Il Blog delle Stelle
Seminiamo per il futuro. Doniamo sangue, cibo e vestiti #SolidarietàAlleStelle

Seminiamo per il futuro. Doniamo sangue, cibo e vestiti #SolidarietàAlleStelle

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 93

di MoVimento 5 Stelle

"Se vuoi arrivare primo, corri da solo. Se vuoi arrivare lontano, cammina insieme". In una parola: solidarietà. Ad ottobre seminiamo per il futuro: diamo un input per dedicarci agli altri, prepariamo il terreno per un lungo raccolto. In Italia si contano oltre 5 milioni di persone in povertà assoluta. Parliamo di chi non riesce ad acquistare beni e servizi essenziali per condurre una vita minimamente accettabile.

Beh, per chi non ci è mai passato è inimmaginabile, ma basta farsi un giro per le mense della Caritas e scoprire che in fila potrebbe esserci anche un nostro vicino di casa. Sono tante le persone che finiscono nell'indigenza, si perde il lavoro, non si hanno familiari su cui contare, si perde la casa, ci si separa. Si perde la normalità. E la normalità, una volta persa, è difficile da recuperare senza un aiuto. Un aiuto concreto.

È un tema che ci è caro più di ogni altra cosa. Non a caso il MoVimento 5 Stelle è nato il 4 ottobre del 2009, il giorno di San Francesco, e ai valori francescani si è sempre ispirato. Troviamo il tempo per gli altri, facciamo in modo, davvero, che nessuno resti indietro. È la nostra stella polare, che ci guida su tanti fronti.

Guida i portavoce in Parlamento che con un gesto splendido donano volontariamente parte dei loro stipendi per un fondo istituito per aiutare le piccole e medie imprese. Guida i portavoce nelle Regioni che con i fondi donati fanno crescere il bellissimo progetto "Facciamo scuola".

Guida ogni nostra scelta improntata non all'assistenzialismo fine a sé stesso, ma a creare possibilità e opportunità per lavoro, inclusione sociale e benessere. Un benessere che sia di tutti e per tutti.

Allora mettiamoci a disposizione! Come? DONIAMO.
Doniamo l'essenziale: SANGUE, CIBO, VESTITI.

Per donare il sangue si può andare in ospedale oppure prendere contatto con la sede Avis, l'associazione dei volontari del sangue, più vicina. Semplice? Non tanto perché in Italia il numero dei donatori di sangue continua a diminuire e si fa fronte alle emergenze e alle necessità solo grazie alla compensazione tra Regioni. È un trend che si può invertire, basta tanta buona volontà e avere i requisiti richiesti ai donatori. Un buon sistema sarà radunare alcuni attivisti e cittadini e andare insieme a fare un gesto di civiltà.

Per raccogliere generi alimentari si possono invitare le persone, fuori dai supermercati, ad acquistare qualcosa in più mentre fanno la spesa: generi a lunga conservazione come pasta, pelati, tonno, e mettersi in contatto con le associazioni sul territorio che si occupano della raccolta degli alimenti per gli indigenti.

Infine, la raccolta dei vestiti: quanti di noi hanno nell'armadio abiti, magari ancora in ottimo stato, che però non si usano più? Organizziamo dei gazebi e raccogliamo quanto più possibile!

Buoni propositi, propositi che hanno tante persone ma che a volte faticano a trasformarsi in un gesto concreto. La solidarietà soffre di una malattia: viene rimandata. Invece no! Facciamolo oggi!

ATTIVATI! Per conoscere i dettagli dei tanti eventi sulla solidarietà organizzati dal Movimento 5 Stelle nel mese di ottobre, basta andare su Rousseau ed entrare nella funzione Activism. Dopo aver scelto l'etichetta "iniziative correnti e future”, è sufficiente selezionare l'evento a cui si è interessati. In questo modo sarà possibile visualizzare una mappa costantemente aggiornata in tempo reale attraverso la quale poter scoprire con facilità le iniziative previste nel proprio Comune o nella propria Regione.

PARTECIPA!
Vuoi proporre un’iniziativa? Accedi a Rousseau, entra nella funzione CALL TO ACTION, clicca su CREA INIZIATIVA e definisci luogo, ora e data della chiamata all’azione.

CONDIVIDI! Attraverso i social raccontaci come donando sia migliorata la tua vita e quella degli altri. Sensibilizziamo insieme il maggior numero di cittadini, utilizzando l’hashtag #SolidarietàAlleStelle.



bannerdoni5s2018.jpg

6 Ott 2018, 09:56 | Scrivi | Commenti (93) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 93


Tags: 4 ottobre, cibo, doniamo, movimento 5 stelle, sangue, solidarietà, vestiti

Commenti

 

Avete bisogno di finanziamento urgente, voiche sono stancati di essere respingere dallebanche, voi ne avete abbastanza voi nonsapete più dove mettere la testa in seguito aivostri problemi finanziari.
Siamo un gruppo d'investitore che dispone di unimportante capitale finanziario. Così siamodisporre ad assegnare prestiti ai privati per illoro progetto di attività. Ma i nostri tassid'interesse sono pari al 3%, poiché essendouna coalizione non vogliamo violare la leggesull'usura. La nostra durata di rimborso è dai 2 ai 20 anni al massimo. Grazie bene di collaborare con noi. Siamo a vostradisposizione.
Volete li contattate con questo smalto:
prestatoreg.nicola@gmail.com

nicola p., roma Commentatore certificato 10.10.18 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Non ha importanza se alla fine della nostra vita decidiamo di essere seppelliti o cremati ma non scordiamoci di donare prima i nostri organi che è l'espressione della massima solidarietà per altri sconosciuti !

francesco m., livorno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.10.18 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Ho tentato diverse volte ad essere partecipe nel darvi un piccolo contributo ma?Facebook mi ha bloccata e non riesco riesco più a reiserirmi anche se ho fatto diversi tentativi ; spero più avanti di riuscirci.

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.10.18 22:25| 
 |
Rispondi al commento

http://www.beppegrillo.it/dolcemente-viaggiare-2/

FABIO B., bologna 06.10.18 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Cmq, non drammatizzerei, là fuori è pieno di statisti Pd che appena l'Europa avrà un coccolone, sciatica o meno, sono disposti a fare la respirazione bocca a bocca a
Juncker.

[@GPS_SPINATO]

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 17:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I sondaggi dei giornali devono essere delle balle;
il sondaggio di Nando Pagnoncelli : (CORRIERE DELLA SERA)
05/09 04/10
PD 17% 17,1%
LEGA 33,5% 33,8%
Forza I 8,7% 7,8%
M5S 30% 28,5%

E' mai possibile che quando il M5S sta dando la felicità e la ricchezza agli italiani, questi non lo votano ?!?

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 06.10.18 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo pomeriggio mi sono estasiato a leggere i commenti di Viviana che consiglio a tutti di leggere!
Poi sono caduto in depressione quando sono arrivato a leggere i soliti commenti cretini, senza senso, del solito cretino col cervello cotto di montella di sotto la crocetta che continua a sfornare cifre idiote, rubate dalle solite wiki, e con la solita richiesta del RDC per la sua signora che penso preferirà continuare a lavorare, per stare quanto più possibile lontano dalla sua triste metà!
Felicità!

giuseppe r. Commentatore certificato 06.10.18 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Mario Draghi, presidente della Banca centrale europea, ha il mandato che scadrà tra 12 mesi.
Molto probabilmente l'erede sarà un tedesco.
Questo vuol dire che non torneranno i tempi durante i quali la BCE ha comprato BOT & C .
I beni degli italiani sono 4 volte i BOT & C in circolazione, ma attualmente i privati non li comprano.

Questo post parla di donare; allora comprate debito pubblico dell'Italia, che per ogni persona, escluso i minorenni sono €51.116 a cranio.

Comprate gente, anche per me, perchè anche se avessi gli €, non mi fido, e gli interessi mi paiono bassi rispetto al rischio, ma voi fidatevi del governo.
Grazie.

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 06.10.18 17:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzi se ne frega del suo partito, però chiede a Berlusconi 500.000 ogni volta che appare in tv per presentare il docufilm 'I Medici'.
Come diceva Petrolini a chi lo criticava: “Io non ce l’ho con voi ma con quelli che vi stanno vicino, perché non vi menano“.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Una volta al mese, i 754 deputati, insieme agli assistenti, ai funzionari e ai faldoni, viaggiano alla volta della città dell'Alsazia e si trasferiscono lì per quattro giorni per svolgere la seduta plenaria. In un anno più di cinque mila persone percorrono i 450 chilometri che ci sono tra le due città, chi con un volo charter, chi con un pullman, chi con più di un treno, visto che non ci sono linee ferroviarie ad alta velocità e che solo sei capitali europee, tra cui Parigi, hanno un collegamento diretto con Strasburgo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Il corriere della sera oggi, attaccando il M5S vuole paragonarci all'Argentina;
polli, non sapete che l' Italia ha l'Europa come aiuto, e l' Argentina è da sola, noi abbiamo ancora l'€, e il paese sudamericano è abituato alle insolvenze (1827, 1890, 1951, 1956, 1982, 1989, 2002-2005, 2014)... Siamo in una botte di ferro. Basta che non siamo in mezzo al mare...

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 06.10.18 17:23| 
 |
Rispondi al commento

LA SCELTA-Viviana Vivarelli

Tra tutte le parole che hanno perso ogni significato e restano come suoni vuoti di senso, balza all’occhio ‘scegliere’.
Nel mondo paradossale di Orwell, e dunque nell’Italia di oggi, ‘scegliere’ significa ‘subire’.
Non scegliamo di esistere in una classe sociale che non ha nessuna opportunità contro una cricca che se l’è arrogate tutte..
Non scegliamo di vivere in un paese civile, quando ci capita di nascere in un territorio considerato proprietà privata da uno che intende rubargli anche il nome.
Non ha senso parlare di scelta quando qualcuno ci dice che o rinunciamo ai nostri diritti o perdiamo qualsiasi lavoro.
Non si sceglie quando la posta è tra la vita e la morte.
Tra la sopravvivenza e la disperazione.
Tra l’onestà perdente e il crimine premiato.
Tra diventare sudditi o restare non cittadini.
Persino quando andiamo a votare su liste prefabbricate di partiti omologhi la scelta diventa una burletta.
E con la Troika e i suoi subalterni l'idea di una scelta, individuale o nazionale, è diventata una tragedia.
La disperazione fa credere che arrendersi sia l’unica scelta possibile. Ma chi si arrende perde per sempre la sua capacità di essere un uomo. Perde per sempre la possibilità di qualsiasi scelta futura perché perde se stesso.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo nel post
“Doniamo l'essenziale: SANGUE, CIBO, VESTITI”
L' AVIS ( associazione volontari italiani sangue ) ci dice che il nord dona molto di + rispetto al sud; es, Veneto vs Sicilia 206.233 a 120.568 , https://www.avis.it/chi-siamo/statistiche/ e la Sicilia ha 150.000 abitanti in + ( forse i siculi hanno paura di non rendere bene al lavoro dopo la donazione; tranquilli, c'è il giorno libero dopo la donazione, se si vuole ),
ma l' AVIS VENETO oggi sul gazzettino ha lanciato l' allarme; nelle terre della serenissima il 10% dei residenti sono non italiani, e la maggior parte sono giovani, ma solo il 2% sono donatori di sangue; gli autoctoni sono il 2,6%, ma ovviamente i vecchi sono inutili per le donazioni.

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 06.10.18 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Paolo z. Hai ragione tu. Invece di stare sull' amaca facciamo trasferire tutto il sud al nord . Così resteranno poveri lo stesso ma faranno molto contenti gli industriali del nord che avranno manodopera a basso costo. Viva il pd!!!


OT

Mentre in francia il partito e la popolarità di quel buffone di macron, è ai minimi storici, ecco rispuntare quella mummia pidiota di...gentiloni, che imitando le...note profezie di fassino-grissino, ha affermato:

" Da Macron a Tsipras' mi pare una buona formula per la coalizione europeista liberaldemocratica che serve alle elezioni europee, che saranno una scelta di campo. Sono convinto che vinceremo la prima fase da 'dentro o fuori' l'Europa; anche in Italia il sentimento pro europeo cresce, in contrasto con le intenzioni di voto "

...e dopo queste comiche previsioni di alleanza
tra...falliti come lo sono macron e il suo partito in Francia e i pidioti in Italia, la... mummia è ritornata nel suo sarcofago...pidiota!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 06.10.18 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Leggo nel post
“In Italia si contano oltre 5 milioni di persone in povertà assoluta”
Bisogna vedere cos'è, innanzitutto :
“...la soglia di povertà per il 2016 è stata fissata in Italia dall’Istat a 9748 euro, che significano 812 euro al mese” http://www.lastampa.it/2017/12/07/societa/cosa-significa-essere-poveri-in-italia-UMMDkI5Mu5QqhDaUhAoXoL/pagina.html

Ma l' ISTAT prevede varie luoghi; sud/centro/nord e luoghi di residenza con meno di 50.000/ 250 a 50/più di 250.000 abitanti.
Questo vuol dire che si spazia da€560,82 a €826,73 ; quasi il 50% in +.... Si può calcolare sul sito sopra, anche con una famiglia di 7 persone.
Ovvero, un occupato del nord di Como, che stenta a arrivare a fine mese, con gli stessi soldi vivrebbe molto bene in un comune del sud.

Dato che il governo non è in grado di accorgesi che a S. Giovanni in fiore ( Cosenza ) si vive con meno € che a Como, e il lavoratore comasco dà soldi anche al cosentino ( non mi risulta che la GDF sia MOLTO presente nel mezzogiorno, inverso al nord ) è giusto che la gente NON si sposti verso i luoghi di lavoro per cercar occupazione, dove tutto è più caro,
e si metta ad aspettare il RDC sull' amaca nei paesi dove la vita è meno cara.

W il RDC

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 06.10.18 16:13| 
 |
Rispondi al commento

L 'ultima cazzata sul reddito di cittadinanza l 'ha detta Vespa. Secondo lui le offerte di lavoro dai centri per l impiego non devono esser entro i 50km dal luogo di residenza ma in tutta italia. Quindi secondo questo ragionamento un padre di famiglia disoccupato dovrebbe trasferirsi in Trentino magari avere uno stipendio di mille euro e pagarsi affitto luce gas e cibo . Lavorerebbe gratis praticamente per fare un favore a Vespa. Che ridicolaggine !



ot

piddì e fi presto sposi? speriamo l'unione non sia allietata da vociante prole

"Micciché ha lanciato un messaggio d’alleanza ai dem. “Proviamo a evitare di odiarci tra noi, proviamo a trovare soluzioni comuni. Non credo sia facile, siamo pronti a seguire gli eventi nazionali anche qui in Sicilia nonostante credo sia difficile. Forza Italia e Pd hanno perso tanto perché si sono massacrati al loro interno. La gente è stufa delle liti. Proviamoci”."

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/05/manovra-micciche-questi-hanno-capito-tutto-se-ne-fottono-dello-spread-forza-italia-con-salvini-minchiate/4673263/

pabblo 06.10.18 16:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Ai giorni nostri, scriveva George Orwell nel 1946, i discorsi politici servono in gran parte alla difesa dell’indifendibile“.
Ah, già allora parlava del Pd!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 15:47| 
 |
Rispondi al commento

OT

Il ministro Toninelli su Facebook:

Ieri, come forse saprete, sono stato a ispezionare uno dei viadotti più malmessi della autostrada A25, in Abruzzo. Ecco cosa ho da raccontarvi:

https://www.facebook.com/danilotoninelli.m5s/videos/2167562023460295/

Roberto ., Roma Commentatore certificato 06.10.18 15:43| 
 |
Rispondi al commento

LORO di sinistra?
Come un tale di nome Umberto Bertozzi a mio padre:
"....tenete, tenete pure il cappello; e che diamine, non siamo mica più ai tempi del fascio!"
Ciao Harry

Antonio Carrara 06.10.18 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lettera della Commissione Ue in risposta al documento #DEF inviato da #Tria: "Riscriveteci quando saremo sobri".

[@antonio_carano]

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 15:29| 
 |
Rispondi al commento

QUELLI CHE LA LIBERTA' DI PAROLA...
Il pdnetwork blocca tutti i twitter che sono contro Renzi.
Da un recente sondaggio risulta che il numero dei twitteri bloccati dal pdnetwork sia già in vantaggio sul numero degli elettori del PD. Alle prossime elezioni vinciamo a mani basse.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Come Funziona lo Spread

Allora, tu hai un debito. Ok.
Quelli con la sciatica dicono "puliscimi le scarpe".
Tu rispondi "anche no".
E loro: "Almeno fammi scopare tua moglie".
"Te lo scordi".
Ed è così che l'UE andrà a puttane.

#ilGps' | #Def #Juncker

[@GPS_SPINATO]

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Su il Fatto Quotidiano si erge a difesa del sindaco di Riace anche Don Farinella, il battagliero prete di Genova che più che omelie fa invettive politiche. E Famiglia cristiana mette in copertina proprio Mimmo Lucano, come esempio che ogni cristiano dovrebbe seguire (infrangendo la legge, immagino...).
Don Farinella, io l'ho sempre stimata e ho pubblicato le sue lettere ma temo che questa volta abbia toppato. Questo Lucano è troppo cialtrone e spregiudicato perché se ne faccia un eroe. Io capisco che avete tutti bisogno di eroi, dati i tempi. La reputazione dei partiti è piuttosto in discredito ma la Chiesa non se la passa meglio: dopo Marcinkus e lo scandalo del Banco Ambrosiano abbiamo visto spregevoli soggetti, Pepe, Ruini, Bagnasco.. e poi tutte quelle migliaia di preti pedofili e centinaia di migliaia di bambini violentati e storpiati a vita senza che uno solo dei loro persecutori venisse cacciato dalla Chiesa.. anzi le omertà, le coperture... Ma se proprio volevate un diavolo..demonizzare proprio Salvini?!! E se volevate un eroe...oggi è morto Franco Pannuti, fondatore dell'ANT, quei volenterosi che aiutano in ogni modo i malati terminali. Io lo so perché per 5 anni sono stati al mio fianco per aiutare mio marito. Non mi pare che Famiglia cristiana ne abbia detto una parola. A Napoli avete mandato in esilio Alex Zanotelli che per 30 anni ha vissuto tra i cumuli di rifiuti di Korogocho. Se volete degli eroi, sono pronti! Senza fare propaganda politica e senza scegliere persone equivoche come Lucano.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/04/mimmo-lucano-anchio-nella-mia-vita-sono-andato-contro-leggi-ingiuste/4667515/

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Paolo Scalafiotti.
...dunque , il reddito di cittadinanza è deplorevole perché tutti i poveracci adesso , anziché sbattersi a cercare un lavoro, si accomoderanno sul divano grazie al sontuoso emolumento di 780 euro. Però, visto che comunque si farà, allora il poveraccio deve potersi alzare dal divano per andare a scialacquarli al casino (senza accento sulla o) o alla sala giochi o all'osteria anziché spenderli per il sostentamento . l'affitto o le medicine , perché questa sarebbe la vera libertà.
Il problema è che ho sentito persone che reputo degne e intelligenti ripetere a pappagallo queste fregnacce con la quale sono bombardate da mattino a sera su carta, etere e televisioni a reti unificate. E allora, già che siam tornati fascisti, ripristiniamo la censura e proibiamo la pubblicazione di falsità e di veleni , lasciando la parola a chi ha qualcosa di sensato da dire a prescindere che ci possa piacere o meno.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STEFANO RAGUSA
Io non lo so che sta succedendo a questa "sx".Se davvero sono convinti della protesta,o se spinti in piazza dalla disperazione dei sondaggi.Se sono consci di opporsi alla prima vera manovra di sx dal 1992 o se convintamente difendono l'eurocrazia.Non lo so se in quella piazza ci entreranno mille,diecimila,o ventimila persone, magari drogate a cappuccino e cornetto dopo aver fatto baldoria la notte del derby Roma Lazio.Ma diamo per scontato,sarà un successo.Che domani Repubblica titolerà duecentomila in piazza,contro ogni legge della fisica,anche se al massimo ce ne entrano 30 mila stretti come sardine.Che il PD lanci forte e chiaro il suo segnale al mondo: Cittadini,che volete voi?la pensione dopo una vita di lavoro?Proooooot!Abolire la povertà,aiutare i deboli,uguaglianza,diritti sociali?Aahaahhah
Come un Monti qualunque ci dicono che "ipotechiamo il futuro" delle giovani generazioni.È vero...il Pd ha ragione.Stiamo mettendo una seria ipoteca sulla testa di milioni di giovani,gli stiamo dando la garanzia che si godranno la sudata pensione prima di tirare le cuoia!La certezza di non finire in mezzo a una strada,qualunque avversità accada sul loro percorso.La sicurezza di mettere in piedi una famiglia,fare figli,accendere un mutuo per comprare casa,uscire da quella dei genitori per conquistarsi la propria indipendenza.È la miglior ipoteca del futuro ch'io abbia mai visto.Ci contestano una rivoluzione culturale,prima che materiale,il reddito di cittadinanza.Inquadrare tutta la forza lavoro inattiva nello Stato, formarla continuamente e sostenerla per inserirla nel lavoro,è qualcosa che il socialismo europeo di oggi nemmeno sogna perché non sa più nemmeno sognare!Riattivare la crescita dalla leva del consumo mettendo in tasca qualche euro a chi sta ai margini e che sicuramente li spenderà,perché altrimenti muore di fame...è Keynes allo stato puro!Forse noi sbagliamo a chiamarla "sx".Sono ormai la sx storica. Quella dei primi del novecento

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2 STEFANO RAGUSA
La regola di Maastricht dice che tutti (TUTTI!) coloro che superano il 60% devono rientrare, punto! Non c'è scritto da nessuna parte, se hai 100% fai il cavolo che ti pare, altrimenti fai prima a dire, che la Francia è la Francia e noi Italiani non siamo un cazzo. La Commissione europea è una combriccola di debosciati politicanti, teste di legno messe lì dai due partiti che finora hanno eseguito un solo programma: danneggiare l'economia dell'Italia per avvantaggiare quella di Francia e Germania. Non si spiegherebbe altrimenti come il commissario, Dombrovskis piazzato dalla Lettonia (LA LETTONIA!) un paese con meno abitanti della Calabria che stava a pascere le pecore fino all'anno prima... si sveglia la mattina come le scoregge e fa le sue dichiarazioni da brigatista in Eurogruppo, mandando a picco la borsa Italiana. Roba che se fosse vivo Cavour, passerebbe per le armi tutti e 60 i milioni di Italiani per non averlo appeso prontamente per i coglioni al primo lampione di Bruxelles. MASSACRIAMOLI!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 14:20| 
 |
Rispondi al commento

1
STEFANO RAGUSA. Il deficit di Francia e Italia.
Dalla crisi 2008, la Francia ha sempre fatto deficit, mediamente di un punto e mezzo più alto dell'italia. Maastricht fissa il limite a 3%. L'Italia rispetta questa regola da ben 7 anni. Nel 2009 la Francia arrivò alla cifra monstre di +7%. Il ministro delle finanze francesi che firmò il bilancio dal 2012 (+5%) al 2014 (+4) era Pierre Moscovici. Sì, proprio lui, la stessa testa di cazzo, attuale commissario europeo che da lezioni all'Italia. Moscovici giura che i commissari sono imparziali. Balle! I commissari sono nominati dai governi nazionali. La Mogherini l'ha nominata Renzi. Moscovici l'ha nominato Hollande. Moscovici e Macron vengono dallo stesso partito, il partito socialista francese, nel senso che erano proprio nello stesso governo, sotto lo stesso presidente. Anche se Macron lo nasconde, lui non è il nuovo, è solo un bamboccio rileccato dai Rothschild, allevato da Jqques Attalì, nei salotti buoni della massoneria, che faceva il ministro per Hollande. Non c'è niente di tecnico o imparziale in Europa. Una volta Prodi, che non è certo un pericoloso populista, disse: "In Europa funziona così: la Germania detta, la Francia scrive e tutti gli altri eseguono". Se fai il tuo compitino, ti lasciano raccogliere le briciole sotto il tavolo. Se chiedi lo stesso trattamento, ti distruggono. Ci dicono che abbiamo vissuto sopra le nostre possibilità. Cazzate! L'avanzo primario italiano, è da un decennio positivo. Spendiamo 20, 30 miliardi in meno di quanti ne produciamo ogni anno prima degli interessi. La gestione delle partite correnti, è da un quinquennio positiva. Investiamo 50-60 miliardi in meno di quanti ne entrano in italia ogni anno. Ci dicono che alla Francia tutto è permesso perché non ha il nostro debito. Boiate! La Francia ha 2500 miliardi di euro di debito, l'Italia meno di 2400. Sì ma l'Italia ha un rapporto debito/pil enormeee...Ancora bugie. Noi Italiani abbiamo il 130%, i francesi quasi il 100%.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 14:19| 
 |
Rispondi al commento

STEFANO RAGUSA
Mi distraggo un attimo e mi ritrovo seppellito dai titolacci falsi:"Ue boccia Italia sul DEF"
L'Ue NON BOCCIA! Noi facciamo il bilancio, Moscovici dice che "ci discostiamo sensibilmente dal bla bla bla".Noi rispondiamo che sì,il debito è una piaga come il traffico,e,nel mentre,lo approviamo come cazzo pare a noi in Parlamento. L'Europa non può bocciare nulla semplicemente perché non ha il potere di farlo.Non è il Tar. Può iniziare una procedura per deficit eccessivo, lunghissima (l'ultima all'Italia iniziò nel 2009 e finì nel 2013) in cui commina multe se non ci si adegua.La procedura inizia con la Commissione.Il Consiglio apre la procedura e da un warning da 3 a 6 mesi,fissa un target(e già scavalliamo giugno quando la commissione non esisterà più travolta dalle elezioni europee)Lo Stato membro adotta le misure,la commissione verifica,ma l'obiettivo non è ancora raggiunto.Il Consiglio europeo fissa un'altra dead line di altri 3-6 mesi.E via così per anni.Nella lettera a Tria i commissari parlano di "raccomandazioni in consiglio europeo di Giugno" come se fosse già partito il count-down e il 15 ottobre fosse la dead-line.Oibò, siamo nella merda? Di già! Macché... stì francesi so' purciari... Sono andato per curiosità a leggermi la nota del consiglio di giugno:
"Nel caso dell'Italia,l'analisi suggerisce che il criterio del debito dovrebbe essere considerato come attualmente rispettato,in particolare dal momento che l'Italia è stata ampiamente accettata dal preventivo del patto nel 2017.Procedura deficit eccessiva per l'Italia:CHIUSA"
Una volta che è chiusa è chiusa. Non ritorni indietro con le lancette dell'orologio, anche se è scritto nel rispetto "del patto 2017" che prevedeva un deficit del 0.8. A giugno lo pensavamo, poi siamo arrivati a settembre, sopraggiunte nuove considerazioni e dobbiamo sforare, ci spiace cicci... riaprite pure la procedura a giugno prossimo ce la leveremo da soli, quando in Commissione ci staranno "i populisti" brrrrrrr

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 14:15| 
 |
Rispondi al commento

OT

Comincia a passare la...sbornia a quel coglionazzo di... junker?

(ANSA) - BOLZANO, 6 OTT - "Non ho paragonato l'Italia alla Grecia", ma certamente "l'Italia si trova in una situazione difficile". "Non spetta alla Commissione" entrare nel merito delle misure inserite in manovra come la flat tax o il reddito di cittadinanza ma "spetta ai politici italiani impostare misure che consentano all'Italia di rimanere entro gli obiettivi di bilancio concordati". Lo afferma il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker in un'intervista al quotidiano viennese Der Standard ribadendo che se tutti chiedessero una deroga alle regole l'euro sarebbe in pericolo.

Questo imbecille è lo stesso che non ha nulla da dire se...Macron fa un Def 2019 per la Francia, al 2,8 mentre è un pericolo il 2,4 del Def del governo Conte per il 2019!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 06.10.18 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Balzac disse che, probabilmente, se mai esiste, l’Inferno è vuoto.
Una bella frase a effetto, ma, con buona pace per Balzac, confesso che la cosa mi dispiacerebbe. Io saprei come riempirlo.
Gesù parla spesso di Inferno (il che nuoce alla sua griffe) e dice che “ci sono grida e gran stridor di denti”. Praticamente un ambulatorio dentistico!
Immagino che per B il Paradiso sia fare bunga bunga. E l’Inferno farselo fare. Ma verrà anche il suo turno. Tutto viene a chi sa aspettare. E quelli che oggi sono i primi, domani saranno gli ultimi. C’è sempre un lato B per tutti. Lo sappiano anche Renzi, la Troika, e tutta la mala gente che li accompagna!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Il ministro Di Maio su Facebook:

" Ciao ragazzi, vi racconto in due minuti quali sono le spese che non si possono fare per il Reddito di Cittadinanza: sono solo ed esclusivamente quelle per il gioco d'azzardo. Che è una piaga sociale che stiamo combattendo e abbiamo iniziato eliminando completamente e rendendo illegale qualsiasi forma di pubblicità all'azzardo! Per favore diffondete! "

https://it-it.facebook.com/LuigiDiMaio/videos/344133686131672/

Roberto ., Roma Commentatore certificato 06.10.18 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Disfacimento progressivo
VV

Hanno cominciato manipolando l’informazione.
Poi l’informazione hanno cominciata a falsificarla alle origini, inventando di sana pianta informazione falsa.
Ora siamo arrivati a un punto di Babele totale:
tra una informazione dei media e un delirio puro non c’è più ormai nessuna differenza.
Non so dove vogliano arrivare, alla delegittimazione di ogni notizia, o a quella di loro stessi come falsificatori totali della realtà.
L’unica cosa chiara è che se in questo paese non si impone una questione morale ‘per legge’ e con pena’ in ogni settore privato e pubblico, soprattutto se non la si impone alla stampa e alla politica, con tanto di responsabilità legale dotata di sanzione penale, siamo allo sfascio di qualunque attendibilità e dunque di qualunque autorità e alla legittimazione di qualunque Stato. Nemmeno una associazione mafiosa può tollerare una tale massa di falsificazione al suo interno. Si può cercare di ingannare qualcuno, Non si può perpetrare il progetto di ingannare tutti.
Un tot di falsificazione dei fatti è tollerabile. Con la completa falsificazione di ogni fatto siamo alla disfatta degli stessi falsificatori.
Lo stesso nella politica. Un tot di delinquenza o di amoralità può considerarsi fisiologica. Un totale affonda ogni politica e ogni apparato mediatico nella delegittimazione e nella criminalità intollerabile.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Non abbiamo un GPS che ci indichi la strada.
Siamo in un ricco declino.
Il ricco è loro. Il declino è nostro.

Viviana

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Mary63
LA CARNE QUANDO È SOLA
Silloge inedita

sai dire se anche di là c’è vita?
se anche di là bisogna nascere e morire
lottare per il pane faticare per l’amore
logorarsi per non perdersi? io qui
mi sono stancato se parto qualcuno
mi deve pur garantire che non
dovrò ricominciare daccapo

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:35| 
 |
Rispondi al commento

"a volte per uscire da una brutta situazione economica bisogna indebitarsi ..
ti faccio un esempio banale ,
sto morendo di fame , chiedo un prestito acquisto un segghio detersivo e stracci ,
mi metto in un parcheggio e chiedo alle persone che passano se vogliono che gli lavi la macchina

ecco che indebitarmi ..
non è stato un errore , ma un modo per risollevarmi .."

--------------------------------------------------------------------

ti do' ragione perfettamente.

e' che per fare questo, ci vuole la fiducia. cioe', chi sostiene e/o presta i soldi, deve avere fiducia nella persona a cui i soldi vanno.
che si compri realmente un secchio etcetc. e si metta a lavorare.

e' tutto li'. si va da chi sostiene e/o presta, gli si parla, si espone il piano per avere fiducia e poi si parte. non ci si va con il coltello tra i denti, sfottendo e offendendo (la lega) o pretendendo (berlusconi). e neanche possibilmente da ruffianissimi lecchini (renzi).

non esiste la fiducia a priori, incondizionata, ma il parlare, esporre, confrontarsi, discutere, etcetc.

oppure si fa da soli, sorreggendoci da soli, come fa olanda, danimarca, svezia etcetc.

ma non siamo in quelle condizioni.

carlo 06.10.18 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Mary63
La forza dei sogni

Ti riconosco tra un milione
di volti anonimi
Sicura mi allaccio
al tuo sguardo
Costruiamo lenti
per vedere ciò che è invisibile
Noi ne siamo capaci
abbiamo dentro
la forza dei sogni.
..

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Parole più usate nei momenti di crisi: “videogame e Rolex”. Oltre ovviamente ai soliti improperi razzisti. Come cita Ippolita: “Il razzismo è il luogo comune dove tutti gli stupidi s’incontrano”. Gli operai, che non usano né videogame né Rolex, si incazzano. E scoprono presto che nemmeno col razzismo si mangia. Mentre chi col razzismo prende voti operai mangia benissimo. E pure chi porta il Rolex e non fa nemmeno la fatica di difendere gli operai ma sostiene chi li inchioda sulla croce. I crocifissi, è chiaro, sono i precarizzati moderni. La il Crocefisso è un’altra cosa. Difendere il Crocefisso è un atto di propaganda politica e di fanatismo ideologico. Difendere chi lavora o addirittura che il lavoro non ce l'ha sarebbe cristiano e forse comunista ma non è cosa da ladroni. I ladroni sono scesi dalla croce da un pezzo e stanno dalla parte di chi intinge la spugna d’aceto e gioca a dadi sul Cristo. Il mondo è un videogame in mano ai cretini. E se piovono tortore, sarà perché qualcuno le ha ammazzate. Piovono anche uomini, ma non gliene frega a nessuno. Valgono meno delle tortore e la caccia è sempre la stessa.
Bisognerebbe dichiarare gli Italiani razza protetta. E non in estinzione solo perché non sono scesi dai barconi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Com'è che anche l'ultimo negretto ci può sputare addosso ? !

vincenzo di giorgio 06.10.18 13:25| 
 |
Rispondi al commento

-Ci vuole tanto tempo! E quando, non ci vuole tanto tempo?
-Perché il fulmine colpisca un uomo non ci vuole molto.
-Ma quanto tempo occorre per fare e conservare il fulmine? Non occorre molto tempo a un terremoto per inghiottire una città, ma quanto tempo ci vuole a preparare un terremoto?
-Molto tempo, immagino.
-Ma quando è pronto avviene e spacca tutto. Intanto è sempre in preparazione, anche se non si vede e sente nulla. Ti dico che se è sulla strada da troppo tempo, quel che deve venire è in marcia e viene. Ti dico che non si ferma e non arretra mai. Ti dico che fa sempre dei passi avanti. Guardati in giro. Guarda la vita di tutti quelli che conosciamo. Guarda la rabbia che cresce. Non è cosa che possa durare per sempre.
-Ma dura da tanto tempo, ed è possibile che non venga a tempo nostro.
-E allora?
-Non vedremo il trionfo.
-Lo avremo aiutato, nulla che avviene, avviene invano.

Dickens, “Le due città”.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:21| 
 |
Rispondi al commento

2 Grillo scriveva
..Credieuronord della Lega e le banche satelliti del Pdl sono la dimostrazione che non siamo governati da statisti e nemmeno da amministratori di condominio, ma da gente che non capisce la differenza tra la Repubblica Italiana e un Istituto di Credito Privato.
Negli ultimi cinquant’anni l’unica cosa pubblica ad aumentare è stato il debito. I partiti hanno speso senza chiedere il permesso e senza copertura 1.850 miliardi per opere inutili, attribuirsi stipendi da favola, creare sovrastrutture come le Province per i loro sodali. I partiti ci hanno derubato di ciò che era nostro e indebitati (il debito infatti lo pagheremo noi) per fare finanza elettorale. I Proci di Omero in confronto erano dei filantropi. Così come la merda attira le mosche, i nostri soldi attirano i politici. Per questo la merda e, quindi i soldi, va eliminata. Gli stipendi dei politici, dalle Regioni al Parlamento, devono essere allineati a quello di un lavoratore medio, i finanziamenti ai partiti aboliti e i servizi primari nazionalizzati e restituiti ai legittimi proprietari. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:18| 
 |
Rispondi al commento

1
3-1-2010 GRILLO SCRIVEVA: Il capitalismo compiuto

Lo Stato Italiano è diventato un grande suk del “capitalismo compiuto”. Uno Stato-Mercato con il trattino. Quello che era pubblico è stato privatizzato, dalle banche, all’energia, alle telecomunicazioni e ciò che non si poteva privatizzare è stato regalato alle multinazionali e ai privati sotto forma di concessioni, dall’acqua alle autostrade, dalla Veolia a Benetton. Il rapporto tra cittadino e Stato si è trasformato in rapporto tra cittadino e Mercato. Un mercato che dispone, per paradosso, dei beni di cui era proprietario proprio il cittadino. Non so se ve ne rendete conto, ma stiamo pagando strutture e servizi prepagate dai nostri padri e dai nostri nonni. Le autostrade dovrebbero essere gratuite, costruite km dopo km da decenni di tasse.
Dal 1° gennaio “scattano gli aumenti” autostradali, in realtà sono un pizzo. E’ immorale che i concessionari incassino miliardi di euro che dovrebbero rimanere allo Stato. Telecom ITalia è stata venduta a debito da D’Alema e distrutta finanziariamente, impossibilitata a fare investimenti, ma ha comunque distribuito miliardi e miliardi di dividendi e pagato centinaia di milioni di euro di stipendi e stock options a imprenditori con le pezze al culo. Di quanto si sono arricchiti i Buora, i Colaninno, i Tronchetti e i Gnutti? Questi patrimoni (perché di cifre colossali si tratta) dovevano essere versati nelle casse dello Stato. Telecom Italia era degli italiani, privatizzarla ci ha reso tutti più poveri. I beni dello Stato non sono “a disposizione” dei partiti per essere usati come “argent de poche” per i loro scopi.Lo Stato ci appartiene con tutto ciò che contiene e se qualcosa è uscito dalla scatola ci deve tornare. La battaglia per l’acqua pubblica è sacrosanta e va estesa a ogni bene primario,dall’energia,alla dorsale di Telecom.Il famoso “Abbiamo una banca!” dello sciagurato Fassino,le Fondazioni bancarie con cui i partiti controllano le banche(a partire da Unicredit)
SEGUE

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Quelli che.....l'Italia deve fare i sacrifici e tagliare gli sprechi, a patto che non ci riguardino! Firmato da Fabio Fazio e Carlo Cottarelli.
Grande Gianluigi Paragone.
Purtroppo o sono evidenze troppo difficili da comprendere per tanti piddini, oppure sono più o meno nella stessa condizione dei due fenomeni da baraccone!

stefanodd 06.10.18 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rivoluzionari
Viviana

Il peggior rivoluzionario è quello che passa tutto il suo tempo a piatire perché il suo presunto capopopolo non gli dà il segnale della rivoluzione. E intanto si gratta la rogna. Ma ha la presunzione di credere che sta facendo pure qualcosa. Pensa che la rivoluzione gli debba essere servita, appena è pronta, come il caffè al bar, coi cornetti, e che sia con la schiuma o senza schiuma, con latte freddo o caldo, nella tazza o nel vetro, secondo i suoi comodi. Se pure qualcuno gli dicesse che la rivoluzione è scoppiata oggi, direbbe: “Ma proprio questo giorno qui?! Avevo già un impegno!”.

Poi c’è il rivoluzionario che passa il tempo a dire che siamo nel decadentismo. Che non c’è soluzione o salvezza. Che non resta più nulla da fare. Che non potremo mai fare niente. Che tanto gli uomini sono cattivi… Quello non è un rivoluzionario. E’ un sedentario. I regimi con quello ci vanno a nozze.

La cosa più difficile è capire che la rivoluzione è vivere. Non omologarsi, adattarsi, arrendersi o sopravvivere. Ma in genere gli uomini vegetano o si radicano, non vivono.

Ad alcuni per essere rivoluzionari manca solo la rivoluzione..
Non capiscono che rivoluzionari si nasce, non si diventa.
La rivoluzione si identifica con la vita in cammino. Se non cammina sempre non nasce mai.
..
Occorre ben distinguere la speranza dall’illusione.
L’illusione appartiene al regno labile della fantasia. La speranza alla solidità della ragione e alla costanza della volontà.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciechi
Viviana Vivarelli

Ci sono tre tipi di ciechi.
Quelli che non hanno imparato a guardare e sono educabili al vedere, per loro c’è speranza.
Quelli che non hanno occhi. E per loro non abbiamo alcuna speranza. La loro funzione nel mondo sta nel farci capire che abbiamo una responsabilità in più, anche verso la loro salvezza, perché, rispetto a loro, ci è stata data, almeno, la capacità di guardare.
Poi ci sono quelli che amano il buio. Per loro non c’è possibilità né di educazione né di speranza. E dobbiamo convincerci che esisteranno sempre e che saranno un problema insormontabile.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Allora a noi 5stelle, alla fine, ci incrimineranno tutti
...per procurata speranza!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 06.10.18 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi non arretriamo di un passo a livello europeo. Tutti hanno paura, dai giornali, a Berlusconi, ai nullafacenti europei... Vivono sulle spalle della nostra povertà...lo spauracchio glielo diamo noi uscendo dall euro se ci fanno arrabbiare...l Inghilterra non è morta, anzi accoglie i nostri giovani più di quanto riusciamo a fare noi x i nostri!

Carla Gobbi 06.10.18 12:59| 
 |
Rispondi al commento

OT

Conferenza stampa del Ministro Di Maio alla festa della Coldiretti

https://it-it.facebook.com/LuigiDiMaio/videos/2000260990063700/


Roberto ., Roma Commentatore certificato 06.10.18 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Per evitare disparita ‘ di trattamento la legge su quota 100 per le pensioni dovrebbe interessare pure tutte le casse di previdenza private

Gustavo Coscarelli 06.10.18 12:23| 
 |
Rispondi al commento

OT

Il ministro Di Maio su Facebook:

Il mio intervento in diretta dal Villaggio Coldiretti a Roma

https://it-it.facebook.com/LuigiDiMaio/videos/283614422481796/


Roberto ., Roma Commentatore certificato 06.10.18 12:13| 
 |
Rispondi al commento

La Calabria è ancora una volta una terra di serie zeta. Oggi nessun grande giornale porta in prima pagina la tragedia di ieri. Eppure sarebbe giusto se i grandi giornali andassero a intervistare Angelo Frijia per ricordare la moglie Stefania Signore e vedere come la loro vita fosse lontana dagli stereotipi con cui vengono spesso descritti i giovani meridionali. Una ragazza spazzata via, non dalla malasorte, ma dall’incuria dell’uomo. Una ragazza diplomata al Liceo linguistico Campanella che per vivere lavorava preso un Call center, che dopo il suo turno di lavoro, passa dalla casa dei suoceri a Curinga per prendere i due figlioletti e tornare a casa, perché a casa non li puo’ lasciare perché il marito, operatore turistico, lavora come meccanico in un’officina e di certo non esistono scuole materne dove lasciare il piccolo il pomeriggio. Un maledetto pomeriggio, come tanti altri, che una volta arrivata a casa prevedeva ancora lavoro con la preparazione della cena e che invece si è conclusa su una strada provinciale inghiottiti dal fango. Una vita come quella di tante altre ragazze calabresi che fanno salti mortali per avere una famiglia e nello stesso poter lavorare, lavori precari, mal retribuiti, spesso a nero. Come siamo lontani dallo stereotipo dei giovani sfaccendati, vagabondi, che vivono con la pensione dei genitori, delle nonne, che pensano solo a divertirsi. E poi sentire i grandi soloni che la lotta al precariato non si puo’ fare, che il reddito di cittadinanza non è una manna per i vagabondi e stare sul divano. Mi auguro che questo governo che tanta fiducia riscontra nella popolazione meridionale, non si dimentichi di questa tragedia sia con una presenza in Calabria nei prossimi giorni, intervenendo con misure urgenti contro il dissesto e il malgoverno del territorio. E mi auguro che vi sia una presenza del Presidente del consiglio al funerale di Stefania Signore, il volto migliore dei giovani calabresi.

pino tassi, vibo valentia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 06.10.18 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno stamattina ci rende noto che il Capo dello Stato oltre a Draghi ha incontrato anche il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco.
Qualcuno gia' paventa che Mattarella potrebbe non firmare la legge di bilancio.
Qualcuno non la racconta bene.
Il Presidente della Repubblica puo' non firmare in prima istanza una qualsiasi legge, ma se le camere la riapprovano "pari pari" il Capo dello Stato la deve firmare. Ha una sola alternativa , le dimissioni.
Ma dal momento che non e' ammesso nessun vuoto di potere il presidente del Senato subito subentra nelle funzioni del Presidente dimissionario.
A cosa serve questa toppa peggio del buco? A spaventare il governo, a paventare l'esercizio provvisorio? Si vuole davvero precipitare il paese in un baratro? Si vuole uscire dalla politica e tentare altre vie? Vie autoritarie e di fatto dittatoriali ? Ora ci vorrebbe un Pietro Nenni per avvisarci se s'ode un tintinnio di sciabole.
Vuol dire che faremo un salto da Amplifon per udire con le nostre orecchie cosa si muove nei palazzi .

Artemisio Artemide, Bolzano Commentatore certificato 06.10.18 11:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

""Sulla legge 194 non mi sembra che il Pd abbia una linea chiara""

il piddì non è che non ha una linea chiara sulla 194... non ha proprio una linea su qualsivoglia tema..
tirano a stare attaccati alla poltrona? :)

un po' di musica...

""Questa è l'Italia mia malata di Far West
con troppa gente che scarseggia in allegria,
dei mille santi in cielo e dalla chioma bruna,
dei capoccioni e della cassa malattia.""

https://www.youtube.com/watch?v=pWE57qQkG5A

pabblo 06.10.18 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

""Se uno è in povertà assoluta e gli dai un reddito non lo chiama assistenzialismo. Mi stupisce che un partito che si vuole rifare alla sinistra non capisce queste elementari verità"".

il partito che non capisce è inutile che lo espliciti mi sembra...

però, per chi volesse ascoltare in voce il testo surriportato, metto un link

https://twitter.com/agorarai/status/1047383276485312512

pabblo 06.10.18 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori