Il Blog delle Stelle
Con Rousseau mettiamo l'intelligenza collettiva al servizio dei cittadini

Con Rousseau mettiamo l'intelligenza collettiva al servizio dei cittadini

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 10:05
Dona
  • 10

Di seguito l'intervista rilasciata da Enrica Sabatini a FanPage.it

- Oggi Rousseau ha un ruolo più centrale nel Movimento 5 Stelle.

Nel tempo Rousseau è passato dal virtuale al reale, nel senso che abbiamo lavorato sempre di più per fondere questi due livelli. In questi due anni è cresciuto in questa direzione, si è arricchito cioè di oltre 12 funzioni - siamo arrivati alla dodicesima funzione poco tempo fa - e lo ha fatto parallelamente lavorando sui territori ed incontrando persone che hanno partecipato alla progettazione stessa delle funzioni. Abbiamo le funzioni legate alla democrazia diretta, quindi: Lex Parlamento dove i portavoce inseriscono una loro proposta di legge ed i cittadini possono commentarla, Lex Iscritti dove è l'iscritto che presenta una propria proposta di legge. Poi c'è ovviamente la funzione voto, che è quella più utilizzata per scegliere candidati, il programma di Governo. Call to Action ed Activism, le ultime che abbiamo sviluppato, che consentono, come dicevo, di organizzarsi attraverso la rete, mobilitarsi sui propri territori e poi - dalla rete al reale - di incontrarsi.

- L'evoluzione della piattaforma con il Movimento 5 Stelle al Governo.

Il grande cambiamento è che adesso quelle proposte di legge che i cittadini presentavano o che i nostri portavoce presentavano attraverso Lex parlamento, oggi attraverso il Governo vengono realizzate e quindi avviene come diceva Rousseau quella espressione di una volontà popolare attraverso l'iter legislativo in cui il cittadino da fuori le istituzioni diventa invece colui che scrive, prende la penna e scrive una legge che diventa legge di Governo.

- L'iscrizione a Rousseau tramite un SMS.

Abbiamo deciso di offrire un nuovo servizio, che in realtà utilizza un mezzo diciamo non così nuovo, cioè quello dell'sms. Proprio perché vogliamo ampliare la base a tutte le persone che magari non utilizzano agevolmente un computer e quindi che non possano collegarsi a internet. Attraverso un sms basta inviare una parola "stelle" a un determinato numero il 43030 e c'è un percorso molto semplice, di cinque passaggi, che consente a chiunque di potersi iscrivere, fare una foto sul documento ed essere così iscritto alla piattaforma Rousseau.

- La partecipazione su Rousseau.

La partecipazione è cambiata perché si è distribuita su tante attività e quello che vediamo oggi, che siamo forza di governo, è che c'è molto desiderio di organizzare iniziative concrete, di mobilitarsi, di diventare esempi di quelle stesse proposte di legge che portiamo ad esempio al Governo quindi in Parlamento. Quindi c'è stata sicuramente una trasformazione, io la vedo da un elemento di protesta ad un elemento di proposta che in Rousseau viene accolto, diciamo in tante sfaccettature.

- La formazione di iscritti ed eletti.

Noi abbiamo una funzione su Rousseau che quella dell'e-learning che consente dei corsi online, ma portiamo avanti anche dei corsi in presenza. Già da un anno e mezzo incontriamo i cittadini con corsi anche di natura tecnica: come si legge un bilancio, come si scrive un esposto, per comprendere, ad esempio, il codice degli appalti. Chiediamo ai nostri iscritti di esprimersi più volte, dal 2012 sono state 240 le votazioni, una ogni 20 giorni. Quindi la fase formativa è necessaria affinché quando si va da esprimere il proprio voto, quel voto sia consapevole perché si conosce il tema rispetto al quale ci si esprime.

- Gli sviluppi futuri di Rousseau.

Il nostro obiettivo è quello di creare un ecosistema, come dicevamo appunto all'inizio, all'interno del quale ci siano tutte quelle funzioni, quei servizi e quelle possibilità di relazionarsi anche con gli altri. Per comprendere meglio magari anche il mondo della politica o anche per diventare dei portavoce all'interno delle istituzioni, ma semplicemente anche solo per potersi esprimere in maniera consapevole sui grandi temi che siamo chiamati ad affrontare. Quindi la nostra direzione è sicuramente quella di lavorare sempre di più perché ci siano degli strumenti di partecipazione, di democrazia diretta, di intelligenza collettiva, ma anche di azione concreta sui territori affinché appunto i nostri iscritti e tutte le persone che vorranno partecipare a questo progetto, trovino nella rete una possibilità di espressione di libertà.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

30 Ott 2018, 10:05 | Scrivi | Commenti (10) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 10


Tags: enrica sabatini, m5s, rousseau

Commenti

 

L'idea di Gianroberto Casaleggio sulla partecipazione diretta dei cittadini attraverso una piattaforfoma web (rousseau), era tutt'altro che racchiudere e limitare la politica in un "kit commerciale", con al seguito "soldatini ubbidienti e disciplinati".

salvatore Leonangeli (s leonangeli), Napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 03.11.18 10:10| 
 |
Rispondi al commento

HO SEMPRE SOSTENUTO CHE LA LEGGE ELETTORALE DEVE ESSERE DECISA DAL POPOLO E NON DAL PARTITO CHE E' DI TURNO AL GOVERNO PER PERMETTERGLI DI GOVERNARE IN BARBA AL LE ESIGENZE DEGLI ITALIANI, DEVE ESSERE UNA SOLA LEGGE VOTATA CON UN REFERENDUM E SANCITA NELLA COSTITUZIONE - PER MODIFICARLA MIGLIORANDOLA SI DEVE CHIEDERE AL POPOLO SOVRANO---I REFERENDUM - COSA TRISTE - SONO SOLO SERVITI A FAR CREDERE CHE I CITTADINI AVESSERO POTERE-- VEDI IL REFERENDUM SU L'ABOLIZIONE DEI FINANZIAMENTI PUBBLICI AI PARTITI - SUL NUCLEARE - SUL PONTE SULLO STRETTO - CI SONO ANCORA CON NOMI DIVERSI MA CON LA STESSA LOGICA ---DOBBIAMO SMANTELLARE LE CENTRALI NUCLEARI --MA CHI LE HA COSTRUITE --PAGHIAMO ENTI PER IL PROGETTO DEL PONTE SULLO STRETTO ED ENTI SULL'ENERGIA NUCLEARE ---BASTA QUESTI ENTI DEVONO ESSERE ELIMINATI --SONO SOLO PARASSITI E SANGUISUGHE CHE NON SE NE FREGANO DEGLI ITALIANI FANNO SOLO I LORO SPORCHI INTERESSI CALPESTANDO E SCHERNENDO I CITTADINI CHE ANNO CREDUTO IN LORO --NON CE' APPELLATIVO APPROPRIATO PER DEFINIRLI --SAREBBE UN ONORE DARGLI UNA DEFINIZIONE-- IN TOSCANO GLI ESCREMENTI UMANI -MERDA- E' UNA PAROLA MOLTO USATA IN TUTTI I SENSI - MA PER OFFENDERE UNA PERSONA DICONO ----MERDACCIA-- FATE PIAZZA PULITA DELLE MELE MARCE E DATELE IN PASTO AI PORCI --RESISTERE ERA IL MOTTO DEI NOSTRI MILITARI CHE HANNO DATO LA LORO VITA PER AVERE UN ITALIA DEMOCRATICA HANNO OFFESO LE SPOGLIE SACRE DEI NOSTRI CADUTI -COSA CE' DI PIU' INFAME CHE OFFENDERE LA MEMORIA DI CHI HA CREDUTO E PER QUESTO HA PAGATO CON LA VITA --NON CE' ALCUN PARALA PER DEFINIRLI -BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

arturo carli 31.10.18 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Siamo le sinapsi dell'intelligenza collettiva. Rousseau è un progetto unico e splendido. Grazie.

SIMONE L. Commentatore certificato 31.10.18 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei fare un appello ai 5 stelle : nel votare il decreto sicurezza , fate in modo di poter dimostrare il vostro voto a favore , perché la lega potrebbe tendevi una trappola e votare contro , dando la colpa a voi !

Pamela Bizzarri 31.10.18 09:50| 
 |
Rispondi al commento

IL CAMBIAMENTO DELL'ASSETTO ISTITUZIONALE DEL PAESE
I PARTE
1- Non è un attentato alla democrazia, come fa credere qualcuno da parte del Pd, ma una riflessione importante nata in base ai cambiamenti in atto, dovuta alla necessità e alla possibilità di avere strumenti necessari per poterla realizzare:tutti i cittadini perlomeno sui temi più importanti, possono decidere direttamente in larga scala con costi minori ed anche più velocemente; la vera partecipazione è la democrazia diretta senza intermediari. Ovviamente le "resistenze" da parte della "burocrazia" e la mentalità conservatrice e mummificata saranno il primo ostacolo da superare.

2- Pensiamo al percorso del parlamento dal dopoguerra ad oggi, non solo come organo di produzione delle leggi: se il parlamento è fatto dai rappresentanti degli elettori dal 1948 ad oggi con la crescita e il dominio dei partiti è diminuito il potere del popolo: nella scelta dei deputati e senatori è aumentata l'influenza dei partiti che ha creato di fatto, non solo con leggi elettorali sempre più complesse da Porcellum&Mattarellum&Rosatelum, delle liste "bloccate" per cui il popolo sostanzialmente non sceglieva chi mandare al Parlamento ma sono i partiti a scegliere chi deve rappresentare loro, non il popolo.

3- La qualità del parlamento è importante, ed è inquietante quando l'anti-cultura dominante mira a distruggere la cultura, vista come il nemico del potere; in questo modo il potere non ha bisogno di cultura e teste pensanti, promuove i "perfetti idioti" e "i pupazzetti obbedienti" , che non domandano e non pensano. Dal 25 giugno 1946 l'Assemblea Costituente con Benedetto croce, Emanuele Orlando, Walter Binni.siamo caduti in basso con Cicciolina, Razzi,Verdini e in fine il parlamentare super competente velista il peggioramento della qualità dei parlamentari scelti dai partiti ha tolto la fiducia dei cittadini

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 07:38| 
 |
Rispondi al commento

IL CAMBIAMENTO DELL'ASSETTO ISTITUZIONALE DEL PAESE
II PARTE

4- Ogni sistema elettorale deve essere studiato e adattato in base al paese che deve regolare, ecco perché non avrebbe senso utilizzare un sistema elettorale Francese o Olandese. Il sistema elettorale migliore è quello che risulta più adatto per uno Stato in base alla sua politica, popolazione, territorialità ed alla sua forma di Stato e Governo.

5- Con questa visione bisogna approfondire la proposta di Davide Casaleggio: oggi è possibile superare la democrazia rappresentativa con la democrazia partecipativa, che potrebbe essere adottata in molti altri ambiti. la Rete è uno strumento di partecipazione straordinario che restituisce il potere decisionale al popolo.

6- Il parlamento deve garantire che il volere dei cittadini venga tradotto in atti concreti. perciò non serviranno più la Camera con 630 deputati e il Senato della Repubblica con 350 senatori: basta un'assemblea con metà dei parlamentari scelti dai cittadini non dai partiti, le persone preparate e competenti, in materia di politica come garanti. Solo in questo modo possiamo garantire la qualità del parlamento che dipende della qualità e livello culturale dei parlamentari stessi e riavere la fiducia dei cittadini alla politica.

LA DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA E IL PARLAMENTARI VERI ESPERTI I N POLITICA COME GARANTE IL FUTURO L'ASSETTO ISTITUZIONALE

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.10.18 07:35| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera,
a causa della cattiva informazione di molti giornali, non so se/quanto sia vera la notizia che quota 100 e reddito di citt.za non sono più contemplati per ridurre il costo della manovra. Vorrei sapere se esiste un giornale con notizie affidabili. Grazie e cordialità. Bruno

Bruno della Lucilla 30.10.18 17:02| 
 |
Rispondi al commento

VORREI LANCIARE UN ULTIMO APPELLO AL GOVERNO TRAMITE ROUSSEAU DOPO AVERNE SCRITTO PER MESI. SI TRATTA DI EMETTERE 300 MILIARDI (DICO 300 MILIARDI) DI BTP A 5 ANNI A INTERESSI ZERO E SCONTO DELL'1% DI QUANTO INVESTITO DA DETRARRE DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI. L'EMISSIONE è RISERVATA SOLO A SOGGETTI IRPEF. COSI' CI SOTTRARREMMO AL NODO SCORSOIO DELLO SPREAD E CI LIBEREREMMO DALLA SPECULAZIONE INTERNAZIONALE. OGGI GLI INTERESSI SUL DEBITO CI COSTANO 68 MILIARDI L'ANNO.
SOLO CON QUESTA MOSSA RISPARMIEREMMO SUBITO 9 MILIARDI DI EURO.

Torquato Cardilli 30.10.18 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Questo argomento se sara' futuribile si vedra'. I contatti virtuali non hanno la stessa valenza di quelli diretti. Ne parlo per esperienza diretta. Aver voluto discutere una proposta sulla Piattaforma "LEX ISCRITTI" in modo virtuale non me ne e' stato dato la possibilita'. Quindi?

Roberto Maccione Commentatore certificato 30.10.18 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Questo argomento se sara' futuribile si vedra'. I contatti virtuali non hanno la stessa valenza di quelli diretti. Parlo per esperienza diretta. Perche' voler discutere col Movimento in modo virtuale, una proposta su Lex Iscritti, per Me e'stato impossibile. Quindi?

Roberto Maccione Commentatore certificato 30.10.18 11:37| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori