Il Blog delle Stelle
Così il Ministero dell'Ambiente diventa #plasticfree

Così il Ministero dell'Ambiente diventa #plasticfree

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 10:12
Dona
  • 34

di Sergio Costa, Ministro dell'Ambiente

Lasciateci gioire di un piccola grande conquista. Distributori di acqua alla spina, munire tutti i dipendenti del ministero di una borraccia, togliamo i cibi confezionati con plastiche non riciclabili sostituiti con imballaggi eco-compatibili. Anche l'asilo aziendale è plastic free.

In 4 mesi ci siamo riusciti.

La riduzione dei rifiuti è importantissima per tutta la filiera di gestione successiva, e ognuno di noi deve dare il proprio contributo. Ma si può chiedere questo solo se il buon esempio viene dalla politica e dalle amministrazioni pubbliche.

Presto sul sito del Ministero dell'Ambiente sarà inserito un contatore dove verranno elencati tutti i soggetti pubblici, gli enti, le associazioni e le aziende che hanno aderito alla campagna #plasticfree

Lo abbiamo detto e lo abbiamo fatto.

Ps: lo so, dobbiamo ridurre tutti gli imballaggi. Anche su questo stiamo scrivendo una legge, che porterà grandi e belle novità per gli imprenditori e per ciascuna famiglia!



bannerdoni5s2018.jpg

6 Ott 2018, 10:12 | Scrivi | Commenti (34) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 34


Tags: borracce, costa, ministero ambiente, plastica, plasticfree

Commenti

 

Vorrei ringraziare tutti i 5 stelle che hanno aperto gli occhi a gli italiani come me .
che non immaginavano esistesse in Europa e in tutti i paesi dalle economie avanzate,il reddito di cittadinanza.
Siamo stati tenuti nell'ignoranza,da quei partiti che ci hanno sfuttato fin ora.
I soldi li potete prendere,statalizzando la RAI e Mediaset che sono, più che monopoli, che prosperano con le tasse pubblicitarie, che propio per la loro natura dovrebbero essere gestite dallo stato.
Trasmettendo la scuola pubblica ,nelle case di ogni studente con schermi in videoconferenza, un professore per 100.000 studenti, come fanno in Australia.
Anche molti lavori d ufficio si potrebbero svolgere da casa,riducendo il relativo ed inquinante caos stradale delle ore di punta.

diego s. Commentatore certificato 14.10.18 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Quanto mi piace quest'uomo!!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.18 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Ministro, è opportuno partire anche con il progetto: " Italia, cicche di sigaretta free".
Basta solo una campagna pubblicitaria e una norma che preveda multe salate per chi non usa le bustine per riporre i tanto inquinanti mozziconi di sigaretta.
Giovanni

giovanni suraci 08.10.18 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Al ministro dell'ambiante
Negli ultimi giorni alcune regioni d'Italia hanno recepito la direttiva europea volta a limitare la circolazione di auto diesel euro 3 e addirittura euro 4.
Non le sembra che tali regole adottate solo in alcune regioni creino più danni che benefici ?
Le sembra giusto che un contribuente che usa l'auto per lavorare e che non può permettersi di sostituirla o che non vuole perchè l'auto è ancora efficiente debba piegarsi a queste norme che non tengono in nessun conto i cittadini ?
Le sembra giusto che un cittadino che ha pagato l'IVA sull'auto quando l'ha acquistata, che ha pagato l'immatricolazione, che paga il bollo tutti gli anni, ecc. ecc. non possa più circolare ?. Non le sembra che questo sia il solito modo di affrontare i problemi scaricandoli sui cittadini, senza preoccuparsi di quali e quanti problemi creino ? Perchè tra gli esoneri alla norma ci sono tutti i mezzi pubblici? è giusto che i provvedimenti valgano solo per quelli che già non ce la fanno più a vivere in un paese martoriato da tasse e balzelli? è giusto che un automobilista prima di salire in auto debba conoscere se la giornata è da bollino arancione o rosso e debba conoscere quanti abitanti ha un comune che intende attraversare ? Personalmente credo che chiunque avvalli una norma del genere sia un demente. Firmato UN CITTADINO STUFO E INCAZZATO. Cordiali saluti

Renato Dal Cin 08.10.18 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Bene! Ma ci sono tanti altri luoghi dove andrebbe implementato questo sistema ed in primis nelle scuola, non possiamo, ancora oggi, permettere ai nostri figli di consumare plastica a gogò... 🙏🇮🇹❤️🏫🚰

Pasquale Vassalluzzo, Battipaglia Commentatore certificato 08.10.18 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Grazie ministro! Queste notizie dovrebbero essere diffuse, sebbene poco appetibili perché scomode, e non limitarsi al blog delle stelle.
Ora attendiamo decreti che costringano le aziende e anche i cittadini più menefreghisti ad adottare comportamenti ecocompatibili, rendendo più costosi gli imballaggi non compostabili.
La rivoluzione verde è appena iniziata!!!

Marta Buscioni 07.10.18 23:04| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE...vedo bottiglie in alluminio..ma AVETE PRESENTE DI QUANTA ENERGIA hano bisogno i forni per sciogluere l'alluminio.
AVETE PRESENTE QUANTO E' INQUINANTE IL CICLO COMPLESSIVO PER TRADURRE LA BAUXITE IN ALLUMINIO?

ATTENZIONE..L'ALLUMINIO HA UN CICLO DI LAVORAZIONE DALLA MATERIA PRIMA AL PRODOTYO FINITO CHE E' ALTAMENTE INQUINANTE E HA FABBISOGNA DI UNO SPROPOSITO DI ENERGIA!

ATTENZIONE!

Luca Fini 07.10.18 22:24| 
 |
Rispondi al commento

P.S. qui le buste della spesa sono solide e riusabili per anni ed anni. Non esistono i sacchetti di plastica ma borse robuste di tela di tela plastificate e cosi via.

Se invece serve al momento un sacchetto perché non lo si è portato da casa, le buste sono di carta robusta e costano 20 centesimi.

Queste buste si riusano poi per la spesa oppure per smaltire la carta negli appositi contenitori per la carta.

Ciro M., Brussels Commentatore certificato 07.10.18 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Il problema della plastica si risolve come hanno fatto da anni in Germania.
Per i contenitori in plastica (bottiglie di plastica e lattine di alluminio e vetro) si paga un deposito quando le si acquista e questo deposito viene restituito quando si riportano i vuoti al supermercato.

Funziona.

Costa niente farlo.

Ciro M., Brussels Commentatore certificato 07.10.18 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione alle borracce di alluminio o rivestite di BPA. Fanno molto male.


5) eliminazione totale delle cassette in polistirolo come contenitore utilizzato dai pescatori.

Domenico Castelli 06.10.18 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Una azione urgente per dare informazioni corrette, chiare e“sanare”
1) l’inquinamento radioattivo (esempio: Rotondella (Matera),
2) I SITI INQUINATI “DI INTERESSE NAZIONALE” (sito ISPRA aggiornato al 2014) vedi Wikipedia
3) l’inquinamento fluviale (esempio: Sarno, Salerno)
4) la persistenza della mancanza di impianti di depurazione efficaci ed efficienti in tutti i comuni italiani per la cui assenza non solo subiamo il danno di inquinamento ma paghiamo una multa enorme all’Europa ogni 6 mesi di mancato adeguamento.

Domenico Castelli 06.10.18 23:28| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per il bel l'esempio da parte del Ministero. Ne abbiamo veramente bisogno!! Ma avremmo anche bisogno di sapere se è previsto a breve o medio termine un incentivo da parte dello Stato italiano per favorire l'acquisto di un auto elettrica. Il nostro spirito ambientalista in famiglia vuole tanto farlo ma i prezzi non ti incoraggiano!!

Alessandra Fochesato 06.10.18 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Avete pensato a tutto! siete fantastici W5S.

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.10.18 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Una delle assurdità prettamente italiana è il ritrovarci invasi da decine di bottiglie d’acqua minerale in ogni angolo dei supermercati.
Acque minerali che viaggiano su e giù per il paese....
Sarà pur possibile fare una piccola legge per far ridurre questo inutile spreco di CO2??? Ad esempio imponendo ai ipermegasupermercati l’approvvigionamento a km 0..(o quasi...) in modo da accorciare tutta la filiera e coinvolgere così i piccoli produttori nei pressi dei colossi della distribuzione.
Scusate se ho allargato il problema dalle acque a tutto l’agroalimentare...

Paolo Grabar 06.10.18 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Un grande uomo, un grande Generale dei Carabinieri, in poche parole Sergio Costa!

Tony n. 06.10.18 17:58| 
 |
Rispondi al commento

E' un buon inizio ma ci vuole una legge che cominci a vietare in tutte le strutture statali l'uso della plastica come recipiente e pure in tutte le feste che utilizzano spazi pubblici. L'industria si adeguerebbe subito perchè esistono già molti sostituti completamente biodegradabili.

francesco m., livorno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.10.18 17:37| 
 |
Rispondi al commento

comincerei dalle bottiglie del latte. io ho iniziato quindici anni fa a fare acquisti con i mie contenitori personali. pesano la tara e non porto a casa immondizie. chi non accetta perde u cliente, me. basta pubblicita' degli affettati in vaschetta, a meno che non sia la nostra lavabile.
e' tutta questione di abitudine. tantissimi anni fa non esisteva la plastica ed abbiamo vissuto per millenni. bene si cominci dall'altro dove ogni cosa dovrebbe iniziare.
sono, come quasi sempre, con voi.
bravi!

rosanna scarpa, romano d'ezzelino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.10.18 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Nell' impegno che prende l'Italia per ridurre la plastica, deve essere un coinvolgimento a livello Globale.Altrimenti....!

Roberto Maccione Commentatore certificato 06.10.18 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO MINISTRO va fatta una incisiva campagna con spot pubblicitari sulle tv e giornali per educare la gente al rispetto dell'ambiente. LA GENTE VA AIUTATA A RIFLETTERE E PENSARE !!

terenzio eleuteri Commentatore certificato 06.10.18 13:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ministro Costa è il ministro che mi piace di più, poche chiacchiere e tanti piccoli passi, umano, competente, empatico, inattaccabile per la sua storia personale e professionale, dovrebbe avere più visibilità. Messo a confronto con qualsiasi giornalista lo asfalta! Sarà per questo che si vede così poco? Con lui potremmo davvero dare spazio al tema ambiente, il problema sembra appassionare poco l' opinione pubblica disorientata da una montagna di cifre : spread, deficit, decimali, miliardi, metri quadri, numero di manifestanti, sondaggi, numeri, numeri, numeri. .. Se la terra implode per il continuo inquinamento e danno ambientale, l' unico numero fondamentale sarà quello dei sopravvissuti! Addio sogni di cifre e profitti, pensavo di correre incontro alla gloriosa ricchezza della globalizzazione, ed invece correvo incontro alla morte globale!

Alessandra R., Monteriggioni Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.10.18 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Benissimo ministro avanti cosi senza esitazioni.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 06.10.18 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Nel nostro piccolo possiamo fare molto, moltissimo. A cominciare dalle bevande in vetro, ai detersivi venduti in confezioni riutilizzabili o sfusi: ma di questi esercizi commerciali non ce ne sono molti, e mi auguro che aumenteranno in un futuro vicinissimo, coadiuvati dalle aziende produttrici.E chissà che non diventi anche una buona idea imprenditoriale.

Michela Riviello 06.10.18 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti al Ministro Costa ed ai suoi collaboratori. Ciò che mi aspettavo da uno che ha sempre combattuto in favore dell'Ambiente.
Da impiegato statale supplicherei il Ministro ad obbligare la Pubblica Amministrazione a fare lo stesso. Scuole, Caserme, Ministeri, Enti Pubblici, il lavoro è lungo e laborioso.
Buon lavoro.

umberto santacroce, Casagiove Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.10.18 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Ben fatto generale! Adesso confidiamo nella sensibilità e buona volontà dei cittadini!
Ai suoi comandi!!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 06.10.18 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti, piccoli gesti per grandi obbiettivi.
Mi permetto di suggerire un'area sul sito del Ministero, affinché si possano segnalare prodotto/azienda, o solo azienda, ad elevato impatto ambientale perché non riciclabile. Gli scaffale della grande distribuzione ne sono pieni! Avanti così sig. Ministro!!

Roberto Fantauzzi, Santo Stefano Ticino Commentatore certificato 06.10.18 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Bravi ! Un piccolo gesto, ma di grande spessore

andrea biagioni 06.10.18 11:08| 
 |
Rispondi al commento

bellissiomo sig. ministro ora un bel decretino per l'italia, magari l'obligo di raccolta porta a porta entro una certa data... auguri di buona continuazione
n.b. mi è stato bloccato il veicolo euro 3 giustamente per carita, ma non mi è stata data la possibilita di cambiare, ...non ci pochissime colonnine lettriche, non ci sono furgoni ibridi o eletrici, se ci sono fanno 100 km.e dove vado, come lavoro? che faccio ogni 3/4 anni cambio veicolo ?


Incredibile ,una cosa così semplice ...eppure mi emoziona 😊,brindo con voi 🥂

Sergio Dottor, Latina Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.10.18 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Tante piccole cose che alla lunga raggiungono grandi risultati.

mzee.carlo 06.10.18 10:21| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori