
  • 177

di Luigi Di Maio

Volevo dedicare un pensiero ai siciliani e alla Sicilia, per due ragioni: prima di tutto un grande abbraccio per quello che state vivendo, adesso dovrete anche sorbirvi qualche sciacallo politico che si aggirerà per la Sicilia… E poi già nella mia prima visita in Cina, la Sicilia era ed è nel mio cuore, perché avevo chiesto all'ambasciata italiana qui in Cina, di sbloccare il problema delle esportazioni degli agrumi dall'Italia verso la Cina, che si potevano fare soltanto via nave.

Ho conosciuto tanti agricoltori siciliani, negli ultimi 5 anni, insieme a Giancarlo Cancelleri: sono stati loro a parlarmi di questo problema, cioè che i loro agrumi, le loro arance che volevano esportare in Cina, non si potevano esportare perché le potevano mettere solo su nave e non era possibile per via aerea. Ho incontrato tante imprese che mi hanno detto la stessa cosa, poi ho conosciuto Federica Argentati, la presidente del Consorzio Agrumi di Sicilia. Quando sono venuto qui ho portato questo problema: l'ambasciatore Sequi, con tutta la sua squadra, si è messo al lavoro da subito e sono contento di dirvi che abbiamo raggiunto l'intesa affinché si possano esportare gli agrumi siciliani (ma italiani in generale, non solo dalla Sicilia) in Cina per via aerea.

C'è una grande richiesta delle cose ben fatte, il nostro buon mangiare, il nostro cibo, il nostro made in Italy enogastronomico, il nostro agroalimentare, che è fortissimo. Adesso le imprese avranno un modo in più per portare all'estero questo genere di prelibatezze e lo potranno fare grazie a un lavoro fatto dal nostro corpo diplomatico, che ci ha portato in pochi mesi ad ottenere questa soluzione.

So che è un momento difficile per il mondo degli agrumi siciliani: sono stato in Sicilia settimana scorsa, la zona di Palagonia è stata colpita fortemente dal fenomeno del dissesto idrogeologico (che ha colpito tante piantagioni), ma proprio per questo può rappresentare una marcia in più per quelle zone, per quel settore.

Noi ce la metteremo tutta, spero di poter venire in Sicilia il prima possibile per essere vicino alle popolazioni colpite anche ieri dalle piogge e dal dissesto idrogeologico, ma anche per far partire il primo carico di arance insieme ai tanti agricoltori che ho conosciuto in questi anni e che hanno ispirato questa modifica all'accordo su cui oggi abbiamo raggiunto l'intesa e che a breve il ministro Centinaio, il nostro corpo diplomatico, sottoscriverà e renderà utile per tutte le imprese italiane.

Ci tenevo a dirvi questo, poi nei prossimi giorni avremo modo di farvi conoscere tutti i dettagli. Un abbraccio a Federica Argentati, alla sua battaglia per favorire gli agrumi siciliani perché in questi anni ha rappresentato una certezza nella tutela del made in Italy, nella tutela delle nostre prelibatezze, alcune uniche in molte zone del nostro Paese e nelle nostre regioni. Ciao a tutti!

5 Nov 2018, 11:59 | Scrivi | Commenti (177) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 177


Commenti

 

Alla faccia di tutti i principi di ecologia, dove ognuno deve mangiarsi in casa sua quello che produce, ed evitare i trasporti inutili ed antiecologici. Che ca22o esulti Di Maio'!?

Renzi... oggi mio figlio ha sperimentato la TUA BUONA SCUOLA....POLITICAMENTE PARLANDO SEI STATO, SEI E SARAI UNA AUTENTICA MONNEZZA POLITICA

GRILLO GIUSEPPE 07.11.18 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda la PRODUZIONE tv concordo a 360° con Viviana , effettivamente c'è una sovraproduzione di ignoranza televisiva che buca lo schermo! Ieri nella trasmissione "DIMARTEDI" il conduttore Floris nell'intervista al Premier Prof. Conte si è comportato in maniera arrogante, anzi, nel porre le domande sembrava Moscovici mascherato da Floris impegnato in una interrogazione europarlamentare!

luciano m., sassari Commentatore certificato 07.11.18 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Non comprendo la necessità di esportare arance nella terra dei mandarini!
A volte è difficile reperirle sul mercato nazionale, magari bisogna organizzare meglio in nostro mercato interno, poi, se il settore delle arance siciliane (le migliori al mondo) è in sovraproduzione si può anche esportare, quindi ben venga l'iniziativa. Un'altro passo avanti!

luciano m., sassari Commentatore certificato 07.11.18 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Floris e la Merlino non sono più tollerabili
Sono le faccia del giornalismo italiano
Sono quella parte vergognosa dell'Italia che odia l'Italia e vuole il male degli italiani.

Alexandros: Lei, Floris, forse dimentica quando Renzi e i suoi amici, andavano in giro per il mondo a fare i buffoni. Questo governo sta cercando di riparare i danni dei governi Pd, che hanno solo ingrassato le banche straniere, impoverito gli Italiani e fatto immigrazione incontrollata.
.
Stefano Napoli:
SD mi permettete, aggiungerei: “.. che andavano in giro x il mondo a fottersi i ROLEX
.
Atta
Tu, Myrta, le buche più dure le hai in testa.
.
Conte :
"Noi non litighiamo affatto. Talvolta apriamo i giornali, leggiamo di litigi e sorridiamo".
.
Valeria
Conte: “Il deficit "eccessivo” che faremo è lo 0,4 in più. Solo con le clausole di salvaguardia (messe dai vari Monti,Renzi, Gentiloni)arrivavamo al 2%.” E lo 0,8% era quanto concordato da Gentiloni, ma,non so se #Floris se ne sia accorto, ci sono state le elezioni".
.
Conte: "Io sono populista. I populisti sono nati per sanare la frattura che era stata fatta tra élite e popolo".
.
Conte: "Stiamo facendo un lavoro pazzesco. Posso dire una cosa? Non è mai stato fatto prima!"

Su immigrazione: "Abbiamo subito pensato una strategia e portata in Europa: l'accoglienza indiscriminata non è integrazione e non è accoglienza. Tuteliamo le vite e i diritti delle persone"

"È normale ci sia una diversità di opinioni, ma troveremo una convergenza sulla soluzione migliore nell'interesse degli italiani,non c'è strumento migliore di un contratto che costringe le forze politiche ad assumersi preventivamente delle responsabilità"

"Stiamo realizzando riforme importantissime, stiamo cambiando il volto dell'Italia".
.
Walter five star
Standing ovation all'entrata di Conte.
Praticamente è apprezzato in tutta Italia
Solo le TV ne parlano male che guarda caso sono di proprietà di 2 persone,Cairo e B
Solo 2 persone per manipolare l'informazione di un paese intero

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Irene
Dopo tanti ciarlatani,finalmente un premier intellettualmente onesto,concreto,competente e discreto,che non usa i media per mentire,per fare campagna elettorale o per promuovere la sua immagine
Chapeau,premier Conte!
Un grande uomo,un populista vero!
.
Ma Floris non abbandona il suo stile volgare e cafone da inquisitore
.
Salvatore Scanu
Mancavano le lampade puntate in faccia e la frase: "Confessi! Altrimenti la mettiamo dentro. Confessi!"
.
Lui è stato stupendo,serio ma simpatico,affabile e umano,paziente e esaustivo,istituzionale ma senza boria,perfetto anche per essere,un domani, Presid. del Governo.Uno meglio Di Maio non poteva scegliere.Lo adoro.Persona di grande garbo e capacità
.
Floris colpito e affondato 🤣
"Io devo rendere conto ai cittadini italiani,non all'Europa!"
.
"Uno Stato che non riesce a terminare un processo penale perché c'è una prescrizione significa che ha fallito.Stiamo assumendo magistrati e cancellieri per accelerare i processi"
.
Paola de Cristoforo
Amo la signorilità e la grandezza del nostro Presid.,che non perde la pazienza di fronte alla solita insopportabile faziosità di Floris
.
Nelson
Floris col tuo patetico inveire,la rabbia sul volto,l’odio che sprizza contro il presid. Conte...sei l'espressione di un giornalismo scorretto,velenoso e svergognatamente di parte
Hai perso il rispetto di tanti
.
Conte:"Non sono né di dx né di sx.Questi schemi ideologici fanno parte della cultura del '900 e sono stati superati"
.
Myrta Merlino(la sguattera del capitale):"Di Maio in Cina,Salvini in Ghana,Conte in Algeria e Tria-per non essere da meno-a Bruxelles.Il governo del cambiamento è in giro per il mondo,ma viaggiare non basta per evitare le buche più dure"

Valemameli
Nota la pochezza dello pseudo-giornalismo
Di Maio è in Cina per aprire canali alle aziende italiane(produttori agrumicoli),Salvini è in Ghana per sacrosanti accordi sui rimpatri volontari e Conte è in Algeria per preparare Conferenza su Libia a Palermo

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Il premier Conte a Floris:
"Lei sembra un europeo che parla male degli italiani!"
GRANDIOSO!!
Lo sentite, Floris e cani ululanti al seguito, questo boato che è salito dall'Italia? E' stato l'urlo di soddisfazione di chi ne ha piene le palle di questi scagnozzi ululanti del grande capitale che non lasciano nemmeno parlare e poi sanno solo scannare chi cerca di risollevare questa disgraziata amatissima Italia!
BASTA FLORIS!!!
BASTA FORNERO!!!
BASTA CAZZOLA !!!!
BASTA GENTE COME GIANNINI O ZUCCONI O GRUBER O MERLINO O SCALFARO, BUONI SOLO A DEMOLIRE E A FARE I BECCHINI TETRI DI QUESTO PAESE!!!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 08:35| 
 |
Rispondi al commento

La Corte di Giustizia europea si è mossa sull'ICI non pagata ingiustamente dalla Chiesa su richiesta di una scuola (laica) montessoriana di Roma.
Ma com'è che dal M5S non parte mai nessuna denuncia alla Corte di Giustizia europea?
E sì che ne avremmo di iniquità da denunciare!!
Cominciamo a no a muoverci anche utilizzando gli strumenti di manovra europei?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 08:14| 
 |
Rispondi al commento

Lo Stato alla Chiesa: "Non è quello che mi hai dato a mancarmi, ma quello che avresti dovuto darmi".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 08:07| 
 |
Rispondi al commento

La Chiesa ha preso bene la faccenda dell'ICI da pagare all'Italia e ha inviato 12 esorcisti presso la sede della Corte di Giustizia Europea.

[@LVIX1]

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 08:03| 
 |
Rispondi al commento

Riccardo Alfieri: Con la storia dell'Ici, chissà come s'impenna lo spread del Vaticano?

(Ma alle chiese glieli danno i rating?)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 08:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono 13 i miliardi di Euro che la Chiesa deve allo Stato Italiano per l'ICI.

Salvini a furia di agitare i Vangeli ha trovato i soldi per la Finanziaria.

[@LVIX1]

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 07:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Chiesa reagisce duramente all'obbligo di pagare l'ICI allo Stato Italiano: scomunicati tutti i giudici della Corte di Giustizia Europea.
Ora se muoiono vanno all'inferno.

[@LVIX1]

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 07:56| 
 |
Rispondi al commento

Carlo Terzano: Cosa hanno in comune Amato, Berlusconi, Prodi e Renzi? Hanno fatto di tutto perché la Chiesa non pagasse l'Ici, l'Imu e la Tasi sugli enti non commerciali, come le cliniche e le scuole. Quei soldi potrebbero essere recuperati. Di che cifre parliamo?
..
Sembra che in Vaticano ci sia stato un brusco raffreddamento sulle simpatie degli europeisti per l'Ue.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 07:52| 
 |
Rispondi al commento

Potere materiale e potere confessionale

Potere,potere
Truffano,mentono,imbrogliano,corrompono,uccidono
Uno si allea alla mafia,l'altro alla banda della Magliana
Uno usa le televisioni per abbacinare le menti l'altro le antenne per far morire i bambini di leucemia
Il 1° ricicla capitali di narcotrafficanti
il 2°prende i soldi dei poveri per sostenere i ricchi
Il 1° crede di fondare un impero in Terra
l'altro si è appropriato pure del Cielo
Entrambi elogiano una famiglia che non hanno rendono succube la donna,assolvono i propri criminali,li sottraggono alla giusta pena,credono di uscire puliti da ogni cosa,trovano sporchi compromessi,trattano il sesso in modo distorto
Entrambi usano la parola come il serpente usa la lingua biforcuta
E non praticano mai quello che predicano
Sono maestri dell'inganno
Ricco con ricco
Potente con potente
Malvagio con malvagio
Banca con banca
Capitale con capitale
Sono mercanti nel tempio e lo contaminano coi loro affari
Fanno del mondo un immane mercato
dove bestemmiano ogni giorno le parole del Bene
Vanno d'accordo sulla guerra,sugli OGM sull'aborto,sugli embrioni,sulla politica contro i poveri,sulle protezioni ai potenti
Vanno d'accordo da millenni
sulle stesse forme di seduzione
e di prevaricazione
per riempirsi i forzieri
e forzare i cervelli
Sotto una veste candida,un sorriso mielato,occhi che lampeggiano morti nel fondo,occhi di caimano
Nemici della democrazia,nemici della legge civile nemici dei diritti umani,nemici dell'uomo,nemici della libertà,nemici della verità,inimicissimi della donna,distruttori di bambini
Proprietari di capitali,di imperi,di media,di carne umana,di anime
Molestatori del pensiero
I paesi che calpestano sono paesi senza luce dove domina il fanatismo e ciò che è fatto di buono avviene malgrado loro
Se pure avessero tutte le ricchezze del mondo
se pure avessero tutto il potere del mondo
se pure uscissero indenni dai loro peccati
poiché non hanno la carità non hanno niente

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 07:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA CHIESA RICCA MA DEBITRICE- Viviana Vivarelli
Non vedo risposta da parte della Chiesa di Roma alla sentenza della Corte europea che ordina che lo Stato italiano si faccia pagare le insolvenze dell'ICI sugli edifici non adibiti al culto, somma che sembra molto ingente e che ha sui giornali una oscillazione tra i 4 e i 14 miliardi, che in questo momento sarebbero molto utili per realizzare il programma di governo, specialmente quel reddito minimo di cittadinanza che darebbe aiuto a tanti italiani poveri.
Mi auguro che la Chiesa non costringa lo Stato italiano ad entrare in un contenzioso imbarazzante, tanto più che la ricchezza della Chiesa può ben permetterle di pagare quanto deve a norma di legge.
La Chiesa cattolica viene considerata la multinazionale più ricca del mondo. La Banca Vaticana dovrebbe avere 20 miliardi di euro, dico 'dovrebbe' perché contiene molte zone d'ombra ed è stata messa nella bad list delle banche dagli affari poco chiari. Poi c'è lo Ior. Infine le molte proprietà immobiliari. Per es. solo la Curia di Roma gestisce un miliardo di euro. La Chiesa Cattolica è la prima multinazionale del pianeta con 2 mila miliardi di dollari di patrimonio immobiliare (nel mondo ne ha per 2.000 miliardi) di cui circa il 22% del patrimonio immobiliare in Italia, riserve d’oro di oltre 60.000 tonnellate sparse tra la US Federal Reserve Bank e banche elvetiche e britanniche (le riserve d'oro italiane sono 2.451,80 tonnellate), per non parlare dei capitali depositati presso lo IOR, istituto opere religiose, la banca vaticana più volte coinvolta in scandali e anche da omicidi, finti suicidi e sparizioni (cura 15.000 clienti per 6 miliardi di euro). E non ha solo oro e immobili ma azioni e obbligazioni detenute dal Vaticano in varie società sparse in tutto il mondo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.11.18 07:16| 
 |
Rispondi al commento

Felice L., estero
Perché esportarle... Quell'accordo c'era già ...bla bla

Dico io, ma lo leggete il Post?
Luigi ha scritto: "abbiamo raggiunto l'intesa affinché si possano esportare gli agrumi siciliani (ma italiani in generale, non solo dalla Sicilia) in Cina per via aerea".

L'accordo era che le arance si dovevano spedire via nave, capito? In Cina arrivavano vecchie di frigorifero, capito?

Maria D., md3838060@gmail.com Commentatore certificato 06.11.18 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E vaiiiiiiiiii! Bravo Luigi. E bravi tutti. Avanti così. Grazie per l'impegno e la pazienza che ci mettete in tutto. È solo grazie a gente seria , onesta e competente come voi che l'Italia potrà vedere la luce. W il m5s.

antonio carbone 06.11.18 17:40| 
 |
Rispondi al commento

@Felice L., estero

Felice,
il mio commento non voleva essere una critica a Di Maio. Io amo questo ministro e riconosco l’importanza delle esportazioni e dei rapporti commerciali con la Cina.

Volevo evidenziare una situazione paradossale che impone sulle nostre tavole agrumi provenienti da altri Stati, inferiori ai nostri per gusto e qualità e che da anni la grande distribuzione veicola alla grande, tanto che per trovare le nostre arance e limoni bisogna aggirarsi tra i banchi del supermercato con la lente di ingrandimento. Seppure ve ne siano. Quindi mi piacerebbe che Di Maio raddrizzasse questa incredibile, inaccettabile stortura.

L'ipotesi di utilizzare le eccedenze per rilanciare economia e occupazione nel Sud, creando sistema tra produzione, trasformazione, commercializzazione ed esportazione, è tutto da progettare e sarebbe auspicabile.

Ciao

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.11.18 14:53| 
 |
Rispondi al commento

1) L’export italiano detiene il terzo saldo positivo più alto di tutta l’Unione europea.

Questo pone il nostro Paese in una situazione di valenza strategica in Europa e nel mondo, per non parlare dei molteplici benefici per l’intera economia italiana.

Mentre il MoVimento da sempre è contrario e vuole rivedere i trattati con Marocco e Tunisia, che riguardano arance e olio, secondo quel sacrosanto principio che va contro la speculazione delle lobby e contro la nostra agricoltura, non vedo perché debba essere contro l’export in generale dei nostri prodotti, unici in tutto il mondo.

Olio ed arance, solo per fare un esempio, sono prodotti che abbiamo in abbondanza: perché importarle da Spagna o Marocco? Giustissimo! Ma quei prodotti che in Italia non abbiamo o che abbiamo in maniera insufficiente, perché non importarli? Siamo in un mondo interconnesso o no?

Mentre mi scandalizzerei se la Cina importasse riso dall'Italia e mi scandalizzo quando l’Italia importa agrumi o olio da altri Paesi avendoli noi in abbondanza e paralizzando il settore agricolo italiano in questione, non mi scandalizzo affatto se la Cina importerà i nostri agrumi siciliani, dando tra le altre cose una boccata d’ossigeno all'agricoltura italiana, specie quella siciliana, da troppo tempo in ginocchio e dimenticata, anzi oltraggiata dai governi precedenti.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 06.11.18 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2) Ma fare export inquina perché "per portare, ad esempio, in Cina le nostre arance contribuiremo ad inquinare i cieli e la terra"? Il MoVimento si è sempre battuto e sta combattendo perché le energie rinnovabili siano il nostro futuro. Ma prima che questo avvenga e che lo scopo sia raggiunto, dobbiamo forse rinunciare all'export perché inquina?

Non dobbiamo più, ciascuno di noi, prendere la macchina per andare a lavoro se quel mondo, che noi stiamo combattendo, ci costringe a farlo senza alcuna alternativa? Se vado in Cina o a Dubai in aereo sono incoerente perché inquino? Dobbiamo insomma uscire da questo mondo che non ci piace? Ma non diciamo eresie! Se ragionassimo così ci paralizzeremmo tutti, non solo l’export e l’economia italiana. Calma!

Non possiamo fare il salto tra la strada vecchia e quella nuova da noi auspicata senza prima aver creato un “ponte”: cadremmo nel vuoto.

Per la prima volta c’è un governo in Italia che ha dichiarato guerra all'inquinamento e alle fonti fossili. Ma se rinunciassimo ad andare a lavoro con la macchina quando ahimè il nostro lavoro è ancora a “40” km di distanza da casa e mancano le piste ciclabili…se rinunciassimo all'export perché inquina…non avremmo neanche più i soldi per costruire quel “ponte” (già vedo il Benetton di turno farsi avanti).

Assomiglieremmo a quel tipo che volesse saltare con tutte le migliori intenzioni dalla sua strada verso un’altra, in costruzione grazie al cielo, ma che ancora non c’è: cadrebbe inevitabilmente nella fossa.

Perché allora non riconoscere a Di Maio questo risultato magnifico e sorprendente?

Grazie Luigi, a nome mio e sopra tutto a nome di tutti gli agricoltori, di quelli siciliani e di tutte le loro famiglie in ginocchio.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 06.11.18 13:51| 
 |
Rispondi al commento

l'arancia proveniente dalla Cina è stata diffusa in Europa da navigatori genovesi e portoghesi

a quanto pare anche l'arancia rossa è stata portata da un missionario genovese in Italia proveniente sempre dalla Cina

ora x diffonderla sul blog servirebbe
"er fruttarolo"

saluti ai monelli del blog

dino ., genova Commentatore certificato 06.11.18 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Siete in gambissima: avanti così

Paolo Catanzaro 06.11.18 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Tra un container e l'altro spedite con una scusa, un po alla volta, uno di quegli Onorevoli e Giornalisti, (almeno come alibi, poi durante il viaggio......! passando sopra il deserto afgano !), perche' saccenti e spocchiosi, che ora dall'opposizione avanti ad ogni telecamera e/o microfoni, accusano e inquisiscono, come se non fossero stati mai al Governo e non solo per una legislatura, (anzi, nel frattempo si sono battezzati i bisnipoti ! sposati per la terza volta e partecipato a 300 congressi dei vari partiti in cui si sono fatti eleggere!), che fatica fare il loro"mestiere"! Ma con un grande record ! Averci donato 2.300 mil.di di debito da rimborsare in parte con 1 mil.do e 1/2 di interessi passivi AL GIORNO. Ora vogliono sparlare di chi li ha annientati in soli 5 anni di opposizione, per SCAPPARE con le imminenti EuroElezioni nel ricco e comodissimo EuroParlamento, pieno di privilegi, benefit, rendite e vitalizi che in Italia sono finite e stanno finendo . Fuggire quasi lontano da quanti fallimenti politici hanno creato con i loro partiti, ci hanno scaricato e dai quali vogliono "politicamente" fuggire, ritornando incensurati, vergini, illibati. Hanno bisogno di tanta pubblicita' gratuita, tanto pagano i consumatori, (che per loro non sono gli stessi contribuenti, quelli che pagano le tasse ogni santo mese, ma anche elettori!) che con il canone TV o quando acquistiamo, diamanti, superprofumi, superauto e superabbigliamento, pubblicizzate prenatalizie. Ma ce ne sono solo 73 di EuroPoltrone ed e' per questo che i media della comunicazione, dagli addetti RadioTelevisivi ai media della carta, sono sotto i loro corteggiamenti ! Se ne sono inventate di tutte, anche trasmissioni intitolate coloritamente "Frankenstein" !
Dopo halloween, cosa inventeranno ?
"Prescritorium" ? "Vitalizioren" ? Allora insieme alle EuroParlamentari voteremo le NostraneParlamentari ! eee.... qualche Regionale.

giuseppe n., Dozza Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.11.18 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Perchè esportarle? Non si possono mangiare in Italia e come scrive Maria con le eccedenze fare marmellate ecc.? Io credo che non si capisca l'esistenza nel profondo che si vedano le cose perifericamente e come si legge qui sotto, quell'accordo c'era già ... io penso caro di Maio, che ci siano cose ben più importanti da risolvere in Italia che in Cina, loro hanno una storia ben più antica e quindi più ricca di esperienza. È inutile, non si capisce il mondo. Serve riflettere davvero dove si va, ma penso che se si parte dal fare capire alla gente che la vita non è solo fregarsi e insultarsi a vicenda, nè i selfie, nè telefonino e televisione, allora il paese cambia da solo.

Felice L., estero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.11.18 09:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'accordo non l'aveva già stipulato a gennaio il governo precedente?

https://www.lasicilia.it/news/economia/134244/raggiunto-l-accordo-con-la-cina-per-esportare-gli-agrumi-siciliani.html

Matteo Barbieri 06.11.18 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Non so chi lo ha scritto ma è tosto...

Il capitale fugge il tumulto e la lite ed è timido per natura…Il capitale aborre la mancanza di profitto o il profitto molto esiguo, come la natura aborre il vuoto. Quando c’è un profitto proporzionato, il capitale diventa audace. Garantitegli il dieci per cento, e lo si può impiegare dappertutto; il venti per cento, e diventa vivace; il cinquanta per cento, e diventa veramente temerario; per il cento per cento si mette sotto i piedi tutte le leggi umane; dategli il trecento per cento, e non ci sarà nessun crimine che esso non arrischi, anche pena la forca. Se il tumulto e le liti portano profitto, esso incoraggerà l’uno e le altre.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 08:19| 
 |
Rispondi al commento

BENNI
La mitezza è un privilegio grande ma il dolore la avvelena in un attimo, io esco da quella galera e la città è peggio che mai, la gente cade per terra, parla da sola, vomita e crepa e tutti passano e non hanno visto niente, e si affrettano a dare nuovi eleganti nomi alla loro corruzione, e ogni tanto parlano dell’uomo comune, ipocriti, l’uomo comune che vi piace è stupido e avido come voi, così lo vorreste, un vigliacco che può ammazzare per vigliaccheria, mentre loro ammazzano per necessità, per i loro divini soldi, Lucia, sono loro ora gli estremisti, violenti assassini estremisti dell’ideologia più ideologia del secolo, un’economia più sacra di una religione, più feroce di un esercito.
.
Ci fu una grande battaglia di idee e alla fine non ci furono né vincitori, né vinti, né idee.
.
Guardali bene. Guardali negli occhi. Hanno bei vestiti, belle etichette, begli incarti, ma sono velenosi
.
Se i grandi non si sono ribellati, lo faremo noi. La storia ci guarda e non vorrei che vomitasse.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 08:17| 
 |
Rispondi al commento

ARMARCORD- STEFANO BENNI 2011
Questa sinistra mi mette tristezza e non me ne frega più niente di dirlo. A costo di far rivoltare nella tomba mio nonno stalinista. Non capisco questa corsa al Grande Centro che poi è un centrino da tavola, con due o tre ideuzze perbene apparecchiate. Non capisco questo mimetizzarsi da camaleonti dentro una politica che non s’ interessa più della polis, della comunità, ma solo della lotta per il danaro e per il potere. Tanto che bisognerebbe cambiarle nome, invece di Politica che so, Lucratica, Imperiotica. Sono stufo di sentirli parlare soltanto di Borsa e cambi. Di vederli copiare l’avversario, alla rincorsa dell’immagine.
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 08:17| 
 |
Rispondi al commento

STEFANO BENNI: E anche se il vento ci soffia contro, abbiamo sempre mangiato pane e tempesta, e passeremo anche questa.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 08:16| 
 |
Rispondi al commento

NOI NON PAGHIAMO DEBITI!-ALDO ANTONELLI

I milioni di morti per fame che ogni giorno produce la nostra economia mi bruciano più di pochi vandali che protestano. La violenza del nostro sistema che prende alla gola, strozzandoli, popoli interi mi indigna più che quella sfasciona dei gruppi d’assalto. Questa la condanno ma non me ne faccio distrarre.
“Io non ho debito” c’era scritto su uno striscione. "Noi non paghiamo debiti“!
Il sistema dei debiti è un sistema collaudato di altro strozzinaggio.
Nel 2009 i poteri pubblici dei paesi in via di sviluppo avevano rimborsato l’equivalente di 28 volte ciò che dovevano nel 1970. Nel frattempo il loro debito era stato moltiplicato per 32! (Damien Millet Le Monde Diplomatique luglio 2011, n.688).
“Uno stato non potrebbe chiudere le sue scuole, le sue università e i suoi tribunali, sopprimere la sua polizia e negligere i suoi servizi al punto di esporre la sua popolazione al disordine e all’anarchia semplicemente allo scopo di disporre dei fondi necessari per fare fronte ai suoi obblighi verso i suoi creditori esteri”! (Annuaire de la Commission du droit international de l’ONU,1980).
“Nessun governo democratico può sopportare la prolungata austerità e le riduzioni di bilancio dei servizi sociali pretesi dalle istituzioni internazionali”! Parola non di un comunistaccio rivoluzionario. No. Lo ha detto l’ex segretario di stato americano Henry Kissinger.
E dunque, se la logica non è un optional, se i fatti non sono invenzioni: basta con questa storia che i debiti vanno pagati.
Non paghiamo più i debiti a nessuno!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 08:10| 
 |
Rispondi al commento

“Se non state attenti, i media vi faranno odiare le persone che vengono oppresse e amare quelle che opprimono!”
Malcom X

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 08:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ermanno Bartoli
All’Italia che non è, ma che vorrei.
E luridi e potenti e… B ‘affanculo!

QUESTA NOTTE HO FATTO UN SOGNO

Questa notte ho fatto un sogno…
che per ventiquattr’ore –
ventiquattr’ore soltanto –
in questo disgraziato paese
le azioni del Benessere Interiore
e del vivere degnamente
avevano avuto una improvvisa impennata]
verso l’alto.
Allora era accaduto
che…
l’avvocato
aveva continuato a fare l’avvocato
il vigile, il vigile
l’operaio, l’operaio
il padrone, il padrone
il mascalzone, il mascalzone
l’onesto, l’onesto,
così come le persone allegre
così come le tristi…
quelle che “normalmente”
ragionavano della vita in termini]
di schifezza
continuavano a farlo,
e le persone vitali
continuavano ad essere vitali.
Pure gli emarginati
continuavano ad essere emarginati,
i potenti, potenti
gli arroganti… arroganti.
Intanto –
però –
una nuova consapevolezza
aveva cominciato a prender piede
e crescere.
A quel punto m’è venuto spontaneo pensare
che non solo la negatività
montare a folate,
ma pure i sentimenti più semplici
naturali
e profondi,
e che quando a montare sono loro…
alla lunga –
per i benefici –
la cosa si nota. Con questa nuova consapevolezza.
mi sono svegliato.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 08:05| 
 |
Rispondi al commento

CHI FA L'INTERESSE DEL PAESE
Ogni uomo di buona volontà fa l’interesse del suo paese.
Noi lo facciamo, se siamo onesti, se non ci facciamo corrompere, se lottiamo per i nostri diritti, se scegliamo come rappresentanti i migliori, se controlliamo l’uso della cosa pubblica, se pensiamo con la nostra testa, se siamo pronti a criticare i nostri rappresentanti se si comportano male e siamo pronti a cambiarli se non siamo degni, se smettiamo di parlare in termini di appartenenza partitica ma cominciamo a parlare in termini di bene collettivo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 08:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL VIAGGIO
Viviana Vivarelli

Quando ti metti in viaggio
non guardare
l’arrivo
è grande il mondo
una sarà la dimensione dell’andare
l’altra i compagni lungo la via
Vedrai albe e tramonti
cieli e montagne
paesi come perle nel rosario
ma il filo profondo sempre sia
negli amici del viaggio
Tante le forme del cammino
Unica la dimensione
Del tuo cuore

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 08:01| 
 |
Rispondi al commento

Salvini cresce a forza di slogan razzisti e di difese dell'impunità e dei condoni e non cessa il suo turpe patto con Berlusconi e con quelli che per interesse stanno con Berlusconi

E noi….tirem innanz!
Con una maggioranza sempre più scarsa, accerchiati da mezza Europa e con nemici interni rompicoglioni così che ogni giorno ormai può essere quello decisivo.
Occorre solo armarsi di pazienza.
.
Dove le forze declineranno
dove la giovinezza andrà perduta
dove il nemico apparirà più torvo
e comprerà sostegni alla sua nera fazione
corrompendo gli uomini con la menzogna e il potere
dove le energie amiche appariranno deboli o confuse
dove io stessa sia debole e confusa
giuro qui di integrare quel che mi manca
con una volontà che verrà fuori di me
oltre da me
sopra di me
per il Bene del mio paese e di noi tutti
ora e sempre.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 08:00| 
 |
Rispondi al commento

“…. tu avrai capito la vita non quando tu farai il tuo dovere in mezzo
agli uomini, ma quando lo farai nella solitudine.
Non quando, pur raggiunta la notorietà, potrai avere una condotta
esemplare agli occhi degli uomini, ma quando l’avrai e nessuno lo saprà, neppure te stesso.
Non quando tu farai il bene e ne vedrai gli effetti, ma quando lo farai e
non ti interesserà avere gratitudine, né conoscere l’esito del tuo operato.
Non quando tu potrai aiutare efficacemente e disinteressatamente, ma
quando aiuterai pur sapendo che il tuo aiuto a nessuno serve, neppure
a te stesso.
Non quando tu ti sentirai responsabile di tutto ciò che fanno i tuoi simili, ma quando conserverai intatto il senso della tua responsabilità, pur sapendo d’essere l’unico uomo al mondo.
Non quando tu avrai compreso che tutti gli esseri hanno gli stessi tuoi
diritti, ma quando tratterai l’essere più umile della terra come se fosse
Colui che ha nelle Sue mani le tue sorti.
Non quando tu amerai i tuoi simili, ma quando tu stesso sarai i tuoi simili.

(Da un messaggio medianico del Cerchio 77 di Firenze.)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 07:59| 
 |
Rispondi al commento

Hanno sdoganato il fascismo nelle istituzioni.
Hanno depenalizzato il fascismo nei cantieri e nelle discariche.
Hanno liberato il fascismo nelle piazze.
Hanno permesso la rinascita di un partito nazista, dopo aver premiato quella di un partito fascista di territorio e di governo.
Hanno addirittura permesso la normalizzazione della violenza nel comando del paese, nel mercato, nella giustizia, nei media, nelle Borse, nel cuore della Nazione.
Hanno tagliato tutti gli strumenti di prevenzione, di repressione, di valutazione, di circoscrizione, di esecrazione della violenza.
Hanno elogiato in ogni modo i sistemi politici, etici, economici, giudiziari della violenza.
Ora la violenza ci circonda indisturbata, sopra, sotto, a destra, a sinistra, in alto e in basso.
Nelle stanze del potere come nei luoghi della finanza come nelle piazze della desolazione.
Violenza dello Stato al vertice, violenza dei barbari a fianco, violenza degli scellerati in basso.
Sono anni che lo Stato non è più governato. Ora vediamo le conseguenze di questo malgoverno. Lo vediamo nella bestialità di coloro che per età e incoscienza impongono la loro legge di distruzione nelle piazze dello Stato, come lo vediamo nella bestialità di coloro che per ruolo e avidità la pongono nel Parlamento di questo Stato, negli organismi internazionali, nelle sedi finanziarie.
Alla violenza mai frenata di quelli di sopra aggiungiamo la violenza mai frenata di quelli di sotto. Ultimi e primi si legano indissolubilmente in una scena di devastazione e di orrore. Capi e scherani. Leader e ciurmaglia.
Cosa può fare a questo punto un cittadino contro l’impero della violenza?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 07:59| 
 |
Rispondi al commento

Non è la fine del sistema capitalista che mi preoccupa
è la sua agonia
ci sono malati che per l’attaccamento al non morire
si divorano tutta la casa e da ultimo consumano se stessi
L’eutanasia a volte è un atto di sopravvivenza
per tutti quelli che restano
per questo la Chiesa l’ha assunta
come emblema della sua fine
Ma c’è un modo
per salvarsi dalla morte
ed è cambiare
Non ci sono molte alternative
o muori tra atroci tormenti condannando assieme a te tutti gli altri
o ti risani, ma questo è un miracolo raro
o cambi il tuo essere in un altro, che è un altro modo per salvarti
cioè rinasci
Per un sistema o per un individuo è lo stesso
Il peggio è continuare a morire lentamente ammazzando il mondo intero
Non sopportiamo più questi vampiri della morte

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 07:58| 
 |
Rispondi al commento

Nuova Società-Viviana Vivarelli

Abbiamo passato il picco di sostenibilità della Terra. Quello che oggi viene consumato è maggiore di quanto si riesce a rigenerare, tanto che, a questo ritmo, entro i prossimi 40 anni, avremo bisogno di due Pianeti. Il consumo globale è ormai superiore a tutte le risorse possibili della Terra, per cui dobbiamo accantonare parole come Pil, sviluppo e crescita, e imparare parole nuove come sostenibilità, sobrietà, economia delle risorse, Nuova Democrazia, Nuovi Municipi, glocal o rischiamo la bancarotta planetaria.
Il neoliberismo ci sta portando non solo alla più grande crisi economica degli ultimi 100 anni, ma a una crisi molto peggiore di quella del 29 e crisi da cui non usciremo più, seguendo i diktat del grande capitale, e in cui l’accanimento protervo di banche, Borse, governi e organismi internazionali, ci darà solo una crescente e terrificante rovina.
E’ più di 30 anni che questi concetti sono diffusi dai no global in tutto il mondo e Francesco Gesualdi a Pisa, per esempio, ha tracciato le linee di un nuovo modello di sviluppo in cui la parola chiave è SOBRIETA’. Ma come lui molti altri. Perché in questo blog non possiamo sentirli? Perché non devono entrare nel movimento? Le loro analisi non sono limitate all’Italia, sono inserite in un quadro di protesta mondiale.
Diamo il pane agli affamati! Diamo giustizia alle vittime! Diamo futuro ai giovani!
Diamo a chi protesta e cerca il cambiamento una nuova cultura! E la possibilità di ricostruire su basi più eque e sostenibili il mondo!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 07:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3
e si affida alla giustizia fai-da-te delle vittime dei delitti, lasciandoli soli con la loro pistola e il loro spray al peperoncino?

8. Il 17 agosto, all’indomani del crollo del ponte Morandi a Genova, ho incontrato i familiari della strage ferroviaria di Viareggio del 2009 e ho preso un impegno preciso con loro e con i genovesi: “È un segnale che voglio lanciare a nome del governo e da cittadino italiano: mai più stragi impunite. Stiamo ancora scavando e a Genova, dove qualcuno dovrà pagare per quei morti, quei feriti, quegli sfollati, quel disastro: non voglio che vada a finire come a Viareggio dove dopo 9 anni rischiano di essere prescritti alcuni reati e c’è ancora gente che deve pagare per quei 32 morti innocenti. È incredibile che dopo 9 anni sia ancora in corso l’appello con la prescrizione dietro l’angolo per alcuni reati particolarmente gravi e odiosi. Stragi impunite come a Viareggio non ne voglio più. L’impegno è che a Genova chi ha sbagliato paghi e paghi fino in fondo. Chi sbaglia paga, questo governo non ha amici, raccomandati, debiti, riconoscenze verso nessuno se non verso gli italiani. Lo Stato faccia lo Stato, gli errori del passato non sono rimediabili, ma vediamo di non ricommetterli in futuro. Questo tragico gemellaggio Genova-Viareggio ha tanto da insegnare: non ci siano tentativi di far perdere tempo e di tirarla in lungo come a Viareggio”. Ora abbiamo la possibilità, votando il ddl Bonafede, di rimediare per sempre agli errori del passato. Voi con chi state: con chi difende la prescrizione o con chi vuole bloccarla?

Non so voi, ma io credo di conoscere le risposte degli elettori di Salvini. E anche quelle opposte del suo alleato B., otto volte prescritto per reati gravissimi e ancora a piede libero proprio per quello. Sta a Salvini scegliere chi preferisce.

Marco Travaglio FQ 6 novembre

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 07:24| 
 |
Rispondi al commento

2
Ma anche in quel caso la riforma Bonafede avrebbe assicurato gli stupratori alla giustizia e reso giustizia alla vittima e ai suoi familiari. Eppure sta destando molto scandalo anche nella Lega: anche voi ne siete scandalizzati, o siete favorevoli?

5. Nel marzo 2017 la Cassazione ha fatto le corse per evitare che si prescrivesse in extremis un processo sulle violenze subìte 17 anni prima da una ragazzina che si era poi suicidata. Sarebbe bastato, per gli avvocati degli aguzzini, ricorrere a qualche cavillo dilatorio in più per assicurare l’impunità a quelle bestie. Voi trovate giusto che chi viene condannato in tribunale presenti ricorsi infondati e pretestuosi per tirarla in lungo?
E alla fine venga premiato dalla prescrizione, anziché punito con un aumento di pena per ostruzione alla giustizia?

6. La riforma blocca-prescrizione di Bonafede viene osteggiata da FI e dal Pd, pieni di prescritti che con quella riforma sarebbero finiti in galera, e dalla lobby degli avvocati (a cui per fortuna molti legali seri non aderiscono), in nome della “ragionevole durata del processo”. Noi sappiamo che i processi hanno una irragionevole durata anche perché gli imputati colpevoli hanno tutto l’interesse a farli durare in eterno, in attesa della prescrizione. In ogni caso daremo alla Giustizia più mezzi e più personale per sveltire indagini e processi. Ma in ogni caso: voi preferite che un colpevole di stupro, molestie, pedofilia, furto in appartamento, corruzione, associazione mafiosa, voto di scambio ecc. la faccia franca dopo sette anni e mezzo da quando ha commesso il reato, o che venga condannato anche dopo otto o nove anni?

7. Noi ci battiamo per ampliare la legittima difesa contro i ladri e i rapinatori che minacciano la vita degli onesti e chiediamo persino la castrazione chimica per i pedofili e gli stupratori seriali. Ma voi preferite uno Stato che provvede con una giustizia severa ed efficiente a punire questi delinquenti, o uno Stato che se ne lava le mani

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 07:23| 
 |
Rispondi al commento

1
SALVI O SALVINI- Marco Travaglio- 6 novembre 2018

Ora che ha più tempo libero, Matteo Salvini potrebbe dedicarlo a un sondaggio, magari via Facebook, fra i suoi fan-elettori con poche domandine facili facili.

1. Che ne pensate della ministra-avvocato Giulia Bongiorno, che continua a difendere gli interessi dei clienti, compresi i colpevoli che non possono sperare nell’assoluzione e puntano tutto sulla prescrizione?

2. A proposito: non vi fa un po’ schifo un sistema che ha consentito ad Andreotti, sette volte presidente del Consiglio, riconosciuto colpevole di associazione per delinquere con Cosa Nostra fino al 1980, di farla franca perché la prescrizione è scattata pochi mesi prima della sentenza di appello e nessuno aveva pensato di bloccarla dopo la sentenza di primo grado?

3. Un anno fa la Cassazione ha dovuto prosciogliere per prescrizione il padre di una ragazza minorenne e alcuni educatori della ‘comunità’ che la ospitava, condannati in primo e in secondo grado per averla abusata sessualmente nel 2002. Sedici anni non sono bastati per i tre gradi di giudizio, un po’ per le solite lungaggini processuali, un po’ perché in Italia la prescrizione non parte quando il reato viene scoperto, ma quando viene commesso. Un anno per le indagini, cinque per il processo di primo grado col rito ‘abbreviato’ (tutti condannati), una lunga pausa prima del giudizio d’appello (il vero imbuto dove si inceppano i processi), altri tre anni per la sentenza di secondo grado (tutti ricondannati) e la solita prescrizione in Cassazione. Che ne dite ora di fermarla dopo la sentenza di primo grado, come propone il nostro ministro Alfonso Bonafede, in linea con il Contratto di governo?

4. Nel febbraio 2017, sempre a Torino, la Corte d’appello dovette dichiarare prescritto un grave stupro di 20 anni prima, scoperto troppo tardi per riuscire a celebrare il secondo e il terzo grado. I giudici chiesero scusa al popolo italiano.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.11.18 07:22| 
 |
Rispondi al commento

salva gli agrumi di Sicilia

Roberto Allegretti, Roma Commentatore certificato 06.11.18 06:55| 
 |
Rispondi al commento

Questo Governo deve durare almeno due legislature...quindi cercate di andar d'accordo e portate a compimento il contratto...smontate quest'Europa fasulla...e nel 2023 scrivetene un altro...l'Italia ha bisogno di due decenni in questa direzione per rimettersi dai danni arrecati da prodi in poi (berlusconi, monti, letta, renzi e gentiloni). La sovranità va tutelata, come dice la Costituzione...e di cose e di accordi quando si è sovrani se ne possono fare tanti, tutti quelli utili al Belpaese. In alto I cuori!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.11.18 06:26| 
 |
Rispondi al commento

TONINELLI PER DIO_

STAI ATTENTO
A NON MOLLARE L'OSSO.


RICORDATELO BENE

STAMPATELO IN FRONTE

FABIO B., bologna 06.11.18 06:07| 
 |
Rispondi al commento

ot_
sto guardando report __
TONINELLI , MA CHE CAZZO SORRIDI- DIO P...
-----

IO SAREI ANDATO CON LA BAVA ALLA BOCCA

tu dovevi andare CON LA ROGNA IN FACCIA
LA BAVA DOVEVA SCENDERE DALLA TUA BOCCA
PER DIO

FABIO B., bologna 06.11.18 06:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro m5s,
1) Gli usa continuano ad fare i padroni del mondo e ci hanno evitato di fare le sanzioni contro l'Iran. Molto buoni loro o brutte parole per noi?
2) una senatrice m5s e' stata offesa da uno del pd ed e' stata difesa dalla lega ma il m5s dove era? Perché non ha difeso la sua senatrice?
Cordiali saluti.
Franco r. Venezia
Viva Palestina libera viva!!!

franco rina Commentatore certificato 06.11.18 03:42| 
 |
Rispondi al commento

Luigi, sei il ns orgoglio

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 06.11.18 01:01| 
 |
Rispondi al commento

siccome l'argomento è la frutta mi chiedevo che fine ha fatto "er fruttarolo"

buona notte ai monelli del blog
✩✩✩✩✩✩✩✩✩✩✩✩✩✩✩✩

dino ., genova Commentatore certificato 06.11.18 00:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è sbagliato andare contro il buon senso e la profonda competenza giuridica del Ministro Bongiorno, sarà il nostro prossimo premier, Presidentessa del Consiglio

Alex Scantalmassi 06.11.18 00:25| 
 |
Rispondi al commento

la Bongiorno potrebbe essere tranquillamente il primo Premier donna di questo Paese, avrebbe la mia fiducia

Alex Scantalmassi 06.11.18 00:18| 
 |
Rispondi al commento

son passati circa dieci anni e a ciascuno il suo tempo, dieci anni sono tanti
è cambiato tutto molto, siamo oltre? si, siamo oltre la fase pioneristica
non sono però d'accordo sull'utilità di scrivere direttamente al governo, bastano due persone in questo paese che siano d'accordo su almeno un punto per fare la rivoluzione

Alex Scantalmassi 05.11.18 23:59| 
 |
Rispondi al commento

è così, a volte capita di leggere qualcosa di buon senso dove meno te l'aspetti, è un caos dove il cittadino non sa più chi ascoltare
la Bongiorno che afferma: c'è un etica della prescrizione, non si può mantenere un imputato a vita
la risposta del Governo; è peggio la rabbia del popolo
ok ma è un popolo molto ignorante


ottima notizia. spero pero' che anch'io, italiano che vive in italia, possa comprarle.

comunque spero che si faccia pulizia tra i grossisti.
notizia di qualche anno fa, il mercato ortofrutticolo di modena con forte infiltrazione mafiosa.
altra notizia di qualche anno fa, ai tempi delle rivolte in calabria dei raccoglitori di arance, queste venivano pagate dai grossisti 0,05 euro al kilo.
le arance siciliane che se finissero nei banchi del supermercato verrebbero vendute in pochi attimi, ma non ci sono e non si sa il perche'.
i pistacchi di bronte, anche questi i migliori del mondo, che se si va a bronte non ci sono e vendono pistacchi turchi come pistacchi di bronte, e non da grossisti tedeschi o francesi, ma italianissimi (cosa successa a me personalmente), e i pistacchi di bronte che finiscono in usa e altri paesi, pagati a peso d'oro. mentre ai contadini gli stessi grossisti, sempre italianissimi (me l'ha detto un coltivatore di pistacchi, ma e' il segreto di pulcinella, da quelle parti lo sanno tutti), facendo cartello tra di loro li pagano ai produttori una cicca. e prendere o lasciare, visto che o li vendono a loro al prezzo che vogliono o li devono buttare via.

una sola parola: infiltrazione mafiosa nell'agroalimentare. e se non e' mafia, ha gli stessi metodi.

carlo 05.11.18 23:49| 
 |
Rispondi al commento

qualche giorno fa ho letto una verità da un blogger: la simbologia è fine a se stessa ed è oltre l'opportunità delle scelte
la verità fa male

Alex Scantalmassi 05.11.18 23:47| 
 |
Rispondi al commento

di certo c'è che la Bongiorno è un avvocato con i fiocchi e un ministro sprecato alla PA, merita di più, non sembra un avvocato delle cause perse


OT
(Cambio argomento, esaurito quello del post)

PRSCRIZIONE

Ministro Bongiorno: "è “una bomba atomica sul processo”

Guardasigilli Bonafede: "la bomba atomica che rischia di esplodere è la rabbia dei cittadini di fronte all'impunità"

DIMOSTRAZIONE
Note vicende giudiziarie concluse in nulla di fatto


▪ Disastro Eternit - 1 Prescritto (il responsabile)
▪ Disastro di Porto Marghera: 5 prescritti
▪ Caso Licio Gelli: prescritto 
▪ Processo Mills: 1 prescritto
▪ Processo Cassiopea: tutti prescritti
▪ Processo Penati: prescritto
▪ Discarica di Pitelli: prescritti
▪ Caso Palenzona: prescritto
▪ Caso Mose: 8 imputati eccellenti: Condannati, assolti, assolti e prescritti, prescritti.
▪ Processo Geronzi: prescritto
▪ Processo Artemide: 8 prescritti
▪ Caso Iorio: prescritto
▪ Inter e Juventus: prescritte
▪ Giulio Andreotti: prescritto


maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.11.18 23:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...la truffa del dollaro...la moneta usa non vale la carta su cui è stampata, non ha un vero, reale valore, non rappresenta una ricchezza reale .è come moneta virtule...non rappresenta una contropartita in oro o altra reale ricchezza... rappresenta la capacità militare, offensiva delle sue armi, la sua capacità di influenzare, colpire altre nazioni con colpi di stato ..

https://bit.ly/2OoOyLr

Tony 05.11.18 23:24| 
 |
Rispondi al commento

Sì, le crudeltà ci sono state, ma chiediti perché gli slavi fossero così incazzati con gli italiani........

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 05.11.18 23:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


E se pure ci fosse un surplus di produzione, visto che il mercato italiano è invaso da frutti in movimento dalla Spagna, Israele, Marocco etc…, non potrebbero nascere in loco aziende per
produrre marmellate, succhi (al 100%), vellutate, omogeneizzati e tutto ciò che si può fare con
la trasformazione e conservazione della frutta?

No, dobbiamo bere i succhi dall'azienda Hermann Pfanner Getränke GmbH-
- tetesca ti cermania…

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.11.18 23:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo alla solita follia, le arance siciliane che vanno in cina e noi al supermercato troviamo quelle spagnole, tunisine o del marocco, poi non venitemi a dire che bisogna inquinare di meno, le arance siciliane potrebbero essere tutte assorbite dal mercato interno però per qualche misterioso motivo learance e non solo quelle viaggiano su e giù per il mondo a mio modesto parere senza senso e con un impatto ambientale devastante.
Importiamo frutta e verdura dall'estero ed esportiamo la nostra.... ASSURDO.


Rispondo a @ BRUNO 05.11.18 15:04|

Ciao Bruno. Sei male informato. La colpa non è tua ma forse solo delle brutte pagine che leggi... Ti diamo una notizia, presa in Rete però e direttamente dalla fonte interessata:

"Alibaba manifesta un alto interesse verso un prodotto che oggi in Cina non c'è - ha spiegato il manager di Alibaba - e che può arrivare solo dalla Sicilia”. (Le piattaforme di e-commerce del gruppo Alibaba, il gigante cinese del settore).

“Negli ultimi anni, il distretto di Wanzhou è arrivato a coltivare un’enorme superficie di arance rosse, lì dove prima venivano piantati i cereali tradizionali. l distretto di Wanzhou della città di Chongqing si trova nell'area del bacino idrico delle Tre Gole

Tuttavia non mancano i problemi. E’ lo stesso Chen Yan, direttore dell’Ufficio per lo sviluppo dell’industria della frutta della contea di Yunyan, a riconoscerlo: “La contea di Yunyang si trova nella zona del bacino idrico delle Tre Gole, dove i monti sono alti e i pendii sono ripidi, il che è una caratteristica tipica della zona. Per cui le condizioni per costruire i frutteti sono relativamente imperfette. In futuro occorrerà quindi intensificare la costruzione delle infrastrutture per i frutteti, ma è facile prevedere che questo compito sarà arduo da realizzare”.

Insomma, la Cina produrrà anche arance rosse ma l’Etna e i suoi terreni non li può riprodurre. Quelli restano in Sicilia, così come erano destinate a rimanervi le splendide arance rosse dell’Etna, prima ovviamente dell’arrivo del nostro Luigi Di Maio.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 05.11.18 22:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene! Bravo di Maio!

Lara Lanzoni 05.11.18 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Chissà perché, ho paura che anche Report abbia perso la verginità.
Spero di sbagliarmi.

antonella g. Commentatore certificato 05.11.18 21:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

Foibe, domani la presentazione di “Rosso Istria”: un film per non dimenticare

Coraggiosa opera prima firmata da Maximiliano Hernando Bruno, Red Land (Rosso Istria), affidata alle appassionanti interpretazioni di un cast di attori di livello a cui, da Franco Nero a Geraldine Chaplin, passando per Sandra Ceccarelli, è stato dato il coraggioso compito di rivivere e raccontare una pagina di storia che ancora gronda sangue e dolore: quella della furia anti-italiana e della ferocia dei partigiani di Tito e delle foibe, divenute per mano dei titini abisso di morte e di disperazione in cui sono state ingoiate le vite, le speranze, gli affetti, delle vittime italiane della barbarie inferta in Venezia Giulia e Dalmazia.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 05.11.18 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Forza , abbiamo Trump e Putin dalla nostra parte !

vincenzo di giorgio 05.11.18 20:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


ARANCE VIAGGIATRICI…

ARANCIA Citrus sinensis

“Originario della Cina e del sud-est asiatico, questo frutto invernale sarebbe stato importato in Europa solo nel XIV secolo da marinai portoghesi. Tuttavia alcuni testi antico-romani ne parlano già nel I secolo; veniva coltivata in Sicilia dove era chiamato melarancia, il che potrebbe significare che il frutto avesse raggiunto l'Europa via terra... "

Potenza di Di Maio! Esportiamo in Cina un frutto originario della Cina.

Cina- produzione 2011 - 5. 835. 000 (tonnellate)
Ci sta che per 1 miliardo e mezzo di abitanti, ci sia bisogno di vitamina C aggiunta.

Ma in Italia, abbiamo bisogno delle arance spagnole (e limoni di provenienza varia, anche d'oltre oceano?)

Italia - produzione 2011 - 2. 469. 939 (tonnellate)
Spagna idem 2.  818. 888 idem

Da diversi anni ci bombardano con arance spagnole dal sapore omeopatico (e presumo dipenda dai contenuti salutari annacquati). Per non parlare dei limoni di ogni provenienza. Dove sono state e dove sono ora le nostre meravigliose arance (e limoni) prima che vadano in Cina? Che succede in Sicilia? Potenza dei distributori francesi e tedeschi?

Di Maio, perché non ci dici anche questo?


maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.11.18 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Luigi per combattere i reati mafiosi e quelli a loro legati ecoreati ecc, dovete dare più poteri, uomini e mezzi ai Carabinieri, con le loro competenze sono in grado di ripristinare la legalità in questo paese, non servono tante chiacchiere! Viva i Carabinieri(NAS, ROS, GIS, forestali, ecc tutti) e Grazie del vostro lavoro!

tonix 05.11.18 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci bastavano 4 MAFIE che controllano mezza Italia.

In Italia quando si tratta di DELINQUENTI non ci facciamo mancare niente.


O.T.
Il governo tunisino è stato il più furbo di tutti...e il suo esempio è stato seguito da chissà quanti altri governi africani e non.

Si saranno fatto due conti quando in Italia c'erano gli altri governi passati:

"Tanto'Italia LI ACCOGLIE TUTTI.
Anche senza i DOCUMENTI.
Non gli interessa se scappano davvero dalla GUERRA.
Se sono sani o malati
Se sono onesti o DELINQUENTI O CRIMINALI
Se non TERRORISTI.

Quale migliore occasione di liberarci da un bel po' di DELINQUENTI ANCHE PERICOLOSI che nelle carcericampano sulle nostre spalle?"

E via agli INDULTI, alle "grazie' ed espedienti vari per metterli fuori.

E chissà che non gli abbiamo procurato pure i 1000 euro necessari per imbarcarsi verso l'Italia!
Come potevano essere tutti in possesso di 1000 euro degli ex detenuti appena liberati???

E che erano tutti detenuti lo ha CONFESSATO UNO DI LORO STESSI!

https://www.maurizioblondet.it/la-confessione-del-tunisino-appena-sbarcato-ha-ragione-salvini-siamo-ex-detenuti/

Chiaramente buonisti un tanto al chilo e magliette rosse non avranno NULLA DA DICHIARARE IN MERITO!



....ma la cattiva e falsa informazione, fatta sul filo della calunnia, continua ad imperversare sulle reti Rai ancora totalmente "piddizzate"; assistere ad una qualunque presunta occasione di dibattito, diventa l'occasione per capire i meccanismi dell'unica azione che PD e so(r)ci possano ancora opporre al governo: la mistificazione dei fatti, la visione di parte senza contraddittorio proclamata Verità, il sarcasmo ed il dileggio degli immancabili "esperti" aizzati dal falso conduttore, un sicuro "partizan" del cicisbeo di Rignano: questo, è quel che ho visto questo pomeriggio su "Rainews24"....
(ma cazzo, cosa aspettate a far rimangiare loro il finanziamento obbligato della RAI "piddizzata???"....)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 05.11.18 18:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Attenzione non è con l'abolizione dei termini di prescrizione dopo il primo grado di giudizio che si velocizzano i processi:il problema giustizia va affrontato nel suo complesso:
problema n. 1:responsabilità civile dei Magistrati:il Magistrato che sbaglia, semplicemente per non aver
letto le carte processuali,o per altri svariati motivi,deve trovarsi nella situazione di dover rispondere del suo operato:non è possibile che si continui ad andare in udienza e sentirsi domandare "di che si tratta" e magari vedersi rinviato il processo alle calende greche:tale situazione è un affronto inaccettabile:il cittadino si chiede sempre di più:ma se mi chiedi di che si tratta,significa che non hai nemmeno letto l'oggetto della mia istanza,figuriamoci il resto!!L'istruttoria,che è la fase più importante del processo e'condotta in maniera superficiale o spesso non proprio condotta:il Magistrato di turno quasi sistemicamente studia le carte processuali solo quando è costretto,se deve emettere un'ordinanza o la sentenza,ma il processo va istruito e poi deciso:il cittadino non deve essere costretto ad impugnare a sue spese sentenze abnormi:mi vien da chiedere,perchè il cittadino dovrebbe pagare il (lauto) stipendio a questi Signori?
Non avete ancora capito che la casta delle caste è la Magistratura:purtroppo lo capisce solo chi ha a che farci!
problema n.2:bisogna intervenire in ambito penale e effettuare i dovuti controlli prima che si arrivi all'avviso di garanzia:chi garantisce appunto e chi controlla che il PM di turno segua identicamente nei tempi e nei modi tutte le notizie di reato che arrivano sulla sua scrivania? Vi sono inchieste spedite,altre che restano nel limbo,altre che semplicemente restano nel cassetto:vi pare giusto questo strapotere senza controllo?
problema n. 3:la casta dei Magistrati ha ottenuto che lo stipendio sia parametrato a quello dei parlamentari:in tema di riduzioni,avete pensato a ridurglielo?
Meditate ed agite,sempre in nome del popolo!!

vincenzo Rina, Nova Siri Commentatore certificato 05.11.18 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Grande Luigi, avanti tutta.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 05.11.18 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Dai limoni, che in Sicilia sono buttati (e che grazie a PD e soci importavamo da Marocco e Israele... Come se qua non ne avessimo!), si ricava il limonene, che serve anche come solvente (ad esempio per dissolvere i materiali di supporto della stampa 3d), carburante e altro. I costi sono ancora molto alti, affinchè possa soppiantare trementina, ragia e altri solventi tradizionali, molto nocivi peraltro... Una bella fabbrichetta in Sicilia?

Biagio C. Commentatore certificato 05.11.18 16:48| 
 |
Rispondi al commento

4
Magari sarà lo stesso che si lamenta dei flussi migratori. Ebbene cerchiamo di ragionare e cerchiamo di comprendere chi sono i veri nemici dello sviluppo dei popoli. Il capolavoro del sistema (anche mediatico) è la guerra tra poveri, è metterci gli uni contro gli altri. Quello stesso sistema mediatico che ha osannato Obama e la Clinton e che magari adesso crocifigge Trump. Io non avrei mai votato Trump se fossi stato nordamericano (avrei votato la leader verde come ho sempre dichiarato) ma se avesse vinto la Clinton oggi il mondo sarebbe molto più insicuro, nuovi colpi di stato sarebbero stati avallati e le bombe sarebbero arrivate copiose su Damasco. Chi non vede tutto questo ha ancora troppe fette di ideologia davanti agli occhi o, semplicemente, legge ancora Repubblica...

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 16:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3
messo su un aereo e spedito in Costa Rica. Zelaya (un moderato, non certo un comunista) aveva anche alzato il reddito minimo. Dal 2009 ad oggi l'Honduras è sprofondato in una crisi senza precedenti dal punto di vista sociale e di insicurezza. Ai semafori delle strade le mamme ti fermano per chiederti di comprargli i chiodi o un po' di gesso per la frattura di un figlio. I pochi ospedali pubblici mica ce li hanno i chiodi. Ma i fast-food spuntano dovunque, nascono nuovi ricchi sempre più ricchi dalla distruzione di tutto ciò che è pubblico per la felicità del FMI. La droga circola ovunque, rimediare un kalashnikov è un gioco da ragazzi e la gente fugge. E vorrei vedere!

Se io vivessi nei quartieri che ho visitato con il rischio ma direi quasi la certezza di vedere prima o poi mio figlio in una banda criminale io non avrei dubbi. Mi informerei sulla partenza della prossima carovana e andrei con loro. E credetemi, andrebbe con loro anche il primo degli xenofobi nostrani. Con questo che voglio dire che vanno buttate giù le frontiere e favorita l'entrata di chiunque fugga dal proprio Paese? Figuriamoci. E' un dovere di uno Stato serio difendere le proprie frontiere e gestire i flussi migratori. Ci mancherebbe altro. Ma è un dovere anche accendere il cervello quando si parla di immigrazione.
Se non si interviene sulle cause, se non si comprende chi e cosa generano i fenomeni migratori non se ne esce. E non basteranno neppure 15.000 soldati mandati da Trump al confine con il Messico! E la principale causa delle ingiustizie, della violenza, delle povertà è questo dannatissimo neoliberismo dilagante, questo stramaledettissimo libero mercato che libero oltretutto non è, questo strapotere della finanza a livello globale, da Roma a Washington passando per Bruxelles e San Pedro Sula.

Quel che scrivo è frutto di ciò che ho visto, delle persone che ho incontrato. Ho avuto un bel colloquio con Manuel Zelaya oltretutto. Qualcuno adesso dirà un bel “e sti cazzi”.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 16:43| 
 |
Rispondi al commento

2
La povertà è la miglior benzina per la violenza. Nei “bordos”, ovvero le baraccopoli ai lati dei fiumi di San Pedro Sula, la miseria è disarmante. Si vive in mezzo alla mondezza senza nulla di nulla. Poi arriva un tizio in moto e promette a un bambino di 11, 12 anni qualche banconota in cambio di un lavoretto. Si inizia con lavori semplici, si inizia a fare le vedette davanti ai quartieri controllati. Basta avvisare chi di dovere se entra qualcuno e il gioco è fatto. I bambini accettano, hanno solo un desiderio, comprarsi un paio di scarpe o magari fare un regalo alla mamma perché la vedono disperata la mamma, sempre disperata perché non riesce a mettere su 3 pasti al giorno per i suoi figli. Questa è la situazione.

Ma non è tutto. Nel 2009 successe una cosa che pochi giornali italiani riportarono. Il premio Nobel per la pace Obama, quello buono e bravo perché afroamericano, insieme all'idolo del centro-sinistra nostrano e del gruppo l'Espresso Hillary Clinton, avallarono un colpo di stato militare contro il Presidente legittimamente eletto dell'Honduras Manuel Zelaya. Zelaya (un moderato, non certo un comunista) aveva osato guardarsi intorno per comprare petrolio ad un prezzo più basso rispetto a quello imposto dai soliti colossi e soprattutto aveva rifiutato le ricette imposte dal Fondo Monetario Internazionale. L'FMI fa una cosa molto semplice. Viene da te e ti propone un prestito. In realtà si incazza anche se non lo accetti e se si incazza l'FMI sono dolori. Ad ogni modo se invece decidi di accettarlo ti impone cambi strutturali alla tua società: abbassamenti salariali, taglio alle pensioni, privatizzazioni su privatizzazioni. Intendiamoci, mica lo fanno solo nel sud del mondo. In Grecia hanno fatto la stessa cosa, in Italia anche. La legge Fornero da dove viene secondo voi?
Ebbene questo signore, Manuel Zelaya, si è rifiutato di obbedire a certi ordini. Risultato? I militari gli sono entrati in casa di notte, l'hanno catturato,

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 16:42| 
 |
Rispondi al commento

1
LA CAROVANA DEI MIGRANTI HONDUREGNI E ALTRO...

Vi racconto una storia. C'è un Paese ricco, ma proprio ricco. Ha moltissimi fiumi, montagne, campi fertili. Non ci vivono neppure troppe persone. Avrebbe tutto per garantire una vita degna alla sua popolazione. Eppure, da decenni ormai, la gente se ne va. Oggi, tra l'altro, le persone hanno deciso di organizzarsi in vere e proprie carovane. Si danno appuntamento via whatsapp e partono in migliaia. Superano il confine con il Guatemala, poi entrano in Messico e da lì risalgono fino agli Stati Uniti. Pare che al confine con gli USA incontreranno migliaia di soldati ma non gli importa. Ci provano. E comunque, nonostante tutti i disagi possibili e immaginabili che si possono avere nel percorrere migliaia di km a piedi con bambini in braccio, meglio questa carovana dei “bordos” di San Pedro Sula o delle bidonville di Tegucigalpa.

Anche prima delle carovane gli honduregni partivano direzione USA. Qualcuno lo faceva per conto proprio ma la maggior parte affidandosi a un coyote, un intermediario, un trafficante di uomini per intenderci. Costo? Tra i 7000 e gli 8000 dollari. Questi denari mica se li prende tutti il coyote. Figuriamoci, il cammino dei migranti in Messico lo gestisce il narcotraffico e i narcos vanno pagati bene altrimenti si sa quel che potrebbe succedere. Con questo denaro i narcos, oltre a corrompere poliziotti, soldati, oltre a rendere felici alcuni banchieri del primo mondo, foraggiano le bande criminali honduregne o salvadoregne. Qui le chiamano pandillas o maras e controllano i quartieri popolari. Comandano loro. L'estorsione è la normalità, è un'“imposta di guerra” perché le maras sono in guerra tra loro. La Salvatrucha contro la Mara 18 e in mezzo c'è la povera gente che se non collabora muore, se parla muore, se alza la testa muore, se al contrario collabora rischia di essere ammazzata dalla banda rivale.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Il caso del condono di Ischia spiega benissimo come le fake attecchiscano nelle teste vuote degli italiani

Paolo Cristallo
A #Ischia non c'é nessun nuovo condono. Il #DecretoEmergenze prevede che alle domande del 2003 (condono del governo Berlusconi) ancora inevase si dia un parere, POSITIVO O NEGATIVO, entro 6 mesi, per sbloccare la ricostruzione post terremoto del 2017.
Falliti che non siete altro!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le arance sicule in Cina e noi ingurgitiamo la sintesi che importiamo dalla Spagna, Sudafrica, Argentina. Bisogna cambiare i trattati agroalimentari e rimodulare le tariffe ai produttori .

vincenzo e., Orvieto Commentatore certificato 05.11.18 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Cina 1° produttore mondiale di agrumi. E come esportare ghiaccio al polo nord.
Stiamo deragliando......

BRUNO 05.11.18 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E anche di fronte a un Paese in catastrofe finanziaria, criminogena e ambientale, Berlusconi non ha per attrarre gli elettori che altre carte per nuovi condoni, nuovi scempi ambientali e nuove impunità. E Salvini, ubbidiente, gli va dietro. Non se ne può più

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BENISSIMO LUIGI anche perchè mi ricordo che TONNELLATE DI ARANCE VENIVANO SCHIACCIATE E BUTTATE PER AUMENTARE IL PREZZO almeno adesso VENGONO VENDUTE!!!!
GRAZIE M5S A OLTRANZA!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.11.18 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Contenta per le arance e l' apertura di nuovi commerci in attesa del treno per la Cina ( gli aerei fanno parte del problema climatico..) MA OGGI se DE FALCO e gli altri venissero espulsi, io penso che me ne andro' con loro. Seguiranno post che diranno " chissenefrega, vai pure". Spero che non succeda

Flavia Donati 05.11.18 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sto godendo.... Sto pensando a quei gufacci che, lo scorso anno, sbavavano di gioia per la siccita' romana, dando la colpa a Virginia...... e salvando quello squallido del governatore laziale. Piovera' tutta la settimana, qui a Roma. Maledetti pdioti mettetevi l'animo in pace............

Straorgoglioso di questo Governo...........

Er Caciara............ Commentatore certificato 05.11.18 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2
e cioè il finanziamento opaco della politica. Se le caste pagano i partiti è ovvio che gli stessi partiti produrranno leggi su misura per loro. E se le caste delinquenziali vogliono la prescrizione per ottenere impunità, i partiti gliela serviranno su un piatto d’argento. Proprio come successo. Proprio come ha fatto in proprio Berlusconi che ha aperto un dipartimento politico di Mediaset – Forza Italia – con cui ha trasformato il parlamento nel suo studio legale con cui sfornare leggi per salvarsi dalla gattabuia. Un piano politico criminale che è andato a buon fine perché in fondo faceva comodo a tanti, faceva comodo a tutte le caste del vecchio regime. Il risultato è noto. Una porcilaia senza precedenti, una truffa epocale ai danni dei cittadini italiani che ha massacrato la nostra democrazia. Ora, se Salvini ha nostalgia di quegli anni e vuole tornare a fare il dudù di Berlusconi e dei sui complici bipartisan delle vecchie caste delinquenziali che si sappia e che si dica apertamente. Se la Lega Social di Capitan Facebook vuole rimangiarsi quanto scritto nel contratto di governo e schierarsi a favore dei farabutti in giacca e cravatta e col portafoglio pieno, che se ne assuma tutte le responsabilità politiche del caso. E vedremo quanto reggerà il consenso dopato che riportano i sondaggi. Sui nervi vitali del vecchio regime non si scherza.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 14:21| 
 |
Rispondi al commento

1
TORNA LA LEGA SALVALADRI
Tommaso Merlo.
La Lega fa la furba e presenta emendamenti contro la riforma della prescrizione e quella per la trasparenza dei finanziamenti alla politica. Due nervi vitali del vecchio regime che hanno permesso ai delinquenti delle vecchie caste di devastare l’Italia. La prescrizione è il trucco che ha permesso alle vecchie caste di ottenere il privilegio più odioso di tutti, quello dell’impunità. Uno strumento escogitato su misura che esiste solo da noi. Non potendo eliminare direttamente i reati dai codici o nascondersi per sempre dietro a qualche immunità, le vecchie caste hanno pensato bene d’impedire ai tribunali di celebrare i processi che li riguardano. Hanno pensato bene d’impedire alla giustizia di fare il suo corso, ma non per tutti, solo per loro. O meglio solo per chi ha i soldi per pagarsi mega avvocati specializzati nell’infestare i procedimenti di scartoffie in modo da ritardarli fino a farli scadere. Ghedini – l’avvocato di Berlusconi – è uno dei massimi esponenti di tale depravazione legale, è riuscito a far saltare decine di processi al suo padrone ma ormai di avvocati sciacalli al servizio di chi può permetterselo è piena l’Italia. E se annacquare i processi non bastasse per qualsiasi congiuntura astrale avversa e si arrivasse a sentenza, per lorsignori le pene fanno ridere i polli. Proprio come successo per uno dei maggiori delinquenti della recente storia italiana che è stato Silvio Berlusconi che in uno dei pochissimi processi che sono riusciti a concludersi dopo una via crucis di anni, tutto si è ridotto ad una bonaria condanna ai servizi sociali invece che sbatterlo al fresco e buttar via la chiave. Una delle tante umiliazioni ai cittadini onesti. Guardandosi indietro fa davvero impressione il livello di lerciume morale e politico che ha raggiunto il vecchio regime. E tra le ragioni che hanno consentito alle vecchie caste di spingersi a tanto, c’è stato un altro punto su cui la Lega sta facendo melina

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 14:20| 
 |
Rispondi al commento

1) Splendido Luigi !

P.S.

Ma non diciamo eresie!
…ops, ho sbagliato.
Ma mi faccia il piacere!
di Marco Travaglio
sul Fatto Quotidiano del 5 novembre:

"Renzalvini. “L’urgenza di un accordo tra Lega e Pd. La lettera di Mattarella a Conte è un manifesto sulla pericolosità di questo governo. Lega e Pd hanno il dovere di fare un patto per salvare l’Italia” (rag. Claudio Cerasa, Il Foglio, 2.11). Sìììì daiiiii!

Il Giureconsulto/1. “Speriamo venga accolta la richiesta di archiviazione del procuratore di Catania Zuccaro. Ma il pm Patronaggio perché ha indagato? Quanto è costata l’inchiesta? Quanti uomini ha coinvolto? Quanti allertati per un reato che non esisteva? C’è da fare una riflessione sul funzionamento della giustizia in Italia” (Matteo Salvini, Lega, vicepremier e ministro dell’Interno, Facebook, 1.11). Ma, senza l’inchiesta, come avrebbero fatto i magistrati ad appurare che il reato non esisteva? Urgono ripetizioni di diritto. O anche solo di logica.

Il Giureconsulto/2. “I grillini hanno presentato un emendamento per spazzare via il diritto dell’imputato a una ragionevole durata della pena (sic, ndr) dopo la sentenza di primo grado. La vecchia anima manettara del Movimento…” (Paolo Griseri, Repubblica, 4.11). Giusto: come diceva già B. in tempi non sospetti, la prescrizione è un diritto. Rendiamola obbligatoria per legge.

Il Patriota. “Deficit, pronta la procedura Ue. Decisione attesa il 21 novembre” (Federico Fubini, Corriere della sera, 1.11). Già, che aspettano quei mollaccioni a punirci?

Il bacio della morte. “Non c’è candidato migliore di Lilli Gruber per battere i nazionalismi illiberali. Buone ragioni per farle guidare lo schieramento europeista” (Adriano Sofri, Il Foglio, 30.10). Povera Lilli, non meritava.

Pari e patta. “Salvini prosciolto. Bene. Adesso archiviate anche Lucano” (Piero Sansonetti, Il Dubbio, 2.11). Cos’è, uno scambio di prigionieri?

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 05.11.18 14:15| 
 |
Rispondi al commento

2) Un sincero democratico. “I magistrati non devono andare alle trasmissioni televisive. Questo è anche un problema di cultura, noi abbiamo dal 1889 un sistema accusatorio… Quindi trovo che sia sbagliato che i magistrati partecipano ai talk show” (David Ermini, Pd, vicepresidente del Csm, Il Foglio, 1.11). A parte il fatto che il sistema accusatorio l’abbiamo dal 1989 e non dal 1889 (governo Crispi) e che si dice “partecipino” e non “partecipano”, Ermini ha ragione: ai talk show devono andare gli imputati e i pregiudicati, non i magistrati. È un problema di cultura.

C’è spread e spread. “La verità sullo spread. L’Italia vittima nel 2011, oggi diventa l’untore. All'epoca la speculazione partì da Deutsche Bank per affossare Berlusconi. La situazione ora è più grave: i mercati non si fidano, i nostri fondamentali sono pessimi: più debito e più disoccupazione” (Renato Brunetta, il Giornale, 29.10). Nel 2011 lo spread era a 580, ma governavano B. e Brunetta, dunque era bello. Ora è sotto i 300, infatti B&B non governano più, dunque è brutto. Lo spread del vicino è sempre più nero.

L’intenditore. “Roma, dopo i crolli è l’ora degli allagamenti. L’ex 5S Pizzarotti alla sindaca Raggi: non si interviene ad emergenza scoppiata” (Repubblica, 31.10). Infatti il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, diversamente dalla Raggi, è imputato di disastro colposo per la devastante alluvione del 2014, con l’accusa di non aver aggiornato il piano di protezione civile e non aver dato l’allarme per tempo. Cioè di essere intervenuto a emergenza scoppiata.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 05.11.18 14:15| 
 |
Rispondi al commento

3) Accorato appello. “Caro Aldo, sono rimasto sorpreso dal leggere che il 60% degli italiani approva la manovra giallo-verde… nonostante l’assidua opera di informazione della stampa e le numerose critiche dell’opposizione. Quali sono a suo avviso le cause di questo disallineamento di opinioni? Livio Orlandi Cantucci”.
“Caro Livio, forse il 60% degli italiani passa troppo tempo sui social e in rete” (Aldo Cazzullo, Corriere della sera, 3.11).
Appello al 60% degli italiani: abbiate pietà di lui, leggete Cazzullo.

La Busiarda. “Dicono che collegare l’Italia all'Europa con treni ad Alta velocità sia dannoso per Torino e per il Paese… Nell'epoca della diffusione delle fake news, il compito della stampa non può essere quello di riportare asetticamente dichiarazioni palesemente false. Il dovere civile dei media è quello di dire chiaramente che si tratta di bugie” (Christian Rocca, La Stampa, 2.11). Bene, bravo, bis. Ricordi quando magnificavi sul Foglio la guerra di Bush all’Irak per le inesistenti armi di distruzione di massa di Saddam? E lo sai che l’Italia è già collegata con l’Europa con treni ad Alta Velocità, mentre la Torino-Lione riguarda le merci, talmente scarse che la linea Torino-Modane è già inutilizzata per l’80-90%? Quindi, se vuoi smascherare le bugie, fai una cosa: comincia dalle tue” (Marco Travaglio).

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 05.11.18 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Dio
Se vedo un'altra foto della #Isoardi con coso, mando l'asteroide ☄️

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Paola Taverna
Lo stop della #prescrizione dopo la sentenza di primo grado è necessario oggi. Solo in questo modo non ci saranno più delinquenti che non pagheranno il proprio conto con la giustizia e i processi potranno svolgersi in maniera spedita. Su questo non facciamo passi indietro.#Senato

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Un tempo su questo blog eravamo un bel gruppo di amici con legami di affetto
Oggi siamo degli estranei che non si parlano
Un tempo si capiva che i nostri post erano letti e a volte qualcuno di essi raggiungeva la vetta e diventava il tema del giorno
Oggi abbiamo la sensazione di essere ignorati
e quello che scriviamo non desta nessuna eco o commento
.. non posso pretendere di resuscitare tempi passati le due funzioni di vota commento e di commento inopportuno
o qui ognuno avrà l'impressione di essere solo e di scriversi addosso.
ma almeno rendeteci

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 14:09| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande passo in avanti per l'Italia e il Movimento ! Suggerite a Foa di far parlare i tg di questa ottima iniziativa . Chissà cosa si inventeranno i nostri nemici , i nemici del nostro Paese , saranno lividi di rabbia !

vincenzo di giorgio 05.11.18 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Bene così. Luigi qui gira voce che visto il termine 31/10 per la transitorietà, per colpa del decreto di dignità non ci saranno più contratti rinnovati e gente che perde il lavoro. Notizie con tanto di titolone oggi p.e sulla 7. Fai sapere qualcosa.

RosiM 05.11.18 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma com'è che non riuscite a esportare né arance, né pomodori, né*mandarini, né carciofi, né asparagi, né uva in Inghilterra?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.18 12:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori