Il Blog delle Stelle
Salviamo la Rete dal bavaglio europeo: la battaglia ricomincia

Salviamo la Rete dal bavaglio europeo: la battaglia ricomincia

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 54

di Movimento 5 Stelle Europa

L’Europa dei banchieri e dei lobbisti ha scelto la sua preda: il web libero. Anziché scardinare i paradisi fiscali e salvare in modo serio il diritto d’autore, il Parlamento europeo con un voto previsto oggi rischia di usare il copyright come una mannaia dei diritti dei cittadini.

Lo scorso luglio ha perso chi voleva approvare una riforma liberticida, senza dibattito e senza la possibilità di presentare emendamenti. Alla politica di “gendarmeria" noi opponiamo quella della libertà. Ecco perché, dopo la vittoria del rinvio del testo in Commissione, abbiamo presentato delle modifiche al testo dall’europarlamentare tedesco del PPE Axel Voss.

Per noi è prioritario eliminare sia l’articolo 11, che prevede l’introduzione della cosiddetta #linktax, sia l’articolo 13 che mira ad introdurre una responsabilità assoluta per le piattaforme, nonché un meccanismo di filtraggio dei contenuti caricati dagli utenti. Non è tollerabile che si metta a repentaglio la libertà di espressione su Internet, cercando di imbavagliare la rete con norme che rischiano di essere anacronistiche ancora prima di essere implementate perché le nuove tecnologie evolvono in modo più rapido. Questi emendamenti verranno votati domani.

Per rendere più equa la concorrenza fra autori e colossi digitali americani dovrebbe piuttosto impegnarsi per combattere i paradisi fiscali, spesso anche interni all’Unione. La soluzione è far pagare le giuste tasse ai colossi del web abolendo i paradisi fiscali presenti in Europa e applicare in modo puntuale la normativa antitrust, altro che censura di Internet! Invece, si vuole mettere il bavaglio alla rete e guarda caso a pochi mesi dalle elezioni europee. Il web deve rimanere uno spazio di condivisione libero e aperto, che non può essere controllato da pochi soggetti privati a cui viene conferito il potere di decidere che cosa può essere caricato sul web o no. Di chi hanno paura?

Gli artisti e i creatori, come tutti i lavoratori, devono essere adeguatamente ricompensati per il proprio lavoro. Per questa ragione il Movimento 5 Stelle ha presentato un emendamento in difesa del diritto di autore. Noi contestiamo il mezzo attraverso il quale si intende raggiungere questo obiettivo. Ecco perché, se il Parlamento europeo approverà i nostri emendamenti di rigetto degli articoli 11 e 13, voteremo a favore della proposta di direttiva e allo stesso tempo avremo salvato il web e la libertà dei cittadini.



bannerdoni5s2018.jpg

12 Set 2018, 09:28 | Scrivi | Commenti (54) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 54


Tags: copyright, europa, google, internet, linktax, m5s, movimento

Commenti

 

Cari Cinque Stelle dovete ricordarvi che nel contratto firmato assieme alla Lega avete stabilito che chi evade va in galera. A quando la nuova legge?
Solo così si può accettare un condono (che di questo si tratta ) solo alle persone che veramente erano in difficoltà,
Altrimenti siamo alle solite manfrine parlamentarie, sono e siamo stufi di esser presi in giro, se questo Governo dice di esser del cambiamento,e non fa le cose che avete scritto, a che santo dobbiamo votarci, la prossima volta che si andrà al VOTO?

franco vratogna 20.09.18 12:22| 
 |
Rispondi al commento

INTERNET LIBERO! Sono tante le petizioni, che sono nel WEB, ma quelle sulla libertà di Internet sono fondamentali, firmiamo!
Firma lo strumento della censura - #SalvaInternet:
https://www.change.org/p/saveinternet-internet-e-in-pericolo-e-tu-puoi-salvarlo-europarl-en?recruiter=44558878&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=sign_checkbox.lightning_share_checkbox_quote.control&utm_term=triggered

Santo Mazzotti, Remedello Commentatore certificato 15.09.18 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Vi consiglio di visitare il sito Chatta.it di Marco Lonardoni e vedere che tipo di chat esistono ancora sul web. Luoghi senza controllo dove le bande criminali di hacker fanno quello che vogliono e guadagnano montagne di soldi con le pubblicità a scapito degli ignari comuni utenti che ci entrano. Mi chiedo come sia possibile che alle soglie del 2020 siti del genere siano in balia di questa feccia che fa il bello e il cattivo tempo, nessuno fa niente, voi compresi e questo è inaccettabile. Ma vi rendete conto che questi personaggi usano foto rubate e migliaia di nick falsi coi quali si mettono centinaia di likes da soli per ottenere credibilità e hanno così la possibilità di influenzare l'opinione di chiunque?!? La stessa cosa avviene anche su facebook e youtube, vi consiglio di controllare il sito chatta.it e possibilimente chiuderlo! Basta leggere la bacheca 10 minuti per rendersi conto che sono tutti fake utilizzati per aspettare il coglione di turno che sarà tormentato con scherzi telefonici e ogni sorta di abuso della privacy, tutto questo mentre nessuno fa niente! Continuate ad essere complici di questi criminali e occuparvi di cose di facciata, fino a che questo non sarà chiaro a chiunque! Buona serata Beppe Grillo.

Rosa Dati 13.09.18 13:56| 
 |
Rispondi al commento


La soluzione ai diritti d'autore ci sarebbe, se fosse questo l'obiettivo vero.
Tuttavia, mi stupisce la stupidità e ottusità di questi centri di potere: sono così vecchi i loro sistemi neuronali da impedirgli di connettersi con la realtà che li circonda. Insomma, credono di fermare l'acqua con le mani, come se fosse possibile davvero controllare la rete.
Ma è così?
Davvero non ci arrivano?
E non c'è nessuno tra i loro consigliori che abbia il coraggio di dirgli la verità?

"Oh, eminenza, Gran Maestro della muratura in calciostrunzo, Cavaliere della Spada di credito, sacro lume della Rosa circoncisa s.p.a, Croce della Santissima Latrinlateral e vessillo canino rothweiler....... nonostante tutti i soldi che hai, non puoi arginare il mare, né evitare la morte!"


Io mi aspetto sempre una ''rappresaglia hacker'' da parte dei pirati informatici. Quando il potere la fa fuori dal vaso bisogna tagliargli il.....!

Il Barone Zazà 13.09.18 04:47| 
 |
Rispondi al commento

Scusate provo commento

ALBERTO G., Teolo Commentatore certificato 13.09.18 00:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come al solito vogliono usare il "cavallo di troia ",nascondere il veleno dentro uno zuccherino facendo passare una legge giusta che protegge il copyright associandola a norme contro la libertà ed il cittadino.
In Italia è cosa vecchia,come quando il buon Renzi voleva fare la riforma della costituzione incantando gli elettori con l'eliminazione del senato e la riduzione dei parlamentari.
Non siamo nel parlamento italiano,ma in quello Europeo.ma la musica non cambia.

Amedeo De Francisci, Messina Commentatore certificato 12.09.18 21:13| 
 |
Rispondi al commento

prova...
...scusate

Daniele B., Tarcento Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.09.18 19:42| 
 |
Rispondi al commento

hanno paura della nuova forma di essere politica;stanno pagando tutti gli stati il non adeguamento alla gestione dello stato.:sono impreparati;corrono il rischio di essere sommersi enoi con loro

franco bazzani (), seregno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.09.18 16:39| 
 |
Rispondi al commento

@ PAOLETTO (CON LA P MAIUSCOLA E) Z. CROCHETTA CHETTA, CHETTA, CHETTA

Max Stirner
Di maio ha all' incirca l'età del mio primo figlio;

- TI SUGGERIREI, COME DOVREBBE FARE OGNI PADRE CHE NON HA FATTO LA PROVA DEL DNA, DI PRECISARE TUO "FIGLIO ANAGRAFICO". I PADRI GENETICI NON POSSONO SCEGLIERSI CHE FIGLI AVERE, MA NEPPURE I FIGLI POSSONO SCEGLIERSI IL PADRE; A VOLTE, STUPISCE LA MADRE CHE SI RENDE DISPONIBILE A GENERARE CON ALCUNI MASCHI. UN PROVERBIO CHE DICE: "DIO LI FA E POI LI ACCOMPAGNA", SPIEGHEREBBE IL FENOMENO.

io scrivo sempre Giggino con la maiuscola. E di Maio è uno che è uguale a uno.
Una curiosità, sei sicuro di aver l'età di poter essere mio padre, dato che mi dici Paoletto?

-ALLORA VEDIAMO. PER ESSERE TUO PADRE DOVREI ESSERMI ACCOPPIATO CON TUA MADRE. PARAFRASANDO F.LASSALLE, "A VOLTE, DA UNA AQUILA, NASCE UNA GALLINA". PER TALE RAGIONE NON ESCLUDO CHE TUA MADRE POSSA ESSERE STATA UNA "AQUILA" E QUINDI DI ESSERMI CON LEI ACCOPPIATO, GENERANDO UNA GALLINA, CIOE' TU.(MEGLIO SAREBBE DIRE "PRODUCENDO).

E non ti ho mai visto riprendere i commentatori pre accordo con la lega; prima di 100 gg fa, le ingiurie per i leghisti erano il pane quotidiano; ripeto, se Renzi non si metteva in mezzo, SI FACEVA IL GOV M5S/PD e scomparivano le invettive a carico del PD...
Se la donna è mobile, in questo blog i commentatori sono mobilissimi.

-IL FATTO CHE TU NON ABBIA VISTO MIEI COMMENTI IN TAL SENSO SIGNIFICA NULLA. CIO' PRECISATO, E' LA SISTEMATICITA' DEL TUO "RAZZOLARE" AD INDURMI A SOTTOLINEARE CHE IL FATTO CHE TU SIA STATO OFFESO NEL CERVELLO DA UNA MALATTIA, DIVENTA UNA ATTENUANTE SE IL "RAZZOLARE" E' SPORADICO, MA DIVENTA UNA AGGRAVANTE SE E' SISTEMATICO.
IN QUEL DI TREVISO, ESATTAMENTE A BIANCADE DI RONCADE E TREVISO CITTA',IN UN LONTANO PASSATO, EBBI MODO DI "DIVERTIRMI" ASSAI PER CIRCA 16 MESI, SENZA RICEVERE NOTIZIA ALCUNA DA COMPAGNE DI DIVERTIMENTO. PER PRUDENZA, OFFRI I MIEI SALUTI A TUA MADRE.

Paolo TV
Paolo Z., Crocetta 12.09.18 13:25

CIAO CARO


Mi spiace ma il movimento stavolta sbaglia e lo sa benissimo. Vorrei che scrivesse qualche autore su questo blog per spiegare perché il movimento sbaglia.

BRUNO 12.09.18 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro Di Maio su Facebook:

" Una vergogna tutta Europea: il Parlamento Europeo ha introdotto la censura dei contenuti degli utenti su Internet. Stiamo entrando ufficialmente in uno scenario da Grande Fratello di Orwell. Rispetto all’ultimo voto di Strasburgo in cui non fu dato il via libera al testo finale, le lobby hanno avuto il tempo di lavorare e influenzare gli europarlamentari, i quali hanno deciso di ricredersi. D'ora in poi, secondo l'Europa, i tuoi contenuti sui social potrebbero essere pubblici solo se superano il vaglio dei super censori.
Con la scusa di questa riforma del copyright, il Parlamento europeo ha di fatto legalizzato la censura preventiva. Oltre all’introduzione della cosiddetta e folle “link tax”, la cosa più grave è l'introduzione di questo meccanismo di filtraggio preventivo dei contenuti caricati dagli utenti.
Per me è inammissibile. La rete deve essere mantenuta libera e indipendente ed è un’infrastruttura fondamentale per il sistema Italia e per la stessa Unione Europea. Per questo, come ho già detto, ci batteremo nei negoziati tra i governi, in Parlamento europeo e nella Commissione europea per eliminare questi due provvedimenti orwelliani. E, statene certi, alla prossima votazione d’aula la direttiva verrà nuovamente bocciata.
Sarà un piacere vedere, dopo le prossime elezioni europee, una classe dirigente comunitaria interamente rinnovata che non si sognerà nemmeno di far passare porcherie del genere. Un messaggio per le lobby: questi sono gli ultimi vostri colpi di coda, nel 2019 i cittadini vi spazzeranno via."


Roberto ., Roma Commentatore certificato 12.09.18 15:40| 
 |
Rispondi al commento

forza Gianluigi Paragone
w il M5S
Osvaldo Chiarelli
M5S Firenze

osvaldo chiarelli, firenze Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 12.09.18 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Leggo nel post
“Gli artisti e i creatori, come tutti i lavoratori, devono essere adeguatamente ricompensati per il proprio lavoro.”
Il problema è che adesso la realtà ti spinge a non pagare il lavoro degli artisti; per esempio, la maggior parte delle automobili nuove non ha il lettore CD ( tanto tempo fa c'erano la cassette magnetiche....). Quando c'erano i 45 giri, anche i poveracci come me dovevano spendere per il 45 giri: risultato: artisti ricchi in soldi ma in cambio musica di alta qualità. Non penso che fra gli artisti contemporanei ci siano la versione d'oggi dei The Beatles o Battisti

Senza la necessità di comprare la musica , e Ovvio che la maggior parte degli utenti pirata la musica e la carica su una chiavetta/cellulare/ecc.

I giornalisti non sono artisti. Ma un buon giornalista, come era Oriana Fallaci, o come Gian Antonio Stella, non possono esistere con i giornali free e notizie internet gratis; questi giornali, notiziari internet, sono limitati nel budget, nella possibilità di pagare degli opinionisti, se non quelli che parlano delle dimensioni delle poppe di un' attrice.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 12.09.18 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Max Stirner
Di maio ha all' incirca l'età del mio primo figlio;
io scrivo sempre Giggino con la maiuscola. E di Maio è uno che è uguale a uno.
Una curiosità, sei sicuro di aver l'età di poter essere mio padre, dato che mi dici Paoletto?

E non ti ho mai visto riprendere i commentatori pre accordo con la lega; prima di 100 gg fa, le ingiurie per i leghisti erano il pane quotidiano; ripeto, se Renzi non si metteva in mezzo, SI FACEVA IL GOV M5S/PD e scomparivano le invettive a carico del PD...
Se la donna è mobile, in questo blog i commentatori sono mobilissimi.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 12.09.18 13:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno per tutta la vostra domanda di pres tito persona le o di finanzi amento di progetto volete contattare signora MANECCHI che la ha aiutare con un prestit o di 43.000 € e questo senza spese in anticipo volete contattar la su sono indirizzo mail o per telefono
mail...........silvia19manecchi75(@)gmail.com
whatsapp.........+33756830507

gionna c., lazio Commentatore certificato 12.09.18 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Se imbavagliano la rete siamo fregati questi delinquenti vanno fermati a ogni costo. Questa Europa e sempre più lontana dalle mie idee di libertà mi chiedo ancora che senso ha rimanerci

massimiliano conti 12.09.18 12:45| 
 |
Rispondi al commento

aspettatevi i Tg e giornali che aprono con le peggiori profezie di sventura e l'arrivo di sciami di cavallette. Sfrutteranno la notizia di oggi del calo della produzione industriale(-1,3). Sono certo che non vi diranno che La produzione industriale nello stesso periodo è calata in tutt'europa ( -0,8 ), è calata addirittura in germania ( -1,1 ) , quindi un fenomeno generalizzato del periodo . Ma gli italiani devono pensare che tutto crolla per colpa di questo governo di incapaci. E neanche questa vi diranno: Tasso trimestrale di disoccupazione italiano sceso a 10,7 da 11,1. Oppure faranno come il re degli ipocriti Mentana , lui pensa davvero di essere furbo e fottere gli italiani con le sue astuzie, che l'ultima volta per non dire che la disoccupazione calava tirò fuori il dato sugli inattivi in aumento .

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 12.09.18 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Peter Gomez intervista Giggino https://www.facebook.com/ilFattoQuotidiano/videos/festa-fatto-peter-gomez-intervista-luigi-di-maio-e-alessandro-di-battista/629264854141748/

Di Maio “...rischi 6 anni di galera se fai il furbo ( sul reddito di cittadinanza)”
Peter Gomez : “ aspetta un attimo, i processi in Italia durano quello che durano... la possibilità che tu stia facendo il furbo attualmente è bassissima...”
Di Maio “...allora facciamo come Autostrade...gli togliamo le concessioni e la giustizia farà il suo corso..”
Peter Gomez : “...come fai a capire se uno lavora in nero, es pizzeria alla sera ... e prende il reddito di cittadinanza?”
Di Maio “...per come è fatta la legge questa persona non avrà tempo... avrà da formarsi e dovrà dare 8 ore settimanalmente al comune” Dopo segue aumenti di personale di controllo ecc.
Della cazzata delle 8 ore al comune ho già detto nel commento alle ore 11:42;
L' Italia sarà l' eldorado per chi si mette nel reddito di cittadinanza!!! Come i colleghi/e di mia moglie, che attualmente hanno una paghetta da €1080 al mese...
W M5S :-)))
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 12.09.18 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a proposito di diritti d'autore, andate a vedere cosa succede nella siae. e copiate quello che succede negli atri stati europei per quanto riguarda i diritti d'autore. non e' possibile che se un pub vuole fare musica dal vivo deve pagare senza neanche considerare il numero degli spettatori e quanto incassera', una tassa fissa alla siae.

eliminate 'sta cosa, mettetela solo da un certo numero di spettatori in su, ad esempio 200.

si aprirebbero nuovi posti di lavoro (tra gli orchestrali) e nelle citta' si ricomincerebbe a fare musica, cosa che oggi la fanno solo pochi gestori, quelli si coraggiosi. e si ricomincerebbero a rivedere le vecchie, sane sale da ballo, al posto delle discutibilissime discoteche.

l'unica a guadagnarci con l'attuale sistema di dover pagarla sempre e comunque, anche se si fa una festa a casa propria, e' la siae con i suoi soci, che ricordo e' addirittura privata.

carlo 12.09.18 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Letti gli art.11 e 13,grazie a paolo,risulta evidente l'imbavagliamento alla rete quanto pure un eventuale risarcimento danni a favore dei titolari" esercenti del servizio"...una vergogna ,altro motivo per uscire da un consesso ultraliberale,dove ognuno fa li ca22i sui!
Questa sarebbe una comunità?

siii,di ipocriti!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.09.18 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Gira e rigira il pensiero del POTERE è sempre lo stesso:
Imbavagliare la comunicazione libera.


Dall' intervista di Giggino da Peter Gomez al Fatto quotidiano https://www.facebook.com/ilFattoQuotidiano/videos/festa-fatto-peter-gomez-intervista-luigi-di-maio-e-alessandro-di-battista/629264854141748/

Di Maio “...la gente non deve stare a casa sul divano...8 ore settimanali per servizi di pubblica utilità”

Ma che comune si prende la briga di mettere a disposizione dell' inoperoso dei locali, e la salute del disoccupato ovviamente ricadrà sul comune; pertanto il locale deve essere a normativa, e ci dovrà esserci un responsabile, da formare, che guidi il disoccupato....
Di norma si spende di + per l'attrezzatura ( ambiente a norma, attrezzature a norma …) e dopo, chi valuta il disoccupato se è in grado di far qualcosa, se ha voglia di far qualcosa, se ha voglia di rubacchiare dove entra?
Normalmente se è una persona capace durerà poco perchè il posto di lavoro si troverà, ma se il disoccupato è un po' ladro, o un po' lazzarone, o non capisce un tubo, o è tossico, o... sarà contento di essere nel comune.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 12.09.18 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il nostro Airola è in aula al senato.bentornato!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 12.09.18 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Noi autori aspettiamo da tantissimo tempo una seria normativa che ci tuteli e che faccia emergere chi meriti... ma al contempo faccia pagare chi specula sul nostro lavoro...

Roberto Caforio 12.09.18 11:15| 
 |
Rispondi al commento

https://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/manager-Stato-ridono-sotto-ponte-Morandi/

questa è la notizia che stamante il portale TISCALI ha dato , sostenendo che i Manager di FINCANTIERI se la ridono sotto il ponte.

L'immagine è sfocata e secondo me anche alterata.Credo che dopo una verifica attenta andrebbe fatta una opportuna azione a mezzo stampa.

Salvatore Alfonso Germana 12.09.18 11:03| 
 |
Rispondi al commento

L'anno prossimo per questo parlamento europeo con maggioranza del ppe e del ps sarà una Waterloo. Maggio 2019 si avvicina.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 12.09.18 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V 12.09.18 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Sono a favore della creatività e a difesa di chi la sa esercitare qiondi degli autori . Le lobby, la finanza, lapartitocrazua europea e nostrana, la politica e portitocrazia del Parlamento europeo assoggettata alle Lobby e alta finanza hanno paura della creatività e dei creatori,della libera di espressione a tutti i livelli perché sanno cosa vuol dire, cosa può significare riflettere,ragionare liberamente.
Allora si impone il bavaglio con leggi ad hoc . Ma non cela faranno a uccidere che vuole esprimersi e creare .

Salvatore Cannatà (salvo niketeras), Mentana Commentatore certificato 12.09.18 10:45| 
 |
Rispondi al commento

ot
non solo il direttore del fatto di carta ma anche il director di quello on line ogni tanto dicono cose interessanti che mi premuro di portare alla vostra cortese attenzione...:)

""Nella scorsa legislatura, ad esempio, erano state presentate ben sette proposte di legge (di diverso colore) per “regolamentare l’apertura”dei
negozi e mitigare gli effetti della deregulationfirmata
da Mario Monti. Il Pd aveva prima pensato di incaricare i sindaci di redigere pianti triennali di chiusura e apertura
“in modo da garantire la piena e costante fruibilità dei cittadini nel rispetto della tutela dei diritti dei lavoratori”. Poi nel 2015 altri parlamentari dem avevano pensato di “annullare l’obbligo di lavoro nei giorni festivi”, con tanto di multe fino a 300 euro“per ogni prestazione lavorativa
imposta”e altri ancora avevano la
chiusura obbligatoria in dodici domeniche l’anno.
Mentre nel Pdl Antonino Minardo chiedeva ai Comuni di “re go lamentare gli orari di apertura (…) al fine di
garantire ai lavoratori il diritto a un adeguato riposo domenicale o festivo nonché alla conciliazione tra lavoro e famiglia”.
Nessuno parlava come oggi di spinte anti-moderniste o di fobie anti-consumistiche. Per tutti c’era un problema e si discuteva di come risolverlo. ""

invece per l'editorialista del corriere...del corriere eh, è tutta un'altra storia:

""Bel mondo antico, il governo della nostalgia
I Cinque Stelle sognano questo ritorno al passato come il futuro: l’utopia di un governo «etico» che insegna ai cittadini la strada verso il Benessere Collettivo

Un’irresistibile nostalgia del passato ha preso il governo del cambiamento.
Il fastidio che Salvini ha esternato per le file milanesi davanti a Starbucks, vero e proprio demone di una modernità cosmopolita, è pari solo al disprezzo con cui Di Maio giudica il lavoro domenicale nei centri commerciali."""

giggi sprezzante..mah

https://www.corriere.it/editoriali/18_settembre_11/bel-mondo-antico-governo-nostalgia-2e8897d2-b5f8-11e8-

pabblo 12.09.18 10:36| 
 |
Rispondi al commento

La libertà di parola,di stampa non hanno prezzo. Esse sono prioritarie e vincolanti affinché ognuno eserciti,nel rispetto delle regole e degli altri, la propria libertà .Mettere dei limiti, peggio imbavsgliare l'informazione libera e corretta, per tenere avere il controllo anche economico da parte delle Lobby e della PARTITOCRAZIA europea è la cosa più illiberale, infame ,indegna che si possa fare contro la dignità dei popoli europei. Ma nn è la faranno !
Le idee non hanno confini e limiti e i burocrati e la finanza ladra europea non può arrestare le idee e la libertà di espressione .

Salvatore Cannatà (salvo niketeras), Mentana Commentatore certificato 12.09.18 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Morgan Stanley cambia idea sull’Italia: azioni e Btp da comprare http://www.wallstreetitalia.com/morgan-stanley-cambia-idea-sullitalia-azioni-e-btp-da-comprare-in-vista-di-ripresa/
Anche gli squali della finanza non possono ignorare le leggi dell’economia. Morgan Stanley è una banca d’affari americana tra le più grandi e importanti al mondo. Come abbiamo scritto più volte: lo sviluppo economico di un paese è inversamente proporzionale alla corruzione. Agli squali della finanza interessa cogliere le occasioni che propone il mercato, e per farlo con il massimo dei profitti bisogna essere preparati, avere una squadra di esperti che scandaglino in continuazione tutti i parametri per potere così anticipare gli eventi ed indirizzare gli investimenti. Se lo dicono loro c’è da crederci, purtroppo queste notizie non andranno mai sui giornali, TG e talk, gli italiani per capirlo dovranno aspettare di vedere i miglioramenti con i propri occhi sotto casa, come prima dell’invenzione della stampa e della televisione, per l'informazione siamo ancora in pieno oscurantismo medioevale .

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 12.09.18 10:10| 
 |
Rispondi al commento


gli articoli 11 e 13 dovrebbero essere questi:

Articolo 11
Protezione delle pubblicazioni di carattere giornalistico in caso di utilizzo digitale

1.Gli Stati membri riconoscono agli editori di giornali i diritti di cui all'articolo 2 e all’articolo 3, paragrafo 2, della direttiva 2001/29/CE per l'utilizzo digitale delle loro pubblicazioni di carattere giornalistico.

2.I diritti di cui al paragrafo 1 non modificano e non pregiudicano in alcun modo quelli previsti dal diritto dell’Unione per gli autori e gli altri titolari di diritti relativamente ad opere e altro materiale inclusi in una pubblicazione di carattere giornalistico. Essi non possono essere invocati contro tali autori e altri titolari di diritti e, in particolare, non possono privarli del diritto di sfruttare le loro opere e altro materiale in modo indipendente dalla pubblicazione di carattere giornalistico in cui sono inclusi.

3.Gli articoli da 5 a 8 della direttiva 2001/29/CE e la direttiva 2012/28/UE si applicano, mutatis mutandis, ai diritti di cui al paragrafo 1.

4.I diritti di cui al paragrafo 1 scadono 20 anni dopo l'uscita della pubblicazione di carattere giornalistico. Tale termine è calcolato a decorrere dal 1° gennaio dell’anno successivo alla data di pubblicazione.

Articolo 13

Utilizzo di contenuti protetti da parte di prestatori di servizi della società dell’informazione che memorizzano e danno accesso a grandi quantità di opere e altro materiale caricati dagli utenti

1.I prestatori di servizi della società dell’informazione che memorizzano e danno pubblico accesso a grandi quantità di opere o altro materiale caricati dagli utenti adottano, in collaborazione con i titolari dei diritti, misure miranti a garantire il funzionamento degli accordi con essi conclusi per l’uso delle loro opere o altro materiale ovvero volte ad impedire che talune opere o altro materiale identificati dai titolari dei diritti mediante la collaborazione..

il 13 segue sotto..
con link

pabblo 12.09.18 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' dura la guerra per combattere i parassiti

Alessandro L., Milano Commentatore certificato 12.09.18 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe stato ottimo mettere pure gli art.11 e 13 per capirne il contenuto.
Magari pure tradotto in Italiano...grazie!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.09.18 09:41| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori