Il Blog delle Stelle
Raccomandazioni, favori ad amici e conflitti di interessi: ecco le prove di come Juncker amministra (male) l'UE

Raccomandazioni, favori ad amici e conflitti di interessi: ecco le prove di come Juncker amministra (male) l'UE

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 09:54
Dona
  • 28

di Eleonora Evi, Efdd - Movimento 5 Stelle Europa

Scarsa trasparenza dei processi decisionali, attività lobbistiche senza un vero controllo, porte girevoli, organi di garanzia e codici etici debolissimi e permeati da influenze politiche e del settore privato. Questi sono solo alcuni dei problemi di questa Europa denunciati dal Mediatore europeo, quella figura che si occupa di monitorare che le istituzioni europee non inciampino nella cosiddetta "cattiva amministrazione".



E infatti, puntuale come un orologio, il report annuale dell'attività del Mediatore europeo elenca le numerose gravi criticità che segnano il lavoro delle istituzioni europee e fotografa un'Europa che sembra allontanarsi sempre di più da ciò che doveva essere, la casa comune di tutti i cittadini europei.



La Commissione Petizioni è l'unica commissione del Parlamento europeo che ha il compito di analizzare il report del Mediatore e commentarlo. Quest'anno il compito è stato affidato al gruppo Efdd - Movimento 5 Stelle e, in quanto relatrice, ho cercato di dare ampio supporto all'importante e apprezzabile lavoro di indagine svolto nel 2017 dal Mediatore. Ecco il link al report. Abbiamo sottolineato alcune tra le problematiche più gravi che continuano a gravare sulle istituzioni europee: la scarsa trasparenza dei processi decisionali, le gravissime problematiche etiche che hanno coinvolto anche Commissari europei in carica, l'ex Presidente della Commissione Europea e l'attuale Presidente della BCE. Poi, il quadro giuridico fortemente lacunoso nel prevenire e sanzionare la violazione del dovere di integrità, discrezione e piena indipendenza dall'influenza lobbistica posto in capo ai rappresentanti delle Istituzioni UE. Infine, il diniego di accesso ai documenti delle Istituzioni UE opposto ai cittadini, impedendo loro di esercitare appieno i propri diritti democratici.



Su questi temi il Mediatore, al termine delle sue indagini, ha spesso avanzato rilievi critici e raccomandazioni costruttive alle istituzioni europee coinvolte, ma, purtroppo, le risposte sono state troppo spesso insoddisfacenti quando non deprecabili. Tutto questo proprio in un momento in cui l'UE continua a precipitare in un abisso di discredito e sfiducia agli occhi dei propri cittadini, incapace di cambiare registro sul piano etico, economico e nel complesso politico.



IL CASO SELMAYR
Il caso Selmayr è emblematico di come funziona male questa Europa. Questo super burocrate tedesco è stato voluto da Jean-Claude Juncker col metodo che ormai conosciamo, tanto caro alla Commissione europea: l'imposizione. Nessuna regola è stata rispettata e il Mediatore Europeo lo ammette sconfessando di fatto la linea morbida del Parlamento europeo. Noi eravamo stati gli unici con un emendamento a chiedere il tedesco Selmayr mettesse nero su bianco le sue dimissioni con effetto immediato. Questo per garantire alla successiva Commissione europea la possibilità di sostituire il segretario generale secondo una procedura legale e più trasparente.

IL CONFLITTO DI INTERESSI DI BARROSO
Eloquente è il "caso Barroso": al termine del suo mandato decennale di Presidente della Commissione europea, viene nominato Presidente non-esecutivo ed Advisor della Banca d'Affari, Goldman Sachs, tra le più implicate nello scoppio della crisi economica del 2008. La Mediatrice riscontrava all'epoca "cattiva amministrazione" da parte della Commissione Europea sulla gestione del caso. Il Comitato Etico, interno alla Commissione, - evidentemente gravato da un deficit di indipendenza dal livello politico - concluse che non vi fossero elementi sufficienti per individuare una violazione di obblighi giuridici da parte di Barroso, tenendo semplicemente conto di una dichiarazione scritta di Barroso stesso nella quale affermava che non era stato ingaggiato da Goldman Sachs per svolgere attività di lobbying.



Il 25 Settembre 2017 si scopre, invece, che si è svolto un incontro tra Barroso e l'attuale Vice-Presidente della Commissione Europea, Katainen, registrato come incontro ufficiale con Goldman Sachs, la cui esatta natura, come indicato dalla stessa Mediatrice nella sua indagine, non è apparsa per nulla chiara, sottolineando le comprensibili preoccupazioni circa il fatto che l'ex Presidente Barroso utilizzi il suo precedente status ed i suoi contatti per esercitare la propria influenza ed ottenere informazioni, ovvero per svolgere attività di lobbying a vantaggio di Goldman Sachs.



IL MONITO A DRAGHI
Altro caso emblematico del 2017 è quello del Presidente della Banca Centrale Europea (BCE) e la sua adesione al cosiddetto "Gruppo dei 30", un'organizzazione privata che annovera tra i membri i rappresentanti di banche sottoposte alla vigilanza diretta o indiretta della BCE. La Mediatrice in merito ha raccomandato al Presidente della BCE di sospendere la propria adesione al Gruppo dei 30 ma a tale richiesta le viene ancora oggi opposto un netto rifiuto a pregiudizio ulteriore dell'immagine di un'Istituzione, quale la BCE, che dovrebbe non solo essere ma anche apparire integralmente indipendente da interessi finanziari privati.



I TRILOGHI SONO 'CATTIVA AMMINISTRAZIONE'
Sul fronte del processo decisionale a livello UE, permane il grave deficit di trasparenza riscontrabile nei "triloghi", ancora completamente inaccessibili al pubblico, nonché nelle procedure seguite in Consiglio, presso il quale continuano a non registrarsi le posizioni assunte dagli Stati Membri sui file legislativi e si oppongono ripetuti rifiuti ai cittadini nell'accesso ai documenti. La Mediatrice nel 2017 non ha mancato di qualificare esplicitamente tali condotte da parte del Consiglio come espressione di "cattiva amministrazione", cui ha fatto seguito nel 2018 la sua Relazione speciale focalizzata sui complessivi problemi di trasparenza del processo legislativo del Consiglio.

Lo status quo contrasta, peraltro, con l'orientamento giurisprudenziale della Corte di Giustizia UE giunta a ribadire, in ultimo nella sentenza De Capitani che i principi di pubblicità e trasparenza sono inerenti alle procedure legislative dell'Unione. La Corte ha asserito, inoltre, che la mancanza di informazioni e di dibattito in merito al processo legislativo, oltre a rappresentare una chiara violazione dei diritti democratici dei cittadini, ne accresce la loro sfiducia.

E' inaccettabile che ancora oggi non venga adottato un Registro di trasparenza obbligatorio e giuridicamente vincolante per il settore privato e per tutte le Istituzioni ed Agenzie dell'UE per garantire piena trasparenza delle attività di lobbying effettuate.



BASTA PORTE GIREVOLI
E' inammissibile che non sussista ancora piena trasparenza sulle informazioni relative ai casi di "porte girevoli", impedendo di conoscere tempestivamente i nomi di funzionari UE che all'improvviso lasciano le Istituzioni e vengono assunti in ruoli apicali in realtà influenti del settore privato. 

E' censurabile che non sussista piena trasparenza e piena indipendenza dal settore privato nella raccolta e valutazione delle prove scientifiche che tanto sdegno hanno suscitato tra i cittadini europei quando si è giunti in sede UE ad autorizzare e rinnovare l'uso di glifosato, OGM e pesticidi. Su quest'ultimo aspetto, ho richiesto espressamente che la Mediatrice proceda all'avvio di una specifica indagine strategica".



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

7 Set 2018, 09:54 | Scrivi | Commenti (28) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 28


Tags: Efdd, Eleonora Evi, europa, junker, m5s

Commenti

 

Mi associo ai vari ringraziamenti per il resoconto preciso ma purtroppo tremendo stilato dalla nostra bravissima Eleonora Evi. A tanti italiani le istituzioni europee sembrano lontane e quasi ininfluenti sulla nostra vita e sulle nostre condizioni, in realtà influenzano i processi decisionali dell'intera Europa. I nostri portavoce europei compiono atti eroici in relazione a quanto gli è concesso da norme e regolamenti. Ritengo che in futuro saranno proprio tali norme e regolamenti la nostra sfida per una rappresentanza più giusta. Alberto Deiana M5S Como

Alberto DEIANA (alberto deiana m5s), COMO Commentatore certificato 10.09.18 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente avete capito:tutto è vano se non viene abbattuta questa oligarchia mondiale (in fondo sono una diecina di "ominicchi"-gli uomini sono altra cosa) che hanno deciso che possono gestire il mondo:per favore togliamogli la spina una volta per tutte:se cade un anello della catena cadono tutti in un secondo:ricordatevi:è caduto il muro di Berlino e non possono cadere questi cialtroni,non sarà semplice,ma nemmeno im possibile!!

vincenzo Rina, Nova Siri Commentatore certificato 09.09.18 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Fino a ieri il movimento e la lega facevano il gioco di quelli che stanno massacrando l`Europa quando dicevano di uscire dall`Europa. Oggi bisogna cambiare vocabolo e dire che bisogna cambiare l`Europa e non uscire dall`Europa che mi sembra una parola suicida, non solo gli italiani e i greci vogliono cambiare questa Europa che è diventata una azienda privata ma anche milioni di tedeschi e altri stanno provando sulla loro pelle la dittatura aziendale di questa Europa.

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.09.18 10:12| 
 |
Rispondi al commento

CRIBBIO , EUROPA CHE DOVEVA ESSERE UN BENE COMUNE SI E' TRASFORMATA IN UNA MACCHINA MANGIA SOLDI .
MA NON SI VERGOGNANO ?

D Marinangeli

giuseppe davide samuele marinangeli , tolentino ( macerata ) Commentatore certificato 08.09.18 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Eppure è questa gente che con minacce velate da bonari consigli impone a governi eletti la linea economica da seguire.
Il minimo che si può fare è guardare alla convenienza nazionale e ignorarli.
Dico convenienza nazionale perché l'unione europea è sempre più in altro mare.

Vittorio Maurino TOSI Commentatore certificato 08.09.18 10:36| 
 |
Rispondi al commento

E che altro poteva fare il grufolante ubriacone democristero se non praticare la loro solita, immonda, abietta ed inqualificabile corruzione?
Basta vedere in Italia quello che ha combinato il PD a trazione democristiana in pochi anni.
Hanno rubato perfino all'UNICEF.

mario genovesi 08.09.18 05:41| 
 |
Rispondi al commento

Brava! Bravi! Bravissimi!
Che ne direste se il blog delle stelle fosse anche in lingua inglese, tedesca, sapagnola e francese in modo da renderlo facilmente fruibile a mezza Europa.
Tutti devono capire che fare BUONA POLITICA su può, serve partecipazione e trasparenza!
Così, come avvenuto in Italia, anche questa lobby europea avrà i giorni contati!!

Grazie.

Paolo Grabar 08.09.18 02:39| 
 |
Rispondi al commento

Fate bene a scavare. Farete fatica a trovare il fondo.

Roberto Maccione Commentatore certificato 07.09.18 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Uscire subito e creare una nuova EU con i paesi stanchi e umiliati da pederasti...

Giuseppe Pasquali 07.09.18 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sollevare una cosa che succede nella EU che danneggia l'Italia moltissimo. Noi come Italia non possiamo promuevere il nostro MADE IN ITALY ma la Germania dal 2000 ha un programma che promuove il MADE IN GERMANY. Perche' la Germania si e l'Italia no. Me lo spiega qualcuno per favore.

Il MADE IN ITALY e' settimo in classica mondiale. Dobbiamo arrivare in seconda posizione per proteggere e stimolare la domanda di prodotti MADE IN ITALY.

Guardate le statistiche per favore. Ogni punto di miglioramento sono tante esportazioni in piu'. Negli USA i prodotti Italiani non figurano fra i primi dieci in termini di preferenze dei consumatori.

https://global.handelsblatt.com/companies/made-in-germany-label-tops-global-ranking-737163

Ho scritto una legge su Lex Iscritti e spero che ci sia una discussione in proposito. Si parla di come abassare il Deficit ma non si parla di come creare crescita stimolando la domanda di prodotti MADE IN ITALY.

Marcello Assandri, Berlino Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.09.18 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sollevare una cosa che succede nella EU danneggia l'Italia moltissimo. Noi come Italia non possiamo promuever il nostro MADE IN ITALY ma la Germania dal 2000 ha un programma che promuove il MADE IN GERMANY. Perche' la Germania si e l'Italia no. Me lo spiega qualcuno per favore.

Il MADE IN ITALY e' settimo in classica mondiale. Dobbiamo arrivare in seconda posizione per proteggere e stimolare la domanda di prodotti MADE IN ITALY.

Guardate le statistiche per favore. Ogni punto di miglioramento sono tante esportazioni in piu'. Negli USA i prodotti Italiani non figurano fra i primi dieci in termini di preferenze dei consumatori.

https://global.handelsblatt.com/companies/made-in-germany-label-tops-global-ranking-737163

Ho scritto una legge su Lex Iscritti e spero che ci sia una discussione in proposito. Si parla di come abassare il Deficit ma non si parla di come creare crescita stimolando la domanda di prodotti MADE IN ITALY.

Marcello Assandri, Berlino Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.09.18 17:00| 
 |
Rispondi al commento

I burocrati europei che usano le porte girevoli per abbandonare la UE fanno la stessa cosa dei topi quando abbandonano la nave.
Sentono che la UE sta affondando. Che l'orchestra continui a suonare.

giorgio peruffo Commentatore certificato 07.09.18 16:09| 
 |
Rispondi al commento

L'anno prossimo regoliamo i conti con i partiti ppe è quello socialista i veri responsabili del cappio al collo di tutti i cittadini europei. Questo cialtrone ubriaco a i giorni contati come i politici venduti alla finanza . Il prossimo parlamento europeo dovrà cambiare faccie e pelle.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 07.09.18 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Eleonora Evi, sei grande,

Siamo sicuri che in Europa non ci sia al governo la MAFIA?

Possibile che dobbiamo fare quello che loro ci dicono invece loro, i nostri rappresentanti (sic!), non rispettino né le leggi né l'etica professionale?

E l'informazione pubblica, perché non mette all'indice questi comportamenti deliquenziali?

LA CORRUZIONE ED IL CONFLITTO DI INTERESSI SONO LE NOSTRE MALATTIE.

URGE VACCINO: LEGGI + GALERA CERTA

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 07.09.18 15:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DESIDERIAMO SAPERE A CHI SONO ANDATI I FONDI DELL'UNIONE EUROPEA DEI 20 MILIARDI CHE L'ITALIA DA ALL'EUROPA SI DICE CHE CIRCA 15 MILIARDI VENGONO RESTITUITI CHI SONO I FORTUNATI CHE LI PRENDONO?

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 07.09.18 14:44| 
 |
Rispondi al commento

che il baraccone UE sia una organizzazione
lobbista-dipendente è evidente da tempo e che la trasparenza nei rapporti non esista anche.

mzee.carlo 07.09.18 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Sarà colpa della sciatalgia.

Marcello 07.09.18 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Apprezziamo il vostro impegno, non mollate. Grazie.

Marco Facchinetti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.09.18 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Un enorme grazie ai nostri EROI che con dedizione ci informano dei fatti gravi che succedono in quel posto..la casa degli europei... Bavvoso, junker e draghi sono da svergognare su tutti i social. Il troppo potere gli da in testa. Ma avranno una fine anche loro..

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.09.18 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Il Bilderberg-
"NUOVO ORDINE MONDIALE"- I signori del mondo di Giorgio BIONGIOVANNI:
/www.disinformazione.it/Nuovo%20Ordine%20Mondiale.htm

giuseppe r. Commentatore certificato 07.09.18 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come volevasi dimostrare, è solo un grufolante e corrottissimo democristiano perennemente ubriaco.

mario genovesi 07.09.18 12:08| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni abbiamo la consapevolezza di come le privatizzazioni (nel caso delle autostrade), nascondessero appropriazioni legalizzate dal governo, nei contratti che ha stipulato con i Benetton, ai danni dei cittadini.

Sarebbe utile sapere che cosa ha comportato per l'Italia, avere a capo della Bce, Mario Draghi.
Ricordiamoci che questo signore è stato per anni al Tesoro e poi impiegato anche in banche americane.
Da quando siamo nell'euro, il nostro debito pubblico sta aumentando esponenzialmente, senza freno, nonostante i tagli alla spesa pubblica, da parte dei precedenti governi e nonostante le tasse siano superiori alle spese sostenute dallo stato.
Senz'altro c'è un meccanismo perverso che fa sì che questo debito si moltiplichi in modo perpetuo, bisogna individuarne le cause.
Spero che il m5s si possa occupare al più presto, anche del debito pubblico.

newmail ***** Commentatore certificato 07.09.18 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Come sono democratici in europa, poi i corrotti siamo noi vabbè.
https://www.maurizioblondet.it/novita-in-corso-nelleuro-dittatura-spartizio
ni-e-maskirovka/"

rioc 07.09.18 11:34| 
 |
Rispondi al commento

RINGRAZIO ELEONORA EVI PER IL DOCUMENTO PUBBLICATO, PER IL GRANDIOSO LAVORO FATTO, RAGAZZI SIETE FANTASTICI W IL M5S

Alessandrina (Sandra) Marini, Massa Marittima Commentatore certificato 07.09.18 11:33| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori