Il Blog delle Stelle
Il nostro concreto impegno per Genova

Il nostro concreto impegno per Genova

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 09:30
Dona
  • 32

di Danilo Toninelli

Come sapete c’è stato, da parte del Governo, un enorme lavoro per far sì che Genova si risollevi dopo la tragedia che l’ha colpita lo scorso 14 agosto. Molte risorse e misure sono contenute nel decreto Genova, ora all’attenzione del Parlamento, e che dovrebbe essere convertito in legge dalle Camere per metà novembre.

Nel testo originario del decreto Genova non erano contenute tutte le misure e le risorse necessarie perché, quando è stato emanato dal Consiglio dei Ministri con urgenza, non avevamo tutte le informazioni per conteggiare le necessità del territorio. Non sapevamo ad esempio, in quel momento, quanti sfollati ci fossero, quanti imprenditori avessero avuto un decremento di entrate, quante imprese fossero state danneggiate. Oggi, con il lavoro dei tanti parlamentari di maggioranza che hanno migliorato il testo, e che ringrazio, possiamo tirare le somme, e sono belle notizie.

Partiamo dalle 266 famiglie che sono state costrette ad abbandonare le loro case in conseguenza del Ponte Morandi: per questi sfollati il decreto stanzia 72,3 milioni di euro, che significa 2.025,50 euro per mq di casa che gli verranno monetizzati, un’indennità di 45mila euro e un’altra indennità addizionale di 36mila euro. Una grande azione del Governo che va a ristorare gli sfollati, e non ho visto in passato grandi precedenti, per comprarsi una nuova casa.

Per le imprese della zona rossa, ovvero quelle più vicine al Ponte Morandi e che sono state più danneggiate dal suo crollo, il decreto stanzia 35 milioni di euro, ovvero 1.300 euro per mq per ogni impresa danneggiata.
Poi ci sono altri 10 milioni di euro per il sostegno alle imprese e ai professionisti genovesi che, all’indomani del crollo del ponte, hanno subito un decremento di entrate rispetto all’anno precedente.

Il decreto Genova stanzia inoltre 20 milioni di euro per la creazione della zona franca urbana, che è una zona a fisco agevolato per le imprese. Il testo prevede inoltre che nessun cittadino né impresa dovranno pagare le imposte sugli immobili inagibili.
Ai lavoratori delle piccole imprese danneggiate dal crollo del Morandi a Genova abbiamo poi dato la cassa integrazione per una somma totale di 30 milioni di euro, che riguardano più di 1.700 persone. Per i lavoratori dipendenti abbiamo previsto l’indennità massima per la cassa integrazione cosiddetta in deroga, e per i lavoratori autonomi un’indennità di 15mila euro.

Poi siamo intervenuti fortemente sulla mobilità, perché potete immaginare quanto siano state danneggiate Genova e la Liguria, anche da questo punto di vista, a seguito del crollo del Ponte Morandi. Abbiamo stanziato 23,5 milioni di euro in due anni per il finanziamento del trasporto pubblico locale; altri 20 milioni di euro per l’acquisto di nuovi mezzi a Genova e in tutta la Liguria; e altri 5 milioni di euro per garantire la realizzazione di opere viarie di collegamento.
Anche il porto di Genova è stato fortemente danneggiato da questa tragedia. Per questo diamo 60 milioni di euro in due anni per il porto; fondi pure per l’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure occidentale; e diamo 30 milioni di euro per l’ottimizzazione dei flussi di traffico.

Tutto questo è quanto inserito per Genova nel decreto Emergenze, anche detto appunto decreto Genova, per un totale di circa 250 milioni di euro.
Siccome riteniamo che Genova sia quanto mai strategica e importante, e fondamentale la sua ripresa e del tessuto imprenditoriale, abbiamo inserito delle misure anche nella manovra economica, la manovra del popolo. E più che mai i genovesi rappresentano tutti gli italiani in questo momento.

Stanziamo dunque 160 milioni in due anni per gli autotrasportatori, perché potete immaginare quanto sia più difficoltoso oggi, senza il Ponte Morandi, andare o venire da porto per gli autotrasportatori per scaricare o caricare merce.
Rimpinguiamo la zona franca urbana di Genova di altri 100 milioni e diamo ben 200 milioni di euro al porto in quattro anni.
Ci sono quindi in legge di Bilancio altri 460 milioni di euro ulteriori per Genova e per la Liguria.

Concludiamo con due progetti che danno ancora una mano a Genova e che portiamo in Europa. Poche settimane fa, come sapete, ho incontrato la Commissaria europea ai Trasporti, Violeta Bulc, proprio a Genova e con lei abbiamo concordato la stesura di alcuni progetti per la portualità della città, in particolare per il retroporto, per incentivarne la ripresa e la logistica. Ebbene, abbiamo costituito due progetti del valore di 20 milioni di euro circa, per cui recupereremo dall’Unione europea, se li dovesse approvare – ma abbiamo già un ok informale - circa 10 milioni di euro.
Quindi in totale per Genova abbiamo uno stanziamento di più di 700 milioni di euro: cifre molto importanti che abbiamo trovato in poco tempo e grazie al lavoro di tutta la maggioranza e di tutte le forze politiche al Governo. Non vi parlo di promesse, ma di fatti concreti, scritti nero su bianco in una legge ben fatta che dà una mano a Genova e ai genovesi.

Voglio ringraziare i miei colleghi di Governo che, insieme a me, si sono impegnati al massimo per ridare a Genova gli strumenti per riconquistare la dignità che merita. E ringrazio anche i parlamentari che stanno lavorando giorno e notte per portare il prima possibile all’approvazione il decreto Genova. Ovviamente potranno ancora esserci novità, ma mi sento di dire che se ci saranno, saranno sicuramente novità positive.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

27 Ott 2018, 09:30 | Scrivi | Commenti (32) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 32


Tags: decreto, genova, morandi, toninelli

Commenti

 

CROLLO PONTE MORANDI GENOVA.
Si è dell'avviso che il crollo del ponte Morandi
di Genova può segnare per il M5S un collasso con l'allontanamento di molti simpatizzanti e attivisti e tutti gli sforzi fatti dal suo fondatore vanno a quel paese.
I simpatizzanti e gli attivisti sul web di cui alcuni molto longevi con continui supporti e suggerimenti vedono vanificati i loro sforzi di contribuzione al cambiamento che il 4 marzo gli elettori hanno sancito.
Per chi è stato addetto ai lavori ed altri longevi è chiaro che il ministro è stato coinvolto emotivamente non rendendosi conto di essere travolto da idee preordinate per trasformare Genova in un immenso business mandando al diavolo tutti gli sforzi per arrivare fin qui fatti da BEPPE GRILLO e da CASALEGGIO e mostrando tutti i punti deboli.
La lista delle spese non considerando che gli attivisti ed i simpatizzanti non sono tondi arriva fino ad 1 miliardo di Euro,la stessa somma stanziata per ammodernare i centri per l'impiego dell'intera Italia ,sommando 10 Genova si trovano i fondi per la cosa che sta più'a cuore al M5S "il reddito di cittadinanza",ma adesso stiamo trattando di "GENOVA",in sostanza il crollo di una
parte del ponte sembra fosse attesa visto che non si è intervenuti per tempo con il consolidamento con una impresa di costruzioni speciali di spessore che esiste ed il tutto per la soddisfazione da una parte dei tecnici arrivisti per la trasformazione e sostituirsi alla storia a Morandi e dall'altra dei signori del grande business,non immaginando il caos che si creerebbe.
Non si sa se è nato prima il ponte o le case e le aziende, comunque sia hanno convissuto per 50 anni ,perchè non potrebbero convivere ancora per altri cento investendo si,ma non 1 MLD di euro che potrebbe essere impiegato altrove.
Si è ancora in tempo per allontanarsi da questa idea preordinata e senza una seria perizia che affermi l'impossibilità del consolidamento(non credibile)non demolire il viadotto "MORANDI".

FRANCESCO BILOTTA, PATERNO CALABRO Commentatore certificato 29.10.18 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Molto bene!

A proposito.....
Analogamente a quanto fatto per Genova, il M5S ed il governo hanno calcolato "quanti imprenditori avessero avuto un decremento di entrate, quante imprese fossero state danneggiate" dal crollo della campata sulla Catania-Palermo (l'arteria principale della Sicilia) che da tre anni aspetta di essere ripristinata???
Hanno calcolato "quanti imprenditori avessero avuto un decremento di entrate, quante imprese fossero state danneggiate" dalla frana sulla Catania-Messina (la seconda arteria principale della Sicilia) che da tre anni aspetta di essere rimossa??
Quanto e' stato stanziato?
Come siete intervenuti sulla mobilita'??
In quale "decreto emergenze" sono stati inseriti questi punti???

fabrizio lattuca 29.10.18 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Toninelli,
ora che voi e la lega siete al governo rappresentate tutti insieme la nazione ITALIA e
quello che si decide al governo vale per tutti gli italiani,sia che vi hanno votato sia che non vi hanno votato, tutti indistintamente.Quello che verrà fatto per Genova sarà per tutti gli Italiani e meglio sarà fatto e meglio sarà per tutti. Quel ponte Morandi l'ho attraversato un pò
di volte alcuni anni fà e mi faceva paura passarci
sopratutto perchè sotto di esso ci sono case e
aziende e mi domandavo:ma come hanno fatto a far
costruire un simile ponte sulla testa delle famiglie e di aziende? erano ubriachi o fuori di testa? Sulla mia casa non farei passare neppure un
aereo figuriamoci un ponte autostradale.
L'Enzo furioso

vincenzoantonio maselli (l'enzo furioso), gorgonzola Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 28.10.18 19:50| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE LEI è UNA PERSONA DOLCISSIMA E TROPPO BUONA ,DOVREBBE ARRABBIARSI MANDARE UN Pò DI PERSONAGGI A QUEL PAESE COMPRESI QUELLI DELLE TV SPAZZATURA.

Maria C., Gubbio Commentatore certificato 28.10.18 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo Toninelli. Non capisco il perché delle manifestazioni contro il Governo e nemmeno un accenno ad Autostrade/Benetton. Ma forse c'è lo zampino dell'opposizione? Buon lavoro e continua con questo impegno. G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.10.18 17:15| 
 |
Rispondi al commento

se si può dire, a Roma c'è una situazione simile.
c'è una società che gestisce i rifiuti e la situazione non è gestita nel miglior modo.

alcuni incolpano la Raggi di questa situazione, dimenticandosi che la cosa va avanti da molto tempo..

sarebbe ora di cambiare.

a Genova ci sono stati errori della società che gestiva il ponte, soprattutto il carico sopportabile da ponte genovese è stato nel tempo trascurato.

sono abbastanza stanco di vedere sceneggiate in TV, quando ripeto, a memoria.. la situazione romana e di lunga data..

willy e 28.10.18 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Dal tempo dei tempi chi cerca di far bene scatena l'invidia ed il rancore di chi non ha saputo o, peggio, non ha voluto far di meglio.
Ma il loro livore, a dispetto di essi, lastrica di onore chi persegue il bene.
Continui così, caro Ministro, perché, come ho già scritto, quando tutto sarà fatto un'altra piaga sul mio corpo sarà lenita.
Grazie.

Michele Gnasso, osio sotto Commentatore certificato 28.10.18 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo decreto, solo l'art. 25 non è accettabile, nessun risarcimento deve essere concesso a opere abusive o costruite in aree pericolose dal punto di vista sismico, idrogeologico, oltre che vincolate paesaggisticamente. Il comma 2 e 3 vanno cancellati o rivisti.

Giancarlo DALLA COSTA 28.10.18 11:40| 
 |
Rispondi al commento

con la speranza che sia toti che il sindaco la smettano con le passerelle del c...o e magari raccontare qualche verita' ..non come QUAL TAL " SIGNORINI" del porto una sola intervista per raccontare balle sul traffico merci e affari in calo ..smentito in 24 h ..e comunque sui ponti fatiscenti disseminati in tutto lo stivale continua la disinformazione

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 28.10.18 10:37| 
 |
Rispondi al commento

sei grande lo sappiamo ma ancora di più x il fango che ti tirano addosso.Ma tu vai avanti che gli infami prima o poi soccomberanno tutti sono agli ultimi aneliti gli zombi che camminano. Li ho sentiti in diretta il fango che ti tirano, ma mi fanno ancora più schifo.sono infami non si vergognano dello spettacolo che danno e pensare che hanno rappresentato l'Italia x tanto tempo e fatto il disinteresse dei cittadini. Lo sapevi che era dura ma forse non così. Chiedelo alla Raggi che ne sa qualcosa. Un saluto grande e siamo con VOI ORA O MAI PIÙ.❤

lucy 28.10.18 08:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Toninelli cosa centra il via libera alle case abusive di Ischia con Genova?
Poi sarebbe bello chiedere scusa dei toni eccessivi e ammettere che chi ha governato prima ha fatto anche del buono. Casalino mandatelo a lavorare un pò nei campi! Chi si crede di essere!
Speriamo che me la cavo!
Buon lavoro.

remo marmo 27.10.18 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Scusate una cosa: è così difficile dire "dopo aver visto meglio le carte, oggi dobbiamo ammettere che il TAP non si può eliminare, ma almeno cercheremo di far modificare le parti a impatto ecologico"? E' così difficile? O vi piace di più sentirvi dire che facevate propaganda con la finta di "non sapere" ciò che oggi "sapete"?

Biagio C. Commentatore certificato 27.10.18 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Se c'era un altro Governo se li potevano sognare i cittadini danneggiati questi giusti rimborsi !

pericle seneca () Commentatore certificato 27.10.18 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera Ministro, ti invito a verificare la reale necessità di demolire e ricostruire il "Ponte Morandi" in primis perché le campate rimaste in piedi potrebbero semplicemente essere consolidate e restaurate, in secundis perché la campata crollata, da ricostruire così com'era, ha ceduto esclusivamente in quanto oggetto di interventi di manutenzione maldestri e deleteri non supportati da una appropriata analisi strutturale come certamente verrà fuori dalle analisi che si stanno eseguendo. In ultimo, la demolizione ci priverebbe di una vera e propria opera d'arte da preservare e conservare integra e funzionale.

Graziano N., Guardiagrele Commentatore certificato 27.10.18 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo a Franco Rosso, è da quando l'on. Fico era presidente della commissione Rai che chiedevo a Beppe di intervenire, ma NISBA. Penso che caro Franco Rosso deve esserci dietro qualcosa che noi non sappiamo, altrimenti non è possibile che il m5s e la lega che hanno il potere, continuano ad essere presi a pesci in faccia e nessuno reagisce. Ti pare?

Antonio Longobucco Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 27.10.18 17:40| 
 |
Rispondi al commento

A queste condizioni se mi cascasse un ponte vicino a casa non sarebbe poi una brutta cosa!

Michele B., Campodarsego Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 27.10.18 17:32| 
 |
Rispondi al commento

TONINELLI, ..CERCA DI FINIRLA DI FARE LA BELLA STATUINA... E CERCA DI FAR CACCIARE TUTTE LE MERDE
CHE GIORNO E NOTTE TI COPRONO DI INSULTI
DAI MICROFONI DELLA RAI.
------------
Della tua bonta, e VOSTRO "BUONISMO" in campo mediatico, ci siamo rotti,
siamo a sei mesi dalle elezioni, e a tre mesi dal governo,
E IN RAI COMANDANO ANCORA LORO!!!!!!!!!,
QUANDO LA FARETE FINIRE QUESTA VERGOGNA....
franco rosso

franco rosso 27.10.18 16:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie Ministro Toninelli, avanti tutta.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 27.10.18 16:51| 
 |
Rispondi al commento

La storia del crollo del ponte Morandi di Genova più che complicata e oscura e bisogna riflettere molto.Il M5S ed il suo ministro su questa storia si giocano almeno metà della credibilità sulla capacità di gestione di eventi del genere.
E' necessario precisare che la progettazione del ponte o viadotto sul polcevera è stata fatta dall'ing. Morandi per i tempi a regola d'arte e l'aggiudicazione all'epoca della gara è stata giusta visto la nuova architettura razionale e futuristica per un ponte o viadotto da trasmettere al generazioni future, e per ciò doveva essere soggetto a tutela architettonica ed ingegneristica ed oggi si parlerebbe solo di conservazione e consolidamento e non certo di demolizione.
Genova per tanti motivi è una città importante,attenzione non bisogna essere statici, anzi il contrario,però fare molta attenzione a lasciarsi trascinare da una parte chi vuol mettersi in mostra per sostituire Morandi (errore gravissimo)e dall'altra(comunque insieme) di chi ha in mente di trasformare Genova in un caos-casino.
I preposti dicono ch'era previsto il consolidamento ,ma per l'incuria od altro preordinato è stato rinviato ed in un infausto giorno si è verificato il crollo e da quel momento e dopo il funerale di stato si è parlato solo di demolizione e non si riesce a comprendere il vero motivo. Si deve spiegare perchè a Genova sembra che siano tutti complici e aspettano di fare business e sprecare un sacco di soldi, seguendo questo esempio tutte le strade ed autostrade d'Italia devono essere demolite e ricostruite, discorsi da matti , i consolidamenti si sono sempre fatti, si fanno e si faranno solo una corrente ha questa idea fissa in testa.
Prima di regalare alla storia lo scempio della demolizione di un manufatto crollato neanche per 1/10 occorre stabilire se il manufatto non è stato un semplice lavoro,ma qualcosa di più e si doveva e si deve classificare un'opera e senza una seria perizia, chi ordina la demolizione si assume la responsabilità.

FRANCESCO BILOTTA, PATERNO CALABRO Commentatore certificato 27.10.18 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cercate di modificare la legge sulle cartolarizzazioni voluta dal governo DALEMA nel 1999 per favorire le banche

Massimo Laviola, Brindisi Commentatore certificato 27.10.18 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, vorrei sapere perché ci siano queste differenze tra genovesi e marchigiani.
Se ho ben capito ai genovesi rimborsate ben 2025 € al mq mentre ai marchigiani si obbliga la ricostruzione rimborsando 1400 € al mq.
Nelle Marche i terremotati aspettano da due anni mentre ai genovesi l'indennizzo verrà riconosciuto velocemente.
Penso che questo governo si debba dare da fare anche per i terremotati del sisma del 2016.

mzee.carlo 27.10.18 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dai Danilo, adesso tocca a te! È il momento della riscossa..!!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 27.10.18 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a "te" Ministro, al nostro Governo e a tutte le persone che hanno lavorato e stanno lavorando per noi genovesi e per noi italiani tutti.
Fatto storico, evento mai visto, che un Ministro, un Governo in poco tempo, visti i problemi e i nostri vecchi e complessi iter burocratici, realizzi e presenti al Parlamento una legge, una manovra, così articolata e particolareggiata.
Fatto storico che tutto questo venga spiegato in anticipo a noi cittadini.
Beh, credo che quelli che criticano il nostro Governo che non sono poi molti, anche se hanno ancora qualche potere invisibile, dovranno tacere e nascondersi, cosa che peraltro sanno fare molto bene.
Il "cambiamento è oggi".
Buon lavoro
#avantitutta
Paolo Croce

Paolo Croce 27.10.18 11:45| 
 |
Rispondi al commento

BUFFONI CI AVETE MESSO DENTRO UN CONDONO

MI AVETE FREGATO IL VOTO DIMETTETEVI

carlo 64 27.10.18 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie, Ministro Toninelli, per quello che il Governo sta facendo per i nostri fratelli genovesi!! E speriamo che, il prima possibile, Genova torni ad essere la città che tutti amiamo!! FORZA GENOVA, l'Italia è con voi!! 💖💖💖💖💖

Antonietta Barbini 27.10.18 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Ottima relazione dettagliata quanto basta. Non credo che i giornali siano così analitici....

Antonio Bruno Recupero, san giovanni la punta Commentatore certificato 27.10.18 11:20| 
 |
Rispondi al commento

La gente ingrata non è mai contenta, forse si meritavano monti & renzi il bullo.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 27.10.18 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Grazie ministro Toninelli!
L'informazione è importante per i cittadini che subiscono tragedie come quella di genova!
Non si può essere perfetti, ma tutto si può migliorare, come affermi alla fine del post!
Spetta ai genovesi colpiti dal disastro giudicare e criticare! Sono sicuro che sapranno valutare il comportamento di tutti i responsabili implicati nel crollo del ponte morandi: benetton e loro società per la omessa manutenzione, autorità preposte ai controlli, i responsabili della sicurezza dei cittadini, ecc.ecc..!
Tutti noi italiani, rimpiangendo le vittime, auspichiamo ed auguriamo alla città di Genova di potersi riprendere da questa brutta situazione e che i cittadini direttamente interessati possano riavere il diritto alla loro vita tranquilla e serena con l'aiuto di tutti!
Forza Genova!

giuseppe r. Commentatore certificato 27.10.18 10:03| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori