Copyright, Tajani faccia pace con se stesso

di Ignazio Corrao

A proposito del voto qui al Parlamento europeo sul copyright, Luigi Di Maio ha detto che: “rispetto all’ultimo voto di Strasburgo in cui non fu dato il via libera al testo finale, le lobby hanno avuto il tempo di lavorare e influenzare gli europarlamentari, i quali hanno deciso di ricredersi”.

Tajani si è arrabbiato molto (evidentemente sente il fiato sul collo dei cittadini visto che le elezioni si avvicinano) e ha definito infamanti queste parole.

Peccato che lo stesso Tajani ieri abbia denunciato: “Da settimane stanno arrivando alle caselle postali dei deputati migliaia di mail, molte di queste neppure dall’Europa, per esercitare indebite pressioni. Si tratta di un’operazione chiaramente orchestrata”.

Noi siamo coerenti e gli unici ordini che prendiamo provengono dai cittadini. Se le lobby hanno influenzato il processo decisionale e hanno partorito una pessima direttiva che imbavaglia i cittadini #Tajani deve fare chiarezza!

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr