Il Blog delle Stelle
Se il Pil non cresce è colpa dell'austerity. Per questo abbiamo deciso di cambiare rotta

Se il Pil non cresce è colpa dell'austerity. Per questo abbiamo deciso di cambiare rotta

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 199

Il PIL non cresce. E questo grazie alle scelte dei passati governi fatte per rispettare il rigido rigore dell'austerity. È quella politica a non aver prodotto alcuna crescita, le scelte del nostro Governo sono esattamente le scelte opposte. Basta austerity, stimoliamo l'economia reale!

di Gianluigi Paragone

Vediamo di capire le notizie di oggi.
“Così la crescita si è fermata” titola il Corriere della Sera.
“PIL a zero, Italia ferma nel terzo trimestre. Lo spread torna a salire” (il Sole 24 ore)
La Repubblica “Frena il Pil, crescita zero.”
Allora, vediamo di capire. Si è fermata la crescita e il Pil è pari a zero? Si, è vero.
È vero che negli anni precedenti il Pil saliva? Si, ma forse è bene spiegare come saliva.

Allora, tre anni fa l’Italia, e il Pil italiano, crescevano come due anni fa e come l’anno scorso, ma crescevano molto meno rispetto al Pil nell’Eurozona. Quindi tutti crescevano, l’Italia cresceva meno degli altri.
Tre anni fa era terzultima, due anni fa era penultima, lo scorso anno era ultima. Quindi, nell’Eurozona, la crescita dell’Italia era una crescita molto molto lenta.
Perché tutti crescevano? Lo sapete, le cause di questa crescita, le motivazioni di questa crescita, erano legate in parte al quantitative easing di Mario Draghi, al costo del petrolio e soprattutto al boom di esportazioni. Tutto questo comincia a rallentare e, ovviamente, verrebbe da dire quasi per inerzia, quando sei terzultimo, penultimo e ultimo, va da sé che il countdown finisce con tre, due, uno, zero.

C’entra questo Governo? No.
C’entrano invece tutte le scelte dei passati Governi. Ma non tutte le scelte, sempre la stessa scelta. E quella, cioè, di osservare il rigido rigore dell’austerity. Quella politica non ha prodotto alcuna crescita. Quella crescita che era stimolata da fattori esterni, era una crescita che si registrava dappertutto in Europa. Ma in Italia si cresceva molto meno. Quindi quando oggi, leggendo i giornali e sentendo i commenti delle opposizioni, sentite dire che è colpa del Governo, è colpa delle scelte sciagurate di questo Governo, ovviamente non c’entra nulla.

Le scelte del Governo sono esattamente le scelte opposte. Quella di dire basta con la rigida austerità, bisogna stimolare la crescita dell’economia reale. Ed è esattamente quello che stiamo facendo. Anche recentemente l’importante economista americano Allen Sinai ha detto: “tra le politiche di questo Governo e il rigore un po’ ottuso dell’Unione Europea, io scelgo le politiche di questo Governo.”
Perché l’economia va stimolata ed è quello che stiamo facendo. Quindi al di là delle notizie così come vengono scritte, c’è la lettura del fattore macroeconomico.

L’anno scorso e nel tempo precedente noi eravamo terzultimi, penultimi, ultimi.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

31 Ott 2018, 16:01 | Scrivi | Commenti (199) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 199


Tags: austerity, eurozona, movimento, paragone, pil

Commenti

 

ma sono veri i rumors circa la designazione di Pecoraro Scanio nelle fila dei candidati del M5S alle prossime elezioni europee ? Ditelo subito che prenoto vacanza all'estero per il giorno delle elezioni.

Carlo D'Ottone, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 03.11.18 19:31| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti. sono d'accordo con una manovra economica espansiva. però perché non fare una tassa patrimoniale "selettiva" ? ovvero colpire le rendite e non chi produce. tassare di più chi ha oltre un certo numero ( e valore ) in immobili, azioni e obbligazioni e vive di fatto di rendita. ce ne sono tanti così. i sindacati sarebbero d'accordo e saremmo il primo governo ad avere il consenso dei sindacati, dopo che destra e sinistra per vent'anni ci hanno litigato. Salvini sarebbe anche lui d'accordo. a lui interessa ( giustamente ) chi produce. la flat tax è stata pensata per aiutare la piccola e media impresa, non certo per favorire i grandi patrimoni improduttivi che generano una rendita. la mia è solo una proposta, ovviamente, ma mi piacerebbe avere un vostro riscontro.
grazie,
un saluto.

marco righi (rigocci) Commentatore certificato 02.11.18 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Sarà un po' difficile che non continui l'austerity con questa manovra, in quanto per chi già paga tutte le tasse (85% del gettito IRPEF), e anticipatamente, ci sarà un aumento delle imposte locali sia sulle abitazioni sia sui redditi controllati alla fonte (per lavoratori dipendenti e pensionati, appunto). Il M5S pagherà caro in termini elettorali per aver tolto il blocco di queste addizionali, già molto alte, e, nello stesso tempo, di aver favorito con condoni e forti sgravi sulle imposte evase chi le tasse non le ha mai pagate fino in fondo. Un bel peggioramento rispetto a prima, altro che abbassamento delle imposte.

Chiara Mente Commentatore certificato 02.11.18 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Paragone,ti seguo sempre su you tube ,oggi 1 novenbre ,circa il lavoro dei giovani che non vogliono fare certi lavori.Io l'avevo sperimentato ,quando ero in Italia nel 68 ,e essendo specializato come aiutante tecchinico statale .misero a fare unaltro lavoro di non mia conpetenza per qui venni trattato male dal capo del reparto.Cosi decisi io e la mia famiglia di andare inCanada.Fu una delle decision migliori Della Mia vita.
Tu sei il migliore te lo dice un 80 enne.

Paolo manfrom 01.11.18 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Ma è OVVIO. La massaia lo sa: il professorone no. Evidentemente, quest'ultimo fa gli interessi di qualcuno...

Biagio C. Commentatore certificato 01.11.18 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Dopo l'austerity e le scelleratezze volute a colpi di fiducia dai precedenti amministratori, il PIL crescerà, ci vorrà qualche tempo, ma piano piano crescerà! Nel mentre , ci sarà meno povertà e qualche sorriso in più! Avanti con la MANOVRA senza dimenticare il taglio del prelievo fiscale, IRPEF e addizionali Comunale e Regionale che danno luogo al doppio prelievo. Proviamoci!

luciano m., sassari Commentatore certificato 01.11.18 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei fare un ragionamento terra terra da chi capisce poco di economia e finanza ma capisce come gestire il proprio portafoglio. A me dello spread non interessa per il semplice fatto che se mi aumentano gli interessi x prestiti o investimenti a me non me ne viene niente visto che non possiedo soldi da parte e mutui da poter fare. Questi ultimi riguardano chi un po' di soldi li ha già. Stanno lottando i potenti per non dare niente a chi non ha niente! !!!! Ecco cosa vogliono fare. E l'Europa vuole bloccare il nostro Def perché altrimenti gli altri popoli europei si ribellerebbero come il nostro! Avanti tutta e senza ripensamenti. Per il bene degli ultimi

Sabrina P. 01.11.18 15:48| 
 |
Rispondi al commento

certo che e' paradossale, il nuovo governo sta cercando di porre rimedio a 40 anni di errori, malefatte, saccheggiamento della cosa pubblica, perpetrata dalla sinistra e dai governi Berlusconi, e gli inetti, indagati, condannati, concussi, evasori, hanno anche da ridire anziche' tacere

angelo silvestri, ROMA Commentatore certificato 01.11.18 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Non mi interessa togliere tutta la rumenta dai TG e altre trasmissioni. Adesso che c`è una parte di governo più democratico, per giustizia e per controinformazione si potrebbe creare un programma per un grande comico di satira cacciato dalla tv italiana il 1986. Io e molti milioni di italiani vogliamo la vera satira anche quando il comico si serve di persone diverse e strumenti sensibili, per un obiettivo nobile, propositivo e nello stesso momento spietata con tutti come lo è stato sempre la satira. Sempre se il grande comico e uomo lo vorrebbe.

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA PRESUNZIONE DEGLI INTELLETTUALI DI SINISTRA

Ieri a scuola di mio figlio si è presentato un tale Francesco Merlo di Repubblica per la presentazione di un suo libro.Mi è stato raccontato che l’intellettualoide ha cominciato a fare propaganda politica attaccando il M5S ed il governo con la Lega ma una frase riferitami da mio figlio mi ha colpito in modo particolare.
Il Merlo che si ritiene essere un uomo di cultura ed una delle migliori penne di Repubblica(figurati le peggiori) ha asserito che gli uomini di sinistra sono tutti liberali,europeisti e progressisti,al contrario degli uomini di destra,nazionalisti e conservatori.
Non bastava la televisione ora vengono anche nelle scuole a “formare” i cervelli delle elite di sinistra che tanto bene hanno fatto al paese.
In altri tempi un tale individuo sarebbe stato cacciato a calci nel culo dalla mia scuola,oggi i merli si possono esprimere perché regna il disinteresse generale col quale hanno forgiato i giovani che preferiscono l’estero alle continue cazzate propinate dalla sinistra liberale italiana che sparge merda a 360 gradi e da lavoro solo ai figli dell’elite.
Cari intellettuale mentre ve ne state a scrivere libri e a fare salotti in tv il paese va in malora.Che ne sapete voi della realtà lavorativa?Vi piace scrivere articoloni sulla bontà del job act e delle “riforme” renziane ma preferite sorvolare sul fatto che è finito il momento di grazia regalatoci dalla congiuntura economica e dalla BCE che Renzi ha sprecato con manovre errate e contentini elettorali.
Ma la colpa è soprattutto vostra,dei vostri libri,della vostra presunzione di sapere e soprattutto della vostra chiusura mentale al mondo reale segno di una arretratezza dell’informazione senza precedenti e causa dei nostri mali.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono stati a Torino dei sindacalisti nella "protesta" pro TAV che hanno tirato fuori il solito ritornello del "lavoro" e dell"occupazione". Probabilmente gli stessi sindacalisti che in Italia non hanno MAI messo sul tappeto del dibattito la necessità di ridurre l'orario di lavoro, fermo a quasi cent'anni fa. Difendono sempre la tesi dei prenditori, che tutto costa sempre troppo, bisogna tenere i costi bassi, eventualmente reintrodurre la schiavitù (in realtà c'è già). Per compensare la distruzione di lavoro dell'automazione (che accelererà sempre di più) non basterà una TAV, ce ne vorranno cento, mille...
Con queste idee, buona fortuna a tutti noi.

Enzo Rossi 01.11.18 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo in questo paese con un alta presenza di "furbi" che furbi non sono, perché non riescono a guardare al di là del proprio orticello, c'è un grande bisogno di vera informazione.

In questo paese l'informazione è prevalentemente farlocca. Infatti non va persa di vista la classifica sulla libertà di stampa, cioè sulla bontà dell'informazione, cioè sulla informazione vera o falsa. La qual classifica ci dice come la qualità dell'informazione in questo paese è assai carente.

Si può constatare ogni giorno, su tutti i canali, quanta prevalente disinformazione pervade ogni trasmissione TV per non parlare dei giornali. Questi però fanno meno danni visto il costante calo delle loro vendite.

C'è molto più bisogno di andare a raccontare la verità in Tv, caro Paragone. E' li che dobbiamo raccontare i fatti, la verità, e sputan... quei farabutti che hanno ridotto l'Italia nello stato in cui si trova e che invece lì continuano a trovare megafono ossessionante, oltre che avere ancora la faccia tosta di continuare a fare i professorini e raccontar balle, con tutto quello che hanno combinato.
Vedo tanti di quei furbi, di cui parlavo sopra, che cominciano a credere a questi farlocchi personaggi Qui dentro siamo per lo più i soliti gatti che in gran prevalenza sono dalla vostra parte.

Serve "contro-inondare" la TV della nostra informazione per contrastare questo ben visibile e spudorato attacco mediatico. Andate avanti, uniti e senza prestare il fianco ai pochi ma agguerriti vecchi e nuovi radical-chic. E buttate fuori chi rema contro. Questa è una guerra. Il buonismo serve solo a perdere.

paolob Ferrara Commentatore certificato 01.11.18 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gianluigi, ti seguo sempre con molto interesse, ma ora anche tu te ne esci con questa cosa del PIL, un indicatore oggi farlocco, del tutto inadeguato a descrivere il benessere di un paese moderno. se l'obiettivo è far crescere il PIL, basta fare continuamente opere pubbliche inutili o dannose, pedemontane, MOSE, TAP e quant'altro, come si sta già facendo. Magari far gettare automobili ancora buone, con la scusa dell'inquinamento. E perché, magari non fare una legge per togliere l'abitabilità a una casa dopo venti anni dalla costruzione? Il PIL si alza, ma la vita diventa un inferno dove bisognerà lavorare 15 ore al giorno, fino a 80 anni. La vecchia tecnica per tenere impegnati i soldati: scavare buche e poi ririempirle, anche se non c'era bisogno. Se un signore che pesa 130 chili va dal medico, e questo gli dice che deve aumentare di peso, vuol dire che il medico lo vuol far morire.
Cordiali saluti a tutti

Enzo Rossi 01.11.18 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Estrellita
La realtà è la tristezza di chi vede oltre il fumo
dell’informazione pilotata dai potenti;
sono i giovani ai quali è stato rubato il futuro;
è l’egoismo, la superficialità, l’ignoranza beota e dilagante;
è la cafonaggine; è la mancanza di ideali in cui credere.
La realtà è che ci hanno rubato il sorriso
e la speranza nel futuro.
Ma la realtà E’ ANCHE la nostra rabbia, che aumenta di giorno in giorno.
E’ una valanga cresce e prima o poi travolgerà QUESTI GROTTESCHI, LOSCHI FIGURI che offendono la nostra dignità di cittadini.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Redde rationem vuol dire ‘rendire conto’
Nel Vangelo di Luca si narra di un uomo ricco che aveva affidato la gestione dei propri beni ad un amministratore. Ma questi sperperò il patrimonio e allora il padrone lo chiamò e gli disse: “Redde rationem villicationis tuae: iam enim non poteris villicare”: Rendimi conto della tua amministrazione, perché non potrai più amministrare”.
Siamo giunti al redde rationem, alla resa dei conti.
Ci sono alcuni partiti, il Pd per primo, che il redde rationem della distruzione dello Stato lo dovrebbe presentare al popolo italiano. E prima o poi dovranno farlo. La punizione elettorale non basta.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 10:20| 
 |
Rispondi al commento

la colpa non e' solo dell' austerity, e della finanza, che vive dell' economia reale attingendo da li' le risorse, e' anche condizionata dall' incredibile "imponibile" e spese ingiustificate, che ci ritroviamo ovunque, dai 10 centesimi, puo' sembrare un esiguita', che paghiamo per le buste della spesa, sono 200 delle vecchie lire...che al negoziante costeranno poco piu' di nulla, alle varie voci nelle bollette della luce, gas, che ha fronte di un consumo minimo, viene applicata la spesa per il trasporto energia (?) una bella cifretta, oneri vari, altra bella cifretta, e su questi ovviamente oltre all' esborso viene applicata l' iva sempre a nostro carico, e cosi l' utente viene rapinato e dissanguato, e cosi per tutti gli altri costi di gestione di una famiglia, e con gli stipendi non adeguati al continuo costo della vita, associati all' affitto o mutuo, e spese per la casa, cosa rimane da consumare? ben poco, anzi.....era solo un esempio di come andrebbe rivista l' ottica dell' economia futura, che con piu' liquidita' da spendere, favorirebbe lavoro, sviluppo, e sopratutto produzione, la finanza lasciamola ai speculatori del lavoro, sono solo banali pezzi di carta scambiati con risorse e soldi veri

angelo silvestri, ROMA Commentatore certificato 01.11.18 10:17| 
 |
Rispondi al commento

E' necessario avere la disponibilità piena di una delle reti Rai: Es. Rai3.
Un vero e proprio spoil system.
Sarebbe anche giusto:
Tutti sono contro il M5S: tutta l'informazione dalla carta stampata quotidiana e periodica.
Tutte le reti TV pubbliche e private; fin le locali: Tutta la carta stampata; fin i giornALI locali. Gli unici in attivo perché portano il parere della casalinga di voghera.
Remano tutti contro questo governo perché nel migliore dei casi sono disinformati e le notizie le prensono a catena dai giornaloni, gli uni con gli altri.
Dobbiamo Liberarci dagli esiti nefasti del PD renziano e conservatore dello statu quo.
E' giusto che notizie tipo "il condono di Ischia" siano date da una voce ufficiale.
"Informare bene" necesse est.

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 01.11.18 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Senza l'aumento dei consumi interni la crescita in Italia fara' sempre fatica. E come possono aumentare se la massa del popolo ha sempre meno.disponibilita' economiche, e chi ha qualche euro in piu' lo mette giustamente da parte per un futuro sempre piu' incerto. Politiche economiche che hanno creato lavoro precario, eta' pensionabile sempre piu' alta, hanno creato solo aumento della poverta'. Ecco perche' questo governo sta tentando una nuova via.

Luciano C. 01.11.18 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non si fa subito una legge per quelli che si sfilano e cambiano casacca

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 09:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come si è capito è confermato gli ultimi anni in italia non ci sono mai stati partiti di opposizione. gli ultimi anni è nata una forza politica con idee e un programma diverso di tutti i partiti messi insieme. Gia prima delle politiche del 4 marzo si è visto qualcosa di non democratico, con a capo il caro Giorgio Napolitano e Presidente della Repubblica che ha difeso questo pensiero unico. Poi dopo aver fatto i porci comodi come sempre, la democrazia chiede nuove eleziono, come sempre il partito unico compresa la LEGA si comportano sempre da democratici, quesa volta fanno una legge elettorale per escludere il M5S. Dopo il 4 marzo e quello che succede mi domando qual`è la differenza dalle dittature che non vogliono le opposizione e questa democrazia che si comporta da così?

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 09:42| 
 |
Rispondi al commento

OT DI GARANZIA:
https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/11/01/livorno-il-comune-confisca-le-foresterie-del-re-degli-yacht-vendute-come-case-i-proprietari-noi-beffati-e-unici-puniti/4694604/
^^^^^^^
Grande Nogarin...anche a Livorno si cambia!
Altra merda che viene fuori.

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 09:32| 
 |
Rispondi al commento

LO SPREAD TORNA A 312 C'è SCRITTO ... QUINDI??
PERCHE' DICI TORNA A SALIRE??

ATTENDO.

Fredianoleuzzi@gmail.com Fredianoleuzzi@gmail.com, Gallipoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 09:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2012
BEPPE GRILLO
In questi giorni mi aggiro per la spiaggia vicino a casa mia. Sono giorni terribili. C’è continuamente qualcuno che mi ferma e dopo i convenevoli mi dice che ho ragione su tante cose, ma che la Tav in Val di Susa serve al Paese. Spiego, sempre meno pazientemente, che non è una Tav, ma una Tac. Treno ad Alta Capacità, merci non persone. Che la ferrovia in Val di Susa c’è già e che trasporta sempre meno merci anno dopo anno, fino al 30/40 % in meno del carico possibile. L’opera costa 22 miliardi di euro pagati dai contribuenti per un tunnel di 52 chilometri, in una montagna ricca d’amianto, che sarà terminato tra più di vent’anni. Ogni volta l’interlocutore, che ha sempre in mano un quotidiano, scuote la testa e mi dice “Lo so, ma è il progresso, non possiamo rimanere tagliati fuori dall’Europa!”. Cosa devo fare per non impazzire? Ditemelo voi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 08:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE NON DECIDIAMO NOI SARANNO GLI ALTRI DECIDERE PER L' ITALIA

Non possiamo aspettare semafori verdi dall'esterno, al punto di dare loro la valenza di approvazione a decidere o no, scegliamo noi!
Quello che gli altri hanno scelto per noi;
- nel maggio 2014 a Washington in presenza di Lorenzin decidono per noi le vaccinazioni obbligatorie da 4 a 10: gli Italiani come cavie da laboratorio del mondo per 5 anni, durante il governo RenSì
- “Che il coordinatore fosse a Roma, alla Guardia Costiera e che gli sbarchi avvenissero tutti quanti in Italia",nel 2014, ha detto Emma Bonino, 750 mila i deportati, durante il governo RenSì
- TAP a New York dell'Assemblea generale dell'ONU, l'intesa italo-greco-albanese del settembre 2012, quale accordo preliminare sulla cooperazione allo sviluppo della realizzazione del progetto Trans Adriatic Pipeline - TAP, coi governi Letta/RenSì.
Gli altri hanno deciso per noi perché abbiamo avuto i leader deboli, che hanno barattato la sovranità nazionale con l'interesse personale e del loro partito.

L'ITALIA SOGNAVA L'UOMO FORTE, MENTRE VENIVA TRADITA, SVENDUTA E SACCHEGGIATA


L’ingiustizia oggi cammina con passo sicuro.
Gli oppressori si fondano su diecimila anni.
La violenza garantisce: Com’è, così resterà.
Nessuna voce risuona tranne la voce di chi comanda
e sui mercati lo sfruttamento dice alto: solo ora io comincio.
Ma fra gli oppressi molti dicono ora:
quel che vogliamo, non verrà mai.

Chi ancora è vivo non dica: mai!
Quel che è sicuro non è sicuro.
Com’è, così non resterà.
Quando chi comanda avrà parlato,
parleranno i comandati.
Chi osa dire: mai?
A chi si deve, se dura l’oppressione? A noi.
A chi si deve, se sarà spezzata? Sempre a noi.
Chi viene abbattuto, si alzi!
Chi è perduto, combatta!
Chi ha conosciuto la sua condizione,
come lo si potrà fermare?
Perché i vinti di oggi sono i vincitori di domani
e il mai diventa: oggi!

Bertolt Brecht

Per farcela i giusti ce la faranno, ma sarà molto impegnativo e pericoloso, come è sempre stato

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 08:53| 
 |
Rispondi al commento

CHI SONO I NUOVI DIRETTORI DEI TG RAI
Nomine proposte dal’amministratore delegato Fabrizio Salini:

Direzione del Tg1 a Giuseppe Carboni,
del Tg2 a Gennaro Sangiuliano,
del Tg3 a Giuseppina Paterniti:
la Radio va a Luca Mazzà
tgr ad Alessandro Casarin.

GIUSEPPE CARBONI, carriera costruita al TG2 ha seguito il M5S dagli esordi sulla scena fino al governo.

GENNARO SANGIULIANO, per la Lega, informazione di cdx, collaboratore dell’Espresso e del Sole 24 Ore, vicedirettore di Libero, è stato anche candidato alla Camera per B., ha scritto in libro con Vittorio Feltri.

GIUSEPPINA PATERNITI per il csx, 7 anni a Bruxelles per raccontare l'Ue

LUCA MAZZÀ, ha lavorato per i quotidiani Milano Finanza e Italia Oggi.

ALESSANDRO CASARIN, carriera quasi tutta dedicata proprio all’informazione regionale
.
E' evidente che l'informazione tv resta sperequata, dal momento che restano anti 5stelle le reti di Berlusconi e La7 di Cairo. E questo si accompagna al 99% dei giornali che sono antiM5S, in parte lo è anche IFQ, mentre il M5S non ha giornali.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 08:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riforma della prescrizione: delinquenti e mafiosi escono allo scoperto! GLI ITALIANI DEBBONO SAPERE QUESTE COSE.
Che rabbia quando invece sento radio e tv pubblica che mette in risalto solo le loro critiche nei nostri confronti.

Mario C., Anguillara Sabazia Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 08:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abolite veramente le province e abolite anche le regioni. Potenziate i comuni.

fc 01.11.18 07:55| 
 |
Rispondi al commento

Scuola, per essere assunti si torna all’antico: riecco il concorsone, cancellati formazione iniziale e tirocinio
Lorenzo Vendemiale – ilfattoquotidiano.it

In cattedra con un semplicissimo, tradizionale concorso. Niente abilitazione, tirocini triennali, corsi e apprendistati: il governo ritorna all’antico. Il cosiddetto Fit (Formazione iniziale e tirocinio), il percorso triennale creato nell’ultima legislatura, viene cancellato ancora prima di nascere: il primo bando avrebbe dovuto esserci nel 2019, ma a questo punto non vedrà mai la luce. Per diventare insegnanti basterà un normale concorso, aperto a tutti i laureati senza requisiti troppo particolari: chi vince, sarà subito assunto.

CANCELLATA LA BUONA SCUOLA – La rivoluzione, l’ennesima per la scuola italiana e per le migliaia di aspiranti docenti, è contenuta nella bozza di manovra che dovrà diventare definitiva nelle prossime settimane ed essere approvata entro la fine dell’anno. Il ministro Marco Bussetti, del resto, aveva anticipato di voler intervenire sul sistema di reclutamento, ribadendo quanto già contenuto nel contratto di governo tra Lega e M5S. La legge di Bilancio (se il testo sarà confermato) lo fa nella maniera più diretta e sbrigativa possibile, abrogando in blocco il meccanismo messo a punto dal precedente governo e sostituendolo con una trafila molto più semplice e rapida.

ADDIO AL TIROCINIO TRIENNALE – Si tratta dell’ennesimo pezzo della Buona scuola che viene cancellato: il Fit era un’idea della coppia Giannini-Fedeli (la prima lo aveva pensato, la seconda realizzato). Prevedeva il superamento del vecchio sistema con doppio titolo (prima l’abilitazione, poi l’assunzione) che tanto aveva fatto discutere per l’eccessiva selettività, con un unico corso-concorso: una prova a monte (scritto e orale), i vincitori accedono ad un tirocinio triennale (pagato in misura variabile), il primo anno più teorico, gli ultimi due più pratici con sempre più ore di supplenze a scuola,

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 07:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andrea Scanzi: “Successi, errori e promesse di troppo: analisi dei Cinque Stelle al governo”

L’invito di Luigi Di Maio a stare uniti “come la testuggine romana” perché “il M5S è sotto attacco”, tradisce le tensioni naturali di un movimento giovane catapultato al governo. Per giunta con una forza accanto che ben poco gli somiglia. Da qui continui alti e bassi. Tipo questi.

Promesse. I 5 Stelle, sul Tap, ripetono che non è colpa loro e che le penali risalgono ai governi precedenti. Certo. Nessuno lo nega, a parte il poro Calenda. Ma il punto non è questo: il punto è avere promesso l’impossibile ai pugliesi. Non è grave il non aver fatto miracoli: è grave averli promessi.

Brodini. In tempi di sinistre morte, piccole cose come il Dl Dignità fan quasi gridare al miracolo. E infatti Landini gioisce. Idem per la chiusura (a rotazione) dei negozi la domenica. Perfino l’accordo sull’Ilva, lungi dal suscitare cortei, era il massimo possibile. Anche lì l’errore non è stato portare a casa il meno peggio, ma aver promesso fino al giorno prima la Luna.

Nervosismo. Di Maio attacca il gruppo Espresso, la Lezzi attacca il Fatto Quotidiano e i 5 Stelle dicono che comprare Repubblica equivale a finanziare il Pd. Ora: Repubblica è più piddina del Pd ed è guidata da un direttore effimero e oltremodo fazioso, infatti crolla nelle vendite e neanche piace a chi ci scrive (ah, potessero parlare i fuori onda). Ma questo posso dirlo io o un cittadino qualsiasi. Non un politico, peggio ancora se al governo. E’ una cosa che sa di censura, di berlusconismo, di renzismo. E’ una cosa che fa schifo.

Bonafede. Uno dei ministri che più sta convincendo, e gli attacchi ad alzo zero che sta ricevendo da Forza Italia e Pd (perdonate la ripetizione) sono una medaglia al valore. SpazzaCorrotti, stop alla legge bavaglio, anticorruzione. La strada è quella giusta. E lo sarà ancora di più se – davvero – scatteranno le manette per gli evasori.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 07:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON VI CONDONEREMO MAI PIU'
Tommaso Merlo.

Il condono non c’è. Nemmeno per Ischia. Il Movimento lo ripete ormai da settimane eppure pidioti e giornalai continuano ossessivamente a parlare di condono e gridano sarcasticamente “onestà, onestà”. Quello che per il Movimento è un urlo di battaglia, per loro è uno sfottò. L’operazione è ovvia quanto squallida. Vogliono che il Movimento approvi un condono, che si tradisca e dimostri di essere una forza politica sporca come tutte le altre, sporca come loro. È questa la massima ambizione di pidioti e giornalai: dimostrare che non c’è alternativa alla loro sporcizia e che una politica pulita non sia possibile in Italia. Belle ambizioni davvero! Ma l’aspetto più ridicolo di questa vicenda è che pidioti e giornali non se la prendono con la Lega che è favorevole ai condoni e ne vorrebbe approvare di ogni se potesse. Macché. Pidioti e giornalai se la prendono col Movimento che impedisce alla Lega di sfornare condoni, se la prendono col Movimento che ha impedito le porcate infilate in manovra dalla “manina” (che alla Lega andavano benissimo) e se la prendono col Movimento anche per Ischia quando il decreto non prevede nessun condono. Pidioti e giornalai potrebbero poi parlare se loro in passato non avessero approvato nessun condono, se si fossero dimostrati inflessibili e ligi alla legge ma i condoni sono sempre stati un pilastro del loro governare, hanno condonato un giorno sì e l’altro pure al punto che gli effetti dei loro condoni passati si trascinano fino ad oggi. E cosa fanno pidioti e giornalai? Li usano per sbandierarli contro il Movimento. Davvero scandalosi. Davvero penosi. A conferma del poco rispetto che hanno per i cittadini. Pensano di poterli ingannare davvero con poco, giocando coi cavilli e con le materie complesse. Non riescono proprio a capire che fare opposizione politica è una cosa seria, non basta inventar balle e spararle in giro, non basta spruzzare fango.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 07:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SUPERARE subito la regola dei due mandati.

Saranno sempre di più i parlamentari che troveranno un pretesto per lasciare M5S, entrare nei partiti e ricandidarsi.

Finiremo a pezzi se non la superiamo.

MilleMandati 01.11.18 07:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dedicata a Di Maio

"Il mondo è talmente falso che ha portato i sinceri a sentirsi in difetto" (Mafalda)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 07:12| 
 |
Rispondi al commento

Paragone, io ti stimo pure, però...
Di cose da dire ne avevi tante
Non potevi dirle meglio e soprattutto con meno parole??
Sinceramente ci sono dei semplici blogger che avrebbero fatto meglio di te

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 07:06| 
 |
Rispondi al commento

De Falco dimostra una volta di più che candidare qualcuno solo perché per qualche giorno è stato al centro dell'attenzione pubblica, magari solo per una battuta (come fa da sempre il Pd) è una solenne cretinata.
Ma i nostri rappresentanti vogliamo chiedere qualcosa di più che qualche colpo di flash??

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 07:04| 
 |
Rispondi al commento

La cosa veramente da Halloween (ritornano i morti viventi) è che questo articolo io l'ho scritto nel 2012 !!

Come diceva Petrolini: “Nun ce l’ho con te, ma con quello vicino che nun te butta de sotto”.
.
Signori! A voi un allucinante remake:
“IL RITORNO DELLA SALMA!”

12-12-2012. Berlusconi: “Mi chiamano da tutte le parti!”. Sì, ma per dirti di andartene! E’ un coro unanime. Dalla foto di Berlusconi che emerge dal water sulla Süddeutsche Zeitung, col titolo “Ritorna a galla“, è ben chiaro cosa pensi di lui la stampa tedesca. Ma non va diversamente per gli altri giornali. Ecco come la stampa straniera ha accolto l’autoriesumazione di Berlusconi: disprezzo, sfottò, scherno pesante. E’ un rifiuto unanime.
Non c’è dubbio: UNABOMBER è Lui!!!
“Il burlone è tornato, Italia di nuovo a rischio caos” (THE DAILY BEST)
“Lo sgarbato ritorno di Silvio” (FINANCIAL TIMES)
“Se Berlusconi avesse un po’ di pudore, smetterebbe di giocare con il presente del Paese per proteggere il suo futuro politico. Ma sfortunatamente non ha alcun rimorso e per questo la responsabilità di fermarlo é dei suoi alleati di partito”(Ma di chi?? Della Lega?? La Lega è ben lieta di riappiccicarsi a lui e alza la posta).
“Ieri pestifero, oggi beneficia di un ritorno di grazia. Senza di lui la destra sembra persa” (LE POINT)
Tremendo: “Il Cavaliere sembra sia disposto a morire uccidendo”
“Si sente minacciato dalle riforme del governo che lo potrebbero lasciare fuori dalle istituzioni (se passa il decreto sulla incandidabilità con pene sopra i 2 anni), alla mercé dei giudici”. (EL PAIS)
“Dramma politico” (DAILY TELEGRAPH)
“Berlusconi e i suoi alleati segano la sedia di Monti” (HANDESBLATT)
”Segnale di un nuovo, turbolento futuro per la politica italiana” (NEW YORK TIMES)
“Il partito di Berlusconi esce, facendo sobbalzare il governo italiano” (WALL STREET JOURNAL)
“Il Burlone è tornato” (THE DAILY BEAST)
La Ryanair pubblica sulla sua home page una foto pubblicitaria gettonatissima sul web


segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 06:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Liviana
Svolta #RAI
Tabula rasa nei TG: spariscono i portavoce del #PD
La sinistra è in fibrillazione: volevano continuare a controllare il servizio pubblico dall’alto del 15% dei voti

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 06:47| 
 |
Rispondi al commento

Per colpa della Lega salta l'emendamento che permetteva di indagare sul cognato di Renzi per i 6,5 milioni rubati all'Unicef. E' una lotta dura...Ma qualcuno se ne rende conto che qui siamo limitati da tutte le parti?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.11.18 06:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domanda per Giannini-Repubblica:
Può essere indipendente un giornale come il Tempo, il cui editore e un grosso impresario romano nela campo della sanità. E' evidente che ha interessi da tutelare ed il giornale lo asseconda.Questa è libertà di stampa-?
Può essere indipendente un quotidiano come il Giornale il cui direttore è Sallusti,noto per la sua indipendenza di giudizio,ed il cui proprietario è Silvio Berlusconi.?
Può essere indipendente un giornale come Repubblica i cui editori hanno rilevanti interessi economici.-?
Perchè questi giornali devono prendere anche finanziamenti pubblici-?
Questi sono gli esempi più macroscopici, ma quasi tutte le testate, o sono giornali di partito o dipendono da editori che hanno interessi in altri campi.
I giornalisti possono dare una corretta informazione solo se essi stessi sono liberi.Invece di gridare alla libertà di stampa dovrebbero,al contrario, gridare contro i loro editori per avere piena libertà di scrivere.

Vincenzo . Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 01.11.18 06:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro m5s,
1) I dissidenti del decreto sicurezza possono e devono fare le loro obiezioni che poi i responsabili valutano ma alla fine per disciplina di partito anche i dissidenti devono votare a favore di tale decreto;
2) come ha detto tempo fa Di Maio il ministro Bonafede ed anche il giudice Davigo la nostra magistratura sta prendendo una brutta strada verso la politicizzazione ed un forte carrierismo e questo e molto male perché la magistratura in un paese democratico deve essere libera ed indipendente!!!
3) oggi con la globalizzazione in Italia e nel mondo tutto il potere e' in mano alla finanza ed alla economia ed abbiamo così pochi ricconi e molta povera gente!!! Attenti a questo fatto e poi non ci lamentiamo se i molti poveri odiano i ricconi e se poi succede una nuova rivoluzione francese e russa!!!
4) devo dire che ora in italia ci sono due soli partiti e cioè il partito della gente per bene come il m5s ed il partito dei farabutti come forza Italia di Berlusconi ed il pd di Renzi!!!
5) Berlusconi delinquente naturale con tutta la sua banda di dellutri Confalonieri Previti letta ghedini sgarbi ecc. ha rubato dappertutto agli italiani ed ha distrutto l'Italia!!! Ora deve restituire tutto il malloppo e poi li buttiamo subito tutti in galera al carcere duro per tutta la vita!!! Così dobbiamo fare se vogliamo salvare l'Italia!!!
6) dobbiamo combattere sempre la mafia specie quella che fa traffico di droga e quella dei colletti bianchi che sta distruggendo il nostro paese!!!
7) viva la Palestina libera viva!!!
Grazie e cordiali saluti.
Franco venezia

franco rina Commentatore certificato 01.11.18 05:23| 
 |
Rispondi al commento

@Alessandro Albanese

Alessandro

Io la mia sintesi TAP l’ho fatta, riepilogo ordinato di informazioni che ho raccolto qua e là. La metto nel box. Credo che i frequentatori del post siano già altrove.
Per la giostra ti rispondo domani, a mente fresca.

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 01.11.18 01:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Faccio un giro veloce sul blog stasera per dire...mah, peccato!

Peccato che si sprechi spazio per pubblicare un articolo che dice sostanzialmente nulla.
Chi sa qualcosa di economia sa che la frenata del PIL non può dipendere se non in maniera minima dal presente governo; chi non ne sa non ricava nessuna informazione, se non la solita menata sull'austerity sbagliata (ma verrebbe da dire che se i deficit dei governi precedenti erano maggiori di quello attuale allora che austerity era?) sponsorizzata dai tedeschi, ma che era anche argomento del piddì di Renzi.

Esci da questa spirale MoVimento 5 Stelle, scrivi che l'Italia non cresce perchè è un Paese ingessato di privilegi e posizioni di rendita, dove ognuno si cura del proprio orticello e ci fa un fortino intorno.
Un Paese dove gli amici degli amici ricoprono posti fondamentali, senza essere in grado di assolverne le funzioni, perchè ovviamente non ne hanno la competenza.
E' questa l'inerzia che si oppone al cambiamento.

Intanto in questo istante alla Camera ci sono le dichiarazioni di voto sul Decreto Genova.

Alessandro Albanese, Trieste Commentatore certificato 01.11.18 00:35| 
 |
Rispondi al commento

Ne diranno tante di stronzate contro questo governo,faranno di tutto perche' rosicano di brutto!!! Il m5s sta rivoluzionando tutto !!! E niente sara' piu' come prima!!! Avanti tutta con coraggio a testa alta! giustizia sia fatta per tutti i cittadini onesti che da tanto aspettano i propri diritti che da tempo erano stati calpestati!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 31.10.18 23:36| 
 |
Rispondi al commento

i nostri rappresentanti non dovrebbero andare in trasmissioni dove ci sono giornalisti indegni come giannini, franco, severgnini ecc.
non dovrebbero neppure andare in trasmissioni dove i conduttori sono chiaramente schierati contro il movimento e non consentono venga data una informazione corretta (gruber, floris, merlino ecc.).
che si mandi il messaggio che non vogliamo giornalisti o conduttori amici ma gente seria e non di parte!

daniele p., cortona Commentatore certificato 31.10.18 23:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SULLO SPREAD

Se si afferma che un aumento dello SPREAD è costato un tot di milardi agli italiani VORREI CAPIRE CHI se noi ci abbiamo rimesso CHI INVECE CI HA GUADAGNATO ?

COSì COME PER LA BORSA : Quando le azioni di una azienda scendono e perchè chi le aveva le sta vendendo ( ma non vengono bruciate;non realmente!!)
ma c'è chi le compra au prezzo sempre più basso per poi rivenderle quando risalgono ( in gergo presa di profitto) guadagnandoci la differenza .... cosi anche per per i titoli di stato ( di cui non si cita il prezzo reale (col saliscendi di borsa) ma lo spread cosi da mostrarne un lato per così dire "neutrale " ma anche li c'è chi perde e chi guadagna ......

Chiedete agli economisti seri o informatevi si internet

Carlo ., Padova Commentatore certificato 31.10.18 22:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho visto la gruber e giannini cercare di mettere in difficoltà il min.Bonafede ( Nomen omen dicevano i latini e cioè nel nome c'è il presagio o comunque il segno del personaggio) e il ministro è certo in buona fede !!!
chi non lo era è la Gruber e Giannini perchè con le loro continue interruzioni cercavano di bloccare le spiegazione di Bonafede sovrapponendovi i loro luoghi comuni ( il min. spiegava come ad Ischia non ci fosse un condono ma che la norma diceva solo che andava risolto la pratica del condono fatto allora (+ di 10anni fa) da berlusconi approvando o negando la domanda del cittadino isolano, per poi poter indennizzare SOLO CHI FOSSE IN REGOLA CON LA LEGGE

ma i due interropendo maleducatamente continuavano
a ripetere in tutte le salse il termine "condono"

il metodo è sempre quello (come certi esaminatori che per mettere in confusione l'allievo lo interrompono e rivoltano le risposte )

oppure quello di travisare un termine e ripeterlo
( le buche a roma sembrano nell'immaginario collettivo voragini aperte : dove sono le foto? perchè non le fanno vedere? Ma perchè farle vedere si dimostrebbe che non sono voragini ma dato e non concesso che vi siano dovrebbero indicarne il numero e la localizzazione

E' IL PRINCIPIO DI REALTA' CHE LI CONFONDEREBBE E LA GRUBER E GIANNINI AD UN OCCHIO ATTENTO DIMOSTRANO REALMENTE L'ATTEGGIAMENTO VELENOSO...LA POVERA VALERIA GOLINO INVITATA PER FAR PUBBLICITà AL SUO FILM era VISIBILMENTE IN IMBARAZZO mentre la Gruber cercava di metterle in bocca parole di critica su cui lei ONESTAMENTE cercava di sottrarsi !!!

complimenti al Ministro Bonafede che ha bloccato quei due CON MOLTA CHIAREZZA ED IL GIUSTO ORGOGLIO !!

Carlo ., Padova Commentatore certificato 31.10.18 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei suggerire per l'ennesima volta il modo per sottrarsi al cappio dello spread e della speculazione delle agenzie di rating. Oggi paghiamo all'anno 70 miliardi di euro di interessi che vengono sottratti dalle tasche dei cittadini e non impiegati nello sviluppo. Se l'Italia emettesse 300 miliardi di titoli in un solo colpo, senza interessi ma con lo sconto dell'1% sull'Irpef economizzerebbe di colpo 9 miliardi di interessi all'anno, potrebbe ricomprare altrettanti titoli suoi sul mercato deprezzati dallo spread lucrando almeno altri 9 miliardi. Non c'è tempo da perdere.

TORQUATO CARDILLI, Formello Commentatore certificato 31.10.18 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Temo purtroppo, e sulla base di discussioni in ambito lavorativo, che la continua e martellante campagna di menzogne abbia già raggiunto qualche effetto: quello di insinuare il dubbio sull'onestà degli intenti dichiarati e ovviamente, insieme la paura di veder volatilizzati i risparmi d'una vita per una politica definita da tutti i media, se va bene " sconsiderata"...

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 31.10.18 22:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Disinformacjia, disinformazione, solo disinformazione che gli organi di stampa e le tv propinano a piene mani alla collettività nazionale sapendo che molti, moltissimi gli credono a prescindere.
La manovra che ha messo economicamente in cantiere il Governo del Cambiamento inizierà a dare i suoi frutti nella seconda metà del 2019, tutto quello che è avvenuto prima e che avverrà nel primo semestre del 2019 dipenderà ancora dalle politiche sciagurate dei vari sgoverni passati.

mauro bertoni, Trieste Commentatore certificato 31.10.18 22:15| 
 |
Rispondi al commento

eravamo, fino a poco tempo fa terzultimi ? può darsi però i BTP emessi dallo Stato italiano rendevano bene ed era l'unico investimento - per chi ha lavorato una vita ed ha qualche cosa da mettere da parte - in verde (positivo). Ora sono in profondo rosso ... Che sia la patrimoniale per chi ha sudato ?!?

Pinco P., Milano Commentatore certificato 31.10.18 22:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bonafede!!! Attento!!!

Non si risponde ad un domanda (giannini) che inizia con il “se”.
Si rispedisce al mittente. Non si ipotizza… la realtà.

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.10.18 21:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisogna chiarire una cosa, il M5S non ha mai deciso di fare le grande opere, ma per motivi economici o altro non li può bloccare. La stessa cosa si può dire della trappola dell`euro e altre trppole fatte dai nemici del paese.

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 21:05| 
 |
Rispondi al commento

1) Oggi Andrea Scanzi scrive: “ …i 5 Stelle dicono che comprare Repubblica equivale a finanziare il Pd. Ora: Repubblica è più piddina del Pd ed è guidata da un direttore effimero e oltremodo fazioso, infatti crolla nelle vendite e neanche piace a chi ci scrive (ah, potessero parlare i fuori onda). Ma questo posso dirlo io o un cittadino qualsiasi. Non un politico, peggio ancora se al governo.
E’ una cosa che sa di censura, di berlusconismo, di renzismo. E’ una cosa che fa schifo” (Andrea Scanzi).

“E’ una cosa che sa di censura…”. Ciao Andrea, ma di quale censura sa? Il MoVimento non ha mai messo all’indice, né chiuso né mai chiuderà alcun giornale.

Piuttosto, dato che, come dici tu, “Repubblica è più piddina del Pd” credo sarebbe un gesto di grande trasparenza e lealtà verso il lettore, mettere prima del nome della testata il simbolo PD, così almeno chi legge sa cosa compra e cosa sta leggendo.

Dire: “Comprare La Repubblica equivale a finanziare il PD” credo sia una frase che possa dire benissimo chiunque, anche un politico; perché non va assolutamente ad attaccare la libera stampa che critica il governo e ad informa i cittadini con notizie documentate, ma attacca semplicemente il giornale “La Repubblica”, che tanto libero forse non è, se è vero (come dici anche tu) che “è più piddina del Pd ed è guidata da un direttore effimero e oltremodo fazioso”.

Quella del Blog delle Stelle è stata una libera critica, libera quanto lo dovrebbe essere la stampa, che oggi (troppo spesso) non lo è. Non metteremo mai alcun bavaglio alla libera informazione. Anche e specialmente quando essa va contro di noi. Il MoVimento ha bisogno di essere osservato, criticato quando serve, anche duramente; abbiamo bisogno di sentirci il fiato sul collo per crescere ed avremmo tanto bisogno di un’opposizione seria che ci stimolasse, ma purtroppo quella non c’è. Con il MoVimento non ci sarà mai la censura all'informazione.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2) Nessuna “censura”, nessun “berlusconismo”, nessun “renzismo”: nessuno “schifo”.

Con il MoVimento non c’è mai stato né potrà mai esserci alcun editto “bulgaro”, come quello con il quale Berlusconi mise all'indice Biagi, Santoro e Luttazzi.

Né ci sarà mai alcun edittino della Leopolda, come quello con il quale Renzi indicò il Fatto come primo quotidiano da mettere all’indice.

Ma, se ci permettete, ci sarà sempre un profondo disgusto e una denuncia forte e chiara nei confronti della servitù di stampa e questa sarà sempre una denuncia orgogliosamente politica, come ha fatto magistralmente Il Blog Delle Stelle.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Bonafede ora sulla 7.... Giannini e il canotto hanno già preso alcuni schiaffi!
Bravo chiaro e schiena dritta...contro i soliti venditori di m....!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 20:54| 
 |
Rispondi al commento


DE FALCO: - M5S, torni a bordo ca@@o!

( Chi glielo dice che lui non è più alla radio nel settore operativo della Capitaneria?)

DE FALCO: - M5S, non torno a bordo, ca@@o!

(Ah va beh, a parti inverse…)

In ogni caso, è la chiusa che fa l'uomo.

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.10.18 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Welcome to the jungle Gianluigi, la giungla degli attacchi mediatici...Torniamo a combattere questi infami nelle piazze di tutta Italia!!!

Carol 31.10.18 20:35| 
 |
Rispondi al commento

IO ADORO DI MAIO E DI BATTISTA E VOTO IL MOVIMENTO DA ANNI.....
Ma per favore qualcuno che conta controlli l'operato dell'amministrazione pentastellata du Acqui.....Grazie

anna i., alessandria Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.18 20:25| 
 |
Rispondi al commento

OT PUBBLICITARIO:
“Alle aziende che assumeranno i lavoratori andranno 2340 euro, tre volte il valore del reddito di cittadinanza“. È uno dei particolari forniti dal vicepremier e ministro del Lavoro Luigi di Maio a Bruno Vespa, che ha inserito i dettagli forniti dal capo politico del Movimento 5 Stelle nel suo ultimo libro Rivoluzione. Uomini e retroscena della Terza Repubblica in uscita da Rai Eri Mondadori il 7 novembre.
^^^^^^
Il furbone non perde occasione per fare soldi col culo degli altri.
Mi Spiace ma non lo comprerò,d'altronde non ho mai comprato un libro da questo serpente.

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 20:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi rivolgo ai senatori Nugnes è de Falco . Quando si governa in coalizione con un'altra forza politica bisogna scendere a compromessi x raggiungere lo scopo finale, cioè migliora le la qualità della vita dei cittadini è voi siete stati votati x questo. Per quanto mi riguarda il decreto sicurezza x come è concepito va bene. Non vogliamo più mantenere con le nostre tasse immigrati clandestini visto che più dell'80% è irregolare e proviene da paesi che non hanno la guerra. I clandestini economici vanno rimpatriati tutti il prima possibile. Difendersi in casa da delinquenti patentati è selvaggi anche con un arma da fuoco mi trova d'accordo. Siete stati eletti x lavorare nell'interesse del paese di polemiche non ne vogliamo.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 31.10.18 19:58| 
 |
Rispondi al commento

NO E POI NO.

Perché l’essere umano deve per forza venire assimilato ad un algoritmo, la sua vita fisica, affettiva, psicologica, tutto l’essere tradotto nella modalità operativa della Borsa? Inchiodati in carrozzella sulle Montagne russe al Luna Park, a rotta di collo trascinati su e giù, con il motore che rugge e impalla te! Fosse solo per un minuto come nel vero Luna Park! Ci vado una volta, 1 minuto e poi lo cancello dal mio itinerario! Altro che restarci su per la vita!

E stacchiamogli la spina! Buttiamogli giù la struttura disegnata per il divertimento del giostraio!

Ma questi dementi, capiscono in che cosa hanno infilato ogni particella del loro cervello, anima
e corpo? Si, evidentemente gli piace anche. A noi no. Noi ESSERI UMANI, consapevoli della ricchezza che sprigiona questo Ente in cammino sulle sue gambe, fino a prova contraria unico nell’universo, non usiamo e non vogliamo usare algoritmi per scegliere cosa cucinare, come lavorare, come spendere i soldi, come e chi amare, e anche come, cosa e quale dio pregare.


P.S. Algoritmo: ”una sequenza ordinata e finita di passi (operazioni o istruzioni) elementari che conduce a un BEN DETERMINATO RISULTATO in un tempo finito".

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.10.18 19:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci siamo arrivati ! L'austerità è l'arma principale per fermare l'economia di un Paese , la seconda è la scarsità di banconote , denaro circolante che è il sangue dell'organismo nazione . Venti anni di stasi hanno frenato l'Italia ma non la Germania che dietro la facciata di rigore ne combina di tutti i colori . Al di la di tutto , il fatto stesso che l'austerità è fortemente propugnata dalla sinistra traditrice ci conferma che è sbagliatissima !

vincenzo di giorgio 31.10.18 19:39| 
 |
Rispondi al commento

DE FALCO! Fai tornare a bordo della scatola cranica il cervello! Cazzo!

Dino Colombo. Commentatore certificato 31.10.18 19:38| 
 |
Rispondi al commento

IL GAZZETTINO: «L'assemblea dei parlamentari? Ma certo che la faremo, sicuro che si fa. Come no! Magari stasera, o forse mai...». I deputati grillini ironizzano nel cortile di Montecitorio. Sanno, anche i lealisti di Di Maio, che specie al Senato la situazione è esplosiva - visto che De Falco, la Nugnes, la Fattori stanno organizzando una fronda tosta sul decreto sicurezza - e se i gruppi si riuniscono il malcontento per il decreto sicurezza e per tutto il resto può divampare ed estendersi e non conviene dare all'esterno ma pure all'interno spettacolo. Lo spettacolo di una polveriera. «Non parlate, evitate di farvi usare da chi ci vuole male», ripete a tutti Di Maio ma la situazione è difficilmente gestibile in un movimento che attraversato da contraddizioni, dubbi e contrasti. Al momento l'assemblea dei parlamentari è rinviata, così come è stata rinviata ieri, perché bisogna stare tutti in aula alla Camera, presenti e combattivi, per votare il decreto sul ponte di Genova, su cui il Pd sta dando battaglia. Ma poi la grande riunione delicata si farà? Pare di sì, ma in M5S di solito prevale il no - vedi la Tav - e non è detto che si farà perché la paura di farsi ancora del male è forte.

Odal 31.10.18 19:37| 
 |
Rispondi al commento

A proposito dell'aumento del prezzo del petrolio (e di conseguenza di quello della benzina)...

Facciamo tutti una cosa: non fate benzina al distributore che vi viene più comodo perché forse più vicino a casa.
Cercate nei dintorni quello che fa ANCHE UN SOLO CENTESIMO al litro IN MENO DI TUTTI GLI ALTRI.

A costo di fare la fila.

Così facendo, gli altri distributori che si vedono venire meno i clienti
saranno costretti ad abbassare almeno di un centesimo al litro anche loro.

Qualcuno li abbasserà forse di un po' di più di un centesimo. ANDIAMO DA QUELLO!

Così facendo comincerà una gara al ribasso che gliela metterà in quel posto ai petrosauri.

Lo so... è un piccolo sacrificio fare qualche chilometro in più...ma ne vale la pena, perché in fondo lo facciamo per noi stessi e non regaliamo loro più soldi del necessario.

Dino Colombo. Commentatore certificato 31.10.18 19:33| 
 |
Rispondi al commento

HO CERCATO NELLA STORIA UN CAMBIAMENTO EPOCALE COME QUELLO PROPOSTO DAL M5S

Non ne ho trovato uno solo che sia avvenuto senza che vi sia stata una guerra perduta o una guerra civile vinta.

Mi sono perso qualche evento? Qualcuno sa dirmi qualcosa in merito?


I BOT ai cittadini senza commissioni bancarie e in piccoli tagli anche al portatore

domenico de santis, genova Commentatore certificato 31.10.18 19:09| 
 |
Rispondi al commento

OT RISPARMIO.
Manovra, fondi tagliati dell’80% alle Regioni che non riducono i vitalizi.
^^^^
a no?... non si potevano abolire?
Evvai cominciamo a risparmiare... questo è il CAMBIAMENTO !

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 18:59| 
 |
Rispondi al commento

De Falco, torna a bordo cazzo!

luciano pasinetti, mestre Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 31.10.18 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT PRESCRIZIONE.
La prescrizione? “Va bene così com’è”
Contro la riforma i renziani fanno asse con Fi

Parte del Pd e Forza Italia si schierano contro il blocco dei tempi del processo: “Inutile e incostituzionale”
In prima fila i sostenitori dell’ex premier che cambiano verso alle sue parole del 2014: “E’ da cambiare”...
Ricordate PD e PD-L?
Siiii,avevamo ragione.
Inoltre si raccontano balle fra di loro... LA Costituzione....hahahha... se non sbaglio,non parla di prescrizione!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 18:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti questi quotidiani e non " avvocati difensori dei perdenti e oppositori dell'attuale governo" dicessero la verità:
Attualmente sono in essere i provvedimenti
Del passato governo, Legge di stabilità 2018 quindi gli effetti sulla disoccupazione e PIL sono quelli del passato GOVERNO.
I risultati di questo GOVERNO li vedrete nel 2019. Ci vuole Onestà.

Michele Arcangelo Taddei 31.10.18 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Diglielo a quei quattro ... giornalisti, anche se ex colleghi. Ci avevano inchiodati con l'austerità economica (frode agli italiani)e l'emigrazione. Peccato per i ricchi d'Europa. non vogliamo nessuna delle due cose. Se il PD=FI, non possono fare a meno delle due cose, pazienza.. Che gli piacciono i lapidatori di donne? lasciamo che vadano da loro. Io chiedo al Governo lo Jus Sanguinis. Il troppo è troppo. Fico che mi piace molto, da Presidente dica e faccia quello che vuole, ma da M5S eletto, sia il nostro portavoce.

Raimondo M., Corigliano Calabro Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 31.10.18 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con la caduta del Muro e l'unificazione, la Germania ⚠️ha steso un bel programmino "personale" ed è riuscita ad attuarlo alla grande.
E non ci dice nemmeno grazie...

Ma... i nodi vengono al pettine, il buio non nasconde, tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino…ne avete altri?

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.10.18 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Oreste

meglio aspettare che posti qualche commento in più, prima di cliccarlo, per "bruciargli" anche la mail, così il coglionazzo la deve rifare.


Colpa

Possiamo cambiare il termine (nel contesto) con RESPONSABILITÀ?

Non vorrei che la maggior parte dei cattolici, politici ed elettori, data la confessione, atto di dolore, e "colpa, mia grandissima colpa"+ tre Ave Maria si sentissero assolti, intonsi come vergini, pronti a rifarlo e scatenati nell'attaccare il M5S ?

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.10.18 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Lo dice il premio Nobel 2017 per l'Economia Joseph Stiglitz che l’euro è servita solo a far arricchire
la Germania. Imbranati lo sono gli altri e non noi.

domenico de santis, genova Commentatore certificato 31.10.18 18:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

hahaha...ti scovo pure in cantina!
Rassegnati per oggi!
Ritenta domani!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Cari portavoce e caro Senatore,
Buona sera.
Umilmente.
Credo che questi comunicati oltre a farli agli elettori 5 stelle vadano veicolati sulla stampa locale, nazionale e internazionale per evitare quei "rumors" su cui possono esserci i cosidetti "movimemti di mercato" negativi.....
Ma poi con quale lealta, spirito europeo ed anche deontologia l'UE finanzia innovative grandi opere a danno delle grandi opere di messa in sicurezza, restauro e ristoro dei beni essenziali alla vita dei cittadini.
Il pil potrebbe anche non avere un sussulto nel breve ma certamente nel medio e lungo termine senza dubbio.
Io credo che l'UE non voglia un'Italia fortificata, organizzata, innovativa ed autosufficiente.
Saluti

Antonio Bandelli (ant ban), Roma Commentatore certificato 31.10.18 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Create un Card per la RAI... segnale criptato...e chi vuole vedere la RAI se la deve pagare.
Aiutate pure i gestori per l'elettricità a fare le fatture solo per il consumo dell'energia.
risolverete i problemi delle abitazioni sfitte,date in usufrutto e le seconde case.
Guardate quanti danni hanno fatto i capaci ,bischero compreso.

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 17:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero per tutti un cambiamento in tutte le tv rai, non fanno altro che darci notizie calunniose e false fate qualche cosa e al più presto, pagare la rai per avere falsità non ci sta più bene.

Maria C., Gubbio Commentatore certificato 31.10.18 17:10| 
 |
Rispondi al commento

O Strunz di Mantova è finuto!
PUFFF!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 17:05| 
 |
Rispondi al commento

soltanto gli asini o i detrattori possono pensare che ciò sia dovuto a questo governo.

mzee.carlo 31.10.18 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Grande Gianluigi sono d'accordo con quanto hai scritto, avanti tutta.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 31.10.18 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito che a settembre è calata l'occupazione…

Quale, quella di 1 giorno e poche ore a settimana? Rappresentata dalla moltitudine che sosteneva le attività turistiche? Beh, un attimo di pazienza che tra poco inizia la corsa al Natale…

Tanto per significare che c'è tutto da rifare, perché il lavoro non occasionale (+ il pil) riemerge con i piani industriali, il riassetto del territorio e tutto quello che è stato allegramente demolito o abbandonato all'incuria dai "capaci" che oggi, nonostante il bla bla contro il M5S, non fanno altro che denunciare se stessi.

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 31.10.18 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per come siamo stati governati in queste ultime decine d'anni, dalla fine della prima repubblica fino ad ora (con qualche rara finestra un minimo accettabile) ci va grassa che non siamo ancora morti come italia.

solo chi non conosce altre realta' sociali e non ci vuole molto, basta andare oltre confine, puo' accettare l'attuale politica italiana.

carlo 31.10.18 16:48| 
 |
Rispondi al commento

CARO GIANLUIGI
le tue sono parole di buon senso e assolutamente condivisibili. Purtroppo non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire. Tutto il carrozzone dei media, legato ai poteri che da anni distruggono questo Paese, continuano a parteggiare per una politica economica deflazionistica e destinata a perdere sempre più terreno rispetto ai Paesi europei più avanzati.

giovanni ., Roma Commentatore certificato 31.10.18 16:44| 
 |
Rispondi al commento

come fa a crescere il pil quando i consumi stanno a 0 perche' la gente non ha soldi in tasca.

eliminare i diritti dei lavoratori rendendo quindi la loro vita piu' precaria e abbassando il reddito rendendoli piu' poveri non puo' che provocare nel medio-lungo periodo solo danni all'economia.

sono decinde d'anni ormai che l'unica strategia economica italiana e' quella, impoverire la gente, toglierle diritti, permettere per legge (ad esempio col job act) sorprusi e angherie varie insopportabili. dando poi addirittura incentivi alle aziende per delocalizzare e precarizzare il mondo del lavoro.

una volta nei negozi era appeso un cartello con su scritto: il cliente ha sempre ragione.
oggi i "clienti" vengono impoveriti e/o fregati. come si puo' pensare che continuino a spendere, cioe' a tenere in piedi l'economia della nazione.

non c'e' da decine d'anni un piano del lavoro, industriale, economico se non la legge del piu' forte.

carlo 31.10.18 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente il ritorno della Società Civile !

Raffaele . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 31.10.18 16:34| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori