Il Blog delle Stelle
Il Jobs Act è un colossale fallimento

Il Jobs Act è un colossale fallimento

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 10:01
Dona
  • 43

di MoVimento 5 Stelle Senato e Commissione Lavoro

Ecco che Paese ci hanno lasciato dopo anni di malgoverno Renzi, Gentiloni & Co. Adesso hanno anche la faccia tosta di aprire bocca per criticare il nostro reddito di cittadinanza.

Ascoltate attentamente le parole dei dirigenti dei Cpi intervistati dalla trasmissione Presadiretta e capirete che cosa è cambiato in questi tre anni con il Jobs Act sul fronte delle politiche attive del lavoro. Perdonateci per lo spoiler: NIENTE. Corsi di formazione mai attivati, banche dati che non comunicano fra loro, sistemi operativi obsoleti... Ci sono, addirittura, Centri per l'impiego che non hanno computer né un sito Internet. Ma vi rendete conto? I cittadini sono stati truffati!

Le cose cambieranno con il reddito di cittadinanza, che riformerà i Cpi e che sarà colonna portante della #ManovraDelPopolo, con la quale metteremo fine a scene come questa. Perché, come ha detto il ministro Luigi Di Maio, per noi prima vengono gli ultimi.



bannerdoni5s2018.jpg

26 Set 2018, 10:01 | Scrivi | Commenti (43) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 43


Tags: centri per l'impiego, jobs act, reddito di cittadinanza, renzi

Commenti

 

Che grande uomo è che grande mente grazie Luigi sei stupendo.

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 03.10.18 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Naturalmente gli stessi che non hanno fatto un bel niente per far funzionare i centri per l'impiego stanno dicendo che siccome i centri non funzionano e hanno mille problemi (per colpa di Di Maio, naturalmente) il reddito di cittadinanza sarà solo assistenzialismo e se ne stracciano già le vesti, gridando allo speco di denaro pubblico (questo, e non altro fatto finora dagli altri governanti), e al sicuro maggior onere in interessi passivi sui mutui che gli italiani pagheranno in seguito al sicuro innalzamento dello spread. (sottinteso: così imparano a votare cinque stelle).
Ecco come viene raccontata dai media.
Speriamo che, ora, con l'incarico in Rai a Foa si possano avere notizie reali e non la solita disinformazione.

pensieridiunitaliano 28.09.18 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Un colossale fallimento voluto dal governo pidiota incapace infame ovviamente.

Freeman 27.09.18 14:45| 
 |
Rispondi al commento

I professoroni Renzi e il suo governo smentiti ancora una volta dalla Consulta. Il governo dell'inciucio tra legge elettorale, Parlamento incostituzionale, riforma costituzionale , legge Jobs act, 80 euro non ne ha indovinata una giusta. Dilettanti cacciati dagli elettori. Indifendibili.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.09.18 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Ripeto anche qui. Nel frattempo il burattino di pontassieve e tutti i suoi professionisti gregari la passano liscia, e continua a pagare pantalone?.....
Inizi col fargli restituire gli 80€ che ha regalato a chi non ne aveva reale bisogno! e che invece, gli son serviti per finanziarsi campagna politica europea e per ringalluzzirsi con un 40% da cui, lo statista dei polli, continua a essere convinto di ripartire!

Alberto R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 26.09.18 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Non penso che i robot necessariamente tolgano lavoro alle persone, anzi, cambiano e aiutano a crearne altro.


Jobs Act, la Consulta boccia Renzi. Licenziamenti, su gli ... - Affari Italiani
www.affaritaliani.it/.../jobs-act-la-consulta-boccia-renzi-licenziamenti-su-gli-indennizz...

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 26.09.18 18:21| 
 |
Rispondi al commento

questi andicapati ora hanno la soluzione per fare le cose fatte bene per il popolo cosa hanno la bacchetta magica

giancarlo ricomini, marina di carrara toscana Commentatore certificato 26.09.18 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Jobs act, è una legge truffa?

ABOLITELA!

È inutile correggere, ritoccare o sostituire qualche articolo, perché create quella palude di norme dalla quale non ci si districa più, anzi le cose diventano così aggrovigliate che diventa uno spasso per gli avvocati, giudici ecc...

Poi imparate a chiamarla in italiano, con il suo vero nome:

LEGGE DEL NON LAVORO, firmato Poletti & C.

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 26.09.18 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Il JOBS ACT è stato solo il pretesto per schiavizzare la forza lavoro. La colpa è, prima di tutto, dell'IGNORANZA in cui versa la categoria. In Francia ci hanno provato, ma i lavoratori, a momenti, se li mangiavano vivi quei politici. Nel 2003 si è tenuto un referendum per estendere i benefici dell'art.18 anche alle aziende con meno di 16 dipendenti... il referendum non raggiunse il quorum. I lavoratori devono imparare a conoscere i loro diritti ed i loro doveri. Il Jobs Act ha cancellato 50 anni di diritti e di conquiste sociali e i lavoratori non hanno nemmeno fiatato. Hanno dato loro le partite di calcio due volte a settimana e non capiscono altro, a meno che non sia lo stomaco a protestare. Sarebbero disposti anche ad imparare a fare i mattoni senza la paglia. Occorre una presa di coscienza collettiva ed un cambiamento importante nei comportamenti di ciascuno di noi. Altrimenti la "delinquenza politica" avrà sempre ragione. Bisogna saper aprire gli occhi e guardare avanti, per vedere se i vari "Salvini" sono leali o riempiono l'atmosfera di coglionate e per scoprire se sono al GUINZAGLIO di qualche mafioso o sono leali...!!

luca C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 26.09.18 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Io ho seguito la trasmissione Presadiretta, ma a parte la trasmissione tutti i disoccupati che sono iscritti ai Cpi sanno bene che non funzionano, tutto quello che avete scritto nel post è tutto vero purtroppo.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 26.09.18 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Voi pensate che la politica riuscirà a pensare come il pensatore di Amazon o Ali baba che dal nulla hanno creato milioni di posti di lavoro, oppure riusciranno a pensare che i Centri per Limpiego saranno dei robot per organizzazione e elaborazione dati da poter interrogare all'occorrenza in qualunque momento e ricevere risposta in tempo reale da qualsiasi dispositivo informatico?


W il M5S

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 26.09.18 16:25| 
 |
Rispondi al commento

non è un fatto scoperto adesso

franco bazzani (), seregno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 26.09.18 16:18| 
 |
Rispondi al commento

I Centri per l'impiego davano e danno fastidio alle numerose società private di lavoro interinale (leggi Manpower, Randstad, Adecco, ecc) che oggi monopolizzano il mercato creando "precarietà ". Fu il fulgido e inossidabile Romano Prodi (ex esponente di spicco del PD) ad avere questa bella idea e da allora sono dovunque. A scapito ovviamente dei Centri per l'impiego che invece avrebbero dovuto essere il fulcro del rilancio occupazionale. Una loro riforma è necessaria e quelle del lavoro interinale possono pure chiudere e creare altrove in altri Paesi la precarietà.

Mario C., Savona Commentatore certificato 26.09.18 15:38| 
 |
Rispondi al commento

PIANO LAVORO=ALGORITMO LAVORO.
DAL MEDIOEVO studiavano gli algoritmi
Oggi si possono applicare anche al mondo del lavoro e alla redistribuzione della ricchezza, me lo hanno detto.

Michele Arcangelo Taddei 26.09.18 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Sti CERVELLONI che HANNO CREATO questi CENTRI PER L'IMPIEGO.......ANCORA PARLANO!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Cosa VOLEVANO FARE DEI GIOVANI ITALIANI!!!!!!!!!!
MAI PIU' AL GOVERNO QUESTA GENTE!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 26.09.18 15:27| 
 |
Rispondi al commento

A BEPPE CON SIMPATIA:
ANCORA MOLTI DL PD SI STANNO CHIEDENDO LE RAGIONI DELLA SCOFITTA, MA NON LO HANNO CAPITO CHE IL PD HA TRDITO IL MOVIMENTO OPERAIO,LA CLASSE OPERAIA PER INTERO,TUTTI I LAVORATORI DI TUTTE LE CATEGPRIE,CHE HA PORTATO AVANTI LE ISTANZE DI BERLUSCONI E DELLA CONFINDUSTRIA, NON HANNO CAPITO ANCORA CHE OGNI SINGOLA SCELTA DEL PD ERA UNA COLTELLATA ALLA SCHIENA DEL MOVIMENTO OPERAIO E DELLA CLASSE LAVORATRICE NELLA SUA INTEREZZA,COSA STANNO A CHIEDERSI ANCORA I DIRIGENTI DEL PD ,FANNO FINTA DI NON CAPIRE CHE SE NE DEVONO ANDARE TUTTI QUANTI UNA VOLòTA PER SEMPRE E CHE NON DEVONO MAI PIù RIPRESENTARSI AL POPOLO ITALIANO SE HANNO UN MINIMO DI DIGNITA' DEVONO COMPRENDERE CHE SE ANCHE CAMBIANO IL NOME AL PARTITO NON CI INGANNANO PIU' ORMAI LI ABBIAMO IMPARATO A CONOSCERLI SONO DEI CANTA STORIE NON PIU CREDIBILI
CON SIMPATIA
ROBERTO

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 26.09.18 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo iniziato la terza fase della crisi economica ITALIANA,
tutto quello che appartiene alla questione lavoro è dentro.
E non solo, esiste anche una questione spopolamento strettamente collegata alla questione lavoro,
Ma un piano lavoro deve guardare tutto , vicino e lontano.

Michele Arcangelo Taddei 26.09.18 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Se fosse solo il jobs act. Si vuole trascurare sanita', ambiente, banche, etc.

Roberto Maccione Commentatore certificato 26.09.18 14:24| 
 |
Rispondi al commento

A BEPPE CON SIMPATIA:
QUANDO SI HA LA PERCEZIONE CHE CHI HA GOVERNATO IN PRECEDENZA LO ABBIA FATTO CON L'INTENTO DI FARE DEI DANNI AI LAVORATORI VIENE DA PENSARE CHE GLI AVVERSARI POLITICI NON SIANO PIù TALI MA SIANO DIVENTATI DEI VERI E PROPRI NEMICI DI CLASSE DA COMBATTERE CON FERMA DCISIONE: AVER TOLTO L'ARTICOLO DUCIOTTO (ART 18) EQUIVALE AD AVER TOLTO OGNI POSSIBILITA DI AUTODIFESA DEI LAVORATORI,E' COME TGLIERE L'AVVOCATO DI DIFESA AD UN QUALSIASI IMPUTATO,COSA CHE LA COSTITUZIONE SI ESPRIME CON CHIAREZZA IN METRITO: TUTTI HANNO IL SACROSANTO DIRITTO DI ESSERE TUTELATI NEI PROPRI DIRITTI
CON SIMPATIA
ROBERTO

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 26.09.18 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Allora perché non viene abolito,cancellato,stralciato una volta per tutte senza se e senza ma?

Stefano M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 26.09.18 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Okkio che la formazione deve essere fatta in modo serio, quindi non basta mandare soldi e nuove risorse ai vari ed inutili CPI. Le Regioni stanno da anni buttando soldi su corsi formativi inutili e gestiti da Enti scriteriati che rasentano la delinquenza!
Che la formazione sia programmata e costantemente monitorata dunque, altrimenti saranno fondi ed energie buttate. Confido come sempre nel buon senso di Luigi di Maio ed i suoi ministri/collaboratori che fino ad ora hanno agito sempre pensando prima di fare. Ecco stavolta c'è sul tavolo LA FORMAZIONE, obiettivo a mio avviso, molto più importante ed urgente rispetto al reddito di cittadinanza!

Carol 26.09.18 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Certo che siamo stati bravi , direi quasi dei geni a capire che il jobs-act era una fregatura , l'ennesima ! Tutto ciò che viene dal PD lo è , non ci si può sbagliare !

vincenzo di giorgio 26.09.18 13:25| 
 |
Rispondi al commento

lo abbiamo capito che il jobs act era una fregatura...ma ora gradirei una vostra proposta per creare lavoro perche di polemiche ne avete fatte fin troppe


Ora bisogna SALVARE e SALVAGUARDARE i cittadini italiani, le loro famiglie, i giovani, i vecchi, gli ammalati, i pensionati e tutti gli ONESTI che sono stati massacrati e seviziati da PD/dc-FI ed i loro governi di bastardi e vermi!!!
Basta ad ARRICCHIRE banche, caste mafiose e massone, amici di merende, papini e mammine di "babbei e troi(k)e boschive", mummie a delinquere, Breghetton autostradali, ecc..ecc..
I vigliacchi PD/dc-FI hanno fatto perdere TUTTO agli italiani anche la DIGNITA', l'ONORE, la GIUSTIZIA, la DEMOCRAZIA (ed a volte la VITA!).
Ora è il MOMENTO che DEVONO RESTITUIRE (con gli interessi ed altro) tutto quello che hanno DEPREDATO al POPOLO che NON HA PIU' PAZIENZA di essere la vittima dei MOSTRI AFFAMATI PD/dc-FI!
Dobbiamo farlo con il GOVERNO DI CAMBIAMENTO CONTE che sta ridando il MALTOLTO ai poveri italiani, anche se ostacolato da tutte le caste privilegiate mafiose e massone politiche, industriali, istituzionali corrotte, giornalai e TV me-de servi dei poteri occulti!
Forza M5* e governo di cambiamento!

giuseppe r. Commentatore certificato 26.09.18 12:48| 
 |
Rispondi al commento

"Invece le PMI italiane da decenni sopravvivono solo grazie alla compressione di salari e diritti"


-----------------------------------------------------------------


sono d'accordo con te. ci aggiungerei anche le grandi aziende, le spa e le multinazionali. la promotrice di queste politiche e' stata la fiat di marchionne.

pero' non sono errori che hanno fatto. e' proprio un piano ben preciso, di spogliazione dei diritti dei lavoratori e di drenaggio di denaro (e potere) dal basso verso l'alto.

e' tutto calcolato.

non e' che in italia in questi ultimi decenni (ma forse anche da prima, forse ancora prima di craxi ci provavano in tutti i modi solo che erano altri tempi) sia mancata una politica industriale e del lavoro.

e' stata quella la loro politica, drenaggio di potere (i diritti) e ricchezza (tramite il calo dei salari e con l'abuso di lavoro precario magari sottopagato) dal basso verso l'alto.

carlo 26.09.18 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Come si fa, a fare un PIANO LAVORO iniziando dal verso sbagliato, esempio:
Un tecnico che deve fare un lavoro non si reca sul posto di lavoro per rilevare lo stato di fatto. Come può programmare il da farsi come il caso Centri per l'impiego che abbisognano di una profonda ristrutturazione, la cosa non poteva stare in piedi ed il tempo ce l'ha presto detto.
Quindi non ripetiamo gli errori altrui in maniera differente.
Il mio timore è che tutta questa attesa, si riveli un'altra improvvisata come il jobs act.

Michele Arcangelo Taddei 26.09.18 12:30| 
 |
Rispondi al commento

I competenti del PD e FI .....molto competenti solo per fregare il prossimo.....

Ottavio S., Cadoneghe Commentatore certificato 26.09.18 12:15| 
 |
Rispondi al commento

il job act e' stato fatto per far fare sempre maggior guadagno elle imprese, soprattutto a quelle grandi.

non e' che quelli che hanno governato prima erano incapaci o hanno "sbagliato", sono capacissimi. purtroppo pero' avevano e hanno ascopi diversi da quelli che si pensa (e che fanno credere). e i risultati che vogliono veramente perseguire li ottengono.

ci sono due momenti della loro strategia: da qualche parte (nel caso del job act confindustria?) parte l'ordine di fare una certa legge.
primo momento della strategia dei politici intanto che lo mettono in pratica: convincere la gente che e' per il loro bene.
secondao momento della strastegia politica: convinere la gente che quella determonata legge e' stata un successo ed e' il meglio che si potesse fare per loro.

mica per niente il parlamento e' pieno di avvocati.

gli avvocati sono dei quacquaracqua' di professione, maestri di dialettica, oratoria, retorica. l'arte di far credere. in tribunale la loro capacita' viene anacquata dal giudice, nei media, senza poi casomai un contraddittorio efficace, vengono scatenati sui cittadini e si divertono a fare a gara a chi ne infarlocca di piu'.

carlo 26.09.18 12:00| 
 |
Rispondi al commento

La politica fallimentare degli ultimi governi sul lavoro è sotto gli occhi di tutti. Da questo punto di vista, il reddito di cittadinanza sarà una misura da "pronto soccorso" per soccorrere chi è sotto la soglia di povertà e ha perso il lavoro. Attenzione, però! Se pensiamo che questa utile misura possa da sola, unitamente alla riforma dei Centri di Impiego, a risolvere il drammatico problema della inoccupazione giovanile e disoccupazione da crisi aziendale, ci sbagliamo, e pure di grosso ! E sapete perché ? Perché la inoccupazione e disoccupazione non dipendono dall'arretratezza dei CdI; né dall' inadeguata formazione dei lavoratori. Ma semplicemente dalla diffusa debolezza del nostro sistema produttiva tuttora incentrata sulle PMI che non possono assicurare lo sviluppo del Paese in un mercato non più domestico ma internazionale / intercontinentale dove contano gli investimenti in innovazioni tecnologiche e i capitali ad essi necessari. Invece le PMI italiane da decenni sopravvivono solo grazie alla compressione di salari e diritti, in quanto le banche non fanno loro credito per assoluta inadeguatezza dei loro "business plans"al contesto internazionale. Non a caso qualcuna di queste imprese sogna di tornare alla "svalutazione competitiva" per riuscire a galleggiare in un mercato troppo competitivo per loro sulla pelle dei cittadini. Apriamo gli occhi ! Le PMI non sono il futuro del Paese, ma la spiegazione del nostro inarrestabile declino !

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 26.09.18 11:54| 
 |
Rispondi al commento

E si,pultroppo è così figuriamoci che ci sono stati dei centri che hanno cambiato anche date e documentazioni truffando ancora di più chi si dava da fare ,facendo concorsi modificando addirittura la data è l'anno della reale iscrizione ."poi dicono che gli italiani non hanno voglia di lavorare ...........E ce' gente a cui hanno rovinato la vita con questi giochetti ,perché in quelle situazioni ci siamo trovati noi italiani a lavorare con sfruttamento e sottopagati senza contributi ,E IO NE HO ANCHE KE PROVE DI QUESTE SCHIFOSE MANOVRE .....si dovrebbero vergognare magari sanno già come pararsi ,come al solito ,schifata!!! Non è possibile rovinare una vita anche a chi con forza e coraggio ha fatto dei sacrifici fino a rovinarsi la salute .povera Italia .chi sta' a capo dovrebbe migliorare e non peggiorare la vita degli italiani ,e strafottendosene ,se ci saranno giovani sensa futuro ,50enni con la strada sbarrata e. Pensionati ridotti alla fame ,qui stiamo attivando alla selezione della specie .VERGOGNA !!!! E magari facendo entrare delinquenti da altre nazioni li aiuta ad eliminare prove .invece di difendere la propia patria la si sta' affondando sempre più nel fango .

Claudia Bartoli (clodíïn) Commentatore certificato 26.09.18 11:52| 
 |
Rispondi al commento

la formazione pratica per varie attività lavorative comprese le innovazioni tecnologiche , con una seria incentivazione e controllo da parte dello stato che mette in campo risorse economiche e infrastrutturali , è forse l'ultima occasione per il paese di avere in breve tempo persone abili al lavoro che potranno contribuire al rilancio della domanda interna ed anche alla formazione di piccole e medie imprese, gli 80,00 euro a chi ha già un lavoro è servito poco al rilancio della domanda interna

angelo miccinilli Commentatore certificato 26.09.18 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Gli ultimi saranno i primi! Lo disse pure
Gesù Cristo!
Adesso aspettiamo che si avveri la profezia

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 26.09.18 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Comodo scaricare le responsabilità, ma che ci stavano a fare questi centri per l'impiego .... forse per raccattare voti dichi ci lavora?

mzee.carlo 26.09.18 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo passati dal meglio al peggio:
- Meglio ai tempi degli UFFICI di Collocamento, quando i disoccupati li andavano a chiamare direttamente a casa.
- Peggio ai,nostri,tempi dei Centri per L'impiego, fin qui, non se ne' accorto nessuno del CAMBIAMENTO.
Spero che sia arrivato il momento per aprire una seria discussione su questi Centri inutili.




Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori