Il Blog delle Stelle
Perché l'Europa non deve perdere il treno del futuro chiamato blockchain

Perché l'Europa non deve perdere il treno del futuro chiamato blockchain

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 33

di seguito l'intervento di Dario Tamburrano, Efdd - Movimento 5 Stelle Europa, al Parlamento europeo

Il dibattito sulla tecnologia blockchain è particolarmente entusiasmante perché potremmo trovarci di fronte agli albori di un paradigma, quantomeno diverso da quel che siamo abituati a vivere. Siamo tutti consapevoli di quanto oggi l'informazione sia il nuovo oro, e di cosa significhi poterla controllare, gestire, trasformare ed utilizzare a seconda dello scopo da perseguire.

Il registro distribuito, ovvero più comunemente la blockchain e i suoi fratelli, rappresenta una bellissima tecnologia, che ha in sé una promessa di cambiamento assai positivo e la risoluzione che votiamo domani contiene numerosi elementi di analisi e di spinta.

Nessuno è in grado di dire oggi se questo protocollo che permette avanzamenti inimmaginabili in termini di tracciabilità, riconoscibilità, disintermediazione e quindi fiducia tra pari, potrà mai essere il nuovo paradigma sul quale basare una nuova forma di società: le DLT sono un terreno ancora da esplorare in tutte le sue dimensioni.

VIDEO. Ecco l'intervento di Dario Tamburrano nell'aula di Strasburgo


Oggi la catena del valore è spesso complicata, intricata da una globalizzazione che ha creato innumerevoli livelli, molte intermediazioni e quindi molte diverse forme di controllo di costi ed altri effetti sociali. Tecnologie come queste, si chiamino blockchain o in altro modo permettono di immaginare nuovi modelli informativi, di controllo distribuito e di avvicinamento tra le fasi di produzione di beni e servizi e il loro uso e consumo.

Mi sento pertanto incoraggiato dall'esistenza di queste tecnologie di frontiera, del fatto che se ne parli qui. Ma allo stesso tempo ne sono tremendamente affascinato quanto a volte spaventato, per questo non voglio mai chiudere gli occhi, nell'attesa acritica e passiva di vedere fin dove si arriva.

Credo fortemente che il legislatore moderno e scrupoloso debba essere maniacalmente curioso e attento affinché non si spenga mai in noi il desiderio di conoscere bene ciò che va affiorando di nuovo nel mondo, per essere pronti a legiferare in tempo e con cognizione.

Dobbiamo quindi essere in grado di condurre le tecnologie digitali con buon senso, senza soffocarle di troppe regole o normandole troppo in anticipo, ma anche senza mai perderne il controllo, per non esserne noi stessi uomini vittime più o meno consapevoli. Vale per la blockchain oggi, ma vale per tutta quella tempesta di innovazioni tecnologiche all'orizzonte, l'intelligenza artificiale, l'internet delle cose, il bioprinting, il futuro che si sta spiegando in un domani che è assai prossimo.

Il testo di cui oggi discutiamo mette sicuramente l'accento su numerosi dimensioni positive, come le potenzialità in termini di tracciabilità di ingredienti e componenti, di controllo della proprietà e dell'identità aprendo a modelli di partecipazione dal basso alle decisioni e alla loro formazione o di scambio paritario di beni e servizi.

E in questo ultimo settore sono anni che anch'io mi interrogo sul come poter contabilizzare gli scambi energetici in un modello di produzione decentralizzato e sono ben contento che la Commissione per il secondo anno abbia positivamente recepito una mia proposta di un progetto pilota per studiare le possibilità di applicare le tecnologie blockchain allo scambio energetico tra pari.

Ma un altro terreno su cui mi piacerebbe davvero vedere un impegno di tutti noi è nell'indagare il potenziale utilizzo della Distributed Ledger Tecnologies per il monitoraggio ambientale e quindi la possibilità per tutti i cittadini di partecipare a un sistema distribuito di controllo delle emissioni di tutti gli impianti che oggi caricano la nostra aria di particelle e sostanze inquinanti di varia natura, facendo strage dei nostri cari in maniera ormai ubiquitaria.

Lo sviluppo sostenibile ed equo passa sicuramente anche oggi per le tecnologie digitali, ma prima le mettiamo al nostro servizio, prima ne freniamo le potenziali derive. L'uomo deve essere sempre al centro evitando di mettere delle Ferrari tecnologiche in mano a una società senza patente.

Se queste tecnologie aiuteranno questi obiettivi, ed è nostro compito affinché ciò accada, allora ne sono il primo sostenitore e per questo sono particolarmente orgoglioso che la settimana scorsa anche il governo del mio paese si sia unito alla Partnership Europea per la Blockchain colmando una assenza incomprensibile sul sipario sul futuro.



bannerdoni5s2018.jpg

3 Ott 2018, 09:56 | Scrivi | Commenti (33) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 33


Tags: blockchain, digitali, europa, futuro, m5s, tecnologie

Commenti

 

Le implicazioni di questa tecnologia sono TANTISSIME ed in TANTISSIMI CAMPI, ma soprattutto x lo SCAMBIO di INFORMAZIONI e la presunta o presumibile TRACCIABILITA' E IMMUTABILITA' quindi FEDELTA' . Ma l'AUTORE dell' Articolo , giustamente ,ci va' CAUTO, niente e' + deleterio della IDEOLOGIZZAZIONE di UNA TECNOLOGIA.
COMUNQUE ...tanto x restare nel CAMPO FINANZIARIO, chi non capisce...pensa al BIT COIN e all' elemento,speculativo della vicenda ( sarebbe una moneta virtuale che ha a fondamento proprio la blockchain ...una specie di catena di Sant' Antonio...anonima ..ma non anonima nello stesso tempo xche ' registrata - ma i nomi?-)
ATTENZIONE ..xche'il ho l' IMPRESSIONE che in un mondo in cui ...per la ECONOMICITA' della DIGITALIZZAZIONE, in cui GOOGLE E C la fanno da padroni...siccome ..x le transazioni economiche ..sia l' ORO che la CARTA MONETA , sono CONVENZIONI , alla fine ACCETTATE daTUTTI...staniamo x vedere la FINE dei GRANDI BANCHIERI......con quei vecchi MEZZI di PAGAMENTO. e stanno x ENTRARE di PREPOTENZA nel MONDO della FINANZA MONDIALE , scansando le vecchie nomenclature...INTERNET PROVIDER e MOTORI di RICERCA INTERNET. O mi sbaglio ..ad intravedere un futuro cosi prossimo da dire che avverra' in 10 ANNI????

Antonio Rizzi 08.10.18 01:00| 
 |
Rispondi al commento

bravo dario ben detto.
avanti così.

Davide

davide gatto 04.10.18 23:54| 
 |
Rispondi al commento

NON SI E' CAPITO UN CAZZO!
Ora,facciamo un sondaggio e chiediamo a 1000 Italiani di spiegarci cosa e ' la blockchain oppure la Distributer ledger tecnologies e vediamo se superiamo le 100 persone.
Ho avuto modo di vedere se un mio investimento poteva eseere spinto sulla blockchain creando dei miei bit coin,ma QUANTA GENTE SA' PERFETTAMENTE COSA E' TUTTO CIO'?
Facciamo UN PASSO IN DIETRO E SPIEGHIAMO A TUTTI IN PAROLE SEMPLICI COSA E' ,PARTENDO DALLA LETTERA A.
Smettetela di correre troppo,essendone tra l'altro consapevoli,se no ha l'ennesimo sapore DI VOLERE ESSERE ELITE.
O no?

Luca Fini 04.10.18 10:53| 
 |
Rispondi al commento

La blockchain è un altra invenzione del capitalismo finanziario sionista rappresentato dal PD. Stanno cercando di sottrarre il mercato dei capitali agli ultimi baluardi del controllo pubblico a difesa dei cittadini. creeranno un mondo stile matrix dove non le macchine ma i capitali ci controlleranno. VANNO FERMATI!!!!!

Elio5s 04.10.18 10:40| 
 |
Rispondi al commento

SUL RDC

Non ci facciamo ridere in faccia:
- È giusto erogarlo su prepagata per impedire che venga speso fuori dal Paese o presso aziende che non pagano le tasse in Italia.
- È giusto che non possa essere speso nelle sale bingo o per scommesse.

ma non facciamo la cazzata di impedire che venga speso per comprare un computer o una maglietta firmata..... già stanno parlando di Stato etico e hanno pure ragione. Non facciamoci prendere per il culo da questi sciacalli che non hanno mai fatto nulla per alleviare la povertà che essi stessi hanno contribuito a moltiplicare! Se un povero fuma ha il diritto di comprare le sigarette,
NON BUTTIAMO MERDA SU UNA COSA COSÌ BELLA E IMPORTANTE- IL REDDITO COME DIRITTO E NON COME GENTILE CONCESSIONE DEL PRINCIPE!

Il Barone Zazà 03.10.18 21:43| 
 |
Rispondi al commento

salirebbe il pil della Romania e il nostro andrebbe ancora più giù


attenzione a togliere il rimborso della accise agli autotrasportatori, come mi pare di avere letto, perchè saltano i trasporti su gomma in Italia


Una spiegazione di cos'è il Blockchain e perchè è importante:

https://www.blockchain4innovation.it/esperti/blockchain-perche-e-cosi-importante/

Roberto ., Roma Commentatore certificato 03.10.18 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

visto Luigi su facebook, il Ministro del Lavoro che illustra la manovra nel suo complesso al posto del PDC o Ministro del Mef è sicuramente un cambiamento.
sta sbagliando, poi sarà lui a dover fare marcia indietro


I trattati lo vietano esplicitamente, la BCE che è una banca privata di proprietà di altre banche private (non degli Stati) non può comprare titoli di Stato e non lo può fare neanche la Banca D'Italia. Dovete capire che è tutto voluto, ci hanno costruito una TRAPPOLA per sottomettere le nazioni al potere finanziario. È un diverso modo di colonizzare i popoli e derubarli..............etcetcetc....


--------------------------------------------------------

la bce non puo' prestare soldi direttamente agli stati. deve farli passare dalle banche e poi queste li "venderanno" agli stati a prezzi di mercato.

questo comunque permette di tenere bassi gli interessi, perche' i titoli di stato e' sicuro che andranno venduti, non c'e' paura di giochi speculatori al rialzo per venderli.
naturalmente c'e' un limite a tutto, e se un ministro dichiara ufficialmente che non ha intenzione di ripagare il debito, anche la bce non potra' fare piu' di tanto e lo spread salira'.

niente pero' vieta (notizia letta qui' dentro tempo fa) alla bce di dare i soldi a banche statali. e queste potranno girare i soldi alla nazione a interessi senz'altro piu' vantaggiosi di quelli di mercato.

spero che il m5s consideri questa possibilita'. se c'e' del vero perche' non approfittarne.

carlo 03.10.18 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei solo segnalare che ho capito poco, anzi nulla.
Posso solo dire che entrare in possesso di tanti dati e tanti numeri significa trasformare la visione del mondo e dei suoi fenomeni in numeri taumaturgici.
Non sempre conoscere significa ragionare, ma spesso la conoscenza diventa una gabbia dalla quale non si vuole uscire per ampliarla.

REN ATOLO, altamura Commentatore certificato 03.10.18 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lasciate stare il Blockchain (che so cosa è), ma occupatevi di una migliore comunicazione e organizzatevi meglio... ad esempio non rispondete direttamente ai commissari, ignorateli, fate una conferenza stampa solo verso gli investitori, spiegando come sarà il meccanismo e per quali ragioni dovrebbe calare il debito, non solo annunciare e basta. Il reddito di cittadinanza: se aveste sterilizzato il finanziamento invece di confonderlo nel mucchio, aumenterebbe la credibilità. Le risorse non devono provenire da un debito ma da un prelievo in determiate sfere. E tante altre cosette ancora. È una opinione. che sia errata o meno non ho l'arroganza di dire che sia giusta. E il reddito di cittadinanza, mica può essere un braccialetto elettronico. Infine, c'è un adagio in economia: l'offerta crea la sua propria domanda, a buon intenditor... fare l'opposto funziona solo sterilizzando come dicevo.

Felice L., estero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 03.10.18 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro Di Maio su Facebook:

https://it-it.facebook.com/LuigiDiMaio/videos/174718083375913/


Roberto ., Roma Commentatore certificato 03.10.18 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Non è possibile continuare così,

Su RAINew24 , il giornalista e i suoi invitati (grandi commentatori) se la cantano, se la girano, si osannano a vicenda .
sempre tutto costantemente contro il Movimento.

Basta, bisogna intervenire, NON dico a favore del Movimento , almeno però imparziale.

W M 5 * * * * *

Vincenzino A., Verona Commentatore certificato 03.10.18 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

blockchain = Catena di Blocchi.

Scusate ma sono dovuto andare a vedere la definizione, ma perchè non parliamo italiano , è una lingua meravigliosa.

Comunque si tratta di catene di informazioni condivise, protette.

E' giusta la mia interpretazione ?

Vincenzino A., Verona Commentatore certificato 03.10.18 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Civiltà dell’immagine

Il plagio prodotto dalla suggestione dell’immagine è innegabile e ha un effetto devastante sulla mente umana.
Siamo costretti ad essere una civiltà iconica dove la televisione si confonde col marketing, con l’imprinting culturale e il credo fideistico, e i concetti si fissano attraverso la visione, per cui, paradossalmente, non godiamo di più libertà di autoformazione di quanto potevano godere popoli primitivi modellati sul culto dell’imperatore o del sommo sacerdote e improntati al più trito fanatismo.
Siamo dominati e dominabili.
E quanto l’animale televisivo sia lontano anche dall’animale politico lo ha mostrato, senza deferenza alcuna, la presentazione di Bersani e Fini da Saviano.
Distratti dai luoghi deputati del potere e ridotti al rango di testimonial commerciali, sono ambedue scaduti ad una presenza di basso appeal commerciale, come quelle attrici dilettanti che vengono impiegate, perché di poco costo, nelle pubblicità secondarie, e che ‘non sanno recitare’ e quindi ‘non fanno vendere’. Giustamente un bloggher ha detto: “Se fossero stati testimonial di aziende, avrebbero dovuto essere licenziati entrambi”.
Confesso che li ho trovati tutti e due scadenti, banali, triti, come quei vecchi che parlano per proverbi, obsoleti, poco credibili.
Insomma se ci dobbiamo basare sulla civiltà del mercato saremo sempre governati da venditori, i quali sempre, faranno i loro interessi.
I valori sono un’altra cosa.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 03.10.18 10:06| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori