Il Blog delle Stelle
Acqua pubblica, si parte

Acqua pubblica, si parte

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 10:07
Dona
  • 34

di Federica Daga

La Camera, con 278 voti a favore, 89 voti contrari (Forza Italia) e 124 astenuti (Pd e Fratelli d’Italia) ha votato la discussione d’urgenza per la proposta di legge a prima firma Movimento 5 Stelle riguardanti le "disposizioni in materia di gestione pubblica e partecipativa del ciclo integrale delle acque".

Una legge, quella per l’acqua pubblica, che i cittadini attendono da quel 13 giugno del 2011, quando 27 milioni d’italiani affermarono con forza che non si devono fare profitti su questo bene comune fondamentale per la nostra vita e di tutto il Pianeta. La volontà popolare per sette lunghi anni è stata dimenticata e tradita dal Pd ed i suoi alleati.

Con la calendarizzazione d’urgenza la legge sull’acqua pubblica, dovrà essere discussa in prima lettura alla Camera entro dicembre. Finalmente è arrivato il momento in cui il Parlamento, grazie al Movimento 5 Stelle ed il Contratto di Governo, sarà chiamato a discutere ed approvare un tema importante per tutti i cittadini.
Nel testo si chiede che ci sia trasparenza su dati e procedure, per permettere ai cittadini di essere protagonisti consapevoli della gestione di questo bene comune, che rappresenta un diritto umano universale.

La legge si propone di ridefinire il sistema di pianificazione e gestione dell’acqua, organizzandolo sulla base di ambiti di bacino idrografico, che rappresentano le competenze naturali di gestione di tutto il ciclo. Inoltre si individueranno gli strumenti necessari per avviare un processo di cambiamento verso una gestione pubblica e partecipata del Servizio Idrico Integrato. Il primo passo verso questa legge, che rappresenta una delle Stelle del Movimento, sarà la sua calendarizzazione in Commissione Ambiente. Vi terremo aggiornati passo dopo passo.



bannerdoni5s2018.jpg

3 Ott 2018, 10:07 | Scrivi | Commenti (34) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 34


Tags: acqua, acqua pubblica, federica daga, movimento 5 stelle

Commenti

 

Una vergogna tutta italiana. Lobby che si arricchiscono con un bene della natura. Grazie a una politica compiacente per non dire altro. Acqua venduta a peso d oro. Spesso putrida. Forza e aggiornateci sui movimenti. E complimenti ai parlamentari che hanno votato contro. L Acqua Pubblica identifica quali forze politiche sono dalla parte del popolo

Maurizio C., Orani Commentatore certificato 22.10.18 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Il “sodalizio” dello sfruttamento privatistico dell’acqua (potabile, di attività industriale, di irrigazione, di produzione idroelettrica, di depurazione scarichi fognari) sta imponendo interventi pubblici orientati al massimo sfruttamento dell’acqua dei bacini idrografici dei fiumi, anziché orientati al risparmio razionale della risorsa acqua e del denaro pubblico.
Ci sono pesanti indizi, che fanno ritenere, per esempio, che le motivazioni reali di costose “grandi opere” non siano affatto l’aumento della quantità di acqua per l’irrigazione agricola, come dichiarato, ma siano invece l’aumento, a spese della collettività, dei guadagni delle società, che gestiscono le centrali e centraline idroelettriche; già usufruenti per altro degli incentivi statali.
Molto meglio che questo denaro venga usato invece per incentivi DIRETTAMENTE AI COLTIVATORI, per adottare sistemi di coltivazione e irrigui, che facciano risparmiare acqua; e comunque facciano diminuire le spese direttamente ai coltivatori, tramite finanziamenti a fondo perduto, prestiti a tasso speciale, agevolazioni fiscali, ecc.
E’ necessario allora che il Parlamento imponga al più presto la massima TRASPARENZA per tutte le attività di interesse collettivo in generale (riforma praticamente a costo zero, ora che c’è Internet) ed in particolare l’obbligo della pubblicazione on line, con possibilità di presa di visione semplice per tutti, delle concessioni delle piccole e grandi derivazioni delle acque di fiumi, torrenti e canali, per verificarne la regolarità, soprattutto in merito al rispetto della normativa Nazionale sul Deflusso Minimo Vitale, e l’obbligo della pubblicazione on line del giro d'affari annuo generato dalle centrali e centraline idroelettriche, per valutare in che rapporto la richiesta di maggiore sfruttamento idrico nei vari bacini idrografici dipenda veramente da necessità di irrigazione agraria, o invece da volontà di maggior guadagno da parte delle società, che gestiscono gli impianti idroelettri

Santo Mazzotti, Remedello Commentatore certificato 06.10.18 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la gente non ne può più di questi parlamentari che pensano soltanto ai loro vitalizi, agli stipendi e alle prebende che possono avere dalle
lobbi , non sono assolutamente in teressati al paese tantomeno ai loro paesani che sono oberati di tasse e che devono vedere questo sfascio continuo di tutto : sono per questo peggio dei terremo dei quali siamo periodicamente vittime,anche questi forse causa della loro inerzia del menefreghismo e della corruzione,incapaci di fare pulizia nei loro partiti
Ma finalmente il tempo sembra oggi cambiato, sembra che siamo alla vigilia di una nuova era
aspettimo a esultare ma se così sarà potremo
gioire per un nuovo rinascimento.Mi piace sognare
se così non fosse non mi svegliate,troppo brutti sogni ho fatto nella vita ora sono vecchio e vorrei vivere ancora un pò con questo sogno. GRAZIE

Pierluigi Santurro (bibi), Firenze Commentatore certificato 05.10.18 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Brava Federica,
Solo un promemoria.
Gli impianti di distribuzione devono essere mantenuti a regola d’arte.
Non possiamo permetterci più del 30% di perdite dalla fonte al consumo.

Buon lavoro,
Federico

Federico Barbic 04.10.18 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Nel nostro palazzo amiacque a cambiato il contatore, d'allora il consumo e diventato quasi il doppio,abbiamo speso soldi per eve ntuali perdite,nessuna.

Filippo Salvatore Romano 04.10.18 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Va benissimo. Solo che non capisco le intenzioni se la legge passa come spero. L acqua si pagherà comunque o si pagheranno solo le spese di gestione impianti (escluso il consumo)?

Maurizio C., Orani Commentatore certificato 04.10.18 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Sono contento finalmente, restituire alla gente, ai cittadini un bene universale che è del pianeta. Gli speculatori politici del passato soci in affari con multinazionali ( es.neslè) hanno prosciugato interi bacini a danno delle comunità, dell'agricoltura. Una STELLA MESSA A SEGNO!!!

Aldo Fabio 04.10.18 06:20| 
 |
Rispondi al commento

Pago l'acqua ogni tre mesi solitamente non meno di 95,00-110,00-160,00. Siamo tutto il giorno fuori per lavoro , scuola , universita. rimane il cane ma non credo che il consumo lo produce lui.inoltre esendo subbetrato ad una utenza precedente mi fanno pagare 10,00 euro in più come seconda casa e se ritardo di 10 giorno appioppano una mora in base all'importo da pagare di 25,00 - 30,00 euro in più ovviamente +spese di trasporto, la cosa che più mi fa impazzire è il costo per fascia oraria , addizionali e arrotondamenti vari+ una quota che va al comune di pertinenza . Spero verrà attuata subito questa riforma .

marcello scalia 03.10.18 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono scettico su un ritorno al pubblico dell'acqua . Il business è troppo ghiotto e non lo molleranno. Acqualatina emette bollette ogni 3 mesi e si paga sempre una quota fissa che però varia dai 7 agli 8 euro. Solo 32 euro annui per non avere niente. Poi c'è il consumo reale e infine arrotondamenti che non capisco cosa arrotondino se io pago fino all'ultimo centesimo.
poi ci sono le " partite pregresse " che onestamente non so cosa siano. Senza tediarvi per 9 mc di reale consumo ho speso 15,61 €. Neanche fosse acqua minerale.
Vogliamo parlare delle bollette dell'energia elettrica. Ho provato a leggere una fattura ma penso che neanche un ragioniere ci capirebbe un granchè. So solo che su 100 € solo 40 sono di reale consumo il resto non mi è dato di capire.

Silverio Mazzella (pacchiarotto), Ponza Commentatore certificato 03.10.18 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Dopo di più di 30 anni che pago le bollette tempo fa mi si presenta alla porta una persona che mi allunga una lettera con fare minacchioso,apro c'è un ingiunzione di pagamento o seno stacco della fornitura del acqua,tra altro non ho pagato non pre colpa mia ma della posta che non ha consegnato la bolletta.(TRATTATO PEGGIO DI UN DELIQUENTE)La bolletta successiva mi hanno fatto pegare pure la la mora.Da poco tempo hanno cambiato anche nome alla società chissà il perchè.Quando devono pagare le tasse falliscono.avanti cosi

ercole t., castelmassa Commentatore certificato 03.10.18 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Grazie speriamo di poter eliminare definitivamente abbanoa.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 03.10.18 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Nel frattempo vediamo di diradare il nebbioso mondo delle bollette elettriche, gas, telefonia ecc. ecc. Spesso, le famiglie, consumano la maggior parte della pensione solo per assicurarsi un pò di tepore quando fà freddo, oppure, quando le condizioni non lo permettono, ne fanno a meno.

Antonio Bruno Recupero, san giovanni la punta Commentatore certificato 03.10.18 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Benissimo avanti su qst direzione, attendero' Vs. notizie a tal proposito.

Saluti

FC

Francesco Corrao 03.10.18 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Un risultato qualificante che porta allo scoperto la vera volontà di Forza Italia e del PD

Giovanni V., Rocca Priora Commentatore certificato 03.10.18 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Grandiiii!!!un' altro passo fatto: acqua publica!!!finalmente......😊

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 03.10.18 16:02| 
 |
Rispondi al commento

e qui però bisogna stare attenti. In Sicilia ad esempio esiste l'EAS - Ente Acquedotti Siciliani.... Pubblico, più che pubblico.....
Dove si sono imboscati raccomandati, figli ed amanti di politici e scansafatiche di ogni genere.

Quel tipo di pubblico può essere peggio del peggior privato.

Quindi certamente l'acqua e' un bene di tutti. Ma la gestione deve essere controllata e monitorata a prescindere da chi fornisce il servizio, sia esso pubblico o privato.

Ciro M., Brussels Commentatore certificato 03.10.18 15:47| 
 |
Rispondi al commento

PD.......PD......incominci a capire perchè tanta gente ti ha abbandonato ????

terenzio eleuteri Commentatore certificato 03.10.18 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Federica,
uno delle più importanti PRIORITA' per il BENE dei cittadini onesti che sono costretti a pagare l'acqua per far arricchire i soliti BRAGHETTON, CALTAGIRONE, ecc.., le famiglie delle CASTE dei MAFIOSI e MASSONI, che collusi con i BABBEI e MUMMIE, hanno distrutto l'Italia e gli ITALIANI ONESTI!

giuseppe r. Commentatore certificato 03.10.18 13:56| 
 |
Rispondi al commento

E ci mancherebbe altro! Il ciclo della acque deve essere solo ed esclusimante una prerogativa del pubblico. Speculatori FREE.

Roberto Maccione Commentatore certificato 03.10.18 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Federica,

certe notizie le abbiamo solo dal nostro blog, il resto dell'informazione è al soldo dei ladri: oligarchi, politici corrotti e vigliacchi.

Ti ricordo:

- LE SORGENTI REGALATE ALLE MULTINAZIONALI=CONCESSIONI AUTOSTRADE,

- INQUINAMENTO DELLE FALDE,

- MULTE, BONIFICHE, PENE CERTE,

- PRESCRIZIONE.

BUON LAVORO, ANCORA GRAZIE.

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 03.10.18 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Basta, con la privatizzazione dell'acqua.
Si comincia a far valere la volontà dei cittadini, espressa con il famoso referendum, ignorato dai politici di professione.
Un piccolo passo, verso la volontà dei cittadini.

benito umberto argento 03.10.18 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Forza Ragazzi, sveglia, abbiamo già perso 120 gg per fare una cosa sulla quale avevamo le idee chiarissime e la legge già Scritta.
Forza acceleriamo, non adagiatevi sugli allori.
Volgiamo vedere la Gazzetta Ufficiale con la legge non le solite lamentele che quelli prima non hanno fatto nulla!!

Nelli Tonino 03.10.18 12:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutto il blog,

da come leggo e vedo i nostri CITTADINI PARLAMENTARI, continuano ad incassonare tassello su tassello tutte quelle leggi promesse, GRANDISSIMI RAGAZZI, mentre si sente parlare, a parer mio con tanta delusione, esclusivamente di Salvini e la sua battaglia contro l'immigrazione.
A quanto la riorganizzazione della RAI, per una TV pubblica vera, e a quanto i calci in c...o a tutti i giornalai lecchini, e all'abolizione di denaro pubblico ai giornali?

UN GRANDISSIMO GRAZIE ANCORA, RAGAZZI

W M5*****

maurizio d., Terracina Commentatore certificato 03.10.18 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Bene Federica, teneteci aggiornati. Questo è un tema su cui si deve far chiarezza nelle procedure di assegnazione a molte società create "ad hoc" dal malaffare politico-criminale; in realtà esse non sono altro che dei "carrozzoni" in cui sono stati "sistemati" parenti e amici degli amici dei soliti potentati politici.

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 03.10.18 12:13| 
 |
Rispondi al commento

L'Acqua mai ai privati

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 03.10.18 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo, vedo che vengono confermati i partiti che se ne fregano del volere del popolo. In testa FI e a ruota PD e FdI.
Ma chi credono di essere costoro ad ergersi al di sopra della volontà popolare?

mzee.carlo 03.10.18 11:38| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua che e' uno degli elementi per cui c'e' vita sulla terra ,deve essere gestita dalla collettivita' in quanto bene pubblico.

L'acqua per la terra e' come il sangue per il nostro corpo, e' indispensabile .
Per questa ragione va mantenuta pulita ossia con le proprieta' che permettono la vita.

Nel PIL dovrebbero essere inseriti anche i costi di mantenimento in salubrita' delle nostre acque , dei fiumi e dell'aria , in quanto rendono la Terra Ricca non di soldi ma di VITA .

Nel PIL ,prodotto interno lordo , viene evidenziata la ricchezza del paese in base alla produzione spesso di oggetti ( a volte inutili) ( siamo ricchi se produciamo automobili inquinanti ) invece se depuriamo i nostri fiumi inquinati e, l'aria che respiriamo, e' un costo e quindi da non fare o da contenere.

Sembra che noi umani siamo stupidi ,teniamo piu' agli oggetti che alla nostra vita e salute e questo perche' siamo condizionati dai mezzi di comunicazione ,dove l'economia ed il businness sono l'unica cosa che conta .

Inseriamo nel PIL anche la Ricchezza di avere acqua pulita e sana ,aria respirabile ,cultura ,opere d' arte ,vita ( la ricchezza di avere 60 milioni di persone in Italia ).
Ci accorgeremmo che da Paese sinistrato siamo un Paese Ricco di Vita e Umanita'.

Ma il Sistema Capitalistico Mondiale ci Impone che la Ricchezza e' solo quella legata al Businness e tutto il resto non conta.


Pero' ricordo a tutti che quando si guarda il pianeta terra dall'alto ,si vede un pianeta azzurro e si dice che e' RICCO di ACQUA e quindi di VITA ed al momento, per le nostre attuali conoscenze, e' unico nell' Universo.

Vediamo di mantenerlo tale

Forza M5S difendiamo l'Acqua pubblica e curiamo i nostri fiumi e laghi.


un saluto

Aurelio Colantonio, Avezzano Commentatore certificato 03.10.18 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Bene precisare chi si ha votato contro, così i cittadini si regoleranno di conseguenza anche alle prossime votazioni.

pensieridiunitaliano 03.10.18 11:30| 
 |
Rispondi al commento

i commenti sono inutili ogni paese che dice di essere democratico deve avere l'acqua gestita dallo stato e sottinteso dai cittadini ,altrimenti si potrebbe privatizzare anche l'aria,così per poter respirare toccherà pagare qualcuno.

armando casadei, roma Commentatore certificato 03.10.18 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Perfetto,

come sempre del resto.

W M 5 * * * * *

Vincenzino A., Verona Commentatore certificato 03.10.18 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori