Tutte le bufale di Renzi sul suo Air Force

Nel suo video della disperazione, Matteo Renzi ha raccontato una serie di bufale megagalattiche pur di difendere il suo air force che ha causato uno spreco multimilionario ai danni dei cittadini italiani. Le abbiamo analizzate e abbiamo una risposta per ognuna delle bufale. A cura del sottosegretario agli esteri Manlio Di Stefano.

Bufala di Renzi: “Cos’è questo aereo di Stato? Air Force Renzi, l’aereo che Renzi utilizzava per i suoi spostamenti. Io non l’ho mai utilizzato..”
Risposta di Manlio Di Stefano: Certo, che non l’ha mai usato l’aereo Renzi. Primo perchè l’abbiamo denunciato subito e quindi ha avuto paura dell’opinione pubblica. E poi perché dopo aver firmato quel vergognoso contratto di leasing con Ethiad si è accorto che l’aereo era troppo vecchio, fuori mercato, ingombrante – pensate che non poteva neanche atterrare a Ciampino, dove invece è previsto che atterrino i voli di stato. E in più il nostro ex premier aveva deciso di personalizzarlo e rifarne l’equipaggiamento, per altri 20 milioni di euro. Le poltroncine in pelle non bastavano? Che il suo mega aereo sia rimasto parcheggiato a spese dei contribuenti – che hanno continuato a pagare anche l’equipaggio – e non sia mai stato usato, è solo un’aggravante.

Bufala di Renzi: “Questo è l’aereo che la Repubblica italiana aveva scelto, attraverso procedure definite dai tecnici… non mi metto io a discutere se sia meglio l’acquisto di un velivolo nuovo o il leasing di uno vecchio, per questo ci sono i dirigenti pagati per fare queste scelte..”
Risposta di Manlio Di Stefano: Questa è una dichiarazione doppiamente grave: intanto politicamente, perché in pratica Renzi ci sta dicendo che le decisioni a Palazzo Chigi si prendevano a sua insaputa. Ma poi anche umanamente, perché con queste parole sta scaricando la responsabilità sui suoi ex dipendenti, quando il presidente del consiglio era lui. Ma quale dipendente si prenderebbe una simile responsabilità?

Bufala di Renzi: Serviva per le missioni internazionali.. lo avremmo ripagato con i contributi degli imprenditori..
Risposta di Manlio Di Stefano: Falso. E anche un po’ ridicolo. Ma veramente Renzi vuole farci credere che per valorizzare l’export italiano sia necessario spendere 150 milioni di euro per un aereo presidenziale che costa più dell’Air Force One in dotazione alla Casa Bianca? Quanto ai costi: cosa aveva in mente, Renzi, far pagare 10 mila euro di biglietto ad ogni imprenditore per il viaggio? Tra l’altro fa sorridere che il costo dell’AirForceRenzi sia esattamente la stessa cifra di cui dispone il ministero per la promozione di tutto il sistema paese per un intero anno. E’ così che pensava di aiutare l’export? Per cortesia: basta, basta bufale, basta sprechi, basta Renzi.


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it