Il Blog delle Stelle
Proteggiamo Venezia, estendiamo la tutela al Canale della Giudecca

Proteggiamo Venezia, estendiamo la tutela al Canale della Giudecca

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 16:31
Dona
  • 18

di Alberto Bonisoli, Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo

Venezia è unica, una città di inestimabile valore, patrimonio per l’intera umanità che merita di essere difesa, protetta, tutelata, per poterla trasmettere intatta alle future generazioni. Mi chiedo se alcune scelte fatte in passato siano coerenti con questo principio, così come mi chiedo se oggi ci sia un giusto bilanciamento fra esigenze di natura economica e la necessità di proteggere questo stupendo ma fragile tesoro. Il passaggio delle grandi navi da crociera vicino, troppo vicino a monumenti di grande prestigio storico e artistico, è uno dei temi che occorre, finalmente, affrontare per migliorare la tutela di Venezia.

Questo governo ha a cuore la conservazione e la tutela di uno dei luoghi più belli al mondo, e per questa ragione abbiamo deciso di rafforzare il grado di salvaguardia della città. Sono contento di informarvi che la Soprintendenza di Venezia sta avviando il processo che porterà al riconoscimento dell'interesse storico-artistico delle vie d’acqua urbane, ed in particolare del Canale della Giudecca, dove oggi transitano navi di grande dimensioni, più grandi del Titanic. È un provvedimento innovativo, che permetterà di poter avviare in futuro, lavorando insieme alle strutture degli altri ministeri coinvolti, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, una nuova fase di gestione delle vie d’acqua veneziane, per una tutela dell’intera città più efficace e rispettosa dell’ambiente e del patrimonio.



bannerdoni5s2018.jpg

27 Set 2018, 16:31 | Scrivi | Commenti (18) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 18


Tags: bonisoli, canale, tutela, venezia

Commenti

 

Sì, basta con il turismo prepotente che violenta le città portando solo pochi spiccioli a venditori di chincaglierie e molti rifiuti! Con il governo del cambiamento gli interessi economici di pochi non devono più prevalere sul bene comune!

Marta Buscioni 01.10.18 05:13| 
 |
Rispondi al commento

Ve bene tutto ma il problema, il vero problema, è la mancanza di veneziani! Favorire in ogni modo la stanzialità dei veneziani, dando agevolazioni per chi lavora e vive in città, graduando , lo so che può apparire non costituzionale , queste facilitazioni verso chi è nato o e oriundo e il numero dei componenti in tale situazione.

AGOSTINO FRANCO, ROMA Commentatore certificato 30.09.18 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Sono veneziana, non DOC perché i miei non erano veneziani, ma nata nella casa di cura a san Cassiano e in tale chiesa battezzata. Il degrado di questa città è cominciato negli anni '50 con lo spostamento delle industrie in terraferma, quando il trasporto delle materie prime in laguna era diventato costoso. Quello sarebbe stato il momento di agire, agevolando chi avesse mantenuto le attività produttive a Venezia. Quando si è spostato il Molino Stucky, tanto per fare un esempio (ora è un hotel a 50 stelle!) ovviamente chi ci lavorava, appena ha potuto si è trasferito a Mestre, Marghera e zone limitrofe e si è innestata una reazione a catena che sarebbe stata facilmente intuibile. Ma il dio denaro non conosce atei. Anche con le grandi navi: bastava bloccare la prima, oggi non è più possibile, perché dietro c'è cresciuta una mafia potentissima. Ho lasciato la mia città otto anni fa, senza rimpianti e a chi mi chiedeva "ma come? te ne vai?" rispondevo "non sono io che me ne vado, sono i governanti che mi cacciano". Tutto ciò che ha avuto un inizio è destinato ad avere una fine. Spero di essere già morta quel brutto giorno.

Eleonora D. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 29.09.18 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Fuori le grandi navi dalla Laguna, senza se e senza ma !!!!

luca t., venezia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.09.18 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Era ora che questa vergogna finisse! Ora proseguire nella direzione giusta contingentando i flussi turistici incontrollati. Ticket d'ingresso e tassa di soggiorno destinati alla salvaguardia di una città unica al mondo.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 28.09.18 06:03| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Ministro Bonisoli era ora che si tutelasse Venezia dal passaggio di quei mostri, fino adesso l'hanno sempre deturpata per fini turistici. Venezia come ha detto lei è un tesoro unico al mondo.

Silvano Bovi, Scanzorosciate BG Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 28.09.18 00:27| 
 |
Rispondi al commento

SEGUE IL COMMENTO APPENA POSTATO :

E dite che bisogna salvare Venezia ?
Venezia si salva solo se non facciamo entrare ogni anno 30 milioni di turisti in un centro storico con 50 mila abitanti. Come pensate che possa reggere allo stress turistico ???
A questo punto, io VENEZIANO, dico che è meglio che la città affondi davvero, piuttosto che vederla rapinata e prostituita dagli speculatori che la trattano come una vacca da mungere.
Roberto C.

ROBERTO C., VENEZIA Commentatore certificato 28.09.18 00:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VENEZIA NON SI PUO’ PIU’ SALVARE.
Negli anni '50 la città aveva 150.000 abitanti, adesso ne ha 53.000, le attività economiche sono state convertite solo in funzione del turismo, e gestite da gente che a Venezia neanche ci vive : dai bangladesh nei banchi di frutta e nelle cucine delle trattorie, ai venditori di VETRO CINESE e di maschere e magliette fabbricate in India, che risiedono nei paesi della Provincia, non nel Centro Storico e neanche in Comune di Venezia. Le case vengono vendute solo ai ricchissimi, stranieri o italiani che siano; case in affitto non ce ne sono più : solo affitti turistici e bad & breakfast, tanto che si è lamentata perfino la Compagnia Italiana Grandi Alberghi (poverini) che perde clientela.
In città non c’è più lavoro se non legato al turismo, non c’è più un’attività economica in funzione dei residenti : dai barbieri, ai macellai, ai negozi di casalinghi o utensileria.
Le acque alte sono sempre più numerose e dannose perchè è stato scavato il Canale dei Petroli, che viene dragato ogni giorno, per mantenerlo alla profondità di 12 metri e mezzo, così l'acqua del mare, quando la marea monta, trova un'Autostrada per riempire la laguna e danneggiare la città.
Il Canale è stato scavato per favorire la speculazione terriera dei conti Volpi, che possedevano i terreni a Marghera ed hanno realizzato il polo industriale, mentre, quando c’era la Serenissima, le navi “Grandi” dell’epoca, venivano fatte fermare al Porto di Malamocco, al Lido e le merci trasportate dentro la laguna su navigli più piccoli. Con la tecnologia del ‘900 si poteva costruire un terminal merci e passeggeri fuori della laguna e non assassinare la città col Canale.
E dato che arriva l’acqua alta, i politici hanno ben pensato di rubare sulle disgrazie : il MOSE voluto da Galan, che ha ricevuto12 milioni di Euro di tangenti, che è costato 4,5 miliardi di euro invece dei 3 previsti e che costa 150 milioni di euro all’anno senza funzionare. TANTO PAGA PANTALONE!!! Cioè noi cittadini.

ROBERTO C., VENEZIA Commentatore certificato 28.09.18 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma perché non si spostano queste Grandi Navi a Trieste?

Ingrid P. 27.09.18 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Ma c'è proprio bisogno che i passeggeri delle navi debbano vedere la città dall'alto? Non possono scendere al porto, prendere pulmini e muovere le gambette come si fa in tutte le altre crociere in giro per il mondo ???

rosella d., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.09.18 20:40| 
 |
Rispondi al commento

...sopratutto perche non sono navi, ma condomini galleggianti...

Tony 27.09.18 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Siamo arrivati ad un punto CRUCIALE e bisogna prendere una decisione:
-E' più importante "TUTELARE l'AMBIENTE" o fregarsene altamente e "PREFERIRE l'ECONOMIA" per fare arricchire sempre più i ricchi e potenti della terra (petrolieri, industriali, mafiosi, massoni, caste privilegiate, speculatori, ecc.., con tutti i loro collusi e clan a delinquere)?
VENEZIA è patrimonio dell'umanità e nulla e nessuno può anteporre gli interessi delle "COSTA CROCIERE", "MSC", ecc.. alla SALVAGUARDIA di VENEZIA!
Ministro COSTA:
Fa effetto vedere questi giganti del mare passare nel canal grande davanti a san marco,
tutelare i posti di lavoro, ecc.. ma, sperando che non succedano MAI incidenti gravi, nel caso opposto, chi sarà o saranno i RESPONSABILI?
I vili governanti PD/DC/FI, sindaci, presidenti di regione, ecc.. hanno fatto orecchie da mercante e finora è andata bene!
Anche col ponte morandi di genova era andata BENE fino alla tragedia del crollo e delle 43 vittime di cui speriamo che QUALCUNO PAGHI per le responsabilità mancate!!!

giuseppe r. Commentatore certificato 27.09.18 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimo! Sono anni che si parla di questo problema, provvedimenti non se ne prendono però!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 27.09.18 19:14| 
 |
Rispondi al commento

MI AUGURO CHE NON SIANO SOLO BUONI INTENTI, PERCHÉ QUANTO STA ACCADENDO ORA A VENEZIA E' INCIVILE, NEPPURE I BARBARI POTREBBERO FARE PEGGIO, DOVE SI IMPONE SOLO LA LEGGE DEL "DIO DENARO" E NON SI SALVA NESSUN ALTRO.

SPERO CHE IL PROCEDIMENTO SIA VELOCE E NON SI PERDA NEL LABIRINTO DELLA BUROCRAZIA E DEI POSTI DI POTERE VENDUTI ALLE LOBBY.

DATE DELLE SCADENZE ALLE COSE CHE PROMETTETE ALTRIMENTI SEMBRA CI RACCONTIATE SOLO DEI BEI SOGNI.

CORAGGIO E DETERMINAZIONE.

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 27.09.18 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente. Bravissimo sig. Ministro. W il governo del cambiamento

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 27.09.18 18:47| 
 |
Rispondi al commento

speriamo sia la volta buona !

Venezia non ha bisogno di essere 'consumata' ed usurata da tutto questo turismo industriale.

Tramite opportuni meccanismi di tutela deve essere salvaguardata dal distruttivo e cieco turismo di massa.

i veneziani devono poter vivere a casa loro, non essere costretti a fuggire altrove.

assolutamente è necessario che le grandi navi debbano stare fuori Venezia e così tutto quel roboante sfrecciare di motori a scoppio, deve essere ridotto al minimo dando la preponderanza agli spostamenti lenti e manuali ed ai motori elettrici.

si ricominci a considerare il quieto vivere, la calma di una risacca, il senso del mare e la centralità dell'animo umano.

l'ansia e la corsa al denaro stanno rovinando ed usurando dal di dentro Venezia ed i veneziani tutti...

Libera nos Domine !

PIO Z., Trento Commentatore certificato 27.09.18 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Che sia la volta buona che questi bisonti del mare se ne staranno fuori, lontani da Venezia? Me lo auguro di cuore!

ANTONIO TESTA 27.09.18 16:49| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori