Il Blog delle Stelle
Meno poltrone, più democrazia: arriva il più grande taglio ai costi della politica della storia

Meno poltrone, più democrazia: arriva il più grande taglio ai costi della politica della storia

Author di Riccardo Fraccaro
ore 16:57
Dona
  • 45

di Riccardo Fraccaro, Ministro ai Rapporti con il parlamento e alla Democrazia diretta

Oggi presentiamo le riforme del cambiamento perché incardinano lo spirito e il cuore del cambiamento su cui i cittadini ci hanno dato un mandato chiaro lo scorso 4 marzo. Stiamo per realizzare una vera e propria rivoluzione copernicana per mettere i cittadini al centro del sistema politico. Con queste riforme daremo più potere al popolo, renderemo più produttive le istituzioni, valorizzeremo la partecipazione e taglieremo gli sprechi. Questa sarà una legislatura costituente che traghetterà il Paese verso un nuovo orizzonte. L’Italia può cambiare in meglio solo se ricambiamo la fiducia che i cittadini ci accordano distribuendo le responsabilità.

Con le riforme sulla democrazia diretta affermiamo un principio sacrosanto: è il popolo l’organo politico più qualificato. Siamo convinti che democrazia diretta e democrazia rappresentativa lavorino in sinergia ed è dimostrato che dove ci sono investimenti nella partecipazione dei cittadini le istituzioni siano più efficienti. Con la riduzione drastica del numero di parlamentari porteremo a compimento il più grande taglio ai costi dei politici mai fatto finora. Una radicale riduzione dei costi della politica per aumentare l’efficienza e senza tuttavia intaccare il principio della rappresentanza. Anzi. Taglieremo il numero dei parlamentari proprio per avvicinare le istituzioni ai cittadini e legittimarle maggiormente. Con l’introduzione del referendum propositivo a zero quorum, invece, azioneremo il percorso di partecipazione e democrazia diretta dei cittadini all'interno della vita pubblica e politica del Paese.

Più potere per i cittadini e più democrazia nel solco di un Parlamento pienamente legittimato nella sua centralità. È sulla democrazia diretta che fondiamo la terza repubblica: il cambiamento nasce e si realizza con queste riforme che in definitiva hanno come obiettivo finale quello di trasformare gli elettori in cittadini, gli onorevoli in portavoce e le istituzioni in comunità. Per noi la democrazia è partecipazione.



bannerdoni5s2018.jpg

2 Ott 2018, 16:57 | Scrivi | Commenti (45) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 45


Tags: democrazia diretta, m5s, riccardo fraccaro

Commenti

 

Bene la riduzione dei Parlamentari insieme agli altri tagli.
Politica come umile servizio eqvamente retribuito ma NON mestiere vitalizio.
Qvanto invece ai cd."referendum a qvorum ZERO" di cvi all'articolo mi limito ad osservarVi qvanto gia più volte ho scritto in merito:l'istituto del referendum fu concepito dai Costituenti come "misura eccezionale per decisioni eccezionali".
Una consultazione,ogni consultazione Popolare più è partecipata più è Autorevole.
Una consultazione,ogni consultazione Popolare meno partecipata meno è autorevole.
Una consultazione limite a qvorum zero vale semplicemente ZERO.
Saluti e cordialità dalla Romagna.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 06.10.18 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Vedasi il numero della popolazione degli stati uniti e il loro numero di parlamentari. I precedenti governi ne hanno solo annunciato senza passare ai fatti. M5S fai….
(L’imperatore Augusto aumentò il numero dei senatori di modo che
litigassero fra di loro così da poter regnare tranquillamente...)

domenico de santis, genova Commentatore certificato 05.10.18 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Io ci sarò spero,in ogni caso vi condivido pienamente.W Il MOVIMENTO CINQUE STELLE,FORZA LUIGI,SEI GRANDE!!

Luciana Lucarella, Rome Commentatore certificato 03.10.18 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno,
vorrei intervenire sull'argomento "tagli", come da sempre il M5S si è battuto per tagliare vitalizzi, privilegi, stipendi esagerati. La famosa battaglia dell'equità, niente di più onorevole e giusto. In effetti alla notizia che ripartano diversi media, sono rimasto di "sasso", leggendo che in nostro portavoce Rocco Casalino verrebbe stipendiato con circa 170.000 eurozzi annui!!! anche se lordi sono sempre una bella sommetta, per fare il portavoce. Del merito sul suo dire non apro argomento, viste le ultime dichiarazione, che a mio parere si poteva risparmiare, non hanno fatto altro che ridicolizzare il nostro movimento...con tanto di scuse certo ma nel suo ruolo è molto importante, prima di dichiarare dovrebbe, riflettere non una ma cento volte. Se tegli dobbiamo fare che vadano in tutte le direzioni, nessuno escluso.

giovanni michele de nisco, loiri Commentatore certificato 03.10.18 13:09| 
 |
Rispondi al commento

RICORDATE DI ABBOLIRE QUEL CASSO DI GRUPPOMISTO DOVE CONVIVONO CANI PORCI LUPI VOLPI E CAIMANI.ECCHECCASSO.

andrea a44, genova Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 03.10.18 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Bravi, continuate a tagliare le spese inutili. Ogni euro non sprecato sarà aggiunto a ciò che serve a noi italiani e alla ripresa del ns. sistema economico.
C'è così tanto spreco, dovunque, da risultare quasi surreale. Naturalmente perchè prima di questo governo nessuno l'aveva fatto realmente, anzi.
Non aver eliminato le provincie, ad esempio, ricordo anche con motivazioni del tipo "molte famiglie resteranno senza reddito" è assurdo come lo sarebbe sostenere che contrastando la malavita si mettono però in difficoltà economiche le loro famiglie.
(capiamoci, il paragone vale solo per evidenziare l'assurdità delle argomentazioni addotte, non per mancar di rispetto ai dipendenti provinciali)

pensieridiunitaliano 03.10.18 10:29| 
 |
Rispondi al commento

La Spending Review 5 STELLE! FINALMENTE!

Mi aspetto uno Tsunami apocalittico che spazzi via per sempre gli sprechi non solo nei palazzi di Governo, ma soprattutto nella Sanità, nella Pubblica Amministrazione Tutta, nell'esercito, dove gli acquisti dei materiali costano dieci volte tanto e i prezzi sono disomogenei a seconda delle Regioni interessate. Queste ultime continuano poi ad erogare fondi ad Enti di formazione accreditati, che servono soltanto a mantenere inutili dipendenti burocrati, mentre la Formazione seria è fatta in tutt'altro modo!
Avanti pentastellati, ora che avete in mano la sciabola, ripulite questo Paese! Massimo sostegno, Forza!!!!

Carol 03.10.18 10:12| 
 |
Rispondi al commento

TUTTO QUELLO CHE
I GOVERNI PER DECENNI
HANNO PROMESSO

SOLO CHE QUESTI
LO FANNO VERAMENTE

BUM BUM 03.10.18 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Togliere i senatori a vita mandando a casa anche quelli attuali. Fine del medio evo.

Michele Di Bilio, Caltanissetta Commentatore certificato 03.10.18 09:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari Di Maio e Fraccaro,

interessanti le vostre proposte, ma vanificate dalle dichiarazioni di Sibilia sul caso Riace.Sono un vostro simpatizzante da anni e - data
l'età di 77 primavere - realizzo la mia collaborazione con l'invio a 1000 interlocutori , ogni 2 giorni, di una lettera di controinformazione e di sostegno ai 5Stelle, che ha per titolo "Pagine on line".
Vi invio l'ultimo numero
Se non ci sarà una smentita ufficiale, la lettera di domani giovedi 4 ottobre conterrà una nostra netta presa di distanza dai 5 Stelle e sarà inviata - con particolare rilievo - oltre che ai mille nostri interlocutori abituali, a Comitati, Associazioni, Movimenti e Partiti che conoscono la nostra posizione filo grillina. Li vogliamo informare della mutata situazione.
Avevamo deciso di venire numerosi alla Manifestazione romana, ma ci guardaremo bene dal farlo
C'è chi ritiene che Sibilia sia stato infiltrato nei 5Stelle da chi vuole screditarci. Certamente le sue dichiarazioni allontaneranno migliaia di militanti provenienti da sinistra e decine di migliaia di consensi. Speriamo che comprendiate la gravità della situazione. La smentita e URGENTISSIMA.

per la Redazione di "Pagine on line"

Alfredo Giusti

Alfredo Giusti 03.10.18 09:25| 
 |
Rispondi al commento

E' arrivato il momento del taglio dello stipendio dei parlamentari come promesso in campagna elettorale quelli si che è un Bancomat per rilanciare l'economia.

SABATO TUTTI A RIACE PER LA DISUBEDIENZA CIVILE A SOSTEGNO DI MIMMO!!

Nelli Tonino 03.10.18 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..... più produttive le istituzioni. Giusto. Ma, insisto. Propedeutico a tutto ciò c'è la riforma della P. A. Li dentro gli assenteisti, i furbi del cartellino sono nulla rispetto a chi fa danno per i competenza e che se ne frega di imparare, capire e produrre. La certezza che mai nessuno potrà licenziarti qualunque cosa tu faccia o non faccia rende invulnerabile rispetto ai doveri. Proprio questa certezza dovrebbe avere un costo. Invece tutto si tollera. Controllori meno esperti e competenti dei controllati. Un disastro. Norme ridicole che proteggono comportamenti allucinanti a favore di lavoratori che già si privilegiano di un posto di lavoro sicurissimo. Un esempio: Lo stato spende milioni di euro, in appostamenti, registrazioni, inseguimenti, per portare al magistrato le prove del furto al popolo italiano, per poi vedere che questo lavoro a nulla è servito. Reintegrati. Azzeramento dei contributi è sequestro della liquidazione. Ecco una norma che azzerrerebbe i furti di ogni genere nello stato. Un addestramento sulle nuove tecnologie indispensabile per rendere credibile e reale l'efficienza di tutta la P. A.
Altrimenti, buoni intenti con risultati nulli.


Dalla Cgia, tuttavia, tengono a precisare che "premesso che l’evasione fiscale va contrastata ovunque essa si annidi, è comunque bene ricordare che nel rapporto tra il fisco e il contribuente la parte maggiormente lesa non è il primo, bensì il secondo. Se, infatti, teniamo conto degli effetti economici riconducibili al cattivo funzionamento della macchina pubblica, i danni subiti dai cittadini e dalle imprese sono nettamente superiori a quelli arrecati allo Stato dagli evasori attraverso il mancato pagamento di tasse e contributi".

L’Ufficio studi, infatti, ricorda che i debiti della nostra Pubblica amministrazione nei confronti dei propri fornitori ammontano, secondo le ultime stime della Banca d’Italia, a 57 miliardi di euro; da alcune analisi condotte dall’Ufficio studi della Confcommercio, aggiunge ancora la Cgia, il deficit infrastrutturale costa all’economia del nostro Paese 42 miliardi di euro all’anno.

Inoltre, secondo i calcoli del Dipartimento della Funzione Pubblica -presidenza del Consiglio dei Ministri, l’eccesso di burocrazia che caratterizza la Pubblica amministrazione italiana pesa per 31 miliardi di euro all’anno sul sistema delle nostre Pmi. Poi, i ritardi della giustizia, in particolar modo di quella civile, producono, secondo la Banca d’Italia, un costo pari a un punto di Pil all’anno (circa 16 miliardi di euro)

Ciro M., Brussels Commentatore certificato 03.10.18 05:04| 
 |
Rispondi al commento

Per me ne dovrebbero rimanere 300 tra deputati e senatori sarebbero più che sufficienti,e poi finché non si eliminano tutte le sovrastrutture talvolta inutili e dannose che per dimostrare la propria esistenza sfracassano la vita di tutti dal parlamento europeo alla commissione dall'Ocse alla nato all'FMI L'ONU ,le sedi di Strasburgo e Bruxelles e via dicendo tutta gente che pesa sui bilanci nazionali e che oggi non hanno più ragione di esistere essendo cambiati i tempi e i mezzi di comunicazione e informazione in pratica sono anacronistici per non parlare in casa nostra per esempio dei corazzieri carabinieri che sono circa 900 che non devono difendere nessuno ne basterebbe il 10 % come semplice rappresentanza ,dio solo sa quanto costano speriamo che le mani di forbice sia no ben affilate.

ALBERTO G., Teolo Commentatore certificato 02.10.18 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Libera informazione, formazione e consapevolezza del cittadino: Democrazia diretta.

Quando si fa una manovra di tale portata, che ha come fine ultimo l’esclusivo bene assoluto di tutti i cittadini, cioè la loro sacrosanta centralità nelle scelte politiche, economiche e sociali che andranno a ricadere proprio su tutti loro, credo che ci si trovi in quell'unico caso in cui è legittimo, anzi bisogna essere inamovibili, imperturbabili, insensibili, spietati fino alla meta. Ciechi, muti, sordi…

Può sembrare un discorso cinico e spietato questo, dato che nella Storia con il nobile fine di agire per il bene del popolo si sono consumati i crimini più afferrati: si è eliminata la libertà di opinione, la libertà di stampa e la libera informazione (sigh!); la libertà stessa insieme al pensiero; trucidati milioni di uomini che non la pensavano secondo quel “nobile fine”...

Ma qui non vi è niente di tutto questo.

La democrazia diretta, permettere cioè a tutti i cittadini consapevoli e informati di decidere del loro futuro, toglierà forse la libertà a qualcosa o a qualcuno?

La democrazia diretta non farà male a nessuno!

O quasi…
(mi riferisco ai soliti 40 sciacalli che governano il mondo con camerieri annessi, la cui fine, incruenta, sarà soltanto quella di arrendersi davanti ad un popolo interconnesso, consapevole e informato).

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.10.18 23:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bene!! continuate così.Siete sulla strada più che giusta!

sergio ., fonte nuova Commentatore certificato 02.10.18 23:18| 
 |
Rispondi al commento

La legge Fornero mi costringera' a lavorare ancora tre anni con turni notturni di reperibilita' quasi sempre caratterizzati da piu' chiamate e seguiti da un turno lavorativo la mattina o il pomeriggio seguenti. A quasi 64 anni spero si capisca essere situazione insopportabile se non pericolosa. Aspettavo le vostre modifiche nella speranza di poter andare in pensione con una indennita' accettabile. Dalle prime notizie non rientrero' tra i fortunati ma nonostante cio' , sebbene dispiaciuto, sento la necessita' di dirvi NON MOLLATE ! Questo atteggiamento con l' Europa e con i poteri forti andava tenuto anni fa quando avevamo una economia meno disastrata. Pero', comunque vada ( e purtroppo non e' detto che vada bene anche se lo spero tanto )sento che state lavorando per la gente piu' debole e con onesta'. Questo e' quello che avrei voluto da tanti anni. Grazie

Diego M 02.10.18 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Pensate a quanto si potrebbe risparmiare abolendo le Regioni e sopratutto quelle a statuto speciale ormai superate nel tempo.
Ma occorre cambiare la costituzione,potremo fare come hanno fatto "loro" con l'Art.81 e 97... o no!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.10.18 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Splendido.

Forza e Cuore: realizzare quest'immenso progetto nella realtà "tecno- buro-politica" che purtroppo ancora ci circonda, anche se in via d'estinzione, sarà come "l'immergersi" di una limpida Stella seminatrice nel letame più nauseabondo.

Ci vogliono una sicurezza ed una fiducia incrollabili sul significato della nostra azione per andare senza distrazioni e senza alcuna esitazione dritti al bersaglio.

E in questa "immersione" nel letamaio, per le limpide Stelle germinatrici, per la loro sacrosanta salute, è doveroso e salutare nel frangente essere cieche, mute, sorde rispetto al letame che ci schizzerà addosso; ma sopra tutto, visto l'olezzo, totalmente "anosmiche".


massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.10.18 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Bene così massimo sostegno !! Però spero tanto che sia io e tutti gli italiani a poter eleggere il presidente della repubblica!!

Giuseppe . Commentatore certificato 02.10.18 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Sforbiciare, sforbiciare, sforbiciare. MI PIACE!

fc 02.10.18 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Guardate ai comuni ed alle regioni.
È li lo sperpero di denaro.

I comuni devono avere maggiore efficienza nella spesa e questo puo essere fatto solo accorpando in macro aree i comuni.

Vanno aboliti i vigili urbani e vanno sostituiti con i Carabinieri.

Si devono portare al centro i controlli sull'operato dei comuni.

Ciro M., Brussels Commentatore certificato 02.10.18 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Bravi!!! Concordo in tutto!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 02.10.18 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Molto bene, portavoce, Ministro per i rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta Riccardo Fraccaro; le riforme sulla democrazia diretta sono di gran lunga le più importanti che i parlamentari della maggioranza possano attuare in questa legislatura; inoltre sono riforme praticamente “a costo zero”.
E’ giusto anche diminuire il numero degli stessi parlamentari, perché non siamo più nel 1800, quando il candidato parlamentare doveva girare in carrozza le località del suo comprensorio, per farsi conoscere, per i suoi comizi, per illustrare le sue intenzioni, per comunicare con i suoi elettori; da allora è venuta la radio, la televisione, Internet.
Raccomando inoltre di ricordare e ribadire continuamente agli Italiani, con ogni mezzo ed in ogni occasione, senza alcun timore di essere inopportuni, che, oltre ad aver rinunciato al finanziamento pubblico dei partiti, i bravissimi parlamentari del MoVimento 5 Stelle hanno rinunciato ad una consistente quota dei loro emolumenti dallo Stato.

Santo Mazzotti, Remedello Commentatore certificato 02.10.18 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo. Buon lavoro.

Giuseppe Totaro 02.10.18 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Grazie RICCARDO e tutti del GOVERNO DI CAMBIAMENTO M5*-Lega!
State ONORANDO chi vi ha votato il 4 marzo e tutti gli italiani onesti!
Vogliamo i vermi, ladri, mafiosi, massoni, ecc. FUORI DAL PARLAMENTO e dalle ISTITUZIONI!
Potate i rami secchi e dannosi come la Xilella PD/DC/FI che stavano e stanno facendo rinsecchire l'Italia ed i poveri italiani!

giuseppe r. Commentatore certificato 02.10.18 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Penserei anche all'abolizione di province e regioni con una razionalizzazione dei Comuni che si relazionano col territorio.

Roberto Maccione Commentatore certificato 02.10.18 19:24| 
 |
Rispondi al commento

quando taglierete i privilegi ai barbieri della casta....che sono la casta?

Alessandro Braione (alessandro b. taranto), Lizzano Commentatore certificato 02.10.18 19:20| 
 |
Rispondi al commento

FATELO SAPERE ANCHE A QUELLI DEL PARLAMENTO EUROPEO !!!!!

terenzio eleuteri Commentatore certificato 02.10.18 19:04| 
 |
Rispondi al commento

luca

BISOGNA ABOLIRE LE REGIONI.... NON POSSIAMO MANTENERE 20 PARLAMENTINI PER I TROMBATI DELLA POLITICA !!!!

luca C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 02.10.18 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA LOTTIZZAZIONE DELLA SINISTRA
Negli ultimi cinque anni di governo della Sinistra, sono aumentate le disuguaglianze sociali. I posti chiave dello Stato sono stati assegnati per attinenza politica, o per DNA. Lo stesso è accaduto nella sanità e nel sistema giudiziario. Le nostre università sono tra le ultime al mondo per resa scientifica e didattica. La lottizzazione dei partiti, in primis del PD, ha ingessato la società ed ha incentivato l’immigrazione clandestina.

Giuseppe C., Sinalunga Commentatore certificato 02.10.18 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Forza continuate così

Francesco Randazzo 02.10.18 18:36| 
 |
Rispondi al commento

magnifico, procedete così per il bene della nazione e di conseguenza per aumentare il consenso.
Barra dritta e avanti tutta.

mzee.carlo 02.10.18 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Giusto Riccardo! La democrazia è partecipazione e gli elettori sono cittadini di cui bisogna tener conto è rispettarne il pensiero è la volontà.

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 02.10.18 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo e meglio lasciare pochi parlamentari ma onesti e che ascoltino con i fatti i cittadini.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 02.10.18 18:14| 
 |
Rispondi al commento

La percentuale di assenza di certi parlamentari è superiore al 90 % , si vedono solo quando devono incassare la prebenda , possono starsene tranquillamente a casa nessuno ne sentirebbe la mancanza.

Luciano M., roma Commentatore certificato 02.10.18 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Anche perché, se non ci fossero "certi" parlamentari, non se ne accorgerebbe nessuno.

Alessandro L., Milano Commentatore certificato 02.10.18 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori