Il Blog delle Stelle
Un ''codice rosso'' per le donne vittime di violenza

Un ''codice rosso'' per le donne vittime di violenza

Author di Alfonso Bonafede
Dona
  • 183



Il codice rosso sulle donne vittime di violenza era un punto scritto nel contratto di governo

di Alfonso Bonafede

Quando un cittadino rischia la vita si presenta al pronto soccorso e gli viene applicato un “codice rosso” per farlo visitare immediatamente dai medici al fine di scongiurare il pericolo di morte. La cronaca ci ha raccontato di violenze, abusi e omicidi ai danni di donne che avevano denunciato mariti, fidanzati, familiari o semplici conoscenti, ma la risposta della giustizia era stata tardiva e – in certi casi – letali. A loro non è stato applicato alcun “Codice rosso”.

Così, raccogliendo la proposta dell’associazione “Doppia difesa”
, insieme al ministro per la Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, abbiamo deciso di dar vita a una legge che stabilisca, proprio come avviene nei pronto soccorso, i casi in cui le denunce devono essere trattate immediatamente. Stamattina abbiamo aperto le porte del mio ufficio al ministero della Giustizia per presentarla, insieme al ministro Bongiorno e a Michelle Hunziker, socie fondatrici dell’associazione “Doppia difesa”, che da dodici anni si battono per la tutela delle donne bersaglio di violenza.

I dati sulla violenza sulle donne sono impressionanti.
L’ultimo rapporto Istat ci fornisce una fotografia drammatica: circa il 21 per cento delle donne italiane – pari a 4,5 milioni – è stata costretta a compiere atti sessuali e 1 milione e mezzo ha subìto la violenza più grave: 653.000 donne vittime di stupro e 746.000 vittime di tentato stupro.
Per questo, il tema ha trovato subito spazio nel contratto del Governo del cambiamento. Inasprimento delle pene, maggiore impegno sui fondi per gli indennizzi e, appunto, il “Codice rosso”. È qui, secondo me, che la giustizia esprime il suo più alto concetto: non agire solamente a reato consumato, ma agire sull’organizzazione del lavoro degli inquirenti per prevenire il reato.

Con la nuova legge ci saranno procedimenti più snelli
, senza fasi di stallo per la tutela tempestiva delle vittime di violenze domestiche e di genere. La polizia giudiziaria dovrà comunicare immediatamente al pm le notizie di reato, senza fare una valutazione sull’urgenza – quindi a prescindere – e anche per via orale. La vittima deve essere sentita dai magistrati entro tre giorni dalla denuncia. Le indagini partiranno immediatamente per maltrattamenti, violenza sessuale, atti persecutori e lesioni aggravate, avvenute in casa. Infine, ma non per questo meno importante, l’obbligo di formazione per le forze di polizia che trattano questo tipo di procedimenti in modo che siano specializzati nella prevenzione e nella repressione e che abbiano una preparazione specifica all’interlocuzione con le vittime.

Sappiamo che per ogni donna non è semplice venire allo scoperto e denunciare i soprusi che subisce, con questa legge lo Stato si fa avanti, tende una mano e si mette al suo fianco.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

25 Ott 2018, 13:50 | Scrivi | Commenti (183) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 183


Tags: bonafede, codice rosso, donne, legge

Commenti

 

..e pe' conclude, si mai dovessi diventa' n' pazzo maniaco sessuale e me trovassi davanti 'a Hunziker e 'a Bongiorno, nun c'avrei dubbi: lascerei libbera 'a Hunziker....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.10.18 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Benissimo gli interventi a tutela delle donne contro la violenza di genere, ma bisogna parlare anche sul cosa accade dopo in presenza di minori. Mia sorella ha denunciato e da due mesi è rinchiusa in una Comunità perché a tutela della minore il Comune ha emanato un 403 con collocamento del mionore presso una Comunità. A distanza di due mesi il Tribunale dei Minori non ha ancora aperto un fascicolo e mia sorella, per non perdere l'affido della figlia, deve sottostanre alle ferree regole della Comunità (purtroppo gestita male), mentre il compagno violento è libero. Si è passati dalla violenza psicologica (e fisica) alla mancanza di libertà con situazioni peggiori di quelle di un carcere: si deve lavorare senza percepire uno stipendio, si ha diritto al telefono per una sola ora al giorno e i bambini sono accuditi su turni diversi a mamme in "stato di osservazioni", ma senza il controllo di personale qualificato. E in questo contesto nessuno sa dare risposte... Vittime di violenza per due volte: prima da parte dell'uomo e poi da parte dei Servizi Socialie dello Stato.
Contro la violenza sulle donne, ma anche a fovaore della libertà delle stesse"
Entrambi questi valori dovrebbero essere tutelati.

Alessandro Galli 29.10.18 15:12| 
 |
Rispondi al commento

A mio modestissimo parere abbiamo troppe leggi, leggine, cazzatelle varie, atte sopratutto a far lavorare certi avvocati alla ricerca di cavilli.
Troppo spesso un delinquente non condannato a modo o addirittura rilasciato per un cavillo legale obsoleto, oppure fatto ad minkiam.
Secondo me bisognerebbe anche toglierne qualcuna e rendere non interpretabili quelle che restano.
Trovo perfettamente inutile aggiungere leggi su leggi se poi regolarmente non si rispettano ne le nuove ne le vecchie.
Che sia bianco, nero, arancione, rosso.....se delinque va messo in galera e basta
Claudio

Claudio C., Parma Commentatore certificato 28.10.18 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Va bene il codice rosso, ma serve soprattutto un serio ed efficace inasprimento delle pene. Per il reato di stupro, la castrazione chimica è ľ unica soluzione che eliminerebne alla radice il problema. Un uomo ci penserà bene, prima di agire...

Alessandro Traditi 28.10.18 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Nella parola 'onestà' ci sono moltissime implicazioni de estrema importanza,,l'onestà intellettuale, morale, nei rapporti con gli amici, gli alleati, il rispetto per le posizioni d chi ti ha consentito di crescere, quello che si deve al mondo a cui appartieni e alle aspettative di quelle persone che rappresentiamo.
Se non condividiamo le posizioni degli altri che fanno il nostro stesso cammino, se non intendiamo
andare per la stessa strada che abbiamo accettato e condiviso fin'ora ...pazienza..nella vita tutti, dico tutti, hanno il diritto ai propri ripensamenti, a cambiare squadra, dire 'non mi sta più bene'.
Però la cosa assolutamente importante è farlo con ONESTA'...salutando ringraziando tutti noi e senza sbattere la porta..qui non sta avvenendo nulla che non fosse concordato, previsto e condiviso pienamente da una maggioranza che nel regime di estrema democrazia popolare che ha consentito a tutti di arrivare dove siamo esige estremo rispetto e non consente a nessuno di sparare alle spalle degli alleati e creare un disagio e una perdita
di consenso agli amici.Fico deve riflettere....

R0SANNA V., ROMA Commentatore certificato 28.10.18 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo a quello che altri hanno già scritto.
Se il movimento non azzittisce i "predicatori d'amore" per spacciatori, assassini e violentatori con permessi umanitari (di cui Fico è degno rappresentante), i codici rossi serviranno solo a decorare incartamnti. Serve un cambio di cultura, altrochè

Copronio Sterchi 28.10.18 01:26| 
 |
Rispondi al commento

vergogna, vergogna e ancora vergogna. Tap, F35, condoni ecc.., vi ho dato il voto convinto che fosse ben riposto e si potesse voltare pagina col passato, invece state usando i miei voti, i nostri voti per fare ne più ne meno quello che hanno fatto gli altri. Mi sento preso in giro, in particolare per la questione degli F35 dove state inventando un monte di balle per dire che non si può fermare questo assurdo progetto, vergogna!!!

giuseppe paris 26.10.18 23:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fico avrebbe fatto meglio a tacere al riguardo della povera Desirè. E poi se mi è concesso vorrei esprimere anche io un pensierino al riguardo di questi signori che hanno commesso un crimine cosi orrendo e atroce portandoci via una nostra sorella. Io sono contrario alla castrazione chimica, non serve, sono contrario a far scontare le pene nei loro paesi di provenienza, non serve, tanto li non sconterebbero nemmeno un giorno. Ecco , per questi esseri indegni di appartenere all'umanità, c'è una sola pena, la fucilazione alla schiena, e non solo per quello che hanno fatto ma per evitare in modo netto che non possano ripeterlo. Tutto il resto è propaganda politica.

Antonio . Commentatore certificato 26.10.18 21:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora veramente BASTA!!!!!!
Ministro Bonafede faccia una legge Seria contro la violenza sulle donne Castrazione Chimica + 20 anni in carcere

Laura F., Terni Commentatore certificato 26.10.18 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Fate tacere FICO.

Oggi col commento su Desirè ha passato i limiti della decenza. Ci vada lui in mezzo a quella feccia a parlare di amore e fratellanza. Ma ci rendiamo conto???????

Alessandro T Commentatore certificato 26.10.18 15:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grandi e con tanta voglia di lavorare sul serio.Questo sì è lavorare x noi❤

lucy 26.10.18 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Forza Luigi. Non ho mai visto nessuno impegnarsi, crescere, maturare, resistere come te. Sei un esempio per tutti noi. I tuoi occhi chiari, il tuo cuore pulito, la sua faccia aperta e senza doppi mi commuovo e mi elettrizzano. Noi siamo te! Forza, grandissimo ragazzo dei nostri sogni!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Bene Ministro Bongiorno, chiudeteli dentro per 10 anni e CASTRATELI. A mali ESTREMI, ESTREMI RIMEDI!

luciano m., sassari Commentatore certificato 26.10.18 12:54| 
 |
Rispondi al commento

era ora, adesso però date ordini precisi alle forze dell'ordine di prendere la cosa seriamente e ai giudici di applicarla, che poi il problema sono i giudici a seconda la testa di c. che si ritrovano,non tutti ma una buona parte si, tipo avevi i pantaloni stretti come ha fatto a violentarti ecc

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 26.10.18 11:01| 
 |
Rispondi al commento

OT

La schifosa carta igienica stampata e le tv-cesso, non hanno dato nessuna notizia dell'accordo firmato dal ministro Di Maio e l'azienda Whirlpool che riporta lavoro in Italia con la prima "ricollocazione" dall'estero (Polonia) in Italia, di attività lavorative dopo le tante delocalizzazioni avvenute in Italia!

Oltre agli zero esuberi, il piano industriale prevede investimenti per 250 milioni di euro per i prossimi tre anni negli stabilimenti italiani della Whirpool ma queste sono notizie che disturbano le... mentecatte penne-vendute, dedite a scrivere con una mano solo le loro...seghe mentali fatte con l'altra...mano, contro chi lavora per il bene dei lavoratori italiani!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 26.10.18 10:22| 
 |
Rispondi al commento

2
ha il dovere morale di rispettare gli impegni elettorali se i mercati sono contrari a tali impegni. Un altro giornalista, che si presenta quale esperti di economia benché di dubbi titoli accademici harvardiani, come Oscar Giannino è sostenitore della tesi per la quale i mercati hanno sempre ragione, sicché la volontà popolare, democraticamente espressa, deve sempre fare un passo indietro di fronte a Sua Maestà il Mercato.
Stiamo parlando di caste sovranazionali, composte da tecnici non eletti, i cui membri conseguono favolosi trattamenti pensionistici intorno ai 50-55 anni (vedi Cottarelli) ma pretendono per i popoli, la disprezzata plebe “tecnicamente incompetente”, pensioni da fame e concesse in tarda età.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 10:14| 
 |
Rispondi al commento

1
ORDOLIBERISMO-Viviana Vivarelli
Giulio Sapelli parla spesso di ordoliberismo contrapposto a democrazia.
L'ordoliberismo è il sistema che la Merkel impone ai Paesi europei.
E si esprime oggi nel veto alla manovra finanziaria italiana espresso da FMI, dalla Commissione Europea, dall’Ocse ad altri organismi mondialisti, tutti a sparare contro il Def del governo giallo-verde. Con la complicità del sistema mediatico che fa grancassa alla Voce del Padrone.
Le nomenklature globaliste, interne ed esterne, pretendono che il governo calpesti la volontà popolare, cambi la manovra di bilancio giudicata troppo espansiva, troppo favorevole ai ceti deboli ed all’autodeterminazione nazionale e dannosa per gli interessi transnazionali dei “mercati finanziari”.

La risposta di Luigi Di Maio ai vertici della Banca d’Italia è stata: “Se Bankitalia non vuole che si cambi la legge Fornero, si candidi e si faccia eleggere”.
Chiaro che questi poteri non considerano nemmeno la volontà popolare. Per loro la democrazia è solo un fastidioso contrattempo, una palla al piede, di cui farebbero, se potessero, volentieri a meno. Ed infatti finora hanno usato i governi italiani come utili idioti, non ultimo Renzi e Gentiloni per continuare a fare i loro affari, cercando di svuotare la democrazia dall'interno (vedi riforma renziana della Costituzione o tagli progressivi allo stato sociale). Il senso è che la volontà del popolo quando va contro gli interessi di banche, multinazionali e speculatori, non debe essere ascoltata. "La volontà popolare è un fastidioso inciampo per la trionfale marcia globale del Capitale. Ed ormai le tecnocrazia transnazionali lo dicono apertamente per voce di opinion marker stipendiati dall’establishment come Antonio Polito, editorialista del Corsera, o come Antonio Caprarica, noto giornalista di adozione londinese. Nelle loro comparsate televisive questi opinion marker sostengono, senza pudore, che nessun governo, una volta eletto,

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre RESISTERE, RESISTERE, RESISTERE. La cosa drammatica è che in tutte le varie percentuali di deficit spariscono i 5 ml di poveri, l'eredità di un Paese al disastro, l'ambiente compromesso e tutto il resto. Questa UE contenta per un qualche decimale in meno ma disinteressata ai milioni di poveri e disoccupati!
TERRIBILE, TERRIBILE, TERRIBILE!!!!

Giovanni Baroso, Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 26.10.18 10:05| 
 |
Rispondi al commento

L'economista e storico Giulio Sapelli è un pezzo da novanta nel mondo accademico e in un primo momento avrebbe dovuto essere lui il capo del Governo, poi Di Maio volle Conte. Quello che dice è sempre estremamente interessante.

«Sono anni che in Italia ci dimentichiamo che i governi si costruiscono secondo la volontà popolare. Napolitano in questo senso è stato l'apice di questa sottrazione di potere al parlamento. E anche il discorso di Mattarella di qualche giorno fa, con quei toni drammatici, è stato a mio avviso gravissimo. Ha rischiato di creare il panico (si chiama turbativa di mercato). E le turbolenze dei mercati che tutti hanno attribuito all'incertezza prima e all'accordo tra Di Maio e Salvini poi credo siano state il frutto di quelle dichiarazioni». "In Italia i sono una vecchia borghesia compradora (una classe senza autonomia materiale e soggiogata agli interessi del capitale esterno) e una nuova borghesia nazionale che rappresenta le piccole e medie imprese. I secondi non vivono facendo favori all'estero contrariamente ai primi. Lo scontro avverrà tra questi due gruppi di potere».

"Invece degli eserciti oggi ci sono le coorti tecnocratico-burocratico-partitiche-nazionali che governano il costrutto costituzionale europeo, né federale, né confederale e che produce per questo continui attriti e lotte di potere».

Inoltre è sbagliata, secondo Sapelli, la strategia dei cambi fissi in Europa, e quindi l'euro: «Le divergenze sono in atto tra le nazioni europee già da una ventina d’anni e l’avvento del sistema a cambi fissi con moneta unica non ha fatto che farle aumentare sempre più» .

«La Francia si comporta come un ubriaco accecato da un neo-gaullismo da esaltati: oltraggia l'Italia in ogni modo, ne calpesta i diritti giuridici internazionali e civilistici consolidati in economia, non coordina nessun'azione connessa sul piano diplomatico, scaraventa contro l'Italia il rapporto consolidato che essa ha con l'Egitto e l'Arabia Saudita,

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUESTO GOVERNO EREDITA
UN PAESE AL LIMITE
DELLO SFASCIO

BUM BUM 26.10.18 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Ecco Moscovici imbarazzato quando un giornalista del Corriere della sera gli ricorda certe sue dichiarazioni che sembrano quelle di Salvini

https://www.youtube.com/watch?v=ZRwuP4h5veA

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 09:47| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO, SIETE AUTISTICI!! Viviana Vivarelli
Era solo una metafora per indicare persone egoiche, chiuse in se stesse, incapaci di comunicare con gli altri e se mai ci sono stati degli individui che hanno perso ogni rapporto con gli italiani quelli sono i piddini e i renziani di più, chiusi in un loro mondo fatto di banche, di multinazionali, di capitalisti e lontani mille miglia dal popolo, dalla gente che lavora. Ma da sempre le metafore di Grillo sono state strumentalizzate come se dall'altra parte ci fossero dei deficienti incapaci di capirle. Grillo ha detto: "Non è certo la prima volta, le mie parole vengono rese strumenti, amplificatori speciali per sorde orecchie benpensanti. Sorde, con tutto il rispetto per chi ha problemi di udito. Ma chi soffre, chi vede le sue prospettive sempre più ridotte, ha bisogno di risposte e certo non di strumentalizzazioni. Non vi lasciate strumentalizzare da chi ha perso il sostegno in cabina elettorale senza mai avere riflettuto su quanto di buono avrebbe potuto per il suo paese"
"Non esiste il politically correct nel mio mestiere, se vuoi essere davvero un comico. Continuerò ad utilizzare metafore e continuerò ad esservi vicino".
Si attaccano, si attaccano, si attaccano agli specchi con le unghie e con i denti. E sono sempre più falsi e ridicoli. Del resto le metafore appartengono al regno dell'intuizione e della poesia. Ma i perversi non hanno il senso del ridicolo e figuriamoci della poesia!! Anche il Vangelo lo dice: non dare perle ai porci!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Insomma pensavate che la "FINANZA" ...stesse ferma e non si muovesse?
La politica per loro deve rimanere al servizio della Finanza!
La Finanza non ha sentimenti,vive sula nascita,sulla vita e sulla morte delle persone.
Il profitto è e deve essere per loro il risultato costante,calpestano tutto anche la propria madre pur di arrivare alla speculazione,al guadagno alla supremazia del denaro sulla politica.
I preposto a questo sono pure quelli che parlano di giustizia di equità e di rispetto delle regole,ma mai parlano di onestà e trasparenza.
Che poi in tutto questo ci sia pure la mano delle grandi potenze è indubbio.
Anche se nella manovra dell'attuale governo ci sono i pareri favorevoli di Russia ed America,non me ne può fregare più di tanto.
Anche loro hanno interesse a che l'europa sia disunita.
Meglio per loro trattare con i singoli stati che con un organismo democratico(non quello attuale) legittimamente eletto dal proprio popolo.
Ciuccher ,Moschicida ed altri dovrebbero nascondersi dalla vergogna...stanno rovinando l'UE,che siano loro gli artefici del progetto auspicato da TRump e Putin?

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 26.10.18 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Denunziati Oettinger e Moscovici per turbativa del mercato per aver fatto accuse all'Italia a Borse aperte.Purtroppo in precedenza anche le agenzie di rating furono denunciate per gioco sporco ma poi tutto è finito in nulla
Si consideri che le agenzie di rating che dovrebbero essere giudici e arbitri e dunque sopra le parti,sono invece quotate in Borsa,per cui fanno parte delle speculazioni contro il nostro Paese e ci guadagnano dal nostro fallimento
Il Codacons presenterà lunedì un esposto alla Procura di Roma contro Moody’s che ha declassato l’Italia a seguito della manovra varata dal Governo.
Quello di Moody’s è un atto a rischio illegittimità che avrà ripercussioni dirette enormi per le tasche dei cittadini italiani e dei risparmiatori.La decisione di declassare l’Italia è stata infatti assunta prima della pronuncia ufficiale dell’Ue sulla manovra del Governo e in assenza di risposte ufficiali delle istituzioni italiane ai rilievi mossi dall’Ue. Moody’s ha proceduto al declassamento pochi giorni prima della decisione Ue valutando quindi una manovra non formalmente definitiva.
Il declassamento si configura pertanto come un atto privato volto ad influenzare il mercato e la Commissione Europea e interferisce in un procedimento amministrativo che ha fasi ben precise, le quali non appaiono ancora concluse.
Pertanto il Codacons ha deciso di denunciare Moody’s alla magistratura italiana chiedendo di aprire una indagine penale sull’agenzia di rating. In caso di apertura di un procedimento da parte della Procura, l’associazione potrà avviare una azione collettiva a tutela dei risparmiatori e dei cittadini italiani palesemente danneggiati da un atto arbitrario assunto con una tempistica del tutto sbagliata e lesiva degli interessi del paese.
..
Insomma siamo in piena illegalità e da parte di quelli che dovrebbe essere arbitri assoluti e che dunque dovrebbero osservare la legge più degli altri. La delegittimazione di tutti è eclatante.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 09:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Il ministro Toninelli parla del decreto Genova con gli importi che riceveranno i danneggiati dal crollo del Ponte Morandi e gli stanziamenti inseriti per le opere nell'area di Genova.

https://www.facebook.com/danilotoninelli.m5s/videos/2222903644634053/

Roberto ., Roma Commentatore certificato 26.10.18 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Una denuncia contro i commissari europei Pierre Moscovici e Guenther Oettinger per manipolazione del mercato in relazione alle loro dichiarazioni sulla manovra del Governo italiano. E’ stata presentata questa mattina presso la Procura della Repubblica di Roma da due giornalisti Francesco Palese e Lorenzo Lo Basso.

“Nelle ultime settimane – si legge nella denuncia – alcune dichiarazioni dei commissari europei Pierre Moscovici e Guenther Oettinger hanno pesantemente turbato i mercati italiani. Dichiarazioni rese alla stampa (non quindi comunicazioni ufficiali come il loro ruolo istituzionale imporrebbe) a mercati aperti che hanno manifestamente modificato l’andamento degli stessi, incidendo in modo significativo sulla fiducia e l’affidamento che il pubblico pone della stabilità patrimoniale di banche e gruppi bancari, alterando contestualmente il valore dello spread italiano.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 08:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ottimo, ma mi stavo domandando se esiste anche un codice rosso per i reati di pedofilia.

mzee.carlo 26.10.18 08:43| 
 |
Rispondi al commento

3
Perché nasca l’Europa politica deve prima nascere quella culturale e le vecchie classi dirigenti a Bruxelles come in molti paesi membri non sono europee, sono nazionaliste, sono figlie dell’era ideologica e dei vecchi partiti di massa, sono figlie del passato. Moscovici non è europeo. È un francese, è un socialdemocratico in disgrazia, è un burattino di Macron, è un politicante al servizio delle lobby e delle elite, è un arrogante e tante altre cose. Ma non è europeo. Se fosse europeo non si permetterebbe mai di vomitare pubblicamente sulle scelte democratiche di uno stato membro. Non si permetterebbe mai di danneggiare politicamente l’Europa con certi comportamenti meschini. E tanto meno lo farebbe per bieche ragioni elettorali.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 08:40| 
 |
Rispondi al commento

2
Tra un annetto se ne tornerà nel suo château a mangiare formaggio puzzolente e lumache e di lui non resterà che un vago e spiacevole ricordo. Ma prima di scomparire nell’oblio, il monsieur ha ricevuto il compito di sfruttare la sua posizione alla Commissione per ostacolare in tutti i modi il nuovo corso “populista” italiano. Per ostacolare un cambiamento che – come successo in Italia – le vecchie caste non capiscono, non vogliono capire ed ovviamente combattono con ogni mezzo. E nessuno meglio di Moscovici poteva servire all’operazione, essendo nella posizione di colpire il fianco debole dell’Italia e cioè i conti pubblici. Il risultato è un danno politico davvero devastante per l’Europa che dovrebbe essere una famiglia, non un riformatorio. Dovrebbe essere una dimensione che arricchisce quelle nazionali e non che le avvilisce e le umilia. Così facendo, il progetto europeo rischia di naufragare e sarebbe una catastrofe. L’era degli stati nazione è finita, il futuro è continentale. A livello internazionale saranno le masse continentali a danzare, non gli staterelli figli dei secoli scorsi. L’Europa è una necessità reale e sempre più urgente. Non è un sogno utopico di qualche perbenista, non è l’ideale nobile di qualche benpensante. L’Europa è – e sarà sempre di più – la nostra famiglia, la nostra casa se vogliamo avere un peso sostanziale quando ci rapportiamo con la Cina ma anche gli Stati Uniti e altre aree continentali in divenire. Se oggi la costruzione dell’Europa procede a rilento è proprio per colpa di gentaglia come Moscovici, per colpa di classi dirigenti figlie del passato che non sono europee. Si definiscono politicamente europeiste, ma non sono europee. Essere europei è un fatto prima di tutto culturale. È un sentirsi cittadini europei o meglio anche europei. Niente a che vedere con qualche programma di partito o qualche copione da recitare su qualche podio.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 08:39| 
 |
Rispondi al commento

1
MOSCOVICI NON E' EUROPEO
Tommaso Merlo.
Gli attacchi di Moscovici all’Italia stanno facendo un danno politico enorme all’Europa. Stanno minando il consenso popolare verso le istituzioni comunitarie, verso il progetto continentale. Certe infamità dette dai commissari europei sarebbero inaccettabili anche se l’Italia avesse proposto una manovra economica assurda con uno sforamento del deficit folle. Figuriamoci con una manovra come quella gialloverde che si basa su scelte politiche sensate e consapevoli (moderato tentativo espansivo) e che propone uno sforamento di qualche zero virgola del tutto sostenibile. Il premier Conte si è poi detto più volte disposto al dialogo e ad illustrare le ragioni di certe scelte oltre che fermissimo nell’adesione dell’Italia all’Euro. Eppure, da mesi ormai, i commissari vomitano sull’Italia ogni nefandezza. Cosa sarebbe successo se Moscovici avesse denunciato una deriva nazista in Germania o una franchista in Spagna? Si sarebbe scatenato un pandemonio politico per tali interferenze infamanti e che tra l’altro non gli competono affatto. Contro l’Italia gialloverde è invece tutto concesso e Moscovici trova pure la sponda – se non il supporto – di Pd e Forza Italia sia in casa che a Bruxelles. È ovvio che le ragioni di tale accanimento sono solo ed esclusivamente di natura politica. I numeri e i bilanci non centrano nulla. I numeri e i bilanci si discutono con calma in privato e non si sbandierano ogni santo giorno scatenando ad arte tempeste sui mercati e nell’arena politica. A entrarci sono invece le elezioni di maggio come confermano anche i toni da bar sport. Moscovici è uno zombi del csx francese e una marionetta di Macron che sputa sull’Italia perché ha osato ancora una volta tirar fuori dal cilindro innovazioni politiche destinate a mutare la storia continentale. Ha osato alzare la testa e reagire alla vecchia politica ideologica e partitocratica di cui Moscovici è figlio. Moscovici è politicamente un morto che cammina.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 08:39| 
 |
Rispondi al commento

Giornalista del Corriere della Sera in conferenza stampa a Moscovici: "Signor Moscovici. La cito quand'era ministro delle Finanze. Neppure lei ha rispettato il criterio del deficit. Cito un'intervista al New York Times, lei criticava i tecnocrati di Bruxelles perché hanno una visione neoliberista ortodossa. Lei diceva 'io sono un socialista e quindi ho una linea di pensiero diversa'. Disse anche 'abbiamo libere elezioni in Francia. Scelta politica, siamo noi a determinare le nostre politiche' Sembra di ascoltare Di Maio!"

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 08:33| 
 |
Rispondi al commento

Forse è il caso di spiegare a Bonafede che quel che deve fare la polizia, assunte sommarie informazioni, è neutralizzare l'aggressore/molestatore. Quindi, più che di preparazione per interloquire con le vittime, direi preparazione alla riduzione dell'aggressore in condizioni di non nuocere né alla vittima di turno né ad altre potenziali. Sul come, lascio agli organi di polizia le modalità da seguire caso per caso.

stefano fontana, Paceco, fraz. Nubia Commentatore certificato 26.10.18 08:31| 
 |
Rispondi al commento

3
e non finanziano nessuno. Conte può pure azzerare le procedure per la burocrazia, ma le banche si inventeranno mille altri pretesti per rallentare l'erogazione per il semplice fatto CHE NON HANNO CIRCOLANTE! Sta tutto in Germania e la Germania non lo spende. La Germania è un enorme buco nero della moneta che divora le linfe delle nostre economie. Succede che lo stato Italiano dica, bene visto che le banche me le avete ingabbiate, visto che la moneta me l'avete tolta, ci penso io ad iniettare più moneta con la leva fiscale. E qui sopraggiunge ancora Draghi, eh no italiani... il debito, i parametri lo spread... i mercati. Ma i mercati fosse per quelli come Draghi, dopo 4 mesi di attacchi politici delle istituzioni europee a un suo stato membro, ci avrebbero già mandati a 700 come Berlusconi! "I mercati vogliono più bene dell'europa all'italia" Ha proprio ragione Di Maio.
ps: Draghi vaffanculo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 08:31| 
 |
Rispondi al commento

2
Per questo a LorSignori non piace quota 100...non perché si faccia più debito. In realtà noi paghiamo naspi, sussidi, cassintegrazione straordinaria, tutto in fiscalità generale. Mentre prima se li pagavano i padroni ... I debiti li stiamo facendo con la Fornero. Lo fanno esclusivamente per difendere il valore della moneta, il Capitale, l'unica cosa che gli interessa. Se noi chiedessimo a Mario Draghi, qual è il tuo obiettivo? Lui risponde in modo robotico, difendere i prezzi e la stabilità dell'euro. Il che sembrerebbe apparentemente sensato per un Presidente della BCE. Cos'altro dovrebbe difendere se non l'euro, ma non è così! La moneta è uno STRUMENTO dell'economia. Non può essere l'economia uno strumento dell'euro. Altrimenti saremmo schiavi di un vitello d'oro da adorare, di un'ideologia esattamente pari e speculare a quella Marxista. Che sia un'ideologia, lo dimostra anche la natura della BCE. Una banca centrale senza uno stato. Qual è lo Stato della Bce? Non c'è! La Fed tutela l'economia degli Stati Uniti, la PBC quella Cinese, il BOJ il Giappone, ma la BCE cosa tutela? La BCE tutela una moneta, l'euro. Non esiste "Eurolandia" esiste solo una moneta, l'euro e questo è già di per sé una mostruosità che non esiste in nessuna parte del mondo. Ma Draghi ha elaborato una sua ideologia per rassicurarci. Ci dice anzi PREdice (come i Profeti) che quest'anno la moneta crescerà del 3%. Chi lo decide? Sempre lui, Draghi. E questo sarà sufficiente a far girare gli scambi (la moneta è solo uno strumento) E noi italiani che stiamo smontando pezzo su pezzo questa merda, stiamo al gioco, lo accettiamo (non usciamo dall'euro, dialoghiamo bla bla bla) Ma il modo in cui si distribuisce la moneta non risponde alle reali esigenze dell'economia. Secondo Target2 (un sistema per misurare i saldi interbancari) negli ultimi tempi sono passati dall'italia alla Germania una cifra monstre di 450 miliardi di euro! Mentre le casse delle nostre banche sono totalmente ingessate

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 08:30| 
 |
Rispondi al commento

1
STEFANO RAGUSA
Oggi pomeriggio Draghi ha detto che l'Italia è come la Brexit e poi ha invitato ad abbassare i toni. Ma serio! Dopo il golpe al governo Berlusconi, questo tecnocrate tenta il bis. Per fortuna il suo mandato è a scadenza e anche lui, se ne andrà a fanculo insieme alla Commissari europei, l'anno prossimo. La sua ideologia, il monetarismo fine a se stesso, criticata persino dal padre del monetarismo, Milton Friedman. Ci sono due correnti di pensiero in economia. I Keynesiani che mettono al centro il lavoro, la piena occupazione e i monetaristi che mettono al centro la moneta, svalutano i salari e considerano addirittura necessaria la disoccupazione. Ora non è difficile capire da che parte stanno i monetaristi come Draghi. Il 99% dei Cittadini possiede pochi beni reali. Se la casa in cui viviamo perde valore, noi continueremo a viverci. Se il nostro salario perde potere d'acquisto, ci organizzeremo in sciopero. Se l'auto nuova costa troppo quest'anno, rimanderemo l'acquisto all'anno prossimo e ripareremo la caldaia. Se il governo non fa politiche sociali, lo cambieremo tra qualche anno. Possiamo lagnarci, sbraitare che le bollette sono aumentate, ma niente potrà turbare i nostri sonni finché avremo una prospettiva di lavoro davanti a noi e metteremo insieme il pranzo con la cena. Il capitalista invece, il grande finanziere, dispone solo di una cosa: la moneta. Tutto il suo potere è la moneta. Un mucchio di pezzi di carta il cui valore sottostante reale è solo un decimo dell'economia reale. E non può tollerare che i salari aumentino, perché i salari oltre ad essere un reddito sono anche il prezzo del lavoro e se aumentano i prezzi svaluta la moneta. E se svaluta la moneta, il capitalista perde tutto. Le pensioni sono salario differito. Tu versi oggi i contributi per riprenderli sotto forma di pensione domani. Più persone vanno in pensione, più rivendicazioni sindacali chiederanno l'aumento per i contributi e aumenteranno i salari.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Pagare il bravo conduttore per spargere letame sull'attuale governo, è come tirarsi le martellate sulle gioie e provare piacere.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 26.10.18 08:28| 
 |
Rispondi al commento

LA POLITICA DELLE PARTI INTIME

Ormai ogni scusa è buona per politicizzare e banalizzare qualsiasi accaduto riguardante la violenza sulle donne e da un argomento se ne passa ad un altro con una facilità che ricorda quella di uno scolaretto che parla a vanvera solo perché non ha studiato.
Da una violenza inaudita contro una sedicenne stuprata ed uccisa dai suoi aguzzini se ne dicono tante,troppe e le responsabilità rimbalzano da una parte all’altra senza venirne mai a capo.
Destra e sinistra ne approfittano per tirare in ballo la legittima difesa ed i suoi risvolti,l’immigrazione sembra essere la causa scatenante delle violenze ma poi si da la colpa al degrado urbano,ai sindaci,ai commissari,ai prefetti fino ai ministri e ai partiti che hanno gestito con l’Europa gli sbarchi e l’accoglienza.
Quello che mi fa più schifo,però,sono la miriade di trasmissioni televisive imbastite all’accoglienza,arene mediatiche dove partecipano politica,esperti e persino inquirenti in una caccia al killer in diretta per riempire le nostre serate sempre più vuote e confondere le menti già abbondantemente bombardate da un surplus di dis/informazione senza limiti.
Le donne sono violentate ogni giorno,sia moralmente che fisicamente,ricattate,minacciate,picchiate,stuprate e sempre più spesso uccise.Da bianchi e neri,mariti e fidanzati,amici,zii,cugini,patrigni,branchi di minorenni e in casi rari anche dalle forze dell’ordine.Invece di parlare a vanvera sul fatto commesso sarebbe ora di unire le forze per prevenire ed andare all’origine del problema.
Investire nel sociale,nella famiglia e nella scuola è l’unica speranza della comunità,tutto il resto è propaganda ed intrattenimento che servono solo a mascherare le nostre responsabilità per esserci girati dall'altra parte.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 26.10.18 08:19| 
 |
Rispondi al commento

VENEZIANI
..abbiamo un preciso, deliberato, radicale attacco al governo in carica. Il proposito non è far cambiare la manovra ma far cadere il governo e metterlo contro al suo popolo
...qui è in gioco l’establishment e il suo potere. Se passa la manovra... viene delegittimato l’establishment tecno-finanziario-capital-sinistrorso che regge l’Unione, di cui in Italia abbiamo molti reggicoda.Altri paesi seguirebbero l’esempio e si sentirebbero in diritto di prendere una loro strada, di non sottomettersi al diktat europeo e alla loro prescrizione tassativa. E alle elezioni europee sarebbe un massacro per gli assetti di potere vigenti, di cui Junker, Moscovici, sono gli ultimi figuranti. Da qui il terrorismo mediatico-finanziario, le scomuniche scritte e inscenate. Si giocano tutto.Il suggerimento sottinteso che viene dato è il seguente: l’Italia ha un debito record ma, come voi dite, è solido il sistema-italia, ha beni, risparmi, proprietà private. Bene, allora mettete mano a quelli, con una patrimoniale, prelievi forzosi, blocco di capitali, tasse sulle case, obbligo d’investire in titoli pubblici, o quel che volete voi. Ovvero trovate i soldi nelle tasche degli italiani, così pagate almeno gli interessi sul debito (che non potrà mai essere estinto, è come il peccato originale ma non ce lo toglie nessun battesimo). E allo stesso tempo vi inimicate il popolo che vi sostiene. Così buonanotte al populismo, al sovranismo e a tutte le menate.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 08:18| 
 |
Rispondi al commento

SAVONA-RIMANDEREMO LA MANOVRA IDENTICA A BRUXELLES
“Non c’e’ alcun dubbio” che il governo rimandera’ la manovra “tale e quale” a Bruxelles, nonostante la bocciatura. Lo ha detto il ministro per gli Affari europei Paolo Savona in un’intervista alla direttrice di SkyTG24 Sarah Varetto. “Calmierare lo spread e tenerlo sotto controllo e’ compito della Banca centrale: bisogna dare piu’ poteri alla Bce e affrontare le incongruenze” ha detto ancora Savona. “Alla Bce – ha dichiarato – dovrebbe spettare il compito di indicare soluzioni per evitare la crisi sistema bancario ed eventualmente intervenire”.

“Se lo spread si innalza e nessuno interviene per calmierarlo – ha fatto notare Savona – ed e’ un tipico compito delle banche centrali europee, inevitabilmente la caduta del valore dei titoli mette in difficolta’ le banche. Avendo fatto l’unione bancaria chi e’ responsabile della stabilita’ delle banche? Dobbiamo risolvere problema: non possiamo avere un’istituzione che avoca a se’ i poteri di controllo delle banche, avoca a se’ i poteri monetari e non svolge quelle funzioni tipiche che una banca centrale compresa la Banca d’Italia, ha sempre svolto in Italia. Quindi vi sono incongruenze che vanno affrontate”. Se ci sfugge lo spread – ha precisato Savona – noi non riesamineremo la manovra, ma il contesto entro cui ci muoviamo. Se le responsabilita’ della stabilita’ del sistema bancario passano nelle mani della Banca centrale europea, dovrebbe essere la Bce a intervenire per evitare che il sistema bancario entri in crisi”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 08:12| 
 |
Rispondi al commento

Oltre ad aver rinnovato il contratto al bravo conduttore supportato dalla brava comica, sono stati confermati anche i loro meritatissimi stipendi?

Quegli stipendi che contrastano notevolmente con le loro idee politiche e con il loro schierarsi, a parole, con i più deboli?

Anche loro si dimezzano lo stipendio per aiutare le piccole imprese in difficoltà?

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 26.10.18 08:07| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Cristallo
Mentre ci distraggono (e minacciano) con lo #spread, il ministro del lavoro Di Maio riesce a riportare in Italia la produzione della #Whirlpool ed a ottenere la stabilizzazione di 227 lavoratori precari della Flex.
L'economia reale.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 08:04| 
 |
Rispondi al commento

Mentre con l'austerity si licenzia...

Poste Italiane entro l’anno 2019 assumerà 7.500 persone. Un grande risultato reso possibile grazie alla riforma della Legge Fornero e ai cospicui investimenti previsti nella prossima legge di bilancio". Lo dichiara in una nota il sottosegretario al lavoro Claudio Durigon.
"Da una parte infatti con la riforma delle pensioni libereremo nuovi posti di lavoro per i nostri giovani e dall’altra lavoriamo attivamente per incentivare le assunzioni. Non a caso infatti Poste sarà in grado di accelerare al 2019 i propri obiettivi assunzionali inizialmente previsti per il 2020 in seguito all’accordo dello scorso 3 giugno, con tutte le Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative (Cgil, Cisl, Uil, Cisal-Failp, Confsal, Ugl). Migliori servizi per i cittadini e nuove assunzioni: il governo del cambiamento è di parola".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 07:56| 
 |
Rispondi al commento

Pennywise
A certa gente piace che chi sta peggio sia ulteriormente bastonato.
I piddini sembra che godano se si fa del male all’Italia. E poi si lamentano che la gente non li capisce.
Li ha capiti benissimo invece, infatti non li vota più.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 07:52| 
 |
Rispondi al commento

3
dell’ora legale e dell’illuminazione delle abitazioni (se tengo giù le tapparelle, è buio anche di giorno). E il Pd, per coerenza, ha votato come un anno fa, salvo promettere di non farlo più la prossima volta. Tanto la norma passerà lo stesso anche senza questi peli superflui.
Noi pensiamo della legge Salvini la stessa cosa che pensavamo della legge Ermini: una boiata pazzesca. E non perché spalanchi le porte al Far West o al fascismo, come ripetono i presunti avversari di Salvini, suoi preziosissimi alleati a loro insaputa. Bensì perché non serve a nulla, se non a incoraggiare la gente ad armarsi e sparare nell’illusione di un’immunità da indagini, processi e condanne che non potrà mai esserci. Se in casa mia viene trovato il cadavere di un uomo ammazzato da un’arma che risulta mia, io verrò sempre indagato per appurare se la mia difesa fosse legittima, cioè se mi stessi difendendo da un pericolo mortale o se, puta caso, avessi invitato il tizio a cena per poi accopparlo e spacciarlo per un ladro o un assassino. Nessuna legge potrà mai impedire al magistrato di indagare sulle cause di una morte violenta. Nemmeno se ora si estende la legittima difesa a “chi ha agito per la salvaguardia della propria o altrui incolumità in condizioni di grave turbamento, derivante dalla situazione di pericolo in atto” allo scopo di “respingere un’intrusione nella sua proprietà”. Chi lo stabilisce, se non il pm e il giudice, che chi ha sparato respingeva l’intrusione, era in pericolo e in preda al grave turbamento? Di fatto, cambierà poco o nulla, perché già oggi le indagini si fanno su chiunque spari (a torto o a ragione), ma poi finisce imputato e condannato solo chi spara alla schiena al ladro già in fuga e dunque inoffensivo. E sono casi rarissimi: fra udienze preliminari e dibattimenti, 7 processi in tutta Italia nel 2013, zero nel 2014, 4 nel 2015 e 4 nel 2016. Quindi, al solito, Salvini vende fumo. Ma arriva sempre secondo.

di Marco Travaglio | 26 ottobre 2018

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 07:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2
4) “Diamo all’Europa 20 miliardi l’anno e ne riprendiamo solo 12: o l’Europa mantiene le promesse sui migranti, o toglieremo i soldi all’Europa”. Gli apostoli del messia di Rignano non ci pensano su un istante: “Un cretino, le cose non stanno così!”, “un attacco strumentale all’Europa per spostare i problemi”, “una frase tipica di Salvini”, “trattandosi di soldi tutti e due sparano a caso”, “quei due incompetenti con cui non abbiamo nulla da spartire”, anzi no, “questo è Di Maio, io conosco bene gli avversari”. Purtroppo è sempre Renzi. L’inviato di Fanpage non arriva a tanto, ma potrebbe citare anche questa: “Se l’Europa boccia la manovra, noi la ripresenteremo uguale. Bruxelles non è il maestro che fa l’esame, non ha i titoli per intervenire”.
Chi era: Salvini? Di Maio? Macché: ancora Renzi, il 16.10.2015. Lo stesso che ora dà dei “cialtroni che ci porteranno a sbattere” a chi dice quel che diceva lui e fa molto meno di quel che voleva fare lui (il 2,9% di deficit-Pil i cialtroni se lo scordano). Per questo l’opposizione del Pd non esiste: perché il Pd ha già fatto e detto tutto e, per quanti sforzi facciano, i gialloverdi non sono ancora riusciti a eguagliarlo. L’altroieri, per dire, il Senato esaminava la legge leghista sulla legittima difesa. Il Pd ha votato a favore di uno degli articoli principali, il 2 (e senza che nessuno glielo chiedesse, essendo del tutto ininfluente per l’approvazione). Poi, come i coccodrilli, ha iniziato a piagnucolare per non aver votato contro. Il guaio è che l’art. 2 è pressoché identico a quello della legge sulla legittima difesa del Pd approvata nel 2017 solo alla Camera e firmata da quel genio di David Ermini (ora vicepresidente del Csm), che dava licenza di sparare ai ladri in caso di “grave turbamento”, ma solo nelle “ore notturne”. La Lega, perfidamente, ha lasciato il “grave turbamento” ed eliminato le “ore notturne”, anche per l’oggettiva difficoltà di fissarne la decorrenza col mutare delle stagioni,

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 07:39| 
 |
Rispondi al commento

1
SALVIRENZI-di Marco Travaglio | 26 ottobre 2018
|
Nostra culpa, nostra maxima culpa: a furia di parlare del Salvimaio (Andrea Scanzi gli ha dedicato un libro e uno spettacolo esilaranti), abbiamo trascurato il Salvirenzi. Cioè quell’orrenda creatura nata dall’unione dei due Matteo, i quali tra l’altro pare si sentano sovente per concordare le mosse contro il comune nemico pentastellato. Affinità elettive, anzi elettorali, con la piccola differenza che poi Salvini i voti li prende e Renzi no. Voi direte: il solito Travaglio ossessionato dal figlio di babbo Geppetto. Allora guardatevi il video sul sito di Fanpage, che domenica ha mandato un cronista alla Leopolda a intervistare i fan del Matteo minore. O meglio: a leggere loro alcune frasi e a domandare se le abbia pronunciate Di Maio oppure Salvini. Eccole. 1) “Gli immigrati vanno aiutati a casa loro. Noi non abbiamo il dovere dell’accoglienza. Sarebbe un disastro politico, economico e sociale”. I discepoli renziani non hanno dubbi: quasi tutti rispondono “Salvini”, “quello che gli piaceva la camicia verde e l’ampolla con l’acqua del Po”, “quello che è contro i migranti in modo più chiaro”, uno che dice cose che “Renzi non direbbe mai”. Infatti la frase è di Renzi. 2) “Dobbiamo andare oltre i criteri di Maastricht creando un deficit anche del 2,9%”. Il popolo dei leopoldi s’indigna: “assurdo!”, “pazzesco!”, “un cretino!”, “coloro che non hanno a cuore le sorti dell’Italia”, “questo è Salvini”, “no, Di Maio”, “tutti e due”, “quelli che vogliono mandarci in bancarotta”. Infatti anche questa è di Renzi.
3) “Alziamo i pagamenti in contanti a 3 mila euro”. I seguaci del rottamatore rottamato schiumano di rabbia: “È pur sempre evasione fiscale, quindi Salvini”, “certo che è Salvini, perché comunque viene dal centrodestra di Berlusconi dov’è prevista la possibilità di evadere il più possibile”. Sventuratamente anche questa è di Renzi.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 07:39| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione Giulio Sapelli, storico, economista e accademico italiano, quello che avrebbe potuto essere al posto di Tria, quando avverte del pericolo dei giornali italiani che diffondono un allarmismo suicida. In tutti i Paesi, tutti i giornali, le Figaro come le Monde...stanno bene attenti a non fare terrorismo per non amplificare uno spread negativo e non danneggiare il proprio Paese. Solo i media italiani vanno contro corrente come se avessero in odio la propria patria e volessero rovinarla a tutti i costi. Qui addirittura abbiamo una classe politica che ti fa per il default. La follia assoluta!
Mario Draghi ha detto che la situazione è seria per cui bisogna "abbassare i toni" perché tutti potrebbero rimetterci e non è in gioco solo l'Italia ma l'intera Europa ma non è stato ascoltato né da Moscovici e Juncker né dai media diretti dal Pd, i quali sembrano in preda a un accecamento suicida e accusano gli altri di essere il Partito dell'odio mentre operano solo per la distruzione di tutto

viviana vivarelli

Scontro di Sapelli con Fubini dello stolto Corriere della sera

http://www.la7.it/piazzapulita/video/scontro-fubini-sapelli-sulleconomia-italiana-25-10-2018-253983?fbclid=IwAR1KopvHrOWExq-kRpgHEEZjx0XnRRpX9EYeaiGjXaeKCBizSWwmEtIa09A

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 26.10.18 07:26| 
 |
Rispondi al commento

...per restare in tema (prima di partire per le Baleari), volevo plaudire all'iniziativa, benché proposta dalla salvatrice del gobbo malefico....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.10.18 06:34| 
 |
Rispondi al commento

Viva Palestina libera viva!!!

franco rina Commentatore certificato 26.10.18 01:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro m5s,
1) riguardo il ponte caduto di Genova bisogna decidere se le autostrade e tutte le concessioni rimangono ai privati come benetton oppure ritornano alla gestione pubblica. Nel primo caso benetton deve rimettere tutto a posto mentre nel secondo caso deve fare tutto il governo ma deve fare presto perché la gente aspetta ed è già stufa di aspettare;
2) le regioni chiedono sempre maggior autonomia ma questo non va bene per la scuola mentre va bene per la sanità, i trasporti locali, il turismo, ed altri settori;
3) alla vpresidenza csm è stato eletto un renziano, diversi magistrati difendono i profughi clandestini e il Fatto è stato condannato per tre parole inadeguate!!!
4) le prostitute vogliono pagare le tasse e si può fare perché dare il proprio corpo volontariamente non è un reato;
5) quando appare in tv un esponente m5s bisogna che gli iscritti vengano avvisati con sms o con un avviso sul blog delle stelle!!! E' importantissimo!!!
6) Berlusconi ed i suoi compari dellutri sgarbi Renzi ecc. hanno corrotto e rubato da tutte le parti ed ora devono restituire tutto il malloppo con gli interessi!!! Poi li buttiamo tutti in galera al carcere duro per tutta la vita!!!
Cosi dobbiamo fare subito se vogliamo salvare l'Italia!!!
Grazie e cordiali saluti.
Franco Venezia.

franco rina Commentatore certificato 26.10.18 01:25| 
 |
Rispondi al commento

OT

Mentre le truppe cammellate dei...cazzari in Italia, non hanno fiducia nel suo governo, il Premier Conte su Facebook scrive:

" Ieri le parole di Putin, oggi quelle di Trump. L’Italia gode della fiducia di grandi Paesi, andiamo avanti così."

https://www.facebook.com/GiuseppeConte64/photos/a.385574775257827/500167737131863/?type=3&theater

Roberto ., Roma Commentatore certificato 26.10.18 00:12| 
 |
Rispondi al commento

OT

Dichiarazioni del ministro Di Maio con la firma dell'accordo con Whirpool

https://www.youtube.com/watch?v=KKzNtxZYI-o

Roberto ., Roma Commentatore certificato 25.10.18 23:46| 
 |
Rispondi al commento

OT

Mentre le...Cassandre e i gufi remano contro il il governo Conte con le loro schifose chiacchiere, ecco chi non fa chiacchiere ma...fatti!

Il ministro Di Maio su Facebook:

" Ho appena firmato un accordo di cui sono davvero orgoglioso perchè rappresenta un cambio di passo per l'Italia. Appena giunti al governo abbiamo iniziato una dura lotta contro le delocalizzazioni. Oggi sta succedendo qualcosa che va oltre: stiamo riportando lavoro in Italia. È un primo passo, ma molto importante. Si è chiuso infatti il tavolo che vedeva coinvolta l’azienda Whirlpool e siamo riusciti ad ottenere zero esuberi e un ritorno delle produzioni dalla Polonia all’Italia. RILOCALIZZIAMO, che bella parola! Alla faccia di tutti quelli che dicono che il nostro Paese non è un bel posto per investire, che qui non si può fare business.
Ieri sera abbiamo anche chiuso il tavolo che coinvolgeva lo stabilimento di Trieste della Flex, ottenendo la trasformazione di 227 contratti su somministrazione in contratti a tempo indeterminato.
Sono risultati importanti, lo voglio ripetere, per gli imprenditori, per i lavoratori e per l’Italia. Non dobbiamo avere paura, non dobbiamo farci spaventare da nessuno: ve lo ricordate quando ci dicevano che con il decreto dignità le aziende sarebbero fuggite, che i lavoratori sarebbe stati licenziati? Questo non sta accadendo.
E accadrà l’esatto opposto anche per gli investimenti previsti dalla Manovra del Popolo. Tutti vogliono incutere ansie e timori sul cambiamento che sta avvenendo, ma non ce n'è ragione. L'unica cosa di cui avere paura è la paura stessa! Andiamo avanti! "

Roberto ., Roma Commentatore certificato 25.10.18 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


ANDIAMO BENE!

"M5S e Lega sparano su Fazio. Ma a rinnovargli il contratto è stato l’Ad della Rai scelto dal Governo"

http://www.lanotiziagiornale.it/m5s-e-lega-sparano-su-fazio-ma-a-rinnovargli-il-contratto-e-stato-ad-rai-scelto-dal-governo/

(Da leggere con attenzione per capire le contorsioni onde evitare responsabilità dirette)
–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

Chi è l’AD della Rai

Fabrizio Salini
Consegue la laurea in scienze politiche presso l'università La Sapienza di Roma.[1]
Dal 2003 al 2011 ha ricoperto il ruolo di vice president of entertainment channels di Fox International Channels Italy, gestendo tutta l'area dei canali di intrattenimento del gruppo. In questo periodo ha contribuito alla nascita di canali come Fox Life, Fox Crime e Fox Retro[2].
Nel 2011 passa a Sky Italia come head of entertainment and cinema programming gestendo i canali Sky Uno e Sky Cinema.
Nel 2012 è entrato a far parte del board of directors di Switchover Media con il ruolo di head entertainment & factual channels curando il lancio dei canali Giallo e Focus[3].
Nel 2013, con l'acquisizione di Switchover Media da parte di Discovery Italia, diviene vice president content fiction & kids del gruppo.
Nel febbraio 2014, occupa il ruolo di amministratore delegato di Fox International Channels Italy[4].
Il 26 novembre 2015, viene nominato direttore di LA7 e LA7d lasciando la carica dal 1º giugno 2017.
Dal 27 luglio 2018 è amministratore delegato e direttore generale della Rai su nomina del governo guidato da Giuseppe Conte.

https://it.wikipedia.org/wiki/Fabrizio_Salini

NON CI RIMANE CHE DETRARRE IL CANONE DALLA BOLLETTA ENEL.
Poi non diteci che siamo evasori!!!!

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.10.18 22:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche DRAGHI spara cazzate:
Draghi: 'Tassi più alti per le famiglie. Spread danneggia le banche'
Cosa sono i tassi per le famiglie??? I tassi del mutuo? Bene allora vediamo qui sotto come si alzano:
Mutuo fisso=non può cambiare, logico no!!
Mutuo Variabile=Varia secondo l'Euribor che attualmente sta scendendo.

Allora caro Draghi sparacazzate contro italiani, ma ci credi fessi??? Spiegami perché si dovrebbero alzare i tassi????
Se si dovessero alzare vorrebbe dire che qualcuno ha manipolato l'Euribor ehhhh ma non si può fare perché pagherebbero tutti i cittadini europei, beballorane allora che armi avete???? SOLO LA BUFFONATA DELLO SPREAD. Ahaha

GIORGINO 25.10.18 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno spieghi perchè hanno rinnovato il contratto a Fazio!!!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 22:09| 
 |
Rispondi al commento

SE QUESTO E' UN UOMO.....

«Difendi solo le donne volentate dagli africani». Fiano supera ogni limite di civiltà. I buonisti sono buonisti. Fiano ha attaccato duramente la senatrice di Fratelli d’Italia Daniela Santanchè durante il talk show su La /, L’aria che tira. Il che in una dialettica politica è tollerabile, scontato. Non è tollerabile affatto l’oggetto del contendere, le spoglie della povera Desirée, su cui Fiano passa sopra come un rullo compressore. Non ha attaccato solo Santanchè, ha offeso anche Desirée e l’orrore che si è perpetrato su di lei. Con il cadavere della sedicenne di Cisterna di Latina ancora caldo, con i particolari che stanno emergendo sull’accanimento sul suo corpo da parte del branco di africani, Fiano ha il coraggio di inveire portando numeri, statistiche: chi stupra di più italiani o stranieri? Gli italiani naturalmente….E, diretto alla Santanchè, la accusa di considerare di serie B le vittime di stupri da parte degli orchi italiani. Fiano non ha freni: anche in un momento come questo in cui l’Italia piange l’ennesima vittima di una mattanza da parte di stranieri che neanche dovevano circolare sul terrrorio italiano; in un momento in cui un intero quartiere di Roma è sconvolto, così come la città natale di Desirée, arriva il commento “buonista” di Fiano. Si commenta da solo.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 22:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sul problema donne vittime di violenza, penso che la prevenzione debba andare di pari passo al contenimento della persona violenta.
anche il carcere poi dovrebbe essere un posto di educazione, recupero e lavoro.

Paola F. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 25.10.18 22:04| 
 |
Rispondi al commento

“A Piazza Pulita avevo detto che il decreto fiscale non avrebbe contenuto alcuno scudo e così è stato.

Nonostante questo la stampa continua a far finta che la nostra parola non valga nulla, ad alludere che ogni atto che proponiamo possa contenere chissà quali oscure manovre in favore dei soliti noti.

La verità è ben diversa ed è chiara sin dalla nostra nascita: finché ci sarà il MoVimento 5 Stelle al Governo non vedrete mai approvare condoni, abusi edilizi, danni ambientali e tutte le altre porcate come accadeva in passato.
Ne ho parlato oggi a L'aria che tira
Passate parola!” (Manlio Di Stefano).

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 21:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora si fa a gara a portare fiori, mentre queste realtà erano ben conosciute da decenni:la guerra fra poveri fa comodo sempre e soltanto alle classi dominanti, laddove invece i delinquenti vanno ripuliti siano bianchi, gialli, neri, rossi e così via.

Smilzo 25.10.18 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Savona(report mio):"Noi viviamo al di sotto delle nostre risorse,per cui dobbiamo investire per crescere o questo surplus andrà all'estero.Se riusciremo a far partire l'1% degli investimenti, molte delle difficoltà attuali spariranno.Il problema è che i mercati stanno scommettendo affinché noi non possiamo investire.Ma quello che il governo fa è mantenere quelle promesse elettorali sulle quali il popolo ha dato democraticamente il suo voto.Se lo spread si alzerà saranno le stesse banche europee ad essere in crisi.Questa è l'incongruenza.La Bce comprerà i nostri titoli perché questo è necessario,non per generosità. Se fallisce l'Italia,falliscono tutti. I titoli una volta che si paga il 3% in più degli altri saranno collocabili sul mercato. Se lo spread scappasse di mano esamineremo diversamente il contesto europeo. Ma a quel punto dovrà essere la Bce a dare le soluzioni, ma il sistema bancario allora sarebbe in crisi. Non c'è rischio di insolvenza, perché abbiamo un avanzo primario, abbiamo una grande solidità come Paese, più di tutti gli altri. Se riusciamo a far partire subito gli investimenti, assorbiremo i disoccupati, miglioreremo il Pil, tutto comincerà a marciare. Cosa dovremmo fare invece? Tenere le cose così e aumentare i disoccupati e la fuga dei cervelli all'estero. Occorre distribuire le risorse da chi ha di più a chi ha di meno. Se essere europeo significa deve essere perniciosi o rispettare solo due parametri fiscali, vuol dire ridurre l'Europa a ben poca cosa. Facciamo partire prima gli investimenti delle spese correnti. Io i conti li ho già fatti e gli 8 miliardi per il reddito minimo di cittadinanza ci possono stare. Finora abbiamo tagliato gli investimenti pubblici che poi sono stati sinonimi di corruzione. Ora cambiamo. Dietro questo governo ci sono motivi etici e vinceranno. Il voto europeo ha un esito incerto ma aumenteranno le forze contro questo tipo di Europa.L'Europa entrerà in una fase critica e questo sarà necessario per delle innovazioni.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.10.18 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente una legge dalla parte degli indifesi donne e bambini, basta con i soprusi

undefined 25.10.18 21:00| 
 |
Rispondi al commento

hanno paragonato l`italia a un malato con la febbre alta che non può reggere, forse è meglio fare come i governi passati e morire di cancro!

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Per favore, fate marcia indietro sul condono per Ischia. E' una vergogna per noi 5S.

aldino c., Messina Commentatore certificato 25.10.18 19:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3. A più voci

SPAZZATURA

. “Compra, compra”, dice il cartello in vetrina. “Perché, perché”, dice la spazzatura nel cortile.
–Paul McCartney

. In California c’è molta pulizia perché non buttano via la loro immondizia, la trasformano in show televisivi.
–Woody Allen

La sola cosa che la televisione ad alta definizione può fare è fornire immagini più nitide della spazzatura.
–George Carlin

. "Uno dei miei cognati è un genio. Quando a New York c’è stato lo sciopero dei netturbini, sapete come si è sbarazzato della spazzatura? L’ha impacchettata con la carta da regalo, l’ha lasciata in macchina, e gliel’hanno rubata!
–Henny Youngman

. Ogni civiltà ha la spazzatura che si merita.
–Georges Duhamel

– Papà, e’ arrivato l’uomo della spazzatura…
– Digli che non ne vogliamo…
(Groucho Marx)

IN EVIDENZA
. Se qualcuno cerca un cestino per buttare la sua immondizia, fa sì che non sia la tua mente.
–Dalai Lama

Ciao 🌻 Desirée

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.10.18 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Le donne sono la cosa più preziosa che gli uomini possano avere, vanno elogiate, rispettate ed ammirate come meritano, ci partoriscono con strazio e ci sfamano coi loro seni, chi osa approfittarsi di una donna andrebbe linciato e castrato perché costui non merita nulla nella vita.
Ci sono culture retrogrado-maschiliste al mondo che invece di elevarle al cospetto degli dei le trattano come fossero oggetti, le tengono segregate in casa e coprono il loro corpo, la loro bellezza e la loro anima con lenzuola ridicole come se ne avessero timore per poi approfittarne alimentando la propria squallida cupidigia.
Fino a 10.000 anni fa avevamo una società matriarcale, dopodiché la nostra civiltà è andata decadendo.
Ripristinare il rango femminile al livello dovuto è un atto che solo una società civile può attuare e chi manca loro di rispetto va punito in modo esemplare.

Serafino 25.10.18 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Il Ministro Di Maio su Facebook:

" Oggi ho incontrato le associazioni dei lavoratori disabili Ante, Abilitando e Movimento italiano disabili insieme al nostro viceministro alla Famiglia e alla Disabilità Vincenzo Zoccano.
Come sempre i miei ministeri sono aperti a tutti e sono contento di questo confronto schietto e onesto a cui ho avuto il piacere di partecipare. In Italia ci sono 6,5 milioni di persone affette da disabilità che finora hanno trovato molti ostacoli nel tragitto tra le loro difficoltà e una normale vita lavorativa.
Uno dei principali obiettivi che mi sono prefissato da ministro è quello di riportare dignità nel lavoro in Italia e sia io che il viceministro Zoccano lavoreremo fianco a fianco per permettere che questo avvenga anche per chi è affetto da disabilità e per questo ho chiesto la convocazione dell'Osservatorio nazionale sulle persone con disabilità per rispondere velocemente alle richieste delle associazioni."

Roberto ., Roma Commentatore certificato 25.10.18 19:38| 
 |
Rispondi al commento

1

PIO Z., Trento Commentatore certificato 25.10.18 19:37| 
 |
Rispondi al commento

2. A più Voci

CORRUZIONE
. Un popolo che elegge corrotti, impostori, ladri, traditori, non è vittima, è complice.
— George Orwell)

. Chiedere ai 100 parlamentari indagati per corruzione di votare la legge contro la corruzione è come chiedere a Giovanna D’Arco di andare a far legna per il falò.
— Maurizio Crozza

. Le gare d’appalto sono, per alcune persone, una vera passione. Appena ne sentono parlare, partono per la tangente!
— Anonimo

. La corruzione è una nemica della Repubblica. E i corrotti devono essere colpiti senza nessuna attenuante, senza nessuna pietà. E dare la solidarietà, per ragioni di amicizia o di partito, significa diventare complici di questi corrotti.
— Sandro Pertini, discorso di fine anno, 1979

. Un uomo che non è mai andato a scuola può rubare da un carro merci; ma se ha una formazione universitaria, può rubare tutta la ferrovia.
—Theodore Roosevelt

. – Secondo lei quanti sono i corrotti in Italia?
– Intende al metro quadro?
—Origone

DEGRADO

. La mancanza di valori, l'individualità sempre protagonista rispetto al comune agire, l'egoismo sfrenato e, soprattutto, l'assenza di speranza, possono essere alcune delle ragioni che hanno portato la corruzione e il degrado nella nostra società.“
— Enzo Biagi

. (flash di un musicista/ rapper)
“Giù con me in mezzo al degrado Narcos Noyz Eldorado | passo in quinta lascio il nulla come un tornado | più veloce, più veloce e manco so dove vado | dal 93 al 2009 sempre stato brado | A scuola ‘79 SP click per la vita | cambio gente cambio sempre, niente no, non è finita | Sempre sentirò le grida dentro al teschio | sempre guarderò dietro le spalle mie, prima che entro e quando esco.“
— Noyz Narcos (Emanuele Frasca )
Riferimento: https://le-citazioni.it/argomenti/degrado/

segue

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.10.18 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Reati più gravi esaminati prima (similmente a ferite più gravi):
i magistrati sani di mente, cioè la stragrande maggioranza, lo fanno già.
Dare precedenza a qualcuno (donna violentata) significa però togliere precedenza a un altro (maschio/bambino ferito grave), come una coperta troppo corta ogni volta che si tira si scopre qualcosa.

Francamente io eviterei di ascoltare associazioni che sparano fesserie il cui unico risultato è rendere la giustizia ancor più burocratizzata e inefficiente.

p.s. non capisco come la vicenda di una ragazza violentata e uccisa possa trovare soluzioni con simili proposte.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A PIÙ VOCI

Del perché una bambina di sedici anni attraversa il degrado che la circonda e finisce nella spazzatura.

“Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza fare nulla.” ALBERT EINSTEIN
________________________________________________________________________________________________

DEGRADO

degrado
[de-grà-do] s.m.
1 Situazione di abbandono, di incuria SIN deterioramento
2 fig. Decadimento morale, culturale: d. dei valori

Da notare: le due figure significanti del lemma, nel nostro Paese viaggiano a braccetto, l’una a sostegno e potenziamento dell’altra. Brutta roba da rimuovere. Ci vuole tempo e partecipazione collettiva al massimo grado, in ogni direzione, compresa la rivoluzione culturale “personale” altrimenti non se ne esce.

Cause: dalla Mercificazione alla Corruzione al Degrado alla Spazzatura

MERCIFICAZIONE

"Solo rimettendo in discussione il mercato capitalistico, le sue regole e le sue cosiddette «leggi», è possibile rispondere al bisogno di giustizia e di senso che cresce in ogni angolo della Terra. Ma, per essere fondante, questa ricerca deve partire dai soggetti sociali che hic et nunc cercano risposte alla disgregazione socioculturale, al degrado ambientale, al disastro provocato dalla mercificazione globale. Altrimenti, non faremo altro che lavorare, sia pure involontariamente, per estendere l'area della «mercificazione» a un nuovo bisogno. Per l'appunto: 'l'etica.“
— Tonino Perna

(Particolare su Roma)
"Dal '64 questa città smette di avere un'importanza artistica e diventa fonte di guadagno per chi frequenta il potere: i palazzinari sono tra questi. L'edilizia si fondava sulla quantità e non sulla qualità. Palazzine senza stile, una di un colore, una di un altro. Abusi su abusi. LA POLITICA VA INCONTRO AL DEGRADO perché non viene vista più come vocazione ma come opportunità di guadagno.“
— Carlo Verdone


segue

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 25.10.18 19:26| 
 |
Rispondi al commento

si va bene
basta che non sia una legge a "sesso unico" senso unico
è sostenibile pensare che una denuncia di quel tipo possa essere fatta anche con premeditazione per approfittare o qualcosa del genere, quindi sempre con attenzione valutando la possibilità di difesa

psichiatria. 1 25.10.18 18:39| 
 |
Rispondi al commento

OT
IUS SOLI Gli Italiani non lo vogliono.
Non ho ancora capito i 5 stelle come la pensano....


OT

Il Premier Conte su Facebook:

l mio intervento alla Conferenza Italia-Africa, dalla Farnesina

https://www.facebook.com/GiuseppeConte64/videos/928349190687653/?hc_ref=ARQinTEEdHaN1Y3UYo52C43on5KfLcQjQAJLqzd8DnRRruqCjUg65Fui20Ekph1lT4w

Roberto ., Roma Commentatore certificato 25.10.18 18:18| 
 |
Rispondi al commento

OT L'informazione del Potere, la manipolazione di pochi, può "uccidere" un popolo.

Guai a voi guide cieche!

E non mi riferisco a chi è privato della vista.

Mi riferisco alla cecità morale di chi, pur vedendoci, non distingue più il vero dal falso; di chi, come gran parte di voi, politici e intellettuali sempre in prima pagina o in prima serata, si sente ormai a suo agio solo quando striscia come un bruco peloso tra gli abissi della sua menzogna.

I ciechi possono vedere al buio, voi non vedete neanche di giorno ed odiate la luce. Saranno proprio i ciechi a giudicarvi, rinfacciandovi tutte le vostre malefatte, perpetrate di nascosto, al buio, nell'ombra delle vostre tenebre.

Se foste ciechi non vi direi mai “ciechi!”, non offenderei mai chi “vede” in maniera diversa e spesso assai meglio di me.

Ma siccome voi vedete, voi che siete doppiamente ciechi ma che dai vostri mezzi di Potere ancora guidate sfacciatamente un popolo intero, voi che state per farlo cadere senza più scampo dentro una fossa, solo a voi mi riferisco quando riscrivo: Guai a voi guide cieche!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 18:12| 
 |
Rispondi al commento

OT

Il ministro Di Maio su Facebook:

(PRIMA PARTE)

Invito tutti coloro che stanno criticando il nostro governo in generale (e il MoVimento 5 Stelle in particolare) per aver approvato la Manovra del Popolo a guardare questo video (di askanews) e poi a CONDIVIDERLO! Vedrete l’IMBARAZZO dell’attuale commissario Moscovici, quello che ha bocciato la nostra manovra e che ha passato interi giorni a criticare a mezzo stampa l’operato del governo, ammettere che quando era ministro delle Finanze della Francia aveva posizioni molto simili a quelle espresse da me in queste settimane. Posizioni quindi pienamente legittime, perché espresse da un Paese sovrano. Questa testimonianza è emersa grazie alle domande molto pertinenti di un giornalista italiano, Ivo Caizzi, che gli ha citato le sue stesse parole quando criticò i tecnocrati della Commissione sullo sforamento del 3% perché “la loro visione dominante è neoliberale e ortodossa mentre io sono un socialista, un social democratico. Facciamo le elezioni, abbiamo delle scelte politiche e difendiamo la nostra strada”.
Come mai ha cambiato idea in così poco tempo? Ci chiediamo noi e gli chiede Caizzi. Il commissario Moscovici risponde:
“Mi sono agitato, mi sono chiesto da dove venisse questa intervista, poi ho capito che erano propositi da campagna elettorale, mi ricordo da ministro delle Finanze della Francia. Allora vorrei dire due cose: la prima, e non è qualcosa che auguro all’Italia, è che la Francia ha vissuto per 10 anni in deficit eccessivo. La seconda è che quando sono diventato ministro delle Finanze, e quando si va al potere poi si agisce, sono stato quello che ha ridotto più di tutti in 15 anni il deficit, sia nominale che strutturale, tra 2012 e 2014. Perché ero convinto precisamente del fatto che il debito pubblico è il nemico dell’economia e il nemico del popolo”. (SEGUE SU SECONDA PARTE)

Roberto ., Roma Commentatore certificato 25.10.18 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro Di Maio su Facebook

(SECONDA PARTE)

" Moscovici si dimentica però di dire che con lui alle redini dell’economia francese il loro debito pubblico è aumentato passando da 89,5% sul PIL al 94,8% sul PIL, per arrivare al 97% sul PIL attuale. C’è qualcosa che non torna nel suo ragionamento quando dice che il debito pubblico è il nemico del popolo. L’Italia, con la Manovra del Popolo, rivendica il diritto a fare quello che in passato hanno fatto la Francia e altri Paesi europei.


Noi vogliamo abbattere il debito puntando sugli investimenti, sulle persone e sulle imprese, non tagliando i diritti delle persone come è stato imposto all’Italia in passato. Questa manovra è stata scritta a Roma, non a Bruxelles. Come abbiamo già detto siamo disposti al confronto e al dialogo con la Commissione Europea, ma vorrei che, durante questo dialogo, Moscovici si ricordasse delle sue parole quando era ministro e si rendesse conto che ciò che vale per la Francia non può non valere per l’Italia. Siamo entrambi due Paesi fondatori e siamo entrambi due Paesi sovrani. Sì al dialogo, ma noi andiamo avanti! Moscovici, come lui stesso ammette, al mio posto, farebbe lo stesso. "

https://it-it.facebook.com/LuigiDiMaio/videos/1967230813576254/

Roberto ., Roma Commentatore certificato 25.10.18 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, W il M5S.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 25.10.18 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Date delle pene esemplari agli stupratori!
E rimettete lo stalking nel codice penale!
Impedite con la legge le violenze contro donne e bambini!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.10.18 18:02| 
 |
Rispondi al commento

ot

""Non permetteremo a nessuno di scipparci il futuro""

uno striscione in qualche manifestazione di studenti?

no...

è boccia presidente della confindustria, che in quanto a barzelette non è secondo a nessuno :)

lo manderei volentieri a f..irenze

pabblo 25.10.18 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Suggerisco una NORMA SEMPLICE SEMPLICE: SUBITO indagini e intercettazioni telefoniche. Nel caso sia acclarata la minaccia all'incolumità della donna, GIUDIZIO IMMEDIATO CON OBBLIGO, DA PARTE DEL GIUDICE, DI COMMINARE IMMEDIATAMENTE ALMENO 1 ANNO DI CARCERE ALL'AGGRESSORE, CHE SE LO DOVRA' FARE SENZA NEANCHE UN MINUTO DI SCONTO DI PENA ... poi vedi se non si avrà una DRASTICA RIDUZIONE DI QUESTI REATI DA VIGLIACCHI,GRAVISSIMI ED ODIOSI !!!

Luigi Di Pietro 25.10.18 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Più che un codice rosso e formazione per gli agenti di polizia, istituirei la formazione obbligatoria del rispetto verso il genere femminile sin dalla scuola dell'infanzia, perché il problema è ancora decisamente culturale...Se poi non dovesse bastare, dateci automaticamente il porto d'armi così mostriamo come reagiscono nei confronti del "Maschio Superiore" quelle donne che vengono chiamate ANCORA OGGI:"persone deboli e perseguitate!"...un Paese vecchio nella testa!!!!

undefined 25.10.18 17:37| 
 |
Rispondi al commento

STUPRO DI GRUPPO E MORTE DI DESIRÉE

"Non è ancora chiaro quanti siano i componenti del branco. Di sicuro, a violentare la minorenne c’erano quattro persone, MA POTREBBERO ESSERE DI PIÙ.

Accorgendosi che la ragazzina stava morendo, non solo non l’avrebbero soccorsa, ma avrebbero CONTINUATO AD ABUSARE di lei.
Gli investigatori della Squadra Mobile stanno cercando GLI ALTRI componenti del branco".
(da un quotidiano on-line).

L'HO SCRITTO ALMENO 5 ANNI FA SU QUESTO BLOG:
"Guardate che state facendo entrare in Italia MOLTI PIU MASCHI IMMIGRATI CHE FEMMINE. E tutti perlopiù giovanissimi.
Sappiate, CARI IDIOTI CHE SIETE A FAVORE DI UN IMMIGRAZIONE SELVAGGIA E SENZA REGOLE che non potranno mai trovare abbastanza donne loro conterranee per sposarsele o per "tutto il resto" e si andrà incontro, vista la troppa "elasticità" delle leggi italiane nei loro confronti, a stupri e violenze su donne italiane e non, a non finire"

Non c'era bisogno di essere 'profeti' per prevedere che sarebbe successo questo, MA GLI IDIOTI, IMBECILLI,COGLIONI E STUPIDI non sanno vedere al di là del loro naso.


ot

"Dobbiamo rifiutare l'austerità, perché l'austerità porta alla rivolta.


sembrano parole di un rappresentante del governo conte...invece è moscovici...quando contestava brussel al grido di "Io sono un socialista, un socialdemocratico"

ps

oggi il ps francese sta al 5 per cento e moscovici ha ancora fiato da sprecare :)


pabblo 25.10.18 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi. W il M5S

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 25.10.18 17:09| 
 |
Rispondi al commento

La Germania è il problema dell'europa!

Ha un disavanzo commerciale abnorme e tutto grazie alla presenza degli stati del sud che le permettono di avere una moneta bassa e quindi di essere super competitiva!

Ora se i paesi del sud rinunciano alla competitività per stare in una unione dove ci stanno i tedeschi che fanno la bocca a culo di gallina e dicono che non possono mantenerci allora bisogna prendere le teste di cazzo che ci hanno messo in questa situazione e quantomeno spogliarli di tutti i beni!

La colpa è solo degli statisti alla mortadella o alla bunga bunga e dei mirabolanti geni alla ciampi, monti o napolitano!
Ma come cazzo hanno fatto ad accettare sempre meccanismi svantaggiosi per l'italia?

Possibile che sia solo incapacità?

Speriamo che si estinguano i loro geni!
Nell'attesa va fatta cassa o architettata una strategia per abbattere il debito.

Incominciamo con il chiudere i finanziamenti alle religioni.

via 8 x mille a tutti

poi iniziamo a far girare i soldi!

Mettiamo un'ipoteca su tutti gli immobili del 5% del valore dell'immobile stesso da mettere a garanzia del debito pubblico: se uno vuole paga e riscatta la sua quota di debito altrimenti rimane a garanzia del debito nazionale.

un ulteriore e reale garanzia che è sempre meglio dei titoli pubblici moderni che possono anche saltare!!!

Studiamo qualcosa che liberi risorse!

Bisogna ripagarli con la stessa moneta! è tutto virtuale.

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 25.10.18 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Queste sono settimane importanti sul fronte giustizia perché con il Ministro Alfonso Bonafede stiamo lavorando a due provvedimenti chiave per il nostro Ministero: il carcere per i grandi evasori e la legge anti - corruzione.

Posso assicurare che non solo si faranno entrambe perché è scritto nero su bianco nel contratto di governo, e come abbiamo già dimostrato in più di un’occasione (reddito di cittadinanza, pensione di cittadinanza, abolizione dei vitalizi, class action) noi siamo abituati a passare dalle parole ai fatti, ma che la nuova normativa anti - evasione sarà severa, dissuasiva e porterà nelle casse dello Stato molto più gettito di quanto avviene attualmente con il sequestro per equivalente delle somme non dichiarate, perché introdurrà la possibilità di confisca dei beni in tutti i casi in cui l’evasore non sarà in grado di dimostrarne la provenienza.

Ad oggi infatti, non scatta la confisca di prevenzione sui beni dell’evasore fiscale seriale a meno che non si riesca a dimostrare che l’inquisito abbia reimpiegato e viva abitualmente con le ricchezze sottratte all’Erario.

Noi invece vogliamo ribaltare questa logica: l’evasione fiscale è un reato gravissimo ai danni delle casse dello Stato e dell’intera collettività e come tale deve essere sanzionato, andando a colpire proprio l’aspetto patrimoniale dell’evasore che ha tratto profitto dal mancato versamento alle casse pubbliche.

L’abbiamo detto e non ci stancheremo mai di ripeterlo: per i cittadini disonesti è finita. Da ora in poi chi sbaglia paga. — con Alfonso Bonafede, MoVimento 5 Stelle Senato, MoVimento 5 Stelle Camera e MoVimento 5 Stelle

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.10.18 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo, avanti così.

mzee.carlo 25.10.18 16:44| 
 |
Rispondi al commento

MOSCOVICI E OETTINGER DENUNCIATI IN PROCURA A ROMA! - DUE GIORNALISTI, FRANCESCO PALESE E LORENZO LO BASSO, HANNO PRESENTATO DENUNCIA PER AVER TURBATO I MERCATI CON LE LORO DICHIARAZIONI: “HANNO INCISO IN MODO SIGNIFICATIVO SULLA FIDUCIA E L’AFFIDAMENTO CHE IL PUBBLICO PONE DELLA STABILITÀ PATRIMONIALE DI BANCHE E GRUPPI BANCARI, ALTERANDO CONTESTUALMENTE IL VALORE DELLO SPREAD ITALIANO”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.10.18 16:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andrea Scanzi:
Moscovici prova una sorta di perversione, di godimento, nell'attaccare sistematicamente l'Italia.
La Commissione europea aveva bocciato questa manovra prima ancora che fosse partorita.
In questo governo l'anima maggioritaria vuole andare dritto a parte Conte e Tria (inserito da Mattarella per frenare questo governo) che dicono: possiamo dialogare. Ma il dialogo con questa commissione non ci può essere perché ha bocciato la manovra prima ancora di leggerla.
Poi bisognerebbe vedere chi è questo Moscovici, che poi è uno che in Francia, quando era Ministro delle Finanze, ha fatto più danno delle grandine. Con lui la Francia aveva uno spread al 3%. Ha chiamato fascista Ciocca per la faccenda della scarpa quando a farlo in precedenza era stato Kruscev. Credo che non ci sia dialogo tra l'Unione europea e questo governo. La risposta vera la danno le agenzie di rating, la dà lo spread, la danno i mercati. Noi possiamo anche dire: tiriamo dritti perché facciamo le cose che abbiamo promesso in campagna elettorale ma se lo spread sale è chiaro che se ne deve prendere atto.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.10.18 16:42| 
 |
Rispondi al commento

non c era una bella " storiella " alle spalle della bongiorno e la biondina ..detto questo vediamo di dare la vera e sacrosanta assistenza a chi subisce queste stramaledette violenze

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 25.10.18 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Come si può ancora dare credito e votare per la cricca mafiosa e massone dei passati governi e vermi al seguito (PD/DC/FI con alfano, verdini, ecc..) dopo che hanno depenalizzato oltre cento reati, fra cui UNO dei più GRAVI: lo "STALKING"?

https://www.studiocataldi.it/articoli/12949-il-reato-di-stalking.asp

Ministri Bonafede e Bongiorno: PENALIZZATELO ancora più di prima ed al più presto!
Sarebbe un'altra pietra miliare al merito del governo di cambiamento che eviterebbe tanti altri atroci delitti a danno di persone deboli e perseguitate!
Grazie da parte dei cittadini onesti!

giuseppe r. Commentatore certificato 25.10.18 16:32| 
 |
Rispondi al commento

LUIGI DI MAIO
Ma scherziamo? La Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italia perche' decise di continuare ad applicare il regime duro carcerario del 41bis a Bernardo Provenzano, dal 23 marzo 2016 alla sua morte. Avremmo così violato il diritto di Provenzano a non essere sottoposto a trattamenti inumani e degradanti. Non sanno di cosa parlano! I comportamenti inumani erano quelli di Provenzano. Il 41bis è stato ed è uno strumento fondamentale per debellare la mafia e non si tocca. Con la mafia nessuna pietà

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.10.18 16:28| 
 |
Rispondi al commento

E per i 100 reati minori depenalizzati da Renzi, non fate nulla?
Ora se siamo vittime di uno di questi reati, non ci resta che andare da un avvocato e fare una causa.
I carabinieri non ci prendono gli esposti. Puoi capire che se lo potranno permettere solo in pochi.

Rosa 25.10.18 15:59| 
 |
Rispondi al commento

ERA ORA FINALMENTE !!! ALFONSO BONAFEDE Fallo come decreto Legge che sia di immediata ATTUAZIONE

W 5stelle

Laura F., Terni Commentatore certificato 25.10.18 15:51| 
 |
Rispondi al commento

-Renzi ha depenalizzato 120 reati e tra questi lo stalking, la persecuzione che un uomo fa a una donna, fidanzata o moglie, che lo ha respinto.
Lo stalking non è più considerato reato penale ma amministrativo, sanzionabile con una multa come se si trattasse di un'auto in sosta vietata.
Questa depenalizzazione è un errore tremendo che mostra quando poco il Pd stimi la persona femminile, deve tornare ad essere un reato grave contro la persona, tanto più che nel 2017 le donne che sono state uccise dopo uno stalking sono state 113, una ogni tre giorni.

Ministro Bonafede, faccia in modo che lo stalking torni ad essere un reato penale e che vi sia un obbligo delle forze dell'ordine di intervenire quando una donna denuncia la violenza di un uomo!
E faccia in modo che la pena torni ad essere un deterrente e non una burletta come ora, dopo che Renzi ha legiferato che nessuno vada in carcere al di sotto dei 4 anni di pena!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.10.18 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Renzi ha depenalizzato 120 reati e tra questi lo stalking, la persecuzione che un uomo fa a una donna, fidanzata o moglie, che lo ha respinto.
Lo stalking non è più considerato reato penale ma amministrativo, sanzionabile con una multa come se si trattasse di un'auto in sosta vietata.
Questa depenalizzazione è un errore tremendo che mostra quando poco il Pd stimi la persona femminile, deve tornare ad essere un reato grave contro la persona, tanto più che nel 2017 le donne che sono state uccise dopo uno stalking sono state 113, una ogni tre giorni.

Ministro Bonafede, faccia in modo che lo stalking torni ad essere un reato penale e che vi sia un obbligo delle forze dell'ordine di intervenire quando una donna denuncia la violenza di un uomo!
E faccia in modo che la pena torni ad essere un deterrente e non una burletta come ora, dopo che Renzi ha legiferato che nessuno vada in carcere al di sotto dei 4 anni di pena!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.10.18 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi !!!

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 25.10.18 15:39| 
 |
Rispondi al commento

1) Chi può e chi non può
di Marco Travaglio
sul Fatto Quotidiano del 25 ottobre:
Per semplificarci la vita, le sentinelle del Nuovo Galateo del Perfetto Democratico appostate nei giornaloni dovrebbero stilare un breve elenco delle parole che si possono usare, di quelle che non si possono usare e soprattutto di coloro che possono usare tutte le parole che vogliono. Così, per saperci regolare. Ieri, per esempio, monsieur Pierre Moscovici, nostro nuovo maestro di vita, dopo averci dato degli “xenofobi” e accusati di eleggere “piccoli Mussolini” solo perché non votiamo come vorrebbe lui, ci spiega che tirare fuori una scarpa e poggiarla sui suoi sacri testi è l’anticamera del fascismo. Ce l’ha con un eurodeputato leghista, tal Ciocca, in vena di dannunzianesimo all’amatriciana, anzi alla cassoela, reo di aver simbolicamente calpestato i fogli della sua relazione che bocciava la manovra economica del governo Conte: “All’inizio si sorride e si banalizza perché è ridicolo, poi ci si abitua a una sorda violenza simbolica e un giorno ci si risveglia con il fascismo. Restiamo vigili. La democrazia è un tesoro fragile”. Così fragile da consentire a una salma ambulante, rappresentante di un partito (quello socialista francese) che vale il 5% di continuare a dare lezioni a un intero continente, di anticipare verdetti su leggi non ancora né lette né scritte, di farsi campagna elettorale alzando il nostro spread. E naturalmente di tacere sul governo del suo Paese che viola i diritti umani e le leggi internazionali perseguitando donne straniere incinte e mandando nottetempo la Gendarmerie a Claviere a scaricarci i migranti indesiderati (anche minorenni, ma con l’età taroccata sui documenti ufficiali).

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 15:37| 
 |
Rispondi al commento

2) Se il Paese cornuto e mazziato dai Moscovici fosse un altro, le autorità competenti protesterebbero, magari ritirerebbero l’ambasciatore, cose così, e i relativi giornali scriverebbero due righe a nome dei cittadini che si sentono lievemente offesi dalle accuse di fascismo e di razzismo perché votano come pare a loro.

In Italia invece, a parte i soliti populisti sovranisti, non protesta nessuno. I giornaloni sono tutti schierati col galletto francese: lui sì che sa far di conto, mica come i nostri peracottari (quando Moscovici era ministro delle Finanze ai tempi di Hollande, la Corte dei conti bocciava regolarmente le sue finanziarie e persino il suo collega del Lavoro lo accusava di trascinare il Paese “alla bancarotta”, infatti per anni la Francia sforò pure il 3%, ma questi sono dettagli).

Ieri, per esempio, Repubblica dedicava un puntuto editoriale alla denuncia del “populismo della scarpa” (quella di Ciocca). Come se l’unico antidoto al sovranismo fosse il gallicanesimo.
Quindi: la scarpa sul testo di Moscovici è fascismo, ergo ha ragione Moscovici a darci dei fascisti perché abbiamo un europarlamentare un po’ svitato che si leva la scarpa. Se viceversa qualche populista o sovranista italiano s’azzardasse a dare del fascista a Moscovici, diventerebbe automaticamente fascista, scagionando – per il principio di non contraddizione – Moscovici.

Tanto varrebbe stabilire che Moscovici è come Virna Lisi nel vecchio carosello della Chlorodont: con quella bocca può dire ciò che vuole. E gli altri no. Sono fortune che capitano a chi milita dalla parte giusta, cioè nei partiti giusti (quelli in via di estinzione).

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Un po’ come Renzi, che nella stessa frase riesce a dare dei “cialtroni” a tutti i ministri del governo Conte e a piagnucolare contro le “campagne d’odio” di chi critica lui. Perché cialtrone non è odio: è amore (erano amore anche le minacce di ripulire il Pd “col lanciafiamme”, di “rottamare” gli avversari interni e di “asfaltare” quelli esterni).

Se invece, puta caso, il babbo fa affarucci col vicino di casa vendendogli un terreno, e uno lo scrive, è odio. E se la Boschi indossa stivali a mezza coscia e una cronista lo scrive, è sessismo (d’ora in poi, al ristorante, niente cosce di pollo, parlando con pardon: solo ali e petti).

Poi c’è chi milita nel partito sbagliato, tipo Grillo. In una pubblica piazza, da libero cittadino e comico tornato in servizio a tempo pieno, dice quel che pensa dei poteri del capo dello Stato, quelli ufficiali e soprattutto quelli ufficiosi, che ne fanno (da Re Giorgio in poi, non prima) una specie di monarca assoluto redivivo, infallibile, intoccabile, innominabile, ineffabile. Ancora protetto da anticaglie polverose come il vilipendio (tant’è che Bossi rischia la galera non per i 49 milioni rubati dal suo entourage, ma per aver dato del “terùn” a Napolitano). Apriti cielo!

I parrucconi di ogni ordine e grado strillano come vergini violate: “Grillo attacca Mattarella”, “Nessuno tocchi Mattarella”, (peraltro mai nominato: il discorso di Grillo riguardava la carica, non la persona). Compresi quelli che, con la controriforma Renzi&Boschi&Verdini volevano stravolgere l’equilibrio dei poteri, inclusi quelli del Colle, con una legge costituzionale, non con un discorso in piazza.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Grillo.
"Siete sordi alle grida dei poveri" (Grillo ha attaccato i sordi! FALSO)

"Siete ciechi dinanzi alle persone che soffrono" (Grillo ha attaccato i ciechi! FALSO)

"Siete chiusi in voi stessi come degli autistici" (Grillo ha attaccato gli autistici! FALSO)

"VI appiccicate alle singole parole di Grillo come dei cretini" (Grillo ha attaccato i cretini! VERO!!)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.10.18 15:35| 
 |
Rispondi al commento

4) Poi Grillo sbeffeggia gli intellettuali e i politici da talk show che, dice, sembrano malati di autismo o psicopatici perché parlano tra sé e sé o a pochi intimi in idiomi incomprensibili ai più. Riapriti cielo! “Grillo insulta gli autistici”, “Grillo offende i malati”, “Giù le mani dalla sindrome di Asperger”.

Nessuna protesta invece dagli psicopatici, sempreché non fossero quelli che non avevano capito la frase di Grillo: che non era un insulto ai malati, ma a certi politici e intellettuali.

L’ha spiegato ieri Massimo Fini: se dico che i politici sono sordi e ciechi sui bisogni dei poveri, dubito che si offenderebbero le associazioni dei non vedenti e dei non udenti. A meno che non ne facciano parte anche i deficienti. Per capire chi ha offeso chi, basterebbe una famosa barzelletta di Gigi Proietti. “Tutti i laziali sono stronzi”. “Come si permette?”. “Perché, lei è laziale?”. “No, sono stronzo”.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Alfonso.

P.s.

Grillo ha sbagliato a dire che i politici e gli intellettuali da talk show sembrano malati di autismo e psicopatici come sbaglierei allo stesso modo io se dicessi che i politici e gli intellettuali da talk show sembrano degli uomini.

Perché sarebbe proprio un insulto ai malati. Sarebbe un insulto all'uomo. Ma, attenzione, non nel senso che fanno intendere le rimostranze degli idioti, che urlano e scrivono a voci unificate: “Giù le mani dalla sindrome di Asperger”.

Bensì nell'unico senso legittimo e possibile, e cioè questo: quale autistico, quale psicopatico, non si sentirebbe oltraggiato e offeso nell'essere equiparato a questi politici e intellettuali da talk show? Quale uomo non si sentirebbe vilipeso, mortificato, leso, adulterato, snaturato, menomato e oltraggiato a morte se venisse paragonato a queste nullità di professione, a questa processionaria “politica e intellettuale” che procede indisturbata in fila indiana e che ha ancora il coraggio di mostrarsi in pubblico, urticandolo?

Grande Beppe!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 15:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui il problema è grosso ed è figlio di questa società-fai-da-te! Per il rimedio o soluzione del problema ... è durissima! (??!!)

Dall'Olio Ermes 25.10.18 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Mi congratulo con la ministra buongiorno per le dichiarazioni sulla legge del fine vita. Concordo pienamente con la ministra. Ragazzi abbiamo il miglior governo degli ultimi 25 anni dobbiamo sostenerlo convintamente in tutte le sedi. Avanti come i caterpillar senza nessuna pietà.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 25.10.18 15:14| 
 |
Rispondi al commento

commento inserito nel post sbagliato

renato r., roma Commentatore certificato 25.10.18 15:05| 
 |
Rispondi al commento

semplicemente solo un altro modo di attaccare questo governo da parte della eu: che buffoni

renato r., roma Commentatore certificato 25.10.18 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Che ci sta a fare Fiorello travestito da donna con parrucca a fianco della Hunziker?

rosanna sandalo 25.10.18 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma il film "In the same boat" di Rudy Gnutti si trova? Magari in Italiano?

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 25.10.18 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Ahhh...la merlin...grande donna..fu l'origine del problema.
Ahhh...la droga perchè non comprarla dal tabaccaio?
Perchè l'alcool e le sigarette non sono libere
nonostante si dica e si scriva che sono causa di cancro?

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.10.18 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Dal ministero della Giustizia assieme al Ministro per la pubblica amministrazione Giulia Bongiorno e Michelle Hunziker, presentiamo la legge “Codice rosso” contro la violenza sulle donne.

https://www.facebook.com/Alfonso.Bonafede.M5S/videos/531973997249092/

Roberto ., Roma Commentatore certificato 25.10.18 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Lo chiamano impropriamente sesso debole.
Sugli uomini hanno una forza...

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 25.10.18 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori