Il Blog delle Stelle
Un nuovo futuro per la Sardegna

Un nuovo futuro per la Sardegna

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 10:35
Dona
  • 12

di Mario Puddu, candidato presidente MoVimento 5 Stelle Sardegna

Oggi La Nuova Sardegna pubblica una bella intervista a Luigi Di Maio dove il nostro capo politico spiega chiaramente la posizione del MoVimento sul reddito di cittadinanza e sui risultati che il Governo ha già ottenuto contro la politica dell’austerità che tanti danni ha creato agli italiani: “Da quanto non si vedeva un governo che mantiene gli impegni? Nella Manovra del Popolo ci sono le misure più importanti del contratto di governo: il Reddito di Cittadinanza, il superamento dell’ignobile Legge Fornero e l’abbassamento delle tasse alle partite IVA e alle imprese che assumono. È solo l’inizio, ma si inizia bene. Di certo c’è ancora tanto da fare”.

Ma Di Maio nella sua intervista parla anche della nostra isola: “Anche in Sardegna servono scelte coraggiose. Ripetere le vecchie ricette proposte dal centrodestra e dal centrosinistra non ha senso. Occorre un nuovo modello di sviluppo che dia lavoro ai giovani in settori cruciali come il turismo, l’agricoltura, l’enogastronomia e l’innovazione. Per questo ci siamo battuti contro la legge urbanistica proposta dal centrosinistra: perché devastava l’ambiente senza restituire nulla ai sardi. Era solo un favore ai poteri forti. Noi invece abbiamo un altro progetto per la Sardegna”.

Parole chiare che ci danno forza in vista di una campagna elettorale che sarà durissima. Avremo bisogno di voi per combattere il centrodestra e il centrosinistra, il cui tratto comune è il trasformismo. Dietro le formule apparentemente nuove con le quali vogliono presentarsi agli elettori, ci sono infatti gli stessi personaggi che negli ultimi vent’anni hanno devastato la Sardegna. Ma i sardi stavolta non si faranno ingannare.



bannerdoni5s2018.jpg

7 Ott 2018, 10:35 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 12


Commenti

 

Visti i risultati elettorali i Sardi non hanno tradito, molti Sardi si sentono traditi dal Coordinatore e ora Candidato a Governatore Mario Puddu, tenete presente che eccetto la provincia di Cagliari, in altre zone della Sardegna non sanno neanche chi sia Mario Puddu, visto la candidatura di Andrea Mura e Pino Cabras, quest'ultimo l'11 ottobre 2017 era alla manifestazione per il NO al Rosatellum, non sotto Montecitorio come me e altre migliaia di persone, ma al Pantheon con D'Alema e Bersani per poi essere eletto all'uninominale alla camera con il M5s.

Giuseppe Meloni 11.10.18 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione! Siamo pronti a governare? Non basta vincere le elezioni! Ci vogliono idee chiare!
Continuità territoriale, zona franca, rientro di giovani sardi di valore che sono all' estero,azzeramento dei politici
Che hanno governato per decenni! Incrementare i rapporti con la Corsica! Riconoscimento dell' insularità,
Non basta più di accontentarsi di battere centrodestra e centrosinistra!Forza ! Vinciamo con il cinquantacinque percento e non se ne parla più!

giuseppe pasini, Vallermosa Commentatore certificato 09.10.18 22:24| 
 |
Rispondi al commento

C' e gente in sardegna ad Iglesias che deve ancora incassare da gennaio a maggio2018 il rei come unica fonte di reddito.

Marco Manca 08.10.18 22:31| 
 |
Rispondi al commento

si potrebbe anche progettare una sardegna porto franco (free port ) per sviluppare una regione che è sempre stata sfruttata e dimenticata allo stesso tempo , il popolo sardo e uno dei migliori che io abbia mai conosciuto e si merita una maggiore attenzione , sviluppare un turismo eco-sostenibile con le eccellenze del territorio , artigianali , agrarie , gastronomiche ,culturali ,paesaggistiche , fermando tutta quella speculazione che ha consumato il territorio cioè quella edilizia .

Fabio Bagnoli 08.10.18 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Ritengo sia necessario trovare una sede qualsiasi per guardarci in faccia e prepararci alle prossime elezioni. Organizzarci in zone per trovare obbiettivi comuni. Non solo quello di scegliere candidati ma sopratutto quello di scegliere obbiettivi di programmazione. Affrontare le assurdità del blocco delle attività produttive solo per gli operatori locali e lasciare che altri facciano razzia del nostro pesce; firmare un trattato internazionale e con violazione della costituzione cedere parte delle nostre acque territoriali alla Francia; programmare un piano energetico in assenza di metano; affrontare la continuità territoriale alla stregua dei piani costituiti in favore delle imprese siciliane; rivedere la politica dello smaltimento dei rifiuti e trasformarlo in conferimento di materie prime per la produzione di beni. Su tutti gli obbiettivi deve darsi prevalenza alla sottoscrizione dei progetti pubblici, alla sottoscrizione delle approvazioni tecniche e dei loro collaudi. Non è più pensabile di continuare ad approvare tecnicamente un progetto per poi sottoscrivere una variante nello stesso momento in cui l'appalto viene conferito. Uno spazio apposito su via telematica è importante ma guardarci in faccia per programmare sviluppo appare essenziale alle nostre caratteristiche.

Bastiano Poddesu, Monastir Commentatore certificato 08.10.18 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Sardegna carbon free ..
la sardegna deve essere il laboratorio delle rinnovabili per l'Italia intera

Nello1 R., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 08.10.18 09:24| 
 |
Rispondi al commento

C'è un detto sardo che dice, su molenti sardu du frigasa una borta scetti, che tradotto vuol dire l'asinello sardo lo freghi una volta sola. In sostanza moltissimi sardi come me non ci facciamo più fregare e voteremo M5S, avanti tutta ed io non sono una rimbambita da tv e giornali come qualcuno ha scritto.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 07.10.18 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Forse è l'ultima occasione per salvarla dagli sciacalli travestiti da turisti, amici.

rolando c. Commentatore certificato 07.10.18 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Non so come tu voglia fare ma qua in Ogliastra il m5s non ha nessun contatto con la gente addirittura non si conoscono i candidati se non su sito del movimento non si fanno incontri aperti non si conoscono gli attivisti...

Giuseppe . Commentatore certificato 07.10.18 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Ci ha già pensato "Open comuni" a tagliare le gambe al movimento aprendo la corsa per le amministrazioni comunali a "cani e porci" senza alcun filtro per proteggerlo da infiltrati e interessati alla sua distruzione.

Lilia Pireddu 07.10.18 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Esatto Mario! Loro cambiano solo "la facciata", ma dietro è sempre la stessa struttura!
È un impegno difficile, non impossibile però! Per gli altri due schieramenti è più difficile trovare un accordo, è questo può essere un vantaggio. Ci dobbiamo fidare degli elettori.
In bocca al lupo!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 07.10.18 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Ed invece secondo me i sardi si faranno ingannare, perché, come tutti gli italiani, sono rimbambiti da tv e giornali.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 07.10.18 11:33| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori