Il Blog delle Stelle
5G, chiusa l'asta. Oggi parte la nuova Italia Digitale

5G, chiusa l'asta. Oggi parte la nuova Italia Digitale

Author di Luigi Di Maio
ore 10:18
Dona
  • 21


di Luigi Di Maio

L'asta per il 5G si è chiusa. Il totale delle offerte ha raggiunto circa 6,5 miliardi di Euro. Una cifra notevole che testimonia una cosa molto semplice: l’Italia ha sete di innovazione, di tecnologia e di futuro. Oggi è ripartita l’Italia Digitale.

Al contempo, però, questa è anche la dimostrazione che in questo campo siamo rimasti indietro e che i vettori, vedendo davanti a loro autostrade deserte, sono disposti a investimenti incredibili.

Il compito di questo Governo è quello di favorire questa trasformazione cruciale che coinvolgerà tutti: non solo i media, ma anche e soprattutto le aziende, che potranno innovarsi con più facilità e che dovranno essere aiutate dallo Stato. Non abbandonare, come avvenuto in passato: le PMI sono la spina dorsale della nostra economia, un patrimonio da difendere.

L’adozione della tecnologia 5G è un’occasione fondamentale per la crescita dell’Italia. Abbiamo il dovere di creare le condizioni affinché il passaggio sia ordinato e avvenga senza ritardi nel rispetto dei diritti di tutti gli attori interessati, avendo come obiettivo prioritario la creazione di una Smart Nation.



bannerdoni5s2018.jpg

3 Ott 2018, 10:18 | Scrivi | Commenti (21) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 21


Tags: 5g, asta, di maio, italia digitale, movimento 5 stelle

Commenti

 

anche il reddito di cittadinanza come lo state strutturando in tutti i dettagli viene snaturato e non è più reddito di cittadinanza, è un'altra cosa...vi state rimangiando piano piano piano tutto...di maio sei imbarazzante.

dario 05.10.18 10:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ripristiniamo tutto...terra acqua e aria...tutta l'azione del governo deve avere come priorità il ripristino, la bonifica di terra aria e acqua,combattere l'inquinamento a tutti i livelli...in tutta Italia i casi di tumore sono tantissimi e sempre di più sono le persone che muoiono... la qualità della vita in alcune realtà è persino compromessa...questo dovrebbe essere la direzione, la strategia la programmazione sul lungo periodo, creare lavoro per ripristinare il territorio, i fiumi, i mari, l'aria... non la cazzata della smart nation, il 5g...queste sono le priorità? vi siete bevuti il cervello... pensate alla salute delle persone, creiamo posti di lavoro per la mobilità a emissioni zero, formiamo persone che sappiano ripulire l'aria, l'ambiente, dovremmo essere visionari, sperimentare cose nuove, usare la fantasia, ricreare l'idea di comunità che sono felici di vivere nelle proprie città perché l'aria è pulita...poi 'sta puttanata della cittadinanza digitale, dobbiamo essere iperconnessi...ma perché? fatemi capire? perché?la più grossa disgrazia per il movimento 5 stelle è avere di maio come capo politico e vice presidente del consiglio. Il non essere critici su certi comportamenti di Salvini non fa bene al movimento 5 stelle, non fare autocritica non fa bene al movimento 5 stelle, vedere nelle nuove tecnologie solo grandi possibilità senza allo stesso tempo individuarne i pericoli non fa bene al mov 5 stelle...sono lucano e devo dire che qui si stanno facendo immensi parchi eolici senza che ci siano controlli adeguati, stanno letteralmente devastando un territorio bellissimo in nome del dogma dell'energia alternativa pulita(che poi è tutto da vedere se sia veramente tale)..ci sono esponenti del mov 5 stelle come la Lezzi, Fico, Di Battista che difendono le battaglie del movimento, e poi c'è di maio che piano piano si rimangia tutto...purtroppo gli italiani il 4 marzo avrebbero dovuto dare più voti al m5s perché l'alleanza con salvini è imbarazzante come di maio

dario 05.10.18 10:47| 
 |
Rispondi al commento

tornate indietro se fa male...prima la salute e caro Luigi finiscila con 'ste puttanate della smart nation... per favore...fate quello che avete promesso sulle grandi opere...bloccatele tutte...bonifichiamo, tuteliamo la salute e l'ambiente, rimettiamo prima in sicurezza ciò che già c'è, combattiamo il dissesto idrogeologico con un grande piano nazionale, abbattiamo ciò che è pericoloso, ripristiniamo, monitoriamo e sistemiamo le infrastrutture, gli edifici pubblici e privati che ci sono con criteri antisismici...poi pensiamo a fare cose nuove se servono veramente e non fanno male...la terra dei fuochi? a quando le bonifiche di tutti i territori contaminati...spero quanto prima ti faccia da parte, mi sto pentendo di avervi votato...fate provvedimenti facendoli passare per eclatanti come il taglio e non l'eliminazione dei vitalizi ma sono cose meramente simboliche...se volete mettere mano alla Costituzione eliminate il pareggio di bilancio, quella sì sarebbe una misura importante...il bulletto leghista poi? mi ero illuso...toninelli devo dire veramente inadeguato...

dario 05.10.18 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi,

credo che tu non sappia, cosa significhi la tecnologia 5G per la nostra salute.
Invece di pensare ai soldi, pensa a salvaguardare la salute degli italiani e del pianeta.
Se sei a favore del 5G, accetti di farci vivere tutti quanti in un forno a microonde.
Tu ti siederesti in un forno a microonde?
Sono molto deluso del vostro atteggiamento nel settore salute. Siete a favore dell'industria chimica e considerate poco la medicina complementare.
Spero che ci ripensiate.
Cordiali saluti

Egon - Sudtirolo


...mi chiedo quanto avrebbe incassato il vecchio governo, al netto delle tangenti.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 04.10.18 06:10| 
 |
Rispondi al commento

"Studi scientifici dimostrano che il 5g molto probabilmente fa male, io
credo che non sia il caso che venga praticamente sperimentato nelle città
italiane finché il mondo scientifico non avrà la conferma che è innocuo. Il
paese può crescere anche senza 5g, prima della crescita e dell'innovazione
viene la salute, è la tecnologia al nostro servizio non visceversa, non
dimentichiamocelo. E soprattutto visto che siete dalla parte del popolo il
popolo ascoltatelo e soprattutto ascoltate la scienza vera, non quella del
progresso a tutti i costi."

Veronica Duranti Commentatore certificato 03.10.18 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Studi scientifici dimostrano che il 5g molto probabilmente fa male, io credo che non sia il caso che venga praticamente sperimentato nelle città italiane finché il mondo scientifico non avrà la conferma che è innocuo. Il paese può crescere anche senza 5g, prima della crescita e dell'innovazione viene la salute, è la tecnologia al nostro servizio non visceversa, non dimentichiamocelo. E soprattutto visto che siete dalla parte del popolo il popolo ascoltatelo e soprattutto ascoltate la scienza vera, non quella del progresso a tutti i costi.

Veronica Duranti 03.10.18 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Il 5G dovra' servire a recuperare il gap nei confronti del resto d'Europa. Che si faccia pero'con una omogenea distribuzione sul territorio.

Roberto Maccione Commentatore certificato 03.10.18 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere che impatto avrà sulla salute. Ho letto articoli molto negativi

undefined 03.10.18 14:01| 
 |
Rispondi al commento

bella " botta" poco pubblicizzata ...chissa' perchè ..brucia a qualche " competente " ?

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 03.10.18 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Ci affidiamo alla vostra serietà e voglia di far bene, sarebbe ora che l'Italia diventasse un paese moderno e togliersi di dosso quel velo grigio di "immobilismo"!
Stai sempre attento Luigi, non abbassare mai la guardia.

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 03.10.18 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Bene Di Maio, però sarebbe meglio, anche per le casse dello stato, se fossero ammesse ad una "regolare" asta anche le frequenze televisive, limitando la proprietà solo agli imprenditori puri dell'informazione.

È meglio ancora se fossero messe all'asta anche le aree demaniali, l'acqua delle nostre SORGENTI, CHE È IL NOSTRO ORO ED ANCORA OGGI REGALIAMO ALLE MULTINAZIONALI, ecc... ecc...

Sarebbe un toccasana per le casse dello stato ed una equa ripartizione delle tasse.

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 03.10.18 12:05| 
 |
Rispondi al commento

EVVIVA IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO E DELLA LIBERTA.

Giuseppe C., Sinalunga Commentatore certificato 03.10.18 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Nel blog ci sono sempre i soliti retromarcia contenti del non fare niente. L'avvio del 5G portera' lavoro e innovazione, per quanto riguarda le possibili contaminazioni penso che al governo spetti sempre il controllo se queste tecnologia porteranno poi danni alla salute derivante dall'uso continuato, ma come in tutte le cose...comprese le sigarette che oggi (come chi scrivono sopra) come ieri un 50% dei cittadini continuano sempre a fumare.

Giorgio Cappello 03.10.18 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia saggio ascoltare il parere degli scienziati e prendere sempre in considerazione il "principio di precauzione".
http://www.isde.it/richiesta-moratoria-per-le-sperimentazioni-5g-su-tutto-il-territorio-nazionale/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29402696
https://comune-info.net/2018/07/le-cavie-di-5g/
La malattia da elettrosensibilità è in vertiginoso aumento e la "sindrome da sensibilità chimica multipla" (nella quale l'elettrosensibilità è determinante) è riconosciuta come invalidante in diverse regioni italiane, con aggravio di spesa in aumento per il SSN.
http://www.regione.lazio.it/malattierare/allegati/rapporto_lazio_malattie_rare_2015.pdf
La trasformazione, logica giusta e inevitabile, va affrontata anche con metodologie e tecnologie che offrono la totale sicurezza per la salute pubblica.

laura p., nettuno Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.10.18 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Invece secondo me, caro BUM BUM, è colpa tua che dici cavolate

Antonietta Barbini 03.10.18 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Non pensate ai danni per la nostra salute derivati dal 5G?
Informatevi prima di cantare vittoria troppo presto e provvedete in tempo.

Michele Di Bilio, Caltanissetta Commentatore certificato 03.10.18 10:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori