Il Blog delle Stelle
Un miliardo e mezzo per rifare completamente i centri per l'impiego

Un miliardo e mezzo per rifare completamente i centri per l'impiego

Author di Luigi Di Maio
ore 17:20
Dona
  • 38

di Luigi Di Maio

Quello nella foto accanto è Mimmo Parisi, un professore di origini pugliesi che lavora da 30 anni in America. È il direttore della National Strategic Planning and Analysis Research Center e si occupa dei centri per l'impiego degli Stati Uniti, che sono un modello di efficienza. Ci darà una grossa mano per fare i nuovi centri impiego dell'Italia. Un mix di innovazione tecnologica e ristrutturazione completa di questi centri. Abbiamo un miliardo e mezzo da investire per questa missione.

Grazie al Reddito di Cittadinanza, inserito nella Manovra del Popolo, e ai nuovi centri per l'impiego reintrodurremo e avvieremo al lavoro milioni di italiani. Sono entusiasta perché stiamo facendo quello che abbiamo promesso in campagna elettorale a dispetto di chi diceva era impossibile!



bannerdoni5s2018.jpg

28 Set 2018, 17:20 | Scrivi | Commenti (38) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 38


Tags: centri per l'impiego, di maio, m5s, Reddito di Cittadinanza

Commenti

 

Personalmente ho lavorato per 5 anni al centro di ricerca NSPARC, Mississippi State University, come Associate Researcher and Visiting Professor (J-1) ed ho assistito in prima persona alla sua crescita organizzativa e come budget di ricerca, sino a gestire l'anno scorso 40 mln di dollari di ricerche con 60 fra impiegati di alto livello intellettuale e scienziati di ogni campo scientifico. Conosco molto bene il direttore e prof. Mimmo Parisi (carissimo amico sin dal 2000), e conosco molto bene il lavoro di riqualificazione tecnologica e del layout delle workforce agency nel Mississippi operato da NSPARC e sotto il governatore Phil Bryant. I risultati sono stati eccellenti, domanda ed offerta di lavoro sono in stretto collegamento, e nella piattaforma disegnata da NSPARC, il governatore con un click ha sempre sott'occhio cosa succede nel mondo del lavoro del Mississippi, oltre a porre analisi statistiche di eccellenza per capire cosa va bene e cosa va' male, ma senza aspettare mesi o anni! Parte di questo progetto e' stato voluto anche dal Colorado, sotto la direzione di Jonathan Barlow, e altri stati vorrebbero averlo in house. Questo progetto e' iniziato nel 2008, seguito da altri per aumentarne la potenza e l'efficacia, compresa una app per tutti gli utenti. In seguito, ha poi avuto il riconoscimento di eccellenza come "know how e best practice" sia dal ex presidente Obama che dall'attuale Trump, e vi posso garantire che gli americani non fanno regali e favori a nessuno quando si parla di meritocrazia, meno che mai ad un professore italiano emigrato verso gli USA nel 1992-1994. In conclusione, se il governo dovesse affidare il contratto ad NSPARC vi posso garantire che la riuscita sara' certa sicura in termini di efficienza e potenza tecnologica, e scandenza nella consegna dei lavori. Ad NSPARC non abbiamo mai presentato un lavoro in ritardo, su questo Mimmo non transige, rischi il lavoro se sei ...a little bit late!

Giorgio Cappello 03.10.18 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Paesi più evoluti e meglio organizzati di noi hanno già affrontato, e meglio risolto, nel campo "lavoro" problemi di "indirizzi lavorativi - formazione - centri per l'impiego - assistenza per la in/re-introduzione al lavoro - offerta.
Conoscere e mettere in pratica le loro esperienze (con le necessarie attenzioni) significa giungere prima alle soluzioni, risparmiare errori, non strapagare mega consulenti. (vie logiche ma "poco" percorse dai precedenti governi).
Meglio consultare un medico che iscriversi a medicina per sapere, tra anni, come curarsi, o no?

pensieridiunitaliano 02.10.18 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Da ex impiegato negli uffici del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale vorrei far notare uno spreco immenso di risorse pubbliche inserendo un mio commento: Vorrei far notare che un grossissimo risparmio per le casse dello Stato, sarebbe di intervenire sugli affitti degli uffici pubblici in favore dei privati che "Speculano" su tali affitti. Lo Stato è proprietario di immobili e terreni in tutte le città d'Italia, capoluogo di provincia e non. Ogni anno si spendono decine di miliardi per i soli affitti. Allora che si costruiscano cittadelle degli uffici pubblici dove allocare tutti gli uffici delle provincie italiane, così facendo si risparmierebbero miliardi di euro, si darebbe forza all'edilizia controllata, si avrebbero uffici pubblici a norma di legge ma, soprattutto si libererebbero migliaia di appartamenti nei centri storici delle città ed i privati sarebbero costretti ad abbassare gli affitti. Ne trarrebbe grande beneficio il popolo italiano e lo Stato risparmierebbe miliardi all'anno, ripartirebbe l'economia con le costruzioni e si potenzierebbero i servizi pubblici per collegare le città con le "CITTADELLE DEGLI UFFICI" dove i cittadini senza tanti spostamenti avrebbero tutti gli uffici a portata di mano, dove poter sbrigare le proprie pratiche in una mattinata senza gli innumerevoli spostamenti per andare da un ufficio all'altro.

Pancrazio Di Bennardo, Trappitello di Taormina Commentatore certificato 01.10.18 13:54| 
 |
Rispondi al commento

spero che venga utilizzato un software esistente, magari tradotto in italiano (che sia americano o olandese o catalano poco importa), altrimenti in sei mesi neanche cominci a scrivere una riga di software!

rino 30.09.18 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Mi raccomando non buttiamo soldi come hanno fatto finora, piazzando familiari e popolino che ha venduto il voto per una bandierina colorata del partito, una colazione a sacco e il biglietto dell'autobus per andare a far numero al corteo dei babbioni.
Il CAMBIAMENTO in questo paese non si vedrà con lo sfoltimento delle leggi, non si vedrà con le manovre a furor di popolo, e non si vedrà con la legge anticorruzione....il vero CAMBIAMENTO sarà nel controllare che le leggi vengano applicate, controllare che chi evade va in galera, controllare che chi percepirà il rdc non si sia fatto villa, macchino e yacth lavorando in nero, controllando che chi dirige pubblica amministrazione e partecipate non sia solo in carriera dovuta per rappresentanza di partito, ecc ecc
Altrimenti sarà cambiato solo chi comanda!

Alberto R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 30.09.18 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Un consiglio. Sarebbe bene anche considerare il "sistema duale" tedesco, ossia il sistema scuola-azienda, per la formazione professionale dei giovani. Questi si candidano direttamente (o attraverso i centri di impiego) presso le aziende con cui firmano un contratto di formazione professionale. Per un periodo di 3 o 4 anni frequentano la scuola professionale e l´azienda con cui si sono accordati. Quest´ultima li forma da un punto di vista pratico e la scuola da un punto di vista teorico. L´azienda paga un salario mensile al giovane ed alla fine lo assume volentieri perché sa di averlo qualificato in proprio. Nel frattempo il giovane ha anche conseguito un diploma scolastico. Un discorso simile vale per gli adulti disoccupati. Questi ricevono un salario di disoccupazione (o reddito di cittadinanza o come dir si voglia)dal centro per l´impiego che contemporaneamente cerca loro un posto di lavoro, se possibile in base alla qualificazione del disoccupato. Oppure gli vengono proposti altri lavori che il disoccupato sarebbe in grado di fare. Se questi rifiuta per 3 volte l´offerta perde il salario di disoccupazione e viene escluso dal mondo del lavoro. Altra possibilitá per il disoccupato é quella di farsi riqualificare quando, ma non solo, per esempio per ragioni di salute non é piú in grado di svolgere un determinato mestiere. In questo caso il centro per l´impiego concorda con il disoccupato la nuova professione e lo manda in un centro (non scuola) di qualificazione professionale. In questo caso il disoccupato frequenta per qualche mese, massimo un anno, il suddetto centro. Il centro per l´impiego finanzia la qualificazione e paga nel frattempüo il salario di disoccupazione al disoccupato. Se questo "sgarra", ossia non frequenta il centro di qualificazione, perde tutto: la qualificazione e il salario di disoccupazione. Questo é un sistema efficiente che funziona da sempre in Germania e dal quale sono esclusi automaticamente i furbetti.

Francesco Macchiarola 30.09.18 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Centri per l'impiego.
Centri per L'Impiego.
Centri per l'impiego.
Come dovranno essere, cosa dovranno fare, a cosa servirà il miliardo e mezzo.
Compriamo le scrivanie, i compiuter, assumiamo i giovani.
Qual'é l'idea da sviluppare?
Non dite che dovranno fare i corsi ai disoccupati.
Non polverizziamo i denari.


Sono d'accordo con mario.m e con carol.
Cara Italia e cari italiani disoccupati, un grosso in bocca al lupo per tutti, poiche' in questa faccenda dei centri per l'impiego, l'Italia e' solo una debuttante, COSI' COME LO SONO TUTTE LE NAZIONE DEL QUARTO MOMDO. Pero' abbiamo finalmente iniziato, che per un paese come l'Italia tra i piu' lenti nel mondo, e' comunque qualcosa...
La butto li' per chi ha orecchie per intendere (non parlo alle orecchie di chi legge ilblogdellestelle poiche' costoro hanno gia' orecchie avanzatissime, parlo ai debuttanti deputati e senatori che rappresentano M5S): LA FORMAZIONE AVANZATA LA POSSONO FARE SOLO LE AZIENDE!!! FINCHE' SI TRATTA DI CORSI AVANZATI NELL'UTILIZZO DI SOFTWARE BASE (DA EXCEL A UN AVANZATO SOFTWARE DI ACCOUNTING O ALTRO), DI QUESTA FORMAZIONE SI PUO' OCCUPARE IL SERVIZIO PUBBLICO, PER TUTTO IL RESTO INVECE O LE AZIENDE PRIVATE ITALIANE SI ATTIVANO IN AUTONOMIA PER LA FORMAZIONE CHE LORO NECESSITA E NECESSITERA' NEL MEDIO-LUNGO TERMINE OR THEY WILL GET FUCKED!!!

Sara Paravizzini 29.09.18 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Tenete lontano i centri per l'impiego da privati, sindacati, cooperative e CAF vari vedete anche come funzionano in Olanda.

Annunziato MANFREDI 29.09.18 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Grande Luigi d'accordissimo con questo post, avanti tutta.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 29.09.18 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Caspita Luigi, sei davvero SUPER!

mauro bertoni, Trieste Commentatore certificato 29.09.18 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Signori, rivedere i centri impiego con innovazione tenere lontano la corruzione ,le graduatorie per l'avviamento a lavoro controllate anche da volontari cittadini per esempio i pensionati.

giovan battista foti (), Carini Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 29.09.18 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Partire subito con l'organizzazione dei centri per l'impiego e poi passare al reddito di cittadinanza , altrimenti si potrebbe configurare un flop colossale. Il lavoratore che poi dovrà essere impiegato non si aspetti di fare il suo vecchio lavoro: dovrà pi esercitarsi un controllo sui lavoratori occupati e il lavoro effettivamente prodotto. Al caro luigi vorrei dire che non siamo in Germania e lo svicolo dalle responsabilità è endemico in gran parte della ns popolazione.

Michele Rinella 29.09.18 12:45| 
 |
Rispondi al commento

I centri per l'impiego sono assurdi nin ci sono parole per descriverli. In bocca al lupo al direttore Parisi. Ma quali saranno i requisiti per ottenere il reddito di cittadinanza? Vale l'isee ?( se fosse così va prima modificato perché si può essere disoccupati e avere un isee alto a causa della casa di proprietà invece il disoccupato che vive in famiglia avrebbe 780 euro ma lui non paga le bollette) vi rientrano gli inattivi?. 10 miliardi sappiamo tutti che non coprono più di 6 milioni di persone. Sicuramente essere arrivati al 2.4 nel rapporto deficit/pil è un successo ma ora si entra nei dettagli della manovra ( rdc , riforma pensioni , fisco ecc)Speriamo non sia gattopardesca" bisogna che tutto cambi perché tutto rimanga com'è". Credo nel m5s non deludeteci

Paolo Graziosi, Roma Commentatore certificato 29.09.18 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Prima di erogare fondi ai centri per l'impiego, VANNO RIPULITI E RIFORMATI!

Se per formazione intendete replicare il sistema formativo regionale, Vi prego lasciate perdere, buttate soldi!

A mio avviso occorre:
- ricambio totale degli operatori (servi della politica);
- confronto con piccole- medie industrie per recepirne le reali necessità lavorative;
- coordinare l'esigenza aziendale con la formazione da fare all'interno dell'azienda stessa;
- via gli enti formativi regionali, almeno i 2/3 che erogano solo stipendi per dipendenti nulla facenti.
- ridurre il numero delle agenzie interinali, sono troppe rispetto alla domanda.
- corsi di lingua inglese obbligatori nella formazione, con almeno il 40% delle ore dedicate.


Le cose da fare sono tante ed ognuna presenta difficoltà diverse. Aspettiamo i tempi di attuazione. 5Stelle e Lega stanno attuando il contratto di governo e lo attueranno perchè i nostri politici sono persone serie e così spero quelli della Lega che finora si sono dimostrati coerenti. Vaccini ed altri provvedimenti ostici verranno risolti nel miglior modo possibile. Abbiammo fiducia nei nostri eletti ed andiamo avanti uniti.

Vittorio D'ALO', Milano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 29.09.18 08:27| 
 |
Rispondi al commento

Dovrete fare i conti con le agenzie interinali private, che guadagnano con i dipendenti assunti dalle imprese.
I cittadini dovranno iscriversi ai centri per l'impiego, per essere immessi sul mercato del lavoro. Parimenti gli imprenditori dovranno offrire sempre attraverso questi centri.
Dovranno essere dotati di software unico, funzionante e facile da utilizzare. Servono informatici per una buona informatizzazione. Poi controlli rigidissimi, sul funzionamento di ogni sede.

newmail ***** Commentatore certificato 29.09.18 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Sei grande Di Maio, tutti voi lo siete. Ministri incredibili, tu per primo e poi Bonafede, Grillo, Toninelli, Fraccaro, Lezzi, Trenta e altri e ancora altri con incarichi Di Manlio, Sibilla, o no, tutti insomma. Tutti giovani che non sarebbero mai stati accolti nelle file dei vecchi Partiti. Perciò, onore e gloria a Beppe e Casaleggio che hanno consentito e voluto che ciò accadesse. Ora l'italia e gli italiani tutti possono dire di avere finalmente il Governo che li rappresenta in pieno, il nostro governo, quello dei cittadini. Grazie.

mario m. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 29.09.18 06:34| 
 |
Rispondi al commento

MA NO COSA FATE? I centri per l'impiego vanno benissimo! Sono strategicamente perfetti! Un capolavoro di abilità sindacale! Migliaia di persone con la tessera PD a scaldare sedie 4 orettine 3/4 giorni la settimana, 500 Kg al mese di promesse ai disoccupati stranieri, 150 Kg di speranze ai disoccupati italiani, 1 solo Kg di benevolenza ai pensionati bisognosi poi un 30% ci crede e li premia in cabina elettorale!!

Dall'Olio Ermes 29.09.18 01:20| 
 |
Rispondi al commento

Ricordate di onorare TUTTI gli impegni presi in campagna elettorale! Vaccini inclusi! Al momento mi risulta un intervento molto scarsino e molti elettori si sentono presi per i fondelli.
Non sottovalutate la questione!
Ma non dovevate ABOLIRE LA legge LORENZIN?
E non dovevano essere #tuttiascuola??!

Silvia C., Ravenna Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 28.09.18 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Grande Luigi. W il M5S.

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 28.09.18 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione, nei centri per l'impiego (ex uffici di collocamento) si annidano ed hanno messo radici frotte di nullafacenti raccomandati e protetti dai potentati locali. Per farli funzionare sará indispensabile un bel repulisti e l'immissione di elementi preparati: meritocrazia e responsabilitá. In assenza di risultati concreti si torna a casina.
In subordine, non serviranno se non a tornare ad essere degli stipendifici.

Pier Maria Bologna 28.09.18 21:39| 
 |
Rispondi al commento

quello che minda in bestia è ascoltare CONDUTTORI E ASSOCIATI affermare ..da quando si parla di rdc..che i centri per l impiego non funzionano ( da anni considerato solo poltronificio) per cui come sia fa per il rdc ? QUESTE MISERIE UMANE mica se la prendono con chi non si è mai preoccupato di farli funzionare ...no attaccano chi vuol rimetterli a fare il proprio lavoro seriamente ...SI " GIORNALISTI"= MISERIE UMANE E NON MI SCUSO

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 28.09.18 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo VicePremier DiMaio sin sarei intenzionato a rimanere idan Italia ad aprire una sede Mesmer University a Roma e preparare webmaker webmaster a livello #mediasuperiore e #IngInformatici da mettere come Direttori nei #centriperlimpiego.Chiedo di delegare il Sindaco Raggi a darmi l'utilizzo di una sede operativa da subito a disposizione.Insegnare la rete di collegamento nel campo nazionale con richieste e offerte di lavoro.E in piu' formazione ScienzaAlimentazione risparmio per la Sanita' di miliardi molte richieste per giornalismo professionista fisioterapia fisiologia estetica tecniche laser macchine ginnastica passiva per riabilitazione esperti arte economia finanza commercialisti tecnici di ogni settore da avviare con corsi velicissimi con Maestri diretti meccanica falegnameria fabbri restauratori rappresentanti publicrelations lingue a presto all'opera con il Governo almeno per 10 anni ritorneremo il numero due nella NUOVAEUROPA ritorni ComunitaEuropea Chi ha il maggiore PIL aiutera'gli altri Stati Fratelli

Antonio Interdonato 28.09.18 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Io spero solo che arrivi in tempo.... non tanto per l'importo mensile quanto per l'avviamento ad una formazione e ad un conseguente lavoro. perché ciò che toglie la dignità di un uomo non è la mancanza di denaro quanto la mancanza di lavoro. Sentirsi inutile agli occhi di un figlio, rimanere a casa quando tutti escono per andare al lavoro. Per strano che possa essere ci si sente meglio solo la domenica quando la maggior parte delle persone non lavora e ci si sente, in quel giorno, un po' più uguale agli altri....


Prego di avvisare la Ministra della Salute Grillo, che nelle sedi del PD hanno bisogno di Malox e ansiolitici....in 24 ore hanno esaurito le scorte...

Giuseppe Pasquali 28.09.18 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna portare l'assegno di disoccupazione agricola alla stessa stregua, abbiamo lavoratori stranieri (bulgari, romeni, ecc) che assunti con 102 gg agricoli, percepiscono 10 mila euro

Domenico Palermo 28.09.18 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Dovranno ricredersi Luigi! Loro e i gli amici "speculatori dell'alta finanza", famelici squali che non si soddisfano mai di denaro!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 28.09.18 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Tutti sembrano essersi dimenticati che i Centri per l'Impiego hanno cominciato ad essere inefficienti anzi inutili da quando sorsero (anni 80 ) le Agenzie Interinali che tuttora esistono e forniscono Personale praticamente " in affitto ", ovviamente guadagnandoci sopra....Me lo ricordo bene per aver vissuto la mia attività da dirigente proprio in quegli anni. E, a proposito di lavoro, in quegli anni in tutti i contratti di lavoro c'era un periodo di prova che andava da 15 giorni/ un mese per i lavoratori "normali/operai/servizi..) fino a 3-6 mesi per Quadri e Dirigenti. Dopodichè li dovevamo assumere a tempo indeterminato. Tutto andava benissimo. Oggi i Datori di lavoro si lamentano per i periodi a tempo determinato - praticamente in prova - se dura meno di 3 anni....

agostino morelli 28.09.18 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Non mi fido degli americani; spero di sbagliarmi.
buon lavoro.M.L.Z.

mario l., lodi Commentatore certificato 28.09.18 18:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non conosco Mimmo Parisi e gli auguro di riuscire nel riformare i Centri per l'Impiego italiani. Però so, leggendo siti americani come quello di Paul Craig Roberts, che la disoccupazione in USA non è del 4% come riportato dal Governo USA e dai MSM ma supera il 21%. (La differenza viene dal sistema di calcolo: per il governo USA uno che non cerca lavoro da qualche settimana è consideraro occupato. (gli sfiduciati non contano)). Un po' come ha fatto Renzi: se lavori una sola ora la settimana per il Job Act (sic!) sei occupato.
In ogni caso, i miei migliori auguri.

giorgio peruffo Commentatore certificato 28.09.18 18:37| 
 |
Rispondi al commento

I nemici del popolo rosicano alla grande!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.09.18 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Devono essere chiusi dopo rigorosa analisi di bilancio e risultati ottenuti in termini occupazionali, la maggior parte degli Enti Formativi Regionali accreditati. SONO SOLO UNO SPRECO DI DENARO!!! Se si interviene sui centri per l'impiego, la formazione deve avvenire tra questi e le aziende interessate ad assumere personale. A che servono questi Enti carrozzoni?

Carol 28.09.18 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Avrà un compito molto importante da risolvere.
Onorevole Luigi, date anche attenzione alla fatturazione elettronica.
Pare che Sogei non sia in grado di offrire un programma semplice da far utilizzare ai contribuenti e ad oggi non ha approntato un servizio soddisfacente.
Sogei, se non erro, riceve molti soldi dallo stato, ma non è che abbia dirigenti come il Mef?

newmail ***** Commentatore certificato 28.09.18 18:00| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori