Il Blog delle Stelle
Il futuro dell'informazione - Davide Casaleggio intervista Enrico Mentana

Il futuro dell'informazione - Davide Casaleggio intervista Enrico Mentana

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 152

Di seguito, e in video, una recente intervista di Davide Casaleggio a Enrico Mentana in occasione di Rousseau City Lab a Cesenatico


Davide Casaleggio
Parliamo di futuro dell’informazione e quindi abbiamo invitato uno dei maggiori esperti dell’informazione in Italia. Da qualche giorno hai lanciato una nuova iniziativa on line e mi interessava capire come questa iniziativa possa sostenersi innanzitutto perché ho guardato tanti tipi di modelli di informazione e il giornale on line, ma anche quello cartaceo, ha effettivamente molti problemi dal punto di vista del modello di business. E quindi volevo capire con te chi e come dovrebbe sostenere una informazione on line. i giornali cartacei e anche le loro versioni on line hanno ricevuto negli ultimi 15 anni oltre 3 miliardi e mezzo di euro dallo Stato. E questo è il modello che deve continuare o ci sono altri modelli che possono permettere ai giornali di stare sul mercato e farsi pagare dai lettori?

Enrico Mentana
Non c’è nessun dubbio che il modello di business che ha tenuto in piedi il giornalismo negli ultimi cento anni sta venendo meno. Cioè quella cosa per cui ci sono la pubblicità e l’introito dall’edicola e dagli abbonamenti per la carta stampata, e per le televisioni la pubblicità e/o il canone, non è più sufficiente. Soprattutto perché l’informazione sarà sempre di più ritenuta una merce gratuita, perché apparentemente già lo è.
La grande crisi che è iniziata 9-10-8 anni fa ha portato a un crollo delle vendite dei giornali, un crollo delle inserzioni pubblicitarie e quindi degli introiti dalla pubblicità per le aziende editoriali. E questo ha evidentemente creato sconcerto, per di più le aziende editoriali hanno commesso quello che a mio avviso è un errore strategico che è stato devastante con la distruzione di valore del loro stesso patrimonio di notizie e di firme, andando gratuitamente sul Web con i loro siti, che è vero adesso sono i siti più letti nell’informazione, ma senza che nulla possa ripagare lo sforzo che viene fatto.
La crisi ha preso di infilata i grandi giornali nel momento in cui avevano redazioni massicce dal punto di vista numerico, per di più con giornalisti che sono tutelati dai contratti di lavoro dell’era predigitale che fanno sì che siano sempre in crescita dal punto di vista degli emolumenti in linea tendenziale e non licenziabili, che è un bene per chi fa il giornalista ovviamente, però per una impresa editoriale vuole dire semplicemente continuare a avere tanta gente, poterla al massimo diversificare nell’ambito di offerte diverse. E anche per questo sono nate le estensioni, gli spin off sul Web delle grandi testate. Ma senza assumere giovani, cosicché sempre più i giornali sono stati vissuti come qualcosa fatta da persone quaranta, cinquanta, sessantenni con tendenza a crescere per lettori che avevano la stessa predisposizione a seguire i giornali.
Un giovane non legge i giornali ormai da 2 – 3 generazioni, fino a 35 anni penso sia assolutamente minoritaria la percentuale dei giovani che leggono giornali ma che per diversi motivi e anche guardano la televisione. Il problema per i telegiornali è soltanto un pochino meno urgente, ma anche lì il modello non si regge nel momento in cui un giovane crede, si illude o sa di potere seguire ciò che lo interessa direttamente dal Web con l’illusione di gratuità, dico illusione perché nessun pasto è gratis neanche da questo punto di vista. Tu devi avere pagato un attrezzo, che sia uno smartphone, un iPad o un Pc, e poi paghi la corrente, paghi l’abbonamento.E quindi hai sicuramente degli elementi per cui la gratuità non esiste e per di più ti devi sciroppare la pubblicità. Ma l’illusione oggi è che l’informazione è diventata gratis e per di più me la scelgo io.
Quindi il problema, in questo momento, è che non esiste modello di business e non esiste certezza del pubblico nuovo, per chi fa già informazione, giornali e televisioni c’è il problema che non hai un baricentro generazionale adeguato a fare diventare appetibile per i giovani la tua informazione. I giovani hanno un rapporto random, episodico, sporadico e soltanto apparentemente metodico rispetto alle informazioni. Credono di potere trovare ciò che gli interessa ma se non c’è un mediatore non possono sapere cos’è successo e il mediatore a volte lo trovano casualmente attraverso i motori di ricerca, attraverso un amico che gli posta una cosa, che gliela linka, che gliela gira.
Allora quello che bisogna tentare di fare è rimettere i giovani nel circuito giornalistico per fare sì che i giovani sentano una musica giornalistica che in qualche modo gli interessa e riportarli nel circuito di ciò che è importante, cioè essere informati attraverso un mediatore che sia credibile. Lo sia perché parla dei problemi della loro generazione, è credibile perché lo fa con la lingua della loro generazione non il vecchio saggio della montagna che scende a valle e dice giovani venite con me.
È un tentativo di creare un prodotto che possa essere appetibile e quindi interessante anche per chi fa pubblicità. Un investitore pubblicitario che sa che un prodotto giornalistico è letto dai giovani, può essere interessato a veicolare lì le campagne che sono più affini. Certo chi fabbrica dentiere non sarà interessato ma chi fabbrica jeans probabilmente di più, e via discorrendo.
Sapendo che se tu non ce la farai a coprire i costi con la pubblicità hai altri due modi, quello del crowdfunding ma soprattutto quello delle donazioni o della fidelizzazione attraverso una richiesta diretta a chi ti legge di un contributo minimo, 5 euro per tutti o cose di questo genere. In realtà siamo in una situazione cangiante e nessuno può dire oggi come sarà tra sei mesi, tra un anno, tra due anni. Tento di partire free sperando che ci sia abbastanza pubblicità, ci sia abbastanza riscontro e si possa fare il passo non più lungo della gamba sapendo che ci smenerò magari dei soldi ma questo è quello che ho detto: ho guadagnato tanto e continuo a guadagnare tanto, continuo a fare un lavoro che mi gratifica, do indietro un po’ attraverso l’assunzione di giovani.
Già questo aspetto crea benevolenza, predisposizione positiva, se quindi ci sarà da parte di tutti anche coloro che leggono la volontà di contribuire a questo sforzo che vuole contribuire davvero a modificare una tendenza che vale da tutte le parti, cioè chi lavora in uno studio medico sa che il ragazzo che entra potrà al massimo andare a comprare il caffè, chi lavora in uno studio legale sa benissimo che il giovane al massimo potrà fare le fotocopie e via dicendo. Se riusciamo a invertire in un caso esemplare anche se limitato la tendenza può darsi che questo sia beneficamente è contagioso.
Riesco a fare venti assunzioni di praticanti? Mi costa x, diciamo che una impresa editoriale di questo tipo potrebbe vivere con un milione di euro all’anno. Può entrare un milione di euro all’anno dalla pubblicità e dai contributi? Non lo so, ci vorrà il crowdfunding? Non lo so, non ci vorranno però contributi per l’editoria, contributi per le startup. Cioè dobbiamo creare un mondo in cui vince chi vince, pareggia chi pareggia, ci smena chi ci smena e si apre la strada per un’altra cosa diversa.

Davide Casaleggio
Ho dato un’occhiata ai dati italiani e sono circa mille i siti on line che fatturano in giro per l’Italia e in media siamo sui 20 mila euro l’anno. Dai 20 mila euro a un milione probabilmente è la differenza tra il professionismo e l’amatorialità dell’informazione, siamo sicuri che riusciamo a avere un’industria basata sull’informazione on line con il crowdfunding e la benevolenza che possono volere i lettori verso una iniziativa, sicuramente l’iniziativa speciale che viene lanciata da uno dei più importanti giornalisti in Italia probabilmente avrà successo, ma questo è un viatico per una industria o è un esempio difficilmente replicabile?

Enrico Mentana

Non lo so parliamoci molto sinceramente, non è che nessuno sa cosa succede tra due anni. Ma non lo sai in nessun campo. Io sono soltanto che è giusto provarci, poi al massimo sarò quel pirla che è arrivato prima di quello che ha avuto l’idea giusta. Ma la cosa peggiore è che avrò fatto uno sforzo, la cosa peggiore quindi migliore che mi possa capire è che avrò fatto uno sforzo per il quale comunque non avrò problemi con me stesso. Cioè la cosa peggiore che può succedere è che ci smenerò dei soldi avendone guadagnati in passato.
Io credo però te lo dico francamente che non sia possibile un azzeramento dell’industria giornalistica, dell’industria editoriale. È vero che i dati tendenziali sono quelli che distruggono progressivamente il valore delle imprese editoriali classiche e non c’è nulla di simile nella crescita invece opposta dell’online.

Davide Casaleggio
Il fatturato complessivo dell’industria dell’informazione negli Stati Uniti è sostanzialmente ritornato agli anni Cinquanta...

Enrico Mentana
Non c’è dubbio. Però qui ci sono centinaia di persone che nonostante siano sotto la pioggia, ascoltano cosa abbiamo da dire su questo argomento. E non perché sono conosciuto io o perché siamo in casa tua ma perché secondo me c’è un problema che non riguarda solo i giovani per i giovani. Qual è stato l’errore in un provvedimento che comunque va guardato con rispetto come fu quello degli 80 euro di Renzi? Che un genitore che incassa di più 80 euro al mese nel suo stipendio quegli 80 euro non gli bastano per il figlio, allora qui il problema è che tutti noi che siamo più in là con l’età sappiamo che abbiamo chi più chi meno un debito con le generazioni successive, perché chi lavora sa benissimo che sta seduto lui ed è in piedi un giovane, non suo figlio un altro giovane. Cioè questa questione in realtà porterà a una responsabilizzazione collettiva che passa anche attraverso il parlare di queste cose nell’informazione.
Quello che voglio dire è che quello che credo che non è che saranno i giovani che daranno i soldi soprattutto per una cosa così, se arriveranno le donazioni arriveranno le donazioni dei padri perché sanno che bisogna invertire una tendenza. È ottimismo? Volontarismo? Buttare il cuore oltre l’ostacolo? È possibile che sia così ma quante storie non soltanto nei film americani cominciano da una idea che sembra folle e poi diventa addirittura ovvia no? E quanti invece hanno iniziato da una idea folle e poi crollano miseramente? Non lo sappiamo e bisognerà vedere, sarà comunque una cosa da raccontarsi.

Davide Casaleggio
Su una cosa mi sembra che siamo d’accordo sicuramente, è il futuro dei giornali di carta. Ho dato un’occhiata in giro per il mondo per capire qual è il fatturato dei vari giornali di carta e qual è la tiratura. E ovunque - che si parli di Stati Uniti dove forse il digitale ha avuto più impatto, ma anche di Gran Bretagna e della stessa Italia - vediamo percentuali di decrescita delle tirature che vanno dal 7-8-9-10 per cento anno su anno. E a un certo punto poi non è più conveniente il distribuire della carta in giro per l’Italia. Sei d’accordo su questa cosa o c’è un futuro anche per la carta?

Enrico Mentana
Allora sono figlio di un giornalista, il regalo che mi fece mio padre per i miei 18 anni e permettermi di fare un lavoro che quasi non esiste più: il correttore di bozze. Il correttore di bozze è quello che per chi non lo sapesse alle 10-11, mezzanotte si ritrova il bozzone degli articoli di giornale e deve controllare se non ci siano dei refusi, degli errori e deve correggerli. Lì succedeva tutto a mano. Quel mondo non esiste più ma io so che è esistito, siamo sempre alle solite. L’esempio che faccio sempre è quello dei negozi di mobili di antiquariato. Nessun giovane li compra più però ci sono, sono esistiti e se non ci fossero stati i mobili gloriosi, antichi bellissimi non ci sarebbero neanche le ispirazioni per i mobili che compriamo all’Ikea o altrove. Il giornalismo e la carta stampata è destinato a finire ma come tante altre cose del Novecento perché come non c’è più il grammofono, come non c’è più lo zoo che si chiama bioparco, come tutto il resto. Però le cose esistono sempre, esiste sempre l’informazione, esiste sempre la musica, esistono sempre gli animali. Cosa voglio dire quindi? È chiaro che non ci sarà più la carta ma i giornali riusciranno a passare sui tablet o quello che ci sarà dopo il tablet perché moriranno anche i tablet, moriranno gli smartphone ma non morirà mai l’interesse delle persone a informarsi. Se morisse quello morirebbe la nostra civiltà e a me non interessa profetizzare cosa ci sarà dopo la nostra civiltà. C’è sempre stata la necessità di essere informati, che è strategicamente importante per chi vuole avere un ruolo nelle società e da quando esiste la democrazia il sapere deve essere condiviso, l’informazione deve essere condivisa. Guardiamoci dai paesi in cui non tutti hanno accesso all’informazione. Non è per me concettualmente pensabile. Dio ci guardi dalle sovvenzioni, Dio ci guardi dalla gratuità finta però quella è una impresa che deve continuare a esistere magari a costi minori perché già l’informazione on line e la cosa di cui non abbiamo ancora parlato abbatte i costi, li abbatte enormemente, li abbatte anche troppo. Ci sono dei siti on line in cui nessuno viene pagato niente. Mio figlio con mio odio per questo lavora in un sito e penso che porti a casa 600 euro al mese, non ha senso perché lavora lì da quattro anni e ne è il fondatore insieme a altri due.
Ma non è questo il futuro dell’informazione ovviamente, il futuro dell’informazione è avendo abbattuto anche per via digitale, per via dell’innovazione tecnologica i costi poi restituire con tutto il rispetto per l’intelligenza artificiale la dignità del lavoro in quello come in tutti gli altri lavori a chi lavora, perché uno dei problemi è che non possiamo pensare che un giornalista solo perché in età da avere la vecchia tutela del contratto di lavoro guadagna centinaia di migliaia di euro l’anno e un giovane prende un euro, due euro, tre euro a articolo e magari ne deve fare cento per arrivare a una cifra di centinaia di euro. È insensato!



bannerdoni5s2018.jpg

19 Set 2018, 10:12 | Scrivi | Commenti (152) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 152


Tags: davide casaleggio, enrico mentana, giornalismo, informazione

Commenti

 

http://fanpa.ge/9QZSP

A che servono i tagli dei parlamentari del M5s
Se il portavoce del primo ministro prende più del primo ministro ?
E piu dei parlamentari del M5s , che prendono 3200 euro al mese netti ? Più i rimborsi per le spese rendicondate
Lui prende 6000 euro netti....

La politica , alla fine, anche per noi del M5s e' un servizio o una professione?
C’erano una volta i cittadini ( dilettanti) prestati alla politica...
Oggi ci sono i professionisti della comunicazione in politica

E alla fine chi conta di più?

intanto milioni d italiani aspettano il RDC ... da 780 euro al mese ...

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.09.18 23:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molto bella e interessante l'intervista perchè "realistica" in quanto fatta da uno del M5S senza tagli e fake! Il "povero-Mentana" è stato messo al muro e si è asseragliato in un triste molologo di FORSE, SPERIAMO, CHI LO SA? VEDREMO. I giornali hanno seguito l'iter della Casta e degli Immobili, prezzi gonfiati fuori mercato per il normalissimo scopo del "voto di scambio". Inoltre pare che fare il mestiere del giornalista sia come quello del Parlamentare Europeo (una pacca sulla spalla e la tessera giusta), provvedimenti per chi racconta BALLE (zero!) ... in sintesi: "aria fritta e chiacchere in padella" Domanda da Artiere-ippico un po' ignorante; "e se tutti i giornali si mettono d'accordo a mettere una foto, il titolo e BASTA !! Quelli che vogliono le notizie gratis dove vanno a leggerle????"

Dall'Olio Ermes 21.09.18 02:06| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Hai bisogno di aiuto finanziario? robertofinanzia1@gmail.com
Numero Whatsapp:+33756835767
È un prestatore serio e molto onesto.
Per tutta la vostra necessità di prestito per i vostri progetti (casa, ed altri) o per la vostra necessità personali, volete contattarlo per ottenere il vostro prestito in 72 ore.
Grazie

ROBERTO SERVIZI 20.09.18 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Completamente d'accordo con Mentana in ordine all'ultimo concetto.
concetto che purtroppo si estende a tutto il mondo del lavoro ( stipendi spropositati degli anziani rispetto ai giovani in ogni attività di ogni settore: dai magistrati, ai dipendenti pubblici in generale, agli impiegati nelle aziende private, ai militari, etc.).
E' su questa sproporzione che è indispensabile agire per la coesione sociale alla base della convivenza pacifica.

FRANCO RAGAZZINI 20.09.18 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Le balle dell'informazione si trovano nel web , ma anche nella carta stampata e nei media in video e radio. Quindi occorre una stretta , non sull'iformazione e informatori, ma su come si pongono le notizie: su chi usa parole amiche o nemiche per ideologia o interesse , su chi si arroga il diritto di enfatizzare questo o quello non per pura verita', ma solo per pubblicizzare la parte vicina, infilando ad arte filmati, interviste , dando titoli onorifici a chi li ha persi da tempo, su chi prevarica la pura notizia con commenti personali ad arte, su chi da la notizia presunta e non verificata. Ecc,ecc.

Francesco De Rita 20.09.18 16:08| 
 |
Rispondi al commento

le tv del super delinquante ber******i nuociono gravemente al cervello e alla economia italiana.Se magari chiudessero il pil crescerebbe immediatamente al 3%.Si eviterebbe il continuo lavaggio del cervello.

ercole t., castelmassa Commentatore certificato 20.09.18 14:34| 
 |
Rispondi al commento

come potete costatare DAVIDE parla di cose reali di numeri, ..e questo si arrampica sugli specchi con teorie che dire esoteriche è poco , affastellando cose che non si capisce se sono inventate di SUO
O SEMPLICEMENTE SCOPIAZZATE, peraltro non seguendo nemmeno la logica della coerenza, ..si capisce che va a braccio, ma in definitiva gira a vuoto
ENTRANDO CONTINUAMENTE IN CONTRADDIZIONE CON QUANTO DETTO IN PRECEDENZA.
NON dico niente di che, chiunque lo vede.
andiamo al succo della faccenda.
http://www.ufficiostampa.rai.it/dl/UfficioStampa/Page-0a76d103-5772-4682-b9ba-d02356d38b7a.html
questi sono i numeri.
guardate quelli di la7 orari telegiornale e
siliconata.
si capisce perche rimane la siliconata il vero padrone della SETTA.
LA SILICONATA E' PIDDIOTA E LA SUA TRASMISSIONE
E LA SEDE NAZIONALE DEL PD VISTO LA VACANZA DELLA
SEDE POLITICA.
QUEL NUMERINO è dovuto ai piddioti, ma in parte a molti dei nostri che vanno li per curiosità
NON CE NIENTE DA CURIOSARE, IL GIOCO ORMAI E FIN TROPPO SCOPERTO.
CAIRO ha sposato l'opposizione al governo del cambiamento ALTRIMENTI LA GRUBER E LA SARDONI
sarebbero state già cacciate, come berlu ha cacciato BELPIETRO E GIORDANO.
IO seguo #BURBEROBOICOTTALA7 LO CONSIGLIO A CHIUNQUE è veramente sensibile al problema mediatico.
franco rosso
p.s. per questo motivo considero quello di alessandro un grave errore. un conto è fare delle dichiarazioni, altro conto e regalare un trend-topic e una serata trionfale a questa miserabile.

franco rosso 20.09.18 10:51| 
 |
Rispondi al commento

L'altra parte dell'interista,che si rileva ascoltandola, riguarda l'opinione del giornalista sulle fake news.
Credo di poter dire che si contraddice.
Prima dice che le fake news più pericolose sono quelle che vengono dal basso. Creano odio, sono quotidiane creano una scia. Per poi dire che, si smontano in 10 minuti, come le unghie smaltate della Josefa.
Sono invece meno pericolose le fake news pubblicate da enti più credibili, come le motivazioni che indussero gli americani al conflitto in Iraq (?).
Per poi dire che chi costruisce queste tipo di notizie, mettendoci la manina, lo fa in modo che siano tangibili.
Forse il giornalista è un po' confuso.

newmail ***** Commentatore certificato 20.09.18 09:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RIFLESSIONI SULL'INTERVISTA DI Davide Casaleggio;
IL CAMBIAMENTO DELL'ASSETTO ISTITUZIONALE DEL PAESE I parte

1- Non è un attentato alla democrazia, come fa credere qualcuno da parte del Pd, ma una riflessione importante nata in base ai cambiamenti in atto, dovuta alla necessità e alla possibilità di avere strumenti necessari per poterla realizzare: tutti i cittadini perlomeno sui temi più importanti, possono decidere direttamente in larga scala con costi minori ed anche più velocemente; la vera partecipazione è la democrazia diretta senza intermediari. Ovviamente le "resistenze" da parte della "burocrazia" e la mentalità conservatrice e mummificata saranno il primo ostacolo da superare.

2- Pensiamo al percorso del parlamento dal dopoguerra ad oggi, non solo come organo di produzione delle leggi: se il parlamento è fatto dai rappresentanti degli elettori dal 1948 ad oggi con la crescita e il dominio dei partiti è diminuito il potere del popolo: nella scelta dei deputati e senatori è aumentata l'influenza dei partiti che ha creato di fatto, non solo con leggi elettorali sempre più complesse da Porcellum&Mattarellum&Rosatelum, delle liste "bloccate" per cui il popolo sostanzialmente non sceglieva chi mandare al Parlamento ma sono i partiti a scegliere chi deve rappresentare loro, non il popolo.

3- La qualità del parlamento è importante, ed è inquietante quando l'anti-cultura dominante mira a distruggere la cultura, vista come il nemico del potere; in questo modo il potere non ha bisogno di cultura e teste pensanti, promuove i "perfetti idioti" e "i pupazzetti obbedienti" , che non domandano e non pensano. Dal 25 giugno 1946 l'Assemblea Costituente con Benedetto croce, Emanuele Orlando, Walter Binni...il peggioramento della qualità dei parlamenta ha tolto la fiducia dei cittadini.

Shir akbari 20.09.18 09:11| 
 |
Rispondi al commento

RIFLESSIONI SULL'INTERVISTA DI Davide Casaleggio;
IL CAMBIAMENTO DELL'ASSETTO ISTITUZIONALE DEL PAESE II parte


4- Ogni sistema elettorale deve essere studiato e adattato in base al paese che deve regolare, ecco perché non avrebbe senso utilizzare un sistema elettorale Francese o Olandese. Il sistema elettorale migliore è quello che risulta più adatto per uno Stato in base alla sua politica, popolazione, territorialità ed alla sua forma di Stato e Governo.

5- Con questa visione bisogna approfondire la proposta di Davide Casaleggio: oggi è possibile superare la democrazia rappresentativa con la democrazia partecipativa, che potrebbe essere adottata in molti altri ambiti. la Rete è uno strumento di partecipazione straordinario che restituisce il potere decisionale al popolo.

6- Il parlamento deve garantire che il volere dei cittadini venga tradotto in atti concreti. perciò non serviranno più la Camera con 630 deputati e il Senato della Repubblica con 350 senatori: basta un'assemblea con metà dei parlamentari scelti dai cittadini non dai partiti, le persone preparate e competenti, in materia di politica come garanti. Solo in questo modo possiamo garantire la qualità del parlamento che dipende della qualità e livello culturale dei parlamentari stessi e riavere la fiducia dei cittadini alla politica.

LA DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA E IL PARLAMENTARI VERI ESPERTI I N POLITICA COME GARANTE IL FUTURO L'ASSETTO ISTITUZIONALE

Shir akbari 20.09.18 09:09| 
 |
Rispondi al commento

LA DEMOCRAZIA COSTA , SPENDING REVIEW DEL PARLAMENTO EUROPEO

Parlamento Europa è composto da 766 deputati eletti in 28 Paesi, in cui si parlano 24 lingue ufficiali, 72 italiani di cui 15 del M5S.
Ammonta a 2 miliardi il bilancio, una cifra significativa, in continua espansione, dovuta in parte alla necessità di avere due sedi pienamente operative (Strasburgo e Bruxelles), con un aggravio di circa 200 milioni l'anno.
Sarebbe tempo di spending review anche a Bruxelles.

Mettere mani dunque alla legge elettorale per il Parlamento europeo è una priorità per poter cambiare Europa non come proprietà delle banche e élite finanziare ma in difesa di un'Europa dei Popoli.

Dobbiamo garantire una campagna elettorale più radicata nei territori, capace di proiettare a Strasburgo eletti di alto livello culturale con la conoscenza internazionale, appartenenti a tutte le realtà territoriali , non scelti dai partiti come “il cavallo di Caligola”

TRASFORMARE EUROPA DELLE BANCHE A UN'EUROPA DEI POPOLI

Shir akbari 20.09.18 09:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci son governi che pagherebbero per avere un'opposizione come quella del #PD. Il Governo Conte ce l'ha gratis, che culo
#BauChiMolla

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.09.18 09:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2) “Anche in considerazione della drastica riduzione del carico tributario grazie alla flat tax e alle altre misure… sul piano della lotta all’evasione fiscale, l’azione è volta a inasprire l’esistente quadro sanzionatorio, amministrativo e penale, per assicurare il ‘carcere vero’ per i grandi evasori”.
Nella sua prima intervista (al Fatto) e in quella di ieri alla Verità, il premier Conte ha raccontato la favola “pace fiscale non è condono”, senza sbottonarsi sulle cifre. Poi però si è attenuto al contratto: “La pace fiscale è imprescindibile”, ma solo nell’ambito di “un progetto organico di riforma (del fisco, ndr), basato su una nuova alleanza tra cittadino e fisco”.
Insomma “l’azzeramento delle pendenze” sotto una certa soglia “è funzionale per ripartire con un nuovo rapporto con il fisco”, che prevede le manette per chi poi sgarra: “L’inasprimento delle pene è un tassello fondamentale della nostra riforma fiscale… significa che chi commette reato deve andare in carcere”. Siccome il prof. è esperto di diritto privato e civile, ma non tributario, gli ricordiamo un piccolo dettaglio: aumentare le pene è sacrosanto, perché le attuali non consentono né custodia cautelare né intercettazioni e garantiscono la prescrizione assicurata; ma per commettere reato e dunque rischiare di finire sotto processo (per poi farla franca 99 volte su 100) bisogna superare soglie di evasione talmente alte che, anche volendo, possono farcela soltanto pochissimi miliardari. Quelle soglie, introdotte dal centrosinistra, furono poi abbassate da Tremonti (incredibile a dirsi) nel 2010 e rialzate a dismisura da Renzi. Quindi, prima di inasprire le pene, bisogna abbattere quei tetti e fare come nei Paesi civili: chi non paga le tasse commette reato, a prescindere da quante ne ha evase. E bisogna farlo subito, contestualmente allo sciagurato condono. Che si spera sia quello previsto dal contratto, limitato esclusivamente alle “situazioni eccezionali e involontarie di dimostrata difficoltà

newmail ***** Commentatore certificato 20.09.18 08:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fisco per fiasco
Marco Trava glio
FQ 20.9.18
Si può chiamarla come si vuole: voluntary disclosure, concordato fiscale, emersione del sommerso, rottamazione delle cartelle, definizione agevolata, ravvedimento operoso e altri sinonimi alla vaselina, come facevano i paraculi di destra e di sinistra; oppure pace fiscale, come fanno i paraculi giallo-verdi. Ma se una legge consente a chi non ha pagato le tasse di cavarsela versandone una parte, senza multe né conseguenze penali, condono è e condono rimane. Quindi un “governo del cambiamento” che si rispetti dovrebbe partire di qui: chiamando le cose col loro nome senza prendere in giro gli italiani. La pace presuppone una guerra e noi – parlo a nome di quei pirla che pagano le tasse fino all’ultimo euro – non ne abbiamo mai vista una. O meglio, una la combattiamo da sempre: contro gli evasori, che ci costringono a pagare molto più della media europea. Purtroppo l’abbiamo sempre persa, ma siamo un po’ stufi di continuare a perdere. Cioè a pagare anche per chi non paga. Anche perché non sapremmo proprio con chi farla, la pace. E ci girano vorticosamente le palle se la pace la fa chi non paga, trattato da pacifista anziché da evasore. Ciò premesso, non è ancora chiaro quanti saranno i neo-condonati, per quali importi evasi, in cambio di quali importi e per quale durata. Noi avevamo capito che M5S e Lega fossero vincolati a un contratto di governo. E, a scanso di equivoci, siamo andati a rileggerlo. Sull’evasione dice due cose.
1) “È opportuno instaurare una ‘pace fiscale’ con i contribuenti per rimuovere lo squilibrio economico delle obbligazioni assunte e favorire l’estinzione del debito mediante un saldo e stralcio dell’importo dovuto, in tutte quelle situazioni eccezionali e involontarie di dimostrata difficoltà economica. Esclusa ogni finalità condonistica, la misura può diventare un efficace aiuto ai cittadini in difficoltà ed il primo passo verso una ‘riscossione amica’ dei contribuenti”.
2) “Anche in considerazione d

newmail ***** Commentatore certificato 20.09.18 08:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per anni ho guardato il tg di Mentana come l'unico che non mi facesse vomitare.
Ho apprezzato che si fosse imposto contro Berlusconi così che questi lo licenziò, in ciò mostrando che non ce la faceva a fare il tappetino sotto padrone. Ma poi è finito in una rete di Cairo, amicissimo di Berlusconi e suo sodale, e peraltro su una linea neoliberista di regime che non dirà mai una parola fuori dal coro su Troika, BBC, Ue e simili.
Posso riconoscere che non arriva al trivio come la Gruber, Parenzo o la Merlino.
Ma tenersi soggetti come la Sardoni non l'aiuta.
Ora dice che vuol fare un giornale on line per i giornalisti giovani. Ma se lo scotto che vuol far pagare è sempre quello di seguire una linea neoliberista ormai morta e fracida, dubito molto che avrà fortuna. Non è il web la soluzione ma quello che ci metti.
Comunq

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.09.18 08:31| 
 |
Rispondi al commento

E' inconcepibile che, dopo tante vergogne e tanti misfatti, ci sia ancora chi vota Berlusconi o vota Pd.

Diceva Saramago:
"L'essere umano è l'unico che inciampa due volte con la stessa pietra".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.09.18 08:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON CI POSSO CREDERE |||||||
Da un Masada del 2010 (8 ANNI FA!!!)
La violenta Cricca del crimine-iviana Vivarelli

Indagato B come mandante delle stragi ad esecuzione mafiosa del 92-93, finalizzate a destabilizzare il paese per favorire la discesa in campo dell’uomo dell’ordine.
La strage di Bologna costò 85 morti e 200 feriti. La strage di Via D’Amelio costò 6 morti e 24 feriti. Uccisi Falcone e Borsellino. La strage di Via Capaci costò 5 morti e 23 feriti. La strage di Via dei Georgofili costò 5 morti e 48 feriti.

Il consigliori Dell’Utri, ponte tra B e la mafia: condannato in 2° grado a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa per fatti gravissimi fino al 1992, avendo trattenuto continuati e stretti rapporti con le vecchie organizzazioni mafiose di Bontade, Riina e Provenzano. I giudici si fermano all’alba degli assassinii di Falcone e Borsellino stragi e non lo condannano solo perché evitano di proposito di accettare le confessioni e le testimonianze a suo carico dopo il 92.
Malgrado ciò, né Dell’Utri si dimette, specificando bene che è entrato in Senato solo ed esclusivamente per salvarsi dalla galera, né B intende minimamente dimetterlo.

Davanti a simili orrori e a simili imputazioni, chiunque, con un minimo di onestà morale, si allontanerebbe da B come da un appestato.
Invece la Lega lo sostiene, Maroni arriva con arroganza a dichiarare che lui la mafia la combatte, e la maggior parte dei finiani tradisce il proprio partito per schierarsi con lui.

Scandalo Telecom-Sismi: dipendenti Telecom, poliziotti, Carabinieri e Guardia di Finanza tramano con redattori di B, insieme a agenti deviati, in un gigantesco piano di spionaggio dei cittadini a fini di ricatto, una associazione a delinquere finalizzata alla corruzione di pubblici ufficiali, rivelazione del segreto d'ufficio, appropriazione indebita, falso, favoreggiamento e riciclaggio.
La cricca di B ha spiato in 7 anni 24.000 persone.

SEGUE sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.09.18 08:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"L’odierno antifascismo in assenza di fascismo è la nuova arma del PD e un’arma del capitale contro ogni movimento e ogni idea di liberazione nazionale dei popolo, subito diffamati, demonizzati e ostracizzati come fascisti, populisti e rossobruni. Solo due cose non hanno limiti: il capitale e la stupidità umana. "
Diego Fusaro)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.09.18 07:46| 
 |
Rispondi al commento

1)A tre mesi dall’insediamento, Tria è l’unico che non ha ancora assegnato le deleghe ai suoi viceministri ( Castelli M5S, Massimo Garavaglia della Lega) e ai sottosegretari, Villarosa (M5S) e Bitonci (Lega). In questo modo può bloccarli in qualsiasi momento.
2)Appena insediato, Tria ha lasciato tutti di stucco. Ha confermato la prima linea ereditata dal precedessore Pier Carlo Padoan, a partire dal capo di gabinetto Roberto Garofoli, così come i vertici del Dipartimento finanze.
3)Ha nominato il nuovo direttore generale del Tesoro, dove ha promosso Alessandro Rivera, dirigente che per conto di Padoan ha gestito le disastrose trattative con l’Ue sulle crisi bancarie, stoppando i 5stelle che spingevano per Antonio Guglielmi.
4)In gran segreto, senza informare ne Di Maio ne salvini, Tria ha nominato come rappresentante al Fondo monetario internazionale Domenico Fanizza, già rappresentante per l’Italia nell ’African development bank.
5)Ad aprile Tria ha nominato consulente per gli Affari pubblici Claudia Bugno, ex coordinatrice generale per la candidatura di Roma alle olimpiadi del 2024, indicata da Matteo Renzi ed ex membro del cda di Etruria prima del crac della banca aretina cara alla Boschi.
Il punto è, come mai e chi ha fortemente voluto che Oggi al Tesoro ad avere l’ultima parola sulle norme fiscali siano gli stessi vertici scelti da Padoan, così come sui temi bancari. Non è un caso che l’istituzione di una nuova commissione d’inchiesta parlamentare sulle banche, dopo quella della scorsa legislatura, ancora non decolli. Il disegno di legge c’è ed è depositato in Senato dai 5Stelle. Un ritardo voluto che si spiega anche con le preoccupazioni di Bankitalia, le cui apprensioni trovano sempre sponda al Tesoro e al Colle soprattutto perché (continua sottocommenti)

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 20.09.18 07:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quel povero cristo di Cl

Formigoni condannato a sette anni, sei mesi, dieci Padre nostro e un Salve Regina Coeli.

[@gioahah]

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.09.18 07:43| 
 |
Rispondi al commento

...un piccolo esempio di come si possa essere faziosi e di parte, l' ho appena visto su Rai news 24; commentando lo "strillo" di un giornale che diceva (più o meno)"M5S: via il Ragioniere dello Stato, fa resistenza"; sorvolando sulla veridicità dello "strillo", il giornalista aggiunge " naturalmente, la Ragioneria fa il suo lavoro". Penso che non fosse compito del giornalista, cercare di mettere in ridicolo il M5S: personalmente, non voglio che il mio canone estorto, serva a mantenere giornalisti evidentemente "targati" PD.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 20.09.18 07:17| 
 |
Rispondi al commento

È urgente mettere mano alla Rai ed all'osceno canone Babbeo....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 20.09.18 07:01| 
 |
Rispondi al commento

A me non piace molto come giornalista. E' molto inquadrato nelle sue idee e le impone in modo abbastanza autoritario.
Non so se il suo progetto di arruolare giovani, sarà sufficiente per rilanciare il giornalismo, non lo sarà se non rivede il modo di fare l'informazione.
Se il giornalismo è in crisi, la colpa è di chi possiede i giornali che ha usato l'informazione e i giornalisti per fare affari e sviare l'opinione dei cittadini.

newmail ***** Commentatore certificato 20.09.18 06:24| 
 |
Rispondi al commento

E' inaccettabile che lo stato abbia elargito oltre 3 miliardi per un servizio spazzatura come quello che abbiamo ricevuto indietro.
La gente ormai si è disaffezionata e ci vorrà tempo per riconquistarla, forse di questo il giornalista non è consapevole.

newmail ***** Commentatore certificato 20.09.18 06:12| 
 |
Rispondi al commento

non volendo fare l'ignavio,
ho pensato , qual'è un voto . che esuli dal mio interesse personale di piccolo risparmiatore , lavoratore nell'ambito della cultura ,
qual'è un voto veramente patriottico , un voto terzo , un voto civile , un voto per chi ha avuto meno di me ?
... e ho vatato Movimento 5 stelle_
senza dire una sola parola a fovore del Movimento stesso...
Aldo Busi.

FABIO B., bologna 20.09.18 04:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quindi ,
parlando di informazione ,
il conduttore televisivo FLORIS GIOVANNI ,
afferma ad una tribuna di ascoltatori televisivi che , chi , dovendo decidere se campare o se immolarsi sopra al divino altare di imprecisati gabellieri di turno, avesse scelto di campare , è un _LADRO ___
Bene ,
chi crede , ne prenda atto .

FABIO B., bologna 20.09.18 04:44| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me e' utile e necessario per il bene del m5s che quando un parlamentare o un politico del m5s partecipa ad una trasmissione tv o sia invitato in tv che un incaricato scriva queste notizie sul blog delle stelle o meglio che invii un sms od una email ai vari iscritti del m5s.
Cosi gli iscritti m5s lo sanno assistono alla trasmissione vengono a sapere molte cose utili del m5s e vengono così bene informati a tutto vantaggio del m5s.
Mi pare una buona idea di informazione politica da seguire il più presto possibile.
Grazie e cordiali saluti.
Rinaldin

franco rina Commentatore certificato 20.09.18 04:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E sempre Berlusconi in mezzo alle scatole ora decide lui il presidente Rai e' incredibile che Berlusconi faccia questo con pochi voti e noi m5s e lega con il 60% di voti dobbiamo accettare i diktat di Berlusconi il quale come da sentenza della Cassazione è un delinquente naturale nonché ladro ladrone con le tv e la pubblicità corrotto corruttore con i parlamentari amico di mafiosi come dell'utri e frodatore fiscale cioè ha rubato moltissimi soldi a noi cittadini che paghiamo le tasse!!!
Berlusconi con tutti i ladri ladroni corrotti corruttori mafiosi e frodatori fiscali come lui deve restituire subito tutto il malloppo e poi va buttato in galera per tutta la vita!!!
Questo dobbiamo fare subito se vogliamo salvare l'Italia e gli italiani!!!
Grazie e cordiali saluti.
Rinaldin

franco rina Commentatore certificato 20.09.18 04:05| 
 |
Rispondi al commento

Pensiero della notte rubato sul giornalismo
Tutti i giornalisti sono, per via del loro mestiere, degli allarmisti; è il loro modo di rendersi interessanti.
(Arthur Schopenhauer)
....
Il giornalismo è un mestiere nel quale si passa la metà del tempo a parlare di ciò che non si conosce e l'altra metà a tacere ciò che si sa.
Bèraurd

Alex 20.09.18 02:53| 
 |
Rispondi al commento

ACI automobile - club - Italiano....che diavolo ci fa nel trogolo* Italico? (mangiatoia "sbafatoria ) facciamo -- LAVORARE -- la motorizzazione.

Mauro Magni 20.09.18 00:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Di Maio, togliete gli 80 euro-elemosina-per-prendere-voti-referendum di Renzi (sono ben 10 miliardi!). I PD sbraiteranno ma chi se ne importa. Dare 80 euro a chi lavora per un secondo fine, ecco cosa e' stato capace Renzi e il PD, che fa coppia con l'invenzione dell'Ape volontaria. Indebitarsi con un prestito per andare prima in pensione. Solo dalle menti del PD poteva uscire questa genialita'. Di racconta favole ci e' bastato Renzi.

Luciano C. 20.09.18 00:49| 
 |
Rispondi al commento

Associazioni dei consumatori
MA CI SONO ancora?
o servono a creare visibilità in TV e poltroncine a chiacchieroni falliti - grattacu..li figli di papà e bagascette gonfiabili ?

Mauro Magni 20.09.18 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Mandate a quel paese tria!!!pure miope!!!non potevate trovare di meglio???e gia' non era possibile qualcuno non voleva savona.....🤔 ricordo bene😠

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 20.09.18 00:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro FERRARA
tronfio bidone semicingolato del giornalettismo Italiano
(con tutto il rispetto altissimo x Topolino)

FOA dovrebbe fare purtroppo il presidente della famelica RAI TV ?? di sicuro non deve fare il berluskonano
In attesa della criptazione del segnale RAI
e liberare di questo fardello di canone

quella maggioranza del popolo Italiano che non sopporta l'attuale Radiotelevisione Italiana

Mauro Magni 20.09.18 00:08| 
 |
Rispondi al commento

caro Mentana, di tutto questo papiro/intervista
Mi permetta 1 cosa
suo figlio è figlio di papà....dei 600 euro al mese se ne frega (mi scusi)
tanto la spalle sono coperte. Avrebbe più fortuna a farsi una patente e lavorare come tassista o tranviere
Certo c'è da - LAVORARE x 30 o 40 ANNI --
e poi NON SEI NESSUNO... ma guadagnerebbe di più.
Per carità divina!!!!

Mauro Magni 19.09.18 23:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il Presidente Mattarella parla di "autonomia e libertà di stampa", come un bene da salvaguardare per rimanere in Democrazia.....
forse però la "libertà di stampa" , non coincide con lo scrivere falsità.....fare il giornalista, non legittima la persona nello scrivere o riportare le notizie a proprio piacimento......
perche' questa non è più informazione...è prendere in giro la gente.....e secondo me, informare in modo mirato e pensato per produrre visioni distorte nell'opinine pubblica, equivale a commettere un reato.......
ad esempio: se io fossi un giornalista, posso scrivere che Mattarella ruba in un supermercato?
come minimo è vilipendio...o comunque è falso...
se il giornalista lo scrive sul Capo dello Stato, è reato, se lo scrive sui Ministri del Governo Italiano no????????
e perche'?????
caro Presidente Mattarella, sono daccordo con lei che la libertà, sia il seme della democrazia, ma quella sull'informazione, deve avere perlomeno un controllo......
altrimenti è il caos.....cioè la situazione attuale...dove l'editoria italiana, comprese le tv private e no, sono in mano a dei privati che provano ogni giorno nel delegittimare un Governo che sta cambiando IN MEGLIO il nostro Paese.....
e va trovato un rimedio a questo, se vogliamo vivere "in Democrazia"..........

fabio S., roma Commentatore certificato 19.09.18 23:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il giornalismo ( spesso giornalettismo) In Italia è campato di sovvenzioni statali.
ma Oggi c'è crisi?
per chi non lo sa.... LA CRISI c'era anche 80 anni fa
la crisi in Italia è sempre sulla bocca di tutti

Non c'era invece crisi per chi mangiava a sbafo
e Andare OGGI a LAVORARE come operaio generico o specializzato
per certa gente è come un MARCHIO D'INFAMIA

Mauro Magni 19.09.18 23:19| 
 |
Rispondi al commento

'...di maio, hai bisogno di soldi? Chiedi a questi ( non si possono nominare perchè il blog blocca)..ma tieniti stretto le mutande..


https://bit.ly/2xoaH6X

..i cravattari del mondo...

Tony 19.09.18 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Intervista si ,intervista no, sappiamo le posizioni di Mentana, conosciamo la sua storia di giornalista , conosciamo il pensiero è vicino a quale posizione si colloca...comunque ben venga questa nostra democrazia di interviste tenendo a bada il pensiero leggero dellintervistato!

Pietro D'Andrea, Termoli Commentatore certificato 19.09.18 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Ampliata una scuola senza fondazioni e soletta con una soletta ridotta di 25 cm.
Ecco e poi parliamo del Ponte Morandi?
E' tutta una truffa concordata perchè non ci sono controlli preventivi.
Sono tutti d'accordo prenditori e politici.
Sembra giusto e doveroso cambiare la politica:trasparenza e onesta'...ecco perchè non vogliono il cambiamento..faranno di tutto per continuare a "rubare"!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.09.18 20:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il web e' inondato da news sulla quota 100 che il governo si appresterebbe a varare che non si sa se definire fantasiose o veritiere. Si va da paletti che limiterebbero la platea dei beneficiari, come 64 anni minimo e non piu' di due anni di contributi figurativi validi. In pratica i "fortunati" che nella vita lavorativa hanno subito mobilita' e cassa integrazione, la gran parte la quota 100 la vedrebbe col binocolo. Certo che se queste informazioni provengono da chi, del governo, sta studiando la fattibilita' di quota 100 stiamo freschi. Dalla padella alla brace. Staremo a vedere cosa uscira' da Flat Tax, reddito di c., Pensioni e risorse scarse. Forse una gran confusione che scontentera' tutti.


1) “Chi non innova distrugge posti di lavoro. Nell'illusione di difendere un posto di lavoro si perde l'opportunità di creare quello che verrà. Penso, ad esempio, a chi con l'avvento delle macchine voleva continuare a costruire carrozze senza comprendere quello che sarebbe successo nei cento anni successivi.

La scelta più miope che si possa fare è rallentare l'innovazione in Italia aspettando di vederla arrivare importata da multinazionali estere. A quel punto potremo solo chiudere le nostre aziende e sperare in un posto di lavoro alle loro dipendenze.

L’innovazione genera opportunità e sviluppo, genera crescita, nascita di nuove aziende e quindi di nuovi posti di lavoro”.

Ma l’uomo così sparirà dietro una macchina? Credo proprio il contrario: la macchina tornerà a fare “intelligentemente” la macchina, e l’uomo, finalmente, l’uomo!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.09.18 19:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2) Anche il giornalista avrà più tempo per dedicarsi alla scrittura, al suo lavoro in prima persona relegando ad esempio lavori di ricerca o di routine (o indici borsa, risultati sportivi…) alla macchina e ritagliandosi tempo prezioso per inchieste scottanti e complesse che necessitano di anni…penso ad esempio alle inchieste di Mafia…

“L’ozio creativo è un concetto antico che non ha mai avuto un’accezione negativa, anzi era il momento in cui nascevano le idee e si sviluppavano il pensiero, la cultura, le arti, le scienze. Era considerato un momento necessario e insostituibile per il benessere del singolo e per il progresso della comunità.

La nostra società ha bisogno di tornare a pensare, a immaginare nuove soluzioni per creare nuove opportunità. L’innovazione tecnologica, in realtà, consentirà la nascita di un nuovo umanesimo”.

Il reddito di cittadinanza è un punto fondamentale per il MoVimento e per il contratto di governo ed ha lo scopo di accompagnare questo cambiamento epocale che stiamo vivendo.

“Dovremo comunque immaginare un futuro molto diverso da quello che avevamo in mente, dovremo affrontare il rischio che l’intero sistema collassi. Dovremo trovare un modo di costruire un’economia futura che funzioni per tutti, a ogni livello della nostra società, sarà una delle sfide più importanti da affrontare nei prossimi anni e decenni”.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.09.18 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Molto interessante l'intervista, c'è da imparare. Intanto sfatiamo un mito: l'informazione - TUTTA -non è gratis. Tralasciando l'informazione di provenienza "padronale tradizionale" la restante è sovvenzionata dalla pubblicità, cioè da gruppi di interesse, multinazionali, ecc.
Salvo solo Wikipedia, anche se la stessa ha necessità di raccogliere periodicamente somme per mantenersi.
Mentana si è fatto intervistare da Casaleggio, ciò gli fa onore, dimostra apertura mentale e umiltà, doti che fanno di lui un giornalista di pregio.

Mara 19.09.18 19:47| 
 |
Rispondi al commento

OT

O quest'Europa cambia, e in fretta (elezioni europee p.v.), o fuori da questa Europa! Avremmo solo da guadagnarci (e come noi tanti altri...)

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.09.18 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Di Maio a Dimartedì

https://www.youtube.com/watch?v=kA3gqFUOw68

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.09.18 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premesso che ogni TIPO di razzismo lo ritengo schifoso, vile ed anacronistico voglio fare una domanda/provocazione a tutti i buonisti, cd radical-chic, pseudo intellettuali e sedicenti e non artisti vari che vedono il razzismo solo in base al colore della pelle; a questi signori vorrei , cortesemente, domandare (anche se credo che la loro presunzione impedisca una risposta!!) non è razzismo anche dare ad un disabile pallido di carnagione!! una pensione pari ad c.a.Euro 250/270 con la quale dovrebbe pagarsi vitto, alloggio, luce, gas, medicine- neccessarie alsuo status- telefono e un minimo di vita sociale oppure un anziano con la minima di 500 Euro (con la quale si ipotizza che, per età, deve anche curarsi oltre a nutrirsi? Non sono anch'essi nella stessa situazione dei cd migranti ecomici?

Luca Andrisani, Genova Commentatore certificato 19.09.18 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere perchè la Lega deve essere agevolata nel restituire le somme sottratte,
ho l'impressione che 80 anni siano un tempo lunghissimo, nessuno di quelli che oggi hanno preso questa decisione sarà ancora vivo.

Tra una decina di anni , forse meno , nessuno più restituirà nulla.

Come sempre il normale cittadino la prende in quel posto e deve anche stare zitto.
Non mi piace, proprio non mi piace.

Ho ritardato il pagamento di una multa di TRE giorni , mi è arrivata una sanzione di €.80,
Diritti di notifica compresi,
Spese di spedizione comprese,
Leccatina sul bollo compresa,
Costo della busta compresa,
Inchiostro della lettera compreso,
Costo del postino compreso,

Burocrazia , ma vaf. . . . lo.

Vincenzino A., Verona Commentatore certificato 19.09.18 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Magari voi non ve lo ricordate, ma vi fu un periodo in cui Mentana, al TG5, pur di non parlare dei problemi del Governo Berlusconi, apriva il suo telegiornale con i risultati delle Olimpiadi.
Un grande giornalista davvero.

Alberto O. 19.09.18 16:48| 
 |
Rispondi al commento

@ Oreste

Dove l'hai vista la superiorirà di Casaleggio su Mentana? In quali passaggi?

walter lorenz, canazei 19.09.18 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dietro l’Intelligenza artificiale c’è sempre l’uomo ed il suo lavoro di redazione, di collegamento dati, di ricerca di tutte quelle informazioni che andranno a costituire una mappa per l’oggetto di AI. Quindi il valore umano è imprescindibile e resta alla base e molti nuovi tipi di lavoro nasceranno.

C’è sempre l’uomo dietro una “macchina intelligente”.
E continuerà ad esserci solo se, però, non ci disinteresseremo di questa nuova realtà, lasciandola colpevolmente e per l’ennesima volta in pasto ad un Potere che di umano ha ben poco, che vede nella produzione la cosa più importante di tutto, molto più importante della vita dell’uomo e che ha trasformato l’intera umanità in una "zappa"; anzi, in una “stupida macchina” incosciente e ripetitiva a proprio uso, consumo e profitto.

E poi, lavorando tutti un po' meno di zappa la vita dell’uomo non sarebbe più una vita da schiavo.
Un po' di sacro ozio smetterebbe di essere un peccato mortale e libererebbe moltissimi uomini, oltre che il loro tempo.

P.s:


https://infosannio.wordpress.com/2018/09/18/andrea-scanzi-orfini-la-dice-giusta-peccato-sia-orfini/

Di Andrea Scanzi

https://infosannio.wordpress.com/2018/09/19/cena-col-morto/

Di Marco Travaglio

https://infosannio.wordpress.com/2018/09/19/i-soliti-drogati-dei-talk-show/

Di Tommaso Merlo

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.09.18 15:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Il Premier Conte su Facebook:

" Oggi ho incontrato i capigruppo del MoVimento 5 Stelle di Camera e Senato Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli.
Al centro del nostro colloquio c’è stato un aggiornamento sulle attività parlamentari e sulle prossime iniziative che dobbiamo portare avanti per offrire risposte alle urgenze che ci segnalano i cittadini. Abbiamo ragionato anche della necessità che la riforma del reddito di cittadinanza che sarà inserita nella manovra economica abbia un impatto significativo sul piano sociale, in modo da alleviare la condizione di tutti coloro che vivono in condizione di povertà assoluta. Abbiamo ragionato anche sul disegno di legge anti corruzione che a breve inizierà il suo iter in Parlamento e della conversione del decreto legge emergenze.
Si è trattato del primo di una serie di incontri con i rappresentanti di tutti i gruppi parlamentari, di maggioranza e di opposizione, che porterò avanti nelle prossime settimane."

Roberto ., Roma Commentatore certificato 19.09.18 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Io non avrei mai chiesto il parere di Mentana.
Un furbetto che grazie al suo opportunismo
galleggia da decenni. Sempre dalla parte del Denaro, naturalmente.
Famoso per i TG con continue chiose su misura della
Casalinga di Voghera.
Vorrebbe fare l'Opinion Maker. Ma è sempre dalla parte sbagliata.
Negativo. Molto negativo.

Luca Franzoni 19.09.18 14:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari sig!? Direttori Sallusti, Calabresi, Mauro,Montanari & C. mettetevi il cuore in pace questo Governo non litiga (nonostante i Vostri meschini tentativi e le Vostre menzogne quotidiane!). Ah dimenticavo occhio al Vostro fegato mi raccomando ed abbiate cura di quello dei Vostri padroni...!! RassegnateVi avete perso!!
Vi saluto divertito e con indifferenza

Luca Andrisani, Genova Commentatore certificato 19.09.18 14:36| 
 |
Rispondi al commento

NON LO LEGGO,INVECE VI DICO QUELLO CHE VI SCRIVO DA MESI,SUL WEB è UN MACELLO,CI BANNANO CI CENSURANO E SU TUTTI I SOCIAL, FACEBOOK,TWITTER, GOOGLE E PURE PINTEREST, ADESSO SVEGLIATEVI, CHIEDETE AIUTO,MA COME FACCIAMO, CI METTONO A TACERE, INVECE DI PUBBLICARE L'INTERVISTA DEL CESSO MENTANA, LEGIFERATE, REGOLATE IL WEB, NON POSSONO CENSURARE:" A COME VOGLIO IO", CIOè SI DIANO DELLE REGOLE, E CHI SBAGLIA DEI GESTORI PAGA,MAGARI CON MULTE SALATISSIME CHE COSì SI SPAVENTANO E DIVENTANO INDIPENDENTI ,CIOè LIBERI

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.09.18 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Casaleggio anni luce avanti a Mentana... la dimostrazione che il denaro è l'interessa primario del giornalismo attuale,mica l'informazione libera!
Grazie Davide...con questa gente non vogliamo avere nulla a che fare!
La rete libera senza bavaglio e senza denaro...
La vera informazione non ha prezzo!
Vai mitraglietta stai con Cairo... continua sino alla "FINE"!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.09.18 14:16| 
 |
Rispondi al commento

MENTANA

QUANDO NEI TUOI TG
PARLERAI DEI PROCESSI
DI
RENZI
IL COGNATO
E GENITORI
ALLORA SARAI CREDIBILE
PER IL MOMENTO

ASSA PERDE

BUM BUM 19.09.18 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Per favore, vorrei essere iscritto alla Vostra newsletter, grazie.
andrea.gioli60@gmail.com

Andrea Gioli 19.09.18 14:05| 
 |
Rispondi al commento

OT

Crollo Ponte Morandi.

"" (ANSA) - GENOVA, 19 SET - Chiara Murano e Domenico Andreis, dirigenti del Cesi, sono stati sospesi. Il provvedimento avvia le procedure di licenziamento nei confronti della responsabile Marketing e del direttore della Divisione Engineering, che della donna è anche il superiore. La società di consulenza ingegneristica e strutturale era stata incaricata da Autostrade, nel 2015, di compiere uno studio sulle condizioni del ponte Morandi.
La sera del 14 agosto, mentre i soccorritori scavavano ancora tra le macerie del viadotto, Chiara Murano spedì una copia dello studio al funzionario di Aspi Enrico Valeri, che l'aveva contattata. La dirigente inoltrò il documento scrivendo che la tragedia era stata causata da "probabili fatti collegati al progetto originario".
Gli investigatori, che hanno perquisito la sede milanese del Cesi, stanno cercando di risalire ai contatti avuti via cellulare dalla donna quella notte, prima dell'invio della mail e successivamente, per capire se qualcuno le suggerì di scrivere quel commento. ""

Roberto ., Roma Commentatore certificato 19.09.18 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Forza ragazzi, i soldi si trovano, per ulteriori informazioni chiedere al prof. Savona ;-)

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.09.18 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Il ministro Toninelli su Facebook:

" L’estate è quasi finita, ma non finisce l’impegno del Governo per la legalità. Sono molto fiero di annunciarvi i successi della campagna “spiagge libere-acque libere”, da me fortemente voluta, che le donne e gli uomini della Guardia Costiera hanno raggiunto quest’anno. Dal 10 luglio al 10 settembre sono stati “liberati” e restituiti ai cittadini 620mila metri quadrati di litorale e di acqua, l’equivalente di più di 100 campi da calcio. Spiagge in mano agli abusivi che sono tornate ad essere patrimonio di tutti. Come è giusto che sia.
La Guardia Costiera in questi due mesi ha battuto a tappeto le nostre spiagge con 31mila controlli, ha scoperto 1.500 illeciti, sanzionando i “furbetti” con 635mila euro di multe, e sequestrando 20mila attrezzature. Con l’operazione “traghetti sicuri” si è invece accertato che il 100% della flotta ha navigato con regolarità e senza nessun incidente. Bene così.
Lo avevamo annunciato, e lo stiamo facendo: con noi i furbetti, quelli che abusivamente fino a ieri hanno sfruttato i litorali italiani come fossero un bene privato, hanno finito di fare quel che vogliono. Le spiagge sono di tutti. Il mare è di tutti. E ciascuno ha diritto a fruirne liberamente, nel rispetto delle regole e anche delle prerogative dei concessionari che generano ricchezza grazie al demanio marittimo."

Roberto ., Roma Commentatore certificato 19.09.18 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il futuro dell'informazione non lo può dare Mentana che è schierato con l'alta finanza giudaico-massonica . I suoi correligionari stanno massacrando il mondo da secoli provocando guerre di tutti i tipi , comprese le mondiali , con pretesti risibili : Nave Lusitania , Pearl-Arbur , 11 settembre e tanti pretesti minori . La loro informazione ( statunitense ) ci fa sapere che Assad è un tiranno sanguinario quindi lo bombardano . Lo stesso con Saddam , Gheddafi eccecc ! L'Afghanistan ospita i terroristi e lo occupa da 17 anni , senza toccare minimamente l'Arabia saudita patria della maggior parte di loro . In Italia l'informazione è pure peggiore , nasconde le malefatte della sinistra serva dell'alta finanza e si accanisce contro che è il suo avversario politico . Nonostante ciò la verità , dopo vent'anni di bugie , è venuta a galla e molti ex comunisti non votano più il PD avendo capito che sono dei gran bugiardi , oltre al resto ! Non chiediamo a Mentana cose che non gli competono .

vincenzo di giorgio 19.09.18 13:27| 
 |
Rispondi al commento

OT

Mentre le...Cassandre e i gufi delle penne-vendute remano contro quello fatto e quello che vuole fare il governo Conte, la Banca d'Italia ha comunicato i dati sui flussi degli acquisti esteri dei titoli del debito pubblico che rappresentano il polso della fiducia all'estero che ha questo governo Conte. Questo il comunicato pubblicato dal il Sole24 ore :

" Inversione di rotta a luglio sui flussi dall'estero verso i titoli del debito pubblico italiano. Secondo i dati resi noti da Bankitalia nella bilancia dei pagamenti, infatti, nello scorso luglio si sono registrati "acquisti da parte degli investitori esteri di titoli di portafoglio italiani" pari a 13,5 miliardi di cui "8,7 miliardi riferiti a titoli del debito pubblico". Il dato segna una netta differenza rispetto all'andamento registrato nel precedente bimestre che aveva risentito delle incertezze politiche italiane. "

Roberto ., Roma Commentatore certificato 19.09.18 13:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

"quello che però dobbiamo mettere al centro non è l'obiettivo di rassicurare i mercati, l'obiettivo di una legge di bilancio è migliorare la qualità della vita dei cittadini italiani"punto.

punto l'ho aggiunto io perchè di maio se l'era scordato :)

pabblo 19.09.18 13:07| 
 |
Rispondi al commento

la corte dei conti ha quantificato in 60 miliardi gli sprechi annii dello stato.

se hanno fatto quel calcolo, senz'altro la corte dei conti avra' anche un'idea di dove questi soldi vengono sperperati, altro che cottarelli che e' comunque legato ai partiti.

non sarebbe male che il governo si facesse consigliare da questa per fare i tagli che vanno fatti e recuperare denaro. un lavoro di squadra. la coret dei conti suggerisce, il governo decide e taglia.

carlo 19.09.18 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Dichiarazioni del ministro Di Maio, arrivato in Cina.

https://it-it.facebook.com/LuigiDiMaio/videos/299629900631173/


Roberto ., Roma Commentatore certificato 19.09.18 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Perchè i nostri parlamentari non si tagliano più gli stipendi e perchè la riduzione dei parlamentari non è maggiore? Scusate ma il nostro movimento ne parlava tanto prima... brutto segnale...

Felice L., estero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.09.18 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

casaleggio vuol assumere mentana e celo sponsorizza sul sito degli adepti


NON volevo commentare questo 4 idee aggrovigliate
che ha in testa questo,,,pero la curiosità
cosi ho scritto sul motore SHARE LA7.
E HO TROVATO QUESTO
http://www.ufficiostampa.rai.it/dl/UfficioStampa/Page-0a76d103-5772-4682-b9ba-d02356d38b7a.html
non capiscano che
AVENDO BRUCIATO L'ONESTA
SI SONO SUICIDATI
IL RESTO L'HA FATTO LA TECNOLOGIA.

franco rosso 19.09.18 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

"Che fine fanno quei soldi dati alle banche italiane a 0 interesse dalla BCE?
Per i poveri cittadini NON ci sono soldi da dare?

www.rischiocalcolato.it/2017/03/cosa-significa-il-regalo-di-draghi-alle-banche-di-234-miliardi.html

Meditate gente!"


--------------------------------------------------------------------

prednop spunto da questo commento per ribadire che e' vero che la bce in questi ultimi tempi ha stampato e stampa euro passandoli alle banche con un interesse bassissimo perche' col vincolo pero' che queste comperino titoli di stato, non potendolo fare direttamente.

pero', almeno da una notizia letta qui' dentro, niente impedisce alla bce di rare i soldi alla bce a una banca statale.

i soldi vengono dati in iltalia a banche private, che poi li prestano all'italia a interessi di mercato. se si avesse una banca statale, questa potrebbe passare i soldi a itneresse bassissimo. parliamo di decine di miliardi di euro all'anno di risparmio. perche' non si fa?


c'e' in rischio pero'. i soldi possono anche costare poco (come itneresesi) ma la dofferenza se questa e' una positiva o negativa, cioe' cioe' se rispove un probme ao incasina ancora di piu', dipende a chi si prestano.

tempo fa fu chiesto a tremonti perche', dal momento che entrati nell'euro gli interessi erano crollati, l'italia non ne ha approfittato per calare il debito pubblico, ha risposto che proprio per l'interesse piu' basso se ne prendevano a prestito sempre piu (e naturalmente il debito e' aumentato).

cioe', fai una banca nazionale, paga di interessi invece che il 2,5% lo 0,5%, ma se hai come ministro del tesoro un tremonti o un brunetta con quella testa li', sarai ancora piu' rovinato, si andra' ancora piu' nella cacca.

carlo 19.09.18 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Diciamoci che il campo del giornalismo e in generale dell'informazione ha conquistato il "premio" del primo arrivato al traguardo di un mondo dove il denaro, o qualsiasi altro medium, deve essere distribuito a tutti in quantità sufficiente per una vita dignitosa.
La robotica, i computers, la digitalizzazione e l'informatica stanno producendo un radicale cambiamento nel rapporto economico tra "padrone e dipendente" e le strade che si presentano sono solo due. O sfrutti i dipendenti fino al punto di ridurli al livello di schiavitù, o ti adegui a un nuovo modello di vita dove non e` più il denaro a fare la differenza perché il "sistema mondo" si e` configurato diversamente e l'intelligenza umana distribuisce il mezzo - il denaro?- per vivere una vita dignitosa ad ogni essere umano.
E` un momento cruciale per l'umanità perché essendo in tanti, forse troppi, e con livelli culturali e percorsi storici e interessi molto differenti, potrebbe innescare una conflittualità distruttiva e paralizzante per ogni tipo di vero progresso a beneficio di tutti. E lo vediamo ogni giorno con l'uso delle armi nelle guerre disseminate sulla Terra, che indicano come sia difficile ogni tipo di percorso unico a beneficio di tutti perché una parte dell'umanità non vuole perdere il vecchio e ormai superato beneficio della ricchezza in denaro e del potere sugli altri esseri umani.

Italo Pelizzola Commentatore certificato 19.09.18 12:14| 
 |
Rispondi al commento

In questa intervista, a parte di vil denaro, non si fa alcun accenno alla onestà di intelletto, alla schiena dritta dei
giornalisti e al conflitto di interessi nell'editoria.

Probabilmente queste qualità non contano nel giornalismo "moderno" e tantomeno non vanno di moda intellettuali moralmente corretti ed informati che sanno fare inchieste per controllare i poteri forti.

Contenti voi.......

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 19.09.18 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Forte la vignetta di Giannelli di oggi: "Il cambiamento". Su una panchina lui si rivolge a lei; “Il condono ora lo chiamano pace fiscale” lei: “E' l'Italia che cambia: da evasori a pacifisti”
W il governo!!!
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.09.18 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In fianco c'è sempre un post che ci avvisa che Renzi aveva un aereo ciccione, vecchio e costoso “comprato” in leasing.
Ma non ho capito se dobbiamo ancora pagarlo o il leasing è stato interrotto; altrimenti tanto vale fare un giretto fino in Cina...
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.09.18 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Leggo sul post
…. in cui un giovane crede, si illude o sa di potere seguire ciò che lo interessa direttamente dal Web con l’illusione di gratuità, dico illusione perché nessun pasto è gratis neanche da questo punto di vista. Tu devi avere pagato un attrezzo, che sia uno smartphone, un iPad o un Pc, e poi paghi la corrente, paghi l’abbonamento.E quindi hai sicuramente degli elementi per cui la gratuità non esiste e per di più ti devi sciroppare la pubblicità. Ma l’illusione oggi è che l’informazione è diventata gratis e per di più me la scelgo io.

Ma è mai possibile che Mentana ci dica che il Web non dà le notizie gratis!? Questo non segue la direttiva M5S: chiusura dei giornali, TG, approfondimenti in TV, chiusura anche delle radio ( è meglio ) … Basta che clicchi qualsiasi cosa, e gratis mi appare!
W M5S !!!
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.09.18 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Ho capito che la candidatura delle olimpiadi invernali del 2026 è morta. Fiuu!! ( soffio di mancato allarme)

Ringrazio il governo; a me stanno sui peri i turisti; trovarmi con i turisti che si traslano da aeroporto di Venezia/Cortina/Milano/Torino, addirittura col casino d' inverno, è insopportabile...
W M5S !!!
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.09.18 11:00| 
 |
Rispondi al commento

un esperto lacchè con la stessa credibilità di una moneta da tre euro: https://www.youtube.com/watch?v=1K_MhgzY-JE

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 19.09.18 11:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravissimi!!!

Paolo V 19.09.18 10:29| 
 |
Rispondi al commento

ot

dice il corriere che ""Il ministro dell’Economia (è, ndp) difeso delle opposizioni""....

sarà mica un cavallo 'sto tria?

il famoso cavallo di tria?

le opposizioni, mah...te le raccomando ..

pabblo 19.09.18 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mah...io non vedo proprio l'importanza di intervistare mentana...

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 19.09.18 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori