Il Blog delle Stelle
Democrazia significa potere ai cittadini, non agli avvoltoi del secolo

Democrazia significa potere ai cittadini, non agli avvoltoi del secolo

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 201

di Alessandro Di Battista

Ero preoccupatissimo, non ci dormivo la notte, mi chiedevo: «Possibile che Bankitalia non sia ancora intervenuta pubblicamente per criticare il DEF, quindi il reddito di cittadinanza, quindi la modifica della Fornero, quindi il Governo?». D'altronde erano già intervenuti tutti: Moscovici, Junker, Mario Monti, Cottarelli da Fazio, poi Cottarelli da Fazio, e poi Cottarelli da Fazio, e ancora Cottarelli da Fazio, e poi la Fornero, quel che resta del PD, quel che resta di Forza Italia, quel che resta di Renzi, quel che resta dei resti di Berlusconi, svariati burocrati senza volto, quegli strozzini legalizzati del Fondo Monetario Internazionale...mancavano solo il Trio Drombo, Skeletorn, gli Exogini e, per l'appunto, Bankitalia. Ora si che sto tranquillo.

La verità è che oggi, Bankitalia, è di fatto controllata dalle banche private che dovrebbe controllare e le banche private sono incazzate nere, non perché ci sarà deficit al 2,4%, ma perché, per la prima volta, si distribuiscono risorse alla povera gente e non a loro. Questo è un precedente pericoloso per tutto il capitalismo finanziario (nemico dell'economia reale!).

Dove stavano questi signori quando il debito pubblico italiano aumentava di 60 miliardi di euro sotto il governo Letta, di 122 sotto Renzi e di 53 nei 170 giorni a Palazzo Chigi di Gentiloni? Tutti zitti, d'altronde le banche d'affari erano soddisfatte, dettavano i decreti al governo, facevano pressione affinché la Boldrini zittisse i deputati del Movimento 5 Stelle che stavano combattendo come leoni contro il decreto Bankitalia - un ignobile regalo di denari pubblici alle banche private - contavano i soldi che Gentiloni riuscì a trovare per loro in un consiglio dei ministri durato 28 minuti!

Io, perdonate il turpiloquio, mi sono fatto il culo per 5 anni girando tutte le piazze italiane mettendo in guardia i cittadini italiani dal capitalismo finanziario, dai conflitti di interesse tra Dipartimento del Tesoro e banche d'affari e spiegando quanto sia urgente, proprio per difendere i loro risparmi, una modifica della governance di Bankitalia e la separazione tra le banche d'affari e le banche commerciali.

Mi auguro che il governo, passata la legge finanziaria, metta mano a tutto questo perché democrazia significa potere ai cittadini, non agli avvoltoi del secolo!



bannerdoni5s2018.jpg

10 Ott 2018, 09:42 | Scrivi | Commenti (201) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 201


Tags: Alessandro Di Battista, bankitalia, cottarelli, def, fazio, moskovici, renzi

Commenti

 

grandissimo alessandro mangiatelo quel lecchino di renzi . ma a roma dibba spero che vieni

claudio p., samarate Commentatore certificato 12.10.18 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Hanno sproloquiato tutti, proprio tutti; mancava solo il "Gobbo di Notre Dame" Tito Boeri, per concludere con un'ultima pennellata di merda l'orripilante quadro denigratorio e diffamatorio che da giorni si abbatte su di noi. Il gufo , anche lui, è entrato abusivamente nei meriti delle decisioni governative e non si è limitato, come del resto hanno fatto tutti, ad esprimere semplici pareri tenici. Questi signori italioti e stranieri che erano abituati a vedere l'Italia come pascolo abusivo, con noi avranno le scarpe strette e dov ranno filare, d'ora in avanti, stando ciascuno al proprio posto e senza interferire nei meriti legittimi del Governo. Vadano a comandare a casa loro! Se poi i nostri traditori e svenditori di patria così li hanno abituati, costoro cambino suonata e vadano a vaffa!

Paolo Barone, Palermo Commentatore certificato 11.10.18 18:52| 
 |
Rispondi al commento

A BEPPE CON SIMPATIA:
Democrazia vul dire partecipazione diretta alle scelte politiche sul territorio attraverso organismi di base territoriali come i consigli di quartiere comunali che abbiano voce in capitolo almeno al livello di indicazione di espressione delle possibili scelte su tutti i problemi che interessano il benessere della popolazione.
CON SIMPATIA
ROBERTO

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 11.10.18 17:06| 
 |
Rispondi al commento

A BEPPE PER SIMPATIA:LA VERA DEMOCRAZIA E' QUANDO IL POPOLO HA UN GOVERNO CHE HA SCELTO CON PROPRIE ELEZIONI UN GOVERNO DEL POPOLO PER IL POPOLO CHE FACCIA GLI INTERESSI DEL POPOLO E NON DEI BANCHIERI CHE CREI LAVORO DIGNITOSO CON REGOLARI CONTRATTI A TEMPO INDETERMINATO E NON DISOCCUPAZIONE.
Con simpatia
ROBERTO

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 11.10.18 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Alessandro, come al solito dici cose ampiamente condivisibili, che fatalmente però si scontrano con gli interessi dei cosiddetti poteri forti; questi, mi pare evidente, vanno assoldando un numero sempre crescente di squallidi figuri prezzolati, collaudati loro umettatori, col preciso intento di invadere quotidiani e TV: l' obiettivo unico è screditare in ogni modo il governo giallo-verde. Ed i conduttori televisivi sono, in genere, conniventi con le stesse facce, quelle dei loro "amici" sempre presenti a ripetere le stesse superficiali litanie, spesso furbescamente distorte ad arte; incalzano ed interrompono scientificamente coloro che rappresentano il governo e purtroppo questa assillante denigrazione non giova certo all'andamento del mercato e dello spread. Il lavoro che vi attende è immenso in quanto il governo si muove in un ambiente fortemente ostile. Vi invito caldamente a non retrocedere, a tenere i nervi saldi, forti del pieno sostegno della maggioranza del popolo italiano.

Gianni M., Cagliari Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.10.18 13:40| 
 |
Rispondi al commento

La società Italiana, dove sistematicamente la parola del meridionale conta meno o per niente davanti a quella del settentrionale (specie se il meridionale ha la sorte di vivere nel nord del paese ), é ingiusta e farlocca. Le cose andranno sempre male in Italia, soprattutto per gli indifesi.

Gianluca S. Commentatore certificato 11.10.18 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Il commissario europeo Oettinger, in un intervista ha dichiarato : «I mercati insegneranno agli italiani a votare nel modo giusto».
Visto che questo pensiero non è solo di Oettinger, ma risulta essere quello dominante in tutti gli ambienti pubblici (giallo-verdi esclusi), ed anche dai giornalisti e politici della vecchia politica italiani...
Propongo a tutti gli italiani di evitare categoricamente l’acquisto di prodotti stranieri in genere e tedeschi in particolare.
Cambiare immediatamente canale quando in un talkshow parlano nello stesso modo.
Non comprare, e non andare sui siti dei giornali che ci propinano la stessa storiella.
E in special modo se sale lo spread, vendere tutti i titoli e fondi europei extra italia, nonchè quelli delle multinazionali. Ed anche eventuali titoli italiani di aziende che appoggiano apertamente il pensiero Oettinger.
Insegniamo a Oettinger e a tutti quelli che appoggiano il suo pensiero, che i mercati ci hanno insegnato a ragionare e agire di conseguenza, oltre che a votare.
Insegniamogli che noi non siamo la Grecia, e che i politici del governo attuale non si fanno comprare o minacciare, a differenza di tutti i precedenti.
Votiamo per l’Italia.

Gianluca S., Prato Commentatore certificato 11.10.18 13:01| 
 |
Rispondi al commento

AVANTI TUTTA A MUSO DURO! I cravattari di Bankitalia, BCE, FMI, ecc. ecc. possono dire quello che gli pare anche per loro finirà la pacchia. Ci hanno scatenato contro tutto quello che avevano e potevano i servi giornalari, gli imbonitori televisivi (Fazio, Gruber, Floris, Da Milano, Berliguer ecc. ecc. anche per loro finirà la pacchia) persino alcune sciacquette TV si permettono di dire la loro. Le due ballerine a capo di FI e sodali del delinquente seriale e satrapo tutte le sere blaterano su tutti i TG. La portatrice di sfiga e rovina di tanti Italiani Fornero si presenta ovunque con il suo servo mangiatore di tortelli che blatera anche negli intervalli. Boeri (che DEVE essere mandato via dall'INPS quanto prima). Ultimo oggi il pietoso caso umano a capo di quel che resta del partito dei dementi:
(ANSA) - ROMA, 11 OTT - Questo governo ci vuole portare fuori dall'Euro, tutto porta lì. Lo hanno scelto, per un bisogno di propaganda permanente in vista delle Europee, per presentarsi come salvatori della patria. Sono preoccupatissimo, vorrei ci rendessimo conto dei rischi". Lo ha detto il segretario Pd Maurizio Martina ad Agorà su Rai Tre.

AVANTI TUTTA Giuseppe,Luigi e Matteo! La maggior parte del popolo è con voi, se non gli va bene 2,4 % possiamo sempre modificarlo a 3,4%. A maggio gli presentiamo il conto e speriamo di veder finire questa maledetta Europa così come è ora nemica del popolo.

Massimo Baldi 11.10.18 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Il ruolo delle banche era di destinare la raccolta liquidita' dei clienti, verso il credito , sia attraverso mutui, sia come credito alle piccole e medie industrie, e concessione di finanzamenti ai privati, previo garanzie, da parte dei beneficiari, con un buon "conto economico" e certezza di riavere capitale investito ed interessi, ora la raccolta e' destinata , per la maggior parte, alla sottoscrizione di fondi, di cui pochissimi ne conoscono il sottostante, spesso ha in portafoglio obbligazioni ed azioni, di societa' esposte con le stesse, trasferendo il rischio impresa ai detentori di fondi, ed in caso di fallimento, si ripercuoterebbe negativamente sul prezzo delle quote in possesso.....ma nel frattempo...le banche gia' sono rientrate e tranquille della loro esposizione creditoria dei finanziamenti...
Forse e' tempo di sapere che fine fanno i nostri risparmi, altro che rischio spread o variazione del bilancio dello Stato.

angelo silvestri, ROMA Commentatore certificato 11.10.18 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Banca D'Italia ? Quale ' quella di MPS ? quella di Banca Etruria ? Quella di Banche Venete ? Ecc... Ma che vadano a morì ammazzati !

Francesco Gullì () Commentatore certificato 11.10.18 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Qui il problema è la manovra che vi preparate a varare, ammesso che ciò che trapela sia vero.
Voi e la Lega state facendo una porcata che farà la fine degli 80 euro di Renzi.
Intendiamoci, tutto ciò che volete fare lo condivido ma non condivido fare tutto oggi con poche risorse.
La cosa più importante è rilanciare l'economia e quindi avreste dovuto mettere tutte le risorse nella riduzione della pressione fiscale e posticipare Fornero e Reddito.
Senza il rilancio le altre due manovre fallirebbero.
Fare di tutto un po equivale a fallire e fallirete. Inoltre questa manovra non è strutturale, dato che dite che si prova e poi si vedrà. Ciò equivale a dire ai pochi che beneficeranno che è meglio non spendere nulla perchè non si sa quanto durerà. Complimenti!!!
Sono veramente deluso ma non da Di Maio che non ha la scolarizzazione adeguata per comprendere ciò, ma da Salvini e soprattutto Savona mi sarei aspettato di più.
Spero vivamente che rinsaviate altrimenti siamo rovinati.

iostoconconte 11.10.18 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Via boeri dall'Inps

Giovanni Apuzzo 11.10.18 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SEMPRE PIU' ACCANTO A DI BATTISTA!!! VOCE AUTOREVOLE ED ASSERTIVA DEL MOVIMENTO!!! CON TANTA STIMA A LUI ED A LUIGI!!ED A TUTTI I MINISTRI 5 STELLE

simona porta 11.10.18 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Il mio post è 'fuori tema' solo in parte,
visto che il titolo è: "Democrazia significa potere ai cittadini, non agli avvoltoi del secolo".

Aggiungo questo linck, e spero che qualcuno del movimento lo legga, qui o sul sito ove si trova l'articolo. È importante

https://scenarieconomici.it/perche-il-governo-non-fa-votare-in-parlamento-la-ratifica-del-trattato-di-caen-quello-firmato-da-gentiloni-per-cedere-mare-italiano-alla-francia/

Copronio Sterchi 11.10.18 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Alessandro il tuo posto è accanto a Luigi, gravissima la situazione democratica di questo paese, abbiamo bisogno di Leoni come te per fare argine contro questa macchina del fango.

maurizio frigo Commentatore certificato 11.10.18 09:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRANDE DIBBA!

elio 11.10.18 09:07| 
 |
Rispondi al commento

QUALE CULTURA PER QUALE CAMBIAMENTO IN QUALE DIREZIONE ?

Viviamo in un'epoca in cui quasi tutto può essere mercificato, comprato e venduto, dove il pensiero neo-liberista dominante cerca attraverso ogni mezzo di omologare la nostra vita insieme ai mercati e ai valori di mercato che tentano di governarci.

Oggi abbiamo una grande occasione; provare a mettere al centro la persona all'interno della comunità e rimuovere gli ostacoli, questo è il compito della politica e del M5S, questo è la rivoluzione pacifica culturale: ascoltare le emozioni e diminuire le distanze nella società.

"La valorizzazione della persona e la possibilità di dare ad ogni persona quelle opportunità che le condizioni di partenza non potrebbero darle". L'articolo 3 della costituzione italiana.

QUESTA E' LA DEMOCRAZIA QUESTA E' LA RIVOLUZIONE PACIFICA QUESTA E' LA DIREZIONE

Shir akbari 11.10.18 08:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' la prima volta che un governo fa sentire la propria appartenenza alla cittadinanza.
E' la prima volta la cittadinanza sente proprio il governo.
E' la prima volta che siamo cittadini e non sudditi
Non sappiamo quanto resisterà alle insidie della precedente cricca con i suoi, ora evidenti, compari nei media, istituzioni, partiti, eccetera, ma ogni giorno in più, governato così, fa distinguere la politica dell'intrigo e del preminente interesse privato da quella che si occupa per il cittadino.
Sempre più gente si sta svegliando dal mortifero torpore e capisce la situazione in cui era per anni, ed è per questo che hanno una fretta tremenda di far cadere ad ogni costo questo governo. Il loro terrore è che la consapevolezza raggiunga il livello del non ritorno. La consapevolezza è come un vaccino contro il malaffare.

pensieridiunitaliano 11.10.18 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Non solo va rivista la governante di Bankitalia, ma va rivisto lo stipendio di tutti i Dirigenti a partire da Visco che percepisce oltre euro 400.000 anziché euro 240.000 come il PD.R. Adesso che c'è la BCE e la gran parte delle funzioni sono state spostate, va fatta una cura dimagrante in Bankitalia e con i risparmi si riduce il Deficit/PIL.. G.Mazz

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.18 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Perchè Toninelli ha inserito nel decreto Genova il Titolo per permettere di smaltire i fanghi in agricoltura???? Sempre peggio mi pare .. siete li cari dipendenti e dovreste ricordare che dovete rappresentare anche la ns salute

Paola F. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.18 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Alessandro, ottimo intervento, alla faccia dei maledetti pidioti, amici delle banche e nemici della democrazia. Buon lavoro al governo del cambiamento

Freeman 10.10.18 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma la battaglia per la Democrazia diretta, ovvere traslazione del Poter Legislativo dai signorotti parlamentari ai cittadini, che fine ha fatto? La poltrona dei privilegi, che io più precisamente definisco furti di Stato, piace anche ai cosidetti onesti.....agli italiani manca una cosa fondamentale per vivere civilmente: l'onestà intellettuale e morale....ecco perchè questo Paese è sempre stato umiliato...perchè non ha nessuna consistenza morale ed unione nazionale come popolo, cultura, economia e solidarietà interna...Macchiavelli lo ebbe a dire nei suoi scritti della cretinaggine e della mancanza di dignità del popolo italiano...tranne pochissime eccezioni di italiani che hanno salvato la faccia a questo popolo di criminali prodotti in serie

claudio ., Pieve del Cairo Commentatore certificato 10.10.18 21:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Alessandro, dire che condivido in toto tutto ciò che dici, è ovvio......la realtà è sotto gli occhi di tutti......
Siamo entrati nei Palazzi, siamo seduti dalla parte del Governo, è questo ha creato uno tsunami al Sistema delle Tangenti, dei banchieri, delle fuoriuscite di denaro pubblico agli amici degli amici, imprenditori spesso incapaci di fare impresa, se non con mezzi illeciti, grazie alle ramificazioni di malaffare, che la vecchia politica aveva creato........
siamo scomodi....e se ne accorgono giorno per giorno....da ritardati che sono, si rendono conto piano piano che ora per loro la pacchia è finita...e sono terrorizzati da questo.....
notiamo tutti questo....basta guardare i loro visi disorientati....che cercano pretesti e bugie, e magari pagano per andare a dirle in tv,
mentre i Media truccano l'audio di un Funerale a Genova....inventano favoritismi per un Corso del nostro Presidente del Consiglio.....hanno il sangue agli occhi perche' gli stiamo portando via le loro certezze...le loro acquisizioni illecite, rubate ai cittadini italiani.....
ed è giustissimo che il Governa , dopo il DEF, dovrà porre rimedio per arginare questo piagnisteo , che potrebbe anche essere letto come un'associazione a delinquere, che prova a delinquere ora in altro modo..........
sono dei vigliacchi, dei ladri , degli indecenti in giacca e cravatta, che si rendono ridicoli ogni giorno di più...........
in alto i cuori, andiamo avanti senza paura, perche' siamo nel giusto, siamo dalla parte del popolo, e il popolo è Sovrano!

fabio S., roma Commentatore certificato 10.10.18 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente Alessandro purtroppo i poteri forti andrebbero impiccati in piazza è appropriarci del nostro denaro che ci hanno rubato non abbiamo altra alternativa.

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.10.18 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Severnini, un forte principio attivo

EMETICO, è attivo su LAfogna7

antonio corino, torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.10.18 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera uno di quei giornalisti intelligenti che vengono invitati a LA 7, alla giusta osservazione che un governo precedente , in poche ore, in un sola notte, trovò 20 miliardi da elargire alle banche, ha così intelligentemente osservato: "Si! Ma quella fu una elargizione una tantum!". Alla faccia dell'intelligenza! Ci sarebbe pure mancato che avessimo dovuto regalare 20 miliardi l'anno a questi banchieri cialtroni e ladri! Alcuni giornalisti, sedicenti tali, farebbero bene a cambiare mestiere oppure starsene a casa, distesi su un divano, senza quel reddito di cittadinanza che loro sostengono fatto apposta per i fannulloni. Lo vedremo se il reddito di cittadinanza non produrrà buoni frutti.

Paolo Barone, Palermo Commentatore certificato 10.10.18 20:07| 
 |
Rispondi al commento

DIBBA è sempre un emozione sentirti .

paolo b., ancona Commentatore certificato 10.10.18 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Ale DiBattista sei il Politologo VoxPopuliVoxDei ti aspettiamo in Roma Capitale per dare un segnale forte in Italia UE Worldwide.
Tutta la nostra Organizzazione socialmedia influencer a tua disposizione.Siamo sono a Tua disposizione MesmerUniversity AssBiologiUe
tel. 065562494 3384413906 night and day per Te.
Buon Ritorno Ale Roma e tutta Italia ti aspetta.
Un abbraccio

Antonio Interdonato 10.10.18 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Grande Alessandro d'accordissimo con quello che hai scritto, grande stima.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 10.10.18 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Ma non si doveva fare una banca Pubblica?

Mario V., Solarolo Commentatore certificato 10.10.18 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Alessandro,
anch’io aspetto il tuo ritorno per seguirti ancora nelle piazze ad esternare i tuoi pensieri che sono i nostri pensieri e dai quali dovranno scaturire azioni mirate al raggiungimento degli obiettivi del Movimento 5 Stelle sin dalla sua nascita e dal governo attuale, il c.d. “giallo-verde”. Il giallo è il colore della REALIZZAZIONE e il verde della RIGENERAZIONE : pertanto è una felice combinazione di colori che prefigura buoni auspici. Da tempo attendiamo novità sul piano finanziario-bancario con l’istituzione di una banca pubblica, con la separazione tra banche commerciali e banche di investimento, con una Banca d’Italia non detenuta per quote azionarie da banche private (sic!, in pieno conflitto d’interessi dunque); aspetto anche emissioni di titoli di Stato destinate ai piccoli risparmiatori, con tassazione minima o nulla, per sostenere il fabbisogno finanziario del Paese in questo momento storico particolarmente problematico (ricordiamo, a proposito, l’I.R.I., l’Ente pubblico nato nel 1933 e cessato di esistere nel 1992 dopo la sua trasformazione in S.p.A.). E poi basta con questo “spread” sulla bocca di tutti, anche di quelli che non sanno veramente che cosa sia (ho sentito persino un falegname disquisire sullo “spread” credendo fosse un debito italiano di grandissimo importo e per questo chiamato tale!). Giornali, tv, mass-media, lo dipingono come uno spauracchio, anzi come un gigantesco mostro con le fauci spalancate che non aspetta altro di mangiarci tutti in un sol boccone! Lo spread che sale e che scende (ma quanto saranno affidabili queste Borse che ballano tutti i giorni? Quanto dureranno ancora? E le Agenzie di rating?) viene utilizzato in modo strumentale contro questo governo: è chiarissimo, evidentissimo.Noi non dobbiamo mollare mai! E in alto i nostri cuori!

m.rita nucci Commentatore certificato 10.10.18 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimo come sempre Diba,ieri ho fatto un post dello stesso tenore,veramente ancora più pesante:ti riassumo solo le conclusioni e cioè che i veri uomini e le vere donne prevarranno sugli "ominicchi",categoria amplissima che va dagli euro mafiosi,ai potentati finanziari mondiali,alle cd elite,ai giudici associati,ai "giornalai" e ai semplici lacchè di regime,un saluto sincero!!

vincenzo Rina, Nova Siri Commentatore certificato 10.10.18 16:52| 
 |
Rispondi al commento

http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2018/10/10/Daniela-Aiuto-europarlamentare-M5s-Lascio-il-Movimento-Casaleggio-e-entrato-nelle-nostre-vite-/843416/

*
Daniela Aiuto: ""Davide persona totalmente priva di empatia. La sua rappresentante comunicazione in Europa è arrivata a contestare alle donne come si vestono o si truccano"."

pazzesco 10.10.18 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Giusto ma ricordiamoci dell'evasione fiscale e necessario prendere provvedimenti urgenti così si liberano risorse

Emanuele Bonadio 10.10.18 16:27| 
 |
Rispondi al commento

mattmafi1
i governi dal 2015 a maggio 2018 hanno fatto deficit annui in media del 3,18% del pil:

https://it.wikipedia.org/wiki/Debito_pubblico https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/07/13/debito-pubblico-a-maggio-nuovo-record-2-327-miliardi-di-euro-e-aumentato-di-41-miliardi-da-inizio-anno/4489559/

2013: debito 2068 miliardi
2014: debito 2137 mil. + 69 mil; pil 1621 mil. (69/1621 = +4,2% del pil)
2015: debito 2173 mil +36 mil; pil 1652 mil (36/1652 = + 2,17% sul pil)
2016: debito 2219 mil. +56 mil; pil 1680 mil (56/1680 = + 3,3% sul pil)
2017: debito 2263 mil. +44 mil; pil 1724 mil (44/1724 = + 2,55% sul pil)
2018 Maggio: debito 2327 +64 mil; pil 1732 mil (64/1732 = + 3,69% sul pil) (in 6 mesi)

Allora: i governi PD, dal 2015 a maggio 2018 hanno fatto un debito ogni anno SUPERIORE al 2,4% del pil.
La media del debito fatto è del 3,182% del pil.

Ma i mercati erano contenti.
Perché non c'era nessuno alla UE a aizzare gli investitori contro l'italia.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alexhunter75
Si nota che molti piddini ripetono a pappagallo quanto il mainstream dell'informazione vuole che l'obbediente consumatore di informazione assuma. Si deve ricordare di come in deficit l'Italia è andata più volte, ben oltre il 2,4%, ma per portare avanti politiche vacue e senza prospettiva, come i ben noti 80€, mai dati a tutti e mai dati tutti. Ma il deficit per permettere la concessione degli 80€ che permise, come sappiamo, la vittoria elettorale PD alle ultime europee, erano funzionali a porre al potere una leadership non pericolosa, anzi amica della grande finanza. Diciamo in sostanza che le manovre in deficit, anche a più del 2,4%, vanno bene a FMI, agli amici di Soros, vanno bene a molti, ma quando si va in deficit per cercare di avvantaggiare un sistema paese, limitando la povertà, facilitando la borghesia medio piccola, non si sa perché, ma qualcuno si spaventa. Vedremo, cosa accadrà, ma è certo che la strada tracciata e navigata a vele spiegate dai precedenti governi non solo non ha prodotto crescita, ma ha aumentato le povertà in ogni loro forma, anche quella culturale, acuito la disuniformità nella distribuzione della ricchezza, peggiorato la prospettiva complessiva. Tanto per cui, cambiare credo che nuocerà meno gravemente di un passato da superare concettualmente.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Forse una misura nel DEF MANCA : il taglio degli stipendi di questi burocrati: Visco Banca D'Italia guadagna (450mila euro) più di Draghi (solo poverino lui 389.670 euro). Con questi tagli si otterrebbero 2 vantaggi: 1. Un pò di soldi nelle casse dello stato. 2) Il loro silenzio visto che piangeranno sulla loro "povertà".

Angelo A., Massarosa Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.10.18 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente,scusate il turpiloquio ,un governo con le palle e dimostra di reagire in maniera rapida e tempestiva,sul lato esecutivo ma anche mediatico.
Lo sappiamo che i media ce lo tengono nascosto.Continuate così! Finalmente il mio voto è rappresentato degnamente.Alessandro ti aspettiamo per le prossime politiche a tenere i ranghi serrati!

giuseppe cinquw, giuseppecinque76@gmail.com Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 10.10.18 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Ci vuole molto coraggio per provare a fare una manovra finalmente per il popolo, e non più per le solite lobby.
E molta fermezza, volontà ed imperturbabilità assoluta per realizzare il grande significato di questa nostra azione.

Andiamo avanti senza timore, senza esitare e senza mai volgerci indietro nemmeno un solo istante. Sappiamo bene chi e cosa c’è dietro di noi.
Anche i cittadini purtroppo lo sanno a loro spese e il 4 marzo ci hanno affidato l’onore di cambiare passo e realizzare alcuni obiettivi.

Davanti abbiamo questi obiettivi, abbiamo il cambiamento, abbiamo finalmente il cittadino, i suoi diritti e la sua felicità al centro.
Dietro ci sono invece i soliti sciacalli, le solite iene, la solita finanza dei pochi, il solito vecchio Potere famelico, pronto a sbranarci per sempre al più piccolo tentennamento, al minimo passo indietro.

Siamo finalmente arrivati alla sfida decisiva, al grande bivio. Alla battaglia decisiva contro la causa prima che “finanzia” la sua ingorda opulenza e la sua insaziabile sopravvivenza sulla sofferenza di tutti noi. Vale la pena tentare? Ma siamo qui proprio per questo!

Arrendersi o indietreggiare adesso sarebbe il peggior tradimento, la peggior sconfitta del MoVimento, la sua fine più ignominiosa, assai peggio di una eventuale battaglia persa sul campo: avremmo perso definitivamente la guerra.

Sappiamo tutti cosa ci avrebbe detto Gianroberto, in questo momento cruciale della nostra storia:

"In alto i Cuori e che la Forza sia con noi!"

“Se Bankitalia vuole un governo che non tocca la Fornero, la prossima volta si presenti alle elezioni con questo programma” (Luigi Di Maio).

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.10.18 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto vero e tutto giusto, ti invito però a fare il passo successivo che sarà quello che prima o poi il Governo dovrà fare, e cioè ristabilire la verità:
Uno Stato che si priva della sovranità monetaria, è uno Stato esposto alla speculazione finanziaria mondiale e non libero di fare le proprie scelte economiche, in pratica la democrazia è zoppa!
"La Banca Centrale di uno Stato, quando lo Stato lo decide, diventa il pagatore senza limiti di ultima istanza". Questa verità è oramai conclamata e addirittura "svelata" non dagli economisti alla Borghi, Bagnai o Savona ma da Giuliano Amato. Semplicemente questa realtà dipende dal fatto che una Banca Centrale ha il potere di creare il denaro dal nulla! Sono le scelte che uno Stato fa che determinano la vita dei suoi cittadini :La decisione del 1981 di sancire il divorzio fra Tesoro e Banca d'Italia fece esplodere il debito pubblico, la decisione di aderire alla moneta Euro senza avere una Banca Centrale Pubblica prestatore di ultima istanza ci espone alle tempeste finanziarie senza avere alcun ombrello, queste sono le vere cause della crisi infinita in cui siamo precipitati. Ma nessuno pagherà mai per questi disastri. Ha pagato e continuerà a pagare il popolo, fino a quando non si avrà il coraggio di ristabilire le condizioni sane per far funzionare una democrazia e uno Stato sovrano.
Altrimenti meno ipocrita sarebbe ammettere che il voto per le elezioni politiche è un voto molto limitato, in quanto la politica economica del Paese viene determinata dagli operatori di "mercato",fondi, speculatori, agenzie di rating senza che lo Stato abbia mezzi a disposizione in sua difesa!

stefanodd 10.10.18 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Non cediamo di un millimetro. O il Sistema cambia o è giusto che venga distrutto.

FC 10.10.18 15:23| 
 |
Rispondi al commento

"La censura politica del governo non mi risulta che sia nei compiti di Bankitalia". Così a Circo Massimo su Radio Capital il presidente della Commissione Finanze del Senato, Alberto Bagnai, sulle dichiarazioni del vicedirettore della Banca d'Italia Federico Signorini che aveva definito le previsioni di crescita del governo "troppo ottimistiche".

E' da vedere questo video dove il noto giornalista Massimo Giannini s'impegna in mille "faccine" per denigrare il discorso del Sen. Bagnai.
Giannini e' un giornalista schiena dritta, quando gli comunicano una decisione la sposa come se fosse la sua.
Sappi Giannini che noi siamo di quelli che pensano che non si possa andare in guerra senza odiare il nemico.
La pace mi piace ma la guerra non mi dispiace.
W5Stelle.

Artemisio Artemide, Bolzano Commentatore certificato 10.10.18 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Dichiarazioni fatte ieri dal Premier Conte a Firenze:

https://www.youtube.com/watch?v=eBOlU48vepo

Roberto ., Roma Commentatore certificato 10.10.18 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Maria Pia Caporuscio
La chiamano “democrazia” dopo averla violentata. La democrazia che significava “libertà responsabile” è diventata “libertà di fare il proprio comodo”. Questa massa di delinquenti chiamati “potenti” che fanno abuso di tutto persino delle parole, stanno distruggendo la vita nel nostro Pianeta. Violentano la Terra distruggendola per secoli con quelle oscene centrali nucleari. Violentano la vita delle popolazioni a cui vogliono togliere persino l’acqua che come l’aria e il sole è parte vitale per ogni essere vivente umano e vegetale. Violentano la vita degli animali costringendoli ad una condanna atroce dentro le batterie o legati in mangiatoie. Violentano la vita degli uomini depredandoli di ogni risorsa, lasciandoli morire di fame e di malattie nei Paesi cosiddetti del terzo mondo. Violentano la vita di tutti gli altri abitanti della Terra togliendo loro la possibilità di lavorare, rendendoli schiavi di pochi luridi esseri, indegni di appartenere alla razza umana. Questi “POTENTI” a cui nessuno finora ha osato opporsi, oggi hanno raggiunto l’apice e se, a livello planetario, le popolazioni non si organizzeranno per spezzargli le ossa e ritornare al punto di partenza, il pianeta stesso è a rischio estinzione. Di solito sono tutti vecchi i potenti e non gliene frega niente di quello che succederà dopo di loro ma noi abbiamo figli da crescere e DOBBIAMO FERMARLI!
Siamo miliardi di persone su questo pianeta ed è osceno che ci lasciamo sottomettere da un branco di lupi. Abbiamo l’arma più micidiale per riuscirci: internet, USIAMOLO come i pigmei usavano il tam tam e chissà, potrebbe nascere una rivolta collettiva, che faccia tremar le vene e i polsi, come diceva Dante. Ricordiamoci che nemmeno i potenti sono eterni e prima o poi cadranno, come corpo morto cade!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UNA CRICCA PLANETARIA
Mariapia Caporuscio

Non credo che il problema sia l’euro, il problema ê quello di aver messo nelle mani di pochi tutte le risorse dei Paesi. La spoliazione dei beni dello Stato con le privatizzazioni selvagge ha indebolito le istituzioni e messo i governi nella condizione di subire ricatti da parte di multinazionali, banchieri e quant’altro. Si sa che al contrario dello Stato, i privati badano soltanto al proprio tornaconto, fregandosene di ogni e qualsiasi questione morale. il profitto è il loro dio e agiscono solo in virtù del mercato. La ricerca, l’istruzione, i diritti civili vengono sistematicamente disattesi, poiché la cricca non ha interessi in merito. Così in breve tempo la popolazione del pianeta ha fatto terribili passi indietro. Si sapeva da sempre che lasciare il potere nelle mani di pochi porta alla tragedia perché si spalancano le porte a dittature economiche o politiche con la sopraffazione della parte debole: i lavoratori. Il mondo si è impoverito mentre poche persone si sono arricchite paurosamente mettendo a rischio la vita della popolazione del pianeta.
A questo punto è necessario fermarli. E’ necessario che i Paesi tornino indietro e spezzare le braccia a questi vampiri. In molti Paesi ci si sta provando per ora soltanto in modo più o meno pacifico ma se non si riuscirà con le buone è gioco forza la rivoluzione. E’ sempre la fame a scatenare rivolte e i ricchi lo sanno però a quanto pare, ogni tanto è necessario ricordarglielo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 14:46| 
 |
Rispondi al commento

OT

Dichiarazioni del Ministro dell'Ambiente Costa, dopo l'incontro odierno avuto con la sindaca di Roma Virginia Raggi:

https://it-it.facebook.com/SergioCostaMinistroAmbiente/videos/308026836648563/UzpfSTE3NDQ1NzE4MDgxMjoxMDE1NjQzOTk3NDE5NTgxMw/

Roberto ., Roma Commentatore certificato 10.10.18 14:45| 
 |
Rispondi al commento

1200 persone dominano il mondo
Hanno imposto l’ideologia assoluta del neoliberismo,del PIL,del mercato degli squali,le multinazionali,gli organismi sovranazionali,le Borse,le Banche,le guerre..
Hanno speculato sulla miseria e sul bisogno per arricchirsi come buchi neri
Hanno costruito strumenti di morte che si chiamano:speculazioni finanziarie,invasioni, razzie,depredazioni,furto dei diritti umani,abuso delle istituzioni,media asserviti,debito pubblico
Hanno costruito a tavolino un sistema per impoverire i poveri del mondo e mandare in crisi la classe media,una strategia per annichilire i diritti del lavoro,mettere sul mercato i beni comuni come l’acqua,diminuire i diritti civili, vendere o annullare lo stato sociale
Hanno distrutto il futuro di intere generazioni
Hanno messo dazi e gabelle contro le importazioni dei paesi poveri,delocalizzato il lavoro, esportato beni concorrenziali protetti come gli OGM in Africa e in Asia..
Hanno comprato Governi e partiti e ordito guerre di predazione e distruzioni civili interne
Hanno inquinato il pianeta con produzioni nocive, centrali nucleari,dighe distruttive,monoculture sterminatrici,radiazioni venefiche…
Hanno disastrato l’ambiente,affacciandolo a una crisi di povertà e di miseria morale per l’annientamento delle culture native, minacciandolo di cambio climatico,sottoponendolo a ogni sorta di catastrofe
Hanno ridotto ogni cosa a merce distruggendo il rispetto per l’uomo,la donna,il bambino,le cose, l’aria,l’acqua,il pianeta
Hanno organizzato una crisi finanziaria artificiale per arricchirsi ancora di più a scapito di tutti
Hanno comprato e corrotto Stati,partiti, fondazioni,istituzioni,sindacati,imprese, strumenti che un tempo erano democratici..
E tutto questo hanno fatto per una spasmodica avidità di potere e di lucro che non ha attenuanti possibili e costa un rischio di vita e di futuro per tutti
E’ ora che la rivolta inizi!
In Africa, in Asia, in Spagna, in Italia
E’ ora che la rivolta apra gli occhi e parta!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Comunicato della Presidenza del Consiglio:

" Cabina di regia per gli investimenti a Palazzo Chigi "

" È convocata oggi, mercoledì 10 ottobre, alle ore 16.30 a Palazzo Chigi, la cabina di regia per gli investimenti. Alla riunione, presieduta dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, saranno presenti: l'amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris; l'amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti, Fabrizio Palermo; l'amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo; l'amministratore delegato di Snam, Marco Alverà; l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi; l'amministratore delegato di Saipem, Stefano Cao; l'amministratore delegato di Ansaldo Energia, Giuseppe Zampini; l'amministratore delegato di Enel, Francesco Starace; l'amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante; l'amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono; l'amministratore delegato di Italgas, Paolo Gallo; l'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Gianfranco Battisti; l’amministratore delegato di Open Fiber, Elisabetta Ripa."

Roberto ., Roma Commentatore certificato 10.10.18 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, forse all’estero non è arrivato: aggiungere tra chi urla: Prodi e, incredibile: Piero Angela.

Simone T. Commentatore certificato 10.10.18 14:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TORNA ALESSANDRO… L'ITALIA INTERA TI SPETTA….

ENZO GRILLO, san tammaro Commentatore certificato 10.10.18 14:34| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE DIBBA
Hai CENTRATO IL PROBLEMA.
Ce ne sono poche di chiacchiere,BANCA ITALIA E' STATA VENDUTA IN PARTE AD ISTITUTI PRIVATI E QUESTO E' PAZZESCO.
Una autoria' DI CONTROLLO delle banche NON PUO' AVERE BANCHE AL SUO INTERNO.
La vera BANCA ITALIA SI CHIAMA UNICREDIT e cio' e' VERGOGNOSO!

GIANNINI NON SO' CON QUALE MEDICINALE ti addormenti la sera e NON CAPISCO come tu faccia a GUARDARTI ALLO SPECCHIO.

GIANNINI..FISSATI NEGLI OCCHI PER UN MINUTO DI FILA ALLO SPECCHIO..E CAPIRAI TUTTO..NON DISTOGLIERE LO SGUARDO..CONTINUA A GUARDARE..QUELLA COSA LI'..SEI TU!
Ti vergogni?
Bene..ora hai capito.
Non aggravare la tua COSCIENZA DI ULTERIORE CONFLITTO...DI INTETESSI VERSO TE STESSO..E LEVATI DALLE PALLE FINO A CHE NON TROVI IL CORAGGIO DI GUARDARTI NEGLI OCCHI!

E tu sai,in cuor tuo,che i soldi che percepisci,sono PIU' DEBOLI DI QUELLO SGUARDO!.
CORAGGIO!

Luca Fini 10.10.18 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alessandro, organizza un pool di cittadini lavoratori, contribuenti coerenti con i principi democratici M5S e che con Te girate l'europa e l'italia per candidarvi ale europarlamentari di Maggio e della campagna elettorale che inizia qualche mese prima ?
Noi siamo con Te !
Ritorna !

giuseppe n., Dozza Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.18 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Per la prima volta un governo non fa gli nteressi ai poteri forti e pertanto sarà un gioco al massacro faranno di tutto per infangare e far cadere il governo NON MOLLATE se si vuole migliorare il futuro nostro e dei nostri figli

Giovannino cotellessa 10.10.18 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Ale

Le chiacchiere stanno a zero

Di Battista-Giannini: 200.000...a zero!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.10.18 14:17| 
 |
Rispondi al commento

https://infosannio.wordpress.com/2018/10/10/branca-branca-branca-leon-leon-leon/

Marco Travaglio

https://infosannio.wordpress.com/2018/10/10/la7-vende-il-prostamol/

Tommaso Merlo

https://infosannio.wordpress.com/2018/10/10/maurizio-belpietro-terrorismo-da-chi-deve-tutelare-i-nostri-soldi/

Maurizio Belpietro

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.10.18 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo Dibba!
OT
Vorrei che Fico parlasse a titolo personale e non a nome del Movimento 5 Stelle senza aver consultato prima gli iscritti.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.10.18 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vai Dibba , sempre unico , torna e riprendi l'attività politica militante fra i cittadini , c'è bisogno di te . a presto per riveder le stelle

mimmo f., policoro Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.18 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Come cittadino, contribuente, elettore perche' non posso avere la possibilita' di un recapito telefonico anche in diretta, blog o indirizzo email non fasulli ma veri 24/24 ore sempre disponibili e non sempre interrotti per tanti motivi o scuse tecniche veri, funzionanti e rispondere, contestare, condividere, chiarire, palinsesti con contenuti politici prima, durante e/o dopo le trasmissioni radio e/o televisive specie se di proprieta' pubbliche come la RAI.
Chi sa perche', il tutto funziona bene e senza scuse, solo e spesso se c'e' un oncologo, urologo, cardiologo da intervistare! Oppure e' scomparso o morto qualcuno ?
Wiwa la RAI !

giuseppe n., Dozza Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.18 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Alessandro, torna in Italia, c'è bisogno anche di te, dei tuoi interventi nelle piazze a spiegare agli italiani che cosa sta succedendo e come il pd, fi, ecc., hanno ridotto gli italiani.
Detto questo, è necessario creare la banca pubblica, prevista nel contratto.
Poi si deve trovare una soluzione per sfuggire da questo tremendo meccanismo (lo spread) che rende fragilissimo ed esposto, uno stato.
Si dovrebbe vietare la vendita del debito pubblico agli stranieri, evitando in questo modo, le aggressioni e le pretese dei creditori, attualmente in grado di destabilizzare l'Italia.
Va trovata una soluzione a livello nazionale perchè l'Europa non farà nulla come non ha fatto nulla per il problema immigrazione, lasciando sola l'Italia.

newmail ***** Commentatore certificato 10.10.18 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Questo titolo de " ilsole24ore", è o non è..." terrorismo della...carta igienica stampata", contro il governo Conte e in particolare contro Tria?

" Da Tremonti a Tria, tutte le promesse mancate dei Def italiani "

Questi idioti di penne-vendute, come fanno a dire che Tria ha mancato le promesse del Def, se ha confermato alla commissione Bilancio di Camera e Senato che quello detto nel Def, sarà mantenuto?

Roberto ., Roma Commentatore certificato 10.10.18 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Chissà se anche questo ponte era in concessione ad...Autostrade per l'Italia!

https://www.liveleak.com/view?t=kCHrX_1539067352

Roberto ., Roma Commentatore certificato 10.10.18 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono rotto di leggere ogni giorno i titoli i sui giornali che parlano di catastrofe e vedere i tg che aprono sempre con "le opposizioni all'attacco"... L unico governo che abbia mai avuto un consenso così alto dal popolo... Non compriamo più i giornali non guardiamo più i tg nazionali. Qualche giorno di crollo dell' audience e vedremo pure lo spread scendere!

Roberto 10.10.18 13:36| 
 |
Rispondi al commento

UN EURO PER OGNI SPESA IN TUTTI I SUPERMERCATI D'ITALIA, COSI COME OGNI BIGLIETTO PER LE PARTITE DI CALCIO ECC,ECC DISTRIBUIRLI COL REDDITO DI CITTADINANZA....ED ECCO RISOLTO I PROBLEMI DEI POVERI

aniello r., milano Commentatore certificato 10.10.18 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Carlo @Barone Zazà

L'ostacolo agli Eurobond non è teorico, ma pratico.

Se ciascuno Stato mantiene autonomia di spesa e autonomia fiscale su tutto non è possibile fare che la BCE stampi il debito comune.
Negli Stati Uniti ad esempio, ogni Stato mantiene una propria autonomia, ma si deve finanziare con propri mezzi o emettendo prorie obbligazioni.
Il default della California o di Detroit ne sono un esempio, e il governo federale infatti non è intervenuto.
Il debito che emette la FED finanzia SOLO il sistema federale, NON i singoli stati.

La Gran Bretagna, il Giappone e tutti gli Stati che mantengono sovranità monetaria possono invece all'occorrenza autofinanziarsi con le Banche Centrali.

Il QE della BCE è una forzatura: non sta scritto in nessun trattato che si poteva fare un allentamento quantitativo, se lo sono inventati (con un meccanismo complicato a dire il vero) solo con la scusa che servisse a mantenere l'inflazione vicina al 2%, che invece è esplicito mandato della BCE.

Si può discutere di filosofia, se sia giusto o sbagliato - e secondo me è una palla al piede non poter disporre degli stessi mezzi delle altre banche centrali - ma al momento i trattati prevedono questo, per cambiarli è necessario farsi eleggere e metterci anche qualcuno di competente, tanto per cambiare.

Alessandro Albanese, Trieste Commentatore certificato 10.10.18 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non abbiamo solo contro i Cottarelli , i Monti , o gente simile ma il fiore della delinquenza mondiale , quelle anime nere che rispondono al nome di Rotschild , Morgan , Rockfeller, Goldman , Kissinger ecc ecc ! Tutta gente che detiene le grandi ricchezze mondiali accumulate nei secoli con il duro lavoro degli altri , dei popoli che hanno avuto la sventura di averci a che fare e che sono stati spolpati fino all'osso ! Quelli che non si sono piegati vivono nell'indigenza che i succitati padroni del mondo gli hanno scaricato addosso . Cuba , Venezuela , Siria , Iraq , Libia , Afghanistan , Argentina ecc eccc hanno assaggiato la frusta , ora tocca a noi europei che aspiriamo a creare l'Europa degli Schumann , Spinelli , De Gasperi che la sognavano coesa e forte , ingenui ! I nuovi dei hanno provocato guerre tremende da decine di milioni di morti pur di trarne profitti , e non esiteranno a continuare su questa via pur di raggranellare altre migliaia di miliardi di euro ! Noi italiani siamo in prima linea , destinati a diventare peggio della Grecia , siamo il porto d'approdo delle decine di milioni di africani che si riverseranno nei prossimi anni . Non abbiamo la forza di combatterli , non riusciamo neanche a difenderci da un giudice che mette sotto inchiesta un ministro che sta facendo il suo lavoro !

vincenzo di giorgio 10.10.18 13:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

OT

Un...bimbo, dopo che stamani la...moglie lo ha portato...all'asilo, è scappato ed è andato a seguire l'audizione di Tria alla commissione Bilancio di Camera e Senato!

Al termine dell'audizione, Tria ha risposto ad una voce indisponente che arrivava molto dal... basso dell'aula:

" Io non rispondo a chi fa ipotesi"

...chiedendo poi di informare la moglie di... brunetta di venire a riprendesi il suo...bimbo, per riportarlo all'asilo!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 10.10.18 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il futuro? Parliamone!
Paolo De Gregorio

Tutte le persone pensanti dovrebbero sempre tener conto non solo del proprio “particolare”,ma anche che siamo immersi nei fenomeni globali più caratteristici del nostro tempo che sono:i cambiamenti climatici,la globalizzazione,la subalternità della politica alla economia,la sovrappopolazione.
Gli effetti di questi fenomeni determinati da logiche estreme di profitto si vedono a occhio nudo ed è di questi giorni l’allarme di scienziati e studiosi dei cambiamenti climatici incaricati dall’ONU (IPCC),che,se non vengono prese drastiche misure per frenare questo modello di sviluppo letale per la vita sulla terra,in pochi anni si andrà verso una crisi irreversibile
C’è solo un problema:l’economia industriale, finanziaria,in particolare multinazionali,fondi di investimento,banche,non prendono ordini da nessuno,tanto meno da politici foraggiati, finanziati e corrotti dai suddetti poteri forti, proprietari tra l’altro di tutte le maggiori fonti di informazione
Malgrado le previsioni catastrofiche degli scienziati,l’aria,l’acqua,la terra inquinata fino ai poli,il mare pieno di rifiuti,la diminuzione dei raccolti per la siccità,la diminuzione di fauna ittica con la pesca industriale,la distruzione delle foreste,l’aumento esponenziale della popolazione,i nostri economisti parlano di incrementare lo sviluppo,di spread,di conti da far quadrare,tutti uniti nell’ignorare il disastro provocato proprio dalle loro logiche economiche. Non solo,si orchestrano campagne di stampa contro la “crescita zero”,contro le donne che in Occidente hanno fortunatamente prodotto una diminuzione delle nascite,perché nelle loro teste c’è solo il mantra dello sviluppo senza fine, senza tener conto della realtà di un mondo in crisi strutturale
Grottescamente sono proprio i responsabili di questa folle globalizzazione a definire “catastrofisti” quegli scienziati che,in anni di studio e dati scientifici alla mano, invitano tutti i paesi del mondo

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

semplicemente perfetto.

virgilio Rocchi 10.10.18 13:04| 
 |
Rispondi al commento

STO ATTENDENDO QUESTO CIR ...O COME LO CHIAMERANNO
PERO....come ho scritto alcuni giorni fa rispondendo ad uno
IL DEBITO PUO DIVENTARE MONETA SONANTE....CIRCOLANTE
e quindi strumento di crescita e sviluppo
ma per fare cio deve avere delle precise caratteristiche
LA PRIMA DEVE ESSERE CHE NON SIA ADATTO AI GROSSI INVESTITORI
E QUINDI SAREBBE SUFFICIENTE CHE SIA AL PORTATORE
e on-line. il titolare, ASSOLUTAMENTE ANONIMO
deve poter trasferire la quantità senza nessuna formalità e/o balzello...per esempio semplicemente comunicando un pin che il nuovo titolare sostituisce con uno di sua immissione.
(quindi un numero di conto su cui accreditare interessi e fare versamenti e un PIN PROPRIETARIO)

DUE.- IL TASSO DEVE ESSERE FISSO IN MODO DA TOGLIERE MATERIA SPECULATIVA A QUALSIASI TIPO DI MERCATO ...E RISCHI A CHI LO SOTTOSCRIVE.

TRE.- CE NE DOBBIAMO FOTTERE DELLE CRITICHE
DIRANNO CHE POTREBBE APPROFITTARNE LA MAFIA
L'EVASIONE FISCALE ECC- ECC.
BISOGNA RISPONDERE:
*****MA PERCHE IN QUESTO MOMENTO CHI NE APPROFITTA?

QUESTA SPECULAZIONE DELLO SPREAD E PEGGIO DI QUALSIASI MAFIA, ....QUINDI CORAGGIO E FATE PRESTO.

franco rosso 10.10.18 13:01| 
 |
Rispondi al commento

e non è questione di 2 " bandiere" è di oggi che pure la popolare di bari ha fottuto altri risparmaiatori ...grazie " al controllo degli organi competenti " ...oltretutto è da circa un anno che si " vocifera" gran figli di tanti padri

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.10.18 12:58| 
 |
Rispondi al commento

i banchieri che grazie alle politiche neo liberiste di questi ultimi 30 anni con la complicità dei politici e dei media hanno reso la democrazia dei popoli schiava di interessi privati ed elitari , si devono rendere conto che è finita la pacchia , se hanno fallito le loro politiche monetarie non possono depredare il risparmio di generazioni di italiani ed europei . i banchieri al potere politico non legittimati dal voto devono tornare sotto il controllo delle politiche del tesoro e dell'economia ....in parole povere devono andare affanculo e stare al loro posto controllati e ridimensionati .

Fabio Bagnoli 10.10.18 12:52| 
 |
Rispondi al commento

CARLO
Fare gli eurobond non significa necessariamente condividere il debito pregresso, ma i debiti futuri.
Poi caro Carlo se si liberasse dalla menzogna del debito potrebbe 'vedere' che la massa monetaria realmente in circolazione è veramente minima rispetto al debito storico, che potrebbe tranquillamente essere cancellato, insieme a quello delle altre nazioni europee. L'Inghilterra di recente ha cancellato circa 900 miliardi del suo debito.. Perché ha potuto cancellarlo? perché è solo un debito nominale. Allora lei si chiederà che bisogno c'era allora di cancellarlo se era solo nominale. La risposta è semplice: per pagare meno interessi sul debito che fa oggi. È tutto un artificio di natura contabile.
Lei ieri mi ha detto che il debito si paga alla scadenza dei titoli. Vero, ma si rifinanzia con la sottoscrizione di altri titoli. Se supponiamo il mercato impazzisse e nessuno li acquistasse più, basterebbe stampare moneta con una banca centrale europea o nazionale. La BCE lo sta facendo, il QE, ma anche Cassa depositi prest. potrebbe emettere moneta fiscale, valida solo nel territorio italianoe comprare i Titoli con Euro veri sostituendoli con le fiches fiscali per le operazioni in Italia.

Saluti
Zazà

Il Barone Zazà 10.10.18 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non ho seguito volutamente sta ciofeca di trasmissione ..ma sono convinto che hai fatto arrabbiare parecchi slurpisti ..pazienza poi gli passera' ..certo prima di mollare faranno carte false come sempre

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.10.18 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Finchè siamo sotto usura con prestiti di speculatori esteri non cambierà mai, dobbiamo ritornare ai Bot utilizzare i risparmi degli italiani, abbiamo il doppio del debito pubblico, comprarci il debito pubblico e l'altra metà investire nelle opere ecc. i risparmiatori saranno ben lieti tornare ai Bot investendo sullo Stato Italiano

Angelo De Falco 10.10.18 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Perfettamente d'accordo che bisognerebbe affrancarsi dallo spread per non essere preda della speculazione internazionale. Come ha fatto il Giappone. Ma per fare questo, penso, che gli italiani si debbano comperare il debito pubblico. Altrimenti non saremmo mai liberi. Che dite...?

ennio rossi Commentatore certificato 10.10.18 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siete totalmente carenti nella comunicazione!


Vi segnalo che l'audizione di Tria alla commissione bilancio di stamattina è pubblica e ve la potete guardare, quella di ieri navigando sul sito

http://www.camera.it/leg1/1132?shadow_primapagina=8069

Alessandro Albanese, Trieste Commentatore certificato 10.10.18 12:26| 
 |
Rispondi al commento

OT

Sempre perchè ci sono troppi figli di una madre certa...molto infedele che gufano contro l'Italia dicendo che gli investitori stanno fuggendo dall'Italia, oggi il Mef ha messo all'asta Bot e la domanda ha raggiunto i 9,762 miliardi di euro,
su un'offerta di 6 miliardi di euro. Questa notizia è stata data alle 11.20 con lo spread a 300 ma dopo questa notizia, ora è sceso a 294 in attesa di qualche altro figlio di madre certa alla...disperata ricerca di un padre, si dia da fare per sparare la sua...cazzata, per far crescere lo spread!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 10.10.18 12:20| 
 |
Rispondi al commento

In questo momento è finita l'audizione di Tria in commissione bilancio, e ha confermato il Def.

La discussione che vedo state facendo sotto è superata dai fatti.
Nessuno più contesta il reddito di cittadinanza o il livello di deficit, alcuni hanno detto addirittura che la valutazione dell'upb è stata troppo drastica, ma tutti contestano le previsioni, i conti.

E' stato chiesto inoltre che smettano Di Maio e Salvini di evocare cose strane sull'Europa e lo spread, perchè già oggi sarebbero da aggiungere 11 miliardi di interessi sul debito in più rispetto a quelli previsti il mese scorso quando è iniziato lo studio della manovra.

Alessandro Albanese, Trieste Commentatore certificato 10.10.18 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto giusto ma io sono preoccupato perchè anche se hanno torto questa gente ha ancora in mano il coltello dalla parte del manico.
Forse bisogna farsi furbi, abbassare un po'il deficit, 2,2, diluire gli effetti della manovra nel tempo, eccetera. Non possiamo mettere in pericolo il governo per voler essere giusti a tutti i costi.
Abbiamo tempo, loro no. Spero che sappiano bene quel che fanno.

walter m., milano Commentatore certificato 10.10.18 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mai avuto dubbi su di te Dibba! Quando le gliele devi "cantare" non ti batte nessuno.
Per questo devi ritornare in pista subito, alle prossime europee ti vogliamo capolista.
Se hai bisogno di mano facci sapere!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 10.10.18 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Alessandro, vero che hai fatto tanto, ma adesso porta a termine l'operazione. Spingi sull' emissione dei CIR da parte del tesoro. Dobbiamo eliminare i BDT e quindi lo spred. vedi come puoi fare a spingere perchè avvenga prima possibile. vedrai che finiscono tutte le polemiche

Lucio Di Felice 10.10.18 11:50| 
 |
Rispondi al commento

OT

Il presidente dell'Anac Cantone, prende una...cantonata!

Nel decreto per Genova, per accelerare la ricostruzione del ponte, c'è la deroga alle norme dell'ordinamento italiano con la "ovvia esclusione" di quelle "penali ", della "UE" e quelle "Costituzionali" ma per Cantone dato che nel decreto per Genova non è stato "specificato" che l'esclusione riguarda anche le norme penali sulle...mafie, significa che il commissario Bucci potrebbe far ricostruire il ponte alla...mafie anche perchè, per Cantone, dato che non è specificato, le mafie sono "protette" dalle norme italiane, dalla...UE e dalla Costituzione Italiana!

(ANSA) - ROMA, 10 OTT - "Con una disposizione che credo sia senza precedenti (la deroga a tutte le norme dell'ordinamento italiano, ad esclusione di quelle penali) si intende consentire al Commissario di muoversi con assoluta libertà, imponendogli solo i principi inderogabili dell'Ue ed ovviamente i principi costituzionali". Lo ha rilevato il presidente dell'Anac Raffaele Cantone in audizione sul decreto Genova davanti alle commissioni Trasporti e Ambiente della Camera. "Quella di cui ci occupiamo è una delle più grandi commesse dell'ultimo periodo" e "nell'obiettivo di garantire al Commissario regole certe, in spirito di collaborazione, ritenendo prioritario l'obiettivo della ricostruzione del Ponte, mi spetta il compito di sollevare qualche dubbio e perplessità sull'impianto del decreto, ha aggiunto Cantone, il quale ha fatto notare che nel decreto è prevista "la deroga a tutte le norme extrapenali comporta anche la deroga al Codice antimafia e alla relativa disciplina sulle interdittive", segnalando una "lacuna" del testo.

Roberto ., Roma Commentatore certificato 10.10.18 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Che cos'è lo spread... io penso che se la gente lo sapesse.....
https://www.youtube.com/watch?v=iagv20X_2AU

Tratto da un'intervista del 2014.

Nicola D., Bari Commentatore certificato 10.10.18 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IFQ
Di Battista, in collegamento telefonico dal Messico, nel corso della trasmissione DiMartedì replica duramente al direttore di Radio Capital, Massimo Giannini,che lo aveva criticato per il suo post odierno su Facebook,nel quale ribadiva la necessità di riformare la governance di Bankitalia.“Chiedo a Massimo di essere leale” – esordisce Di Battista–“Se Repubblica mi avesse seguito nei 5 anni in cui ho fatto il parlamentare non solo per cercare il pelo nell’uovo o l’errore di un congiuntivo,ma anche ascoltando le mie idee, che si possono anche legittimamente reputare stronzate,Massimo Giannini saprebbe che io da 5 anni martello sulla necessità di riformare la governance di Bankitalia.Reputo che Bankitalia sia in conflitto d’interesse con le banche private che dovrebbe controllare e che,di fatto,la controllano”
“Per me il capitalismo finanziario è il più grande problema a livello mondiale e a riguardo ho fatto 5 anni di battaglie politiche.Quindi,lo rivendico e lo rivendico ancor più oggi,visto che Bankitalia si permette di mettere bocca sul deficit,in conflitto di interesse con quelle banche private, che verrebbero finalmente contrastate un minimo da questa manovra.Una manovra finanziaria che,per la prima volta,non dà quattrini alle banche private, ma redistribuisce denari,a cominciare dalle persone che ne hanno maggiormente bisogno”
Giannini risponde:“So benissimo che Di Battista per 5 anni,e anche in campagna elettorale,ha insistito molto sul tema della riforma della governance di Bankitalia.Ed è più che legittimo. Però ribadirlo proprio oggi mi dà la sensazione netta che si tratti di una vendetta e di rimettere in riga una istituzione che in riga non ci vuole stare.E io questo lo trovo improprio per un governo responsabile.Oggi Bankitalia,come istituzione chiamata dal Parlamento,ha sollevato alcune obiezioni legittime sulla manovra e sulla nota di aggiornamento al Def,facendo banalmente il suo mestiere, come fa da quando esiste”.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"In realtà le lacrime – vere, di pianto – vengono a veder sbeffeggiato un provvedimento che vuole dare un po’ di respiro a oltre 5 milioni di italiani che vivono in povertà assoluta........"


-------------------------------------------------------------------

sono perfettamente d'accordo (si sta parlando del reddito di cittadinanza).

carlo 10.10.18 11:35| 
 |
Rispondi al commento

mettere insieme reddito e flat tax è ridicolo come questo governo .... aveva ragione Savona il debito si può aumentare solo se si fanno investimenti ... inclusa la scuola ... ma questo forse è troppo per "menti" come toninelli o dimaio


Ai politici condannati dovrebbe essere vietata la loro candidatura, a prescindere dall'essere inviati ai servizi sociali per non fare la galera.
Roberto C. Roma

robertocentracchio 10.10.18 11:32| 
 |
Rispondi al commento

IL NEOLIBERISMO È INCOMPATIBILE CON LA DEMOCRAZIA!

perché?
perché la democrazia è un fragile equilibrio, richiede pochi ricchi, pochissimi poveri e tanto, ma tanto, ma tanto ceto medio.
La redistribuzione della ricchezza determina la redistribuzione del potere e quindi della libertà.
La libertà è partecipazione, quindi tutti dobbiamo partecipare alla ricchezza, nel senso di prendercene una parte.
Chi è povero non è libero!
La povertà ci rende sudditi.
Il neoliberismo è un sistema squilibrante, che accentra le ricchezze nelle mani di poche persone e gruppi, i quali diventano una élite di oligarchi col potere di comprarsi leggi e istituzioni piegandole al proprio volere.
Il neoliberismo produce plutocrazia!

La democrazia è una eccezione nella storia del Mondo, da quando è caduto l'Unione Sovietica la democrazia è stata messa sotto attacco. Non ce l'hanno tolta tutta in una volta, ma un pezzo dopo l'altro, per abituarci alla sudditanza.
Adesso che abbiamo aperto gli occhi, sappiamo che in gioco non c'è solo il benessere economico, ma la nostra libertà, i nostri diritti, la nostra salute, la possibilità di scegliere, la nostra ''cittadinanza''....

In passato intere generazioni hanno dovuto combattere per non essere sudditi, ma cittadini liberi:
ADESSO TOCCA A NOI!


http://vocidallestero.it/2018/10/08/evans-pritchard-il-pericoloso-gioco-dellunione-europea/

Il Barone Zazà 10.10.18 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie Ale!

Ma....Torna in Italia...perchè:

Vide 'o mare quant'è bello...
Spira tantu sentimento...
Comme tu a chi tiene a mente...
Ca scetato 'o faie sunnà...
Guarda qua, chistu ciardino...
Siente, sì sti sciure arance...
Nu profumo accussì fino...
Dinto 'o core se ne va...
E tu dici "io parto, addio!"...
T'alluntane da ste core..
Da sta terra de l'ammore
Tiene 'o core 'e nun turnà?...
Ma nun ce lassà!...Nun dacce stu turmiento...

torna ... in Italia, Ale!

abbiamo bisogno anche del tuo grandissimo aiuto e del..."guerriero Ale" per combattere i troppi...nemici "disonesti" di un Popolo... "onesto" come...ci onori di esserlo tu!

Ciao Ale e ancora GRAZIE!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 10.10.18 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON LO SPREAD MA UNA RISATA VI SEPPELLIRA'
Luisella Costamagna
Un rumore di sottofondo accompagna la manovra economica del governo. Per la verità, non così di sottofondo visto che si esplicita in annunci di catastrofe a tutta pagina – “faremo la fine della Grecia”, “pagheranno i nostri figli”, “e i figli dei figli dei figli dei nostri figli”. Figli che, sempre per la verità, non facciamo più grazie a politiche e parametri che “se non li rispettiamo faremo la fine della Grecia e pagheranno i nostri figli e i figli dei figli…”. Il classico cane che si morde la coda.
Non che questo coro lamentoso sia infondato, per carità, la preoccupazione su conti, spread, mercati ci sta tutta, solo stupisce che si manifesti con questa veemenza per la manovra-deficit-debito gialloverde, quando di manovre-deficit-debito ne abbiamo viste negli anni di tutti i colori, “eh, ma non si può fare altrimenti, è per la crescita”.
Nel Buu lacrimevole – e a tratti goduto – di chi incrocia le dita per il default, fanno breccia qua e là grasse risate. A provocare ilarità irrefrenabile è, ça va sans dire, il reddito di cittadinanza.
In un sodalizio degno di Scherzi a parte tra il partito che veniva da sinistra e diceva di stare dalla parte degli ultimi (dopo le tavole della legge renziane ora preferisce i mercati, i Parioli e Mara Carfagna); i suoi comici, vignettisti, entertainer di riferimento (quelli jeans sdrucito e majettina, che “stamo coi derelitti, che te lo dico a fa’”); e i professori, economisti, liberisti e tutti gli -isti bocconiani (quelli giacca e cravatta in pelle umana): è tutto un “Di Maio, facce ride”. E giù a spernacchiare e sghignazzare sul divano (dove ci si godrà il reddito), sugli imbrogli dei finti poracci che ripristineranno il baratto (ti do una bistecca, mi dai un buono carburante?), sul carcere per chi fa il furbo, sui consumi che resteranno al palo (con gli 80 euro invece, caviale e champagne), sulle “spese immorali” (pure la Nutella?),

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO ALESSANDRO, Ti segnalo un altro caso di "conflitto di interesse" di Bankitalia, che per quanto personale ( riguarda un procedimento in corso tra una asserita cessionaria di credito del gruppo Benetton e me, pendente presso il Tribunale di Agrigento RGE n. 297/18) può essere illuminante del ruolo istituzionale che Bankitalia ricopre in qualità di "garante", e controllore "terzo" del sistema bancario e finanziario italiano nel suo complesso.
A seguito di visure richieste e rilasciate da Bankitalia, sede di Agrigento, riscontravo che la sedicente cessionaria di credito che ha emesso un precetto contro di me, non aveva più legittimazione attiva e passiva in quanto aveva ceduto, come risultava dalle visure rilasciate dalla stessa Bankitalia, il credito oggetto del precetto ad altra Cessionaria di credito.
Su queste risultanze, con esposto denuncia chiedevo a Bankitaliai di intervenire ed emettere i provvedimenti previsti dalla normativa vigente ed espressamente richiamati nel sito di Bankitalia. Bankitalia, dopo un paio di mesi, mi comunica di avere invitato le due cessionarie di credito ( cedente e cessionaria) a fornirmi le spiegazioni del caso! Assolvendo così, non al suo ruolo di controllore del sistema bancario e finanziario italiano, ma a quello di mediatore (!) che invece di intervenire e sanzionare o, come nel caso in specie, denunciare all'autorità penale irregolarità e reati penali patenti e risultanti dai suoi stessi atti istituzionali ( segnalazioni centrale rischi Banca d'Italia ), "invita" i presunti autori di siffatte irregolarità a dirmi se è vero o meno che li hanno commessi...! Che dire di Più? Di che ci si meraviglia..? .Al punto in cui siamo, di là dalla vicenda mia personale, il problema si riduce ad una semplice constatazione: la sorte del DEF non dipende che da noi, Governo ed elettori: se abbiamo le palle non possono e non potranno più dire nulla.. perchè non ci saranno più..

fRANCESCO ., FAVARA Commentatore certificato 10.10.18 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Alessandro piena condivisione a tutto ciò che hai scritto. Non aver fato pulizia in certi ambienti di tanta gente che rema contro è un errore di questo Governo. Lasciare burocrati messi da Berlusconi e Renzi in certe istituzioni che oggi stanno sparando a zero a tutte le iniziative del nuovo governo è un errore che spero non sarà fatale. Bisogna subito agire in questo senso. Ricambiare il management dei ministeri, delle grandi aziende di Stato, di alcune istituzioni come INPS, Banca Italia, ecc.... priam si fa prima usciremo da questo tunnel infernale che ci hanno infilato questi signori della vecchia repubblica. A riveder le stelle.

Giuseppe C., ROMA Commentatore certificato 10.10.18 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Fino a ieri questi potenti della finanza a braccetto con la vecchia casta politica e con le banche e appoggiati dalla carta igienica stampata erano padroni di fare quello che volevano ai danni dei cittadini,perché i cittadini secondo loro non devono sapere più di tanto,adesso che questo governo cerca di dare un po di più di democrazia questo da fastidio e allora fanno di tutto per far crollare il governo pilotando la borsa e lo spread per spaventare i cittadini visto che il prossimo anno ci sono le europee e loro hanno paura dei Populisti.

Giorgio P. ( stellato) 10.10.18 11:21| 
 |
Rispondi al commento

sentono che rischia di finire la loro politica di continuo drenaggio di risorse dal basso verso l'alto.

i soldi non si inventano, e da qualche parte vanno presi. questi signori sono anni e anni che li prendono dalla gente comune, ingiustamente, sperequativamente, anche con dolo, senza regole se non quella del piu' forte.

hanno fatto quasi sparire la classe media a furia di depredarle.

e questo loro mondo alla rovescia dove la bassezza e la furbizia infame diventano virtu' premianti stanno cominciando ad avere paura che termini.

carlo 10.10.18 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Guardando le tabelle riassuntive del Def nella manovra ci sono 6.9 miliardi di minori spese e 8.1 miliardi di maggiori entrate.

Qualcuno sa di cosa si tratta?

Alessandro Albanese, Trieste Commentatore certificato 10.10.18 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Di Battista, sono un vecchio sostenitore del 5 Stelle ed un lettore del Fatto Quotidiano che spesso scrivo qualche lettera. In quanto alla Bankitalia da molto tempo non svolge le proprie funzioni di controllo, in mano poi ad azionisti privati. Sarebbe necessaria una banca di diritto pubblico fiduciaria del Tesoro. Non credo che con il processo di globalizzazione in corso ciò si possa fare. La stessa U:E. burocratizzata anche lei, non fa alcun passo avanti ai fini del proprio obiettivo finale.
Per quanto concerne l'unificazione dei piccoli comuni sembra che sia rimasta lettera morta. Nella provincia di Forlì Cesena, comune di Verghereto abbiamo frazioni che vanno scomparendo. ove si pagano le imposte sulla seconda casa utilizzata per agosto. Sono 2 anni che non la utilizzo più avendo tolto tutti i servizi. Cosi come i figli degli altri abitanti che lavorano a Prato. dopo tale periodo ci sono al massimo 3 famiglie che ci vivono per tutto l'anno. Saluti. Roberto C. Roma

Roberto Centracchio 10.10.18 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Ale!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 10.10.18 11:02| 
 |
Rispondi al commento

. E' chiaro che la perdita di interessi x un certo strato sociale e di conseguenza un gettito continuo sotto forma di soldoni....e non solo beh questi sono terrorizzati. Il cambiamento e l'inversione di tendenza da parte del movento ha creato un caos ed uno scompiglio nel loro immaginario. Non bisogna mollare un centimetro e continuare eliminando con forza tutte quelle forme di parassitismo sociale enti inutili compresi.

GAETANO ESERCIZIO (), SETTALA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 10.10.18 11:01| 
 |
Rispondi al commento

"Per quanto riguarda lo spread, la vera domanda è: se siamo in un'Europa unita con una moneta unica, perché esiste ancora ? Titoli di Stato Italiani e Titoli di Stato Tedeschi dovrebbero essere Titoli di Stato Europeo."

--------------------------------------------------------------------

prendo lo spunto da questo commento per fare un ragionamento:

oggi ok, ci sono i 5stelle al governo. ci fidiamo ciecamente quindi sarebbe ottimo che il nostro debito pubblico diventi il debito pubblico di tutt'europa.
e' un discorso tutto basato sulla fiducia.

ma bisogna pensare che se la regola vale con i 5stelle al governo, vale anche se al governo un domani ci vanno dei tremonti o dei brunetta, con le stesse regole, cioe' che i debiti che fanno li paga l'europa. perche' questo vogliono dire le parole piu' sopra.

e' quello che avrebbero voluto berlusconi e tremonti. e il rifiuto europeo ha contribuito a scatenare gli attacchi all'eu.

ma mettiamoci nei panni dell'europa:

si potrebbe fidare di tremonti e berlusconi? i debiti che farebbero questi due signori li pagherebbero loro, i cittadini europei.

non ci fidiamo noi che siamo italiani (almeno io non mi fiderei neanche di comprare una macchina da questi due), immaginiamoci tedeschi o belgi.

con una regola cosi' il duo meraviglia farebbe carne di porco dell'italia e dell'europa.

carlo 10.10.18 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA SCUSAMI TANTO ...ORA SIETE AL GOVERNO PERCHÉ NON INCOMINCIATÈ A METTERE DAPERTUTTO UOMINI NOSTRICOMPRESA BANK ITALIA? CI SONO TANTI ISCRITTI DATE LORO POLTRONE E CADREGHE DI SICURO FARANNO MEGLIO DI QUESTI CHE SONO COMPETENTI SOLO NEL LATROCINIO

Mario Bulgarelli 10.10.18 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Perfetto... grazie mille (compreso il turpiloquio)

rolando c. Commentatore certificato 10.10.18 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Grande Ale.....

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 10.10.18 10:53| 
 |
Rispondi al commento

SEI UN MITO !!! Che tutti siano con te perchè hai ragione su tutto il fronte è scontato ed è normale, la cosa che non riesco a capire e che forse è troppo grande e complessa è questa: ma quelli che ci sono CONTRO quali "benefit" ricevono e cosa ci perdono ad essere così incazzati e a lottare come ora su tutto il fronte contro l'esercito degli "Onesti-irriducibili" piazzato nel fango dentro le trincee?


Bankitalia, una volta forse utile, ma ora covo di magnasghei con i loro 20 stipendi annuali.
Con l'Europa le strutture da mantenere, le famose greppie, sono aumentate e le vecchie,tipo Bankitalia, sono rimaste.
Non c'è da meravigliarsi che monitino. Del resto cos'altro possono fare per mantenere i loro privilegi, ormai anacronistici?
E i magnasghei si sa son tirchi eh...

Pantomima Rossa Commentatore certificato 10.10.18 10:51| 
 |
Rispondi al commento

È possibile che nessuno controlla la legge di D'Alema, Aprile 1999, sulle cartolizazioni degli enti pubblici e privati. Tutto questo schifo inizia con quella legge, poi integrata da Paola Schioppa hanno 2005 in accordo con Draghi, per la cessione dei crediti deiie banche al 17%, a società di recupero crediti srl di capitale euro 10000, sono a disposizione per ulteriori chiarimenti e documenti.

Massimo Agresta 10.10.18 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Speculatori e massoni..sono peggio Delle iene quando anno fame..

Alessandro g. 10.10.18 10:46| 
 |
Rispondi al commento

C'è evidentemente un conflitto all'interno delle Istituzioni tra chi ha elaborato la manovra e chi deve fare i conti.

La bollinatura dell'Upb non è vincolante, ma essendo io uno abituato a fare i conti vi assicuro che avere contro o a favore interi uffici che si occupano solo di questo non è uguale, anche nel confronto con le istituzioni europee.

Quando si contesta una manovra a livello politico si può dire ciò che si vuole, ma quando si contestano i conti si chiama direttamente in causa l'ufficio che li ha approvati.
Se le ragionerie si defilano manca un supporto importante a sostegno dei politici, che partono con l'handicap nei confronti della Commissione Europea.

Spero che il conflitto rientri perchè se ti presenti in Europa già con la bocciatura italiana, quelli non fanno altro che riprendere i documenti italiani, copiare l'inizio e aggiungerci la loro parte, e così ottieni il doppio delle pagine da contestare.

Alessandro Albanese, Trieste Commentatore certificato 10.10.18 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Si ho visto ieri come di battista ha distrutto giannini!!!😂😂😂tanto che giannini si ventolava il viso con un foglio!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 10.10.18 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Grande di battista!!!! Bravo!!! Il concetto e' quello:(bankitalia e' controllata dalle banche private e' ,come dici tu,incazzate nere perche' adesso i soldi servono per i bisogni dei cittadini!!! ) non indietreggeremo di un millimetro avanti tutta!!! Barra dritta!!!wm5s!!!! W di battista!!!🌟🌟🌟🌟🌟

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 10.10.18 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Le regole della finanza mondiale cambieranno. Dovranno per forza cambiarle. Il sistema economico dei paesi democratici non regge più. Dare ancora spazio alla finanza senza controllo vuol dire alimentare un sistema politico dittatoriale che porterà le masse mondiali a reagire. Le conseguenze potrebbero essere imprevedibili. Chi persegue ad aiutare i canali della finanza con denaro sporco o regole solo a loro favore, uccide la Democrazia. Questo non possiamo permetterlo, da 2000 anni garantisce una convivenza di persone nel modo migliore possibile.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.10.18 10:37| 
 |
Rispondi al commento

ma invece di farti il culo a girare le piazze, hai mai pensato di trovarti un lavoro vero? vedi un po'.....


Guarda caso tutti gli attacchi al DEF vengono da gente che guadagna fior di quattrini, va in pensione prima (e con che pensioni), prendono liquidazioni da capogiro, in pratica sono dei privilegiati. Ma l'assurdo e' che le politiche da Monti in poi non hanno fatto che aumentare il debito pubblico e impoverire sempre di piu' la gente.Ma questi signori pensano che tutto cio' possa andare avanti all'infinito?

Luciano c. 10.10.18 10:31| 
 |
Rispondi al commento

A
LA BORSA E QUELLI COL DITINO ALZATO
Luisella Costamagna
Di Maio e Salvini ottengono il deficit al 2,4% del Pil per 3 anni,per realizzare la “Manovra del Popolo” promessa agli elettori e subito apriti cielo:con il ditino alzato,i sapientoni dei mercati,dello spread,dell’“io l’avevo detto”, dell’“e adesso in Europa?”, si sono scatenati.Ed è solo l’inizio.La situazione è a dir poco surreale: da un lato la sx che cavalca la finanza(ma un bel ripasso dei fondamentali?),dall’altro il pres.di Confindustria Boccia che invita alla prudenza: “Eccessivo nervosismo sui mercati,meglio analizzare l’impatto che la manovra avrà sull’economia reale”(oibò, economia reale, chi era costei?)
Ora,non dico che non si debba essere preoccupati, per carità:abbiamo il 2° debito pubblico d’Europa ed è inutile alzare il deficit se poi i soldi ce li rimangiamo in interessi.Ma:com’è che abbiamo questo debito e la terza disoccupazione(dopo Grecia e Spagna),nonostante il rispetto scrupoloso di parametri e diktat Ue per anni?Non c’erano quelli del ditino alzato al potere?Quante manovre sono state fatte in deficit senza che nessuno si stracciasse le vesti?Quanta flessibilità sui conti pubblici abbiamo ottenuto in passato?Ci verrà negata adesso?
Forse è davvero arrivato il momento di cambiare, di spostare lo sguardo dalla Borsa alle borse degli italiani,di guardare al merito della manovra che il governo gialloverde vuole varare.Già solo il fatto che si intendano mantenere le promesse fatte agli italiani in campagna elettorale e contenute nel contratto di governo,dopo anni di impegni solenni assunti e poi smaltiti nell’umido è apprezzabile
Dopodiché,cosa sarebbe successo se avessero rispettato la soglia di deficit dell’1,6%,come voleva Tria?Praticamente avrebbero avuto quattrini solo per pagare i conti dei governi precedenti,1°fra tutti l’aumento Iva,il cui blocco ci costa ora 12,5 miliardi.Ecco:non solo adesso è possibile disinnescare definitivamente le clausole di salvaguardia

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quanto riguarda lo spread, la vera domanda è: se siamo in un'Europa unita con una moneta unica, perché esiste ancora ? Titoli di Stato Italiani e Titoli di Stato Tedeschi dovrebbero essere Titoli di Stato Europeo.
Non è possibile che l'Europa e unita solo quando altri stati europei vogliono venire a comprare le fabbriche italiane mandate in rovina dall'Euro a quattro soldi. L'Europa o ha bisogno di essere unita in ogni circostanza o sciolto per sempre.

Stephen Howe, Napoli Commentatore certificato 10.10.18 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Sono assolutamente convinto che

il nostro governo NON deve cedere in nessun caso sulla manovra,
sanno tutte e due le parti che alla fine chi sopporterebbe i danni maggiori sarà la Germania e i suoi alleati, con in più l'aggravante di aver polverizzato l'unione Europea.

Di Maio - Salvini , non arretrate di un millimetro, devono lasciarci la nostra sovranità, basta essere schiavi di un sistema che impartisce ordini provenienti dall'estero.

W M 5 * * * * *

Vincenzino A., Verona Commentatore certificato 10.10.18 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MAURIZIO BURATTINI(lettera a IFQ)
Per decenni ci hanno sfinito con il mantra:"Prima i sacrifici,poi i benefici".Ci siamo invece accorti che non solo la fase 2 non arrivava mai, ma addirittura la situazione andava peggiorando fino a provocare il dramma di 5 milioni di poveri assoluti e di altri milioni di lavoratori precari 'usa e getta'.I costi della crisi sono stati scaricati sui ceti sociali più deboli,perché, secondo i sapientoni,le leggi dell'economia non ci consentivano di fare altrimenti
Innanzitutto l'economia non è una scienza esatta, per cui,se cambiano i postulati di partenza,si deducono conclusioni diametralmente opposte.Anche in geometria,modificando i postulati iniziali,si deducono teoremi opposti a quelli euclidei
Il premio Nobel per l'economia 2001 Joseph Stiglitz va da tempo sostenendo come nei periodi di crisi sia necessario,soprattutto per i Paesi che sono indebitati,ricorrere a massicci investimenti pubblici per favorire la crescita economica e mai,invece,a politiche di austerità,che ha paragonato a una stupida modifica delle disposizione delle sedie a sdraio del Titanic
Le misure per ridurre il debito vanno,invece, prese nei periodi di espansione economica.Persino i tecnocrati Ue si sono resi conto della inadeguatezza delle politiche di austerity ma solo dopo aver massacrato la Grecia,dove attualmente si registra un numero abnorme della mortalità infantile,dei disoccupati,dei senza tetto e dei cittadini in stato di indigenza costretti a rinunciare alle cure mediche("Il capolavoro dell'Ue,come ha detto la Merkel!)Ecco perché,alla luce di questa drammatica esperienza,il nostro governo ha adottato delle misure contro la povertà al fine di evitare una irreversibile lacerazione del tessuto sociale,nella consapevolezza che tale degrado potrebbe provocare anche un incremento della criminalità,vista la presenza nel nostro Paese di potenti organizzazioni criminali
Ovviamente,i fan del neoliberismo ignorano la correlazione tra povertà e criminalità

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Compagna, hai notato che l'Italia non ha carbone? (cit. Lenin, 1920)

Gigionaz 10.10.18 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Bravo ! Abbiamo perfettamente capito che cosa c'è in gioco. Dobbiamo tenere duro e poi cominciare a distruggere i centri di potere che inveleniscono
l'aria politica del Paese. Inizio ad ascoltare alcune trasmissioni TV poi mi coglie il vomito e mi salvo il seguito delle serate !
Andiamo avanti, unica alternativa nuove elezioni!

Giovanni Baroso, Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.18 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mitico Alessandro! La penso esattamente allo stesso modo: stanno facendo il putiferio non per il deficit, ma semplicemente perché questa volta i soldi vanno ai cittadini e non a loro!

Luca P. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.10.18 10:19| 
 |
Rispondi al commento

caro alessandro, gli avvoltoi sono all'attacco e bisogna tenere duro se non vogliamo che ancora una volta gli interessi di pochi prevalgano su quelli dell'intero paese.
tutti i media fanno terrorismo sulla perdita di valore dei risparmi degli italiani e siccome siamo un popolo di risparmiatori sperano di creare un clima generale contrario a questo governo.
chi risparmia ha i soldi per vivere ed in più può permettersi di mettere da parte qualcosa, chi è sotto la soglia di povertà non ha i soldi per i beni di prima necessità e per la sussistenza; a quale delle due categorie uno stato civile deve prestare maggiore attenzione?

daniele p., cortona Commentatore certificato 10.10.18 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Giornalisti, politici, filosofi, economisti allo sbaraglio, sono tutti contro il M5S, attenzione no contro la Lega, anzi, tifano tutti, per la vittoria della lega, così si ritorna al passato.
Mi sa che è tempo di ritornare nelle piazze e parlare, spiegare le leggi, i decreti del movimento.
Dobbiamo dare una mano al nostro movimento, tutti noi


Alessandro, leggo il tuo "sfogo" associandomi al tuo pensiero con tutto il supporto morale, e per quanto mi sarà possibile, materiale perchè si possa arrivare ad emanare provvedimenti legislativi (seria legge sul conflitto di interessi, legge su separazione banche commerciali da banche d'affari, ma anche legge che regoli la vita dei partiti e loro maggiore trasparenza, visto che sono lo strumento con il quale si Dovrebbe veicolare e manifestare la volontà popolare, ecc), spero vivamente che dalla piattaforma Rousseau possano emergere importanti contributi in tal senso. Spero tu possa essere a Roma il prossimo week end, ben felice di scambiare punti di vista

roberto sabbatini, torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.10.18 10:07| 
 |
Rispondi al commento

4
Evans-Pritchard cita diversi elementi a sostegno della posizione italiana sull’euro. Tra questi, la ormai celebre recente dichiarazione di Claudio Borghi a Radio Uno, quando disse per l’ennesima volta che tornare alla lira per l’Italia sarebbe meglio, anche se non è nel programma di governo e richiede il consenso dei cittadini. L’Ue sta cadendo in una trappola, ovvero sta spingendo la situazione talmente al limite che finirà col creare proprio il consenso necessario per l’uscita dall’euro. Nell’articolo sono citati inoltre i documenti sul “piano B” di Paolo Savona.
Le agenzie di rating sono pronte a muoversi. Potrebbero perdonare l’allentamento fiscale se i soldi fossero spesi per investimenti che aumentassero la velocità di crescita economica dell’Italia, ma non per invertire la riforma pensionistica e per un reddito di base universale. Il piano di abbandonare il consolidamento fiscale per i prossimi tre anni lascia il paese ancora più vulnerabile a un cambio di rotta del ciclo economico e dei tassi di interesse. L’aumento dei tassi erode il capitale delle banche italiane, che possiedono un quarto del debito pubblico negoziato e fanno affidamento sui mercati dei capitali all’ingrosso per il 21% del loro finanziamento. Siamo in un circolo vizioso. Titoli di debito pubblico e banche possono ancora abbattersi a vicenda in un effetto a spirale. Questo è il difetto fondamentale di un’unione monetaria senza un prestatore automatico d’emergenza. Difetto che l’Ue non ha mai sanato. Juncker potrebbe riuscire a terrorizzare l’Italia fino a indurla alla sottomissione nelle prossime settimane. Ma potrebbe invece appiccare l’incendio che brucerà la sua casa europea.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 10:04| 
 |
Rispondi al commento

3
ma sottolinea che può essere convertito unilateralmente in lire secondo le regole della Lex Monetae.
Al minimo cenno che l’Italia fosse in procinto di lasciare l’euro – e o convertire i debiti in lire o fare default – si scatenerebbe immediatamente il contagio in Portogallo, Spagna e Grecia. I creditori tedeschi rischierebbero un taglio del loro credito da un trilione di euro. Per evitarlo, la Germania e gli altri Paesi del Nord dovrebbero accettare quello che finora hanno ostinatamente rifiutato: il grande balzo in avanti verso l’unione fiscale, sostenuta da una banca centrale con pieni poteri di prestatore di ultima istanza. Ma Evans-Pritchard non sembra molto ottimista sul realizzarsi di questa ipotesi.
In caso di dissoluzione dell’Eurozona – messa a rischio anche dalla fine degli acquisti di obbligazioni da parte della BCE, a fine anno, che lascerà gli stati del Sud Europa esposti alle forze del mercato – Evans-Pritchard fa notare che si potrebbe parlare di “distruzione reciproca assicurata”, ma sottolinea che “l’Italia avrebbe almeno qualche effetto di compensazione: un vantaggio competitivo dovuto alla tanto necessaria svalutazione (il tasso di cambio reale è del 20% troppo alto) e una ripartenza dopo il taglio parziale del debito. È difficile invece vedere quale potrebbe essere il lato buono della medaglia per Germania, Olanda o Francia. Quindi chi ha davvero il coltello dalla parte del manico? L’Italia non assomiglia alla Grecia, dove il gruppo dirigente pro-Syriza voleva strenuamente rimanere nell’euro. La Lega e i 5 Stelle affondano le loro radici nell’euroscetticismo. Il loro piano di riserva per una valuta parallela – i “minibot” – è inserito nel contratto di governo dell’alleanza. Se gli spread delle obbligazioni salgono a livelli che soffocano il sistema bancario, il governo può in qualsiasi momento emettere carta sostitutiva come una liquidità alternativa a fini fiscali e contrattuali, sovvertendo l’unione monetaria dall’interno.


segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 10:04| 
 |
Rispondi al commento

2
Era una strategia calcolata. Ciò che i mercati dei bond temono in questo momento è un’escalation della battaglia tra l’alleanza Lega – 5 Stelle e Bruxelles, che – se mal gestita – comporta il rischio di un’uscita italiana dall’euro e la rottura dell’unione monetaria.
Il rischio di denominazione è diverso dal normale rischio di insolvenza. Che si può isolare e misurare confrontando l’andamento dei prezzi di diverse annate di credit default swap con contratti legali diversi. La componente è in forte rialzo. Bruxelles potrebbe avere ragione nel calcolare che Roma cederà e che gli eterni ‘poteri forti’ dell’establishment italiano piegheranno i ribelli o li compreranno. Ma avverte anche che per ora non è successo: e cita le recenti affermazioni di Di Maio sul fatto che chi spera in un’inversione di rotta si illude.

Evans-Pritchard – pur definendo illusorie le promesse di Di Maio sul fatto che la maggior crescita ripianerà il deficit – mette anche in fila una serie di punti di forza italiani, abitualmente taciuti dalla nostra stampa mainstream e quindi poco noti all’opinione pubblica: che l’Italia in rapporto al bilancio UE è un contribuente netto; il nostro avanzo nelle partite correnti, ovvero nella differenza tra esportazioni e importazioni, di 2,8 punti percentuali del PIL; le dimensioni del nostro settore manifatturiero, maggiori di quello della Francia o della Gran Bretagna. Inoltre sottolinea come con un avanzo di bilancio primario come il nostro – a differenza della Francia, che peraltro ha ripetutamente violato il Patto di stabilità – potremmo passare tecnicamente alla lira senza temere una crisi di sostenibilità del debito.
Quanto al nostro debito pubblico, ricorda che è di 2.300 miliardi di euro, cui aggiunge un ulteriore debito di 500 miliardi di dollari alla Bce attraverso il sistema di pagamenti Target2 (che si tratti di un reale debito anche in questo caso è questione notoriamente controversa),

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 10:03| 
 |
Rispondi al commento

1
VOCI DALL'ESTERO-Evans-Pritchard
IL PERICOLOSO GIOCO DELL'UE

(Contrariamente alla stampa mainstream italiana, Ambrose Evans-Pritchard sul Telegraph vede sì i rischi della situazione attuale per l’Italia – il braccio di ferro sul Def tra governo e Ue, basato più su motivazioni politiche che questioni tecniche – ma non tace i punti di forza di cui gode il nostro Paese.)

Il “chicken game”, ovvero “gioco del pollo” (o del coniglio) è, nella teoria dei giochi, un contesto così esemplificabile: due auto si dirigono a tutta velocità l’una contro l’altra; entrambi gli automobilisti contano sul fatto che sarà l’altro a spaventarsi, cedere e sterzare per primo, diventando il “pollo” – ovvero il codardo – della situazione. Se ciascuno dei due tira dritto, però, lo scontro sarà inevitabile, così come il disastro per entrambi.
Ed è proprio questo il pericoloso gioco che Juncker sta consapevolmente conducendo nei confronti del Governo italiano, per mettere sotto stress il sistema bancario. E funziona.
Le autorità dell’UE contano sui mercati:all’aumento dei tassi, sperano,la paura per la tenuta del sistema bancario spingerà l’opinione pubblica italiana verso più miti consigli
Il gioco però è rischioso.Se si va troppo oltre, infatti,l’Ue rischia di scatenare essa stessa una crisi di credito che travolgerebbe il sistema bancario italiano e la caduta in una spirale di recessione che si autoalimenta,provocando esattamente ciò che vuole evitare
I margini del gioco sono stretti,la tattica è rischiosa,perché l’economia italiana negli ultimi mesi ha rallentato.E sgombra il campo da tecnicismi e ipocrisie:non sono certo i punti percentuali di deficit previsti nel Def italiano che sono in questione.È invece una questione tutta politica. Nell’Ue c’è qualcuno che punta a mettere in ginocchio l’Italia.Quando Jean-Claude Juncker questa settimana si è scagliato contro i ribelli della Lega–M5S agitando lo spettro di una ‘nuova Grecia’,ha volutamente gettato benzina sul fuoco.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.18 10:03| 
 |
Rispondi al commento

GRANDISSIMO: ci manchi!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.10.18 09:59| 
 |
Rispondi al commento

col cavolo che vi rivoto la prossima volta ...


Ma non si puo nazionalizzare Bankitalia?

alessandra gagliardi 10.10.18 09:56| 
 |
Rispondi al commento

facciamo tornare grillo

vittorio h., torino Commentatore certificato 10.10.18 09:46| 
 |
Rispondi al commento

ot

luisella costamagna sul ffatto di oggi:

""...le lacrime – vere, di pianto – vengono a veder sbeffeggiato un provvedimento che vuole dare un po’di respiro a oltre 5 milioni di italiani che vivono in povertà assoluta, è un sostegno al reinserimento lavorativo e non semplice assistenzialismo, esiste già nella gran parte dei paesi europei, era previsto nei programmi elettorali di tutti i partiti sia pure con nomi diversi (“reddito d’inclusione” per il Pd, “reddito di dignità” per il
centrodestra unito con tanto di Lega).
CHE C’È DA RIDERE?......Altro che ridere, viene da piangere a vedere questa (presunta) sinistra talmente accecata dall’odio preconcetto da perdere di vista il merito e i bisognosi. O è la risata isterica di chi sa che in quella povertà c’è (anche) il suo zampino?""

ricordiamo le parole di silviuccio quando era a caccia di voti, lui e i tanti brunetti del suo pollaio

""“Noi coi 5Stelle condividiamo il reddito di cittadinanza per i cittadini che non hanno nessuna entrata: è la nostra prima preoccupazione”,“Quando il centrodestra tornerà al governo affronterà l’emergenza di quei
4 milioni 750 mila italiani in povertà assoluta, versando un reddito di dignità di mille euro mensili”...

mah..

pabblo 10.10.18 09:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori