Piano periferie, nessun taglio ai comuni

di Filippo Nogarin

In questi giorni ci sono stati sindaci che hanno alzato i toni, fatto le barricate e condotto una battaglia tutta politica contro il governo, sfruttando il caso dei finanziamenti del piano periferie.

Fortunatamente però ci sono stati anche sindaci che, mettendo da parte le rispettive appartenenze partitiche, hanno lavorato nell’ombra, in silenzio, fianco a fianco con i sottosegretari del Ministero delle Finanze e con i tecnici e alla fine sono riusciti a trovare l’accordo. Proprio come aveva assicurato il presidente del Consiglio nel corso del primo incontro con la delegazione Anci a Palazzo Chigi.

Il problema che ha scatenato tutto era l’incostituzionalità di un provvedimento scritto male. Risolto questo punto, l’allarme è rientrato e i finanziamenti sono stati sbloccati.
E per questo, oltre ai vertici di Anci che hanno svolto un ruolo di mediazione essenziale, voglio ringraziare il sottosegretario Laura Castelli che si è presa in carico questa delicata partita, ottenendo alla fine un ottimo risultato.

Per Livorno si tratta di risorse fondamentali: 18 milioni di euro che metteranno in moto un investimento complessivo da 41 milioni.
Il futuro della città è scritto anche in questi progetti (goo.gl/RgmLMw) che ora, finalmente, potranno partire senza intoppi.


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it