Il Blog delle Stelle
Luigi Di Maio ha ragione: l'editoria italiana è stata stuprata

Luigi Di Maio ha ragione: l'editoria italiana è stata stuprata

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 14:08
Dona
  • 35


da AffariItaliani

Bene ha fatto Luigi Di Maio a porre il problema dell’indipendenza dell’informazione in Italia, uccisa dai grandi gruppi industriali e finanziari che hanno negli anni scalato ed espugnato le proprietà delle case editrici storiche, mandando a casa gli editori puri, ossia le famiglie Mondadori, Rizzoli, Rusconi, Perrone e via dicendo.

Si è così prodotto un grave vulnus alla democrazia che ha trasformato i giornali in strumenti di lobbing e lotte di potere dei grandi gruppi industriali e finanziari (i famosi “poteri forti”), tra di loro e/o contro il potere politico.
Con buona pace del libero giornalismo e dell’informazione completa e indipendente.

Un plauso, dunque, al leader dei Cinquestelle e ministro dello Sviluppo economico per aver avuto il coraggio di porre al centro della riflessione istituzionale questa ennesima anomalia italiana, l’intreccio perverso tra notizie e potentati economici con contorno di direttori-foglie di fico, arruolati e compiacenti. Una riflessione e una presa di coscienza molto utile in questa fase di grandi cambiamenti, discontinuità e scompigli, che può servire a svegliare il mondo politico più accorto (esiste?) e mettere in guardia l’opinione pubblica davanti a questo imbarbarimento e degrado legale, morale e istituzionale.

Per fortuna nostra e sfortuna di lor signori è arrivata alla fine del secolo scorso la grande Rete Internet.
E i cittadini hanno così potuto organizzarsi in zone temporaneamente autonome e in parte riappropriarsi dell’elaborazione dei significati e delle grandi e piccole narrazioni, acquisendo anche la possibilità di esprimersi direttamente e democraticamente attraverso social, blog e testate digitali (e ci piace ricordare che Affaritaliani.it è nato proprio in nome dell’informazione senza filtri, per contrapporre un progetto editoriale indipendente e puro al conformismo incestuoso e interessato dei media del mainstream).

Ci sono voluti tanti anni (e tante porcherie abbiamo dovuto ingoiare) per aprire con chiarezza questo dossier davanti agli occhi dei cittadini più distratti (o inebetiti dal frastuono interessato).

Speriamo non si chiuda presto questo dossier, poiché in un paese senza un’informazione indipendente non c’è consapevolezza, manca il confronto vero, cessa la libera dialettica democratica.
Resistere, resistere, resistere, dunque, caro Di Maio.

Ha ragione, ministro, l’establishment dell’Antico Regime, il Palazzo della Casta (o Piovra) e dell’intreccio perverso tra politica degradata e imprenditoria aumma aumma, con contorno del giornalismo col ciuffo e il talk, vuole uccidere il bambino del vostro governo nella culla, temendo di perdere i grandi vantaggi, i privilegi e le lucrose prebende di cui ha goduto fin qui. Vedi le storie dei signori Riva con Ilva e dei signori Benetton con Autostrade, per citare solo due casi d’attualità.

Tenga duro, non si scoraggi, anche se sarà dura, ministro, come vediamo con i siluri lo stillicidio e la destabilizzazione quotidiana a cui siete sottoposti (vedi caso Matera, dove i mass media privi di decenza le hanno addirittura attribuito, prendendola sul serio, la convinzione che la capitale della cultura 2019 fosse in Puglia,senza timore di screditarsi.. ma loro, non lei).

Vada avanti nella sua battaglia di moralizzazione della vita pubblica. Una fetta crescente di italiani, i migliori, ha capito e sta con voi (vedi il crollo delle vendite e della credibilità dei giornali di lor signori).

Insista con la dignità, i diritti dei lavoratori e dei cittadini poveri e meno fortunati, la battaglia alla corruzione, alla ludopatia, alla mercificazione della vita sull’altare del dio profitto, all’inquinamento devastante, al recupero del territorio che ci casca addosso.

La maggioranza del Paese ne avverte il bisogno e si è espressa per il Cambiamento.

E imiti in saggezza e understatement il presidente del Consiglio Conte, un altro martire della crocifissione massmediatica quotidiana, il quale, da me intervistato qualche sera fa a La Piazza, lo Street-talk che ho lanciato a Ceglie Messapica, nel profondo del nostro Sud salentino, alla mia domanda: “’Presidente quali giornali legge al mattino?’ Ha risposto secco : ‘Nessuno, altrimenti non potrei governare’”.



bannerdoni5s2018.jpg

12 Set 2018, 14:08 | Scrivi | Commenti (35) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 35


Tags: di maio, editori, editoria, giornali, giornalisti, m5s

Commenti

 

Ma "AffariItaliani.it" scriveva così anche 1 anno fa o è semplicemente salito sul carro dei vincitori??... Francamente non me ne ricordo perché ne leggevo almeno una ventina al giorno prima delle elezioni.
Se imbavagliano internet c'è da fare solo la RIVOLUZIONE! È l'unico mezzo di informazione che uso, non mi fido più dei giornali da almeno 30 anni. E se ci impediscono di filtrare la verità attraverso internet allora dovrà assolutamente rinascere una specie di '68 molto più potente e profondo, stratificato, che ci permetta di riprenderci la nostra libertà intellettuale.
Fa assolutamente bene il presidente Conte a non leggere i giornali al mattino, sarebbe solo fuorviante poi valutare e decidere serenamente.

Dar T., dartes Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 13.09.18 16:46| 
 |
Rispondi al commento

GIGGI,mi raccomando il finanziamento della stampa va tolto, perchè solo io lo so quanto ho sofferto quando gli scriventi ci attaccavano a testa bassa.2)e rivediamo tutte le concessioni ai privati,il moVimento ti appoggerà in tutto e x tutto un 'abbraccio

maurizio baldassarri, roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.09.18 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Mai letto questo giornale online. Potrebbe essere anche interessante, ma sinceramente l'oroscopo in bella evidenza in prima pagina anche no!

Carlo Marchiori 13.09.18 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Penso che sia inutile, a questo punto, distinguere tra editori puri e impuri. Un giornale non dovrebbe avere nessun ''padrone'', perché è impossibile dimostrare i conflitti di interessi e corruzioni quando sono di natura clientelare e amicale.
I giornali dovrebbero essere costituiti come cooperative, quelle vere, intendo, e ogni giornalista unico responsabile di quello che scrive. Inoltre si dovrebbe obbligare per legge a pubblicare in prima pagina le ''SCUSE UFFICIALI'' in caso di fakenews; questo dovrebbe valere anche per le televisioni.
Un'altra cosa importante da fare sarebbe stabilire un ''prezzo standard'' per ogni inserzione pubblicitaria su qualsiasi giornale e sorteggiare il giornale che la pubblicherà, in modo da non creare clientele fisse e finanziare egualmente ogni giornale, con una redistribuzione equa degli introiti pubblicitari.

Mi rendo poi conto che, come dice l'amico travagliato, un buon giornalismo di inchiesta ha dei costi, ma sinceramente non saprei davvero quale soluzione si possa trovare.....
Una cosa è certa: il sistema del finanziamento pubblico ha fallito, quello privato altrettanto; non ci resta che provare la carta delle INFO-COOPERATIVE!

->>> E quando falliranno anche queste....... impareremo a fare a meno della verità e diventeremo l'OLTREUOMO di Nietzsche!

P.S.
oppure, per i nostalgici dei tempi antichi, potremmo tornare al sistema del "trummetta 'a Vicarìa"......

......(sarebbe il banditore pubblico per strada munito di trombetta).

Il Barone Zazà 13.09.18 07:51| 
 |
Rispondi al commento

Grazie al m5* mi sono riavvicinato alla politica ,dopo tanti anni di buio totale dovuto al maledetto PD, finalmente mi risento Italiano grazie a Di Maio e il suo staff di governo che mi rappresenta con le idee per il sociale ,grazie anche che intelligentemente ha creato una forte coalizione con la LEGA ,ED ORA CACCIAMO I MALEDETTI COMUNISTI DALLA TERRA.

benedetto g., roma Commentatore certificato 13.09.18 00:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io non sono per "resistere".....
io sono per "risolvere".......
tutto giusto quanto dice "affari Italiani", giusto il plauso a Luigi, ma serve una risposta a questa
violazione giornaliera dell'intelligenza altrui...
anche perche' chi oggi pubblica o dice Fake News verso l'operato dello Stato, commette un REATO....
va quindi realizzata una Legge apposita per questo tipo di Editoria, va combattuta e finalmente risolta una volta per tutte......
eravamo ostaggi di un gruppo di malviventi che si facevano chiamare politici....ora che siamo al Governo che facciamo? lasciamo libertà di manovra ai loro compari?....
e no.....questa gente va prima multata, se non basta va interdetta, se non basta va arrestata!

fabio S., roma Commentatore certificato 12.09.18 22:22| 
 |
Rispondi al commento

OCCHIO che tra poco si accoda pure
la MAFIA SICILIANA
Anche a loro interessa il rilancio del paese
la politicaglia si è mangiata anche la loro FETTA

Mauro Magni 12.09.18 22:16| 
 |
Rispondi al commento

UUeeila' che sviolinata !!
Di Maio si dovrebbe "toccare"...
cos'è una richiesta di matrimonio o di prossima candidatura? (Scherzo) non leggo
AFFARI ITALIANI
chi è il firmatario dell'articolo non si capisce ma forse è meglio così

Mauro Magni 12.09.18 22:10| 
 |
Rispondi al commento

L'informazione italiana tifava per il Sì al referendum, ha vinto il No. Tifava per un crollo del M5S alle "politiche", ha stravinto. Tifava per un inciucio PD-FI, sono diventati irrilevanti entrambi.

Internazionalmente i "media" spingevano per il "remain" di Londra, ha vinto "exit". Tifavano compatti e convinti per Hillary, ha vinto Trump.

Insomma sembra che il "parco buoi" non si informi o, se si informa, faccia esattamente il contrario di quello che i giornali suggeriscono.

Se la cosiddetta "élite" ha investito capitali enormi per manipolare l'informazione, mai così tanti soldi sono seviti a così poco. Anzi, all'opposto.

giorgio peruffo Commentatore certificato 12.09.18 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente l'atto di coraggio che aspettavo, che milioni di Italiani aspettavano,è ora di mettere ordine a questa vera e proprio stortura democratica, avanti cosi Luigi Di Maio grazie per l'enorme lavoro che porti avanti a Noi il compito di starti vicino!!

Giovanni A., Arzachena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 12.09.18 21:04| 
 |
Rispondi al commento

MA CHE "UOMO" E' UNO CHE,RACCONTA CAZZATE PILOTATE,sapendo che influira' su menti labili.
Lui stesso si sente una merda,non lo dice ma lo sa'..contento lui..MA CHE VITA DI MERDA CHE FA'!

Luca Fini 12.09.18 20:54| 
 |
Rispondi al commento

LA VIP VALERIA MARINI DOC

Vedere la VIP-attrice-cantante-artista VALERIA MARINI che pubblicò il suo primo ed ultimo libro con la casa editrice Mondadori.

Giuseppe C., Sinalunga Commentatore certificato 12.09.18 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Ne abbiamo abbastanza di giornalisti e opinionisti che remano sempre e comunque contro ogni provvedimento del governo. In particolare a coloro che vanno in TV e si permettono di dire che andare in pensione a 62 anni o su di li non va bene perche' si e' troppo giovani. Costoro, abituati a portare sempre una sedia sotto il c. (sedere) non sanno cosa vuol dire lavorare in una fabbrica qualsiasi, nell'edilizia o in qualsiasi lavoro manuale. Abbiano rispetto.

Luciano C. 12.09.18 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Togliete il fieno all'editoria e vedrete come cambieranno le cose.
Ora diventerà più dura dal momento che anche l'Europa si sta muovendo per imbavagliare internet e quindi la libera informazione.

5 Stelle non sottovalutate questi problemi.
Grazie per quello che state facendo.

Giuseppe Fadda Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.09.18 19:07| 
 |
Rispondi al commento

W I CINQUE STELLE.

Settimo C. Commentatore certificato 12.09.18 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Grazie AFFARITALIANI.IT

L'onestà professionale giornalistica che fà ONORE al GIORNALISMO ITALIANO!

giuseppe r. Commentatore certificato 12.09.18 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Il post è chiaro, l'informazione fa schifo e Conte ha ragione, meglio non leggere alcun giornale altrimenti ti rovini la giornata.

Nonostante ciò resistete.

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 12.09.18 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Quasi tutti i giornalisti editori e direttori di reti tv sono dei pappagalli ammaestrati.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 12.09.18 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Un grazie da parte mia ad Affari Italiani. Avanti così Ministro non è solo.

Ferdinando F., Curtarolo Commentatore certificato 12.09.18 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Bellissimo articolo, avanti tutta Luigi e grande stima per il Premier Conte.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 12.09.18 17:19| 
 |
Rispondi al commento

e ora di finirla che i giornali con le balle che raccontano prendano i contributi dallo stato bisogna fare come a ROMA nessuno MAGNA MAGNA piu

giancarlo ricomini, marina di carrara toscana Commentatore certificato 12.09.18 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Hai capito Luigi! Ci vorrà un po' di tempo, qualcuno inizia a comprendere però!
Non bisogna mollare.

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 12.09.18 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Comunque c'è ancora gente in giro che é con convinta che i vitalizi li ha già aboliti Renzi. Né fanno di confusione.

Pantomima Rossa Commentatore certificato 12.09.18 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Piano, piano,qualcuno sta trovando il coraggio di scrivere le cose come stanno.

Tanti altri invece continuano a buttar fango contro il m5s.

Sig. Ministro, è vero che per avere Fao, Direttore alla Rai, Salvini si deve mettere d'accordo con Berlusconi?

newmail ***** Commentatore certificato 12.09.18 16:55| 
 |
Rispondi al commento

peressere stuprata non devi essere consenziete,l'editoriaera portroppo consenzientee di pessima qualità..:andrebbe cambiata!!!!!

franco bazzani (), seregno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.09.18 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono convinto che anche Montanelli si sarebbe dissociato da questa stampa servizievole e smidollato.

Roberto Maccione Commentatore certificato 12.09.18 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bellissimo articolo di incoraggiamento.
Non molliamo e per favore mettete ordine nella RAI al più presto.

Ingrid P. 12.09.18 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Vada avanti con "determinazione crescente" per noi tutti poveri, perseguitati e oppressi dalla élite assassina, bugiarda e corruttrice...i detrattori hanno il sangue in ebollizione e non possono fare altro che latrare come cani rognosi, che un cancro se li porti via tutti (mi perdonino le amate bestiole). Politici piddini, forzisti e sodali che hanno venduto la vita di un intero popolo alle banche e alla finanza! Con la complicità di tutti i giornali e di tutte le tv...

Antonio Melis 12.09.18 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Chiudete le sedi dei giornali contro il governo del cambiamento, ovvero delle fake news. Avanti senza fermarci col Governo del cambiamento.

Massimo M., Messina Commentatore certificato 12.09.18 15:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HANNO 1 DIAVOLO PER CAPELLO CERTI " GIORNALISTI" ...COME MI DISPIACE ..

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 12.09.18 14:53| 
 |
Rispondi al commento

QUANTO SONO INCAZZATI !!!!! CHISSA' PERCHè ...

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 12.09.18 14:51| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori