Il Blog delle Stelle
Oggi come ieri: verità e giustizia per Stefano Cucchi

Oggi come ieri: verità e giustizia per Stefano Cucchi

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 11:50
Dona
  • 44

di MoVimento 5 Stelle

La storia di Stefano Cucchi è una pagina nera di questo Paese. Un fatto per il quale la sacralità della verità e la giustizia non possono essere barattate con niente. Il MoVimento 5 Stelle ha seguito da vicino la storia di Stefano sin sa subito, e il blog fu fra i primi a dare voce ai familiari, con un'intervista pubblicata il 29 ottobre (che potete leggere qui), una settimana dopo il decesso del ragazzo.

Stefano Cucchi è morto perché nella macchina dello Stato qualcosa si è inceppata. Credevamo, e crediamo ancora, che in un Paese civile una morte come quella di Stefano non debba accadere. Che i buchi neri della notte del 15 ottobre 2009 debbano essere portati alla luce.

Ed è per questo che accogliamo con grande sete di verità la riapertura delle indagini e le nuove dichiarazioni di uno dei carabinieri che era lì, quella notte. I silenzi accumulati fino a oggi non sono più tollerabili.

Oggi come ieri chiediamo che venga fatta piena luce sulla morte di Stefano Cucchi. E che i colpevoli vengano puniti, per non rendere vana una morte inconcepibile.
Un abbraccio alla famiglia e ai suoi cari



bannerdoni5s2018.jpg

12 Ott 2018, 11:50 | Scrivi | Commenti (44) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 44


Tags: carabinieri, indagine, m5s, stefano cucchi

Commenti

 

9 anni per fare chiarezza !!!!!per me era già scontato cosa fosse successo

chiari a. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.10.18 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Troppi infiltrati nell'arma dei carabinieri, devo ancora trovarne uno onesto ma l'impresa è ardua, da quanto mi risulta sono tutti raccomandati e chi si fa raccomandare sicuramente non è una persona onesta. Purtroppo sono spesso dei falliti nella vita, a volte sono semplici delinquenti che coprono i loro loschi affari con la divisa, altre volte sono veri e propri mafiosi che coprono i propri compari.
Bisogna fare luce sulle commissioni che li scelgono altrimenti ci saranno sempre altri casi simili all'assassinio di Stefano Cucchi.

Serafino 13.10.18 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Non dimentichiamoci che salvini tempo ha offeso la sorella di Cucchi dobbiamo distinguerci anche se governiamo insieme

Emanuele Bonadio 13.10.18 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Quanti hanno trovato la morte nei pronto soccorso ? ma quanti altri sono stati salvati? Fare il gendarme non è facile ma fare il medico è una MISSIONE.

luciano m., sassari Commentatore certificato 13.10.18 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Che dire dei medici del Pertini che non si sarebbero accorti del pestaggio e non sono stati in gradi di salvarlo.

ayanna78@libero.it 13.10.18 16:18| 
 |
Rispondi al commento

CASO CUCCHI
----------------

E'veramente scandaloso che colei che per "successione" rappresenta colui che ,vendeva e donava la morte fregandosene degli altri, non abbia in primis presentato le scuse e che,a faccia tosta, le pretende dallo Stato. E' una vergogna! Questo fatto, se così dovesse essere, dimostra che è meno pericoloso donare la morte che salvare gli altri dalla morte!

luciano m., sassari Commentatore certificato 13.10.18 16:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I due carabinieri accusati si professano innocenti e dicono:

" Ci sentiamo traditi "

...ma traditi dal loro collega perchè hanno commesso i fatti denunciati o traditi perchè il loro collega doveva...starsene zitto?

Roberto ., Roma Commentatore certificato 13.10.18 13:16| 
 |
Rispondi al commento

ammiro tantissimo la sorella di Cucchi che col dolore nel cuore è in grado di affrontare tante difficoltà a beneficio di tutta la nostra comunità

Maria P., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 13.10.18 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Non scrivete nulla su quello che è successo a Bosetti?
Non gli è stato permesso di eseguire le controprove, è ignobile.
Onorevole Bonafede mi aspetto un suo intervento.

newmail ***** Commentatore certificato 13.10.18 10:42| 
 |
Rispondi al commento

cedo che nonostante le condanne ai cc. il caso resterà impunito. nel senso che se la caveranno con qualche mese di carcere domiciliare

dino gioia 13.10.18 03:52| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente giustizia è stata fatta. ILARIA sarai un riferimento per tutti noi: con la tenacia, la tua costanza ci hai dimostrato che niente è impossibile. Mai arrendersi! !!!

Sabrina P. 13.10.18 00:11| 
 |
Rispondi al commento

e stata fatta giustizia era ora sono con quella fsmiglia

giancarlo ricomini, marina di carrara toscana Commentatore certificato 12.10.18 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Solidarietà alla famiglia CUCCHI e ricorderemo STEFANO per sempre come un "MARTIRE del SISTEMA"!
Che i vili responsabili siano puniti come meritano e come esempio per tutti coloro che si sentono INTOCCABILI per la legge, essendo loro stessi uomini di legge!
C'è voluto tempo, la caparbietà della sorella, dei familiari e della magistratura ancora ONESTA per appurare la verità!
Ci sono ancora tanti misteri passati da svelare o rendere di pubblico dominio: misteri di morti e stragi politiche che sono state secretati per coinvolgimenti di istituzioni e/o organi e servizi di stato e/o caste politiche e finanziarie!
Congiunti e parenti che aspettano da anni le verità su misteri "STRANI" con sentenze "STRANE"!
Non ultimo la strana morte di DAVID ROSSI di MPS che resta un mistero ma con la speranza che venga chiarito e vengano puniti eventuali colpevoli!

https://www.iene.mediaset.it/2018/news/david-rossi-suicidio-omicidio-archiviazione-mps-monte-dei-paschi-siena-inchiesta-iene-tutti-i-servizi_144408.shtml

https://velvetgossip.it/2018/03/30/david-rossi-mps-csm-indaga-sui-festini-a-luci-rosse/

https://www.iene.mediaset.it/2018/news/mps-david-rossi-e-festini-rivelazioni-choc-della-moglie-di-un-uomo-ai-vertici-delle-istituzioni-a-siena_71236.shtml

Confidiamo nel governo di cambiamento e nella magistratura ONESTA per eliminare tanti dubbi su tante morti e stragi MAI SVELATE e SECRETATE PER "RAGIONI DI STATO!!


giuseppe r. Commentatore certificato 12.10.18 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Parlo del Ponte Morandi. Spero di non venire a sapere che nella ricostruzione avete permesso di infiltrarsii vari Benetton e Gavio magari per interposta ditta. Sarebbe uno schianto nel cuore, sarebbe dover dire addio alla speranza che voi avete sollevata e che noi abbiamo sostenuta.
Buon lavoro.

luciano del pistoia 12.10.18 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Gasparri a "L'aria che Tira" di qualche giorno fa:
Dov'era la famiglia di Stefano Cucchi quando questi si drogava?
Ancora un'occasione persa per stare ZITTO !!!

rosella d., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.10.18 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DAVVERO UNA STORIA DA RICORDARE SOTTO CERTI ASPETTI MA DA DIMENTICARE E CHE NON SI RIPETINO MAI PIU' STORIE DI PURA VIOLENZA SIMILI.

cosimo calabrese, chiaravalle Commentatore certificato 12.10.18 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente verità e giustizia per Stefano Cucchi.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 12.10.18 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Una volta c'erano norme molto severe per poter far parte dei Carabinieri. Poi, Craxi, disse che non erano norme democratiche e le democraticizzò. Ecco il risultato.
Una volta, per ottenere una Laurea, bisognava impegnarsi e studiare seriamente, poi dissero che era più democratica la laurea per tutti i partecipanti, con il "18 politico". Correva l'anno 1968.

Oggi la gente si lamenta perchè i Dottori fanno morire i pazienti, gli ingegneri costruiscono ponti che non reggono e laureati alla Bocconi mandano in fallimento il Paese.
Si lamentano senza rendersi conto che è stata una loro scelta.

giorgio peruffo Commentatore certificato 12.10.18 15:58| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A mio parere la cosa più grave è il sistema omertoso che ha coperto gli assassini di Stefano per cui non ce la possiamo cavare giustificando il fatto con “ sono mele marce”.
È il sistema che è marcio se si permette ai vari livelli della catena di comando di insabbiare, cancellare e minacciare.
Non sono solo tre mele marce.

Stefano M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 12.10.18 15:47| 
 |
Rispondi al commento

“ Te com’è che sei conciato così?”

“So cascato dalle scale.”

“Quando la smetteremo de raccontà sempre sta stronzata delle scale?”

“Quando le scale smetteranno da menacce.”

Spero che giustizia sia fatta al più presto Affidando i responsabili (TUTTI) alle patrie galere.

Stefano M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 12.10.18 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Ilaria, sei STATA VERAMENTE IN GAMBA E TENACE A CERCARE LA VERITA' PER TUO FRATELLO STEFANO finalmente i COLPEVOLI PAGHERANNO come è GIUSTO CHE SIA.
9 LUNGHI anni a COMBATTERE CONTRO UN MURO CHE ALLA FINE E' CADUTO!!!
BRAVA! pochi avrebbero resistito cosi'a lungo ma TU CE L'HAI FATTA!!!!
FORZA STEFANO E' ORGOGLIOSO DI TE!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.10.18 15:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ringrazio la famiglia Cucchi del coraggio che ha dimostrato nell'affrontare, da sola, con onestà e senza mai uscire dalle righe tutte le avversità giudiziarie, politiche, della stampa faziosa e dei carabinieri che hanno abusato della loro autorità.

Purtroppo sono diversi i casi di queste mele marce ed anche le promozioni "premio" dei responsabili. VERGOGNA.

Sicuramente qualcosa non funziona, quindi sono obbligate le scuse a nome dello Stato di cui io faccio parte e spero che Di Maio, come mio rappresentante politico, si faccia carico di portare alla famiglia Cucchi.

ANCORA GRAZIE ILARIA.

Giuseppe belotti 12.10.18 14:58| 
 |
Rispondi al commento

È un peccato che poche mele marce non siano individuate prima e espulse senza causare danni ad altri e alle istituzioni.Evidentmente il servizio di controllo interno non funziona

Antonio D., CARRARA Commentatore certificato 12.10.18 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Signor Giuseppe D'Agostino, forse la nullità è lei, che riesce a vedere solo quello che vuol vedere, convinto che il mondo sia fatto solo da un genere e basta!Mi chiedo se lei è da collocare in quella categoria degli ottusi da strapazzo, come un bambino che ha giocato solo con un giocattolo per tutta la infanzia e non sa che ce ne sono altri, e altri ,e altri ancora diversi

Gerarda Detta 12.10.18 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Tra le forze dell'ordine ci sono i ragazzi che erano di scorta ai giudici Falcone e Borsellino e tutti i Poliziotti e Carabinieri uccisi come cani dalla malavita, dai facinorosi e da quelli che non si rendono conto di cosa sarebbe la vita delle persone perbene senza di loro.
E' evidente che l'omicidio non è pensabile in un contesto di giustizia e chi è preposto a tutelarla deve avere lo spirito giusto di servizio e umanità.Occorre una esemplare punizione per le 'mele marce' ancora più incisiva che per persone comuni che si macchiano della stessa colpa, tuttavia ..SEMPRE MELE MARCE SONO...una squallida minoranza in un contesto di gente che ogni giorno si batte e rischia la vita per assicurare alla giustizia persone che non sanno cosa siano le regole indispensabili per vivere in una civiltà degna di questo nome.

R0SANNA V., ROMA Commentatore certificato 12.10.18 14:03| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un altro caso che ha suscitato parecchie perplessità, per come è stato risolto, con l'individuazione del criminale.
E' il caso dell'assassinio della piccola Yara Gambirasio.
Si è avuta l'impressione che si cercasse a tutti i costi di colpevolizzare Bossetti, per far apparire efficaci i mastodontici mezzi di ricerca, utilizzati. Si ha avuta l'impressione che Bossetti fosse il capro espiatorio. Infatti al presunto colpevole non è stato possibile contrastare accuse, tutto era già deciso. Poi l'ex ministro di giustizia, comunicò ai media, immediatamente dopo la cattura di Bossetti, che era stato catturato l'assassino.
Come ha potuto Alfano dire che Bossetti era l'assassino, se non era ancora stato processato?

newmail ***** Commentatore certificato 12.10.18 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VERITA' E GIUSTIZIA PER STEFANO CUCCHI!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 12.10.18 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Nel nostro programma di governo avevamo trattato le zone oscure di questi apparati dello stato. Quindi si dovrebbero rispolverare le proposte che erano state avanzate nel merito del problema, per cercare di porre fine a questi episodi.

newmail ***** Commentatore certificato 12.10.18 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Poi quando abbiamo dei politici come la Russa prendono subito le difese dell arma senza sapere nemmeno come sono andate le cose questo è vergognoso x uno che allora era un ministro della republica,vorreì che adesso andasse davanti ai genitori di Cucchi e chiedesse scusa.

lanfranco sandri, roma Commentatore certificato 12.10.18 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Situazione complicata, la verità fa male ma, purtroppo, va accettata. Se si accertano responsabilità bisogna procedere.

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 12.10.18 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nessuno lo dice ma carabinieri, polizia ed esercito sono IN PARTE ne più ne meno di stipendifici come i forestali di sicilia ..ecc... formati da individui che nella vita reale sono delle nullità incapaci di inserirsi in una attività lavorativa e solo per raccomandazione di qualche prete o vescovo o politicante sono entrati a far parte della famiglia dei mantenuti di stato.
Il fatto di indossare una divisa uniti alla rabbia dovuta ai loro insuccessi, li fanno sentire superiori e giustificati a commettere qualsiasi nefandezza. Sono supportati dalle menzogne e dai depistaggi attuati fino ai massimi livelli delle loro gerarchie connesse con la politica più sporca e menzoniera. Sono tanti gli episodi e a tutti i livelli .... ricordate sono arrivati a inserire le false prove delle molotov a giustificazione dell' assalto/macelleria alla Diaz relativamente al G8 di Genova 2001: gli autori di questa e di tutte le porcheria di solito fanno carriera e addirittura vengono riciclati in posti di responsabilità nelle aziende di stato. Spero che si faccia giustizia per tutti i Stefano Cucchi massacrati da questi vili incapaci. Grazie a Ilaria per il coraggio dimostrato nel portare avanti la richiesta di verità e giustizia nonostante le menzogne e le offese ricevute anche dai politicanti delle massime istituzioni. Per questi bastardi che hanno infierito su un debole ragazzo e per tutti i loro fiancheggiatori fino ai massimi livelli spero che la giustizia e la vita siano implacabili e facciano loro subire 1000 volte il dolore che hanno provocato gli uni con la violenza diretta e gli altri con la menzogna.

Giuseppe D'Agostini, Imbersago Commentatore certificato 12.10.18 12:56| 
 |
Rispondi al commento

E' vergognoso,in un corpo speciale come i Carabinieri,dovrebbe essere svolta una selezione ai massimi gradi.
Selezione culturale,psicologica e intellettuale.
Anche qui manca la meritocrazia?

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.10.18 12:08| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori